Da questo articolo imparerai: come e perché si sviluppa lo sviluppo della malattia aterosclerotica dei vasi cerebrali, le manifestazioni e le conseguenze della patologia, quali metodi di trattamento esistono e quanto sono efficaci.

Aterosclerosi dei vasi sanguigni nel cervello - restringimento o blocco dei vasi sanguigni arteriosi che portano il sangue al cervello dalle placche di colesterolo. Il risultato di tali cambiamenti è il deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello, l'interruzione della sua normale struttura e la perdita di funzione. Nell'85-90% dei casi, le persone di età superiore ai 45-50 anni sono ammalate.

I sintomi e le conseguenze causate dall'aterosclerosi dei vasi cerebrali sono molteplici: da vertigini periodiche e perdita di memoria ad un ictus (morte di una parte del tessuto cerebrale) con grave disabilità dei pazienti (paralisi, perdita di capacità di camminare e auto-cura di base).

La malattia si sviluppa gradualmente per diversi mesi o addirittura anni. Nell'80-90% dei pazienti, le prime manifestazioni di aterosclerosi delle arterie cerebrali non interrompono la condizione generale e il modo di vita abituale. Se, dopo la loro comparsa, contattate uno specialista, la progressione della malattia e i disturbi irreversibili della circolazione cerebrale (ictus) possono essere prevenuti. Trattamento farmacologico, per tutta la vita sotto forma di corsi periodici 2-3 volte l'anno. Nel 20-30% dei casi è necessario un intervento chirurgico.

Il neuropatologo si occupa del trattamento. Se è necessario un intervento chirurgico, è coinvolto un neurochirurgo vascolare o endovascolare. La cura completa è impossibile, per prevenire la progressione dei cambiamenti patologici nei vasi e per normalizzare il flusso sanguigno cerebrale è possibile.

L'essenza, fasi della malattia

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è una malattia cronica, che si basa sulla distruzione della parete vascolare da placche di colesterolo - depositi eccessivi di colesterolo sotto forma di noduli. Queste placche sporgono nel lume del vaso, causando un restringimento del lume, perdita di forza ed elasticità del muro. La malattia colpisce solo le arterie - le navi che portano sangue arricchito con ossigeno e sostanze nutritive al cervello.

I cambiamenti patologici nelle arterie cerebrali nell'aterosclerosi si verificano in più fasi e sono soggetti a progressione graduale:

  1. Eccesso di colesterolo (grassi aterogenici, lipidi) nel sangue - ipercolesterolemia, iperlipidemia.
  2. Inzuppare le pareti interne delle arterie del cervello con inclusioni di colesterolo, il loro accumulo sotto forma di noduli, placche.
  3. Infiammazione nella parete vascolare, formazione di cicatrici dense, aumento delle dimensioni delle placche di colesterolo, trasformazione in aterosclerotico.
  4. La deposizione di calcio sulla superficie delle placche, le loro rotture, che provoca la formazione di coaguli di sangue.
  5. Restringimento o obliterazione (completa sovrapposizione) del lume delle arterie da placche e coaguli di sangue, ridotta forza, rischio di rottura spontanea della nave.
  6. Diminuzione del flusso sanguigno arterioso, alterata circolazione sanguigna o necrosi (ictus) del cervello.

Cause e fattori di rischio

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali ha una sola causa immediata di sviluppo: livelli elevati di colesterolo nel sangue e altri grassi aterogenici (lipoproteine ​​a bassa densità, trigliceridi). Tale disordine metabolico può manifestarsi solo in un numero limitato di persone (circa il 30-40%). Le persone con un aumentato rischio di sviluppare la malattia sono chiamate un gruppo a rischio:

  • età oltre 45 anni;
  • l'obesità;
  • ipertensione (pressione alta);
  • la presenza di aterosclerosi cerebrale in parenti stretti;
  • diabete mellito;
  • fumo di tabacco;
  • abuso sistematico di alcol;
  • stile di vita sedentario;
  • aumento della coagulazione del sangue (coaguli di sangue).

Nel 50-60% dei pazienti, l'aterosclerosi delle arterie cerebrali è combinata con una lesione simile di vasi di altra localizzazione (arterie coronarie del cuore, aorta, arti inferiori, reni, intestino). Pertanto, i disturbi e i sintomi caratteristici del sistema nervoso in combinazione con l'aterosclerosi dei vasi di qualsiasi localizzazione dovrebbero essere allarmanti in relazione alle lesioni aterosclerotiche delle arterie cerebrali.

Sintomi ed effetti dell'aterosclerosi cerebrale

Di per sé, l'aterosclerosi nel cervello non è pericolosa e non si manifesta. Pericolo e sintomi negativi provocano malattie e disturbi della circolazione cerebrale, provocati dall'aterosclerosi.

Manifestazioni e segni di aterosclerosi dei vasi cerebrali possono essere acuti (prima si sono verificati) e cronici (osservati per diversi mesi, anni). I tipi e le manifestazioni di tale patologia sono riportati nella tabella:

Caratteristiche del decorso della malattia, da cui dipendono i sintomi

Nel 25-30% dei pazienti, l'aterosclerosi può svilupparsi in un periodo di 10-15 anni senza causare disturbi nella circolazione cerebrale, mentre in tali pazienti tutte le arterie sono influenzate a vari livelli dal processo aterosclerotico. Nel 15-20% dei pazienti dopo pochi mesi o anni si verificano gravi disturbi circolatori nel cervello, che portano alla disabilità quando il processo patologico interessa solo un'arteria.

I sintomi dell'aterosclerosi delle arterie cerebrali e il tempo della loro insorgenza dipendono da tali fattori:

    1. Il grado di aumento del colesterolo - più è alto, più l'aterosclerosi progredisce più velocemente.
    2. Il tempo dell'esistenza di colesterolo in eccesso su 5 anni - il rischio di aterosclerosi cerebrale aumenta del 50-60%.
    3. Caratteristiche individuali delle arterie cerebrali ramificate e loro diametro. Ad esempio, se sono del tipo di tronco (diverse arterie sono responsabili dell'intero flusso sanguigno) o si allontanano l'un l'altro ad angolo retto - la progressione dell'aterosclerosi è rapida ei disturbi della circolazione cerebrale sono precoci e gravi.
    4. Mancanza di connessioni tra la carotide e i sistemi arteriosi vertebrali del cervello - separazione del circolo di Willis, assenza di collaterali. Ciò aumenta il rischio di disturbi della circolazione cerebrale severa e precoce del 60-70%.
  1. Quali arterie sono colpite - ogni vaso è responsabile del flusso di sangue verso un'area specifica del cervello: l'arteria cerebrale anteriore al lobo frontale, il medio-parietale-temporale, il dorso - all'occipitale e il cervelletto. Molto spesso (55-65%) il bacino dell'arteria cerebrale media è interessato.

Metodi diagnostici validi

I sospetti di aterosclerosi dei vasi cerebrali devono essere confermati o confutati. A tale scopo vengono utilizzati test di diagnostica di laboratorio (analisi del sangue) e strumentali (studi di hardware):

  • Analisi biochimica dello spettro lipidico del sangue: colesterolo, trigliceridi, LDL (lipoproteine ​​a bassa densità). Per questo è necessario donare il sangue da una vena. L'analisi non conferma la diagnosi di aterosclerosi, ma determina solo se una persona è a rischio di questa malattia: se gli standard sono superati da almeno uno degli indicatori indicati. Nel 50% dei pazienti con sintomi evidenti di aterosclerosi, i parametri studiati rientrano nel range di normalità.
  • Doppler ad ultrasuoni, scansione duplex di vasi cerebrali. Il metodo è più informativo per lo studio delle sole grandi arterie cerebrali.
  • Angiografia delle arterie cerebrali - l'introduzione di un mezzo di contrasto direttamente nel sistema arterioso del collo. Ogni nave grande e piccola viene contrastata e diventa visibile sul film a raggi X, monitor a raggi X. Questo è il metodo più affidabile nella diagnosi di aterosclerosi.
  • La tomografia cerebrale (TC o RM) con somministrazione endovenosa di un mezzo di contrasto è un metodo diagnostico buono, veloce e affidabile, che mostra lo stato di tutti i vasi cerebrali.
Metodi diagnostici per l'aterosclerosi cerebrale

Trattamento moderno

Il complesso di misure terapeutiche per l'aterosclerosi delle arterie del cervello:

  1. dieta alimentare;
  2. correzione farmacologica del metabolismo del colesterolo;
  3. ridotta viscosità del sangue;
  4. migliore apporto di sangue al cervello;
  5. correzione della pressione sanguigna;
  6. un intervento chirurgico.

Il trattamento dovrebbe durare per tutta la vita sotto forma di cicli alternati di terapia con vari tipi di farmaci, 2-3 volte l'anno. Poiché l'aterosclerosi è una malattia di fondo, un precursore dei disturbi della circolazione cerebrale, l'obiettivo principale della terapia non è tanto curarlo quanto prevenire progressione e complicanze. Il pieno recupero è possibile solo nella fase delle modifiche iniziali.

1. Alimentazione dietetica

Limitando la quantità di colesterolo consumata con il cibo, è possibile ridurre la sua concentrazione nel sangue. L'aterosclerosi dei vasi cerebrali, i grassi di origine animale, i cibi fritti, i cibi affumicati sono proibiti. La base della dieta - prodotti contenenti acidi grassi omega-3 (verdure e frutta, pesce, semi di lino e olio d'oliva, noci).

2. Correzione medica del metabolismo del colesterolo

Per ridurre la concentrazione di droghe usate di colesterolo:

    1. Antichità: Simvastatina, Lovastatina, Atorvastatina, Atoris. È stato scientificamente dimostrato che la somministrazione sistematica in modo affidabile (del 40%) riduce il rischio di ictus ischemico e altri disturbi della circolazione cerebrale. È sufficiente una singola dose del farmaco al giorno.
Le antichità sono utilizzate per ridurre la concentrazione di colesterolo
  1. Gli acidi grassi omega-3 sono la sostanza più potente di origine naturale contro l'aterosclerosi dei vasi sanguigni, comprese le arterie del cervello. È meglio conservare omega-3 con il cibo (olio di semi di lino, pesce giallo, noci). Ci sono anche droghe e integratori alimentari.
  2. Vitamina E (tocoferolo). Di per sé, mostra un debole effetto contro l'aterosclerosi, ma in combinazione con altri farmaci i suoi effetti curativi sono migliorati.

3. Sanguinamento del sangue

Qualsiasi stadio di arteriosclerosi cerebrale - un'indicazione per ricevere farmaci che fluidificano il sangue:

  • Acido acetilsalicilico, Aspirina, Cardiomagnile, Magnicore, Lospirina;
  • Clopidogrel, Tromboneta, Plavix, Plagril;
  • Warfarin, Sincumar. Più appropriato nei pazienti con gravi sintomi di aterosclerosi cerebrale, complicata da qualsiasi tipo di disturbo della circolazione cerebrale.

4. Migliorare la nutrizione cerebrale

I preparati di questo gruppo non influenzano il decorso dell'arteriosclerosi cerebrale, ma permettono alle cellule nervose di non perdere la loro funzione sullo sfondo dei disturbi circolatori:

  • Normalizzatori di microcircolazione: Cavinton, Trental, Cerebrolysin, Plestasol;
  • Cerebroprotettori: Zinnarizin, Fezam, Cerakson, Sermion, Neurakson;
  • Nootropi: Tiocetam, Nootropil, Piracetam, Cortexin.

5. Controllo della pressione arteriosa

La graduale normalizzazione della pressione alta e il suo mantenimento a un livello normale (non superiore a 140/90) rallenta l'esacerbazione dei cambiamenti aterosclerotici nei vasi cerebrali del 30-40%. Ciò è indicato dalla ricezione di appropriati antipertensivi: Bisoprololo, Berlipril, Liprasid, Valsacor. Sono prescritti da un medico generico o da un cardiologo.

Controlli della pressione arteriosa

6. Trattamento chirurgico: indicazioni ed efficacia

Nell'aterosclerosi delle arterie del cervello, vengono eseguiti due tipi di operazioni sui vasi: endovascolari (attraverso una puntura) e aperti (attraverso un'incisione). Indicazioni per il trattamento chirurgico: restringimento limitato o limitato (fino a 1 cm) superiore al 50% da 1 a 3 vasi principali del cervello. Con lesioni multiple uniformi delle arterie, l'operazione non è pratica. Le indicazioni si verificano nel 45% dei pazienti. Possono essere determinati solo dopo angiografia o tomografia del cervello.

Chirurgia endovascolare

Gli interventi endovascolari sono un metodo veramente efficace per prevenire le conseguenze dell'aterosclerosi avanzata (ictus ischemico).

L'essenza dell'operazione: forare un'arteria nella coscia o nella spalla, l'introduzione nel lume di un catetere sottile, che, sotto il controllo di apparecchiature informatiche, viene eseguito sul vaso ristretto del cervello. In questa zona è installato uno stent (molla) per eliminare il restringimento.

Operazione tradizionale

Gli interventi aperti sulle navi situate nella cavità cranica non sono tecnicamente fattibili. Così puoi eliminare le placche aterosclerotiche sulle arterie carotidi del collo. Viene utilizzata la rimozione diretta delle placche rotte dal lume arterioso (chirurgia dell'endarterectomia) o la sostituzione del sito modificato con una protesi artificiale (chirurgia di bypass, protesi vascolari).

Previsione molto probabile

Le statistiche sulla malattia dell'arteriosclerosi cerebrale sono tali:

  • Nel 50-60% dei pazienti di età compresa tra 40 e 55 anni, i sintomi della malattia terminano con ictus ischemico a causa di un restringimento acuto di una grande nave. Le conseguenze per il 45-55% di queste sono disabilità o morte profonde.
  • Circa l'80% dei pazienti con aterosclerosi cerebrale oltre i 65 anni soffre di disturbi cronici o transitori della circolazione cerebrale. Il 30% di loro ha successivamente un ictus.
  • Nel 5-7% delle persone, la malattia è asintomatica e non ha conseguenze.

Questi dati suggeriscono che i sintomi dell'aterosclerosi compaiono in giovane età, più difficili sono le conseguenze e peggio la prognosi. Se il problema viene rilevato in una fase iniziale, nel 30-45% dei casi può essere risolto con un trattamento chirurgico endovascolare. Nelle persone di età superiore a 60 anni, la vasocostrizione è allentata: nell'80% dei casi, i farmaci migliorano la circolazione del sangue nel cervello.

Aterosclerosi dei vasi cerebrali - sintomi e trattamento

L'aterosclerosi è una malattia pericolosa che colpisce i vasi sanguigni del cervello. Quando sul rivestimento interno delle arterie si formano foci di depositi di colesterolo, causano un restringimento del lume dei vasi fino al completo blocco.

Con un blocco lentamente crescente, i sintomi dell'arteriosclerosi cerebrale determinano il grado di insufficiente apporto di sangue al cervello. Con il blocco rapido del lume delle arterie da parte di un trombo o il contenuto di una placca di colesterolo disintegrato, si formano foci di necrosi.

Il problema dell'aterosclerosi è che il periodo iniziale della malattia non è praticamente percepito, anche la stenosi dei vasi per 2/3 non dà un'immagine vivida della malattia, ma provoca solo lievi vertigini e acufeni, che una persona incolpa per lo stress o il superlavoro.

In questo articolo parleremo delle cause dell'arteriosclerosi cerebrale, dei sintomi e dei trattamenti topici. Inoltre, considerare gli aspetti della dieta per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

Cause di aterosclerosi

Perché si verifica l'arteriosclerosi cerebrale e che cos'è? In una fase iniziale del processo patologico associato al metabolismo dei lipidi, il colesterolo inizia ad accumularsi sulla superficie di una parete vascolare precedentemente danneggiata. Gradualmente, su questo ammasso vengono depositati sali di calcio e filamenti di un tessuto connettivo non formato, e quindi la superficie della placca aterosclerotica inizia ad acquisire una forma convessa irregolare.

Restringendo il lume della nave, l'escrescenza del colesterolo complica il passaggio del sangue e crea i prerequisiti per il verificarsi di vortici turbolenti del flusso sanguigno. Questo porta alla distruzione di piastrine e leucociti, così come la formazione graduale di un coagulo di sangue. In condizioni sfavorevoli per il corpo, può staccarsi e bloccare l'arteria cerebrale. Allo stesso tempo, il colesterolo acuto nei vasi cerebrali può provocare placca acuta di colesterolo e portare alla obliterazione.

In poche parole, l'aterosclerosi si sviluppa a causa di una violazione nel corpo del metabolismo dei grassi. Come risultato, placche aterosclerotiche si formano dal "colesterolo cattivo" sull'intima dei vasi sanguigni.

Anche le cause che contribuiscono al verificarsi della malattia sono:

  • stile di vita sedentario (ipodynamia);
  • violazione dei processi metabolici;
  • fattore genetico (ereditarietà);
  • la presenza di malattie endocrine;
  • cattive abitudini (fumo, alcool);
  • dieta malsana (la predominanza nella dieta di grassi e colesterolo).

Tuttavia, la causa principale dell'aterosclerosi cerebrale è la deposizione di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni e la formazione di placche aterosclerotiche. È noto che lo sviluppo morfologico della malattia è diviso in più fasi, di cui parleremo in seguito.

Segni di

Alcuni segni di aterosclerosi dei vasi cerebrali comprendono il seguente quadro sintomatico:

  • Insonnia, incubi notturni, difficoltà di sollevamento e difficoltà ad addormentarsi;
  • Perdita di sensibilità a metà corpo;
  • Grave mal di testa ricorrenti;
  • Cambio di andatura, passi incerti e traballanti;
  • Cambiamento di parola, visione, tinnito;
  • Irritazione, depressione, pianto e ansia;
  • Vampate di calore e sudorazione del viso;
  • Affaticamento, debolezza e confusione;
  • Tremando del mento e degli arti;
  • Problemi di memoria;
  • Asimmetria facciale

I sintomi di cui sopra non sono una diagnosi. Per confermare o smentire l'aterosclerosi, è necessario contattare un neurologo o, come minimo, controllare il livello di colesterolo mediante un'analisi appropriata.

Sintomi di arteriosclerosi cerebrale

Nel caso dello sviluppo dell'aterosclerosi dei vasi cerebrali, i sintomi iniziali sono i dolori dell'intera superficie della testa, che a volte appaiono prima, e poi aumentano la loro intensità e durata.

Ci sono cambiamenti nel processo di addormentarsi e dormire: insonnia, sonno agitato, incubi, sonnolenza diurna. I pazienti hanno notato affaticamento costante, prestazioni ridotte. Il carattere e le abitudini cambiano: il costante cambiamento di umore, irritabilità, pianto, insoddisfazione per la vita e tutti gli altri sono possibili. A volte c'è una mancanza di coordinazione e lentezza di alcuni movimenti.

Per molte persone, i sintomi dell'aterosclerosi si manifestano in modi diversi, inoltre, questa malattia può essere classificata come doppiamente pericolosa, per la ragione che è piuttosto difficile da rilevare. E non è una diagnosi lunga e difficile, ma il fatto che molte persone preferiscano non prestare attenzione ai segni della malattia, il più delle volte sono accusati di mal di testa, stanchezza ed emicrania.

palcoscenico

Sulla base del decorso e della progressione dei suddetti sintomi di aterosclerosi cerebrale, ci sono diverse fasi:

  1. La fase iniziale. Non ha sintomi pronunciati, ma la persona che monitora la propria salute noterà cambiamenti, come il superlavoro dopo uno sforzo fisico minore, vertigini, cefalea ricorrente, perdita di memoria ed efficienza. Tali sintomi compaiono spesso nel pomeriggio, ma dopo il riposo o il sonno passano da soli.
  2. Stadio di progressione. In questa fase, le persone tendono a sovrastimare la propria forza e abilità, incolpare gli altri per i loro fallimenti. C'è un aumento dei sintomi del primo stadio. Ansia, depressione, sospettosità si uniscono a loro. Le vertigini, lo squilibrio dell'andatura, il tremito delle dita o della testa, il parlare offuscato o il bavaglio durante il pasto sono annotati di volta in volta.
  3. Stadio di decompensazione. Grave aterosclerosi dei vasi cerebrali, caratterizzata da perdita di memoria, capacità di pensare e mantenersi. In questa fase sono comuni la paralisi e l'ictus. Richiede cure esterne.

L'aterosclerosi cerebrale può portare a una compromissione cronica della circolazione cerebrale e allo sviluppo di encefalopatia dyscirculatory, oltre a sottolineare i disturbi circolatori cerebrali transitori (attacco ischemico transitorio) e gli ictus.

diagnostica

Attualmente, per determinare la stadiazione della malattia, ricorrere agli ultrasuoni:

  1. Angiografia dei vasi cerebrali - questo metodo è già in aggiunta con una diagnosi confermata, quando lo stato della sigillatura delle pareti viene valutato introducendo una sostanza speciale in un vaso sanguigno.
  2. Doppler transcranico o ecografia dei vasi intracranici del cervello.
  3. Scansione duplex o ecografia dei vasi extracranici.

Questi metodi sono sicuri e in combinazione con i principali studi di laboratorio (OAK, OAM, analisi del sangue biochimico), che consentono di calcolare un indicatore dei livelli di colesterolo, fornire informazioni complete sulle condizioni del paziente.

prevenzione

Il mezzo più efficace per prevenire l'aterosclerosi del cervello è la dieta, evitando cattive abitudini e uno stile di vita attivo. Le persone che sono predisposte a questa malattia trarranno beneficio dall'eliminazione degli alimenti contenenti colesterolo, sostituendo i grassi animali con grassi vegetali, inclusi latticini, carne magra, verdura e frutta nella dieta. È necessario limitare il consumo di cibi salati, grassi, ricchi e fritti.

Prodotti come cavoli di mare, legumi, cavolfiori, noci e uvetta, melanzane, mele cotogne, pompelmi, ciliegie mature e cocomeri saranno utili nella dieta.

Trattamento dell'arteriosclerosi cerebrale

Lo schema per il trattamento dell'aterosclerosi è un processo lungo e molto spesso lungo tutta la vita. A questo proposito, gli obiettivi della terapia sono:

  • riduzione delle manifestazioni ischemiche;
  • ripristino di una parte delle cellule e delle loro funzioni;
  • prevenire le gravi conseguenze dell'ictus;
  • cambiamenti nel metabolismo dei grassi per il ritiro del colesterolo "cattivo".

Il neurologo si occupa della soluzione di questi problemi, i suoi compiti includono l'identificazione di persone con problemi simili, la valutazione della gravità della malattia e l'implementazione della terapia conservativa. Prima di tutto, è progettato per migliorare l'apporto di sangue al cervello, per diventare la prevenzione della trombosi arteriosa.

Trattamento farmacologico

I moderni metodi di trattamento farmacologico mirano ad eliminare gli effetti dell'aterosclerosi dei vasi cerebrali e ripristinare la normale funzionalità delle navi e delle arterie. Per questo sono assegnati:

  1. Le statine (liprimar, atoris, zokor, mertinil, ecc.) Riducono il livello di colesterolo nel sangue alla normalità e aiutano la placca aterosclerotica a stabilizzarsi e non ad aumentare di dimensioni.
  2. Fibrati (fenofibrato) - trigliceridi inferiori. Accettato dai corsi, controllo del trattamento dopo 1-2 mesi di ammissione costante.
  3. Acido nicotinico, così come i suoi derivati ​​- questi farmaci possono talvolta essere utilizzati nel trattamento dell'aterosclerosi dei vasi cerebrali.
  4. I sequestranti degli acidi biliari (colestide) sono resine a scambio ionico: possono legare gli acidi grassi nell'intestino e non permetterne l'assorbimento.
  5. Ezetemib - impedisce l'assorbimento attivo del colesterolo nell'intestino.
  6. Farmaci antipertensivi - pillole che riducono la pressione sanguigna. Dovrebbero essere presi ogni giorno.
  7. Gli agenti antipiastrinici (ass trombotico, cardiomagnetico) sono farmaci che favoriscono il diradamento del sangue, che riduce il rischio di coaguli di sangue.
  8. Le vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina A - hanno un effetto tonico e appartengono ai mezzi della terapia adiuvante.

Dopo l'esame, il medico curante prescriverà i farmaci appropriati. L'assunzione di farmaci sarà piuttosto lunga e in alcuni casi dovranno essere prese per tutta la vita. Pertanto, prima di assumere i farmaci è necessario leggere attentamente le istruzioni e i possibili effetti collaterali.

Intervento chirurgico

Con l'inefficacia del trattamento farmacologico, l'intervento chirurgico è possibile. L'indicazione è l'esame ecografico, durante il quale ha rivelato il restringimento del lume dell'arteria cerebrale del 70%. Richiede il parere di un chirurgo che sceglierà il tipo di operazione.

L'endoarterectomia carotidea più comunemente usata, in cui la parete della nave interessata viene sezionata, il trombo viene rimosso, l'arteria viene ripristinata mediante sutura. Inoltre, recentemente è apparso un nuovo tipo di operazione - angioplastica. Un catetere viene introdotto nell'arteria, che espande la nave, di conseguenza, il flusso sanguigno viene ripristinato e viene spinta la placca di colesterolo.

In alcuni casi, può essere utilizzato lo stent. Per fare questo, una struttura metallica è installata nel vaso, che raddrizza l'arteria e mantiene la sua forma.

dieta

Il successo e la produttività del trattamento dell'aterosclerosi dipendono direttamente dall'aderenza alla dieta. Molto spesso, questa malattia colpisce persone in sovrappeso. Per evitare complicazioni del decorso della malattia e accelerare il recupero, è necessario fare una dieta una dieta di stile di vita.

Gli alimenti ricchi di colesterolo dovrebbero essere esclusi dalla dieta:

  • Carne e pesce grassi;
  • Bevande alcoliche;
  • Cioccolato, torte, muffin, cacao;
  • Minestre e brodi ricchi di grassi;
  • Fegato, cervello, rene;
  • Tutti i tipi di grassi e grassi animali;
  • Piatti piccanti e salati;
  • Caffè, tè nero forte.

Invece di grassi animali, puoi mangiare grassi liquidi di origine vegetale. Oli particolarmente utili contenenti acidi grassi polinsaturi del gruppo Omega: Omega-3, Omega-6, Omega-9. Sono ricchi di semi di lino e olio d'oliva. Nonostante l'alto contenuto calorico, questi prodotti aiutano a pulire e rafforzare i vasi sanguigni, a restituirli elasticità, a normalizzare i processi metabolici.

Aderiamo al regime

Un paziente di qualsiasi età ha bisogno di esercizio fisico, un buon esercizio fisico. Lunghe passeggiate, nuoto, lezioni nel gruppo Salute sono utili. Non è raccomandato l'allenamento per la forza. Sulla cyclette è necessario impostare la modalità di risparmio.

Il paziente ha bisogno di emozioni positive. Si libereranno degli effetti negativi dello stress della vita. Nella cerchia familiare, è necessario provvedere ai doveri e ai consigli di una persona anziana. La sua conoscenza ed esperienza dovrebbero essere apprezzate dai suoi parenti.

prospettiva

Dovrebbe essere chiaro che l'aterosclerosi cerebrale è classificata come una malattia cronica, quindi il trattamento è spesso per tutta la vita. A seconda della tempestività della diagnosi e dell'inizio della terapia, dipenderà anche la prognosi.

Nella pratica dei neurologi sono note estese forme di aterosclerosi dei vasi cerebrali, che tuttavia consentivano alle persone non solo di vivere a lungo, ma anche di rimanere efficienti. Tuttavia, ci sono casi in cui la prima manifestazione clinica di questa malattia termina in un ictus ed è fatale per una persona.

Pertanto, il medico svolge un ruolo così importante nella diagnosi tempestiva della malattia e del suo trattamento qualificato.

Dove e come controllare i vasi sanguigni per l'aterosclerosi

L'aterosclerosi è una particolare malattia generalizzata cronica che colpisce le arterie di varie dimensioni e posizioni. La patologia è classificata come pericolosa, come nella diagnosi tardiva e la completa assenza di trattamento può portare a seri problemi di salute.

Sullo sfondo dello sviluppo della patologia, i vasi sanguigni e le arterie sono ricoperti da placche di colesterolo, motivo per cui la salute generale di una persona è seriamente disturbata, gli organi vitali si stanno gradualmente riducendo.

Schema di sviluppo

I medici moderni segnano un paio di popolari schemi ipotetici dello sviluppo complessivo della patologia - endoteliale e lipidica. In quest'ultimo caso, la ragione iniziale per lo sviluppo della patologia è una quantità seriamente aumentata di elementi grassi o lipidi nella composizione del sangue totale. Questo è particolarmente vero per coloro che sono caratterizzati da bassa densità.

Questa teoria implica che l'aumentato volume di lipidi contribuisce alla loro rapida penetrazione nelle pareti dei vasi sanguigni con la successiva formazione di placche pericolose per il paziente.

La teoria endoteliale sotto la causa principale dell'emergenza e dello sviluppo dell'aterosclerosi pericolosa implica un grave danno agli strati interni dei vasi sanguigni che scatenano una serie di reazioni che sono spiacevoli per complessità e sintomi. Ognuno di loro porta al rapido sviluppo della placca nel sito di danno alle navi.

Le due teorie indicate sono effettivamente completate, ma non escluse. Comune può essere il fatto che la formazione di un coagulo di sangue si verifica piuttosto lentamente e spesso con completa assenza di sintomi. Non appena questa formazione è calcinata e diventa un serio ostacolo al flusso naturale di sangue, rispettivamente, la nutrizione dell'organo a cui la nave conduce, non vi è più alcun dubbio sulla presenza di patologi.

Prima del dottore c'è solo la questione di verificare la posizione esatta del problema. Allo stesso tempo, possono verificarsi problemi come il danno e il distacco di una placca sotto pressione alta. Attraverso il suo movimento, provoca un coagulo di sangue, che è abbastanza spesso fatale.

Com'è l'ispezione delle navi?

È piuttosto difficile sospettare la presenza di aterosclerosi all'inizio del suo sviluppo, poiché i segni caratteristici possono essere completamente assenti.

Al fine di determinare la malattia con la massima precisione, vale la pena condurre una diagnosi medica completa e un controllo delle navi, costituito dalle seguenti misure:

  1. Identificazione dei principali fattori di rischio per la patologia generale;
  2. Identificazione dei sintomi caratteristici;
  3. Effettuare test di laboratorio;
  4. L'uso di moderni metodi strumentali di diagnosi.

Questo è uno speciale approccio integrato attraverso il quale un problema può essere identificato senza problemi.

Principali analisi del rischio

Alcuni fattori che contribuiranno allo sviluppo di placche pericolose non sono ancora del tutto chiari.

Tra le ragioni più basilari ci sono:

  • Permanenza a lungo termine in alta tensione e stress;
  • Consumo di cibo pieno di animali e grassi raffinati che sono pericolosi per la salute;
  • Abuso a lungo termine di nicotina e alcol;
  • Disturbi di fondo nel sistema endocrino;
  • l'obesità;
  • Un certo fattore ereditario;
  • Mancanza o numero minimo di movimenti;
  • La presenza nella composizione di una grande quantità di colesterolo caratteristico di bassa densità.

Ciascuna caratteristica accelera in modo significativo lo sviluppo complessivo delle gravi lesioni aterosclerotiche e l'età in questo caso non ha importanza.

Se ci sono uno o due di questi momenti allo stesso tempo, la persona viene necessariamente esaminata per lo sviluppo dell'aterosclerosi.

Lo studio del quadro clinico generale

Non appena lo specialista determina i principali fattori di rischio per lo sviluppo della patologia, procede all'analisi del quadro clinico generale. A causa di ciò, è possibile determinare con alta probabilità la localizzazione generale dell'aterosclerosi. I segni dell'aterosclerosi, che possono essere utilizzati per diagnosticare una malattia, dipendono direttamente da quale parte del corpo sono maggiormente colpiti e quale organo soffre di una insufficiente circolazione sanguigna.

Sintomi simili possono essere i seguenti:

  • Danni alle arterie del cervello - acufeni, vertigini, perdita dell'udito, deficit significativo della memoria;
  • Interruzione delle arterie nelle gambe - claudicatio intermittente;
  • Problemi con le arterie coronarie - stenocardia, mancanza di respiro e dolore durante lo sforzo fisico;
  • La sconfitta delle vene renali - la riduzione della filtrazione renale naturale, la presenza nelle urine di sangue e proteine;
  • L'affetto delle arterie carotidi si manifesta con vertigini e altri segni simili ai problemi nel cervello;
  • L'aterosclerosi aortica può essere diagnosticata con l'aumento del polso e con la pressione sistolica standard.

In altre parole, con un'attenta attenzione alla vostra salute e al benessere generale, è possibile non solo riconoscere la presenza della malattia, ma anche rivelare con quali organi è sorto il problema.

Metodi di laboratorio strumentali e moderni

L'aterosclerosi vascolare grave è una malattia cronica a lungo sviluppo che nel processo di sviluppo produce automaticamente alcuni cambiamenti nella composizione del sangue e delle urine. Su questa base, qualsiasi esame e verifica standard si basa su un'analisi biochimica generale del laboratorio sulla composizione del sangue e uno studio generale sulla composizione delle urine.

Mediante queste analisi, viene determinato lo stato generale di proteine, bilirubina, glucosio e altri elementi importanti per il normale funzionamento del corpo.

I metodi di esame di laboratorio, di regola, sono assegnati a tutti i pazienti, senza eccezione, che hanno determinati problemi di salute, cioè, anche al minimo sospetto di aterosclerosi.

Risolvere il problema di come controllare le navi usando i metodi di ricerca di laboratorio offre l'opportunità di avere un'opinione sulla posizione e sulla salute delle arterie e delle navi in ​​ciascun paziente specifico.

Sulla base di test di laboratorio, il medico riceve i seguenti dati:

  • Il livello di colesterolo totale - la norma di 3.1-5.2 mmol / l;
  • Colesterolo HDL utile - la norma da 1.58 - uomini e 1.42 - donne;
  • Colesterolo pericoloso o LDL - fino a 3,9 mmol / l;
  • Trigliceridi: la norma è 0,14-1,82 mol / l;
  • L'indice generale del rapporto tra colesterolo cattivo e buono è determinato - la norma è fino a 3.

Contemporaneamente a questi indicatori, lo specialista riceve dati da parametri quali la velocità di filtrazione dei reni, la proteina c-reattiva e il livello totale di creatinina.

La diagnosi e la verifica dei vasi sanguigni viene effettuata anche attraverso metodi strumentali. Il più spesso ha effettuato navi di ultrasuono. Quindi è possibile tenere le navi della localizzazione più diversa.

In quasi tutte le situazioni, vengono effettuati metodi di ricerca, che decidono come controllare le condizioni delle navi, come ad esempio:

  1. Angiografia a contrasto;
  2. Viene effettuato un controllo all'interno delle navi;
  3. risonanza magnetica;
  4. Esame angiografico dello stato generale delle navi;
  5. Scansione duplex delle navi. Con questo metodo, è possibile determinare lo stato funzionale generale delle pareti delle vene e delle arterie;
  6. Il Doppler transcranico è un'occasione unica per controllare i vasi all'interno del cranio.

Molte di queste tecniche moderne ci permettono di determinare con precisione la posizione esatta della distruzione dei vasi sanguigni, il grado di danno e il livello di vasocostrizione generale. Senza l'uso di moderni metodi di controllo delle navi, è semplicemente impossibile eseguire l'intervento chirurgico, le sue tattiche e procedure nel processo di salvare la vita del paziente nel modo più completo e competente possibile.

Ulteriori metodi di indagine

Abbastanza spesso, l'aterosclerosi, come patologia vascolare, si manifesta con certi segni esterni. Pertanto, contemporaneamente all'esame di laboratorio e strumentale, viene eseguito un esame visivo del paziente. Questo rende possibile identificare le prime manifestazioni fisiche esterne della malattia.

Tra queste manifestazioni si può notare la presenza di Wen sulla pelle, così come le placche di colesterolo sulle palpebre. Una grande quantità di capelli cresce nelle orecchie e le unghie iniziano a deformarsi fortemente, i capelli diventano più deboli e, a causa della maggiore perdita, diventano meno frequenti. Tutti questi sono segni relativamente non specifici che possono indicare problemi con i vasi del cervello.

Con l'ispezione visiva, il medico può determinare i segni e i sintomi di determinati problemi nel funzionamento degli organi interni. Questo può includere perdita progressiva di peso, gonfiore, basato sull'accumulo patologico della linfa.

Anche nel processo di progressione della malattia, possono comparire problemi come lesioni cutanee - ulcere e ulcere. Se ci sono tali segni, uno specialista prescriverà un esame più approfondito delle navi e della salute generale.

L'ispezione visiva include la palpazione del tubo digerente e del fegato. Un medico esperto nel processo di tale indagine può determinare alcuni cambiamenti nelle dimensioni totali, nella consistenza, nella struttura, nonché nella posizione degli organi che potrebbero essere interessati dall'aterosclerosi. Un professionista, dopo un attento esame del paziente, noterà non solo i cambiamenti con il corpo, ma anche quelli psicologici.

Abbastanza spesso, il paziente ha sintomi spiacevoli come:

  • Aumento della sudorazione;
  • Arrossamento della pelle;
  • Ansia persistente o parossistica;
  • Stato isterico;
  • Cambiamento d'umore irragionevole.

Particolare attenzione durante l'esame è data al peso del paziente. Con un forte aumento di esso, vengono eseguiti test per determinare il livello di glucosio. La ragione è che altre malattie sistemiche non meno gravi possono unirsi alla forma standard di aterosclerosi. Se le manchi e non le guarisci in tempo, peggioreranno ulteriormente il decorso dell'aterosclerosi, daranno varie complicazioni e ostacoleranno seriamente il processo dell'intervento chirurgico.

Una delle lamentele più comuni nei pazienti con sospetta aterosclerosi sono i problemi agli arti inferiori. Questo può essere non solo claudicatio intermittente, che è aggravato dallo sforzo, ma anche debolezza nelle gambe e nel loro intorpidimento. Se questi sintomi spiacevoli scompaiono dopo il riposo, vale la pena controllare i vasi delle gambe.

Il medico nel processo di esame eseguirà un esame palpatorio delle estremità per la loro bassa temperatura e l'indebolimento dell'impulso nelle arterie periferiche. Nel processo di ispezione, le gambe vengono esaminate per l'atrofia muscolare, per l'attaccatura dei capelli ridotta, per l'ispessimento delle unghie e per la loro crescita lenta. Con l'aterosclerosi, le gambe hanno un colore più chiaro, si può osservare la cianosi delle dita dei piedi.

Un sintomo caratteristico può essere un cambiamento nel colore e nella struttura della pelle del piede, anche con leggera flessione e cambiamento di posizione. Nel processo di ritorno al suo stato normale, può verificarsi il suo rapido arrossamento.

Riassumendo

Disturbi del flusso sanguigno che sono diversi nella complessità possono portare all'aterosclerosi, ma un disturbo più pericoloso può ben svilupparsi, e già sullo sfondo si osserveranno cambiamenti in numerose navi e nelle loro pareti interne. È in questa situazione che viene identificata la causa della malattia vascolare, solo dopo che il trattamento ottimale dei vasi viene selezionato e prescritto.

Vale la pena sapere che le solite opzioni per la ricerca medica e il test delle navi non sono in grado di fornire un quadro completo della patologia in rapido sviluppo. È per questo motivo che vengono utilizzati metodi di indagine moderni e più costosi. Esistono in medicina molto e passano attraverso tutti i tipi di test possono essere costosi da un punto di vista materiale.

Il paziente sceglie quale metodo eseguire l'esame. È importante capire che il passaggio di una diagnosi completa non solo determinerà la malattia di base, ma controllerà anche il corpo per ulteriori patologie di fondo.

Come identificare l'aterosclerosi: la diagnosi corretta

L'aterosclerosi è una malattia cronica del sistema circolatorio. È caratterizzato da una violazione dei processi metabolici nel corpo, dalla formazione di depositi di grasso sulle pareti dei vasi sanguigni che impediscono il passaggio del sangue. Di conseguenza, i nutrienti e l'ossigeno insieme al sangue entrano nelle cellule in una quantità minima, il che porta ad un peggioramento dei sintomi negativi.

Come determinare l'aterosclerosi?

In caso di patologie circolatorie, è necessario effettuare la diagnostica per escludere la probabilità di progressione dell'aterosclerosi. Altrimenti, c'è il rischio di pericolose complicazioni che influenzano il funzionamento degli organi vitali.

Se sei interessato a come determinare l'aterosclerosi, presta attenzione ai seguenti segni:

  1. Cambia il colore della pelle degli arti in pallido.
  2. Con una leggera diminuzione della temperatura, si verificano brividi.
  3. Pressione ridotta
  4. Edema, sensazione di pesantezza alle gambe e in altre parti del corpo.
  5. Dolore negli organi colpiti.

Le persone che soffrono di aterosclerosi spesso lamentano stanchezza, apatia, possibili svenimenti, vertigini costanti. Il deterioramento generale di uno stato di salute non è escluso. Forse lo sviluppo di patologie di vari organi.

La violazione della circolazione cerebrale provoca molti rischi. Questa patologia si manifesta nei disturbi della struttura delle arterie carotidi e di altri vasi che forniscono sangue al cervello. Se un organo riceve ossigeno insufficiente, si manifestano rapidamente i seguenti sintomi:

  1. Diminuzione della memoria, i pazienti dimenticano rapidamente gli eventi che gli sono accaduti di recente.
  2. Frequenti mal di testa che non possono essere fermati da analgesici standard. Con l'attività fisica, aumentano.
  3. Compromissione visiva, la formazione dell'effetto dei punti di sfarfallio davanti ai tuoi occhi.
  4. Patologia del sonno, la quasi completa assenza di sogni.
  5. Apparendo periodicamente tinnito, altri disturbi uditivi.
  6. Frequenti svenimenti in persone che in precedenza non soffrivano di questi fenomeni.
  7. Deterioramento del coordinamento.
  8. Con lo sviluppo dell'aterosclerosi del cervello, l'arrossamento occasionale del viso, è possibile l'iperidrosi.

Il cuore

L'aterosclerosi spesso interferisce con il lavoro dei vasi coronarici, che colpisce il muscolo cardiaco. Ci sono sintomi di indebolimento del miocardio, accelerazione del polso, instabilità dei ritmi cardiaci. La malattia cardiaca ischemica si manifesta, caratterizzata da tali segni:

  1. Dolore manifestato dalla sensazione di bruciore nello sterno.
  2. Sensazione di pressione costante
  3. Difficoltà nella respirazione profonda, specialmente durante la fase inspiratoria.
  4. Angina pectoris
  5. Aumento della frequenza cardiaca.

Questi sintomi possono aggravarsi non solo con lo sviluppo della malattia, ma anche con uno stile di vita improprio, cattive abitudini, dieta squilibrata e costante affaticamento.

estremità

L'aterosclerosi sconvolge la struttura dei vasi sanguigni, che ha un complesso effetto negativo sul corpo. Se il sangue penetra negli arti superiori o inferiori in un volume insufficiente, compaiono i seguenti sintomi:

  1. Dolore alle braccia o alle gambe, che è aggravato dal camminare, correre, fare il lavoro fisico.
  2. Sensazione di intorpidimento
  3. Rigenerazione insufficiente delle ferite, specialmente sui piedi.
  4. La temperatura degli arti inferiori è molto più bassa di prima.
  5. Impulso sulle gambe molto sentito.

Quando viene rilevato dolore muscolare aterosclerosi. Nella diagnosi di questa malattia, è necessario distinguerla dall'osteoartrosi, che nelle fasi iniziali presenta sintomi simili. L'aterosclerosi colpisce non le articolazioni, ma i muscoli.

Com'è il sondaggio?

La diagnosi differenziale dell'aterosclerosi comprende test strumentali e di laboratorio eseguiti nel seguente ordine:

  1. Esame delle urine e del sangue
  2. Ultrasuoni, fluoroscopia e altri metodi strumentali necessari per l'analisi visiva dello stato delle pareti vascolari.
  3. Determinazione della pressione sanguigna, ECG.
  4. Oftalmoscopia.
  5. Coagulazione.
  6. Il rapporto tra i parametri fisici del corpo in base all'età, le caratteristiche individuali dell'organismo.

Metodi diagnostici

Per identificare l'aterosclerosi, vengono utilizzati metodi strumentali e di laboratorio. Spesso utilizzato a raggi X, apparecchiature ad ultrasuoni, non solo per determinare la malattia, ma anche per chiarire il grado del suo sviluppo.

angiografia

Durante l'angiografia, lo stato delle navi viene diagnosticato utilizzando raggi X di contrasto e sostanze ausiliarie con cui vengono visualizzati piccoli vasi. Il liquido speciale viene introdotto insieme ai pigmenti, dopo di che viene scattata un'istantanea.

  1. Processo infettivo acuto.
  2. Reazioni allergiche
  3. Disturbi mentali

Quando si esegue l'angiografia, è possibile identificare eventuali anomalie nella struttura delle pareti vascolari, per determinare la minima violazione della pervietà. Deviazioni osservate in altri organi.

Angiografia TC

Quando si esegue la tomografia computerizzata, è possibile visualizzare la struttura dei vasi sanguigni, per identificare le violazioni nel corpo. L'angiografia TC non ha praticamente alcun effetto negativo sull'uomo, poiché richiede un livello minimo di esposizione. Ha un piccolo numero di controindicazioni, praticamente non provoca il verificarsi di complicanze.

Questo tipo di esame viene eseguito su base ambulatoriale. Viene iniettato un mezzo di contrasto, seguito da una scansione a raggi X. L'immagine non viene visualizzata immediatamente, ma dopo l'elaborazione dei risultati ottenuti utilizzando la tecnologia informatica.

Permette di identificare le violazioni dei vasi sanguigni, è ampiamente utilizzato per diagnosticare lo stato delle arterie vertebrali e carotidi. Se la parete vascolare raggiunge uno spessore di 1 mm o più, questa deviazione è chiaramente evidente. Per valutare le condizioni generali del muscolo cardiaco, viene utilizzato l'ecografia intracoronarica.

Quando si contatta una clinica moderna, i pazienti vengono offerti per eseguire la scansione duplex o triplex, che è caratterizzata dall'ottenere un'immagine migliorata. Con l'aiuto di questi tipi di studi diagnostici, è possibile non solo esaminare la struttura dettagliata dei vasi, ma anche distinguere il movimento del sangue attraverso di essi, che è indicato dal colore corrispondente.

Risonanza magnetica delle arterie

La struttura delle navi si riflette nelle immagini in un formato bidimensionale. Nella maggior parte dei casi, utilizzando un metodo di contrasto, ma a volte la procedura viene eseguita senza contrasto. La risonanza magnetica viene mostrata quando viene rilevato un restringimento del lume dei vasi sanguigni, espresso da alterata circolazione sanguigna.

Tomografia a fascio di elettroni

Necessario per identificare le caratteristiche del funzionamento, la struttura del cuore in formato tridimensionale. Questa procedura richiederà un minimo di tempo. La CRT è caratterizzata da un livello minimo di effetti avversi sul paziente. È usato nella diagnosi delle malattie cardiache. È necessario visualizzare le arterie coronarie, chiarire la presenza di disturbi che non possono essere rilevati durante altre attività diagnostiche.

analisi

La diagnostica di laboratorio dell'aterosclerosi comporta il prelievo di esami del sangue e delle urine, l'elettroforesi, la determinazione della proteina sierica ANO-B, il livello delle lipoproteine, il controllo del coagulogramma. Il fattore più pericoloso che indica lo sviluppo di aterosclerosi è una violazione del metabolismo lipidico, che può essere diagnosticato quando rileva la dislipoproteinemia.

Viene eseguito un test del sangue e delle urine per diagnosticare il livello di tali indicatori:

L'analisi biochimica del sangue include la specificazione della quantità delle sostanze di cui sopra. È usato per chiarire il coefficiente di aterogenicità.

Altri test di laboratorio:

  1. L'elettroforesi delle lipoproteine ​​aiuta a diagnosticare la malattia.
  2. La determinazione del livello di proteina ano-B nel sangue elimina lo sviluppo dell'aterosclerosi.
  3. Per chiarire i risultati quando si rileva una maggiore quantità di lipoproteine ​​nel sangue, viene utilizzato un metodo immunologico.
  4. Il coagulogramma è indicato durante la gravidanza, prima di operazioni complesse per ridurre il rischio di esacerbazione della malattia.

Segni di

Per l'aterosclerosi autodiagnostica, è necessario calcolare l'indice caviglia-brachiale. Per rivelare questo parametro, si dovrebbe dividere il livello di pressione arteriosa sistolica nella zona della caviglia con questo valore nell'area della spalla. La patologia non viene rilevata se l'indice ha un valore numerico compreso tra 0,9 e 1,45. Se il risultato è inferiore alla norma, è necessario condurre una diagnosi più accurata.

Per eseguire correttamente questo evento, segui le istruzioni:

  1. Determina la pressione nella parte inferiore della gamba.
  2. Trova l'area sul braccio che è uguale in misura alla misura sulla gamba. Determina la pressione nel sito appropriato.
  3. Esegui calcoli.
  4. Abbina il numero risultante con valori normali.

Prima di effettuare misurazioni, è consigliabile spostarsi in posizione orizzontale. Per ottenere un risultato accurato, misurare la pressione più volte. Seleziona il numero medio aritmetico. In questo modo puoi diagnosticare con precisione la presenza o l'assenza della malattia.

Quando viene rilevata l'aterosclerosi, sono necessari la correzione sintomatica dei disturbi e la prevenzione delle complicanze. In assenza di un trattamento adeguato, le placche aterosclerotiche si staccano bloccando il flusso di sangue nelle vene e nelle arterie importanti. La diagnosi tempestiva riduce il rischio di infarto, ictus o morte.

Come riconoscere l'aterosclerosi dei vasi cerebrali

Aterosclerosi vascolare: sviluppo, segni e localizzazioni, diagnosi, come trattare

L'aterosclerosi nel mondo moderno aumenta ogni anno la sua quota nel numero di tutte le malattie cardiovascolari. Ciò è dovuto a vari motivi e, prima di tutto, a un cambiamento negli stili di vita delle persone, alla situazione ecologica e, stranamente, a un aumento del livello di benessere, perché il menu giornaliero di una persona della generazione attuale ai nostri antenati avrebbe potuto sognare o sognare. Certo, alcune delle "chicche del colesterolo" potevano essere gustate a Pasqua e Natale.

Nonostante la spietata lotta delle comunità di assistenza sanitaria globale, l'aterosclerosi non si arrende e gli stessi cittadini lo aiutano, perché nella maggior parte dei casi non seguono realmente le raccomandazioni dei cardiologi.

Va notato che in termini di aterosclerosi, non c'è una ragione particolare per la sedazione in giovane età, ma non deve essere confusa con l'arteriosclerosi (arteriocalcinosi), quando il tessuto connettivo cresce con l'età, e si depositano sali di calcio e, come risultato, si accumulano tutti gli strati del muro arterioso, e la nave perde le sue capacità funzionali.

L'aterosclerosi non è il risultato del naturale invecchiamento di tutti gli organi e sistemi, la malattia è un'unità indipendente per la quale il sesso maschile è una preferenza, e la giovane età non è un ostacolo.

L'inizio del processo aterosclerotico

L'aterosclerosi ha scelto le pareti delle grandi e medie navi arteriose come il luogo del suo studio. Per processo aterosclerotico intendiamo la deposizione e l'accumulo di lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità (LDL, VLDL - frazioni di colesterolo "nocive") e i grassi contenuti in essi nell'endotelio tenero ed elastico (rivestimento interno del vaso).

Il meccanismo di sviluppo dell'aterosclerosi è piuttosto complicato, si basa sulla violazione del metabolismo dei lipidi e dei complessi lipoproteici che modificano la struttura strutturale dell'endotelio dei vasi arteriosi, pertanto è più conveniente presentare la patogenesi in una forma schematica:

  • Nella fase iniziale, tra il completo benessere esterno, l'intima inizia cambiamenti strutturali e cellulari che causano la risposta del tessuto connettivo - proliferazione;
  • L'LDL che passa attraverso il flusso sanguigno viene catturato da cellule intime gonfie e depositato sul rivestimento interno del vaso arterioso;
  • Si forma una placca ateromatosa, la cui base diventa LDL. Lo sviluppo di un processo aterosclerotico lungo la lunghezza della nave è chiamato aterosclerosi non nidificante, che è caratteristica solo per lo stadio iniziale e di solito non è considerata una diagnosi;
  • Con l'accumulo di componenti dannosi di colesterolo, le placche iniziano a salire sopra la superficie dell'intima, spostandosi nel lume della nave e quindi restringerla.

Ciò sta già costringendo l'aterosclerosi, che minaccia di bloccare successivamente la nave, dal momento che il lume dell'arteria continua a diminuire con il tempo, fino a quando non è completamente chiuso. È interessante notare che il restringimento al 70% potrebbe passare inosservato e il processo è asintomatico. Solo l'occlusione vascolare, che porta all'ischemia acuta (come variante degli effetti dell'osteosclerosi stenosante), può diventare un "tuono dal nulla";

  • Nelle fasi successive, le placche fibrose possono ulcerare e calcificare, il che aggrava ulteriormente la situazione, poiché si creano buone condizioni per la formazione di coaguli di sangue.
  • I cambiamenti aterosclerotici sono letteralmente tutti vasi arteriosi di grosso e medio calibro. Caratteristiche della formazione e del corso del processo patologico, le sue complicanze saranno discusse in altre sezioni dell'articolo. Tuttavia, prima che valga la pena di prestare attenzione a punti così importanti come le cause dell'aterosclerosi e dei suoi fattori di rischio.

    Chi è a rischio prima?

    Le circostanze che creano le condizioni per il rischio di aterosclerosi hanno creato la necessità della sua classificazione, tenendo conto di vari fattori. Ciò ha permesso di sistematizzare diverse forme di aterosclerosi, le sue fasi e fasi. Le forme di aterosclerosi sono generalmente considerate dal punto di vista della loro origine, cioè la causa principale dell'aterosclerosi.

    Le varianti emodinamiche del processo aterosclerotico sono dovute a:

    1. L'ipertensione;
    2. Angiospasmo, che si manifesta permanentemente per vari motivi, ad esempio durante crisi ipertensive, prolungamento nervoso prolungato o in presenza di una cattiva abitudine al fumo;
    3. Disturbi vasomotori causati da un'altra patologia (distonia vegetativa-vascolare, emicrania cervicale, ipoplasia delle arterie vertebrali, osteocondrosi cervicale, ecc.).

    Le forme metaboliche di aterosclerosi sono provocate da altre situazioni:

    • Storia genetica (disordini costituzionali ereditari del metabolismo dei grassi: diatesi del colesterolo, xantomatosi);
    • Disturbi alimentari causati da un consumo eccessivo di cibi grassi e carboidrati, con conseguente obesità, provocando un aumento del colesterolo nel sangue e delle sue frazioni;
    • Ipodinamico, che spesso porta all'accumulo di eccesso di peso;
    • Patologia endocrina (diabete mellito, insufficienza della ghiandola tiroidea, squilibrio degli ormoni sessuali);
    • Lesioni renali e epatiche (sindrome nefrosica, epatite grassa, calcoli biliari - colelitiasi, ecc.);

    I fattori di rischio, e talvolta le cause dell'aterosclerosi, come menzionato sopra, includono il genere: la malattia colpisce spesso i vasi dei maschi. Inoltre, la presenza di un solo provocatore è un caso piuttosto raro, più spesso sono presenti dalla "compagnia", aggravando così la situazione e aumentando la probabilità di sviluppo di aterosclerosi multifocale, procedendo come una lesione aterosclerotica multi-vascolare con conseguenze caratteristiche per essa.

    Forme di aterosclerosi, in cui entrambi i provocatori emodinamici e metabolici sono chiamati misti, costituiscono la maggior parte dei pazienti che rovinano le statistiche di ictus, attacchi di cuore e non solo loro...

    Classificazione dell'habitat

    Il processo di accumulo di complessi di colesterolo e la formazione di placche ateromatose all'inizio non dà segni di aterosclerosi. Tuttavia, colpendo, in generale, tutti i vasi del corpo, alcuni dà una preferenza speciale. Dal punto di vista della patogenesi, questo può essere assunto sulla base dei segni caratteristici di determinate condizioni patologiche. Le manifestazioni cliniche di IHD possono indicare la localizzazione preferita del processo aterosclerotico, se non è stata dimostrata un'altra ragione per la sua formazione (origine coronarica e non coronarica) o i sintomi tipici dell'aterosclerosi degli arti inferiori. Pertanto, a seconda della localizzazione preferenziale del processo, si distinguono questi tipi di aterosclerosi:

    1. Aterosclerosi dei vasi cardiaci;
    2. Aterosclerosi dell'aorta;
    3. Aterosclerosi dei vasi cerebrali;
    4. Aterosclerosi delle arterie renali;
    5. Aterosclerosi dell'aorta addominale e dei suoi rami;
    6. Atherosclerosis di navi degli arti inferiori.

    Tuttavia, l'aterosclerosi cronica è nota per essere una malattia sistemica e questo spesso porta al fatto che diversi gruppi di vasi sono colpiti in un organismo, ad esempio, coronarico e cerebrale (fino al 40% dei pazienti ha già questa combinazione). Questo tipo di aterosclerosi è chiamato multifocale. L'aterosclerosi multifocale è più pericolosa, richiede una terapia complessa, esacerba la prognosi e incide sull'incidenza delle complicanze postoperatorie, e anche le complicanze dell'aterosclerosi in questo caso sono molto pericolose (infarto del miocardio, violazione acuta della circolazione cerebrale).

    Corso del processo patologico

    Manifestazioni di alcune patologie nel corpo, e ancora di più i segni diretti di aterosclerosi per un tempo piuttosto lungo passano inosservati, ma il processo patologico è in corso, come evidenziato da lunghi e continui studi clinici in questo settore. Grazie a loro, sono stati identificati i seguenti stadi dell'aterosclerosi nella formazione di cambiamenti patologici:

    • Imprevedibile nel tempo, a volte considerevole nella durata, periodo latente (preclinico). Nel frattempo, i cambiamenti ischemici nei vasi nella fase di benessere possono già essere determinati da vari metodi diagnostici, che è meglio iniziare visitando il laboratorio. Lo studio del profilo lipidico (frazioni di colesterolo e trigliceridi) e il calcolo del coefficiente aterogenico saranno in grado di "catturare" lo sviluppo dell'aterosclerosi nella fase iniziale;
    • Lo stadio di aterosclerosi con disturbi nervosi, vasomotori e metabolici, che è già clinicamente evidente, anche se debolmente. Oltre ai cambiamenti di laboratorio (ipercolesterolemia), nei pazienti dopo l'esercizio (ergometria in bicicletta), i cambiamenti ischemici nella registrazione dell'elettrocardiogramma iniziano a essere registrati;
    • La fase I delle manifestazioni cliniche è chiamata ischemica ed è caratterizzata dalla vasocostrizione, che porta alla malnutrizione degli organi corrispondenti e all'insorgenza di cambiamenti distrofici in essi;
    • Stadio II è chiamato trombonekrotichesky, è accompagnato da necrosi, focale grande o piccola, che sono spesso accompagnati da trombosi vascolare;
    • Il terzo stadio fibroso o sclerotico è caratterizzato dalla formazione di cicatrici nel parenchima (reni, fegato) e altri organi con alterazioni atrofiche di se stessi.

    Inoltre, nello sviluppo dell'aterosclerosi, ci sono 3 fasi: la fase attiva o progressiva, la fase di stabilizzazione e la fase di regressione.

    I sintomi dell'aterosclerosi sono meglio visti in accordo con la sua localizzazione, cioè descrivono le manifestazioni di una forma isolata della malattia. Ciò consente loro alcuni dettagli, perché non ci possono essere segni di aterosclerosi dell'aorta e vasi periferici sono esattamente gli stessi.

    I danni ai vasi del collo causano problemi alla testa

    Se parliamo di aterosclerosi dei vasi del collo o dell'aterosclerosi dell'arteria carotide, intendiamo il danno aterosclerotico alle navi che alimentano il cervello e ne assicurano il normale funzionamento. Da ciò ne consegue che se il problema sorgesse riguardo a queste arterie, allora tutte le strutture del sistema nervoso centrale (SNC) ne risentiranno, quindi non ha senso considerarle singolarmente, è meglio semplicemente prendere e combinare in una malattia (che, tuttavia, viene fatta prima di noi) - aterosclerosi dei vasi cerebrali.

    Le ragioni di questa specie sono le stesse di altre forme, si sviluppa secondo leggi simili, tuttavia qui contribuisce anche l'osteocondrosi cervicale. Nel frattempo, i sintomi di questo tipo di aterosclerosi sono eccellenti, qui l'intero fardello cade sulla testa. A causa del fatto che l'aterosclerosi dei vasi cerebrali porta alla formazione di insufficienza circolatoria cerebrale cronica, il risultato di questo processo sarà spiacevoli conseguenze sotto forma di ischemia cerebrale, o meglio, le sue singole aree, che si manifesta clinicamente.

    L'ischemia transitoria o l'attacco transitorio-ischemico (TIA), di regola, si verifica a seguito di angiospasmo (vasospasmo cerebrale). Una grave complicanza di TIA è una condizione piuttosto grave - ictus ischemico, ma TIA è una complicazione dell'aterosclerosi, quindi un infarto cerebrale (= ictus) può anche essere considerato una complicanza dell'aterosclerosi.

    Lo sviluppo dell'arteriosclerosi cerebrale è tipico del processo cronico aterosclerotico:

    1. Al primo stadio, il paziente nota una diminuzione delle prestazioni, affaticamento, distrazione, diventa difficile per lui focalizzare l'attenzione, ricordare gli eventi di una settimana fa, anche se la memoria professionale non soffre ancora. Mal di testa con vertigini periodiche, pesantezza e rumore alla testa, disturbi del sonno, irritabilità, ansia, cattivo umore sono anche sintomi di arteriosclerosi cerebrale;
    2. Per la seconda fase, gli stessi segni sono caratteristici, tuttavia, progrediscono, diventano pronunciati e impediscono già a una persona di lavorare non solo, ma anche di adattarsi alla vita ordinaria;
    3. Il terzo stadio può essere caratterizzato come segue: encefalopatia, una notevole diminuzione delle capacità intellettuali, la comparsa di disturbi cerebellari (perdita di coordinazione motoria) e sintomi di parkinsonismo (rigidità, mancanza di espressione facciale, tremore).

    Il miocardio non riceve nutrimento e ossigeno

    L'aterosclerosi dei vasi cardiaci nel periodo di latenza si comporta di conseguenza, senza rivelare nulla nemmeno con un processo aterosclerotico sviluppato, il che rende difficile diagnosticare precocemente (i pazienti non si lamentano di nulla). Queste circostanze mettono da parte la profilassi che può fermare la progressione della malattia, quindi le misure di trattamento iniziano quando la diagnosi di IHD avviene già.

    Successivamente inizia il caratteristico corso in scena del processo patologico:

    • Ischemico, cioè il primo stadio, si manifesta come una sindrome da stress angina pectoris (IHD) con i suoi sintomi caratteristici: dolore dietro lo sterno associato a attività fisica o stress psico-emotivo, mancanza di respiro, disturbi del ritmo, edema, come segno di insufficienza cardiaca. CHD è formata sullo sfondo di aterosclerosi. La malattia è causata da una ridotta circolazione del sangue nei vasi del cuore, che porta a danni al muscolo cardiaco, perché il miocardio smette di ricevere la quantità necessaria di nutrienti e ossigeno. IHD può essere acuto (MI) o si presenta come un processo cronico, accompagnato da attacchi periodici di angina pectoris;
    • Il secondo stadio (trombonekrotichesky) fornisce un infarto del miocardio anche con caratteristiche intrinseche, che sono descritte nei materiali pertinenti;
    • Lo stadio finale (sclerotico) si verifica in caso di esito favorevole dell'infarto miocardico e si trasforma in una diagnosi: cardiosclerosi aterosclerotica.

    Aorta e aterosclerosi

    Il processo aterosclerotico che interessa il vaso arterioso principale, l'aorta, è molto pericoloso per la vita, perché i suoi rami forniscono all'organismo tutto il sangue. L'aterosclerosi dell'aorta, in particolare la sua regione toracica, non è rara, ma per molto tempo i pazienti vivono e non sospettano nulla, perché i sintomi sono molto scarsi, se non addirittura assenti. Di volta in volta possono esserci sensazioni dolorose dietro lo sterno (aortalgia), che danno alla regione interscapolare. Il processo aterosclerotico nell'aorta nel tempo può portare a gravi conseguenze - cambiamenti atrofici nello strato muscolare nella zona interessata, con conseguente conseguenza ancora più grave - un aneurisma aortico.

    L'aneurisma aortico è caratterizzato dal dolore, che dipende dalla sua posizione:

    1. Con l'aneurisma della divisione in ascensione - il dolore dietro lo sterno;
    2. Archi: dolori al petto che si estendono alla schiena, al collo, alla spalla;
    3. Quando l'aneurisma dell'aorta discendente fa male indietro.

    Inoltre, altri segni sono caratteristici degli aneurismi: mal di testa, gonfiore sul viso dovuto alla compressione della vena cava superiore, cambiamento nel tono della voce (raucedine), tosse (compressione del nervo ricorrente e trachea).

    L'aneurisma aortico dà una complicanza molto seria - la separazione del muro e la sua rottura, che termina con la morte del paziente. La diagnosi precoce può salvare la vita del paziente se il trattamento chirurgico dell'aterosclerosi e le sue conseguenze (aneurisma) vengono eseguite in modo tempestivo, il che, tuttavia, è anche associato a notevoli difficoltà. La terapia conservativa con aneurisma non è possibile.

    Aterosclerosi dell'aorta addominale

    Nell'aterosclerosi dell'aorta addominale e dei suoi rami o nella formazione di un aneurisma, sono presenti i seguenti sintomi:

    • Dolore addominale;
    • Sensazione di pesantezza;
    • Disturbo da indigestione;
    • Forse la presenza nella formazione pulsante della cavità addominale (aneurisma).

    Il tronco celiaco, che lascia la sezione addominale, fornisce il fegato e la milza con il sangue attraverso i suoi rami, mentre le arterie mesenterica superiore e inferiore alimentano l'intestino. La deposizione sulle pareti di vasi arteriosi così grandi di placche ateromatose porta ad un restringimento (stenosi) e allo sviluppo di aterosclerosi stenosante e, di conseguenza, un malfunzionamento del flusso sanguigno agli organi con l'insorgenza di ischemia.

    L'aterosclerosi dei vasi mesenterici spesso induce in errore il paziente, in quanto non consente di comprendere: è l'angina pectoris o la patologia gastrointestinale? Il dolore che si diffonde attraverso l'addome superiore ricorda la cardialgia (sindrome del rospo addominale), ma la presenza di sintomi dispeptici, segni di disfunzione intestinale e perdita di peso dà al paziente qualche motivo per pensare a problemi di stomaco.

    Quando l'occlusione dei vasi mesenterici con placca o trombo (trombosi mesenterica), l'arteria mesenterica superiore soffre più spesso del sangue che fornisce una parte significativa dell'intestino. La mesotombosi dei vasi intestinali porta alla cancrena dell'intestino e richiede un intervento chirurgico di emergenza.

    Aterosclerosi delle arterie periferiche

    Questo tipo di aterosclerosi si basa spesso sui vasi arteriosi che trasportano il cibo agli arti inferiori, quindi in letteratura si può trovare più spesso una descrizione dell'aterosclerosi degli arti inferiori rispetto al danno alle arterie delle mani (soffrono meno). Come altri tipi, la patologia procede come aterosclerosi cronica e passa attraverso 3 fasi:

    1. Manifestazioni dello stadio ischemico: claudicazione intermittente, dolore alle gambe mentre si cammina (il paziente spesso si ferma per riposare), indebolimento o scomparsa della pulsazione dei vasi periferici (sul retro del piede), diminuzione della temperatura cutanea. La mancanza di pulsazione delle arterie femorali e ileali indica la formazione di un focus ischemico cronico, chiamato sindrome di Leriche;
    2. La fase trombonekrotichesky procede in una condizione di ponderazione, il paziente praticamente non può camminare senza dolore, spesso c'è un'ostruzione arteriosa acuta, che può trasformarsi in cancrena, e questo, come Lei sa, è una complicazione deludente di atherosclerosis;
    3. Sclerosi e alterazioni atrofiche dei tessuti nelle aree adiacenti alle aree di necrosi.

    Il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori viene eseguito da un chirurgo che, nelle fasi iniziali, cerca di fermare la progressione con l'aiuto di una terapia conservativa (unguenti, gel, preparati vascolari, ecc.), Ma quando i vasi principali sono colpiti, smette di aiutare e il medico è costretto a sollevare la questione dell'intervento chirurgico.

    Aterosclerosi delle arterie renali

    La conseguenza dell'aterosclerosi delle arterie renali è l'ischemia renale persistente (stadio ischemico), che porta ad una diminuzione del flusso ematico renale e ad alta ipertensione arteriosa stabile. È noto che è molto difficile ridurre la pressione arteriosa con un problema simile, e cambiamenti patologici nei reni aggravano significativamente sia la condizione che la prognosi. Nella maggior parte dei casi, i pazienti stessi notano che i reni sono la causa dell'ipertensione non correggibile e il campione di urina (proteine, cilindri ialini e globuli rossi, anche se in piccole quantità) è confermato solo dal sospetto e indica la necessità di ulteriori esami e trattamenti non solo di un medico generico, ma anche da un nefrologo.

    Lo stadio trombonecrotico dell'aterosclerosi è caratterizzato da trombosi arteriosa renale e nefrosi necrotica.

    I sintomi dello stadio sclerotico dell'aterosclerosi sono: nefrosclerosi aterosclerotica, rene rugoso primario e insufficienza renale cronica (CRF).

    Ancora una volta sulle complicazioni

    Scorrendo a lungo, non mostrandosi da anni, soprattutto non fastidioso il "proprietario", l'aterosclerosi cronica può alla fine presentare una "sorpresa", le sue conseguenze e complicazioni hanno una prognosi tutt'altro che favorevole e spesso finiscono nella morte:

    • Cardiopatia ischemica;
    • Infarto del miocardio (nel 95% dei casi si verifica sullo sfondo di aterosclerosi stenosante delle arterie coronarie);
    • Attacco di Tranzitorno-ischemico;
    • Violazione acuta della circolazione cerebrale (infarto cerebrale, ictus emorragico);
    • Insufficienza mesenterica secondaria e trombosi mesenterica;
    • Aneurisma aortico, che può essere trattato solo chirurgicamente;
    • Cancrena dell'intestino o degli arti, derivante dall'ostruzione acuta del vaso arterioso, a causa dell'aterosclerosi stenotica. Di conseguenza, l'intervento chirurgico, sfortunatamente, non è sempre puntuale e di successo;
    • Insufficienza renale cronica.

    I pazienti affetti da aterosclerosi non possono essere consolati, l'ischemia acuta e cronica non passa senza lasciare traccia, pertanto diagnosi e trattamento tempestivi in ​​questo caso sono estremamente importanti.

    Riconoscere la patologia dei vasi sanguigni...

    La diagnosi di aterosclerosi inizia con un laboratorio che può sospettare una patologia nella fase iniziale, quando il paziente è assolutamente sicuro della sua salute impeccabile.

    Determinazione dello spettro lipidico - lipoproteine ​​aterogeniche, compreso il livello di colesterolo totale, lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità, trigliceridi e calcolo dell'aterogenicità, che indica il grado di aterosclerosi.

    I metodi strumentali sono di grande importanza per stabilire una diagnosi, che, di norma, vengono eseguiti sulla base della diagnosi assunta dal medico e dei dati dei test di laboratorio. Al fine di dissipare i dubbi sul processo aterosclerotico viene effettuata:

    1. Rheoencephalography (REG) per esaminare i vasi della testa e reovasografia (RVG) per studiare il flusso di sangue nei vasi periferici;
    2. Ultrasuoni (ultrasuoni) - convenienti, indolori, informativi;
    3. CA (angiografia calcolata) dei vasi, metodo radiografico invasivo con l'uso del contrasto, che consente di rilevare il processo aterosclerotico, nonché le conseguenze e le complicanze dell'aterosclerosi (stenosi, aneurisma, trombosi, ictus);
    4. L'MRA (angiografia con risonanza magnetica) può essere eseguita senza contrasto, informativo, consente di vedere segni di aterosclerosi nelle fasi iniziali. Di particolare importanza nella diagnosi di aterosclerosi del collo e della testa.

    ... e la tratta

    Il trattamento dell'aterosclerosi viene solitamente avviato dal terapeuta (medico generico o medico di famiglia), quindi i pazienti si assumono da soli:

    • Un cardiologo, se il processo coinvolge in misura maggiore il cuore, l'aorta e le coronarie;
    • Neurologo, quando si tratta di vasi del collo e della testa;
    • Nefrologo con danno renale;
    • La lesione aterosclerotica dei vasi periferici è solitamente impegnata in angiosurgeon.

    La lotta contro il processo patologico inizia con una dieta contro l'aterosclerosi. Ora anche alcuni bambini che visitano determinati siti (e la pubblicità non tace) hanno sentito quale ruolo gioca la nutrizione nella formazione delle placche aterosclerotiche, quindi probabilmente non dovresti elencare ancora una volta i prodotti consentiti e proibiti (nel caso in cui la figura sotto).

    La dieta per l'aterosclerosi non presenta alcuna difficoltà, basta ricordare la cosa principale: il grasso animale è la principale fonte di colesterolo e l'eccesso di peso, l'inattività fisica e le cattive abitudini aiutano a trasformarsi bene in una componente "malsana" che dà origine alla placca. Gli alimenti contenenti colesterolo dovrebbero essere sostituiti con carni magre, pesce, pollame, diversificare il menu aggiungendo frutta e verdura, senza dimenticare di aderire alla dieta e non intercettare mentre si è in movimento. Questo è tutto.

    Il trattamento farmacologico dell'aterosclerosi comporta il trattamento di malattie associate: ipertensione, diabete, malattie del fegato, reni, tiroide, obesità. I preparativi per il trattamento dell'aterosclerosi possono rappresentare diversi gruppi farmacologici:

    1. vitamine;
    2. Agenti antipiastrinici;
    3. Angioprotectors;
    4. Antispastici e vasodilatatori;
    5. Mezzi, miglioramento della nutrizione, circolazione del sangue e microcircolazione;
    6. Farmaci anti-ansia;
    7. Agenti lipidificanti - statine.

    L'autore non elenca deliberatamente i nomi, poiché i mezzi diretti contro l'aterosclerosi sono selezionati individualmente per ciascun paziente, tenendo conto della localizzazione del processo, dello stadio, dell'età, delle comorbilità e delle caratteristiche individuali dell'organismo. Il trattamento con statine da solo vale qualcosa! Pertanto, il paziente deve prima di tutto ascoltare l'opinione del medico curante e seguire scrupolosamente le sue raccomandazioni.

    Rimedi popolari e prevenzione

    Anche la prevenzione per l'aterosclerosi non è difficile: seguire la dieta di cui sopra, combattere l'eccesso di peso e l'inattività fisica, dire "No!". Cattive abitudini, specialmente il fumo, controllare la pressione sanguigna e la glicemia. Il materiale separato è dedicato alle misure preventive, così come lo è il trattamento dell'aterosclerosi con i rimedi popolari. Tuttavia, i pazienti non smettono di chiedere informazioni sulla fattibilità di tali misure. Il trattamento è accettabile, ma i pazienti dovrebbero essere ben consapevoli che può essere solo ausiliario, ma non quello principale. O usato come misura preventiva quando l'aterosclerosi è nella sua infanzia.

    Recentemente, il tè monastico è diventato ampiamente pubblicizzato su Internet. Avendo studiato la composizione di una tale collezione per il cuore, possiamo supporre che sia adatto alla prevenzione, invece del caffè e il solito tè nero sarà utile, tuttavia, è improbabile che sia in grado di assumere il compito di dissolvere le placche aterosclerotiche.

    Per il trattamento di aterosclerosi rimedi popolari da tempi lontani utilizzate infusioni a base di aglio. La tintura di aglio, oltre al prodotto principale (aglio), può contenere miele e limone. Cipolle non provate male, kombucha, cresciute in un vaso in cucina, lamponi e mirtilli. Dicono che questo significa pulire i vasi dal colesterolo.

    Come un rimedio a casa per l'aterosclerosi vengono utilizzati:

    Nel corso ci sono le foglie, le radici, i frutti (come riportato nella ricetta). I pazienti affermano che esistono persino deliziose medicine che possono sostituire un pasto al giorno. Ad esempio, un'insalata di frutta secca (albicocche secche, uvetta, fichi) - 200 grammi e 20 gherigli di noci.

    Video: specialista su aterosclerosi dei vasi cerebrali e trattamento della malattia

    Passo 2: Dopo il pagamento, fai la tua domanda nel modulo sottostante ↓ Passaggio 3: puoi anche ringraziare lo specialista con un altro pagamento per un importo arbitrario

    Aterosclerosi nei polmoni - come riconoscere e sconfiggere la malattia?

    Una malattia in cui vi è una deposizione di placche di colesterolo sull'endotelio dei vasi polmonari è chiamata aterosclerosi dei polmoni. È una patologia cronica, in cui vi è una progressiva diminuzione nel lume dei vasi più grandi, una violazione del tessuto trofico del polmone e la saturazione del sangue con l'ossigeno.

    • Fattori di rischio chiave
    • Fasi del processo patologico
    • Sintomi e diagnosi della malattia
    • Trattamento di patologia

    Il più delle volte la malattia si sviluppa sullo sfondo della malattia coronarica (cardiopatia coronarica) e delle malattie polmonari croniche. Il principale momento provocatorio è l'alto livello di lipidi nel sangue.

    Fattori di rischio chiave

    I cambiamenti patologici nell'arteria polmonare sono più spesso diagnosticati negli uomini di oltre 40 anni, ma recentemente c'è stata una chiara tendenza verso uno sviluppo precedente. La maggior parte dei pazienti sono residenti di megalopoli. L'aterosclerosi dei polmoni si sviluppa spesso a causa dei seguenti fattori:

    • disturbi del metabolismo lipidico accompagnati da un alto contenuto di colesterolo e trigliceridi nel sangue;
    • l'obesità;
    • ipertensione arteriosa;
    • fumo, abuso di alcool;
    • squilibrio ormonale;
    • diabete e altri disturbi endocrini.

    Un ruolo importante nello sviluppo della malattia è giocato dai cambiamenti nelle pareti dell'aorta. Possono essere danneggiati a causa di infezioni virali, processi autoimmuni, predisposizione genetica.

    L'aterosclerosi dei polmoni è una patologia con un'alta probabilità di invalidità o morte in assenza di una terapia adeguata. Pertanto, dopo 40 anni con i primi segni della malattia: mancanza di respiro, dolore al cuore ed edema delle gambe, consultare immediatamente un medico per un esame completo.

    Fasi del processo patologico

    Il processo di formazione della placca sulle pareti delle arterie e dell'aorta avviene gradualmente. È consuetudine distinguere cinque fasi della malattia.

    1. I cambiamenti locali della parete vascolare compaiono in quei luoghi dove si osserva il flusso sanguigno più intenso, specialmente nel punto della giunzione aortica con grandi vasi polmonari. In questo momento si osservano piccole lesioni sull'endotelio, piccoli coaguli di sangue iniziano a formarsi, il che aumenta ulteriormente il danno e la permeabilità della parete vascolare. In questa fase, la trombosi attiva è ostacolata da enzimi presenti nel sangue in quantità sufficiente.
    2. Gli enzimi specifici diventano insufficienti, il che attiva il processo di deposizione delle placche aterosclerotiche. La struttura dell'elastina cambia, le sue fibre si addensano. Anche la struttura della muscolatura liscia vascolare sta cambiando. Le cellule assorbono attivamente i lipidi e sono modificate in quelle che presto diverranno la base del processo aterosclerotico.
    3. In luoghi di deposizione lipidica, si forma il tessuto connettivo. Nel processo della sua maturazione, stimola la crescita delle placche di grasso.
    4. Nella posizione delle placche inizia la degradazione attiva dei lipidi e delle fibre di collagene. C'è una cavità contenente "porridge" di grassi e proteine. Tale ulcera ateromatosa con "porridge" può causare la rapida formazione di grossi coaguli di sangue.
    5. I sali di calcio iniziano a depositarsi nella massa ateromatosa. Una parte significativa dell'aorta e di vasi più piccoli ha aree gravemente danneggiate.

    Sintomi e diagnosi della malattia

    La principale combinazione di sintomi, che indicava chiaramente l'aterosclerosi dei polmoni, divenne la sindrome di Aires - cianosi della pelle, un numero nettamente aumentato di globuli rossi nel sangue, mancanza di respiro e un marcato aumento nel cuore. Il grado di aumento del cuore non corrisponde alle condizioni generali del paziente. Tra i sintomi comuni ci sono debolezza, affaticamento elevato, dolore toracico, emottisi, gonfiore degli arti inferiori.

    Per la diagnosi vengono utilizzati un esame obiettivo, l'ascolto, la percussione dei polmoni, l'analisi della storia e metodi di analisi strumentale e di laboratorio:

    • esame dell'iride dell'occhio per specifici anelli aterosclerotici;
    • biochimica del sangue per chiarire il profilo lipidico;
    • radiografia a contrasto dei polmoni;
    • Ultrasuoni del cuore e dell'addome;
    • scansione delle arterie polmonari duplex e triplex;
    • CT o RM.

    Trattamento di patologia

    L'aterosclerosi dei polmoni è una malattia che si verifica solo sullo sfondo del metabolismo lipidico compromesso. Pertanto, le tattiche terapeutiche comprendono diversi passaggi:

    • correzione metabolica;
    • stabilizzazione del peso corporeo;
    • normalizzazione del background ormonale;
    • abbassando il colesterolo nel sangue;
    • attivazione della scomposizione di grassi e coaguli di sangue;
    • rafforzare la parete vascolare;
    • terapia antipiastrinica.

    Tutti i farmaci devono essere prescritti solo da un medico dopo un esame completo del paziente. Molti prodotti hanno effetti collaterali e, se usati in modo incontrollato, possono compromettere la funzionalità dei reni e del fegato.

    L'aterosclerosi, soprattutto nelle prime fasi, è di grande importanza per la dieta. I farmaci (statine, fibrati) consentono di ridurre rapidamente il livello dei lipidi nel sangue, ma non senza la correzione nutrizionale. Dalla dieta quotidiana dovrebbero essere completamente esclusi prodotti ricchi di grassi animali: carne, burro, latte intero. La preferenza dovrebbe essere data a pesce e frutti di mare. Numerosi studi hanno dimostrato la loro capacità di ridurre il colesterolo nel sangue del 50-65% con l'uso costante.

    Al fine di ridurre il peso corporeo, è necessario limitare l'assunzione di carboidrati semplici e aumentare la quantità di fibra vegetale: verdure, frutta e verdura dovrebbero essere presenti in quantità sufficienti nella dieta quotidiana. Per la correzione del profilo lipidico si possono assumere vari additivi alimentari: vitamina E, olio di pesce, acido nicotinico. Dopo l'esame, il medico può prescrivere i fluidificanti del sangue.

    Cause e trattamento dell'arteriosclerosi cerebrale

    1. Sintomi di aterosclerosi del cervello
    2. Il pericolo di ignorare i sintomi dell'aterosclerosi
    3. Che cosa causa l'arteriosclerosi cerebrale
    4. Modi per diagnosticare l'aterosclerosi
    5. Trattamento per aterosclerosi

    L'aterosclerosi dei vasi cerebrali si verifica in pazienti di età diverse, ma principalmente negli anziani. Manifestati da piccoli spazi nella memoria (date di vacanze in famiglia, nomi di amici, il proprio numero di telefono, ecc.), Vertigini, frequenti mal di testa sono dimenticati.

    Come sbarazzarsi di questi estenuanti, peggioramenti della qualità dei segni vitali della malattia, come curare l'aterosclerosi dei vasi cerebrali ed è possibile a tutti? Qual è il pericolo di questa malattia, in quale forma può fluire senza un trattamento adeguato? Ne parleremo sotto.

    Sintomi di aterosclerosi del cervello

    Cefalea permanente, disturbi della memoria e vertigini non sono una lista completa dei sintomi dell'aterosclerosi del cervello.

    Questa malattia è accompagnata, in aggiunta a quanto sopra, i seguenti sintomi:

    1. Andatura ringhiante;
    2. insonnia;
    3. Tinnito permanente;
    4. Debolezza generale, apatia;
    5. Macchie scure davanti agli occhi aperti e chiusi;
    6. Sudorazione eccessiva;
    7. Aumento della pressione (manifestata dal rossore della pelle del viso);
    8. irritabilità;
    9. Stati depressivi

    Il sintomo principale è il mal di testa continuo. Si verifica a causa di una quantità insufficiente di ossigeno che entra nei vasi sanguigni. E impedirgli di andare lì le placche di colesterolo attaccate ai vasi sanguigni. Questo è ciò che causa l'aterosclerosi cerebrale.

    L'acufene è anche uno dei sintomi evidenti e frequenti dell'aterosclerosi cerebrale. Tuttavia, l'acufene è anche un segno di aumento della pressione sanguigna.

    Il pericolo di ignorare i sintomi dell'aterosclerosi

    Se si ignorano i suddetti sintomi di arteriosclerosi cerebrale, trascurando il trattamento, è possibile innescare l'insorgenza di ictus, malattia coronarica e altre gravi patologie cardiache. Ecco cos'è l'aterosclerosi pericolosa del cervello.

    Ora sai come si manifesta l'arteriosclerosi del cervello. Se molti dei sintomi sopra compaiono contemporaneamente, è necessario consultare immediatamente un medico e sottoporsi almeno ad un esame ecografico.

    Non sottovalutare il pericolo di questa malattia. Danni ai vasi cerebrali e un coagulo di sangue che si è formato in questo contesto possono essere fatali (se il coagulo di sangue si stacca e blocca l'arteria che fornisce sangue al cervello).

    Quando il blocco si verifica gradualmente, i sintomi dell'aterosclerosi sono quasi impercettibili. Anche una stenosi delle arterie a 23, che provoca vertigini e la comparsa di acufene, può essere attribuita a un paziente come affaticamento o disturbo della vita e non testata per l'aterosclerosi.

    Quando il colesterolo si forma nei vasi, si accumulano filamenti di tessuto connettivo e sali di calcio. Si forma una placca aterosclerotica che restringe il lume. Questa crescita diventa una barriera al passaggio del sangue, la turbolenza si verifica nel flusso sanguigno. Così, i globuli bianchi e rossi vengono distrutti e un coagulo di sangue si forma lentamente ma sicuramente.

    Può strappare in qualsiasi momento e bloccare l'arteria cerebrale. La placca di colesterolo che si è staccata ha lo stesso pericolo.

    Che cosa causa l'arteriosclerosi cerebrale

    Questa malattia si verifica quando i depositi di placche di colesterolo appaiono nella sua ultima fase. Restringono il lume dei vasi sanguigni e provocano il verificarsi di tali violazioni come:

    • Cattiva alimentazione delle cellule vascolari, e quindi del cervello, con l'ossigeno;
    • Circolazione del sangue alterata;
    • Quantità insufficiente di ossigeno che penetra nel cervello.

    L'aterosclerosi dei vasi sanguigni della testa si riflette anche nello stato psicologico, l'irritabilità aumenta, l'attenzione diminuisce e l'attività vitale si indebolisce.

    Una delle principali cause di aterosclerosi delle arterie del cervello - scarsa produzione e scissione di grassi nel corpo. Di conseguenza, il lavoro del metabolismo è disturbato (le persone grasse soffrono maggiormente di questa e di altre malattie vascolari).

    I principali provocatori di aterosclerosi delle arterie cerebrali:

    • Stili di vita che implicano un minimo di movimento;
    • Scarsa ereditarietà;
    • Disturbi metabolici;
    • Malattie del sistema endocrino;
    • il fumo;
    • Uso di alcol;
    • Dieta squilibrata, ricca di cibi grassi e malsani.

    La prognosi per l'insorgenza di arteriosclerosi cerebrale nella diagnosi tardiva è deludente. È importante riconoscere la malattia nel tempo e aiutare il tuo corpo a farcela usando tutti i metodi disponibili (sicuri).

    Modi per diagnosticare l'aterosclerosi

    Per assicurarsi di avere aterosclerosi del cervello, è sufficiente che un medico scopra quale dolore hai, come un paziente. Ma per la nomina di un trattamento adeguato, è necessario condurre una serie di studi sulla base di ultrasuoni (ecografia) di vasi intracranici ed extracranici.

    L'angiografia sarà efficace per rilevare lo stadio della malattia. Questo metodo di diagnosi viene utilizzato già quando la diagnosi di aterosclerosi è confermata dagli ultrasuoni.

    L'angiografia è una procedura in cui un farmaco sicuro viene introdotto in una nave che può determinare il grado di impermeabilizzazione delle pareti.

    Questi metodi di diagnosi in simbiosi con esami del sangue tradizionali, che consentono di determinare la quantità di colesterolo, forniranno l'opportunità di vedere un'immagine affidabile delle condizioni del paziente. E sulla base di questa immagine, il medico determinerà che cosa esattamente prendere nell'aterosclerosi dei vasi cerebrali, quale dieta seguire.

    Trattamento per aterosclerosi

    Dopo che la diagnosi di arteriosclerosi cerebrale è stata confermata, sulla base dei sintomi, il trattamento è prescritto a pazienti anziani e giovani.

    Il trattamento è medicamentoso, ma il paziente stesso deve capire che per recuperare il più rapidamente possibile, o almeno alleviare i sintomi della malattia, è necessario seguire rigorosamente la dieta.

    È cibi grassi ricchi di colesterolo che è la causa principale di questa malattia.

    Insieme con l'assunzione scrupolosa di farmaci (vasodilatatori, antiossidanti, vitamine A, E, C, B2, iodio), gli alimenti ricchi di colesterolo dovrebbero essere esclusi dal menu, vale a dire:

    • cioccolato;
    • Salò;
    • di cacao;
    • Pesce in scatola;
    • Latticini grassi;
    • Carne di maiale e prodotti contenenti carne di maiale;
    • Carne grassa di pollame

    La preferenza dovrebbe essere data a:

    • aglio;
    • cipolle;
    • Cavolo di mare;
    • Succo di biancospino;
    • Tintura a base di foglie di fragola;
    • Tintura della corteccia e radice del pungente Eleuterococco;
    • Melissa.

    La diagnosi precoce di questa malattia, la stretta interazione tra il medico e il paziente (trattamento medico adeguato e dieta scrupolosa, uno stile di vita attivo) possono, se non completamente alleviare la malattia, ridurre i sintomi del dolore, ridurre il rischio di ictus.

    Il corretto trattamento di una malattia così comune come l'arteriosclerosi cerebrale basata sui sintomi, un cambiamento radicale dello stile di vita, l'assenza di cattive abitudini aiuteranno i pazienti a percepire la vita in tutti i suoi colori (senza mal di testa e vertigini) ed evitare il rischio di coaguli di sangue nei vasi.

    Inoltre, Leggere Imbarcazioni

    Consolidamento dell'aorta del cuore: cos'è e cosa fare a riguardo?

    Da questo articolo imparerai: cos'è indurimento aortico, è pericoloso. È possibile sbarazzarsi del problema e cosa si deve fare per quello.

    Caratteristica Tetrada di Fallo: che cosa è, cause e trattamento

    Da questo articolo imparerai: quello che viene chiamato il taccuino di Fallot, che i difetti si combinano con questo difetto congenito. Che cosa causa la comparsa di tetradi, sintomi caratteristici della patologia.

    La descrizione del fenomeno frequente - emorragia negli occhi

    Il sanguinamento innocuo negli occhi non avvieneEmorragia negli occhi - un fenomeno piuttosto frequente, la cui causa è una violazione della parete vascolare dell'occhio.

    Stenosi polmonare nel neonato

    Nella pratica medica, la stenosi dell'arteria polmonare nei neonati è abbastanza comune. Nell'11% dei bambini nati con difetti, questa malattia è registrata. In questo contesto si sviluppa un ostacolo che impedisce al sangue di circolare attraverso il dotto del tronco polmonare.

    Norma di ESR nel sangue secondo Westergren

    Il metodo per determinare il tasso di sedimentazione degli eritrociti (ESR), sviluppato all'inizio del secolo scorso dal medico svedese Westergren, viene utilizzato per valutare le condizioni del paziente nel trattamento e nella prevenzione di infezioni, infiammazioni e processi tumorali.

    Sangue denso (sindrome da viscosità aumentata): sfondo, segni, connessione con la malattia, cosa trattare?

    Notando un alto livello di emoglobina, molte persone lo spiegano semplicemente - sangue denso. Tuttavia, chiedendo come diluirlo in uno stato normale, sarà utile scoprire cosa significa tutto questo, perché il sangue è condensato, quali conseguenze minacciano e come affrontarlo.