Da questo articolo imparerai: perché si esegue la flebectomia, quali metodi di rimozione delle vene esistono e quali sono quelli che mirano a trattare. Se ci sono controindicazioni all'operazione e possibili complicazioni, così come se questa operazione garantisce la liberazione dalla malattia.

La chirurgia per rimuovere le vene varicose nelle gambe è chiamata flebectomia. Ha lo scopo di ripristinare il normale flusso sanguigno attraverso le vene profonde delle estremità.

Sono utilizzati i seguenti tipi di interventi:

  1. Operazione combinata.
  2. Coagulazione laser
  3. Obliterazione a radiofrequenza.

Parleremo di più su di loro più avanti nell'articolo.

Questa operazione viene eseguita da un chirurgo vascolare o, in un modo diverso, da un flebologo. Il medico di questa specialità prescriverà l'esame necessario e determinerà se ci sono indicazioni per il trattamento chirurgico. Durante le fasi iniziali della malattia, questo medico eseguirà un intervento nelle condizioni della clinica in anestesia locale. Nei casi più gravi, l'ospedalizzazione sarà raccomandata e il chirurgo vascolare dell'ospedale eseguirà l'operazione.

La coagulazione laser è un tipo di flebectomia, in cui un LED laser viene inserito in una vena.

Metodi di flebectomia

combinato

Il classico metodo di intervento, che comprende 4 fasi:

  1. Crosssectomy - legatura e l'intersezione di una vena grande o piccola safena nell'area di cadere in una vena profonda. Questo porta ad una fermata nel loro flusso sanguigno.
  2. Spogliatura - rimozione di un tronco di una vena malata.
  3. La medicazione delle vene perforanti è una medicazione delle navi che collegano vene profonde e superficiali. La medicazione è necessaria per prevenire la fuoriuscita di sangue nel sistema superficiale.
  4. Miniflebectomia: rimozione diretta delle aree delle vene varicose e delle vene attraverso piccole perforazioni della singola pelle.

Nelle fasi iniziali della malattia, alcuni stadi possono essere utilizzati come metodi di trattamento indipendenti, e anche alcuni stadi possono essere sostituiti con interventi minimamente invasivi usando l'ablazione laser o radiofrequenza - sigillando il lume venoso riscaldando la parete e creando microburn. Questi due metodi sono minimamente invasivi, poiché una piccola incisione viene effettuata sulla pelle per introdurre l'elettrodo nel vaso e le vene stesse non vengono rimosse dalle gambe.

Flebectomia classica. Clicca sulla foto per ingrandirla

Coagulazione laser

In anestesia locale, una guida laser a luce viene effettuata nell'imbarcazione desiderata, che produce ustioni a parete venate controllate. Questo causa la loro crescita eccessiva. Dopo l'operazione, le gambe rimangono belle (senza cicatrici e cicatrici), il periodo di recupero postoperatorio è breve.

Obliterazione a radiofrequenza

Il metodo è basato sull'effetto esatto dell'energia termica sulle pareti delle vene. Un catetere monouso viene inserito nel serbatoio, la sua temperatura di riscaldamento e il tasso di estrazione sono costantemente monitorati. Sotto la sua influenza, il lume della vena alterata si attacca e il dolore è minimo. In una sola volta, è possibile eseguire l'intero ambito dell'operazione su due gambe.

Il processo di obliterazione a radiofrequenza

Indicazioni e controindicazioni per il trattamento chirurgico

Preparazione per la chirurgia

La flebectomia viene eseguita dopo uno speciale esame ecografico duplex delle vene (consente di vedere ed esaminare la circolazione sanguigna) per determinare l'entità dell'intervento e la probabilità di utilizzare metodi minimamente invasivi. L'esame preoperatorio standard include:

  1. Analisi: sangue totale e urina, biochimica, emostasiogramma, studio su HIV, epatite e sifilide.
  2. Consultazione con un terapeuta e un ECG per determinare controindicazioni al trattamento.

Indumenti di compressione preselezionati, che è preferibile a bende elastiche, perché crea una pressione uniforme della forza desiderata.

Immediatamente prima dell'intervento, il paziente deve radersi le gambe. Se stai pianificando l'anestesia, esegui un clistere purificante. L'intervento è effettuato rigorosamente a stomaco vuoto, di fronte ad esso, in posizione eretta, il paziente è segnato con i punti delle vene alterate.

Il corso di flebectomia classica

È possibile eseguire l'operazione in anestesia generale o spinale (quando l'anestetico viene iniettato nel canale spinale e il paziente perde sensibilità al dolore sotto il livello della vita, ma rimane cosciente). In ogni caso, il corpo del paziente è fissato in modo tale da non danneggiarsi da un movimento improvviso durante l'intervento: è legato al tavolo con nastri attraverso il corpo.

  1. Eseguire la crosssectomia. L'uso della crosssectomia come operazione indipendente è possibile in caso di emergenza, ad esempio in caso di trombosi delle vene superficiali, al fine di prevenire la trombosi profonda.
  2. La spogliatura viene eseguita in diversi modi:
    • La sonda Babcock, quando attraverso l'incisione rimanente dalla fase precedente, viene inserita una corda di metallo nella vena fino alla rimozione della fine della vena. Fai anche una seconda incisione per portare la fine della sonda oltre la vena patologica. Alla fine della sonda c'è un'oliva con una superficie di taglio. Il medico tira lentamente la maniglia, la vena viene tagliata dal tessuto circostante e tirata fuori. Questo è il metodo più traumatico.
    • Con la sonda dell'invocazione, anche la vena viene estratta, ma come se fosse capovolta. Una sonda viene inserita nell'incisione superiore e attraverso l'incisione inferiore viene fissata alla vena. Quindi il tessuto della nave viene separato sotto l'azione del movimento di trazione, e la vena gradualmente si presenta come una calza.
    • Lo spoglio del PIN è simile al metodo precedente, ma un taglio lasciato dal primo stadio è sufficiente per questo.
    • Il Cryostropping viene eseguito utilizzando una speciale criosonda, che provoca il congelamento della parte terminale della vena e viene invertita e tirata fuori dalla gamba, come con il metodo dell'invocazione. Un'alternativa a questo stripping è la rimozione della radiofrequenza e della vena laser.
  3. Vestire le vene perforanti. Necessario per prevenire lo scarico di sangue dalle vene profonde alla superficie e come preparazione per il prossimo stadio. Viene eseguita subfascialmente o in via sottofasciale (cioè la membrana fasciale che ricopre i muscoli viene sezionata (se subfascialmente) o meno (se suprafasciale).
  4. La miniflebectomia può essere utilizzata nella fase iniziale della malattia come operazione indipendente quando c'è una singola vena alterata. Per lei, le punture vengono eseguite sulle aree contrassegnate prima dell'operazione, la vena o il nodo varicosi viene agganciato e intersecato e quindi rimosso.

La flebectomia classica viene eseguita durante il ricovero. Se gli stadi dell'intervento vengono sostituiti con un trattamento mini-invasivo - radiofrequenza o laser - allora vengono eseguiti in regime ambulatoriale in anestesia locale.

Una delle opzioni per flebectomia

Periodo postoperatorio

Immediatamente dopo l'operazione, puoi muovere le gambe e piegarle. Il giorno successivo, si consiglia di indossare calze o collant a compressione. Devono indossare tutto il giorno per un mese. Dopo di ciò - da indossare solo durante il giorno, il termine è prescritto dal medico individualmente.

Durante i primi due giorni, viene eseguita l'anestesia con analgesici non narcotici, sono prescritti flebotonici (Phlebodia). La profilassi della trombosi viene eseguita con agenti antipiastrinici - farmaci che riducono la coagulazione del sangue, ad esempio l'aspirina in un piccolo dosaggio. Secondo le indicazioni prescritte antibiotici.

Non è richiesta una dieta altamente specializzata.

Le medicazioni vengono eseguite a 1, 3 e 6 giorni dopo l'intervento. In ospedale dopo l'intervento chirurgico, il paziente ha fino a 7 giorni, prima di dimettersi per 6-7 giorni rimuovere i punti. Nell'area poplitea, questo viene fatto in seguito - entro 10-12 giorni. Dopo il ritorno a casa è vietato fare bagni caldi e andare in bagno, si consiglia di smettere di fumare, per controllare il peso. Devi mangiare bene, praticare esercizi, indossare scarpe comode. Nuoto molto utile, in bicicletta.

Dopo la scomparsa dei segni di insufficienza venosa, è possibile consultare il proprio medico per una decisione sulla riduzione della classe di compressione della biancheria o il rifiuto di indossarlo.

Nel periodo postoperatorio, è importante prescrivere un farmaco antitrombotico, per esempio, clopidogrel

Possibili complicazioni e cause di recidiva

L'invasività dell'operazione o la violazione della tecnica possono portare alle seguenti complicazioni:

  • Ematomi - accumulo di sangue nelle cavità nel sito di grandi tronchi o nodi. Prevenzione di questa complicazione - buona emostasi - legatura delle navi per escludere il sanguinamento durante l'intervento chirurgico e compressione con lino o bende dopo di esso.
  • Il sanguinamento è possibile il primo giorno dei piccoli vasi sottocutanei.
  • Infezione delle ferite
  • Linforrea e linfocele (formazione di cavità riempite di linfa).
  • Sensibilità cutanea compromessa con danni ai nervi.

La trombosi venosa profonda o il tromboembolismo nella fase attuale dello sviluppo della chirurgia sono estremamente rari.

La maggior parte delle complicanze postoperatorie vanno via da sole. Con lo sviluppo dell'infezione, è necessario rimuovere i punti e utilizzare agenti antibatterici topici. Gli antibiotici sono prescritti a pazienti appartenenti a gruppi a rischio già durante l'intervento chirurgico e dopo di esso: si tratta di persone in età avanzata, con comorbilità, diabete e immunodeficienza.

I danni ai vasi linfatici causano la perdita dei linfomi da parte del linforo. Tale complicazione è possibile con la manipolazione ruvida dei tessuti durante la crosssectomia nella regione inguinale. Il trattamento viene effettuato in modo conservativo in caso di linforrena, svuotamento attraverso una puntura o una ferita aperta nel linfocele - l'accumulo di linfa nella cavità.

Sensibilità ridotta sul lato interno della gamba e del piede, l'aspetto della parestesia - la sensazione di "strisciare pelle d'oca" è associata a traumi ai nervi nelle immediate vicinanze delle vene safene. Questa condizione si sviluppa nel 25% dei casi durante l'esecuzione di stripping.

Lo sviluppo di recidive è possibile, nonostante l'uso di metodi di intervento ad alta tecnologia. Le ragioni di questo sono le seguenti:

  • una violazione della tecnica o delle caratteristiche strutturali dell'operazione non ha portato all'ostruzione delle vene;
  • nelle vene con risultati normali dell'operazione, si è verificata la ricanalizzazione - ripristino del lume del vaso;
  • reflusso inguinale, quando una buona obliterazione (fusione del lume) della vena principale portava allo scarico di sangue a livello di afflusso nella regione inguinale.

A lungo termine, la flebectomia può essere complicata da una recidiva nel 10-20% dei casi.

Flebectomia: chi viene mostrato, tipi e condotta, riabilitazione

La malattia varicosa degli arti inferiori è una patologia molto comune. Secondo le statistiche, più della metà della popolazione mondiale soffre di vari gradi di vene varicose. La malattia offre non solo disagio estetico, ma anche manifestazioni negative come dolore, gonfiore, gravi cambiamenti trofici. In questi casi, la flebectomia (venectomia) è l'unico modo per sbarazzarsi della malattia una volta per tutte.

Le operazioni per rimuovere le vene iniziarono nel tardo 19 ° secolo, ma questi interventi furono molto traumatici, accompagnati da complicazioni e diedero un risultato cosmetico insoddisfacente. Oggi, nell'arsenale dei chirurghi c'è una moderna tecnica microchirurgica, ei metodi di flebectomia stanno diventando più parsimoniosi, senza perdere la loro efficacia.

La flebectomia viene eseguita per mezzo di piccole incisioni, che lasciano cicatrici appena evidenti. L'operazione è meno traumatica, sicura e può essere eseguita anche a livello ambulatoriale, a seconda della tecnica che il chirurgo seleziona in base al decorso della malattia.

Gli interventi sulle vene richiedono una vasta esperienza, pazienza e un lavoro scrupoloso del chirurgo, quindi operazioni di questo tipo sono svolte esclusivamente in ospedali specializzati, dove sono disponibili attrezzature adeguate e lavoro di flebologi di alta qualità.

La scelta del metodo di rimozione delle vene dipende dallo stadio della malattia, dalle condizioni generali del paziente e, in caso di interventi di alta tecnologia, anche dalla solvibilità del paziente, poiché non tutti i metodi di flebectomia sono disponibili come trattamento libero.

Indicazioni e tipi di operazioni sulle navi delle gambe

Il trattamento chirurgico delle malattie del sistema venoso delle gambe è di natura radicale ed è usato nei casi in cui altri metodi non producono più risultati. L'indicazione principale per la rimozione delle vene degli arti inferiori è la malattia varicosa, che può essere accompagnata da:

  • L'espansione dei lumi dei vasi sanguigni più di 1 cm;
  • La formazione di ulcere trofiche sullo sfondo delle vene varicose;
  • Edema e dolore agli arti, anche senza una chiara espansione delle vene safeniche.

Di solito, l'operazione viene eseguita secondo il piano, ma se c'è il rischio di sanguinamento o la rottura già esistente dei nodi varicosi, è indicato un trattamento chirurgico urgente.

Ci sono condizioni in cui la flebectomia tradizionale può essere controindicata. Pertanto, non può essere eseguito su donne incinte e madri che allattano, se la pelle delle gambe è affetta da un processo infiammatorio infettivo, con trombosi venosa profonda e superficiale diffusa e anche se è impossibile fornire una compressione e un regime motorio adeguati nel periodo postoperatorio. Grave patologia concomitante da parte degli organi interni può essere controindicata a causa della necessità di anestesia generale.

Lo scopo della chirurgia per la malattia delle gambe varicose non è solo l'eliminazione della malattia vascolare cambiata e il raggiungimento di un buon risultato cosmetico, ma anche un'ostruzione al flusso sanguigno nelle vene, così come la creazione di condizioni in cui il reflusso è impossibile, cioè il movimento inverso del sangue venoso. Solo un decimo del sangue venoso degli arti scorre attraverso le vene safene, quindi la rimozione di questi vasi è sicura e non porta a disturbi circolatori.

Preparazione per la chirurgia

La preparazione per la flebectomia imminente inizia anche prima del ricovero in ospedale. Il paziente dovrà sottoporsi a una serie di esami e visitare vari specialisti. Tradizionalmente, prima dell'intervento, è necessario superare esami del sangue e delle urine, effettuare test per la coagulazione del sangue, la fluorografia, il cardiogramma. Inoltre, sarà richiesto lo screening per l'infezione da HIV, la sifilide, l'epatite, il gruppo sanguigno e il fattore rhesus.

Queste procedure possono essere eseguite nella clinica del luogo di residenza 7-10 giorni prima della data di ospedalizzazione stabilita. Quando i test sono pronti, il paziente viene inviato al terapeuta, che decide la questione della sicurezza e la possibilità di un trattamento chirurgico, perché alcune malattie degli organi interni possono diventare un serio ostacolo all'intervento. Se tutti gli organi sono in ordine, il rischio è escluso, quindi il terapeuta dà il suo consenso all'intervento.

All'arrivo in ospedale, il paziente viene esaminato da un chirurgo, parlando con un anestesista, che sceglie il metodo per alleviare il dolore. È necessaria una scansione venosa duplex per chiarire l'estensione e lo stadio della malattia.

Alla vigilia dell'operazione, devi fare una doccia, radere i capelli dalla zona dell'inguine e dell'inguine. L'ultima ingestione di cibo e liquidi è consentita entro e non oltre le 18 di sera prima dell'intervento. Prima dell'anestesia generale, può essere richiesto un clistere purificante, specialmente per i pazienti anziani con compromissione della funzione intestinale.

Quando tutte le fasi preparatorie sono completate, il chirurgo segna le zone delle navi colpite e il paziente viene trasportato nella sala operatoria, dove viene raggiunto dall'anestesista. L'anestesia generale o l'anestesia spinale sono possibili. Quest'ultima opzione è meglio tollerata e il paziente può essere cosciente per tutta l'operazione (se lo si desidera).

Anche nel periodo preoperatorio, vale la pena scegliere una buona benda elastica o maglieria speciale, perché il paziente dovrà usarli fino a un mese dopo la flebectomia, e il risultato del trattamento dipende dalla qualità della compressione.

Tecnica di flebectomia

La flebectomia è finalizzata alla rimozione delle vene superficiali e comprende diversi stadi, ognuno dei quali può essere un'operazione indipendente. Inoltre, le singole procedure chirurgiche sono sostituite con successo da procedure minimamente invasive, tra cui la coagulazione laser, l'introduzione di sclerosanti e gli effetti di radiofrequenza.

La flebectomia combinata richiede il ricovero del paziente ed è eseguita in anestesia generale o anestesia epidurale. L'intervento dura circa due ore e alla fine le cuciture cosmetiche vengono applicate a tutti i punti delle incisioni. Un prerequisito per la chirurgia vascolare è il bendaggio elastico, che viene eseguito dall'assistente medico in sala operatoria. Questo evita ematomi e sanguinamento nel periodo postoperatorio.

Se una qualsiasi delle fasi dell'operazione combinata viene sostituita da una tecnica minimamente invasiva, non viene eseguita l'ospedalizzazione, né è necessaria l'anestesia generale. La procedura viene eseguita su base ambulatoriale in anestesia locale. I casi di vene varicose avanzate di solito richiedono una flebectomia classica in conformità con tutte le fasi dell'operazione. L'intervento è uno di quelli high-tech e il risultato è in gran parte determinato dall'abilità e dall'esperienza del flebologo.

La flebectomia combinata consiste di diverse fasi:

  1. Crossectomia.
  2. Spogliarello.
  3. Medicazione di vasi perforanti.
  4. Miniflebektomiya.

Di norma, la chirurgia incrociata viene eseguita per prima, ma può anche essere l'opzione di trattamento finale quando vi è il rischio che i coaguli di sangue si diffondano nel sistema venoso profondo. L'operazione consiste nel bendare e attraversare la vena safena al posto del suo ingresso nelle vene profonde. Questa manipolazione raggiunge la cessazione del flusso sanguigno attraverso le vene varicose e la scarica inversa del sangue (reflusso). Un'incisione viene praticata nella regione inguinale o nella fossa poplitea durante una crosstectomia, a seconda dell'ubicazione della lesione e dell'obiettivo finale della procedura.

Un esempio di flebectomia combinata, che di solito include crosssectomy

La crosssectomia può essere sostituita da effetti laser o radiofrequenza, i cui vantaggi sono considerati meno traumi e la possibilità di un setting ambulatoriale. Queste procedure non sono accompagnate da tagli e non implicano anestesia generale.

La spogliatura diventa il secondo stadio della flebectomia combinata. Dopo aver attraversato le vene safeniche, diventa necessario rimuoverle. L'ecografia preoperatoria consente di determinare con precisione l'area della lesione della vena, e nella maggior parte dei pazienti è solo l'anca, quindi è possibile limitarsi a rimuovere solo parte della vena safena (corto stripping) senza compromettere la radicalità e l'efficacia del trattamento.

La spogliatura viene eseguita utilizzando vari strumenti e tecniche che determinano il tipo di manipolazione:

  • Con l'aiuto della sonda Babcock;
  • Invagination Stripping;
  • Kriostripping;
  • Spogliatura PIN.

flebectomia mediante stripping

Rimozione di una vena con una sonda babcock è il metodo più efficace e, allo stesso tempo, il più traumatico. La sonda Babcock è dotata di un'estensione e un elemento di taglio all'estremità che, quando avanza il dispositivo attraverso la vena, la separa dai tessuti circostanti, perforando vene e vasi linfatici.

Dopo una cross -ectomia, vi è un'incisione nell'inguine e il secondo chirurgo fa una caviglia o l'area superiore del polpaccio. La sonda Beboccus può essere inserita in uno qualsiasi dei fori, che raggiunge l'estremità opposta del vaso e viene fissata ad esso, quindi il chirurgo tira la sonda verso se stesso, estraendo la vena.

Lo spogliamento dell'invocazione avviene allo stesso modo, ma la differenza sta nell'usare una sonda senza un elemento tagliente. L'estremità dello strumento è fissata alla nave, mentre il medico tira la sonda su se stessa, la vena si rovescia e si ritira nella ferita. Il metodo è meno traumatico, poiché le strutture circostanti non sono danneggiate e la vena viene semplicemente separata da esse.

Lo stripping del PIN è una modifica ancora più parsimoniosa della venectomia, quando il chirurgo necessita di una sola incisione che sia già presente dopo una tomitosi incrociata. Dal lato dell'altra estremità della vena, viene effettuata una puntura, attraverso la quale la sonda viene estratta e legata con un filo alla parete del vaso. Successivamente, la vena viene invertita e rimossa.

Il criostriping è un metodo moderno di rimozione delle vene delle gambe, ma è usato relativamente raramente a causa della necessità di usare costose apparecchiature. La sua essenza consiste nell'introduzione della sonda, la cui estremità si congela quando viene raggiunto il segmento distale della vena, a causa del quale il vaso viene incollato al dispositivo, e quindi la vena viene invertita nel solito modo. I vantaggi di questa manipolazione sono che non è richiesta né un'incisione aggiuntiva né una puntura nella zona della caviglia, e quando l'apparato freddo avanza attraverso la vena, i perforanti si restringono, a causa del quale il rischio di ematomi e sanguinamento è significativamente ridotto.

Come una crosssectomia, questa fase di flebectomia combinata può essere sostituita da varianti minimamente invasive (laser, obliterazione a radiofrequenza), di cui parleremo in seguito.

Dopo la cross -ectomia e l'estrazione dei tronchi principali delle vene safene, i vasi perforanti devono essere legati, lungo i quali può continuare il flusso sanguigno. È pieno di ricadute, ematomi e sanguinamento. Con un piccolo volume di danni, queste vene sono legate senza sezionare la fascia muscolare, che è la meno traumatica. Se è necessario vestire una quantità significativa di vasi, il chirurgo è costretto a ricorrere alla dissezione della fascia, che dà un risultato duraturo, ma scarso effetto cosmetico.

Per ridurre il danno operatorio, viene utilizzata una tecnica di venectomia endoscopica, mediante la quale le vene vengono ligate con piccole incisioni. La legatura endoscopica è molto estetica, ma richiede attrezzature costose e alte qualifiche di un flebologo, quindi la procedura non è economica e non è sempre disponibile negli ospedali convenzionali.

Lo stadio finale della flebectomia combinata diventa miniflebectomia. Questa operazione può anche essere utilizzata in una forma separata, se il paziente vuole liberarsi delle singole vene varicose, che portano un disagio cosmetico soggettivo.

Avendo precedentemente contrassegnato l'area di operazione, il chirurgo esegue una piccola puntura, solo 1-2 mm, attraverso la quale prende la vena e la avvolge sulla pinza. L'intervento è meno traumatico, non richiede punti e consente di rimuovere le piccole aree visibili dei vasi visibili dall'occhio.

L'operazione non lascia una cicatrice e il paziente sarà molto soddisfatto del risultato. A proposito, quando le recensioni delle minifleobectomie sono particolarmente positive tra il gentil sesso che vogliono rimuovere anche le piccole navi che rovinano l'aspetto delle gambe. La capacità di eseguire manipolazioni in anestesia locale lo rende disponibile per quei pazienti che hanno paura dell'anestesia generale o che presentano alcune controindicazioni. Oltre a rimuovere i vasi delle gambe, può essere applicata una minifleobectomia per localizzare la patologia sul viso, sulle mani, sui piedi, ma tale trattamento richiederà una maggiore laboriosità ed esperienza del chirurgo.

I metodi minimamente invasivi e moderni per rimuovere le vene varicose implicano l'uso di un laser, onde radio ad alta frequenza, sclerosanti. Questi metodi sono utilizzati su base ambulatoriale, principalmente nelle prime fasi delle vene varicose e praticamente non hanno controindicazioni. Come accennato in precedenza, possono sostituire i singoli stadi della flebectomia classica, mentre danno un buon risultato estetico con un uguale grado di efficacia. Le procedure mininvasive vengono eseguite sotto il controllo degli ultrasuoni.

La flebectomia laser endovasale consiste nell'introdurre una luce guida nel lume di una nave, attraverso la quale viene alimentato un raggio laser all'interno della vena. Il riscaldamento provoca la saldatura delle pareti dei vasi e la sclerosi. La puntura nella proiezione della nave colpita non richiede punti, ma questo metodo è appena possibile rimuovere conglomerati giganti delle vene varicose, quindi se si desidera effettuare il trattamento con "poco sangue", si dovrebbe pensare a questa opzione di flebectomia quando la malattia non è diventata dilagante.

I dispositivi di nuova generazione per la minifleobectomia dimostrano la capacità di rimuovere le vene e anche senza forature. È sufficiente che il medico tenga il manipolatore sopra il gambo vascolare, che scomparirà proprio davanti ai tuoi occhi. Ovviamente, questa opzione di trattamento è applicabile a piccoli vasi visibili, ma può completare l'operazione classica per ottenere un bell'aspetto degli arti.

L'ablazione con radiofrequenza delle vene varicose è simile alla coagulazione laser, ma si basa sull'uso di onde radio. Il conduttore speciale si muove lungo la vena, provocando il riscaldamento e l'adesione delle sue pareti, cioè il principio è lo stesso del trattamento laser.

Cosa fare e cosa evitare dopo una flebectomia

Il periodo postoperatorio di solito procede favorevolmente. Dopo aver combinato la flebectomia, il paziente rimane in ospedale per una o due settimane, dopo di che rimuovono i punti. I punti cosmetici possono essere rimossi entro la fine della prima settimana dopo il trattamento. Tra le possibili complicazioni sono il sanguinamento e l'ematoma, la suppurazione delle ferite postoperatorie. Se i vasi linfatici sono danneggiati, c'è gonfiore e linfostasi.

Dopo la flebectomia, la riabilitazione comporta l'esecuzione di semplici movimenti delle gambe che possono essere eseguiti anche a letto. Possibile massaggio leggero arti. Per la prevenzione delle complicanze, vengono prescritti venotonici, secondo indicazioni - anticoagulanti, con sensazioni di dolore - analgesici. Doccia, bagni e, soprattutto, saune e piscine dovranno essere abbandonati per qualche tempo. Anche dopo aver rimosso i punti, il paziente deve evitare di fare bagni caldi.

Per un mese dopo la rimozione delle vene, è necessario indossare calze a compressione o bende elastiche tutto il giorno. Non è permesso portarli via anche per un po ', quindi durante questo periodo il paziente non sarà in grado di lavare completamente. Dopo un mese, la compressione viene salvata solo per il giorno e per la notte è possibile rimuovere le calze (bende) e fare una doccia.

Dopo la flebectomia, le raccomandazioni sono ridotte a indossare la biancheria intima da compressione e un'adeguata attività fisica. Queste sono le due condizioni principali per il trattamento di successo. È possibile alzarsi e camminare e anche bisogno di essere il giorno successivo dopo l'intervento chirurgico. L'attivazione precoce è una misura efficace per la prevenzione della trombosi e di altre complicanze postoperatorie.

Dopo che l'obiettivo principale è stato raggiunto - le vene varicose vengono rimosse, non dovresti dimenticare uno stile di vita che preclude il sollevamento pesi, una lunga permanenza in posizione seduta o in piedi. Se per la natura del servizio il paziente deve stare in piedi o seduto per un lungo periodo di tempo, se è impossibile cambiare lavoro, è necessario cambiare il carico alternativamente su entrambe le gambe, alzarsi e camminare periodicamente.

In generale, il recupero dopo la flebectomia è abbastanza facile ei pazienti sono quasi sempre molto contenti del risultato, come evidenziato dalla massa di feedback positivi e grazie ai medici. Dopo il trattamento, le gambe cessano di ferire e gonfiarsi, e l'effetto cosmetico è così buono che le donne tornano di nuovo ad abiti e tacchi alti.

Tuttavia, in alcuni casi, le impressioni del trattamento possono essere rovinate dagli effetti collaterali dell'anestesia (forte mal di testa, per esempio). Inoltre, alcune recensioni negative sono associate alla mancanza di qualifiche e all'esperienza del chirurgo, quindi quando si sceglie una clinica, si dovrebbe prestare molta attenzione.

La chirurgia per rimuovere le vene è tra l'alta tecnologia, che spesso richiede attrezzature molto costose e un chirurgo di alta qualità, quindi il loro costo può colpire seriamente il portafoglio del paziente. Mentre le quote per la flebectomia tradizionale sono preservate, il trattamento con il sistema OMS è ancora possibile, a titolo gratuito, ma in questo caso il paziente può trovarsi di fronte a una lista di attesa per il trattamento e non sarà in grado di scegliere il medico curante. Le operazioni ad alta tecnologia vengono eseguite solo a pagamento.

Il trattamento a pagamento è possibile sia nelle istituzioni pubbliche che nelle cliniche private. In media, la flebectomia costa 25-30 mila, ma forse più costosa, a seconda del livello della clinica e delle insegne del flebologo. La coagulazione laser, effettuata solo su base retribuita, è ancora più costosa - circa 30-35 mila. Quando i prezzi della minifleotomia sono più accessibili: il trattamento costerà circa 10-12 mila rubli.

Cos'è la flebectomia?

Cos'è la flebectomia?

La flebectomia è un'operazione che ha lo scopo di rimuovere le vene malate e varicose degli arti inferiori. Ci sono diversi modi per farlo.

  • La flebectomia su Babcock comporta l'estrazione dell'area interessata della vena safena con un gancio metallico.
  • Una modifica di pharatebiotomy secondo Narath comporta la rimozione di una vena in parti attraverso piccole incisioni cutanee (fino a 6 cm).
  • La flebectomia di Müller è la più popolare in cosmetologia, quando è necessario rimuovere piccole vene senza incisione cutanea (microflebectomia).
  • Flebectomia laser, quando l'incisione non viene effettuata sulla pelle, e il trattamento viene effettuato utilizzando un laser e l'obliterazione (chiusura del lume) della nave.
  • Oggi, la flebectomia combinata è diventata sempre più comune quando diverse specie sono utilizzate in varie combinazioni. Il corso di ciascuna operazione è determinato individualmente per il paziente, tenendo conto di tutte le caratteristiche del decorso della malattia.

Il corso dell'operazione per rimuovere le vene

Prima di ogni flebectomia, è obbligatorio un esame ecografico delle vene degli arti inferiori (scansione duplex). Aiuta a determinare i confini delle aree colpite delle vene, nonché a identificare i luoghi di incisioni e segmenti delle navi che si prevede siano rimossi. Le fasi principali della flebectomia (con possibili variazioni):

  1. La crosssectomia è la legatura (legatura) e l'intersezione di una delle grandi vene sottocutanee (grande prossimale o piccola distale). Questo stadio comporta l'incisione della pelle nell'area della piega inguinale, la legatura della nave e la sua intersezione. A volte basta intersecare solo la grande vena safena, mentre quella piccola rimane intatta. Questo è determinato durante l'ecografia. Una variante del metodo alternativo di cross -ectomia è possibile - obliterazione laser. Ti permette di eseguire l'operazione in anestesia locale, non coinvolge l'incisione del tessuto e non lascia cicatrici. Ma questo metodo è meno efficace, la recidiva della malattia varicosa può svilupparsi, e inoltre, la terapia laser è molto più costosa della classica crosstitectomia.
  2. Stripping è in realtà la rimozione delle vene. Un'altra incisione cutanea viene effettuata nel terzo superiore della gamba o nella caviglia (a seconda di quale parte della vena deve essere rimossa). Dopo di ciò, una sonda viene inserita nella vena varicosa, portata lungo la vena fino alla successiva incisione, la testa della sonda viene fissata con un filo alla vena. Quindi la sonda viene estratta e con essa la vena interessata. Nel momento in cui la sonda tira la vena, è staccata dai tessuti vicini e dai tributari delle vene più piccole. Questo stadio è molto traumatico, dopo che si possono osservare complicazioni sotto forma di gonfiore degli arti inferiori e dolore durante la deambulazione.
  3. Medicazione (legatura) delle vene perforanti. Collegano le vene superficiali con le vene profonde e passano attraverso la propria fascia della gamba. La legatura di queste navi è necessaria, dal momento che non hanno le proprie valvole e, lasciando queste vene in uno stato espanso, si può ottenere la ricomparsa delle vene varicose. Se necessario, vestendo una grossa perforante, incidete ulteriori incisioni sulla pelle con un diametro di 2 cm.
  4. La miniflectomia è lo stadio finale, che prevede la rimozione di piccoli noduli o piccole vene varicose attraverso le punture della pelle. Queste forature non richiedono la sutura e non lasciano tracce.

Raccomandazioni dopo flebectomia

Il periodo postoperatorio per ciascun paziente può variare. Per alcuni, sarà lungo, a volte ci possono essere complicazioni sotto forma di sanguinamento, perdita di sensibilità negli arti inferiori, comparsa di intorpidimento, suppurazione nell'area delle cicatrici (con l'aggiunta di infezioni) e dolore. Per alcuni, il periodo dopo l'operazione passerà inosservato e indolore. Ci sono alcune raccomandazioni che aiuteranno a rinviare più facilmente il periodo postoperatorio:

  • Movimenti di partenza (flessione, estensione) agli arti inferiori dalle prime ore dopo l'operazione. È possibile sollevare l'estremità del piede del letto per migliorare il flusso di sangue nelle vene. Ricorda che la stasi del sangue è un modo diretto per la formazione di coaguli di sangue.
  • Usa un bendaggio a compressione o delle calze un giorno dopo l'operazione e inizia a camminare.
  • Dai primi giorni dopo l'operazione, al paziente è concesso di effettuare un massaggio terapeutico degli arti inferiori ed esercitare la terapia fisica. Questi esercizi includono movimenti circolari nelle articolazioni della caviglia, flessione e movimenti di estensione nelle articolazioni del ginocchio. Puoi anche sollevare gli arti inferiori uno per uno e premere la gamba piegata al ginocchio sul torace. Tutto ciò stimolerà la contrazione muscolare e migliorerà il funzionamento delle vene. Dopo tutto, se ricordiamo l'anatomia, le vene degli arti inferiori non hanno valvole, ei muscoli vicini aiutano il flusso di sangue in una direzione. Ma non si dovrebbe essere zelanti con le attività fisiche, ed è meglio posticipare aerobica, fitness, ginnastica o jogging.
  • Si raccomanda di non fare bagni caldi per diverse settimane dopo la flebectomia.
  • Due volte al mese si consiglia di eseguire una compressione preventiva delle vene.

Flebectomia per le vene varicose: metodi, decorso dell'operazione, conseguenze, riabilitazione

Anche gli antichi egizi migliaia di anni fa consideravano la malattia dei vasi sanguigni dei piedi terribile e incurabile. Hanno visto che le "convoluzioni serpentine" sulle gambe portano a ferite aperte e, alla fine, alla morte inevitabile. Ebrei e Greci consideravano l'unica, seppure temporanea, salvezza da questa malattia: la creazione della compressione con l'aiuto di spugne e strisce di lino. Anche allora, la diagnosi e il trattamento dei vasi sanguigni si sono distinti in una direzione indipendente dalla chirurgia, ma per molto tempo nessuno ha osato eseguire la flebectomia nella formazione dei nodi delle vene safene delle gambe.

Tromboflebiti, vene varicose, trombosi erano tra le dieci malattie più comuni da cui l'umanità stava morendo. Dopo tutto, le cause di queste malattie non sono sempre determinate dalle condizioni di lavoro o dalla vita del paziente. Esiste l'opinione degli esperti che la perdita dell'elasticità delle vene e la loro capacità di riduzione possano essere ereditate, ma non solo da parenti diretti. Questa malattia può essere scatenata da una dieta amatoriale, da carenza di fibre, da vestiti scelti in modo improprio, che possono pizzicare il flusso sanguigno verso il bacino e persino l'abitudine di sedersi legalmente per gamba.

Dato che la malattia venosa cronica colpisce fino al 50% delle persone che vivono sulla Terra. E questa è solo statistica ufficiale, tenendo conto delle visite ai medici. E quanti di quelli che considerano la stanchezza alle gambe, le convulsioni e gli "asterischi" un fenomeno temporaneo! Nei paesi sviluppati, dove il 25% della popolazione attiva ha bisogno di un monitoraggio costante da parte di un flebologo, la chirurgia vascolare è diventata l'ultimo metodo radicale per combattere per la salute dei piedi del paziente.

L'operazione, che ha 100 anni

Un esempio di una flebectomia combinata tipica con varicosità avanzata con la rimozione della grande vena safena

La flebectomia come termine medico apparve ai confini tra il XIX e il XX secolo e significava intervento chirurgico per la rimozione delle vene affette da gravi vene varicose, quando né i farmaci né la terapia compressiva fermavano lo sviluppo della malattia. Le prime operazioni impostarono il compito prioritario di escissione radicale della nave malata con tutti i nodi varicosi, furono eseguite nell'ospedale sotto anestesia spinale. Un'ampia incisione cutanea dalla coscia alla tibia era molto traumatica e pericolosa con il suo periodo postoperatorio, quando aumentava il rischio di complicanze.

Flebectomia in Babcock

Un vero passo avanti nell'esecuzione di operazioni per le vene varicose è stato il metodo del chirurgo americano Bebcock, testato in pratica nel 1908. La flebectomia secondo Babcock consiste nell'estrazione sottocutanea delle vene con l'aiuto di una sonda di metallo duro, Exerase, poiché in quel momento veniva chiamata questa procedura. Per fare questo, sono state fatte due piccole incisioni, attraverso le quali è stata ligata la vena - crosssectomy, e infine - estraendo l'area interessata con un uncino sonda. In una forma migliorata con più attrezzature tecniche, questo metodo di operazione per la rimozione delle vene varicose è ora utilizzato.

Operazione Narath

Anche la flebectomia Narath viene eseguita utilizzando una sonda medica, ma attraverso incisioni brevi (da 1 a 6 cm) sulla coscia e sulla parte inferiore della gamba, il vaso interessato viene rimosso in parti separate mediante tunneling, a volte utilizzando il lampeggio percutaneo delle aree interessate con il catgut. Il desiderio dei chirurghi vascolari di ottenere un effetto cosmetico dall'operazione ha portato costantemente al miglioramento degli strumenti operativi.

Apertura Muller

In alcuni casi, il miglioramento degli strumenti chirurgici è avvenuto per capriccio, come, per esempio, al dermatologo svizzero Robert Muller, quando le pinzette chirurgiche si rompevano nelle sue mani. Muller cominciò a usare un bisturi stretto e appuntito e un grosso ago per la micropenetrazione nell'area operata. Quindi apparve il metodo della miniflebectomia.

La flebectomia di Muller viene eseguita su base ambulatoriale utilizzando l'anestesia locale, sia in piccole aree della vena safena che nei grandi vasi. Quando la minifleobectomia non ha bisogno di sutura, è sufficiente stringere i bordi delle forature con un cerotto. Questo è un lavoro molto accurato, quasi un gioiello. Il metodo può essere presentato indipendentemente o in parte con un grande volume di operazioni. Permette di ridurre significativamente il tempo di recupero del paziente e offre un eccellente risultato estetico. Pertanto, il metodo Muller è così richiesto nel settore della bellezza medica.

Metodi moderni di flebectomia

Attualmente, con un perfetto sistema diagnostico, è possibile scegliere per ogni paziente una tecnica individuale di intervento chirurgico o la loro combinazione nell'interesse del risultato previsto. Il compito della flebectomia combinata è di normalizzare il flusso sanguigno per prevenire il rischio di patologie irreversibili.

In primo luogo, una scansione duplex a ultrasuoni delle vene con marcatura simultanea delle aree interessate e (se del caso) flebografia - vengono eseguite diagnosi utilizzando un mezzo di contrasto. Le analisi biochimiche di urina e sangue forniscono informazioni significative sulla condizione delle vene del paziente, che ha un effetto positivo sulle conseguenze della flebectomia.

Rimozione di una vena con un gancio

Oltre alla miniflebectomia, che è stata già discussa sopra, nell'arsenale degli specialisti di medicina vascolare ci sono molti altri metodi chirurgici per rimuovere le vene colpite. In una flebectomia combinata, il chirurgo identifica diverse fasi successive, sulla base dei risultati dell'esame. Pertanto, la conoscenza delle singole caratteristiche della persona operata viene utilizzata in modo più efficace.

strippaggio

L'uso di un breve stripping - la chirurgia risparmiante per le vene varicose consente di rimuovere solo l'area interessata della vena. Poiché viene eseguito anche attraverso una puntura nella pelle, può essere attribuito a miniphlebectomy con tutti i vantaggi di questo metodo.

Flebectomia mediante stripping

Fleleectomia laser

La flebectomia laser è una nuova parola in questo campo della medicina vascolare, quando l'operazione viene eseguita senza strumenti chirurgici a causa della coagulazione laser all'interno della nave. Durante l'operazione, una luce laser guida viene inserita nella vena sotto anestesia locale in una vena sotto il controllo dell'ecografia Doppler. La bruciatura delle pareti venose, prodotta da un impulso laser, porta alla sua crescita eccessiva. Luogo di entrata - forare la dimensione minima, sigillata con uno speciale intonaco. Infatti, la flebectomia laser come terapia laser per le vene varicose diventa un'alternativa all'intervento chirurgico nella nostra presentazione.

Laser flebectomia (coagulazione laser)

Obliterazione a radiofrequenza

Un effetto ancora più preciso sulle pareti dei vasi sanguigni è l'equipaggiamento di obliterazione a radiofrequenza (RW). Vengono utilizzati cateteri usa e getta e la temperatura del riscaldamento e dell'estrazione viene monitorata mediante feedback. Questa procedura riduce al minimo il dolore, consente di eseguire in un colpo solo l'intero volume della ricostruzione della vena su entrambe le gambe, rende il recupero dopo la flebectomia rapida e si raccomanda perfettamente dal punto di vista del risultato estetico.

Il processo di obliterazione a radiofrequenza delle vene colpite

Video: preparazione e avanzamento dell'operazione

Cosa vale la pena sapere di sentirsi armato?

Quali casi hanno bisogno di flebectomia?

Le ovvie indicazioni per la flebectomia sono:

  • Determinazione visiva del pattern delle vene safene, che appare gonfio.
  • Copertura delle vene varicose al ginocchio e sopra.
  • Ristagno di sangue nelle gambe stando in piedi
  • Sensazione di stanchezza alle gambe e loro costante gonfiore.
  • L'apparizione ai piedi di ulcere non cicatrizzanti (trofiche) che non sono suscettibili di trattamento.
  • Dolore costante alle gambe.
  • Sensazioni di bruciore attraverso le arterie delle vene.
  • Varicotromboflebite di tipo II, III e IV.

Quale operazione è vietata?

Le controindicazioni alla chirurgia sono:

  1. Aumento persistente della pressione sanguigna, ipertensione.
  2. Ischemia del cuore.
  3. Non fermato i processi infettivi.
  4. Età avanzata, ridotta immunità.
  5. Termini di gravidanza tardivi (II-III trimestre).
  6. Processi infiammatori alle gambe, come erisipela, eczema, ecc.

Diabete mellito, ictus, infarto, ipertensione nel corso della flebectomia e nel periodo postoperatorio, che non vengono diagnosticati in tempo, possono provocare tromboembolismo, insufficienza renale e persino cancrena in un paziente!

La flebectomia è la fase successiva del trattamento delle vene varicose. Per molti, diventa un problema che cresce improvvisamente, perché un periodo di trattamento conservativo medico è stato perso a causa della mancanza di attenzione ai loro disturbi costanti e levità nel valutare la gravità della malattia. Se sei guidato dalla saggezza popolare sulla cura di una persona che affoga, allora è importante, avendo una conoscenza speciale sulle vene varicose, per prevenire lo sviluppo di questa malattia insidiosa.

Video: l'operazione è sempre necessaria?

A cosa non piacciono le vene varicose? Raccomandazioni prima e dopo flebectomia

  • Una corretta alimentazione, ricca di pectine e fibre, senza eccessi alimentari.
  • Preferenze ascensore per scale.
  • Ciclismo.
  • Nuotando in qualsiasi bacino.
  • Le preferenze di scarpe comode.
  • Rifiuto categorico del fumo.
  • Controllo del peso
  • Cocktail a base di erbe come l'acacia, l'erba di San Giovanni e l'ortica.

Ma, se hai ancora sofferto di flebectomia, e poi non rinunciare a queste regole. Seguire le raccomandazioni dopo la flebectomia è necessario per prevenire il ritorno della malattia. Camminare in aria, esercizi di fisioterapia, una doccia di contrasto, una dieta ben studiata, biancheria intima da compressione, una posizione elevata delle gambe durante il riposo e l'assunzione di preparazioni flebotropiche dovrebbero diventare la norma di vita del paziente operato. Altrimenti, lo aspettano complicazioni spiacevoli e difficili da eliminare.

Possibili complicazioni dell'operazione

Complicazioni di flebectomia possono verificarsi immediatamente dopo l'intervento chirurgico o, dopo qualche tempo. Le complicazioni del periodo postoperatorio includono:

  1. Diminuzione della sensibilità quando i nervi cutanei sono danneggiati.
  2. Intorpidimento della caviglia o della superficie interna della parte inferiore della gamba.
  3. Suppurazione al posto di ematoma.
  4. Bleeding.
  5. L'emergere di nuove vene varicose sopra la cicatrice o lontano dalle incisioni.
  6. Lividi e decolorazione della zona della pelle (con phlebectomy laser).
  7. Leggera tenerezza dei siti chirurgici.

Pertanto, i pazienti vengono prescritti come riabilitazione dopo flebectomia di una procedura di idroproduzione per un massimo di 9 giorni, massaggio e terapia fisica (ginnastica dopo flebectomia), che alla fine normalizzano il deflusso venoso e prevengono la formazione di nuovi coaguli di sangue. Si consiglia di assumere preparazioni veno-tonico per altri 2 mesi, indossare la biancheria intima di compressione ed essere osservati dal flebologo presente.

Flebectomia è un servizio a pagamento?

La flebectomia è oggi un tipo molto comune di aiuto per le persone con vene varicose. Viene eseguito sia da cliniche statali con reparti di chirurgia vascolare e da centri di chirurgia plastica, la cui priorità è la risoluzione di problemi estetici.

Questo ramo della medicina è molto ben equipaggiato con attrezzature diagnostiche e operative, è praticato da specialisti altamente qualificati, è considerato ad alta intensità di risorse, il che, ovviamente, influisce sul costo dei servizi medici di questo tipo.

La somma dei costi per il paziente è costituita dal metodo di flebectomia, dalla predizione delle sue tracce postoperatorie, dal mantenimento nel periodo preoperatorio, compresa la diagnostica e il post-operatorio, compresa la riabilitazione.

Esistono differenze nel costo di questo tipo di operazione e in base alla regione in cui vengono eseguite. Quindi, nelle cliniche di Mosca, il prezzo stimato della flebectomia varia da 15.000 in un normale centro vascolare a 270.000 rubli per i servizi di una clinica VIP. A San Pietroburgo, la fascia di prezzo medio è ancora più bassa e questi servizi sono già offerti per 3.900 - 38.000 rubli. Essendo high-tech nella loro essenza, le operazioni sulla rimozione delle vene varicose sugli arti inferiori non sono ancora soggette alle quote federali previste per i cittadini della Federazione Russa.

È sempre utile ascoltare l'opinione di un altro.

Il cattivo, purtroppo, viene ricordato per lungo tempo e lo stato di leggerezza e salute acquisite sembra così naturale da riflettere molto meno.

Pertanto, tra le poche recensioni di pazienti su Internet, guarite a seguito di flebectomia sono unanimi in quanto:

  • "Non osavo da tanto tempo";
  • "Ho imparato la flebectomia laser come meno traumatica";
  • "L'operazione è stata rapida e indolore, in un'atmosfera benevola, i medici hanno parlato di quello che stava accadendo e ha scherzato";
  • "Mi è stata regalata una guida luminosa come souvenir!"
  • "Dopo un'ora e mezza sono andato a casa. In piedi! "
  • "I primi giorni erano dolore, indossata maglieria a compressione";
  • "Ho fatto tutto questo in estate, cosa che non ho mai avuto prima. Mi è stato detto che tali operazioni in estate non lo fanno ".

Quindi, se lavori come parrucchiere, barista, insegnante, cameriere o chirurgo, vuoi o non portare carichi eccessivi, saltare un bicchiere di vino o fumare nelle feste frequenti, assumere preparazioni ormonali o contraccettivi senza la prescrizione del medico, attaccare 24 ore su 24 ad una scrivania o computer desk pensa al problema delle vene varicose e alle sue conseguenze! Esamina le tue gambe in disordine alla luce del sole, prendi cura dei lividi, delle stelle e delle vene viola che vedi su di loro - forse è ora di agire prima che sia troppo tardi?

Flebectomia delle vene degli arti inferiori

La flebectomia è uno dei trattamenti radicali per le vene varicose. Questa procedura viene offerta ai pazienti nelle fasi successive della malattia, nonché nei casi in cui tutti gli altri metodi non hanno dato un risultato positivo. La tecnica di questa tecnica è stata sviluppata nel 19 ° secolo. Fino a quel momento, l'unica salvezza dalle vene varicose era il bendaggio stretto delle gambe, che purtroppo ha dato solo un effetto a breve termine.

Cos'è la flebectomia?

L'operazione comporta la rimozione di malattie altamente modificate delle vene. Di solito, i vasi sottocutanei sono soggetti a patologie, poiché quelli profondi sono più adatti ai carichi. Pertanto, molto spesso si liberano delle formazioni superficiali.

La flebectomia fu eseguita per la prima volta nel 19 ° secolo. Ma i risultati ottenuti durante la rimozione dei rami vascolari erano insoddisfacenti: persistevano i difetti della pelle, la sindrome del dolore, l'edema. Inoltre, c'era un alto rischio di infezione dei tessuti molli, che ha contribuito allo sviluppo di complicanze.

Prima e dopo l'intervento chirurgico.

Da allora, praticamente tutto è cambiato in chirurgia vascolare e flebologia: dalla tecnica di intervento alla strumentazione e ai preparati. Pertanto, i moderni metodi di trattamento sono abbastanza efficaci.

Dopo flebectomia, la circolazione sanguigna cambia leggermente direzione. La circolazione viene effettuata su collaterali e vene profonde. In considerazione di ciò, il punto importante è la successiva prevenzione delle vene varicose, poiché il carico sulle restanti navi aumenta significativamente.

Metodi di base

Tra le operazioni per la rimozione delle vene spicca 3 principali:

1. Venectomia classica. Prevede l'uso di incisioni lungo la vena, l'installazione di una sonda speciale nel suo lume e la successiva rimozione della nave. In questo caso, il punto in cui la vena è stata danneggiata, legata. L'operazione è abbastanza traumatica, richiede l'uso dell'anestesia e un lungo periodo di recupero. Tra i vantaggi del metodo, vale la pena notare l'elevata efficienza e la capacità dei medici curanti di monitorare il paziente dopo l'intervento, poiché la venectomia implica la permanenza del paziente in ospedale.

Rimozione delle vene varicose.

2. Rimozione laser delle vene. Questo è un modo più moderno di influenzare le vene varicose. La tecnica si basa sull'introduzione di un apparecchio speciale nel lume della vena e sulla fornitura di raggi laser al suo interno, che hanno un effetto dannoso sulle pareti del tronco vascolare. Mentre il catetere avanza, il lume viene "sigillato" per tutta la lunghezza.

In primo luogo, la vena si restringe, e quindi le sue pareti sono sostituite da tessuto connettivo. I vantaggi del metodo includono un breve periodo di riabilitazione, nessun bisogno di anestesia, indolenzimento e una scarica relativamente rapida del paziente dall'ospedale. Tra gli svantaggi vi sono l'alto costo della procedura, la possibilità di ricorrenza della malattia. Inoltre, la chirurgia laser è possibile solo in caso di difetti minori.

3. Flebectomia combinata. Il meccanismo di questo metodo è quello di fare una piccola incisione con un bisturi nella regione femorale. La prossima è la ricerca e l'intersezione della vena principale. Una luce guida viene introdotta nell'area del difetto ottenuto, le pareti del vaso vengono elaborate da raggi laser. Per evitare il sanguinamento, la vena è legata.

La flebectomia combinata presenta una serie di vantaggi, tra i quali si può distinguere una bassa invasività, un piccolo numero di complicanze, un periodo di riabilitazione più breve (rispetto all'intervento aperto). Gli svantaggi includono la necessità di un'anestesia epidurale e la presenza di una ferita postoperatoria.

Per determinare quale metodo è più adatto al paziente, solo il medico curante sarà in grado, sulla base dei dati sull'entità della malattia, della presenza di complicazioni associate e anche guidato dall'equipaggiamento tecnico dell'istituto.

Flebectomia combinata: prima, durante e dopo l'intervento chirurgico.

testimonianza

Di solito il trattamento chirurgico come metodo di trattamento delle vene varicose è considerato dal paziente in seguito a terapia farmacologica e compressiva senza successo. Tuttavia, ci sono altri motivi per cercare un chirurgo vascolare. Questi includono:

  • gravi varici;
  • la presenza di tromboflebiti mediante ultrasuoni;
  • ulcere trofiche non cicatrizzanti;
  • violazione del flusso di sangue nei vasi;
  • dolore persistente e pesantezza agli arti inferiori;
  • vene chiaramente sporgenti e gonfie;
  • sensazione di bruciore che si diffonde lungo i grandi vasi.

Chi non dovrebbe avere un intervento chirurgico?

In determinate circostanze, la chirurgia è esclusa. Queste situazioni includono:

  • grado estremo delle vene varicose delle estremità;
  • alcuni cambiamenti nel lavoro del cuore;
  • stadi scompensati e esacerbazioni di malattie croniche;
  • il corso di un processo infettivo acuto;
  • gravidanza (specialmente la seconda metà del termine);
  • un numero di patologie cutanee nel sito dell'intervento previsto (erisipela, piodermite, eczema);
  • vecchiaia del paziente.

Perché non fare flebectomia nelle ultime fasi delle vene varicose degli arti inferiori? Di regola, in questa fase la maggior parte delle navi è coinvolta nel processo patologico. Pertanto, la previsione dopo l'operazione in questo caso è molto dubbia.

Come prepararsi per il trattamento chirurgico?

Prima di eseguire la flebectomia, il medico curante prescrive un numero di esami, che comprendono esami generali del sangue e delle urine, un test biochimico dettagliato, determinazione della funzione emostatica, test per HIV, epatite, sifilide, tubercolosi, gruppo sanguigno e rhesus.

Assicurati di eseguire il cardiogramma, seguito dalla consultazione con un cardiologo o terapeuta. Inoltre, in alcuni casi potrebbe essere necessaria un'ecografia del cuore.

In genere, questa formazione è pianificata, dura circa una settimana, viene eseguita su base ambulatoriale nella clinica del luogo di residenza. Quando tutti i risultati dell'esame sono raccolti, il paziente viene riesaminato da un flebologo e da un'ecografia degli arti inferiori. Già nel reparto, l'anestesista parla con il paziente, determina i possibili rischi durante l'operazione, seleziona il manuale appropriato di anestesiologia.

Il paziente deve spiegare le regole di preparazione immediatamente prima dell'intervento:

  • radendo le gambe e l'inguine il giorno dell'intervento;
  • Rifiuto di cibo e acqua dalle 18:00 alla vigilia dell'intervento;
  • se è prevista l'anestesia generale, sarà richiesto un clistere purificante.

Quando pianifica una flebectomia combinata o la versione classica della rimozione dei vasi sanguigni, il medico esegue la marcatura delle presunte incisioni del grande marker di safena. Successivamente, il paziente viene inviato in sala operatoria.

Fasi di trattamento

Ci sono 4 fasi principali della flebectomia combinata. Allo stesso tempo, ciascuno di essi è sempre preceduto dall'introduzione del paziente in anestesia. A seconda della situazione, si suggerisce l'anestesia generale o epidurale. Tuttavia, se uno stadio viene sostituito da una tecnica minimamente invasiva, può essere utilizzata l'anestesia locale.

1. Intersezione e legatura della grande vena safena. È effettuato nel posto in cui la nave si collega con i rami profondi. L'opzione classica per l'incisione è la regione inguinale o poplitea. L'uso di un bisturi può essere sostituito dall'esposizione a raggi laser o radiofrequenza.

2. Il cosiddetto "stripping" - la seconda fase dell'intervento chirurgico. Consiste nella rimozione di una parte o dell'intera lunghezza del tronco vascolare. Questa manipolazione può essere eseguita da vari tecnici: la sonda Babcock, l'invaginazione, il criostriping, lo stripping del PIN. In ognuno di questi casi, viene utilizzata una sonda per rimuovere la lesione, che separa il vaso dai tessuti molli circostanti, dalle altre vene e dai rami linfatici. Quando la nave è completamente vuota, viene rimossa attraverso un'incisione cutanea.

3. Per la prevenzione delle recidive, lo sviluppo di ematomi e sanguinamento, i tessuti lesi devono essere trattati con il metodo della legatura, poiché durante la seconda fase i rami delle vene perforanti sono danneggiati. Per ottenere un effetto cosmetico soddisfacente, è importante l'applicazione del metodo endoscopico di sutura.

4. Lo stadio finale della flebectomia è la rimozione dei rami vascolari minori, che traslucidi attraverso la pelle e portano solo a difetti visibili. Il chirurgo determina l'area di intervento, fora il passaggio della vena, lo attacca con uno strumento e lo rimuove.

Dopo l'intervento, vengono trattate le ferite postoperatorie, vengono applicate suture cosmetiche e medicazioni asettiche. Assicurati di produrre un bendaggio elastico delle gambe.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Blocco AV su ECG

I blocchi AV sono una forma di patologia della conduzione cardiaca e sono facilmente diagnosticati mediante esame elettrocardiografico.Lo studio elettrocardiografico consente di diagnosticare varie patologie cardiache.

Sindrome da ipertensione portale: sintomi, come trattare

L'ipertensione portale è un complesso di sintomi che si manifestano spesso come complicanza della cirrosi. La cirrosi è caratterizzata dalla formazione di nodi da tessuto cicatriziale.

Ipossia cerebrale

L'ipossia del cervello è la fame di ossigeno dei suoi tessuti. Una varietà di fattori, sia esterni che interni, può provocare l'ipossia del cervello in un adulto. La carenza di ossigeno può essere il risultato di un insufficiente contenuto di ossigeno nell'aria o il risultato di un'interruzione nel sistema della sua alimentazione al cervello.

Perché sta bruciando nelle vene?

Dimmi, cosa può dire i seguenti sintomi? Durante la settimana provo una spiacevole sensazione di bruciore nelle vene nella zona di piega sul gomito (all'interno). Sembra che il sangue in questo posto sia più caldo che altrove, beh, o se una sostanza in fiamme scorre attraverso la vena.

Norme MCV negli esami del sangue

Un esame del sangue generale determina l'insieme dei parametri del sangue con cui il medico valuta la salute del paziente. Uno di questi importanti indicatori è l'MCV nel test del sangue.

Che cos'è la leucoencefalopatia cerebrale: tipi, diagnosi e trattamento

Leucoencefalopatia del cervello - questa patologia, in cui c'è una sconfitta della sostanza bianca, che causa la demenza. Esistono diverse forme nosologiche causate da varie cause.