L'angina è tradotta dal greco antico come un cuore angusto (il vecchio nome è l'angina pectoris) ed è una sindrome clinica in cui il paziente avverte disagio al torace causato da insufficiente afflusso di sangue al cuore. Gli attacchi di angina dolore sono caratterizzati dall'aspetto improvviso e si diffondono in aree del corpo adiacenti al petto. È una forma di malattia coronarica

Caratteristiche generali dell'angina pectoris

Per iniziare, considera l'eziologia e la patogenesi dell'angina. La causa fisiologica degli attacchi di angina è una violazione del movimento del sangue attraverso le arterie coronarie.

Come si manifesta l'angina? Flusso sanguigno alterato aiuta a ridurre la concentrazione di ossigeno fornito al muscolo cardiaco insieme al sangue. A causa del disturbo, il paziente avverte dolore, che è descritto come spremitura, spremitura.

Come distinguere l'angina? La differenza di attacchi stenocardici da altre condizioni dolorose del cuore è che il dolore può irradiarsi al collo, alla spalla sinistra, all'area delle scapole e alla mascella.

Le situazioni che favoriscono la comparsa di un attacco includono tensione nervosa, sovraccarico fisico e abbondante assunzione di cibo.

Le violazioni del flusso sanguigno si chiamano ischemia. La causa di ischemia è placche aterosclerotiche sulle pareti dei vasi sanguigni, che riducono la loro permeabilità. In questa situazione, la necessità del muscolo cardiaco per l'ossigeno e i nutrienti non è pienamente soddisfatta, motivo per cui inizia la sindrome del dolore, chiamata angina pectoris.

Angina pectoris attacca, essendo le manifestazioni cliniche della malattia coronarica, che, di norma, è cronica, può verificarsi in un paziente per molti anni.

Un prolungato attacco di angina pectoris può portare ad un infarto, che è la morte di una porzione del tessuto muscolare del cuore, chiamato il miocardio.

Le manifestazioni cliniche della malattia coronarica sono osservate nel venticinque per cento della popolazione femminile e in metà della popolazione maschile di età inferiore ai cinquant'anni. Le donne in età giovane e media hanno meno probabilità di soffrire di questa sindrome clinica, perché il loro background ormonale impedisce più intensamente l'insorgenza di placche aterosclerotiche rispetto agli uomini.

Tuttavia, più vicino alla vecchiaia, viene ricostruito lo sfondo ormonale delle donne, che riduce la resistenza del corpo femminile all'aterosclerosi e può portare all'ischemia.

Gli attacchi di angina in giovane età sono solitamente associati a un'esplosione ormonale e all'instabilità emotiva dei giovani.

Cause dell'angina pectoris

Le cause dell'angina comprendono condizioni patologiche in cui si verificano danno e contrazione dei vasi cardiaci. La probabilità di un attacco di angina pectoris aumenta quando la pervietà delle arterie diminuisce di oltre la metà. La gravità della sindrome dipende dal grado di danno vascolare da placche aterosclerotiche.

L'angina pectoris può anche essere osservata con spasmi vascolari in assenza di aterosclerosi. Gli spasmi possono essere scatenati da alcune malattie dell'apparato digerente e dalla cistifellea, nonché da malattie infettive e allergiche.

Pertanto, si possono distinguere le seguenti principali cause di angina:

  • aterosclerosi;
  • diabete mellito;
  • alta coagulazione del sangue;
  • cronicamente aumento della pressione sanguigna.

Patologie del muscolo cardiaco, che possono essere accompagnate dalla sindrome clinica descritta, includono:

  • Condizioni postinfartuali La morte del tessuto muscolare del cuore provoca un disturbo nel flusso sanguigno, che provoca attacchi di angina. Il rischio di dolore è significativamente ridotto dopo la cicatrizzazione del miocardio.
  • Aumento del ventricolo sinistro.
  • Movimento inverso del sangue attraverso il cuore causato da cardiopatia acquisita.

Le cause dell'angina pectoris sono divise in modificabili, vale a dire quelli che possono essere eliminati e non modificabili, vale a dire tale, l'influenza di cui non è possibile eliminare.

Tra le cause inestirpabili si distinguono sesso ed età, così come l'influenza dell'eredità. Pertanto, la popolazione maschile ha maggiori probabilità di soffrire di angina, causata dalla formazione di placche aterosclerotiche a causa di alcune proprietà del background ormonale maschile. Il rischio di sviluppo di questa sindrome clinica nelle donne si verifica, come già notato, dopo i cambiamenti nel contesto ormonale associato alla menopausa, in particolare dopo una diminuzione della produzione di estrogeni.

Il fattore ereditario è confermato dalla frequente insorgenza di attacchi di angina nei parenti diretti di pazienti che hanno avuto un attacco di cuore o hanno cardiopatia ischemica.

Ma chiunque può influenzare le cause modificabili della malattia. I fattori eliminati sono solitamente correlati, e la riduzione dell'impatto negativo di uno di essi porta ad una diminuzione negli altri. Per ragioni rimovibili includono:

  • Elevato colesterolo nel sangue. Il colesterolo e altre formazioni lipidiche possono accumularsi sulle pareti vascolari che portano al miocardio, riducendone la permeabilità. L'iperlipidemia si verifica nel novantasei percento dei pazienti con ictus.
  • Caratteristica sovrappeso delle persone che consumano cibi ipercalorici. I pazienti devono limitare significativamente il consumo di grassi animali, cibi ricchi di carboidrati, ricchi di colesterolo e salati. Consiglia di aumentare l'assunzione di fibre, che è contenuta in frutta e verdura.
  • Fumo di tabacco La nicotina provoca la carenza di ossigeno nelle cellule del sangue, ipertensione e vasospasmo. Nei fumatori di persone che soffrono di aterosclerosi, il rischio di attacchi di angina e infarto miocardico aumenta significativamente.
  • Stile di vita passivo Una bassa attività fisica aumenta la probabilità di obesità, che in combinazione con livelli elevati di colesterolo nel sangue può portare a una riduzione dell'afflusso di sangue.
  • Il diabete mellito. Nei pazienti con diabete, il rischio di malattia coronarica e attacchi di angina è raddoppiato.
  • L'ipertensione, che è uno dei sintomi della malattia coronarica, contribuisce ad aumentare il livello di ossigeno richiesto dal miocardio e, di conseguenza, le complicanze dell'angina.
  • Anemia, riducendo la possibilità di trasportare ossigeno al miocardio.
  • Aumento della viscosità del sangue. È un fattore di rischio per lo sviluppo della malattia ischemica e la formazione di coaguli di sangue.
  • Sforzo nervoso Aiuta ad aumentare la pressione sanguigna e a ridurre l'apporto di ossigeno e sostanze nutritive al muscolo cardiaco.

I motivi che causano la sindrome clinica considerata includono anche la menopausa precoce, che, come già accennato, è accompagnata da cambiamenti nel background ormonale e una diminuzione della produzione di estrogeni, un ormone che impedisce la formazione di placche aterosclerotiche. Inoltre, l'assunzione di contraccettivi ormonali influisce sui cambiamenti ormonali delle donne.

L'influenza simultanea di diverse cause aumenta la probabilità di un attacco di ictus.

Segni di angina pectoris

I sintomi di angina includono:

  • un'improvvisa sensazione di pesantezza e spremitura nel petto più vicino alla spina dorsale;
  • mancanza di respiro causata dal rilassamento incompleto del cuore;
  • aritmia;
  • pallore della pelle;
  • aumento patologico della frequenza cardiaca;
  • aumento della sudorazione;
  • la diffusione del dolore sotto la scapola, nella mano sinistra, nella mascella inferiore e nel collo;
  • cessazione improvvisa dell'attacco con l'eliminazione dei fattori provocatori;

Il sintomo di angina è una forte debolezza senza dolore durante qualsiasi sforzo fisico (questo sintomo è possibile negli anziani e nei pazienti con diabete mellito).

Queste manifestazioni accompagnano il paziente, di regola, da uno a quindici minuti e possono interrompersi bruscamente come hanno cominciato. Se la sindrome clinica è causata da sovraccarico emotivo, allora è spesso sufficiente calmarsi in modo che le sensazioni dolorose scompaiano.

Se la causa era uno sforzo fisico, allora per alleviare i sintomi è necessario interrompere il più presto possibile la tensione fisica. Nitroglicerina, presa in modo sublinguale, vale a dire per riassorbimento del farmaco sotto la lingua.

I sintomi descritti di angina comprendono sia manifestazioni classiche che atipiche della malattia. I principali segni di angina possono manifestarsi sia in modo completo che individuale, a seconda del tipo di attacco di angina pectoris.

classificazione

Secondo le condizioni di occorrenza dei seguenti tipi di angina:

  • stabile (si verifica in uno stato di tensione);
  • instabile (si verifica a riposo).

La sindrome clinica di tipo stabile si verifica in condizioni di duro lavoro del cuore (ad esempio, durante lo sforzo fisico), quando l'aumento del flusso sanguigno passa attraverso le arterie, ridotto di non meno del cinquanta percento.

Se compaiono sintomi di angina pectoris, dovresti consultare il medico per ulteriori misure terapeutiche, altrimenti il ​​restringimento delle arterie può raggiungere i settantacinque o anche il novantacinque per cento, il che contribuirà ad un aumento delle crisi.

La classificazione di stenocardia non termina sul raggruppamento secondo le condizioni di accadimento. Le classi di angina si distinguono anche per le caratteristiche degli attacchi e la loro gravità.

  • 1a classe funzionale (FC). Gli attacchi a questo tipo di sindrome clinica sono rari e per un breve periodo. Di norma, la sindrome del dolore è provocata da una forte tensione fisica.
  • 2a classe funzionale (FC). L'angina del 2 ° FC è provocata da tali attività fisiche minori come salire le scale, camminare ad alta velocità e anche un'abbondante assunzione di cibo.
  • 3a classe funzionale (FC). Un attacco può verificarsi anche con una camminata lenta su brevi distanze (fino a centinaia di metri). L'angina della 3 ° FC limita significativamente le capacità motorie di una persona.
  • 4a classe funzionale (FC). L'angina pectoris può verificarsi con qualsiasi attività motoria. La sindrome clinica di questo tipo, di regola, precede lo sviluppo di angina pectoris instabile.

La classe funzionale dell'angina pectoris è determinata dagli specialisti in base ai sintomi caratteristici al fine di determinare che cosa il paziente dovrebbe fare e cosa non dovrebbe essere fatto.

Nei pazienti affetti da questa sindrome clinica a riposo, gli attacchi di angina pectoris sono significativamente differenti dalle manifestazioni della malattia di un tipo stabile. Possono essere sia più lunghi che più brevi, con la causa dell'occorrenza potrebbe essere casuale.

Ci sono i seguenti tipi:

  • Primaria C. Angina pectoris che non è mai apparsa prima continua per un mese.
  • Progressive C. Aumenta la frequenza e la durata dei sintomi caratteristici.
  • Resto d'angina Gli attacchi si verificano spontaneamente in assenza di ragioni per il verificarsi (non c'era attività fisica, stress).
  • Postinfarto C. I sintomi del dolore si verificano entro due settimane dopo un infarto.

Se si sospetta una S. instabile, è necessario ricovero immediato per evitare un infarto del miocardio.

Per distinguere tra S. stabile e instabile devi prestare attenzione alla durata degli attacchi. Non è più di cinque o dieci minuti in una forma stabile. Con attacchi di angina instabili, di regola, aumenti di tempo.

È inoltre necessario prestare attenzione al livello di attività motoria, che causa sintomi di dolore. Stabile è caratterizzato, di regola, dallo stesso livello di attività motoria, mentre instabile può verificarsi anche sullo sfondo di riposo.

Nel determinare il tipo di sindrome clinica, l'efficacia dell'uso di nitroglicerina diventa un fattore importante. Nel caso di una sindrome clinica stabile, il dolore scompare entro tre minuti dopo l'assunzione di una pillola, mentre con l'angina pectoris instabile una pillola non rimuove le sensazioni. Di norma, se sono necessari più di una pillola per alleviare i sintomi, il paziente ha a che fare con l'angina instabile.

Trattamento e prevenzione

Il trattamento di questa sindrome clinica ha lo scopo di prevenire attacchi di angina e complicazioni della malattia.

Con un attacco, è prima necessario prendere una compressa di nitroglicerina sublinguale. Se il dolore non è passato dopo una pillola, allora con un intervallo di tre minuti puoi prenderne un altro. Non è consigliabile assumere più di tre compresse di nitroglicerina durante un attacco per evitare un forte abbassamento della pressione sanguigna.

Il trattamento farmacologico dell'angina include l'assunzione di farmaci anti-ischemici, perché aiutano a ridurre il bisogno di ossigeno del cuore. Oltre ai farmaci anti-ischemici, possono essere prescritti anche farmaci anti-sclerotici.

In caso di complicanze che aumentano il rischio di infarto miocardico, può essere necessario un intervento chirurgico.

La prevenzione include rinunciare a cattive abitudini, normalizzare il regime quotidiano, stare a dieta e ridurre l'impatto negativo di altri fattori sull'angina pectoris.

Con la diagnosi di angina, è necessario evitare lo stress fisico ed emotivo e trattare le malattie concomitanti.

Se il paziente segue le raccomandazioni degli specialisti, allora la risposta alla domanda se l'angina può essere curata sarà positiva.

Angina pectoris - che cosa è, segni, sintomi, trattamento e cure di emergenza per un attacco di angina pectoris

L'angina pectoris è una sindrome del dolore nella regione del cuore causata da insufficiente afflusso di sangue al muscolo cardiaco. In altre parole, l'angina pectoris non è una malattia indipendente, ma una combinazione di sintomi legati alla sindrome del dolore. La sindrome dell'angina pectoris è una manifestazione della malattia coronarica (CHD).

Qual è questa malattia, perché si verifica nelle persone, così come i segni di base e i metodi di trattamento sono efficaci per l'angina, esamineremo ulteriormente l'articolo.

Angina: che cos'è?

L'angina pectoris è una sindrome clinica caratterizzata da disagio o grave dolore toracico, la cui causa principale è una violazione del rifornimento di sangue coronarico al muscolo cardiaco.

Il nome è associato ai sintomi della malattia, che si manifestano nella sensazione di pressione o contrazione (stretto - stenos dal greco), sensazione di bruciore nella regione del cuore (kardia), dietro lo sterno, trasformandosi in dolore.

Come manifestazione della malattia coronarica, la stenocardia si verifica in quasi il 50% dei pazienti, essendo la forma più comune di IHD. La prevalenza è più alta tra i maschi - 5-20% (contro 1-15% tra le femmine), la sua frequenza aumenta nettamente con l'età. L'angina, a causa di sintomi specifici, è anche nota come angina pectoris o malattia coronarica.

I sintomi dell'angina pectoris si manifestano a causa dell'aterosclerosi delle arterie coronarie, una malattia in cui il colesterolo si deposita sulle loro pareti e si formano placche ateromatose. Nel corso del tempo, il lume si restringe, spesso si verifica un blocco completo.

classificazione

Attualmente, sulla base del corso clinico, ci sono tre opzioni principali per l'angina pectoris:

Angina pectoris stabile

Angina stabile - significa che durante il mese precedente o più a lungo il paziente ha avuto attacchi di dolore toracico di circa la stessa intensità. Stabile è anche chiamata angina pectoris da sforzo, poiché lo sviluppo di convulsioni è associato a un lavoro eccessivamente intenso del muscolo cardiaco, che è costretto a pompare il sangue attraverso i vasi, il cui lume è ristretto dal 50 al 75%.

Angina è divisa in 4 classi funzionali (FC):

  1. Gli attacchi di dolore al petto sono rari, solo con il massimo sovraccarico fisico ed emotivo. I cambiamenti dell'ECG vengono rilevati raramente. Il lume delle arterie coronarie può essere ridotto del 50%. Forse l'aterosclerosi colpisce solo uno di loro.
  2. La seconda classe funzionale causa crisi epilettiche e dolori durante l'arrampicata, a passi veloci, dopo un abbondante pasto. Il tempo e il vento gelidi agiscono spesso come fattori provocatori.
  3. Quando FC 3 viene diagnosticata una restrizione pronunciata dell'attività fisica. L'angina pectoris si fa sentire quando si muove tranquillamente su una strada piana fino a una distanza di cento o duecento metri, quando sale al primo piano. Gli attacchi diventano frequenti se il paziente fuma. In questi pazienti, l'angina può essere a riposo in posizione prona dopo uno shock nervoso.
  4. Con FC 4, ogni minimo carico causa dolore e disagio. Spesso, nella storia di una persona con una tale variante di angina, puoi trovare un infarto o insufficienza cardiaca nella fase cronica. Spesso la sindrome di angiosi si verifica in completo riposo o anche di notte.

Angina instabile del cuore

Cos'è? L'angina instabile è caratterizzata da attacchi dolorosi di varia intensità, durata, aspetto imprevedibile, ad esempio a riposo. La sindrome del dolore è più difficile da alleviare, quando si assumono nitrati (nitroglicerina). Il rischio di infarto miocardico è più alto, in contrasto con la forma stabile di questa patologia.

L'angina instabile è divisa in:

  • Per la prima volta l'angina che si alzava - il primo attacco era non più tardi di 30 giorni.
  • Progressivo: aumenta la gravità, la durata o la frequenza degli attacchi dolorosi.
  • Spontaneo (Prinzmetal o vasostatico) - si verifica a seguito di spasmo delle arterie coronarie.
  • Stenocardia postinfartuale precoce - nel periodo fino a 14 giorni dopo un infarto.

C'è anche la cosiddetta angina variante, che più spesso si dichiara di notte o al mattino presto. Gli attacchi si verificano quando il paziente è a riposo. Durano in media circa 3-5 minuti. Sono provocati da uno spasmo improvviso delle arterie coronarie. In questo caso, le pareti dei vasi sanguigni possono essere caricate con placche, ma a volte sono completamente pulite.

Per distinguere tra angina stabile e instabile, è necessario valutare i seguenti fattori:

  • Quale livello di attività fisica è provocato da un attacco di angina pectoris;
  • la durata;
  • Efficacia della nitroglicerina.

Con l'angina stabile, un attacco è innescato dallo stesso livello di stress fisico o emotivo. Nel caso di una forma instabile, un attacco è provocato da un minore sforzo fisico o addirittura si verifica a riposo.

Con l'angina stabile, la durata non è più lunga di 5-10 minuti e con instabilità può durare fino a 15 minuti.

motivi

I fattori di rischio includono ereditarietà, età e sesso. Gli uomini di età compresa tra 50 e 55 anni sono più suscettibili all'insorgere della malattia rispetto alle donne. Se parliamo di percentuali, allora tra i 45 e i 54 anni l'angina attacca l'ansia nel 2-5% delle persone, mentre tra 65-74 anni aumenta al 10-20%.

La principale causa di angina, così come la malattia coronarica, è un restringimento dei vasi coronarici causati da aterosclerosi. I sintomi si sviluppano quando il lume delle arterie coronarie si restringe del 50-70%. La stenosi aterosclerotica più pronunciata, l'angina più grave è.

I fattori che contribuiscono al verificarsi di attacchi di angina sono:

  • Aumento dello sforzo fisico;
  • Forte esperienza emotiva, stress;
  • tachicardia;
  • Esci da una stanza calda a tempo freddo, freddo e ventoso.

I più inclini all'angina sono:

  • I maschi;
  • Persone che sono sovrappeso, obese;
  • alta pressione sanguigna;
  • Dipende dal fumo, dall'alcool, dalle droghe;
  • Gli amanti dei fast food;
  • Persone con uno stile di vita sedentario;
  • Persone che sono spesso esposte allo stress;
  • Persone con malattie come diabete mellito, ipertensione arteriosa (ipertensione).

I primi segni negli uomini e nelle donne

Il sintomo più significativo dell'angina è il dolore. Durata: da 1 a 15 minuti (2-5 minuti).

La natura della sindrome del dolore: disagio parossistico o compressione, compressione, dolore sordo profondo, un attacco può essere descritto come costrizione, pesantezza, mancanza di aria.

Localizzazione e irradiazione:

  • La localizzazione dietro lo sterno o lungo il margine sinistro dello sterno è più tipica.
  • irradiazione al collo, mascella inferiore, denti, spazio interscapolare, meno spesso - nelle articolazioni del gomito o del polso, processi mastoidei.

Oltre al dolore, i segni possono essere i cosiddetti equivalenti di angina. Questi includono:

  • mancanza di respiro - una sensazione di difficoltà a respirare sia in inspirazione che espirazione. La dispnea si verifica a causa di compromissione del rilassamento cardiaco.
  • l'affaticamento grave e grave durante l'esercizio è una conseguenza dell'insufficiente apporto di ossigeno ai muscoli a causa della ridotta contrattilità del cuore.
  • Dolore nel cuore
  • Dolore all'avambraccio, al collo o alla schiena insieme al dolore al petto.
  • Mancanza di respiro
  • Aumento della sudorazione.
  • Vertigini.
  • Ansia, paura della morte.
  • Sensazione di debolezza e stanchezza.

I seguenti sintomi possono verificarsi anche nelle donne:

  • La tosse è una frequente comparsa di angina pectoris. Succede il più spesso di notte in una posizione supina. Ciò è dovuto al ristagno di sangue nella circolazione polmonare.
  • Intorpidimento delle punte delle dita.
  • La presenza di respirazione superficiale.
  • sentirsi a corto di fiato;
  • paura e ansia;
  • il paziente geme e, a causa del dolore, preme il braccio sul petto;
  • pallore;
  • mani fredde o insensibili;
  • impulso rapido;
  • sensazione di battito cardiaco;
  • aumentare la pressione sanguigna.

I sintomi dell'angina pectoris

Sintomi caratteristici negli adulti con angina:

  • Le sensazioni dolorose si trovano solitamente nella parte superiore o inferiore dello sterno (molto meno spesso nella parte inferiore), su entrambi i lati o dietro di esso.
  • In casi estremamente rari, l'angina pectoris si manifesta come dolore nella regione epigastrica - può essere confusa con manifestazioni di ulcera acuta o sintomi di ulcera duodenale.
  • Il dolore dà prevalentemente sul lato sinistro del corpo - braccio, collo, spalle, schiena, scapola, mascella inferiore, lobo dell'orecchio.
  • Il dolore con l'angina si verifica spesso al momento di camminare, salire le scale, stress, stress, può verificarsi durante la notte. L'attacco di dolore dura da 1 a 15-20 minuti. I fattori che alleviano la condizione assumono nitroglicerina, in piedi o seduti.

Se fa troppo male, e il dolore rotola in onde, e la nitroglicerina quasi non aiuta, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza, perché questo è uno dei segni dell'infarto del miocardio.

I seguenti sintomi di angina sono meno comuni:

  • Aumento della pressione sanguigna, che a sua volta provoca manifestazioni di mal di testa, vertigini, debolezza.
  • La dispnea è un sintomo comune di carenza di ossigeno miocardico. L'uomo inizia a sudare senza una ragione apparente.
  • Ancora spesso, l'angina pectoris è accompagnata da interruzioni nel lavoro del cuore, una persona sente bene la pulsazione irregolare e caotica.
  • Ci può essere nausea, vomito.
  • Una persona sperimenta la paura, aumenta l'attività motoria.

Per quanto riguarda la frequenza delle convulsioni, qui tutto è individuale - gli intervalli tra di loro a volte sono lunghi mesi, ea volte si ripetono 60 o anche 100 volte al giorno.

Sotto angina può essere mascherato:

  • Attacco di cuore;
  • Malattie del tratto gastrointestinale (ulcera peptica, malattia esofagea);
  • Malattie del torace e della colonna vertebrale (osteocondrosi della colonna vertebrale toracica, fuoco di Sant'Antonio);
  • Malattie polmonari (polmonite, pleurite).

Ricorda che solo un medico può determinare la causa dei dolori al petto.

  • Dolore acuto al petto, che si irradia in altre parti del corpo.
  • Possibile abbassamento della pressione sanguigna, accelerazione dell'impulso, sudore freddo, aumento della temperatura corporea di 1-2 gradi.

I sintomi durano più di 15 minuti, la nitroglicerina e il riposo non aiutano

  • Premendo o contraendo il dolore al petto, può dare al collo, mascella, braccia, spalle.
  • Abbassare la pressione sanguigna, accelerando il polso, il sudore freddo è improbabile.
  • Aumentare la temperatura corporea non succede.

Passare per 2-15 minuti, aiuta a riposare e nitroglicerina

Angina Attack: sintomi e primo soccorso

Il sintomo principale di un attacco di angina è il dolore improvviso al petto, mentre le persone descrivono questa condizione in modo diverso. Alcuni lamentano dolore bruciante e dolorante con rinculo nella mano sinistra. Altri sentono dolore inarcando, irradiando sotto la scapola o nella regione dello stomaco, collo, gola.

L'attacco di solito dura non più di 15 minuti e passa da solo o dopo assunzione di nitroglicerina. Se questa condizione non scompare, può significare che si è verificato un attacco di cuore acuto.

Ci sono molti casi in cui i sintomi di un attacco di angina si manifestano solo sotto forma di disagio allo stomaco o mal di testa. In questo caso, la diagnosi della malattia causa alcune difficoltà.

È anche necessario distinguere gli attacchi dolorosi di angina dai sintomi dell'infarto del miocardio. Sono di breve durata e vengono facilmente rimossi prendendo nitroglicerina o nidefilina. Mentre il dolore nell'infarto del miocardio con questo farmaco non si ferma.

Inoltre, con l'angina, non c'è congestione nei polmoni e mancanza di respiro, la temperatura corporea rimane normale, il paziente non ha esperienza di eccitazione durante un attacco.

Fornire cure di emergenza per l'angina

Il pronto soccorso immediato fornito per l'angina prima dell'arrivo di un'ambulanza comprende i seguenti punti:

  1. il paziente si siede in modo confortevole con le gambe abbassate mentre viene anche rassicurato, evitando i suoi movimenti improvvisi e alzandosi;
  2. metà di una grande compressa di aspirina o 1 compressa di esso viene somministrata sotto la lingua;
  3. per alleviare la condizione, anche la nitroglicerina viene somministrata successivamente sotto la lingua 1 compressa;
  4. invece di nitroglicerina, isoquet aerosol (monodose, non inalato) o nitrolingval può essere usato;
  5. l'uso di nitroglicerina può essere fatto in un intervallo di tre minuti, l'uso di farmaci aerosol è fatto a intervalli di un minuto;
  6. il riutilizzo dei farmaci è possibile solo fino a tre volte, altrimenti può provocare un forte calo della pressione sanguigna.

Dopo aver reso la prima assistenza necessaria, il paziente deve necessariamente comparire dal medico, che chiarirà la diagnosi e selezionerà il trattamento ottimale. Per questo viene effettuato l'esame diagnostico.

diagnostica

Quando si effettua una diagnosi, viene assegnato un ruolo importante al chiarimento dei reclami del paziente, una storia di patologia. Vengono valutati i sintomi clinici, vengono eseguiti test strumentali e di laboratorio per determinare con precisione la gravità della malattia.

L'elenco minimo di parametri biochimici per sospetta malattia coronarica e angina include la determinazione dei livelli ematici:

  • colesterolo totale;
  • colesterolo lipoproteico ad alta densità;
  • colesterolo lipoproteico a bassa densità;
  • trigliceridi;
  • l'emoglobina;
  • il glucosio;
  • AST e ALT.
  • Monitoraggio Holter. Un registratore portatile di 24 ore è collegato al paziente per 24 ore, registra l'ECG e trasmette le informazioni acquisite al computer della clinica.
  • Testing. Le reazioni cardiache vengono controllate da vari carichi: per questo è stato creato un ergometro da bicicletta (può essere sostituito con un tapis roulant).
  • Tomografia multispirale calcolata. Necessario per differenziare l'angina da altri disturbi.
  • Angiografia coronarica Il medico usa questa tecnica per determinare la scelta del trattamento (operativo o conservativo).
  • Ecocardiografia. Determina il grado di danno che colpisce i vasi cardiaci.

Trattamento dell'angina pectoris negli adulti

Come trattare l'angina? Il trattamento dell'angina pectoris ha lo scopo di alleviare il dolore, prevenire lo sviluppo di infarto, oltre a fermare lo sviluppo di aterosclerosi e pulire i vasi sanguigni dalle placche aterosclerotiche.

Tutti i metodi di trattamento dell'angina miravano a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Prevenzione dell'infarto del miocardio e morte cardiaca improvvisa;
  • Prevenire la progressione della malattia;
  • Ridurre il numero, la durata e l'intensità degli attacchi.

La terapia farmacologica prevede l'uso dei seguenti farmaci:

  1. ACE inibitori. Mantenere la pressione sanguigna nella frequenza cardiaca normale e inferiore.
  2. Acidi polinsaturi omega-3, statine, fibrati. Stabilizzare e rallentare il verificarsi di placche sclerotiche.
  3. Agenti antipiastrinici. Impediscono la formazione di coaguli di sangue nelle navi coronarie.
  4. Antagonisti del calcio Quando l'angina vasospastica riduce la formazione di spasmi coronarici. Nitrati (nitroglicerina e altro). Alleviare le convulsioni
  5. Sono prescritti per la profilassi prima di uno sforzo fisico prolungato o prima di un'ondata di emozioni.

Trattamento chirurgico

Questo tipo di trattamento chirurgico della malattia comporta la creazione di un modo per circuire il flusso sanguigno verso l'area interessata del cuore. Al di sotto del danno viene messo il cosiddetto shunt, chiamato procedura chirurgica di bypass alla coronaria.

Tale intervento è indicato per i pazienti nei quali angina grave è stata identificata con un lume ridotto dei vasi cardiaci (70% o più).

La chirurgia operatoria viene spesso utilizzata nei casi di infarto miocardico precedentemente sofferto. Il risultato dell'operazione è il ripristino del flusso sanguigno alterato nelle arterie che forniscono ossigeno al muscolo cardiaco.

Dieta e corretta alimentazione

La dieta per l'angina ha lo scopo di rallentare la progressione dell'aterosclerosi. Ha lo scopo di eliminare i disturbi del metabolismo dei lipidi, ridurre il peso e migliorare la circolazione sanguigna.

Principi generali dell'alimentazione:

  • Ridurre grassi e carboidrati animali (facilmente digeribili). Durante la cottura, è necessario tagliare il grasso, rimuovere il grasso che si scioglie durante la cottura e rimuovere la pelle dall'uccello. Il grado di restrizione di grassi e carboidrati dipende dal peso del paziente.
  • Contenuto proteico normale
  • Il contenuto di acido linoleico, sostanze lipotropiche, fibre alimentari, potassio e magnesio è aumentato a causa di un aumento della dieta di oli vegetali, frutti di mare, verdure, frutta e fiocchi di latte.
  • Aumento della quota di prodotti contenenti iodio (cavoli di mare, cozze, pesce di mare, calamari, gamberetti).

Una persona ha bisogno di potassio, la cui dose giornaliera è di circa 300-3000 mg. Questo oligoelemento normalizza i ritmi cardiaci, migliora il funzionamento del sistema endocrino e del muscolo cardiaco. Il potassio è contenuto nei seguenti prodotti:

  • funghi;
  • frutti di mare;
  • pesce;
  • ribes nero;
  • di cacao;
  • latticini;
  • pomodori;
  • patate;
  • prezzemolo;
  • albicocca;
  • prugne;
  • uvetta.

Prodotti che devono essere abbandonati o ridotto consumo:

  • Grassi di origine animale, poiché contengono molto colesterolo e contribuiscono alla comparsa di placche di colesterolo nei vasi sanguigni e, di conseguenza, causa l'aterosclerosi. Questo include carni grasse, come maiale e pollame (anatra, oca).
  • Farina e confetteria, poiché sono ricchi di carboidrati che provocano l'obesità.
  • È necessario limitare l'assunzione di sale, poiché rallenta il processo di rimozione dei liquidi dal corpo. Puoi sostituire il sale con verdure in cui, inoltre, ci sono molte vitamine (A, B, C, PP) e minerali (acido folico, fosforo, potassio, calcio, ferro).
  • Bevande contenenti caffeina (caffè, tè forte), poiché hanno un effetto diuretico e rimuovono molto liquido dal corpo.

Rimedi popolari

Prima di usare i metodi tradizionali di angina, assicurati di consultare il cardiologo.

  1. Prendi il succo fresco di motherwort in 40 gocce per 2 secondi. l. prima di mangiare per un mese. Per la conservazione invernale, mescolare il succo con la stessa quantità di vodka. Prendi 1 cucchiaino. 3 volte al giorno.
  2. Mescolare le radici di valeriana, rizomi di liquirizia, frutti di aneto, serie di erba, panzeria lanosa, infiorescenze di calendula (1: 2: 1: 2: 2: 2). In un bicchiere di acqua bollente, preparare un cucchiaio della miscela, insistere in calore per almeno un'ora, filtrare e bere un terzo del bicchiere tre volte al giorno.
  3. Nel trattamento nazionale di angina usato una miscela di aglio e miele. Scorrere attraverso un tritacarne 5 limoni, è possibile con la buccia, spremere il succo. Aggiungere 5 teste d'aglio tritate e 0,5 l di miele, mescolare. Mantieni la settimana in un luogo fresco. Prendi 2.l. ogni giorno per due settimane.
  4. Tè di biancospino: porta sollievo dal dolore cardiaco dopo un breve periodo di uso quotidiano. Preparazione: per 1 litro di acqua bollente prendere 3-4 cucchiai di biancospino essiccato. Per preservare le proprietà di una pianta medicinale, viene prodotta in thermos.

prevenzione

Prevenzione primaria (per coloro che non hanno angina):

  • Correzione di potenza.
  • Esercizio moderato
  • Controlla il colesterolo e la glicemia 1 volta all'anno.
  • In presenza di ipertensione, un consumo costante di farmaci antipertensivi con ritenzione della pressione arteriosa a un livello inferiore a 140/90 mm Hg.
  • Smettere di fumare

La profilassi secondaria (per chi soffre di angina, riduce la frequenza e la durata degli attacchi, migliora la prognosi):

  • Evitare lo stress grave e l'eccessivo sforzo fisico.
  • Prima dell'attività fisica, puoi assumere 1 dose di nitroglicerina.
  • Assumere regolarmente i farmaci prescritti da un medico per migliorare la prognosi della malattia.
  • Trattamento di malattie concomitanti.
  • Osservazione di un cardiologo.

Angina pectoris

L'angina pectoris è una forma di malattia coronarica caratterizzata da dolore parossistico nell'area del cuore a causa dell'insufficienza acuta del flusso ematico del miocardio. Ci sono angina da sforzo, che si verificano durante lo stress fisico o emotivo, e angina di riposo, che si verifica al di fuori dello sforzo fisico, spesso di notte. Oltre al dolore dietro lo sterno, c'è una sensazione di soffocamento, pallore della pelle, fluttuazioni della frequenza cardiaca, sensazione di interruzione del cuore. Può causare lo sviluppo di insufficienza cardiaca e infarto miocardico.

Angina pectoris

L'angina pectoris è una forma di malattia coronarica caratterizzata da dolore parossistico nell'area del cuore a causa dell'insufficienza acuta del flusso ematico del miocardio. Ci sono angina da sforzo, che si verificano durante lo stress fisico o emotivo, e angina di riposo, che si verifica al di fuori dello sforzo fisico, spesso di notte. Oltre al dolore dietro lo sterno, c'è una sensazione di soffocamento, pallore della pelle, fluttuazioni della frequenza cardiaca, sensazione di interruzione del cuore. Può causare lo sviluppo di insufficienza cardiaca e infarto miocardico.

Come manifestazione della malattia coronarica, la stenocardia si verifica in quasi il 50% dei pazienti, essendo la forma più comune di IHD. La prevalenza di angina pectoris è più alta tra gli uomini - 5-20% (contro 1-15% tra le donne), la sua frequenza aumenta bruscamente con l'età. L'angina, a causa di sintomi specifici, è anche nota come angina pectoris o malattia coronarica.

Lo sviluppo dell'angina pectoris è provocato da insufficienza acuta del flusso sanguigno coronarico, a seguito della quale si sviluppa uno squilibrio tra la necessità di cardiomiociti per l'apporto di ossigeno e la sua soddisfazione. La perfusione del muscolo cardiaco compromessa porta alla sua ischemia. Come risultato, ischemia violata processi ossidativi nel miocardio: non è eccessivo accumulo di metaboliti non completamente ossidati (acido lattico, acido carbonico, acido piruvico, acido fosforico e altri acidi), l'equilibrio ionico è disturbato, riduce la sintesi di ATP. Questi processi prima causano disfunzione diastolica e poi sistolica del miocardio, disturbi elettrofisiologici (cambiamenti nel segmento ST e onda T sull'ECG) e, infine, lo sviluppo di una risposta al dolore. La sequenza di cambiamenti che si verificano nel miocardio è chiamata "cascata ischemica", che si basa sulla violazione della perfusione e del metabolismo nel muscolo cardiaco, e lo stadio finale è lo sviluppo dell'angina pectoris.

La carenza di ossigeno è particolarmente avvertita dal miocardio durante lo stress emotivo o fisico: per questo motivo, gli attacchi di angina spesso si verificano durante il lavoro intensivo del cuore (durante l'attività fisica, lo stress). A differenza dell'infarto miocardico acuto, in cui si sviluppano cambiamenti irreversibili nel muscolo cardiaco, nell'angina pectoris, il disturbo della circolazione coronarica è transitorio. Tuttavia, se l'ipossia miocardica supera la soglia di sopravvivenza, l'angina pectoris può svilupparsi in infarto miocardico.

Cause e fattori di rischio di Angina

La principale causa di angina, così come la malattia coronarica, è un restringimento dei vasi coronarici causati da aterosclerosi. Gli attacchi di angina pectoris si sviluppano quando il lume delle arterie coronarie si restringe del 50-70%. La stenosi aterosclerotica più pronunciata, più grave è l'angina. La gravità dell'angina pectoris dipende anche dall'estensione e dalla posizione della stenosi, dal numero di arterie colpite. La patogenesi dell'angina pectoris è spesso mista e, insieme all'ostruzione aterosclerotica, si possono verificare formazione di trombi e spasmo delle arterie coronarie.

A volte l'angina si sviluppa solo a causa di angiospasmo senza aterosclerosi delle arterie. Quando un certo numero di patologie del tratto gastrointestinale (ernia diaframmatica, colelitiasi, ecc) così come le malattie infettive e allergiche, lesioni sifilitico e reumatoide di navi (aortite nodosa, vasculite, endocardite) può sviluppare cardiospasmo riflettore causato dalla violazione della regolazione nervosa superiore della coronaria arterie del cuore - la cosiddetta angina riflessa.

Lo sviluppo, la progressione e la manifestazione dell'angina pectoris sono influenzati da fattori di rischio modificabili (monouso) e non modificabili (non recuperabili).

I fattori di rischio non modificabili per l'angina comprendono sesso, età ed ereditarietà. È già stato notato che gli uomini sono più a rischio di angina. Questa tendenza prevale fino a 50-55 anni, vale a dire prima della comparsa dei cambiamenti della menopausa nel corpo femminile che riduce la produzione di estrogeni -.. ormoni sessuali femminili, "proteggere" il cuore e coronarie vasi. Dopo i 55 anni di età, l'angina pectoris è approssimativamente uguale nelle persone di entrambi i sessi. Spesso, l'angina è osservata nei parenti diretti di pazienti affetti da malattia coronarica o con infarto miocardico.

Una persona ha la capacità di influenzare o escluderli dalla sua vita su fattori di rischio modificabili di stenocardia. Spesso questi fattori sono strettamente interconnessi e la riduzione dell'impatto negativo dell'uno elimina l'altro. Pertanto, la riduzione del grasso nel cibo consumato porta ad una diminuzione del colesterolo, del peso corporeo e della pressione sanguigna. Il numero di fattori di rischio evitabili per l'angina include:

Nel 96% dei pazienti con angina rilevato aumento del colesterolo et al. Frazioni lipidiche di effetto aterogenica (trigliceridi, lipoproteine ​​a bassa densità), che porta alla deposizione di colesterolo nelle arterie che forniscono il miocardio. Un aumento dello spettro lipidico, a sua volta, migliora i processi di formazione di trombi nei vasi.

Di solito si verifica in individui che consumano cibi ipercalorici che sono troppo alti di grassi animali, colesterolo e carboidrati. I pazienti con angina pectoris devono limitare il colesterolo nella dieta a 300 mg, sale - fino a 5 g, un aumento nell'uso di fibra alimentare - più di 30 g.

L'attività fisica insufficiente predispone allo sviluppo dell'obesità e del metabolismo dei lipidi. L'impatto di diversi fattori simultaneamente (ipercolesterolemia, obesità, ipodynamia) gioca un ruolo cruciale nella comparsa dell'angina pectoris e della sua progressione.

Tabagismo aumenta la concentrazione nel sangue di carbossiemoglobina - composto e monossido di carbonio emoglobina indurre carenza di ossigeno delle cellule, specialmente miociti cardiaci, spasmo delle arterie, aumento della pressione sanguigna. In presenza di aterosclerosi, il fumo contribuisce alla manifestazione precoce di angina e aumenta il rischio di sviluppare un infarto miocardico acuto.

Spesso accompagna il decorso della malattia coronarica e contribuisce alla progressione dell'angina. Con l'ipertensione arteriosa, a causa di un aumento della pressione sanguigna sistolica, aumenta la tensione del miocardio e aumenta il suo fabbisogno di ossigeno.

Queste condizioni sono accompagnate da una diminuzione della somministrazione di ossigeno al muscolo cardiaco e provocano attacchi di angina pectoris, sia sullo sfondo di aterosclerosi coronarica, sia in sua assenza.

In presenza di diabete, il rischio di malattia coronarica e angina aumenta 2 volte. I diabetici con 10 anni di esperienza soffrono di grave aterosclerosi e hanno una prognosi peggiore in caso di angina e infarto miocardico.

  • Aumento della viscosità relativa del sangue

Contribuisce a processi di formazione di trombi nel sito di placca aterosclerotica, aumentando il rischio di trombosi delle arterie coronarie e lo sviluppo della malattia coronarica e angina pericolose complicazioni.

Durante lo stress, il cuore lavora in condizioni di maggiore stress: si sviluppa angiospasmo, aumenta la pressione sanguigna, l'apporto di ossigeno e sostanze nutritive miocardiche peggiora. Pertanto, lo stress è un potente fattore che provoca angina pectoris, infarto del miocardio, morte improvvisa coronarica.

Tra i fattori di rischio per la stenocardia rientrano anche le reazioni immunitarie, la disfunzione endoteliale, l'aumento della frequenza cardiaca, la menopausa precoce e contraccettivi ormonali nelle donne, ecc.

La combinazione di 2 o più fattori, anche moderatamente espressa, aumenta il rischio complessivo di sviluppare angina. La presenza di fattori di rischio deve essere presa in considerazione quando si determinano le tattiche di trattamento e la prevenzione secondaria dell'angina pectoris.

Classificazione dell'angina pectoris

Secondo la classificazione internazionale adottata dall'OMS (1979) e dal Centro Scientifico Cardiologico All-Union (VKRC), l'USSR Academy of Medical Sciences (1984), si distinguono i seguenti tipi di angina:

1. Angina pectoris - procede sotto forma di attacchi transitori di dolore toracico causati da stress emotivo o fisico, aumentando il fabbisogno metabolico del miocardio (tachicardia, aumento della pressione sanguigna). Di solito, il dolore scompare da solo o viene fermato assumendo nitroglicerina. Angina pectoris includono:

Per la prima volta è apparso l'angina - che dura fino a 1 mese. dalla prima manifestazione. Può avere un corso e una prognosi diversi: regredire, entrare in angina stabile o progressiva.

Angina stabile - durata superiore a 1 mese. Secondo la capacità del paziente di sopportare lo sforzo fisico, è diviso in classi funzionali:

  • Classe I - buona tolleranza al normale sforzo fisico; lo sviluppo dei colpi è causato da carichi eccessivi lunghi e intensi;
  • Classe II - la solita attività fisica è alquanto limitata; il verificarsi di attacchi di angina viene attivato camminando su un terreno pianeggiante per oltre 500 m, salendo le scale di oltre 1 piano. Lo sviluppo di un attacco di stenocardia è influenzato da tempo freddo, vento, eccitazione emotiva, le prime ore dopo il sonno.
  • Classe III - la solita attività fisica è fortemente limitata; Gli attacchi anginosi sono causati dal camminare a un ritmo normale su terreno pianeggiante per 100-200 m, salendo le scale fino al 1 ° piano.
  • Classe IV - l'angina si sviluppa con uno sforzo minimo, camminando meno di 100 m, tra il sonno e a riposo.

Angina progressiva (instabile): aumento della gravità, della durata e della frequenza degli attacchi in risposta al carico abituale per il paziente.

2. Angina spontanea (speciale, vasospastica) - causata da uno spasmo improvviso delle arterie coronarie. Gli attacchi di angina pectoris si sviluppano solo a riposo, di notte o nelle prime ore del mattino. L'angina spontanea, accompagnata dall'elevazione del segmento ST, è chiamata variante o angina prinzmetale.

Progressive così come alcune varianti di angina pectoris spontanea e prima sviluppata sono combinate nel concetto di "angina pectoris instabile".

I sintomi dell'angina pectoris

Un tipico segno di angina pectoris è il dolore dietro lo sterno, meno spesso a sinistra dello sterno (nella proiezione del cuore). Il dolore può essere compressivo, pressante, bruciante, a volte - taglio, trazione, perforazione. L'intensità del dolore può essere da tollerabile a molto pronunciata, costringendo i pazienti a gemere e urlare, a sperimentare la paura della morte imminente.

Il dolore si irradia principalmente nel braccio sinistro e nella spalla, mascella inferiore, sotto la scapola sinistra, nella regione epigastrica; in casi atipici - nella metà destra del corpo, gambe. L'irradiazione del dolore nell'angina è causata dalla sua diffusione dal cuore ai VII segmenti cervicali e I-V del midollo spinale e più avanti lungo i nervi centrifughi fino alle zone innervate.

Il dolore con l'angina si verifica spesso al momento di camminare, salire le scale, stress, stress, può verificarsi durante la notte. L'attacco di dolore dura da 1 a 15-20 minuti. Fattori che facilitano un attacco di angina, stanno assumendo nitroglicerina, in piedi o seduti.

Durante un attacco, il paziente soffre di una carenza d'aria, prova a fermarsi e si ferma, preme la mano sul petto, impallidisce; la faccia assume un'espressione addolorata, gli arti superiori diventano freddi e intorpiditi. Inizialmente, l'impulso accelera, quindi diminuisce, l'aritmia può svilupparsi, il più delle volte batte, aumenta la pressione sanguigna.

Un prolungato attacco di angina può svilupparsi in un infarto del miocardio. Le complicanze distanti di angina sono cardiosclerosi e insufficienza cardiaca cronica.

Diagnosi di angina pectoris

Nel riconoscere l'angina, i reclami dei pazienti, la natura, la posizione, l'irradiazione, la durata del dolore, le condizioni del loro verificarsi e i fattori di sollievo di un attacco devono essere presi in considerazione. La diagnosi di laboratorio comprende uno studio nel sangue di colesterolo totale, AST e ALT, lipoproteine ​​ad alta e bassa densità, trigliceridi, lattato deidrogenasi, creatina chinasi, glucosio, coagulogramma ed elettroliti del sangue. La determinazione delle troponine cardiache I e dei marcatori T che indicano un danno miocardico è di particolare importanza diagnostica. La rilevazione di queste proteine ​​miocardiche suggerisce microinfarto o infarto del miocardio che si è verificato e può prevenire lo sviluppo di angina post-infarto.

L'ECG, assunto all'altezza di un attacco di angina, rivela una diminuzione dell'intervallo ST, la presenza di un'onda T negativa nelle derivazioni toraciche, disturbi della conduzione e ritmo. Il monitoraggio ECG giornaliero consente di registrare i cambiamenti ischemici o la loro assenza con ogni attacco di angina, frequenza cardiaca, aritmie. L'aumento della frequenza cardiaca prima di un attacco ti consente di pensare all'angina da sforzo, alla normale frequenza cardiaca, all'angina spontanea. EchoCG nell'angina rivela cambiamenti ischemici locali e compromissione della contrattilità miocardica.

Velgo-ergometry (VEM) è un test che mostra il carico massimo che un paziente può sopportare senza la minaccia di ischemia. Il carico viene impostato utilizzando una cyclette per ottenere una frequenza cardiaca submassimale con registrazione ECG simultanea. Con un campione negativo, la frequenza cardiaca submassimale viene raggiunta in 10-12 minuti. in assenza di manifestazioni cliniche e ECG di ischemia. Un test positivo è considerato accompagnato da un attacco di angina pectoris o uno spostamento di un segmento ST di 1 o più millimetri al momento del carico. La rilevazione dell'angina pectoris è anche possibile inducendo l'ischemia miocardica transitoria controllata con l'aiuto di prove di stress funzionali (transesofageo atriale di stimolazione) o farmacologiche (isoproterenolo, dipiridamolo).

La scintigrafia miocardica viene eseguita per visualizzare la perfusione del muscolo cardiaco e rilevare i cambiamenti focali in esso. Il tallio della droga radioattiva viene assorbito attivamente dai cardiomiociti vitali e nell'angina, accompagnata dalla coronarosclerosi, vengono rilevate aree focali di perfusione miocardica. L'angiografia coronarica diagnostica viene effettuata per valutare la localizzazione, il grado e l'estensione della lesione delle arterie del cuore, che consente di decidere sulla scelta del trattamento (conservativo o chirurgico).

Trattamento dell'angina pectoris

Inviato per alleviare, così come la prevenzione di attacchi e complicazioni di angina. Il primo soccorso per un attacco di angina è la nitroglicerina (su un pezzo di zucchero, tenere in bocca fino a completo assorbimento). Sollievo dal dolore di solito si verifica entro 1-2 minuti. Se l'attacco non è stato interrotto, la nitroglicerina può essere riutilizzata con un intervallo di 3 minuti. e non più di 3 volte (a causa del pericolo di un brusco calo della pressione sanguigna).

terapia angina farmaco di routine comprende ricezione antianginosi (anti-ischemica) Farmaci che riducono la necessità di ossigeno del muscolo cardiaco: I nitrati a lunga azione (pentaeritritil tetranitrato, isosorbide dinitrato, ecc), B-bloccanti (propranololo, oxprenololo, ecc), molsidomine, calcio-antagonisti (verapamil, nifedipina), trimetazidina e altri;

Nel trattamento di angina consigliabile usare preparati anti-sclerotico (gruppo delle statine - lovastatina, simvastatina), antiossidanti (tocoferolo), antiaggreganti piastrinici (acetilsalicilico a-te). Secondo indicazioni, la profilassi e il trattamento della conduzione e dei disturbi del ritmo sono effettuati; per l'angina pectoris di una classe funzionale elevata, viene eseguita la rivascolarizzazione chirurgica del miocardio: angioplastica con palloncino, chirurgia di bypass dell'arteria coronaria.

Prognosi e prevenzione dell'angina pectoris

L'angina pectoris è una malattia cardiaca invalidante cronica. Con la progressione dell'angina pectoris, il rischio di infarto miocardico o morte è alto. Il trattamento sistematico e la prevenzione secondaria aiutano a controllare il decorso dell'angina pectoris, a migliorare la prognosi ea mantenere le capacità lavorative limitando allo stesso tempo lo stress fisico ed emotivo.

Per un'efficace prevenzione di angina è necessario eliminare i fattori di rischio.. Riduzione di peso in eccesso, controllo della pressione sanguigna, l'ottimizzazione dieta e stile di vita, ecc Come profilassi secondaria nella diagnosi già stabilito di angina è necessaria per evitare disturbi e sforzo fisico profilassi prendere nitroglicerina per caricare, trasportare prevenzione dell'aterosclerosi, trattamento delle patologie associate (diabete, malattie gastrointestinali). L'aderenza esatta alle raccomandazioni per il trattamento dell'angina pectoris, la somministrazione di nitrati prolungati e il controllo dispensario di un cardiologo consentono di raggiungere uno stato di remissione prolungata.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Perché i monociti sono elevati nel sangue, cosa significa?

I monociti sono globuli bianchi maturi e grandi contenenti solo un nucleo. Queste cellule sono tra i fagociti più attivi nel sangue periferico.

Trattamento efficace della linfostasi degli arti inferiori a casa

Il gonfiore degli arti inferiori è un fenomeno frequente che si verifica in un gran numero di persone.L'edema che appare nelle gambe dopo una dura giornata e scompare da solo al mattino dopo il riposo dovrebbe avvisare la persona, perché tali segni possono essere i primi sintomi delle vene varicose o lo stadio iniziale della tromboflebite.

Chirurgia vascolare: indicazioni per la chirurgia, i tipi e le caratteristiche delle operazioni

Tipi di interventi chirurgici eseguiti su navi, moltissimi, tuttavia, nonché indicazioni per la loro condotta.

Revisione completa della bradiaritmia sinusale: negli adulti e nei bambini

Da questo articolo riceverai informazioni complete sulla malattia bradiaritmia sinusale: che cos'è, sintomi e metodi di trattamento.

Basofili nell'analisi del sangue

Nonostante il piccolo numero di basofili, rispetto ad altre cellule del sangue, dire che sono meno importanti per il corpo, in ogni caso impossibile. Come tutti i leucociti, i basofili svolgono una funzione protettiva, il primo a rispondere a un allergene o infezione.

Infarto polmonare

La malattia è accompagnata dal blocco dei rami delle arterie polmonari. L'infarto polmonare è una grave malattia del sistema respiratorio. Il blocco dei rami polmonari è associato alla formazione di un trombo.