Da questo articolo imparerai: l'essenza della malattia è l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, perché si manifesta la patologia. Chi è il più delle volte malato, come puoi diagnosticare e curare il disturbo.

Nell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, le placche di colesterolo si formano sulle pareti arteriose delle gambe di questi vasi, che restringono il loro lume. Le persone sopra i 40 anni sono malate, più spesso uomini.

Le fasi iniziali della malattia disturbano leggermente la persona, manifestando solo dolore alle gambe con grave stress. Più dura è l'aterosclerosi, più pronunciato è il dolore che si preoccupa anche a riposo. Le forme di corsa finiscono con la cancrena dell'arto e la sua amputazione a livello della coscia.

Completamente guarito dall'aterosclerosi è impossibile. Ma la moderna terapia medica e chirurgica ripristina la pervietà delle arterie colpite e mantiene la circolazione sanguigna negli arti inferiori al livello adeguato.

Il più ampiamente trattato con questo problema è il chirurgo vascolare. Inizialmente, è possibile contattare il chirurgo generale.

Caratteristico della malattia

I vasi arteriosi delle gambe forniscono tutti i tessuti degli arti inferiori con nutrienti ricchi di ossigeno e sangue. Responsabile di questa è l'aorta finale nella zona della biforcazione, iliaca, femorale, popliteo, arterie delle gambe e dei piedi.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Se i depositi di colesterolo si accumulano sulle superfici interne dei vasi sanguigni di uno qualsiasi dei segmenti di questo letto arterioso, nel tempo questi depositi aumentano e diventano placche aterosclerotiche dense. Restringendo il lume delle arterie, impediscono il libero flusso del sangue e disturbano la circolazione sanguigna delle gambe. Questa malattia è chiamata aterosclerosi degli arti inferiori.

Come cambiano le navi

Le caratteristiche principali di questa patologia:

  1. Le arterie perdono la loro elasticità e si comprimono a causa dell'infiammazione e dei depositi di calcio.
  2. Man mano che le placche crescono, restringono il lume interno dei vasi.
  3. Quando la placca raggiunge una grande dimensione, si rompe con danni allo strato interno delle arterie.
  4. Nel sito di lesione si formano coaguli di sangue che restringono ulteriormente il lume vascolare.

Un altro nome per questa patologia sta cancellando l'aterosclerosi degli arti inferiori. Il termine obliterante significa restringimento, sovrapposizione, che riflette più pienamente l'essenza della malattia.

Qual è il pericolo del cambiamento

Colpite da placche aterosclerotiche, le arterie non sono in grado di fornire i tessuti degli arti inferiori con la quantità di sangue richiesta. C'è una violazione della circolazione del sangue nelle gambe - insufficienza arteriosa. Il suo pericolo è che la carenza di ossigeno dei tessuti modifichi negativamente il metabolismo in essi, viola la struttura e le capacità funzionali. La pelle, i muscoli, le ossa e le articolazioni delle gambe si atrofizzano (diminuiscono, diventano più sottili), il che viola la capacità di camminare. Disturbi circolatori critici - disturbi trofici sotto forma di ulcere, ferite, necrosi (cancrena) delle dita, dei piedi o dell'intero arto.

Tre principali cause di patologia

L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori ha solo tre ragioni principali:

  1. Aumento a lungo termine (in anni) del livello di colesterolo nel sangue (lipoproteine ​​totali e a bassa densità).
  2. Predisposizione genetica (se la malattia era in parenti stretti).
  3. Disordini metabolici (principalmente grassi).

Chi è malato più spesso

Molto spesso la malattia si verifica nelle persone a rischio. Include le persone:

  • obeso;
  • soffre di diabete;
  • soffre di ipertensione;
  • abusare di cibi grassi e caffè forte;
  • il fumo;
  • piedi superraffreddanti costanti;
  • soffre di processi infiammatori nelle arterie delle gambe (arterite);
  • uomini dopo i 40 anni.

Astuzia delle manifestazioni

Di per sé, l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori non si manifesta in alcun modo finché non provoca un restringimento più o meno pronunciato delle arterie che interrompono la circolazione sanguigna nei tessuti. Questa è l'astuzia della malattia. L'aterosclerosi dei vasi della gamba è quindi chiamata aterosclerosi obliterante, se il paziente ha già sintomi caratteristici, questo indica la presenza di una riduzione o una sovrapposizione completa del lume delle arterie.

Un altro momento di astuzia della malattia è l'incapacità di prevedere il decorso e i sintomi. Circa il 20% dei pazienti di età superiore ai 65 anni con placche aterosclerotiche abbastanza pronunciate non presentano alcun disturbo che indicherebbe l'aterosclerosi. Allo stesso tempo, nel 25-30% la malattia si manifesta immediatamente con complicazioni acute che minacciano la cancrena (necrosi) dell'arto.

La gravità dei sintomi dipende dalla presenza di collaterali - nuovi vasi che si formano in risposta a insufficiente apporto di sangue. Sebbene siano piccoli, sono in grado di soddisfare le esigenze dei tessuti per i nutrienti in condizioni di fame di ossigeno. I collaterali meglio sviluppati, meno evidente l'aterosclerosi trascurata.

Nelle persone che sono state ammalate da anni, i disturbi circolatori sono meno pronunciati rispetto ai pazienti con un processo aterosclerotico in rapida progressione, poiché hanno il tempo di formare un flusso sanguigno collaterale. A questo proposito, la sconfitta delle grandi arterie è meno pericolosa di quelle piccole. Nel secondo caso, i collaterali non possono semplicemente formarsi.

Tre sintomi principali

I sintomi possono essere sospettati di lesioni aterosclerotiche degli arti inferiori:

  1. dolore e freddezza alle gambe,
  2. claudicatio intermittente e debolezza delle gambe,
  3. disturbi trofici.

1. Dolore e altre sensazioni

Tipica localizzazione del dolore nei disturbi circolatori negli arti inferiori causati da aterosclerosi sono i muscoli del polpaccio delle gambe. Ciò è dovuto al fatto che hanno il carico maggiore e il numero di arterie è minimo. Pertanto, il blocco di qualsiasi imbarcazione causa dolore alle gambe. Nelle fasi iniziali, appare solo sotto carichi pesanti (corsa, lunga camminata), accompagnato da una sensazione di freddo, raffreddando i piedi.

Quando l'aterosclerosi raggiunge una distribuzione critica, non solo le gambe, ma anche i piedi iniziano a dolere. Tali dolori sono costanti, sono così forti in natura che non vengono nemmeno rimossi dagli antidolorifici. La loro presenza è caratteristica non solo sotto carico, ma anche a riposo.

2. Claudicazione intermittente

Criterio obbligatorio per l'aterosclerosi degli arti inferiori - claudicatio intermittente. Questo sintomo riflette il grado di compromissione delle capacità funzionali dei muscoli delle gambe - i pazienti riportano una grave debolezza delle gambe, accompagnata da dolore quando si cammina a distanze diverse (da 1 km a 20-30 m). Dopo una certa distanza, una persona è costretta a fermarsi e riposare per qualche minuto mentre i muscoli riposano. Dopo di ciò, continua a camminare ulteriormente fino al prossimo attacco di gambe deboli. Questo fenomeno è chiamato claudicatio intermittente.

3. disturbi trofici

Danni alla struttura dei tessuti delle gambe a causa di aterosclerosi e insufficienza arteriosa sono chiamati disturbi trofici. Si applicano a:

  1. pelle delle gambe - diventa pallida, fredda, la crescita dei peli peggiora;
  2. muscoli delle gambe e delle cosce - diventano sottili, riducono il volume e la massa (hypotrophied);
  3. complessi tissutali della pelle, tessuto sottocutaneo, fascia, ossa - ulcere trofiche (ferite non cicatrizzanti) di varie dimensioni (da 1 cm a difetti circolari su tutta la gamba), oscuramento, morte (gangrena) delle dita dei piedi, parte o tutto il piede, e anche le gambe intero arto

Grado di aterosclerosi

La divisione dell'aterosclerosi degli arti inferiori nel grado riflette la gravità dei cambiamenti patologici nei tessuti. Più alto è il grado, più difficili sono i sintomi.

Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori: sintomi, metodi diagnostici e prescrizione del trattamento

L'aterosclerosi degli arti inferiori è una malattia progressiva cronica del sistema cardiovascolare. La causa della sua comparsa è la deposizione di colesterolo e sostanze simili a grassi sulle pareti interne delle arterie.

Mentre la patologia progredisce, le placche di colesterolo aumentano, restringono il lume del vaso (stenosi dell'arteria) o lo bloccano completamente (occlusione).

A causa di una diminuzione del volume di sangue che scorre ai tessuti, la troficità peggiora, il che porta allo sviluppo di patologie gravi secondarie, che spesso si traducono in disabilità.

Informazioni generali

Nelle prime fasi dell'aterosclerosi degli arti inferiori, si verifica una condizione nota come ischemia. È caratterizzata da sensazione di pesantezza durante la deambulazione, rapida affaticabilità, diminuzione locale della temperatura nella parte distale dell'arto colpito.

Lo stadio successivo della malattia è noto come endarterite obliterante. I sintomi caratteristici dell'endarterite sono la scottatura persistente della pelle e la claudicatio intermittente. In assenza di trattamento tempestivo, questa patologia può portare allo sviluppo di cancrena e perdita degli arti.

I cambiamenti aterosclerotici nei vasi sanguigni di varia gravità si riscontrano nella maggior parte delle persone di mezza età, tuttavia, la malattia è asintomatica nelle prime fasi di sviluppo. Il dolore durante la deambulazione avviene più tardi, con un restringimento significativo del lume dei vasi, e indica una grave insufficienza arteriosa.

cause di

L'aterosclerosi obliterante colpisce principalmente gli uomini, lo sviluppo della patologia contribuisce a:

  • Fumo. Circa il 90% dei pazienti con aterosclerosi - fumatori con grande esperienza.
  • Attività fisica insufficiente Tra le persone che conducono uno stile di vita sedentario, le patologie vascolari sono più comuni.
  • Alcol. Il consumo sistematico ed eccessivo di alcol accelera il decorso della malattia.
  • Violazione dei principi di una sana alimentazione. L'abbondanza di carne affumicata, cibi fritti e grassi contribuisce alla formazione di placche di colesterolo.
  • Lo stress cronico e il sovraccarico neuro-emotivo causano angiospasmi che peggiorano la circolazione sanguigna nei tessuti.
  • Malattie croniche L'aterosclerosi può svilupparsi sullo sfondo di diabete, obesità, reumatismi, tubercolosi, ipertensione e altre patologie del sistema cardiovascolare.

I fattori di rischio possono essere suddivisi in due gruppi: o portano a una costante vasocostrizione, impediscono la circolazione sanguigna e accelerano la deposizione di colesterolo o aumentano il contenuto di colesterolo e le lipoproteine ​​concomitanti nel sangue.

Segni di

Le patologie vascolari sono particolarmente pericolose perché possono svilupparsi in modo asintomatico per un lungo periodo di tempo. I primi sintomi evidenti di aterosclerosi dei vasi delle gambe indicano che il processo è già andato abbastanza lontano e il paziente ha bisogno di un trattamento immediato.

La prima cosa a cui i pazienti di solito prestano attenzione è la rapida affaticabilità e dolore che si verifica durante lo sforzo fisico (soprattutto quando si cammina, si sale le scale, si corre), accompagnato da pelle d'oca sulla pelle. Alcuni pazienti hanno una spiccata sensibilità al freddo.

La localizzazione del dolore dipende dalla posizione del sito della lesione. I muscoli del polpaccio, la stenosi dell'aorta addominale e le arterie iliache si manifestano solitamente per tenerezza nei muscoli della coscia e delle natiche. Con la progressione dei cambiamenti aterosclerotici, l'intensità del dolore aumenta, si diffondono ad altri muscoli della gamba interessata.

I pazienti lamentano sentimenti di costrizione, rigidità, intorpidimento. È caratteristico che durante la rimozione del carico, e ancor più dopo il riposo, il dolore scompare, il disagio scompare. Questo complesso di sintomi è noto come claudicatio intermittente.

La claudicatio intermittente nella maggior parte dei casi appare su una gamba, i sintomi bilaterali nelle prime fasi sono rari. Con la sintomatologia bilaterale, la gravità delle sensazioni varia su ciascuna delle gambe.

L'ulteriore progressione della malattia è accompagnata da un aumento dell'intensità del dolore anche a riposo e dalla sua diffusione alle estremità distali fino alle dita. Il dolore aumenta con la posizione orizzontale dell'arto colpito.

A causa della violazione del trofismo dei tessuti sulla gamba interessata, i capelli cadono gradualmente, la crescita delle unghie e la guarigione di piccole ferite, abrasioni e abrasioni sono notevolmente rallentate. La necrosi si verifica nella parte inferiore delle gambe, delle dita dei piedi e del piede, si sviluppa gonfiore della parte inferiore delle gambe e delle gambe, si formano ulcere trofiche. La pelle diventa tinta bluastra, trasformandosi infine in marrone o nero. La mancanza di trattamento porta alla cancrena.

La caratteristica principale per determinare lo stadio di sviluppo dell'aterosclerosi è la distanza del cammino senza dolore:

  • Fase 1 La distanza di camminare indolente è più di 1 km, il dolore si verifica durante un considerevole sforzo fisico.
  • 2a tappa Le sensazioni dolorose compaiono dopo aver superato una distanza di 250-1000 m.
  • Fase 2b. Il paziente è in grado di superare senza dolore 50-250 m.
  • Fase 3 (stadio dell'ischemia critica). La distanza di camminare senza dolore si riduce ancora di più, il dolore non si placa nemmeno a riposo e aumenta di notte.
  • Fase 4. Disturbi trofici.

Queste foto mostrano sintomi evidenti di aterosclerosi trascurata dei vasi degli arti inferiori:

Violazioni del piede trofico a causa dell'aterosclerosi.

Nel corso classico dell'aterosclerosi obliterante, la malattia passa costantemente attraverso gli stadi di sviluppo, ad eccezione dei casi complicati da trombosi arteriosa acuta. Un trombo chiude il lume dell'arteria nel punto più stretto, la gamba interessata diventa improvvisamente fredda e diventa molto pallida. La trombosi arteriosa è indicata come un'emergenza quando il paziente necessita immediatamente dell'aiuto di un chirurgo vascolare.

Quando andare dal dottore?

Se una persona ha più di quarant'anni, qualsiasi sensazione inaspettata nell'area del piede dovrebbe essere allarmante: rigidità, pesantezza, acuta sensibilità al freddo, freddolosità, specialmente se combinate con affaticamento rapido e dolore muscolare. I problemi, a prima vista insignificanti, sono in realtà un avvertimento minaccioso dalla parte delle navi sulla presenza del processo patologico.

Il quadro clinico delle patologie vascolari nelle prime fasi di sviluppo assomiglia alle manifestazioni di altre malattie non direttamente correlate al flusso sanguigno alterato. Pertanto, i primi sintomi di presunta aterosclerosi dei vasi (vene e arterie) degli arti inferiori sono una ragione per visitare il terapeuta che indirizzerà il paziente a uno specialista con il profilo appropriato per ricevere il trattamento.

Il dolore che si verifica mentre si cammina è un'indicazione diretta che la visita a un flebologo non può più essere posticipata. Sensazioni dolorose, cambiamenti nella temperatura locale e colore della pelle indicano che i cambiamenti patologici sono andati abbastanza lontano e rappresentano una seria minaccia, anche una minaccia per la vita.

Fenomeni molto terribili - difficile guarigione di graffi, piccole ferite, crescita più lenta delle unghie, perdita di capelli sulle gambe. Se vengono rilevati uno o più sintomi, è necessario contattare immediatamente un endocrinologo (per escludere il diabete mellito) o un chirurgo vascolare immediatamente.

La dieta per l'aterosclerosi dei vasi cerebrali è adatta anche per i pazienti con la forma della malattia negli arti inferiori. Scopri di più su di lei.

Quali farmaci sono utilizzati nell'aterosclerosi dei vasi cerebrali? Tutti loro sono elencati qui.

diagnostica

La diagnosi delle malattie arteriose obliteranti viene eseguita con gli studi strumentali obbligatori. Il paziente deve essere indirizzato a una scansione vascolare duplex a ultrasuoni (UZDS). La tecnica della scansione ad ultrasuoni consente di vedere le caratteristiche del flusso sanguigno nel vaso, lo stato delle pareti e dei tessuti circostanti, per rilevare gli ostacoli che violano la circolazione sanguigna.

Con la presunta necessità di intervento chirurgico, viene eseguita l'arteriografia radiopaca. Una sostanza radiopaca viene iniettata nell'arteria e una serie di colpi consecutivi viene effettuata lungo la nave. Dopodiché, il paziente viene lasciato in ospedale e prescritto riposo a letto per 12 ore.

In casi discutibili, viene misurata anche la pressione parziale dell'ossigeno nei tessuti.

Il quadro clinico dell'aterosclerosi degli arti inferiori nelle fasi iniziali ricorda le manifestazioni di altre patologie vascolari, in particolare la tromboangiite e l'obliterazione dell'endarterite:

  • L'endarterite colpisce i giovani e di solito si sviluppa sullo sfondo di congelamento, sovraccarico nervoso o grave ipotermia. I cambiamenti patologici sono di solito localizzati nell'arto distale.
  • La tromboangiite è caratterizzata da una combinazione di sintomi caratteristici di insufficienza arteriosa e tromboflebite venosa. La malattia si verifica nei giovani uomini.

Cosa devo fare per recuperare?

Ogni caso specifico di aterosclerosi richiede un approccio individuale. Nello sviluppo delle tattiche di trattamento, vengono prese in considerazione la presenza di comorbilità, la gravità delle condizioni del paziente, l'estensione della lesione vascolare e alcuni altri. Il trattamento dell'aterosclerosi può essere:

  • conservatore;
  • endovascolare;
  • Chirurgicamente.

Terapia conservativa

Il trattamento conservativo è possibile nel rilevamento dell'aterosclerosi nelle prime fasi. I metodi conservativi sono utilizzati nella preparazione per il funzionamento dei pazienti in condizioni non critiche, indebolite dalle comorbilità. A seconda delle condizioni del paziente, oltre al corso di trattamento medico e alle procedure fisioterapiche, sono consentiti dosi ambulanti, esercizio fisico, pneumopressoterapia e alcuni rimedi popolari.

Nel corso della terapia farmacologica sono inclusi farmaci che riducono la viscosità del sangue, contribuendo alla normalizzazione della circolazione sanguigna periferica e agli antispastici. Alcuni pazienti devono assumere costantemente i farmaci, l'intero ciclo di trattamento viene eseguito più volte all'anno.

Il trattamento farmacologico non influisce in alcun modo sulla placca di colesterolo, ma migliora solo la circolazione del sangue nelle piccole arterie del pool interessato, che compensa l'insufficienza circolatoria.

Trattamento endovascolare

Il trattamento endovascolare è un'alternativa minimamente invasiva alla chirurgia e viene utilizzato nelle fasi successive dello sviluppo dell'aterosclerosi, quando i metodi conservativi non sono più efficaci. Un dispositivo viene inserito nell'area interessata dell'arteria per impedire un ulteriore restringimento del lume del vaso.

I metodi di trattamento endovascolare comprendono la dilatazione del palloncino, lo stenting e l'angioplastica. Le procedure vengono eseguite in un intervento radiologico, dopo di che viene applicata una benda di pressione al paziente e il riposo a letto viene prescritto per 12-18 ore.

chirurgia

Quando rileva lunghe zone di blocco, il trattamento chirurgico viene indicato al paziente. I metodi più comuni di trattamento chirurgico sono:

  • Protesi della zona tappata;
  • Trombendarterectomia: rimozione della placca di colesterolo;
  • Shunting - installazione di una nave artificiale per bypassare l'area intasata dell'arteria. Meno comunemente, frammenti delle vene safene del paziente sono usati come shunt.

Il trattamento chirurgico può essere combinato con interventi endovascolari e di altro tipo, a seconda delle condizioni del paziente.

In grave cancrena e necrosi estesa, l'arto interessato viene amputato, poiché questo è l'unico modo per salvare la vita del paziente.

Vedi di più sulla malattia e la sua prevenzione nel video:

Aterosclerosi degli arti inferiori: sintomi e trattamento

L'aterosclerosi degli arti inferiori è una malattia in cui il nodo grasso è localizzato nelle arterie al di sotto dell'area pelvica. I sintomi sono vari, ma la claudicatio intermittente è un sintomo frequente della malattia. Il trattamento ha lo scopo di eliminare la vasocostrizione, la correzione dei disturbi sintomatici.

Cause di patologia

La lesione aterosclerotica si sviluppa a causa della deposizione di placche di colesterolo, grassi e calcio all'interno del lume del vaso. Le cause della malattia sono diverse, ma una violazione del metabolismo lipidico è osservata patogeneticamente in nosologia. La maggior parte dei segni di aterosclerosi degli arti inferiori è provocata da ipossia, danno ischemico al tessuto vascolare, quindi il trattamento elimina la carenza di ossigeno e previene le complicanze associate.

La terapia di combinazione è prescritta per molto tempo. I cambiamenti ischemici negli arti inferiori nell'aterosclerosi derivano dal blocco del lume interno dell'arteria femorale (ramo superficiale). Con la progressione del processo aumenta la probabilità di ostruzione dell'arteria poplitea.

Un sintomo comune della condizione è la claudicazione intermittente con forte contrazione delle fibre muscolari durante il movimento. Quando una persona si ammala, si ferma ad aspettare la sindrome del dolore. Dopo la continuazione del movimento ci sono contrazioni e dolori ripetuti. Con la progressione della patologia, l'intervallo di tempo tra periodi di zoppia diminuisce.

Inizialmente, le manifestazioni della malattia sono localizzate su un lato. Con il rapido sviluppo della patologia diventa simmetrico. La localizzazione bilaterale è dovuta alla comparsa di placche aterosclerotiche in entrambe le arterie femorali. La gravità dei sintomi varia. Con un classico inizio dei sintomi, il medico determinerà da che parte si trova la placca grassa primaria.

Se si verifica un sintomo durante l'esercizio, questo indica una lesione delle arterie iliache, femorali-poplitee. La localizzazione dell'accumulo di grasso in questi vasi porta a certi disturbi neurologici - sindrome di Leriche, dolore nella proiezione dei muscoli del polpaccio durante la camminata attiva.

La grave patologia è accompagnata da dolore alle dita dei piedi. Per la diagnosi differenziale delle lesioni aterosclerotiche da spasmo vascolare neurogeno, il medico chiede al paziente le sensazioni. Se il dolore diminuisce quando si alza dal letto - questa è una manifestazione di aterosclerosi.

Il secondo segno diagnostico - la perdita del rumore del polso sopra la proiezione delle arterie femorali e iliache, si forma a causa del blocco del movimento del sangue. Un esame esterno può essere fatto risalire al pallore dell'arto colpito. La palpazione del dito determina il raffreddamento della pelle. Nei disordini trofici e gangrena, vengono visualizzati foci neri densi. I difetti ulcerativi non guariscono bene. Quando l'aterosclerosi è combinata con il diabete, diventano una fonte di complicanze suppurative.

Con una tale combinazione di cambiamenti patologici, qualsiasi effetto meccanico sulla pelle è accompagnato da segni e graffi. Le lesioni ischemiche dei tronchi nervosi portano a neurite con dolore in tutto l'arto. Il sintomo è differenziato da radicolite ed ernia del rachide sacrale. In alcuni pazienti, il gonfiore della gamba viene tracciato quando la gamba viene tenuta sollevata per un lungo periodo.

Sintomi e fasi

Un sintomo comune dell'aterosclerosi delle gambe è il dolore parossistico nei muscoli del polpaccio e nella coscia. Meccanismi patogenetici del dolore quando si cammina - mancanza di sangue ai muscoli con movimenti pesanti. Il restringimento dell'arteria porta ad una mancanza di afflusso di sangue. La carenza di ossigeno delle fibre muscolari è accompagnata da un aumento dell'accumulo di acido lattico (lattato). Durante l'esercizio, le arterie si restringono. La fame di ossigeno è caratterizzata da intenso dolore, in cui è impossibile continuare il movimento.

I sintomi della claudicatio intermittente nelle persone anziane sono diversi dall'artrosi. Con il danno degenerativo-distrofico alle superfici articolari, la distruzione della cartilagine sinoviale, il menisco del dolore articolare del ginocchio è permanente. L'eliminazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori è accompagnata da sintomi gravi:

  • differenza di temperatura tra la pelle degli arti di sinistra e di destra;
  • intorpidimento delle gambe;
  • dolore senza camminare;
  • annebbiamento delle dita;
  • la scomparsa dell'impulso sotto il ginocchio, sulla coscia.

Le manifestazioni descritte sono specifiche per i nodi aterosclerotici delle arterie degli arti inferiori. Alla loro identificazione è facile stabilire la diagnosi corretta. In base alla presenza di sintomi, le lesioni aterosclerotiche delle arterie femorali e poplitee sono suddivise in 4 fasi. Nella fase iniziale c'è dolore agli arti quando si viaggia su lunghe distanze. I sintomi di 4 fasi:

  1. Forte dolore durante lo spostamento di una persona fino a 250 metri.
  2. Riducendo l'intervallo alla comparsa dei sintomi - da 50 a 200 metri.
  3. La sindrome del dolore si verifica quando si guida fino a 50 metri. In alcuni pazienti può essere rintracciato in uno stato di riposo.
  4. La comparsa di ulcere trofiche. La patologia è caratterizzata da zone scure della pelle con fusione putrida.

A seconda del decorso clinico della malattia, viene determinato il tipo di terapia - operativa o medicamentosa.

Arteriosclerosi obliqua delle arterie della gamba

Per le scelte di diagnosi e trattamento, osservare il livello del danno. L'aorta è un grande vaso nel corpo umano, attraverso il quale il sangue scorre verso il contenuto della piccola pelvi, degli organi interni e delle gambe. L'aorta è divisa in arterie iliache. Dopo aver attraversato il bacino, ogni vaso si biforca formando 2 arterie femorali. Nella fossa poplitea, passa nel popliteo, sotto - nelle arterie della gamba.

La sindrome del dolore durante il movimento si verifica a causa del blocco della fornitura di sangue ai vasi femorali o poplitei. Le forme di corsa sono combinate con cancrena o un'ulcera e provocano la sindrome da intossicazione. La contaminazione batterica del sangue porta a un fenomeno pericoloso - la sepsi. Con insufficiente trattamento e complicanze dell'aterosclerosi delle gambe negli anziani, è possibile l'esacerbazione delle forme nosologiche interne.

Il diabete mellito nel blocco dell'arteria femorale è più grave: le tossine si accumulano nel sangue e distruggono le cellule del pancreas. La mancanza di glucosio porta a danni all'endotelio, che aumenta il rischio di accumulo di grasso e colesterolo. L'aterosclerosi obliterante delle arterie delle gambe è accompagnata da ispessimento della parete vascolare.

La graduale formazione di placche aterosclerotiche porta a un lento blocco del canale intravascolare, che provoca ischemia cronica. Con la completa distruzione, il dolore acuto si verifica quando si cammina per qualsiasi distanza. Senza trattamento, questa patologia è mortale. Esiste la possibilità di separazione della parte superiore della placca con la formazione di tromboflebiti polmonari.

Gli studi non hanno rivelato l'eziologia della malattia. Gli specialisti nella prescrizione del trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori o superiori raccomandano l'eliminazione delle malattie provocatorie e delle cattive abitudini:

  • determinismo genetico;
  • diabete mellito;
  • ipertensione;
  • il fumo;
  • colesterolemia in eccesso;
  • aumento del peso corporeo.

La rottura acuta del flusso sanguigno alle gambe è accompagnata da gravi sintomi:

  • dolore agli arti durante il riposo;
  • affaticamento dei muscoli del polpaccio dopo aver camminato;
  • la formazione di ulcere trofiche;
  • necrosi delle dita dei piedi;
  • intorpidimento della pelle con intensa funzionalità delle fibre muscolari.

I sintomi di aterosclerosi obliterante acuta delle estremità sono specifici. Quando si verifica la nosologia delle difficoltà, il medico non si pone.

trattamento

Il regime di trattamento include necessariamente l'eliminazione dei fattori provocatori. L'ipertensione è una condizione grave contro la quale può essere rintracciata una esacerbazione di malattie secondarie. Combinazione pericolosa di aterosclerosi con diabete. Nel trattamento di pazienti in questa categoria non possono usare i beta-bloccanti, essi porteranno all'inibizione dell'afflusso di sangue periferico. Con claudicatio intermittente, si verifica una diminuzione delle caratteristiche di perfusione del tessuto.

Importante nella diagnosi dei giochi di attività fisica. I pazienti con dolore ai muscoli del polpaccio sono consigliati camminate giornaliere per formare ulteriori collaterali, che garantiranno la normalizzazione dell'afflusso di sangue ai muscoli. Quando compaiono le prime sensazioni dolorose, il paziente si ferma necessariamente. I medici raccomandano di nuotare o andare in bicicletta contro la formazione di anastomosi vascolari nei pazienti con aterosclerosi delle estremità.

Si consiglia la pentossifillina per aumentare l'apporto di sangue periferico. Il farmaco viene utilizzato ogni giorno, tre volte 300 mg. Tecniche operative endovascolari come angioplastica a palloncino, laser plastico, endoarterectomia sono utilizzate per ripristinare la rivascolarizzazione delle gambe in placche singole.

Per lo smistamento femoro-popliteo, aorto-femorale, vengono utilizzati metodi che utilizzano materiali artificiali per ripristinare la pervietà arteriosa. L'urgenza della rivascolarizzazione aumenta quando la zoppia interferisce con le prestazioni del lavoro quotidiano. Le tecniche endovascolari hanno guadagnato popolarità con l'avvento degli stent moderni. Lo smistamento viene eseguito sotto il controllo di ultrasuoni o altri metodi di radiazione.

La simpatectomia lombare è un'alternativa alla scelta per l'aterosclerosi delle gambe. L'essenza della manipolazione sta tagliando il nervo lombare. La procedura è accompagnata dall'espansione del lume intravascolare dovuta al rilassamento muscolare.

preparativi

Tutti i pazienti con placche aterosclerotiche delle gambe sono assegnati a dosi ambulanti, come marker per la successiva terapia. Quanto prima una persona ha claudicatio intermittente, tanto più alto è il dosaggio degli agenti. I principali farmaci per il trattamento delle lesioni aterosclerotiche delle arterie delle gambe:

  1. Sulodexide: per ripristinare la parete vascolare, eliminare l'aumentata attività della formazione di fibrinogeno.
  2. A danno di navi periferiche - bloccanti hydroxymethylglutaryl-acetil-coenzyme reductase.
  3. Per prevenire la formazione di coaguli di sangue - aspirina in una dose giornaliera di 75-325 mg.
  4. L'espansione delle arterie viene eliminata dagli inibitori di Cilostozol, fosfodiesterasi.
  5. Per migliorare la reologia e la microcircolazione dei piedi - pentossifillina.
  6. La correzione della disfunzione endoteliale viene effettuata dall'arginina.
  7. Per migliorare la formazione di collaterali - neovskulen.

Rimedi popolari

Dalla medicina alternativa per il trattamento dei depositi aterosclerotici, raccomandiamo prodotti marini con iodio. L'elemento traccia è necessario per normalizzare la funzionalità del fegato, ripristinare il metabolismo dei grassi. Un'eccessiva concentrazione di colesterolo nel sangue deduce la fibra vegetale di mele, pere, pane e crusca.

Per aumentare la solubilità del sangue, vengono prescritti fosfolipidi. Quanto migliori sono le sue proprietà liquide, tanto minore è il colesterolo depositato nella parete vascolare. Per stabilizzare lo stato è necessario un consumo regolare di olio vegetale. Per mantenere il calcio e il magnesio, sono necessari latticini a basso contenuto di grassi.

Per la prevenzione dell'aterosclerosi, la medicina tradizionale offre una serie di ricette:

  • spremere il succo di mezzo limone in un bicchiere d'acqua, utilizzare due volte al giorno;
  • mangiare prugne, fichi, mele;
  • bere ogni giorno un bicchiere di succo, cetriolo - 50 ml;
  • mangia un cucchiaio di ravanello tre volte al giorno;
  • bere infusione di lampone al posto del tè.

Qualsiasi metodo di trattamento di aterosclerosi, rimedi popolari e procedure anti-aterosclerotiche, si coordinano con il medico. L'autotrattamento della patologia non porta al recupero e aggrava la condizione.

Aterosclerosi dei vasi della gamba: evento, trattamento, prognosi

L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori è una delle malattie più gravi e pericolose delle arterie delle gambe. È caratterizzato dal fatto che a causa del blocco dei vasi sanguigni da placche aterosclerotiche o coaguli di sangue, vi è una cessazione parziale o completa del flusso sanguigno negli arti inferiori.

Nell'aterosclerosi si verifica un restringimento (stenosi) o una sovrapposizione completa (occlusione) del lume dei vasi che trasportano il sangue agli arti inferiori, che impedisce il normale flusso di sangue ai tessuti. Con una stenosi arteriosa superiore al 70%, gli indicatori di velocità e la natura del flusso sanguigno cambiano in modo significativo, si verifica insufficiente afflusso di sangue a cellule e tessuti con ossigeno e sostanze nutritive e cessano di funzionare normalmente.

La sconfitta delle arterie porta al dolore alle gambe. In caso di progressione della malattia, così come con trattamento insufficiente o improprio, possono comparire ulcere trofiche o addirittura necrosi degli arti (cancrena). Fortunatamente, questo accade abbastanza raramente.

L'aterosclerosi obliterante delle arterie degli arti inferiori è una malattia molto comune dei vasi sanguigni delle gambe. Il maggior numero di casi è rilevato nella fascia di età superiore a 60 anni: 5-7%, all'età di 50-60 anni - 2-3% e 40-50 anni - 1%. Ma l'aterosclerosi può essere diagnosticata anche nelle persone più giovani - nello 0,3% di loro, le persone di età compresa tra i 30 ei 40 anni si ammalano. È interessante notare che gli uomini soffrono di aterosclerosi 8 volte più spesso rispetto alle donne.

Fatto: i fumatori di uomini con più di 50 anni sono a maggior rischio di avere l'eliminazione dell'aterosclerosi.

Le principali cause di aterosclerosi

La causa principale dell'aterosclerosi è il fumo. La nicotina contenuta nel tabacco causa uno spasmo alle arterie, impedendo così al sangue di muoversi attraverso i vasi e aumentando il rischio di coaguli di sangue in essi.

Ulteriori fattori che provocano l'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori e che portano a eventi più precoci e al decorso grave della malattia:

  • livelli elevati di colesterolo con frequente consumo di alimenti ricchi di grassi animali;
  • ipertensione;
  • l'obesità;
  • predisposizione genetica;
  • diabete mellito;
  • mancanza di sufficiente attività fisica;
  • stress frequente

Attenzione! Un rischio di congelamento o raffreddamento prolungato delle gambe, trasferito in giovane età di congelamento, può anche essere un fattore di rischio.

I sintomi di aterosclerosi delle gambe

Il principale sintomo a cui prestare attenzione è il dolore alle gambe. Molto spesso, il dolore si verifica quando si cammina nei muscoli del polpaccio e nella coscia. Quando si muovono i muscoli degli arti inferiori aumenta la necessità di sangue arterioso, che fornisce ossigeno ai tessuti. Durante l'esercizio, le arterie ristrette non riescono a soddisfare appieno il bisogno di tessuti per il sangue arterioso, che causa la fame di ossigeno in essi, e si manifesta sotto forma di intenso dolore. All'inizio della malattia, il dolore passa abbastanza rapidamente quando l'esercizio si arresta, ma poi ritorna di nuovo con il movimento. Esiste una cosiddetta sindrome della claudicatio intermittente, che è uno dei principali segni clinici dell'aterosclerosi obliterante delle arterie degli arti inferiori. I dolori ai muscoli delle cosce sono chiamati dolori del tipo di claudicatio ad alto intermittenza, ei dolori ai polpacci delle gambe sono chiamati dolori del tipo di claudicatio intermittente basso.

Nella vecchiaia, tale dolore è facilmente confuso con le sensazioni dolorose nelle articolazioni inerenti l'artrosi e altre malattie delle articolazioni. L'artrosi non è caratterizzata da dolori muscolari, ma specificamente articolari, che hanno la maggiore intensità all'inizio del movimento, e quindi si indeboliscono leggermente quando il paziente "cammina".

Oltre al dolore ai muscoli delle gambe durante la deambulazione, l'aterosclerosi obliterante delle arterie degli arti inferiori può causare i seguenti sintomi in pazienti (uno o più contemporaneamente):

  1. Chilliness e intorpidimento nei piedi, aggravato da salire le scale, camminare o altri carichi.
  2. Differenze di temperatura tra gli arti inferiori (la gamba affetta da aterosclerosi dei vasi è di solito leggermente più fredda di quella sana).
  3. Dolore alla gamba senza sforzo fisico.
  4. Nell'area del piede o del terzo inferiore della gamba ci sono ferite o ferite non cicatrizzate.
  5. Dita scure sono formate sulle dita dei piedi e piedi.
  6. Un altro sintomo dell'aterosclerosi può essere la scomparsa dell'impulso sulle arterie degli arti inferiori - dietro la caviglia interna, nella fossa poplitea, sulla coscia.

Fasi della malattia

Secondo la classificazione esistente dell'insufficienza vascolare arteriosa delle gambe, i suddetti sintomi possono essere suddivisi in 4 fasi dello sviluppo della malattia.

  • Fase I - dolore alle gambe, che compaiono solo dopo un grande sforzo fisico, ad esempio, camminando su lunghe distanze.
  • Stadio IIa - dolore quando si cammina per distanze relativamente brevi (250-1000 m).
  • Stadio IIb - la distanza da camminare senza dolore diminuisce a 50-250 m.
  • Stadio III (ischemia critica) - il dolore alle gambe si verifica quando si cammina per una distanza inferiore a 50 M. In questa fase, il dolore nei muscoli degli arti inferiori può iniziare anche se il paziente è a riposo, specialmente questo si manifesta durante la notte. Per alleviare il dolore, i pazienti tendono ad abbassare le gambe dal letto.
  • Stadio IV - ulcere trofiche si verificano in questa fase. Di norma, le aree di annerimento della pelle (necrosi) compaiono sulle dita o sulle zone del tallone. In futuro, può portare alla cancrena.

Al fine di non portare l'arteriosclerosi obliterante ad uno stadio estremo, è importante diagnosticare in tempo e effettuare un trattamento in un istituto medico.

Trattamento dell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori

Questa malattia richiede un regime di trattamento personalizzato per ogni singolo paziente. Il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori dipende dallo stadio della malattia, dalla sua durata, dal livello di danno alle arterie sanguigne. Inoltre, nella diagnosi e nella preparazione del quadro clinico, viene presa in considerazione anche la presenza di malattie concomitanti nel paziente.

Se l'arteriosclerosi obliterante viene rilevata nella fase iniziale, può essere sufficiente eliminare i fattori di rischio per migliorare la condizione. In questo caso, aiuto:

  1. Cessazione obbligatoria del fumo e altre cattive abitudini.
  2. Diete degli animali dietetici e abbassamento del colesterolo.
  3. Con sovrappeso o obesità - correzione del peso.
  4. Mantenere la pressione sanguigna normale ad un livello non superiore a 140/90 mm Hg. Art.
  5. Attività fisica regolare (camminata, piscina, cyclette, ecc.).
  6. Per i pazienti con diabete mellito - controllare i livelli di zucchero nel sangue.

Nell'aterosclerosi delle navi è severamente vietato l'uso dei seguenti prodotti: burro, margarina, strutto, margarina, carne grassa, salsicce, torte, sottoprodotti, latticini ad alto contenuto di grassi, patate fritte, gelato, maionese, cottura a base di farina.

Importante: lo stile di vita sedentario rende i vasi sanguigni meno elastici e accelera la progressione della malattia.

In altre fasi per il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • conservatore;
  • Endovascolare (minimamente invasivo);
  • Operativo.

Trattamento conservativo

Può anche essere utilizzato nella fase iniziale della malattia, così come nei casi in cui le condizioni del paziente non consentono l'uso di altri metodi (per complicazioni con comorbidità). Il trattamento conservativo prevede l'uso di farmaci, la fisioterapia e include la pneumopressione, la dosa assistita e la terapia fisica.

I farmaci, che ripristinano completamente la normale circolazione sanguigna nell'arteria bloccata e curano l'aterosclerosi, sfortunatamente non esistono ancora. Il trattamento farmacologico può solo dare supporto e influenzare i piccoli vasi attraverso i quali il sangue gira intorno alla parte bloccata dell'arteria. Il trattamento farmacologico ha lo scopo di espandere queste "soluzioni alternative" e di compensare l'insufficiente circolazione sanguigna.

I farmaci speciali sono usati per alleviare lo spasmo dai piccoli vasi arteriosi, diluire il sangue e proteggere le pareti delle arterie da ulteriori danni, alcuni dei quali devono essere bevuti e altri dovrebbero essere assunti costantemente.

Oltre ai farmaci, ai pazienti viene prescritta una pneumopressoterapia - massaggio dei tessuti molli delle gambe con l'ausilio di attrezzature speciali. Con l'aiuto dell'alternanza di bassa e alta pressione nella cuffia, usurata sull'arto, le arterie periferiche si espandono, il flusso sanguigno verso la pelle, i muscoli e il tessuto sottocutaneo vengono aumentati ei vasi sanguigni vengono stimolati.

Trattamento endovascolare

I metodi più comuni di trattamento per l'aterosclerosi dei vasi delle gambe sono i metodi endovascolari - stenting dell'arteria, dilatazione del palloncino, angioplastica. Permettono di ripristinare la normale circolazione sanguigna attraverso la nave senza intervento chirurgico.

Effettuare tali procedure nella radiografia, su attrezzature speciali. Alla fine, mettono una benda di pressione sul piede del paziente e lui deve rimanere a letto per 12-18 ore.

Trattamento chirurgico

Se le arterie occluse nelle gambe sono troppo lunghe per le tecniche endovascolari, uno dei seguenti tipi di intervento chirurgico viene utilizzato per ripristinare la circolazione sanguigna nelle gambe:

  1. Protesi di un sito di arteria con un vaso artificiale (alloprotesi);
  2. Shunting - ripristino del flusso sanguigno reindirizzando il movimento del sangue attraverso un vaso artificiale (shunt). Un segmento della vena safena del paziente stesso può essere usato come shunt;
  3. Trombendarterectomia - rimozione di una placca aterosclerotica dall'arteria interessata.

Foto: un'operazione per rimuovere la placca dalla nave colpita.

Le tecniche chirurgiche possono essere combinate o integrate con altri tipi di operazioni. Se l'operazione viene eseguita nella IV fase della malattia, quando sono già comparse zone morte, vengono eseguite la rimozione chirurgica di questi siti e la chiusura delle ulcere trofiche con un innesto cutaneo.

Se l'obliterazione dell'aterosclerosi è passata allo stadio estremo, quando il paziente ha sviluppato gangrena degli arti inferiori ed è già impossibile ripristinare il flusso sanguigno, viene eseguita un'amputazione della gamba. A volte diventa l'unico modo per salvare la vita di un paziente.

Come evitare la malattia?

La prevenzione dell'aterosclerosi comprende in primo luogo:

  • Smettere di fumare
  • Corretta alimentazione, dieta priva di colesterolo.
  • Attività fisica

Queste sono tre balene che ridurranno il rischio di aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori. Non devi esaurirti con l'esercizio, puoi semplicemente fare passeggiate quotidiane e fare ginnastica per le gambe. Inoltre, come agente profilattico aiuta speciale digitopressione e ricette della medicina tradizionale.

Maggiori informazioni sulla prevenzione completa dell'aterosclerosi, leggi qui.

Trattamento dell'aterosclerosi dei vasi della gamba

Periodicamente, ognuno di noi sente un leggero dolore alle gambe, ma, di regola, non ci prestiamo attenzione. E lo facciamo completamente invano, perché non possiamo parlare della fatica o della solita indisposizione, ma di una grave malattia. Uno di questi è l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, la patologia più comune che si sviluppa nell'età adulta è di circa 65-70 anni.

Cosa è nascosto sotto questa malattia?

Sotto l'aterosclerosi delle gambe si intende una malattia in cui avvengono numerosi cambiamenti: una violazione del passaggio del sangue attraverso i vasi periferici, l'emergere del trofismo tissutale, ecc. Molto spesso l'aterosclerosi colpisce le grandi arterie delle cavità addominale e toracica. Questo è ciò che porta a cambiamenti patologici nelle arterie poplitea, tibiale e femorale, il cui lume diminuisce di oltre il 50-55%.

Lo sviluppo della malattia può richiedere più di dieci anni, durante i quali si siederà tranquillamente all'interno.

Fasi di aterosclerosi

Gli esperti identificano diverse fasi di sviluppo della patologia dei vasi sanguigni delle gambe. Il primo - preclinico - è accompagnato da una pronunciata violazione del metabolismo lipidico (lipoidosi). Ci sono dolori agli arti inferiori, ma si verificano solo dopo aver camminato su lunghe distanze e un intenso sforzo fisico.

Navi normali e sensibili

Al secondo stadio, i primi segni di aterosclerosi iniziano a farsi sentire - le gambe si fanno male dopo aver superato i 250-1000 m. Il terzo periodo (ischemia critica) è caratterizzato da sintomi pronunciati della malattia. La sindrome del dolore appare dopo 50 m a piedi. Bene, all'ultimo stadio (quarto), la pelle delle gambe è affetta da ulcere trofiche, necrosi (pelle annerita) e cancrena, e grave disagio alle gambe si verifica anche in uno stato di calma, anche di notte.

È importante Se il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori non è iniziato nemmeno in questa fase, il caso può finire in cancrena con l'amputazione delle gambe.

Ragioni principali

I fattori che provocano lo sviluppo di questa malattia possono essere molto diversi. Siamo riusciti a mettere insieme le ragioni principali:

  • Il fumo è la causa principale dell'aterosclerosi. La nicotina contenuta nel tabacco porta a spasmi arteriosi e impedisce al sangue di passare attraverso i vasi. Questo è un percorso diretto verso la tromboflebite e l'aterosclerosi;
  • sovrappeso;
  • Mangiare frequentemente cibi ricchi di grassi animali e innalzare i livelli di colesterolo;
  • Problemi di salute - diabete, riduzione della produzione di ormoni degli ormoni sessuali e tiroide, ipertensione arteriosa e altri;
  • Predisposizione genetica;
  • Esperienza di stress cronico;
  • Ipertensione arteriosa
  • età;
  • Affiliazione di genere - spesso uomini con aterosclerosi delle gambe;
  • Attività motoria ridotta;
  • Grande stress psico-emotivo;

Quanto manifesto

Come abbiamo detto, l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori non si manifesta per molto tempo, e subito dopo compaiono alcuni gravi problemi. Non c'è davvero un solo segno che permetterebbe di riconoscere una malattia incipiente nel tempo? Certo che c'è. Tutti loro sono davanti a te:

  • Intorpidimento dei piedi;
  • Claudicatio intermittente;
  • Raramente - embolia o trombosi acuta;
  • Calma e sensazione costante di freddezza interna;
  • Cianosi e pallore della pelle;
  • Crampi - particolarmente spesso tormentati durante la notte;
  • Sensazioni di dolore - da debole a molto forte;
  • Nessuna increspatura sulla caviglia, nella fossa poplitea e sulla coscia;
  • Fenomeni trofici che si manifestano esfoliando le unghie e l'aspetto delle ulcere sulle dita dei piedi e dei talloni, così come la caduta dei capelli sulle gambe;
  • Dolore agli arti, peggio durante il cammino;
  • Cianosi (lupus) della pelle.

Come diagnosticare

La diagnosi tempestiva e corretta dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori gioca un ruolo importante, perché con il suo aiuto è possibile conoscere le cause della malattia e prescrivere il trattamento corretto. All'ospedale, dovresti assolutamente avere le seguenti consultazioni e procedure:

  • Angiografia MR;
  • MSCT angiografia;
  • Misurazione della pressione con calcolo dell'indice brachiale della caviglia;
  • Arteriografia periferica;
  • Scansione duplex (USDG) delle arterie periferiche;
  • Pulsazione delle arterie degli arti;
  • Consultazione di un chirurgo vascolare.

Inoltre, i medici notano la presenza o l'assenza di disturbi trofici sulle gambe, stabiliscono la permeabilità vascolare usando DS e USDG e ascoltano il soffio sistolico sulle arterie stenotiche.

Non sarebbe superfluo condurre un altro piccolo test. Il paziente ha bisogno di alzare le gambe in posizione prona di 45 gradi. Allo stesso tempo, le ginocchia non possono piegarsi. Durante la procedura, si nota la velocità del pallore sulla pianta dei piedi e l'affaticamento generale dei piedi.

trattamento

Il trattamento di questa malattia grave e pericolosa dipende dalla gravità e dalla complessità dei suoi sintomi. Può essere sia folk che tradizionale. Discutiamo tutti i dettagli di ciascuno di essi.

Terapia generale

Se si desidera ottenere cambiamenti positivi nella lotta contro l'aterosclerosi dei vasi della gamba, prepararsi a una rigorosa applicazione delle raccomandazioni degli esperti:

  • Seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo. Non puoi assolutamente mangiare lardo, paste, margarina, burro, carni grasse, salsicce, latticini con un'alta percentuale di grassi, frattaglie, patatine fritte, alcool, farina, maionese;
  • Regola il tuo peso;
  • Smettere di fumare e alcol;
  • Vai per scarpe comode e spaziose;
  • Fare molta attenzione quando si tagliano le unghie;
  • Non dimenticare di gestire attentamente tutte le lesioni minori di gambe e piedi;
  • Evitare l'ipotermia;
  • Utilizzare l'esercizio dosato - camminare a passo moderato per almeno mezz'ora al giorno, nuotare, fare esercizio sulla cyclette;
  • Cura malattie concomitanti - ipertensione, diabete, ecc.

Approccio alla terapia farmacologica

Il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori comprende una gamma di farmaci e procedure. Solo un medico qualificato può prescriverli, quindi assicurati di visitare l'ospedale.

Cosa può curare questa malattia?

  • Farmaci antipiastrinici (ad esempio, Aspirina e Reopolyglukine) - prevengono il verificarsi di coaguli di sangue e fungono da migliore prevenzione di infarti e ictus;
  • Farmaci che aumentano l'attività fisica del paziente. Grazie alla pentossifillina e al cilostazolo, camminare è praticamente indolore e il flusso sanguigno generale negli arti inferiori è molto migliore;
  • Farmaci con effetto anti-piastrinico - hanno un effetto positivo sul sistema circolatorio e riducono i livelli di colesterolo nel sangue;
  • Anticoagulanti (Warfarin, Eparina) - non consentono al sangue di coagulare nei vasi, prevengono lo sviluppo di coaguli di sangue;
  • Antispasmodici (Drotaverin) - alleviare gli spasmi e alleviare il dolore;
  • Gli unguenti antibiotici (Oflokain, Delaskin, Levomekol, Dimexide) sono utilizzati in presenza di ulcere trofiche;
  • Farmaci che migliorano la nutrizione tissutale (Zincteral);
  • Vasodilatatori (Vazonit, Agapurin, Vazaprostan, Pentoxifylline, Pentillin, Trenal);
  • vitamine;
  • Procedure di fisioterapia - darsonvalizzazione, elettroforesi con novocaina, ossigenazione iperbarica.

Trattamenti chirurgici

Chirurgia - l'ultima misura nel trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori. Di norma, l'operazione è prescritta per ischemia pronunciata e l'insorgenza di complicanze molto forti.

In questo caso discuteremo le seguenti procedure:

  • Shunting - la creazione di un percorso aggiuntivo per il flusso di sangue intorno al sito di restringimento dell'arteria;
  • Angioplastica a palloncino - introduzione nella cavità del vaso del palloncino, che espande il lume arterioso;
  • Stenting delle arterie - un puntone tubolare è posto nel vaso interessato, che mantiene il diametro dell'arteria al livello desiderato;
  • Endarterectomia: rimozione dell'area colpita della nave insieme a una placca aterosclerotica;
  • Autodermoplastika - usato per il trattamento di ulcere trofiche che sono scarsamente suscettibili alla terapia locale;
  • Protesi - sostituzione con un vaso autoveno o sintetico della parte interessata dell'arteria;
  • Amputazione del reparto necrotizzato della gamba con la successiva installazione della protesi.

Metodi tradizionali di trattamento

Si verifica un approccio non convenzionale al trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, ma in questo caso è necessario il consiglio di uno specialista esperto. Per quanto riguarda le ricette, prima di te le opzioni più efficaci e popolari.

Ricetta numero 1 - tintura

  • Ippocastano (frutto) - 20 g;
  • Luppolo comune - 45 g;
  • Bighead a forma di cartamo - 35 g;
  • Acqua - al ritmo di 200 g di liquido per 2 g di miscela.
  1. Unire miscela di erbe.
  2. Riempirlo solo con acqua bollente.
  3. Insistere per tre ore.
  4. Prendiamo un giorno per ½ tazza.

Ricetta numero 2 - decotto

  • Camomilla (fiori) - 1 cucchiaino;
  • Rezeda - 1 cucchiaino;
  • Piantaggine - 1 cucchiaino;
  • Erba di San Giovanni - 1 cucchiaino;
  • Acqua - 200 ml;
  • Salvia - 1 cucchiaino.

Se lo si desidera, la composizione può essere leggermente modificata:

  • Salvia - 1 cucchiaino;
  • Piantaggine - 1 cucchiaino;
  • Erba di San Giovanni - 1 cucchiaino;
  • Churn - 1 cucchiaino;
  • Camomilla (fiori) - 1 cucchiaino;
  • Acqua - 200 ml.
  1. Colleghiamo tutti i componenti.
  2. Riempi la composizione (1 cucchiaino di cucchiaio) con acqua bollente.
  3. Insisti per un giorno in un armadio buio.
  4. Usiamo per le applicazioni per le gambe al mattino e prima di coricarsi. I piedi dovrebbero essere lavati accuratamente prima della procedura.

Ricetta numero 3 - sfregamento

  • Olio d'oliva - 1 cucchiaio. cucchiaio;
  • Olio di olivello spinoso - 1 cucchiaio. un cucchiaio
  1. Mescolare entrambi gli oli
  2. Strofiniamo la miscela sulla pelle colpita come una crema.
  3. Usiamo per tre settimane.

Numero di ricetta 4

  • Semi di aneto (schiacciati) - 1 cucchiaio. cucchiaio;
  • Acqua bollente - 200 ml.
  1. Riempi l'aneto solo con acqua bollita.
  2. Diamo il tempo di insistere.
  3. Beviamo quattro cucchiaini quattro volte al giorno.

Numero di ricetta 5

  • La radice di elecampane (a secco) - 20 g;
  • Tintura di propoli (20%) - 100 ml;
  • Alcool - 100 ml.
  1. Schiaccia la radice dell'enula campana e versala in una bottiglia di vetro scuro.
  2. Insisti 20 giorni in un armadio buio.
  3. Aggiungi la tintura di propoli.
  4. Prendiamo 3 volte al giorno per 25-30 gocce.

Numero di ricetta 6

  • Rowan Bark - 400 g;
  • Acqua - 1 l.
  1. Riempire la corteccia di cenere di montagna con 1 litro di acqua bollente.
  2. Cuocere per 2 ore in un fuoco silenzioso.
  3. Dare fresco e filtrare attraverso una garza, piegato in diversi strati.
  4. Beviamo prima dei pasti.

L'aterosclerosi dei vasi della gamba è una malattia grave e molto pericolosa che necessita di misure urgenti e qualificate. Solo in questo caso possiamo sperare, se non per un recupero assoluto, almeno per un miglioramento significativo della salute.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Metodo per determinare il tasso di sedimentazione degli eritrociti secondo Westergren

Il peso specifico dei globuli rossi è maggiore di quello del plasma, quindi si depositano gradualmente in una provetta.

Elevata protrombina - cosa significa?

La protrombina è una proteina prodotta nel fegato ed è il precursore della trombina (che stimola la formazione di coaguli di sangue). La protrombina è uno degli indicatori più importanti della coagulazione del sangue.

ESR nelle donne - una tabella di indicatori per età, cause di deviazioni, metodi per stabilizzare gli indicatori

L'ESR è uno degli indicatori importanti della salute, può essere determinato utilizzando l'analisi convenzionale del sangue venoso o capillare.

Panoramica dell'encefalopatia dyscirculatory Grado 2: che cos'è?

Da questo articolo imparerai: come si manifesta l'encefalopatia dyscirculatory 2 gradi (abbreviato in DEP), cos'è e come è pericoloso. Com'è il trattamento, quanto puoi vivere con questa malattia.

Aneurisma dei vasi cerebrali: sintomi, trattamento

Non tutti i cambiamenti nel sistema nervoso centrale possono essere diagnosticati precocemente. Una patologia pericolosa e spesso trascurata è un aneurisma cerebrale.

Cosa è pericoloso e come si manifesta la calcificazione vascolare?

La patologia per lungo tempo può essere asintomatica. Può influenzare le pareti di solo uno o pochi vasi e può essere sistemico. I primi segni di patologia appaiono spesso quando il lume delle navi calcificate si restringe abbastanza da causare la fame di ossigeno degli organi che si nutrono di loro.