Insufficienza cerebrovascolare (altri nomi: sindrome cerebrovascolare, malattia cerebrovascolare, CVD) è un gruppo di anomalie dei vasi cerebrali, in cui la circolazione sanguigna nei vasi di questo organo è cronicamente compromessa. Ciò porta a disturbi nella fornitura di ossigeno e sostanze nutritive al tessuto cerebrale (ischemia cerebrale).

Il concetto di "sindrome cerebrovascolare" comprende un intero gruppo di patologie vascolari, a causa delle quali appare l'ischemia cerebrale. Le loro caratteristiche sono presentate nella tabella:

Se i sintomi di una malattia si verificano, contattare immediatamente un cardiologo, in quanto il Centro è una malattia molto pericolosa. La mancanza prolungata di ossigeno e sostanze nutritive porta a varie patologie del cervello, che apprenderete più avanti nell'articolo.

Cause della malattia

Persone a rischio

A rischio sono:

  • coloro che fumano e / o bevono alcolici, tossicodipendenti;
  • impiegati che non sono coinvolti nello sport;
  • diabetici;
  • persone con più di 60 anni.

Le cause di varie patologie dei vasi cerebrali

Sintomi di insufficienza cerebrovascolare

Primo stadio

Il primo stadio della sindrome passa con questi sintomi:

  • frequenti mal di testa
  • vertigini,
  • sonnolenza,
  • prestazioni ridotte
  • letargia,
  • dimenticanza e distrazione.
Sintomi del primo stadio di insufficienza cerebrovascolare

Poche persone con l'aspetto di questi segni vedono un medico. E invano! Se si identifica la malattia in questa fase, è possibile eliminare i sintomi senza ricorrere alle operazioni e evitare complicazioni.

Secondo stadio

Man mano che l'insufficienza cerebrovascolare progredisce, si verifica quanto segue:

  • mal di testa peggio;
  • c'è l'acufene;
  • la visione si deteriora;
  • ci sono svenimenti.

Se la malattia è passata al secondo stadio, consultare immediatamente un medico, poiché già in questa fase si possono sviluppare pericolose complicanze, che leggerete di seguito.

Se non si inizia il trattamento della malattia, compaiono disturbi psico-emotivi. Questo può essere drammatico sbalzi d'umore, reazione inadeguata a situazioni stressanti, varie nevrosi e psicosi, fobie, stati ossessivi. Spesso in una situazione del genere, il paziente si rivolge solo a uno psicoterapeuta che tratta problemi di salute mentale, senza conoscere la vera ragione del loro verificarsi. Pertanto, se la nevrosi o la psicosi sono state precedute dai sintomi descritti nelle due liste precedenti - oltre allo psicoterapeuta, contattare un cardiologo che condurrà una diagnosi completa dei vasi cerebrali.

Anche nella seconda fase cominciano a comparire disturbi dell'apparato locomotore. Può apparire un'andatura barcollante, tremante negli arti.

Ulteriore progressione della patologia

Se non si esegue il trattamento corretto della patologia in questa fase, i sintomi negativi della psiche si intensificano:

  • la capacità di apprendimento diminuisce;
  • peggiora la memoria a lungo termine ea breve termine;
  • la reazione emotiva agli eventi in atto è persa;
  • ridotta capacità di pensiero logico;
  • orientamento interrotto nello spazio.
  • anche i disordini e la coordinazione dei movimenti stanno progredendo.

Tutto ciò porta alla completa invalidità del paziente.

Complicazioni della sindrome cerebrovascolare

La malattia porta spesso a complicazioni, poiché in una fase iniziale i pazienti semplicemente non vanno dal medico.

demenza

Nell'ultima fase, la malattia porta alla demenza mentale. Con il progredire dei sintomi psicoemotivi, si sviluppano forti disturbi del pensiero logico, critico e immaginativo, la memoria a breve ea lungo termine si indebolisce, la parola è disturbata, così come la capacità di percepire e analizzare le informazioni visive e uditive, a causa dell'orientamento nello spazio quasi scomparso.

insulto

In qualsiasi stadio della progressione della sindrome cerebrovascolare, possono verificarsi due tipi di ictus:

Si verifica a causa di una forte e prolungata mancanza di ossigeno e sostanze nutritive. Parte del tessuto cerebrale muore. Occlusione vascolare cerebrale con placche di colesterolo o coaguli di sangue porta a ictus ischemico.

Sintomi di patologia: forte mal di testa, nausea, vomito, vertigini, dolore agli occhi, ottusità dell'udito, sensazione di calore, sete, sudorazione, possibili svenimenti e convulsioni. I disturbi possono anche verificarsi nel funzionamento di qualsiasi parte del corpo, a seconda della posizione dell'area interessata. A volte si sviluppa il coma.

Un ictus che è sorto a causa di CVD, indipendentemente dal suo tipo, può essere chiamato ictus cerebrovascolare.

Attacco ischemico transitorio

Un'altra possibile complicazione è l'attacco ischemico transitorio (altri nomi: TIA, microstroke). Questa è una diminuzione acuta del flusso sanguigno nell'area del cervello. Si verifica sullo sfondo delle patologie cerebrovascolari.

Segni: paralisi di una parte del corpo, sensibilità alterata. I sintomi scompaiono da soli e persistono per non più di un giorno, motivo per cui TIA è chiamato microstroke.

Nonostante il decorso rapido della malattia, non sottovalutarlo, poiché, secondo le statistiche, circa il 40% dei pazienti con TIA ha subito un ictus entro 5 anni dopo un microstroke.

Diagnosi di insufficienza cerebrovascolare

Se si verificano i primi sintomi, consultare il cardiologo. Egli prescriverà le seguenti procedure diagnostiche:

scansione duplex di vasi del collo e della testa;

Scansione MRI o TC del cervello.

trattamento

Tutte le patologie che provocano TsVB richiedono un trattamento a lungo termine (spesso per tutta la vita). Nella maggior parte dei casi, i farmaci devono essere assunti per tutta la vita. Se si rispettano tutte le raccomandazioni dei medici, è possibile eliminare completamente i sintomi negativi e prevenire complicazioni potenzialmente letali.

Molto spesso, i farmaci vengono usati per trattare la malattia, ma in caso di trombosi acuta o blocco completo della nave con una placca, il medico può decidere sulla necessità di un intervento chirurgico.

Cos'è la malattia cerebrovascolare (CVD)

Varie ragioni possono portare a una ridotta circolazione del sangue nel cervello. Questa condizione contribuisce allo sviluppo di molte patologie che sono combinate in medicina in un gruppo comune, chiamato "malattia cerebrovascolare". Tuttavia, non tutti comprendono la diagnosi e quali potrebbero essere le conseguenze.

Cos'è?

La malattia cerebrovascolare (CVD) è una condizione in cui si verifica un danno progressivo al sistema vascolare del cervello umano, caratterizzato da una graduale morte neuronale dovuta alla mancanza di nutrienti e ossigeno essenziali.

Secondo le statistiche, ogni anno aumenta il numero di persone diagnosticate con questa malattia. Se 30 anni fa, i CVD erano esposti agli anziani, ora questa forma nel 70% dei casi viene rilevata in pazienti di età superiore a 40 anni.

Forme e tipi

Secondo la classificazione medica, la malattia cerebrovascolare è divisa in acuta e cronica. Il primo gruppo comprende:

  • attacco ischemico;
  • encefalopatia ipertensiva;
  • ictus emorragico ischemico, non specificato.

La forma cronica è caratterizzata da encefalopatia dyscirculatory, che è divisa nei seguenti tipi:

  • embolia, in cui i vasi sono bloccati da coaguli che si formano nelle grandi arterie e entrano nel flusso sanguigno in quelli più piccoli;
  • sanguinamento quando si verifica la rottura, che causa l'ictus emorragico;
  • trombosi, in cui le placche bloccano il lume e contribuiscono al suo restringimento.

Lo sviluppo dell'encefalopatia dyscirculatory è graduale, con il tempo arriva lo stadio acuto della malattia.

Cosa provoca la CVD

L'aterosclerosi è abbastanza comune. Un aumento del livello di colesterolo nel sangue diventa provocatore del suo aspetto. Questa sostanza è una massa viscosa, che si deposita sulle pareti vascolari. Le placche aterosclerotiche restringono il lume, che spesso viola la circolazione cerebrale.

Costantemente accompagnando questa condizione, un aumento della pressione sanguigna porta al fatto che le pareti dei vasi sanguigni iniziano ad allungarsi, con conseguente aumento della loro permeabilità. C'è un graduale restringimento del lume, lo sviluppo della stenosi. Tali processi contribuiscono alla morte delle cellule sullo sfondo della carenza di ossigeno.

Non meno importanti ragioni includono la vasculite sistemica. Le malattie che appartengono a questo gruppo accompagnano processi infiammatori e di deformazione che colpiscono direttamente le pareti dei vasi sanguigni, a causa del quale si verifica un malfunzionamento nel loro normale funzionamento, di conseguenza l'ossigeno entra nei tessuti in quantità insufficiente e muoiono.

Ulteriori fattori di rischio includono:

  • diabete mellito;
  • il fumo;
  • bere eccessivo;
  • in sovrappeso;
  • patologie croniche del sistema cardiovascolare;
  • lo stress;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • tumore al cervello;
  • malattie infettive.

Inoltre, l'ereditarietà, i cambiamenti legati all'età, un metabolismo lento o il periodo della menopausa nel gentil sesso possono essere un fattore stimolante.

sintomi

La Banca centrale di sicurezza nella fase iniziale del suo sviluppo è accompagnata da:

  • insonnia;
  • debolezza generale;
  • rapido affaticamento;
  • mal di testa;
  • deterioramento dell'attenzione;
  • intolleranza al lavoro mentale.

In assenza di un trattamento adeguato, la malattia cerebrovascolare dei vasi cerebrali è caratterizzata da sintomi pronunciati. Il dolore alla testa diventa più intenso, spesso i pazienti lo considerano emicrania, irritabilità, vertigini, nausea.

Anche in questo caso, se non cerchi assistenza medica, i sintomi saranno ancora più seri. Tra i principali emettono:

  • forte dolore al collo;
  • frequenti svenimenti;
  • andatura instabile;
  • disturbi del movimento - paresi e paralisi degli arti;
  • minor deficit visivi;
  • discorso biascicato;
  • convulsioni;
  • tremori;
  • aumento delle vertigini, accompagnato da nausea e vomito.

A seconda del corso della patologia, si distinguono 3 dei suoi gradi:

  • Il primo è caratterizzato dallo sviluppo poco appariscente del CVD, i sintomi per molti aspetti assomigliano ad altre lesioni e malattie.
  • Il secondo è caratterizzato da disturbi mentali, che funge da indicatore per l'assegnazione della disabilità. Tuttavia, in questa fase, il paziente non perde la capacità di auto-servizio.
  • Nel periodo dello stadio 3, si sviluppa la demenza vascolare. Il paziente perde la capacità di movimento indipendente, orientamento nello spazio, ha bisogno dell'aiuto dei propri cari. Tali pazienti dovrebbero essere sotto costante monitoraggio.

Nonostante il fatto che le malattie appartenenti al gruppo cerebrovascolare possano progredire attivamente, in molti pazienti la condizione rimane stabile per più di un anno.

Possibili complicazioni

Gli stati patologici dell'attività cerebrale portano allo sviluppo di cambiamenti nel tessuto cerebrale, che è accompagnato da anomalie mentali e cognitive:

  • la memoria si deteriora rapidamente;
  • appaiono le fobie;
  • c'è egocentrismo;
  • disorientamento nello spazio;
  • la demenza appare spesso.

In alcuni casi, nistagmo possibile - il movimento frequente degli occhi involontari.

Tra le conseguenze più gravi del TsVB ci sono:

  • Attacco ischemico transitorio acuto. È caratterizzato da una temporanea compromissione della circolazione sanguigna con il suo ulteriore restauro. I sintomi accompagnatori scompaiono durante il primo giorno.
  • Ictus ischemico. L'ossigeno smette di fluire nel cervello, causando la morte delle cellule. Accompagnato da paresi e paralisi di braccia e gambe, perdita di memoria, disturbi del linguaggio e visione.
  • Malattia di Binswanger. Con l'atrofia della sostanza cerebrale bianca, il disorientamento e la demenza si sviluppano gradualmente, la capacità di auto-servizio si perde e la memoria si deteriora.

Non sono escluse altre condizioni, in base alle quali la prognosi non sarà la più favorevole, fino a un risultato letale.

Come viene diagnosticata la malattia

La diagnosi di malattia cerebrovascolare viene eseguita da un neurologo e un chirurgo vascolare. Viene valutata la condizione generale, viene eseguito un numero di esami obbligatori:

  1. Esami del sangue clinici e biochimici.
  2. Elettrocardiogramma.
  3. Radiografia del torace.
  4. Reazione sierologica alla sifilide.
  5. Analisi delle urine
  6. Determinazione dell'indice di protrombina.

Per uno studio più completo utilizzando tali metodi di diagnostica strumentale, come ad esempio:

  • Angiografia. Aiuta a determinare lo stato dei vasi sanguigni con un agente di contrasto. Rivela anche possibili trombosi, aterosclerosi, aneurisma e cancro.
  • Angioscanning. È usato nella diagnosi iniziale di CVD. Questo è uno dei metodi economici e veloci che non rappresentano un pericolo per l'uso ripetuto.
  • Doppler transcranico. Le ricerche vengono effettuate con l'aiuto degli ultrasuoni, che consente di determinare la velocità del flusso sanguigno e i disturbi che si verificano.
  • La scintigrafia cerebrale è uno dei metodi più semplici, che non ha praticamente controindicazioni. La sua essenza sta nell'introduzione di un farmaco radioattivo in una vena, dopo di che una scansione viene eseguita dopo 15 minuti. Durante questo periodo, il radioisotopo si diffonde attraverso il corpo e si accumula nei tessuti sottoposti a cambiamenti patologici.

Un ruolo importante è svolto dalla risonanza magnetica e dalla tomografia computerizzata.

Eventi medici

Solo uno specialista esperto sarà in grado di diagnosticare la patologia e prescrivere la terapia corretta, il cui compito principale è quello di eliminare la compromissione dell'attività cerebrale.

Il trattamento farmacologico viene eseguito in modo completo. Il primo passo è diretto all'eliminazione dei fattori di rischio. Per questi scopi, farmaci prescritti come gruppi come:

  • antipertensivi;
  • antisclerosic;
  • ipoglicemico.

Solo dopo aver corretto il metabolismo basale, è possibile procedere direttamente al trattamento della malattia stessa.

Tra i principali gruppi di farmaci che contribuiscono alla normalizzazione della circolazione cerebrale, vi sono:

  1. Antiossidanti - Cerebrolysin, Actovegin, Cerebrocurin.
  2. Metabolica - Sermion, Tanakan, Cavinton.
  3. Antiipoxsant - Mecaprin, Ketoprofen.
  4. Farmaci nootropi - Glicina, Maron, Pantogam.
  5. Antispasmodico - Dibazol, Papaverina.
  6. Anticoagulanti diretti (Fraxiparin), indiretti - Warfarin, Fenilin.
  7. Farmaci che promuovono la vasodilatazione (Agapurin, Trental).
  8. Acido acetilsalicilico

Durante la terapia di base, normalizzare la respirazione esterna, sostenere la neuroprotezione e l'omeostasi.

  1. Le vie respiratorie sono sterilizzate, viene eseguita la ventilazione polmonare artificiale.
  2. Se compaiono sintomi di insufficienza cardiaca, vengono utilizzati farmaci come Pentamina e Lasix.
  3. Quando il ritmo cardiaco fallisce, la terapia antiaritmica viene eseguita usando Korglikon e Strofantin.
  4. Per il sollievo delle funzioni vegetative prescritte difenidramina o aloperidolo.
  5. In caso di edema cerebrale, mannitolo e furosemide.

L'ossigenazione iperbarica viene utilizzata per saturare il sangue con l'ossigeno e la sua normale alimentazione ai tessuti. L'essenza di questo metodo è che il paziente viene collocato in una camera dove viene eliminata la carenza di ossigeno dei tessuti a causa dell'aria pulita. Questa procedura può migliorare significativamente la vita e prevenire possibili complicazioni.

Intervento operativo

Nelle forme gravi della malattia, che non sono suscettibili di trattamento medico, è necessario effettuare operazioni, a seguito delle quali placche aterosclerotiche e coaguli di sangue vengono rimossi dalle arterie. I lumi vascolari sono aumentati inserendo dei cateteri in essi.

La terapia chirurgica viene eseguita con emorragia intracerebrale e aneurismi arteriosi.

Metodi della medicina tradizionale

Nelle malattie cerebrovascolari, il trattamento con i rimedi popolari non è escluso. Tra le ricette più collaudate, usa il seguente:

  • Radice di peonia secca Dopodiché, tritare finemente e versare acqua bollita. Lasciare fermentare per 60 minuti. Si consiglia di usare un cucchiaio fino a 5 volte al giorno.
  • Girare in un tritacarne al limone e all'arancia (2 pezzi ciascuno). La massa risultante viene mescolata con miele liquido e si mescola bene fino a una massa omogenea. Bisogno di insistere in un luogo fresco per 24 ore. Prendi la mattina, il pomeriggio e la sera per 1 cucchiaio. un cucchiaio

Va ricordato che solo questi metodi non possono sbarazzarsi della malattia. Possono essere usati solo in aggiunta al trattamento principale.

Prevenzione e prognosi

Per prevenire la patologia, è importante aderire al rispetto di una serie di raccomandazioni:

  1. Abbandona le cattive abitudini.
  2. Guarda per peso.
  3. Mangia
  4. Esercizio fisico quotidiano semplice.
  5. In tempo per prendere misure per il trattamento delle malattie associate.

Per la profilassi possono anche essere prescritti farmaci che sopprimono la coagulazione del sangue e migliorano la circolazione del sangue.

La malattia cerebrovascolare è una malattia grave che può rappresentare una minaccia abbastanza seria per la vita di una persona.

La prognosi della vita dipenderà in gran parte dalla tempestiva fornitura di cure mediche. La cosa principale è ricordare che in nessun caso non puoi intraprendere l'auto-trattamento senza prescrizione medica.

Malattia cerebrovascolare: forme, cause, sintomi, diagnosi, come trattare

La malattia cerebrovascolare (CVD) è una patologia dei vasi cerebrali che porta all'ischemia, all'ipossia e all'interruzione di varie funzioni del corpo. Sotto l'influenza di fattori esogeni ed endogeni sfavorevoli, i vasi cerebrali sono danneggiati e la circolazione cerebrale è disturbata.

La malattia cerebrovascolare porta allo sviluppo dell'encefalopatia dyscirculatory - una malattia che rappresenta un danno cerebrale organico progressivo, derivante da insufficienza vascolare cronica. Questa patologia era considerata un problema per le persone anziane. Attualmente, l'insufficienza cerebrovascolare è "più giovane": la malattia è sempre più presente nelle persone di età inferiore ai 40 anni. Questo è associato al mantenimento di uno stile di vita malsano, scarsa ecologia, scarsa nutrizione.

La malattia cerebrovascolare è attualmente un problema medico significativo. Si posiziona al terzo posto nella struttura della mortalità totale dopo malattia coronarica e oncopatologia. CVD - la causa di ictus e disabilità a lungo termine.

tasso di mortalità dal mondo

classificazione

Malattie cerebrovascolari - malattie del sistema circolatorio, che comprendono:

  • Ictus emorragici e ischemici.
  • Patologia cronica di dyscirculatory del cervello - occlusione e vasospasmo, arterite, aneurisma.
  • Emorragia intracranica
  • Malattie cerebrovascolari ipertensive - encefalopatia aterosclerotica e ipertensiva.

eziologia

I principali fattori eziologici della malattia:

  1. La lesione aterosclerotica dei vasi cerebrali porta alla deposizione di colesterolo, alla formazione di placche, al loro restringimento e blocco, e inoltre alla violazione del flusso sanguigno cerebrale, al trofismo del cervello e ai processi mentali.
  2. La disfunzione del sistema di coagulazione del sangue, la trombosi e il tromboembolismo spesso causano disturbi del microcircolo cerebrale.
  3. Uno spasmo della parete arteriosa sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa cronica riduce il flusso sanguigno cerebrale.
  4. La vasculite interrompe l'afflusso di sangue al cervello.
  5. L'osteocondrosi può portare all'insufficienza vertebro-basilare e ai disturbi transitori della circolazione cerebrale.

Violazioni della pervietà delle arterie del cervello a causa di trombosi, aterosclerosi, spasmo (a) e rottura dei vasi sanguigni con emorragia cerebrale (b) - le principali cause di CVD

Fattori che innescano lo sviluppo della patologia:

  • Diabete mellito
  • Età avanzata
  • Ipercolesterolemia, dislipidemia,
  • l'obesità,
  • ipertensione,
  • malattia coronarica,
  • stress,
  • Lesione cerebrale traumatica
  • Uso a lungo termine di contraccettivi orali
  • Il fumo,
  • Stile di vita sedentario
  • Eredità.

sintomatologia

La malattia cerebrovascolare nella fase iniziale del suo sviluppo si manifesta con i seguenti sintomi clinici:

  1. Diminuzione delle prestazioni, aumento della fatica;
  2. Irritabilità, cattivo umore, instabilità emotiva;
  3. Eccessiva pignoleria;
  4. insonnia;
  5. Sentirsi caldo;
  6. Bocca secca;
  7. astenia;
  8. Palpitazioni cardiache

In futuro, con l'aumentare dell'ipossia cerebrale, si sviluppano disturbi pericolosi e compaiono sintomi più gravi: deterioramento della capacità di concentrazione, disturbi della memoria, disturbi del pensiero, logica, coordinazione, costante mal di testa e riduzione delle prestazioni mentali.

I pazienti sviluppano depressione, diminuiscono il loro intelletto, si sviluppano nevrosi e psicosi, fobie e paure, egocentrismo, esplosività e debolezza. I pazienti diventano inclini agli ipocondri e insicuri di se stessi. Nei casi più gravi si manifestano convulsioni, tremore, instabilità dell'andatura, alterazione del linguaggio, movimenti e sensibilità degli arti, scompaiono i riflessi fisiologici, sono colpiti gli organi della vista.

Un ulteriore aumento dei cambiamenti morfologici nel tessuto cerebrale porta alla comparsa di sindromi più pronunciate e evidenti - crisi cerebrali e ictus, paresi e paralisi degli arti, disturbi pelvici, disfagia, risate forzate e pianto.

Questi segni clinici che sono presenti nei pazienti durante il giorno indicano una violazione acuta della circolazione cerebrale: ictus cerebrovascolare. Se scompaiono in un periodo di tempo più breve, sospetti un attacco ischemico transitorio.

Ci sono 3 gradi di disturbi cerebrovascolari:

  • TsVB del primo grado procede impercettibilmente. I suoi segni sono molto simili ai sintomi di altre malattie o lesioni.
  • Il secondo grado è manifestato da disturbi mentali. La malattia è un indicatore per lo scopo della disabilità, ma il paziente serve se stesso.
  • Il terzo grado - la patologia di transizione nella fase della demenza vascolare. Il paziente non è in grado di muoversi e navigare nello spazio, ha bisogno dell'aiuto e della cura delle persone che lo circondano. Il comportamento di tali pazienti deve essere monitorato.

Le complicanze più frequenti della CVD sono: ictus, attacco ischemico transitorio, demenza, coma cerebrovascolare.

diagnostica

La diagnosi e il trattamento della patologia cerebrovascolare coinvolgevano neuropatologi e chirurghi vascolari. Scelgono la tattica del trattamento in base alle caratteristiche del decorso della malattia, alle condizioni generali del paziente e alla presenza di disturbi concomitanti.

Un esame generale dei pazienti con CSD include:

  1. Un esame del sangue
  2. Analisi del sangue biochimica,
  3. Determinazione dell'indice di protrombina,
  4. Reazione sierologica alla sifilide,
  5. ECG,
  6. Analisi delle urine,
  7. Radiografia del torace.

Metodi progettati per condurre una diagnosi strumentale completa e completa delle malattie cerebrovascolari:

  • L'angiografia duplex o triplex è destinata alla diagnosi primaria di CVD. È il più sicuro, veloce ed economico. Indagare in questo modo le navi colpite possono essere ripetutamente e senza danni alla salute.
  • L'angiografia è un metodo di esame radiografico a contrasto dei vasi sanguigni, che consente di determinare il loro stato funzionale, la presenza di un processo patologico e la sua lunghezza. L'angiografia cerebrale viene eseguita dopo l'iniezione di un mezzo di contrasto nel sangue. Permette al paziente di determinare la presenza di trombosi, lesione aterosclerotica e vasocostrizione, oncopatologia, ematoma e aneurisma.
  • La scintigrafia cerebrale è un metodo di ricerca semplice e non invasivo che non ha praticamente controindicazioni e non causa complicanze. La scansione nucleare è un modo estremamente sensibile e informativo per diagnosticare un incidente cerebrovascolare. Un farmaco farmacologico radioattivo viene iniettato in una vena e viene esaminato un turno di 15 minuti. Questo tempo è sufficiente perché il radioisotopo si diffonda in tutto il corpo e si accumuli nel tessuto malato. L'indicatore contiene una dose di radiazioni innocua per il corpo.
  • L'ultrasuono transcranico Doppler è un esame ecografico di vasi cerebrali che misura la velocità del flusso sanguigno e identifica i disturbi emodinamici.
  • Altrettanto importante nel fare la diagnosi di CVD è la risonanza magnetica e la TC.

trattamento

È impossibile identificare e curare indipendentemente la malattia cerebrovascolare. Solo uno specialista esperto e altamente qualificato, dopo aver esaminato i reclami del paziente e averlo esaminato completamente, prescriverà un trattamento competente. Una terapia adeguata e tempestiva migliorerà la qualità della vita del paziente e ridurrà il rischio di sviluppare una condizione pericolosa per la vita - ictus.

Lo scopo principale del trattamento della malattia - l'eliminazione delle violazioni delle funzioni cerebrali. Per eliminare completamente la malattia cerebrovascolare, è necessario determinare ed eliminare la sua causa. Oltre a prescrivere farmaci, gli esperti danno importanti raccomandazioni ai pazienti: cambiare stile di vita, perdere peso, non fumare e non bere alcolici, mangiare in modo corretto ed equilibrato.

Terapia farmacologica

Il trattamento completo della malattia cerebrovascolare viene di solito eseguito nel reparto neurologico. Gli specialisti eliminano prima i fattori di rischio: prescrivono farmaci anti-sclerotici, ipotensivi e ipoglicemici. Solo dopo la correzione del metabolismo basale, procedono al trattamento diretto della patologia.

Terapia specifica

I principali gruppi di farmaci che migliorano la circolazione cerebrale e sono destinati al trattamento dell'insufficienza cerebrovascolare cronica:

  1. I bloccanti dei canali del calcio migliorano il flusso sanguigno cerebrale, riducono la velocità degli impulsi, inibiscono l'adesione piastrinica e migliorano la composizione del sangue. I farmaci a base di nifedipina espandono i vasi sanguigni del cervello - "Corinfar", "Cardipin", i preparati del gruppo Diltiazem "Dilzem", "Cardil". I bloccanti dei canali del calcio includono anche la Cinnarizina e i suoi derivati, Verapamil.
  2. Antiossidanti. Cerebrolysin è un potente antiossidante prescritto per malattie cerebrovascolari, ictus ed encefalopatia. Inoltre, viene spesso utilizzato "Cerebrocurin", "Actovegin".
  3. Antigipoksant prescritto per lesioni dei vasi sanguigni del cervello - "Ketoprofen", "Imidazolo", "Mecaprin".
  4. Metabolica - "Kavinton", "Sermion", "Vinpocetine", "Tanakan".
  5. Anticoagulanti diretti - Eparina, Fraxiparina e indiretta - Fenilina, Sincumar, Warfarin.
  6. Terapia antipiastrinica - "acido acetilsalicilico", "Curantil".
  7. Farmaci con effetto ipocolesterolemizzante, statine - Lovastatina, Lipostat, Probucol, Tykveol.
  8. Farmaci nootropi - Omaron, Piracetam, Pantogam, Glycine, Phenibut.
  9. Farmaci che dilatano i vasi cerebrali - "pentossifillina", "trental", "agapurina".
  10. Antispasmodici - Papaverin, Eufillin, Dibazol.

Terapia primaria

Il trattamento di base della CVD consiste nel normalizzare la funzione della respirazione esterna, il sistema cardiovascolare, il mantenimento dell'omeostasi e la neuroprotezione.

  • Per fare questo, disinfettare le vie respiratorie, intubare la trachea, effettuare la respirazione artificiale.
  • Quando compaiono segni di insufficienza cardiaca ed edema polmonare, si usano Lasix, Pentamine.
  • La terapia antiaritmica è indicata per i pazienti con aritmie cardiache. Di solito prescrive farmaci antianginosi, glicosidi cardiaci - "Strofantin", "Korglikon", antiossidanti.
  • "Seduxen", "Aloperidolo", "Dimedrol", "Sodio ossibutirrato" aiuteranno a fermare le funzioni vegetative.
  • Per combattere l'edema cerebrale, vengono utilizzati diuretici osmotici - Mannitolo, Furosemide.
  • Per stabilizzare la pressione sanguigna, prescrivere "Atenololo", "Enalapril", "Nifedipina", "Dibazolo".
  • La correzione dei disturbi metabolici viene eseguita riempiendo il volume del fluido extracellulare con soluzioni di Ringer, plasma, glucosio.
  • La terapia sintomatica comprende farmaci anticonvulsivanti e psicotropi, rilassanti muscolari, analgesici - "Analgin", "Ketorol", "Promedol".

L'ossigenazione iperbarica è un metodo fisioterapico di trattamento che assicura la saturazione di ossigeno del sangue e il suo ingresso nel tessuto cerebrale interessato. Il paziente è in una camera speciale e respira ossigeno puro. L'ossigenazione iperbarica elimina il debito di ossigeno dei tessuti e ripristina la glicolisi aerobica. Questa procedura migliora la qualità della vita dei pazienti, riduce i sintomi della patologia e impedisce lo sviluppo di gravi complicanze.

Trattamento chirurgico

Una grave patologia, scarsamente suscettibile alla correzione farmacologica, richiede un intervento chirurgico. I pazienti rimuovono coaguli di sangue e placche aterosclerotiche dalle arterie, aumentano il lume dei vasi con un catetere e un palloncino, inseriscono gli stent nelle arterie che supportano il lume del vaso aperto.

Le malattie cerebrovascolari sono soggette a trattamento chirurgico: aneurismi arteriosi e emorragie intracerebrali.

Medicina popolare

Il mezzo più comune di medicina tradizionale utilizzato nel trattamento della malattia cerebrovascolare:

  • La radice di peonia viene essiccata, schiacciata e versata acqua bollente. Insistere significa per un'ora, filtrare e prendere 5 volte al giorno per un cucchiaio.
  • Tritare 2 arance e 2 limoni in un tritacarne, mescolare la massa con miele liquido e mescolare. Insistere nel giorno freddo, e poi prendere un cucchiaio 3 volte al giorno.
  • Aghi di pino vengono versati con acqua bollente, tirato e metà del succo di limone viene aggiunto al brodo. Prendi il farmaco a stomaco vuoto per 3 mesi.
  • Tintura di celidonia presa a stomaco vuoto tre volte al giorno per 2 settimane.

La medicina tradizionale è una buona aggiunta alla terapia della patologia principale.

Prevenzione e prognosi

Misure per prevenire lo sviluppo di malattie cerebrovascolari:

  1. Normalizzazione della pressione sanguigna,
  2. Trattamento tempestivo delle comorbidità,
  3. Lotta con cattive abitudini,
  4. Fare esercizi leggeri,
  5. Corretta alimentazione
  6. Ottimizzazione del lavoro e del riposo,
  7. Correzione del peso.

Ai fini di profilassi, ai pazienti vengono prescritti farmaci che migliorano la circolazione cerebrale e sopprimono la coagulazione del sangue.

Se la malattia viene trattata tempestivamente e correttamente, è possibile non solo migliorare la qualità della vita del paziente, ma anche ridurre il rischio di ictus e altre gravi complicanze.

Danni al cervello dovuti a disturbi circolatori - insufficienza cerebrovascolare: qual è il rischio di patologia?

Il danno al cervello durante una diminuzione dell'afflusso di sangue è chiamato insufficienza cerebrovascolare. In un processo cronico, si sviluppa l'encefalopatia dyscirculatory, e danno acuto si manifesta con ictus ischemico o attacco transitorio. Nei pazienti si notano cambiamenti nella sfera emotiva, disturbi motori e sensoriali e una diminuzione delle funzioni cognitive del cervello.

Per il trattamento della terapia farmacologica complessa utilizzata e il ripristino chirurgico del flusso sanguigno.

Leggi in questo articolo.

Cause di insufficienza cerebrovascolare

Il principale fattore nello sviluppo della patologia è la lesione aterosclerotica delle arterie, specialmente se associata all'ipertensione.

L'ischemia del cervello porta anche a:

  • malattie cardiache con insufficienza di contrattilità;
  • disturbi del ritmo (permanente e parossistica) con diminuzione della gittata cardiaca;
  • struttura anormale dei vasi sanguigni che alimentano il cervello (sono nascosti fino all'insorgenza di aterosclerosi o ipertensione);
  • violazione del deflusso venoso;
  • compressione dei vasi sanguigni dall'esterno (osteocondrosi, tumore, aneurisma, ipertrofia muscolare);
  • bassa pressione sanguigna;
  • deposizione di proteine ​​amiloidi;
  • angiopatia diabetica;
  • malattie autoimmuni con lesioni vascolari;
  • malattie del sangue.

E qui di più sull'aterosclerosi cerebrale dei vasi cerebrali.

Meccanismo di sviluppo

A causa di insufficiente flusso di sangue al cervello, si sviluppa la fame di ossigeno e la produzione di energia compromessa nelle cellule. Il tessuto cerebrale è più sensibile all'ipossia, le cellule muoiono piuttosto rapidamente e si formano foci di rarefazione (leucorrea) o necrosi (infarto).

Nell'ischemia cronica, le zone profonde e sottocorticali sono più spesso colpite. Ciò viola la relazione tra la corteccia e la subcorteccia, c'è un fenomeno di separazione, che è la ragione del declino delle capacità:

  • conoscenza,
  • padronanza e analisi delle informazioni
  • memorizzazione,
  • regolazione delle emozioni
  • coordinamento dei movimenti.

A seconda della posizione e della vastità della zona di necrosi, i sintomi focali e cerebrali appaiono sotto forma di:

  • paralisi degli arti, muscoli facciali;
  • perdita della parola, sensibilità;
  • menomazione della vista;
  • nausea, vomito;
  • disturbo della coscienza.

È importante notare che sia l'encefalopatia da ictus che quella dyscirculatoria contribuiscono alla disabilità persistente dei pazienti, causandone spesso la morte.

Sintomi di danno cerebrale

L'insufficienza cerebrovascolare è caratterizzata dalla messa in scena del processo di ischemia, un decorso progressivo, la comparsa di disturbi neurologici.

Fase iniziale

Nelle prime fasi dell'ischemia cerebrale, le manifestazioni non differiscono nella specificità. Nella maggior parte dei pazienti, si nota la depressione, mentre è caratteristico che non è realizzato dai pazienti stessi come uno stato depresso, ma procede sotto le sembianze di molti diversi reclami su:

  • mal di testa o dolore al cuore;
  • tinnito;
  • disturbi del sonno;
  • difficoltà a mantenere l'attenzione;
  • dolore articolare e muscolare;
  • affaticamento.

Allo stesso tempo, l'esame non rivela cambiamenti oggettivi negli organi interni o nel sistema muscolo-scheletrico. Il peggioramento della condizione si verifica con una situazione traumatica minore o senza una ragione apparente. I segni di violazione della sfera emotiva includono:

  • sbalzi d'umore,
  • ansia,
  • irritabilità,
  • pianto,
  • aggressività.

All'inizio della malattia si manifesta una tipica manifestazione di ischemia cerebrale: perdita di memoria. Allo stesso tempo, la riproduzione degli eventi attuali è stata per lo più disturbata e i ricordi della vita passata sono stati salvati. I pazienti hanno difficoltà a elaborare piani, organizzazione del lavoro, il pensiero diventa lento. I disturbi del movimento includono inizialmente vertigini e instabilità durante la deambulazione, meno spesso sono accompagnati da nausea durante i bruschi giri della testa.

Quadro clinico dettagliato

Man mano che l'apporto di sangue al cervello si deteriora, i disturbi cognitivi (cognitivi) progrediscono:

  • la memoria e l'attenzione si deteriorano;
  • intelligenza ridotta;
  • il lavoro mentale viene trasferito con difficoltà;
  • non c'è alcuna critica alle sue condizioni e al suo comportamento;
  • il paziente sopravvaluta le sue capacità e abilità;
  • orientamento nello spazio e tempo è perso.

Violazioni significative del pensiero e azioni significative, caratteristiche personali e comportamento sono combinati nel concetto di demenza (demenza acquisita). Si verifica nella fase del danno cerebrale ischemico pronunciato, porta alla perdita di capacità lavorative e quindi a problemi con il self-service.

I pazienti negli stadi successivi della malattia sono apatici, perdono interesse per gli altri, qualsiasi attività, eventi, hobby precedenti. Camminare rallenta, di solito i passi sono piccoli e mischiati, ci sono cadute.

Nella fase finale, si verificano riflessi patologici, gravi disturbi della funzione del linguaggio, tremori e debolezza delle braccia e delle gambe, disturbi della deglutizione, minzione involontaria e sindrome convulsiva.

Guarda il video sulla violazione della circolazione cerebrale:

Forme acute e croniche

Per il danno cerebrale ischemico, è caratteristico che un corso acuto e cronico del corso può alternarsi tra loro. L'ictus ischemico e l'attacco transitorio spesso si verificano sullo sfondo dell'encefalopatia. Una forte compromissione della circolazione sanguigna provoca cambiamenti nel cervello, solo una parte di essi termina nel periodo acuto.

La maggior parte delle manifestazioni neurologiche rimane per un lungo periodo o per il resto della vita. Entrano nell'insufficienza cerebrovascolare cronica.

Il periodo post-ictus è caratterizzato da tali processi nel cervello:

  • barriera ematoencefalica danneggiata;
  • la microcircolazione è disturbata;
  • diminuisce la funzione protettiva del sistema immunitario;
  • capacità impoverita di resistere al danno cellulare (protezione antiossidante);
  • l'endotelio vascolare non impedisce la formazione di nuove placche di colesterolo e le prime si espandono;
  • c'è una maggiore coagulazione del sangue;
  • ci sono disordini metabolici secondari.

Complicazioni di insufficienza cerebrovascolare

Nei disturbi cronici dell'emodinamica cerebrale, la demenza, di regola, progredisce costantemente. La terapia farmacologica può fermare questo processo, ma non si osserva un ritorno completo alle precedenti capacità mentali. La perdita della capacità di auto-servizio, lo scarico involontario di urina e feci, lo sviluppo di piaghe da decubito e la polmonite in pazienti costretti a letto portano a violazioni permanenti delle funzioni vitali.

Le cause di morte dei pazienti includono anche embolia polmonare, grave insufficienza cardiaca, processi infiammatori acuti nei polmoni e nei reni. Dopo il recupero, i disturbi neurologici spesso restano - disturbi del linguaggio, movimento alterato, ridotta sensibilità.

Metodi diagnostici di stato

Un ruolo importante nel determinare la causa dei disturbi della circolazione cerebrale appartiene alla chiarificazione delle malattie di fondo - ipertensione arteriosa, diabete mellito, infarto miocardico in passato, angina, lesioni vascolari degli arti inferiori. I reclami dei pazienti sono solitamente non specifici o non riflettono l'immagine reale della malattia.

Durante una visita medica, si presta attenzione alla pulsazione dei vasi del collo e delle estremità, alla pressione su braccia e gambe, ascoltando il cuore.

Per confermare la diagnosi di insufficienza cerebrovascolare, sono prescritti diagnostici di laboratorio e strumentali:

  • esame del sangue - totale, coagulogramma, glucosio, spettro lipidico;
  • indicatori di fase immunologica e acuta per sospette malattie autoimmuni;
  • ECG, EchoCG per rilevare malattie cardiache, fonte di formazione di trombi;
  • l'oftalmoscopia riflette lo stato dei vasi nell'angiopatia di origine diabetica, aterosclerotica o ipertensiva;
  • radiografia del rachide cervicale, l'ecografia in modalità duplex o triplex aiuta a stabilire la causa del ridotto flusso di sangue al cervello (compressione con osteocondrosi, trombo, placca di colesterolo);
  • La RM, TC (da sola o in combinazione con il contrasto) aiuta a studiare la struttura dei vasi sanguigni, determinare anomalie dello sviluppo, aneurismi, la presenza di un percorso di bypass per l'alimentazione delle cellule cerebrali.

Trattamento di patologia

Per ottenere un risultato sostenibile, è necessario un impatto simultaneo sulla causa dell'insufficienza del flusso ematico cerebrale, l'inibizione della distruzione cellulare, la prevenzione dell'ictus o la sua recidiva, il trattamento delle malattie associate.

Farmaci antiipertensivi

Dimostrato se si mantiene la pressione sanguigna a 140-150 / 90-95 mm Hg. Art., La reazione della parete arteriosa al contenuto di ossigeno nel sangue viene gradualmente ripristinata e ciò porta alla normalizzazione della nutrizione cerebrale.

Farmaci che hanno un effetto ipotensivo, proteggono le cellule rimanenti dai danni durante l'ictus e l'encefalopatia, prevengono le condizioni acute. È importante applicare questi farmaci il prima possibile, prima del momento in cui avviene la separazione delle parti corticali e sottocorticali del cervello.

Non si dovrebbero inoltre consentire improvvisi cambiamenti di pressione, poiché l'ipotensione contribuisce all'aggravamento dell'ischemia. Per i pazienti con malattia cerebrovascolare, gli ACE inibitori (Prestarium, Prenes) e gli antagonisti dei recettori dell'angiotensina (Tevet) sono l'opzione migliore.

Questi farmaci tendono a migliorare le funzioni cognitive del cervello e prevenire la demenza. Hanno un effetto positivo sulla condizione dei pazienti con insufficienza cardiaca e renale concomitante, proteggono i vasi da danni.

Rimedi per l'aterosclerosi

Sullo sfondo di alimenti dietetici con la restrizione di grassi animali (carne di maiale, cibi pronti, olio da cucina), grassi trans (margarina), compresi non meno di 400 grammi di frutta e verdura nella dieta, vengono prescritte medicine.

Hanno le seguenti azioni:

  • ridurre i livelli di colesterolo;
  • migliorare la condizione dello strato interno delle arterie;
  • normalizzare la viscosità del sangue;
  • fermare la formazione di placche;
  • avere un effetto antiossidante;
  • rallentare la deposizione di amiloide nel cervello.

Queste proprietà sono al massimo insite nel gruppo di statine, che include Simgal, Atoris Roxer e i loro analoghi.

Droghe di diversi gruppi

Per il trattamento complesso anche prescritto:

  • agenti antipiastrinici (Aspirina, Plavix, Curantil, Ticlid);
  • antiossidanti (vitamine C ed E, Mildronate, Actovegin);
  • vasoprotettori (Bilobil, Cavinton, Instenon, Sermion);
  • nootropici (lucetam, somazina, encephabol);
  • stimolanti del metabolismo (Cerebrolysin, Cortexin, Glycine, Semax).

Se ci sono blocchi nelle arterie carotidi, la rimozione chirurgica della placca (endoarteriectomia carotidea), lo stent o la protesi viene eseguita.

Misure preventive

Per prevenire i disturbi circolatori nel cervello, è necessario:

  • controllare la pressione sanguigna, il colesterolo e la glicemia;
  • sbarazzarsi di eccesso di peso, dipendenza da fumo e alcol;
  • seguire le raccomandazioni su nutrizione e farmaci;
  • ogni giorno per almeno 30 minuti da allocare per l'esercizio misurato (camminare, nuotare, ginnastica);
  • allena la tua memoria (leggendo, risolvendo cruciverba, imparando canzoni, poesie, lingue straniere).

E qui di più sulla crisi ipertensiva cerebrale.

L'insufficienza cerebrovascolare è più spesso associata a aterosclerosi e ipertensione. Può esserci una forma acuta - ictus o attacco transitorio e encefalopatia cronica - circolatoria. I primi segni di disturbi non specifici, con la progressione dell'ischemia cerebrale, si sviluppano nella demenza.

Il trattamento mira a prevenire l'ictus primario o ricorrente e ad inibire la distruzione dei neuroni. Per fare questo, prescrivere farmaci e interventi chirurgici per ripristinare la pervietà delle arterie.

C'è insufficienza vertebro-basilare nelle persone in età avanzata e nei bambini. Sintomi della presenza della sindrome - parziale perdita della vista, vertigini, vomito e altri. Può svilupparsi in una forma cronica e senza trattamento porta ad un ictus.

Le pigne per le navi sono talvolta prescritte dai medici stessi. Pulizia e trattamento con decotto, la tintura aiuterà a stabilizzare la condizione, migliorare le prestazioni. Com'è il processo di raccolta e cucina?

Se il farmaco è nominato Vazonat, l'applicazione è finalizzata a rinnovare e migliorare la circolazione del sangue. Il dosaggio è selezionato in ciascun caso. A volte questo e i suoi analoghi sono usati dagli atleti.

La crisi ipertensiva cerebrale può verificarsi a causa di stress, ipertensione non curata e molte altre cause. È vascolare, ipertensivo. I sintomi si manifestano con forte mal di testa, debolezza. Le conseguenze sono ictus, gonfiore del cervello.

L'arteriosclerosi cerebrale dei vasi cerebrali minaccia la vita dei pazienti. Sotto la sua influenza, una persona cambia anche nel personaggio. Cosa fare

In caso di disturbi circolatori può verificarsi un attacco ischemico transitorio. Le sue cause si trovano principalmente nei depositi aterosclerotici. Il paziente ha bisogno di aiuto e trattamento urgenti, altrimenti gli effetti di un attacco cerebrale transitorio potrebbero essere irreversibili.

Le principali cause di ischemia sono la formazione di placche, coaguli di sangue o emboli. Il meccanismo di sviluppo dell'ischemia cerebrale, il miocardio cerebrale è associato al blocco dell'arteria che alimenta l'organo. In alcuni casi, la conseguenza è la morte.

Manifestazione dell'ipertensione essenziale nel monitor per la pressione alta. La diagnosi rivelerà il suo aspetto - primario o secondario, così come il grado di progressione. Il trattamento viene effettuato con farmaci e cambiamenti dello stile di vita. Qual è la differenza tra ipertensione essenziale e renovascolare?

Il trattamento farmacologico per l'ictus è prescritto per alleviare le gravi manifestazioni della malattia. Nel danno emorragico cerebrale o ischemico, aiutano anche a prevenire la progressione e l'aumento dei sintomi.

Come riconoscere e perché trattare l'insufficienza cerebrovascolare

L'insufficienza cerebrovascolare è una malattia che provoca cambiamenti patologici nei vasi cerebrali. Sviluppare una tale malattia sullo sfondo dell'ipertensione, aterosclerosi. Le conseguenze sono effetti avversi come ischemia e ictus. Se non trattata, la malattia si trasforma in encefalopatia dislocatoria quando si osservano cambiamenti progressivi e irreversibili nel tessuto cerebrale.

Sintomi e corso

Sotto insufficienza cerebrovascolare riconoscono una malattia che provoca disfunzioni cognitive.

Ciò ha un effetto negativo sull'assimilazione della memorizzazione di informazioni, l'attività motoria e lo stato emotivo.

Segni di

Tale malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. La progressione della malattia. Se non trattata, la malattia progredirà e si trasformerà in nuove fasi.
  2. La capacità di classificare le fasi della malattia in base a determinati sintomi.

forma

Per insufficienza cerebrovascolare può essere caratterizzato da forme acute e croniche. Ad ogni stadio si verificano determinati sintomi e segni. Per lo stadio acuto, il deterioramento della memoria e la percezione delle informazioni sono caratteristici. Nella forma cronica si manifesta la vasocostrizione e, di conseguenza, si formano coaguli di sangue. Come risultato di un sovraccarico, si può verificare una rottura della nave e il risultato di questo fenomeno è un ictus.

Il trattamento dell'insufficienza cronica cerebrovascolare richiede un intervento chirurgico. Un trombo viene bypassato. In alcuni casi, è necessaria la sostituzione della valvola cardiaca. Ciò minimizza i rischi per la vita del paziente.

Come si sviluppa la malattia

Tremando quando si cammina, rigidità dei movimenti, depressione, difficoltà a ricordare le informazioni. I primi segni di violazioni. L'insufficienza cerebrovascolare indipendentemente è raramente riconosciuta, i suoi sintomi sono simili ad altre malattie vascolari. La diagnosi viene eseguita in un contesto clinico.

palcoscenico

L'elenco delle fasi caratteristiche di questa malattia:

Fase uno. Durante questo periodo, si manifesta affaticamento, si osserva stanchezza, si manifestano irritabilità e sbalzi d'umore. Ulteriori sintomi - disturbi del sonno, emicrania, deterioramento della memoria e attività motoria.
Seconda fase. Durante questo periodo si manifestano sintomi come l'intelligenza ridotta e il deterioramento di tutti i tipi di memoria. Si osservano cambiamenti significativi nella personalità, le funzioni del sistema muscolo-scheletrico si deteriorano, il lavoro e le capacità adattive si riducono.

Fase tre. Il paziente durante questo periodo presenta problemi significativi con il movimento, può cadere quando cammina. Tali pazienti hanno bisogno di cure e cure, poiché non possono servirsi da soli. Perdono la capacità di valutare criticamente ciò che sta accadendo. Malattia di Parkison, enuresi, disturbi cerebellari - segni caratteristici del terzo stadio.

sintomi

Riconoscere indipendentemente l'insufficienza cerebrovascolare non è così semplice. I sintomi non si manifestano nelle prime fasi.

Il paziente associa la comparsa di indisposizione alla fatica, i disturbi nel lavoro dell'apparato locomotore sono spiegati dalla mancanza di sonno. Mal di testa periodicamente presenti non forzano la guardia, poiché gli attacchi passano rapidamente. Con il progredire della malattia, il disturbo inizierà a manifestarsi con cambiamenti più gravi. Il dolore a breve termine è spostato dalle emicranie e gli scuotimenti sono sostituiti dallo svenimento.

Qual è la causa del problema

I processi infiammatori nella nave e l'aterosclerosi sono le cause più comuni dello sviluppo di questa malattia.

motivi

Le ragioni principali per lo sviluppo dell'insufficienza cerebrovascolare:

  1. aterosclerosi;
  2. lombalgia;
  3. lesione aterosclerotica;
  4. tromboembolismo, trombosi sullo sfondo di disfunzione della coagulazione del sangue;
  5. vasculite.

fattori

Ma ci sono altri fattori correlati:

  • diabete mellito;
  • l'obesità;
  • processo infiammatorio nei vasi del cervello;
  • malattie cardiache;
  • abuso di cattive abitudini (alcol, fumo, caffeina);
  • gotta.

effetti

In assenza di trattamento dell'insufficienza cerebrovascolare, si sviluppano cambiamenti irreversibili nella griglia vascolare.

Di conseguenza, la qualità dell'afflusso di sangue al cervello si deteriora. I tessuti e le cellule sono forniti peggio di ossigeno, e quindi ricevono meno della giusta quantità di nutrienti. Tali condizioni diventeranno l'ambiente ottimale per lo sviluppo di cambiamenti patologici di natura diffusa e focale.

La progressione della malattia provoca complicazioni quali svenimento e tinnito, una diminuzione della qualità della visione. Le crisi epilettiche compaiono anche in una categoria separata di pazienti. Un ictus che coinvolge la necrosi dei tessuti è una complicazione prevedibile.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi tempestiva semplifica il trattamento dell'insufficienza cerebrovascolare. Dopo aver condotto una serie di procedure diagnostiche, una serie di test, valutando le condizioni del paziente e la sua storia clinica, lo specialista può prescrivere un regime di trattamento efficace. Il rispetto delle prescrizioni del medico consentirà di prevenire un processo progressivo e l'insorgenza di effetti avversi. Inoltre, la terapia per alleviare le condizioni del paziente, contribuirà a mantenere la capacità di valutare adeguatamente ciò che sta accadendo.

Gli obiettivi principali del trattamento

La terapia viene eseguita per:

  • stabilizzazione del paziente;
  • progresso lento;
  • prevenzione delle malattie ischemiche;
  • normalizzazione dell'afflusso di sangue alle aree del cervello;
  • eliminazione dei sintomi delle principali malattie associate

Metodi e metodi

Nel processo di trattamento dell'insufficienza cerebrovascolare, vengono utilizzate tecniche terapeutiche e chirurgiche. I metodi più comuni:

  1. Schemi conservatori Suggeriscono di abbassare il colesterolo, normalizzare la pressione sanguigna, migliorare l'apporto di sangue al cervello, eliminando gli effetti dell'aterosclerosi.
  2. Schema combinato È finalizzato all'assunzione simultanea di farmaci con proprietà vasodilatanti, antiossidanti e antibatteriche. Nel quadro di questa tecnica utilizzando le formulazioni vitaminiche.
  3. Attività ausiliarie Queste sono sessioni di riflessi, aromi e irudoterapia.
  4. Schemi chirurgici. Questa è l'angioplastica a palloncino, all'interno del quale vengono rimosse le sezioni ristrette dei vasi. Questo è fatto al fine di normalizzare l'afflusso di sangue.

La seconda procedura è stenting, è necessario per espandere le pareti dei vasi sanguigni. Endarterectomia - smistamento, pulizia dei dotti dalle placche di colesterolo.

Il trattamento di questa malattia include l'aderenza a una dieta e un regime, la normalizzazione del peso e l'introduzione di uno schema ottimale di attività fisica.

L'esame regolare, l'adesione alle raccomandazioni e alle prescrizioni del medico è l'unico modo per prevenire la progressione della malattia e il deterioramento delle condizioni del paziente.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Metodi di riassorbimento di coaguli di sangue e diradamento del sangue

Le vene varicose sono scomparse in 1 settimana e non appaiono più.Secondo osservazioni mediche, i coaguli di sangue o i coaguli di sangue si verificano in quasi metà delle persone e la maggior parte di loro non soffre di patologie di sangue o vasi sanguigni.

Frequenza cardiaca di conteggio per la fibrillazione atriale

Frequenza cardiaca dell'aritmiaL'aritmia è un lavoro anormale del cuore, in cui il ritmo è disturbato. L'impulso con l'aritmia è al di fuori dell'intervallo normale.

Non ricevere ossigeno nel trattamento cerebrale

Inosservanza dell'ossigeno nel cervelloI medici chiamano l'inedia di ossigeno dell'ipossia cerebrale. Questa condizione si verifica a causa di insufficiente apporto di ossigeno al corpo umano.

Cosa significa aumento dell'ESR nel sangue?

La velocità di eritrosedimentazione (ESR) è un indicatore che è ancora importante per la diagnosi dell'organismo. La definizione di VES viene utilizzata attivamente per la diagnosi di adulti e bambini.

Sangue denso cosa fare: come diluire il sangue denso

Tale malattia come "sangue denso" non esiste. Ma questa espressione può essere ascoltata anche dalla bocca dei dottori. Per sapere se preoccuparsi in questo caso, è necessario essere ben consapevoli di ciò che è in gioco.

Che cos'è il MCHC nel test del sangue?

Praticamente per qualsiasi richiesta di assistenza medica, al paziente viene prescritto un esame del sangue (clinico) generale (OAK). Lo studio del fluido principale consente di rilevare cambiamenti patologici nella sua formula e di correggere ulteriori misure diagnostiche, a seguito delle quali verrà stabilita una diagnosi.