La trombosi degli arti inferiori è caratterizzata da una lesione delle vene quando un coagulo di sangue (trombo) si forma nel loro lume per una serie di ragioni. La patologia può colpire sia vasi superficiali che profondi.

In ogni caso, questa malattia è sempre associata alla sconfitta delle vene: prima cambiano con le vene varicose, quindi la forma sviluppata si sviluppa sotto forma di tromboflebite e quindi di trombosi.

Ma non necessariamente la trombosi si verifica nelle vene infiammate, può apparire in buona salute. Nel 70% dei casi, i vasi delle gambe, in particolare la parte inferiore delle gambe, sono interessati. In medicina, parlando di trombosi, significano la sconfitta delle vene profonde (TVP), è in loro che si formano più spesso i coaguli di sangue. Nonostante l'asintomatica, le conseguenze della malattia sono gravi. Una persona su quattro ha trombosi e ogni quinta ha lesioni alle gambe. A causa della fisiologia, la trombosi si verifica 5-6 volte più spesso nelle donne. Un coagulo di sangue causa quasi sempre una reazione infiammatoria nel sito della sua insorgenza. Questo porta alla formazione di nuovi coaguli di sangue.

Entro 3 anni, le persone che soffrono di trombosi possono diventare disabili nel 35-70% dei casi o avere una complicazione sotto forma di embolia polmonare (PE). In Russia, 240.000 persone si ammalano di trombosi ogni anno e 60.000 pazienti muoiono ogni anno a causa di questa malattia. Ogni minuto questa diagnosi viene fatta a una persona (secondo l'OMS). Va ricordato che la formazione di un coagulo di sangue è una reazione protettiva del corpo a qualsiasi danno, se così non fosse - le persone morirebbero di sanguinamento anche con micro ferite. I coaguli di sangue consistono in piastrine e collagene e intasano il vaso danneggiato, impedendo loro di sviluppare emorragie. Con i vasi sani, si auto-dissolvono dopo aver guarito le ferite. Ma quando c'è uno squilibrio tra i sistemi di coagulazione e anticoagulanti, sorgono problemi.

Cause di patologia

Le cause della trombosi possono essere le seguenti:

  1. La causa più comune è l'ereditarietà (debolezza della parete venosa, scarsa prestazione della valvola, vene varicose).
  2. Processi tumori. Quando si rompono la coagulazione del sangue, si addensa, aumenta i coaguli di sangue.
  3. Le interruzioni ormonali durante la gravidanza, il diabete, il mixedema, gli ormoni femminili (estrogeni e progesterone) contribuiscono anch'essi alla trombosi.
  4. L'obesità. Quando la sindrome metabolica forma un analogo estrogeno - leptina, contribuisce alla comparsa di coaguli di sangue.
  5. Varie lesioni, fratture e operazioni con sanguinamento causano un aumento del livello di tromboplastina, ispessisce il sangue, accelerando la formazione di coaguli di sangue.
  6. Paresi e paralisi delle gambe. L'atrofia muscolare rallenta il flusso sanguigno venoso, le piastrine si attaccano tra loro.
  7. Condizioni settiche: infezioni del sangue, ustioni, processi purulenti, osteomielite, tubercolosi - producono tossine che contribuiscono alla formazione di masse trombotiche.
  • il fumo;
  • mancanza di esercizio;
  • la gravidanza;
  • età avanzata;
  • diabete mellito;
  • carichi extra pesanti;
  • voli aerei lunghi;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • lungo periodo di riabilitazione con riposo a letto;
  • prendere alcuni farmaci che influenzano la coagulazione del sangue;
  • tipi fissi di lavoro associati alla mancanza di movimento attivo.

Meccanismo di sviluppo

I principi di base dei coaguli di sangue sono chiamati la triade di R. Virchow, dopo che il medico tedesco che li ha formulati:

  1. In primo luogo, la parete interna della vena è danneggiata, o piuttosto la sua alterazione dell'endotelio.
  2. Aumento della coagulazione del sangue. C'è una sostanza che accelera l'adesione delle piastrine in un coagulo.
  3. La violazione e il rallentamento del flusso sanguigno favoriscono la trombosi.

La principale causa di trombosi è l'aumento della coagulazione del sangue, se dura a lungo, il rischio di coaguli di sangue aumenta molte volte.

Qual è la trombosi dei vasi degli arti inferiori intrinsecamente? La trombosi venosa è uno stadio più grave a cui le vene varicose vanno senza trattamento. Come risultato del progressivo consolidamento delle navi e dello sviluppo dell'infiammazione in esse, appare la tromboflebite delle vene profonde degli arti inferiori. I suoi sintomi inizialmente non differiscono dalle vene varicose, i vasi si restringono, il flusso sanguigno rallenta, il che porta alla formazione di coaguli di sangue e, di conseguenza, si verifica una trombosi. Di conseguenza, il flusso sanguigno può essere disturbato localmente o influenzare l'intero sistema dei vasi sanguigni.

Classificazione della trombosi

Attaccando una placca al muro, una trombosi può essere:

  • parietale: un coagulo di sangue è attaccato al muro, non interferisce con il flusso sanguigno, è meno pericoloso;
  • occlusale - la vena è completamente bloccata;
  • misto - il coagulo di sangue si muove su e giù attraverso la vena;
  • Galleggiante - un coagulo di sangue che percorre il muro, la sua punta fluttua nel lume della vena, è facilmente in grado di staccarsi ed entrare in piccoli vasi, bloccandoli;
  • trombosi multifocale - i coaguli di sangue appaiono in qualsiasi punto.

Esistono anche alcuni tipi di trombosi negli arti inferiori: la sconfitta delle vene superficiali e profonde, la trombosi delle arterie delle gambe, la trombosi ileofemorale delle gambe.

Manifestazioni sintomatiche

Nella maggior parte dei casi, la malattia è asintomatica, la diagnosi viene rilevata nelle ultime fasi della presenza di complicanze. Nella patologia degli arti inferiori, i segni di trombosi in metà dei pazienti sono rilevati come classici, cioè appaiono all'improvviso, ma sono spesso sfocati. All'inizio può essere pesantezza alle gambe, iperemia, sensazione di calore, dolore lungo la vena colpita, specialmente durante lo sforzo fisico, spesso con un carattere scoppiante. La temperatura può salire a 39ºС, i crampi notturni.

La gamba dolorante è calda al tatto, dolorosa alla palpazione, poco dopo inizia a gonfiarsi, la pelle sotto la trombosi diventa pallida, comincia a brillare, diventa blu. Sotto la pelle compaiono venature ingrossate sotto forma di cordone: sono sigillate, blu, circondate da una rete blu di piccoli vasi, e fanno male, e ogni cambiamento del tempo. Alzarsi al mattino e alla sera diventa dolorosamente pesante: è impossibile stare immediatamente in piedi a causa del dolore. È necessario riscaldarsi e camminare per disperdere il flusso sanguigno. Di sera, la pesantezza alle gambe aumenta di nuovo, ci sono dolori acuti, pressanti, doloranti e contrazioni.

Parestesie frequenti della parte inferiore della gamba (sensazione di intorpidimento e "formiche"). A causa del pronunciato gonfiore delle gambe sembra essere aumentato di volume, la sensibilità della gamba malata è ridotta. Dal lato affetto, la pelle è assottigliata. Quando si sale su per le scale e anche su una superficie piana, il dolore si intensifica.

Per la diagnosi di condotta test funzionali speciali per determinare la TVP:

  • Test di Homans - il dolore appare quando si piega il piede nella parte inferiore delle gambe;
  • Test di Lovenberg - quando un tonometro è stato stretto con un bracciale di un tonometro, il dolore nella gamba interessata è già evidente a circa 80/100 mm Hg, e in una gamba sana non c'è dolore nemmeno a 150 mm Hg.

Se la trombosi si sviluppa nelle arterie femorali, i segni della malattia sono più pronunciati. Spesso, il muscolo gastrocnemio degli arti inferiori è interessato, un improvviso gonfiore della caviglia e un'apparente espansione dei muscoli della gamba. Accade spesso che una gamba sana faccia male al posto di un paziente.

La trombosi colpisce spesso la gamba sinistra. In questo caso, vi è un parziale ripristino del flusso sanguigno a causa di collaterali, quindi i sintomi non appaiono immediatamente. Con la trombosi della vena femorale, i sintomi sono gli stessi, ma la loro localizzazione è più alta e sono più pronunciati.

Gli alti coaguli di sangue sono più pericolosi in termini di embolia. Se sono colpite le vene femorali e iliache, si sviluppa la trombosi ileofemorale. Soprattutto, spesso chiama TEL. Con questo tipo di malattia, i primi segni compaiono improvvisamente e bruscamente: la piega inguinale si leviga, i tessuti della parte inferiore sono tesi, la pelle è lucida, la rete venosa è potenziata dallo sviluppo di collaterali e l'edema della gamba si sviluppa: dallo stop all'inguine.

I dolori sono inarcati e potrebbe esserci una temperatura. La patologia è caratterizzata da decolorazione della pelle delle gambe:

  1. Può diventare bianco latte, appare quando piccoli spasmi arteriole. L'inizio del processo è improvviso e violento, dolori acuti, acuti, intorpidimento e freddezza delle gambe, aumento dei gonfiori, perdita delle dita dei piedi, pulsazione delle arterie scompare
  2. Il colore bluastro è dovuto al tracimare piccoli capillari (la malattia di Gregoire). Non c'è pulsazione delle arterie sul lato colpito, dolore acuto alla gamba, lacrimazione, molto forte. L'intera gamba è gonfia, la pelle è blu scuro o nera e possono comparire vesciche emorragiche. Quando la vena è completamente bloccata, si sviluppa la cancrena. La trombosi arteriosa si verifica quando un coagulo di sangue penetra da una vena durante la sua migrazione, con aterosclerosi e lesioni alle arterie. Nel suo sviluppo, i sintomi di trombosi degli arti inferiori con lesioni delle arterie attraversano diverse fasi: dal dolore, diminuzione della sensibilità per completare l'immobilizzazione.

Misure diagnostiche

Per confermare la diagnosi di TVP è effettuata:

Scansione duplex

  1. La flebografia radiopaca è il modo più accurato per rilevare la trombosi. Questo metodo identifica accuratamente tutti i problemi in presenza di un trombo galleggiante.
  2. La scansione dei radionuclidi è l'introduzione di una speciale sostanza radioattiva nelle vene del piede, che si accumula nel trombo e queste zone sembrano assenti.
  3. La pletismografia di impedenza è determinata dalla velocità dell'erogazione di sangue delle vene della gamba e dall'aumento del loro volume dal cambiamento nella resistenza elettrica dei tessuti.
  4. Il gold standard per la diagnostica è l'ecografia Doppler e la scansione fronte-retro. Tali metodi di ricerca consentono di determinare la localizzazione e il tipo di trombo, la sua mobilità e lunghezza, per valutare il grado di restringimento delle vene, la natura dell'attaccamento del coagulo alla parete venosa.
  5. Durante la flebografia TC e RM, vengono rilevate tutte le aree con coaguli di sangue e riempimento insufficiente della vena - nessun segnale viene ricevuto da loro.

Vengono eseguiti vari test funzionali per confermare la diagnosi: un sintomo di Homans, Moses, Lovenberg, Lisker, Louvel, test di marcia, ecc. Se si sospetta un'embolia polmonare, si eseguono radiografie dei polmoni con un marker radioattivo.

Possibili complicazioni

Queste complicazioni non sono fornite per intimidazione, ma per ricordare che la trombosi deve essere trattata necessariamente, preferibilmente nelle prime fasi e solo sotto la supervisione di un medico. Il pericolo crea un trombo fluttuante con lo sviluppo di embolia polmonare e esito fatale. Se si bloccano piccoli rami di arteriae pulmonalis, si sviluppano DN e infarto polmonare emorragico. In altri casi, si verifica un'insufficienza venosa cronica. Occasionalmente, la trombosi occlusiva, se non trattata, può essere complicata dalla cancrena delle gambe: l'ascesso delle vene è possibile quando il trombo si purulenta.

Trattamento necessario

Molti credono che il trattamento della trombosi degli arti inferiori sia simile al trattamento delle vene varicose. Questo è sbagliato alla radice: non c'è trombo in caso di vene varicose, ed è possibile usare pomate, massaggi, compresse, lozioni, in presenza di un coagulo di sangue è inutile.

Il trattamento per la trombosi è solo complesso:

  • uso di anticoagulanti e trombolitici possono essere iniettati direttamente nella vena;
  • l'uso di metodi radicali - la rimozione di coaguli di sangue con operazioni chirurgiche - la trombectomia o la creazione di un filtro cava in una vena.

Il filtro Kava crea una barriera per la migrazione dei coaguli di sangue e non li consente ulteriormente, essendo una trappola. Il loro stabilimento è particolarmente indicato per coloro che non dovrebbero assumere anticoagulanti.

I metodi chirurgici sono usati nei seguenti casi:

  • con la minaccia di embolia polmonare;
  • con tromboflebite ascendente;
  • quando un coagulo di sangue si scioglie per essudato purulento;
  • in presenza di grumi di sangue galleggianti, quando il trattamento conservativo non è efficace;

Dopo l'operazione, è necessario iniziare a camminare il più rapidamente possibile per prevenire il ripetersi di coaguli di sangue. La decisione su come trattare la trombosi in ciascun caso è decisa dal medico insieme ai chirurghi.

L'obiettivo principale del trattamento conservativo è prevenire la successiva trombosi, ridurre l'infiammazione e migliorare la microcircolazione. A questo scopo vengono prescritti gli anticoagulanti diretti, soprattutto se si tratta di eparina. Inoltre, vengono usati anticoagulanti prolungati - Fraxiparin, Clexane. Assegna angioprotectors per migliorare la microcircolazione - Pentoxifylline, Flexital, Trental. Come trombolitici iniettati sostanze enzimatiche - Urokinase, Streptokinase.

Per migliorare le proprietà reologiche del sangue, applicare Reosorbilakt, Reopoliglyukin. Queste soluzioni medicinali migliorano la microcircolazione del sangue, riducendone la viscosità e la capacità di coagularsi. I farmaci anti-infiammatori (Voltaren, Indomethacin, Aspirina) riducono il dolore, fluidificano il sangue, alleviano il gonfiore e i processi infiammatori. La terapia farmacologica è completata da bendaggi elastici.

Misure preventive

A scopo preventivo, è necessario quanto segue:

  • smettere di fumare;
  • controllo della glicemia e del colesterolo;
  • bendaggio elastico;
  • esclusione di contraccettivi orali;
  • indossare scarpe comode con un'altezza del tacco non superiore a 3-4 cm, questo può anche includere un esercizio moderato;
  • passeggiate giornaliere di almeno 30 minuti al giorno;
  • assunzione di anticoagulanti;
  • aderenza al giorno.

Tutte le azioni devono essere monitorate dal medico curante. È impossibile iniziare una malattia - ha conseguenze pericolose.

Qual è il rischio di tromboflebite acuta delle vene superficiali e profonde degli arti inferiori?

Tromboflebite - una malattia associata a infiammazione della parete venosa, con conseguente formazione di un coagulo di sangue. Quando si verifica, c'è una violazione dell'integrità della parete venosa, che contribuisce alla chiusura del suo lume da un coagulo di sangue. Questo porta alla diffusione dell'infezione, il flusso sanguigno rallenta, la circolazione sanguigna è disturbata. Il trombo risultante nella vena causa un'infiammazione purulenta degli arti inferiori. La tromboflebite acuta degli arti inferiori è pericolosa in quanto un coagulo di sangue può staccarsi e essere trasferito su altri organi, provocando infarti, ictus e decessi.

Le conseguenze della tromboflebite degli arti inferiori sono l'infarto del miocardio e l'ictus ischemico.

  • acuto (purulento o non purulento);
  • subacuta;
  • cronica.

Manifestazioni cliniche della malattia

Nella tromboflebite acuta delle vene superficiali, una bassa, cosiddetta temperatura subfebrilare si alza improvvisamente. Allo stesso tempo ci sono dolori nell'area delle vene, che iniziano ad aumentare durante il movimento. Il paziente inizia a gonfiarsi. Nel corso delle vene safene, gli infiltrati del cordone iniziano a diventare polposo, diventando densi e dolorosi. La pelle diventa iperemica con l'aspetto della tonalità cianotica. Sembra avere un leggero splendore, e durante la palpazione c'è un ispessimento e dolore. In caso di trattamento tardivo della tromboflebite acuta delle vene superficiali, è possibile una transizione verso una forma cronica o subacuta.

Con tromboflebite venosa profonda, brividi e febbre appaiono bruscamente. Il dolore è aggravato dal movimento e dalla tosse. Questo tipo di tromboflebite venosa profonda è caratterizzato dalla presenza di tachicardia, grave gonfiore della gamba, dolore nella regione del tallone-caviglia, dolore quando si stringono i muscoli del polpaccio o quando il piede è flesso. C'è un aumento significativo nei nodi. Il decorso della malattia dura da 2 a 3 mesi, ma può trasformarsi nella forma cronica della malattia delle vene profonde.

Importante: un'altra cospirazione delle farmacie russe!

Il caos della farmacia o gli avidi farmacisti hanno nascosto il farmaco più venduto in Europa per le vene varicose, con un costo inferiore a 100 rubli.

La tromboflebite delle vene superficiali e profonde degli arti inferiori nei casi gravi assume una forma purulenta. Questa è una seria complicazione in cui il processo purulento si sposta sui tessuti circostanti.

Non solo vene, ma i tessuti vicini sono influenzati dal pus. Appare ascessi, flemmone purulento. Il pus entra nel flusso sanguigno, che porta alla setticemia.

Secondo la localizzazione della tromboflebite, le vene safene sono divise in 5 gruppi:

  1. Appare sulla pelle sotto forma di dermatite, eczema o ulcere trofiche.
  2. Nel tessuto sottocutaneo o sotto forma di ascessi e flemmone.
  3. Localizzato nei vasi sanguigni, causando la sconfitta delle vene profonde, sanguinamento nello sviluppo della nave, tromboembolismo vascolare, che porta alla flebosclerosi e infarto.
  4. Nel sistema linfatico delle vene sottocutanee.
  5. Nel sistema periferico, che causa la neurite ischemica.

Lo sviluppo di complicazioni della tromboflebite può rappresentare una seria minaccia per la vita. Pertanto, il compito principale del paziente - al primo segno della comparsa delle vene varicose, contattare un professionista per l'assistenza medica.

Le ragioni

Ci sono tre cause più importanti della malattia:

  1. La malattia può verificarsi a causa di danni alla parete venosa.
  2. A causa di alterata o rallentata circolazione del sangue. Questa situazione può verificarsi con uno stile di vita sedentario, con una spremitura prolungata dell'arto inferiore, ad esempio con una ferita alla gamba, quando viene applicato gesso, spremendo una vena. Flusso sanguigno alterato nelle vene, e dietro di esso e lo sviluppo di tromboflebite può essere associato a insufficienza cardiaca, in quanto il cuore non è in grado di pompare la quantità di sangue necessaria. A causa di ciò, nella regione degli arti inferiori, si verifica il ristagno del sangue.
  3. Aumento della coagulazione del sangue. Questo fattore può essere congenito, a seguito del quale si formano coaguli di sangue nel sangue e acquisiti, a causa di precedenti malattie infettive, in caso di cancro o per l'assunzione di alcuni farmaci.

L'aspetto della tromboflebite è influenzato anche da fattori quali:

  • età dopo i 45 anni;
  • problemi con il sistema cardiovascolare;
  • problemi di peso;
  • diabete mellito;
  • la gravidanza.

Sintomi.

Esistono due tipi di tromboflebiti: acuta e cronica.

Tromboflebite acuta degli arti inferiori.

Nella tromboflebite acuta, la malattia si verifica all'improvviso, a volte senza una ragione apparente.

  • Si alza la febbre alta;
  • Nel corso delle vene c'è un dolore acuto crescente;
  • Una gamba o una gamba intera si gonfia;
  • C'è una sensazione di pesantezza;
  • Piede dolorante caldo al tatto;
  • Aumento del dolore durante lo spostamento;
  • Dolore durante la palpazione dell'arto;
  • Quando il piede si flette, appare un dolore acuto nella parte inferiore della gamba;
  • C'è una sensazione di distensione nell'arto inferiore;
  • Blueness della pelle dell'arto;
  • Se si forma un coagulo di sangue, si manifesta gonfiore all'anca, compaiono cianosi e dolore;
  • L'edema può svilupparsi fino alla piega inguinale;
  • Il colore dell'arto diventa bianco latte, bluastro. Nella trombosi della vena femorale o iliaca, è quasi nero;
  • Possono comparire bolle con liquido emorragico. Ostruzione delle vene, che porta alla cancrena;
  • Quando una vena pelvica viene bloccata, gonfiore e cianosi della pelle possono diffondersi a un arto sano.

La tromboflebite sottocutanea cronica è prolungata. Le esacerbazioni possono apparire e scomparire. Con l'esacerbazione della malattia, i segni sono simili, come nel decorso acuto della malattia. Al di fuori dello stadio acuto, i segni di manifestazione della malattia potrebbero non essere affatto presenti.

Diagnosi.

La diagnosi di tromboflebite della vena safena viene effettuata in diversi modi. Questi includono:

Stati Uniti.

Il metodo ecografico consente di determinare se vi è un coagulo di sangue in una vena, per valutare la sua lunghezza, per determinare quale grado di restringimento venoso, dove e come un coagulo di sangue è collegato alla parete venosa, qual è la condizione delle valvole.

Venografia.

Questo metodo determina con precisione se c'è un coagulo di sangue nella vena safena.

Studio del radionuclide.

Una composizione radioattiva viene iniettata nella vena, che consente di identificare la trombosi e determinare il grado di ingrandimento della vena.

Flebografia a risonanza magnetica.

Indica difetti nelle vene e mostra le aree in cui è presente un coagulo di sangue.

Pletismografia ad impedenza.

Determina la natura del flusso sanguigno delle vene.

Trattamento.

La tromboflebite viene trattata con un metodo conservativo che utilizza una selezione specifica di farmaci o un intervento chirurgico.

Trattamento conservativo

Il trattamento è lungo, almeno 6 mesi. Al paziente vengono prescritti farmaci o iniezioni con eparina. Il corso di iniezioni è di almeno 10 giorni. Inoltre, i complessi farmaci antinfiammatori e i trombolitici complessi necessari. Nei casi più gravi, il riposo a letto è prescritto nella prima settimana di trattamento, dopo che il dolore si attenua e il gonfiore della vena safena si attenua, il medico prescrive la terapia fisica.

Intervento chirurgico

Esistono 4 tipi di procedure operative associate alla tromboflebite degli arti inferiori.

  1. Uso di un catetere di Fogarty. Questa è l'introduzione della sonda nella vena con una leggera fissazione di un coagulo di sangue. La procedura viene eseguita nei primi cinque giorni dopo l'esacerbazione della malattia.
  2. Nella vena cava inferiore, il chirurgo installa uno speciale filtro a cava per ritardare l'avanzamento di un coagulo di sangue.
  3. Quando si esegue la plicatura, la nave viene fatta lampeggiare con speciali fermagli metallici.
  4. La trombectomia è il tipo più comune di intervento chirurgico, in cui il chirurgo allevia il paziente dal coagulo risultante. L'operazione viene eseguita in determinate condizioni: l'operazione può essere eseguita nel caso in cui un coagulo di sangue si sia formato non più di una settimana. Nelle fasi successive, si verificano cambiamenti distruttivi sulle pareti venose e sulle valvole, che ne impediscono il funzionamento.

Prevenzione.

»Il medico prescrive al paziente di indossare la biancheria intima di compressione. In caso di violazione del flusso di sangue, bendare l'arto con una fascia elastica può essere ingiustificato. La biancheria intima da compressione non solo costringe le vene gonfie, ma aiuta anche ad accelerare il flusso sanguigno. Lo schema di indossare la biancheria è selezionato individualmente.

"Se non vi è alcun rischio di separazione di un coagulo di sangue, al paziente vengono mostrati esercizi di fisioterapia o attività fisica moderata.

»La prescrizione di farmaci che riducono la possibilità di formazione di piastrine è giustificata.

»Assicurati di seguire una dieta per le vene varicose.

»Si raccomanda di limitare l'assunzione di sale.

»È severamente vietato fumare.

»Se possibile, elimina gli alimenti grassi.

»Introdurre nella dieta i prodotti che sono fonti naturali di salicilati: uva passa, ciliegie, aglio, zenzero.

Vene varicose - femmina "peste del XXI secolo"!

Il 57% dei pazienti muore entro 10 anni da coaguli di sangue e cancro!

Come non dare la varicosi per ucciderti - intervista con Galina Afanasyevna Melnichenko Accademico dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche, Direttore dell'Istituto di Ricerche di Flebologia, Mosca.

Qual è la trombosi venosa pericolosa degli arti inferiori

Disturbi circolatori dovuti a patologia venosa sono abbastanza comuni. Gli studi dimostrano che circa un quarto della popolazione mondiale è a rischio di trombosi venosa. Alcuni casi vanno via senza tracce e asintomatici, ma in altre situazioni un coagulo di sangue disturba in modo significativo il flusso sanguigno e può essere pericoloso con complicanze. Pertanto, è importante riconoscere la malattia nel tempo. Ad esempio, la trombosi delle vene degli arti inferiori, i sintomi, il cui trattamento sarà attendibilmente suggerito da un medico specialista, possono essere sospettati indipendentemente, conoscendo le sue manifestazioni iniziali.

Trombosi venosa: che cos'è, i suoi tipi

La trombosi venosa (flebotrombosi) è una condizione in cui il lume di una vena è pieno di coaguli di sangue che interferiscono con il flusso sanguigno. La flebotrombosi è spesso accompagnata da infiammazione delle pareti venose, quindi si parla di tromboflebiti.

Localizzazione preferita di coaguli di sangue venoso - arti inferiori:

  • rete superficiale di vene, in particolare vene varicose;
  • vene profonde.

La posizione del coagulo di sangue all'interno della nave emette trombosi

  • parietale - un coagulo di sangue si trova vicino alla parete della vena, bloccando il lume solo parzialmente;
  • occlusivo - blocca il flusso sanguigno, occupando l'intero lume della nave;
  • flottazione - una parte di un trombo esteso è fissata alla parete della vena, l'altra parte fluttua nel sangue;
  • misto - può diffondersi - crescere sia dal basso verso l'alto, sia nella direzione opposta;
  • multifocale: si formano più coaguli di sangue nel sistema venoso.

Cause della flebotrombosi

Le cause principali della trombosi venosa sono tre e sono chiamate la "triade di Virchow":

  1. aumento della coagulazione del sangue;
  2. violazione dell'integrità delle mura;
  3. flusso sanguigno lento nei vasi.

Contribuire all'attuazione della triade Virchow:

  • inattività (voli lunghi, riposo a letto, lavoro d'ufficio, guida per ore),
  • peso corporeo elevato
  • chirurgia, fratture,
  • vene varicose degli arti,
  • il fumo,
  • prendendo farmaci che addensano il sangue,
  • la gravidanza,
  • malattie oncologiche
  • disturbi ormonali
  • infezione
  • esercizio pesante.

Che trombosi pericolosa degli arti inferiori

Il pericolo di trombosi venosa è che l'80% dei casi si sviluppa gradualmente e di nascosto. Spesso diagnosticato lo sviluppo di complicazioni potenzialmente letali.

tromboembolia

Separazione totale o parziale di un coagulo di sangue dalla parete venosa e sua rimozione dal flusso di sangue al cuore e quindi all'arteria polmonare. Il blocco del trombo dei suoi piccoli rami porta alla morte di una parte del polmone, l'infiammazione dei polmoni e il blocco del tronco principale spesso termina con la morte improvvisa del paziente.

Blocco dei tronchi venosi

Il blocco del deflusso venoso diventa una causa di alterata circolazione del sangue nell'area sottostante il trombo, lo sviluppo di alterazioni infiammatorie e degenerative nelle vene, nella pelle e nei tessuti circostanti. Le ulcere trofiche compaiono, la cancrena può svilupparsi. Maggiore è il livello di trombosi, più gravi sono i cambiamenti nella parte distale dell'arto.

La trombosi a livello delle arterie ileali può portare a gravi disturbi circolatori non solo nelle vene, ma anche nelle arterie - a causa dell'aumento dell'edema spasmo e vengono compressi.

Sintomi di ansia e diagnosi di trombosi

Poiché solo la metà della trombosi venosa fornisce un quadro classico della malattia con gonfiore e dolore, i pazienti appartenenti a gruppi a rischio dovrebbero prestare molta attenzione a qualsiasi manifestazione di disturbo e disagio alle gambe:

  • dolore ai muscoli della gamba, aggravato dalla palpazione e dai movimenti;
  • aumento del gonfiore;
  • pesantezza degli arti, sensazione di distensione;
  • aumento della temperatura locale o generale.

Per garantire che i sintomi minori non nascondano una malattia pericolosa, è necessario consultare un medico.

Il medico effettuerà un esame e prescriverà un esame che rileverà in modo affidabile la presenza di trombosi.

  1. Scansione duplex L'esame ecografico con mappatura dei colori del flusso sanguigno è il più informativo per la rilevazione della trombosi. Consente di determinare la dimensione, la struttura, la presenza di un trombo galleggiante.
  2. Flebografia radiopaca. Lo studio è in aggiunta alla scansione duplex, se il trombo si trova in un luogo difficile per gli ultrasuoni, sopra la piega inguinale. La radiografia sullo sfondo di contrasto rivela la posizione di un coagulo di sangue, la sua lunghezza, lo stato della parete venosa.
  3. Imaging. L'imaging a risonanza magnetica o computazionale mostra in modo più accurato la localizzazione, la struttura del coagulo di sangue e il grado di ostruzione del flusso sanguigno.
  4. Diagnosi di laboratorio Nel sangue in presenza di trombosi compaiono prodotti di decadimento della fibrina - D-dimeri.

Trombosi venosa superficiale degli arti inferiori: sintomi, trattamento

La forma più comune della malattia - la trombosi delle vene superficiali, di regola, colpisce i vasi delle gambe. La ragione è che le vene in quest'area stanno subendo il maggior carico - questa è la parte più lontana del canale, e le vene difficilmente pompano il sangue dal basso verso l'alto. I cambiamenti varicosi, se ce ne sono, sono più pronunciati sulle gambe.

La trombosi delle vene safene è molto più facile da identificare rispetto a quelle profonde. Con la formazione di un grumo di sangue

  • la vena diventa densa e dolorosa al tatto,
  • rossore visivamente osservato della pelle nella zona della zona interessata,
  • la temperatura locale aumenta
  • l'arto si gonfia leggermente al di sotto della posizione del trombo.

Il trattamento della trombosi superficiale è solitamente conservativo se non vi è il rischio di diffusione della trombosi nel sistema venoso profondo.

  • Fissazione del trombo. Se fosse possibile diagnosticare una trombosi nel periodo acuto, c'è il pericolo di frammentazione del coagulo di sangue e la rimozione di pezzi di un coagulo di sangue con il sangue nel cuore. Pertanto, il riposo a letto è prescritto per una settimana, il riposo completo dell'arto interessato, l'applicazione locale di unguenti antinfiammatori e assorbibili.
  • La lotta contro l'infiammazione. Prescrivere farmaci anti-infiammatori non steroidei, farmaci per la normalizzazione dei processi metabolici - troksevazin, escuzan, askorutin.
  • Ostacolo alla trombosi. Come disaggregante usato l'aspirina.

In futuro, espandere gradualmente la modalità motoria, eseguendo la compressione obbligatoria delle vene safene con l'aiuto di calze speciali o bende elastiche. La rimozione chirurgica delle vene varicose è raccomandata dopo 2-3 mesi. dopo la trombosi.

Pericolose in termini di complicazioni, i trombi di superficie si trovano nell'area della coscia nella grande vena safena e nell'area poplitea nella piccola vena safena. Questi casi sono sottoposti a trattamento chirurgico - o rimuovono un coagulo di sangue, o legano la bocca della vena safena dove cade nella vena profonda.

Trombosi venosa profonda degli arti inferiori: sintomi, trattamento

Un coagulo di sangue parietale può non apparire del tutto ed essere diagnosticato lungo il percorso con un altro esame. Se un trombo ha bloccato il lume di una grande vena, la malattia è caratterizzata

  • la comparsa di dolore acuto, pesantezza e distensione nell'arto colpito;
  • edema dell'arto - la pelle è tesa, lucida, calda al tatto, la colorazione visiva della pelle è cianotica;
  • quando l'edema diventa meno teso, appaiono le venature safene compensate espanse.

Se la trombosi cattura le vene iliache, il dolore si verifica nella regione inguinale e pelvica. Le gambe in questo caso si gonfiano fortemente e la cancrena può svilupparsi.

La tattica del trattamento dipende dalla gravità del processo, dall'embolia del trombo, dalla sua localizzazione e dalla tendenza alla diffusione.

Il trattamento chirurgico è soggetto a una nuova sovrapposizione trombotica con una parte fluttuante, coaguli di sangue, incline alla diffusione verso l'alto. In questo caso, il trombo viene rimosso, il vaso viene cucito con delle clip o un filtro ombrello viene inserito in una grande vena.

La terapia conservativa, come nel caso della trombosi superficiale, fornisce

  • fissazione di un coagulo di sangue - inizialmente creare il riposo completo dell'arto interessato - per almeno 2 settimane in modo che il coagulo di sangue si attacchi alla parete della vena;
  • la dissoluzione delle masse trombotiche, la prevenzione di ulteriori trombosi - in caso di trombosi acuta, trombolitici, fibrinolizina con eparina e altri anticoagulanti vengono somministrati, ma non utilizzati successivamente per non distruggere il coagulo di sangue condensato;
  • eliminazione di infiammazione.

Il trattamento della trombosi venosa degli arti inferiori non è un processo transitorio. È importante osservare il regime di trattamento e non chiuderlo non appena il dolore diminuisce e il gonfiore scompare. È necessario assicurarsi che le navi non abbiano le condizioni per il ristagno del sangue, quindi, in futuro, dovrete indossare maglieria a compressione e monitorare la coagulazione del sangue.

Cosa è pericoloso per la tromboflebite degli arti inferiori, quali complicazioni possono essere?

Il benessere generale di una persona e la sua capacità di condurre una vita attiva dipendono dallo stato dei vasi nelle gambe. Tuttavia, alcune patologie possono persino minacciare la vita umana. Per evitare questo, è importante diagnosticare in tempo e iniziare la terapia. Considera cosa è la trombosi pericolosa, come identificarla e se può essere completamente curata.

Quadro clinico

Per capire il pericolo di tromboflebiti degli arti inferiori, considera come la malattia si manifesta. La trombosi venosa nella maggior parte dei casi non passa inosservata. Se compaiono più segni, è importante consultare immediatamente un medico.

Rallentare con il trattamento della tromboflebite non può essere, può essere fatale!

Le vene ostruite causano i seguenti sintomi:

  • Salto di temperatura;
  • Mancanza di respiro;
  • Dolore al petto;
  • Dolore nei muscoli del polpaccio;
  • Grave gonfiore, soprattutto la sera;
  • Debolezza e stanchezza;
  • Infiammazione nel sito di formazione di coaguli;
  • Rossore o cianosi della pelle nella zona di trombosi;
  • Vene di sigillamento

A volte la patologia procede in una forma lenta. Per questo motivo, il paziente non sospetta che egli sviluppi una grave malattia. Non tutte le persone capiscono che un coagulo di sangue nella gamba è in pericolo di vita.

Effetti della trombosi

Le complicanze della tromboflebite possono influenzare il funzionamento dell'intero organismo. Se non trattata, le conseguenze possono essere fatali. E far fronte alla malattia nelle prime fasi è semplice.

Esaminiamo quali sono le complicazioni e gli esiti della trombosi. Dal momento che la consapevolezza dell'importanza dell'accesso tempestivo a un flebologo contribuirà a salvare vite umane.

Tromboembolismo dell'arteria polmonare

L'embolia polmonare è una delle conseguenze più pericolose di un coagulo di sangue nella gamba. Mentre il coagulo cresce, aumenta. Potrebbe venire un momento in cui si stacca il muro venoso. Insieme al flusso sanguigno, un coagulo di sangue viene portato attraverso l'arteria polmonare nei polmoni. Quando si blocca un grosso ramo dei polmoni avviene la morte immediata.

I segni del tromboembolismo sono così pronunciati che è impossibile non sentirli. Si verificano i seguenti sintomi:

  • Insufficienza respiratoria;
  • Dolore acuto al torace e all'addome;
  • Mancanza di respiro;
  • Paura della morte;
  • ansia;
  • Pallore e blueness della pelle del viso e del corpo;
  • Vene allargate nel collo;
  • Tosse con espettorato sanguinante;
  • Aumento della frequenza cardiaca;
  • Una forte diminuzione della pressione sanguigna;
  • Minzione compromessa;
  • Perdita di coscienza

Nella maggior parte dei casi, la chiusura del trombo dell'arteria polmonare porta alla morte. Non ci sono terapie di emergenza che potrebbero proteggere una persona da tali conseguenze. Solo un trattamento tempestivo della tromboflebite può proteggere.

Un coagulo di sangue può bloccare non solo l'arteria polmonare, ma anche altri vasi vitali. In questo caso, il quadro clinico non sarà così pronunciato, ma anche gli effetti sulla salute sono disastrosi.

sepsi

La sepsi o l'avvelenamento del sangue non si sviluppa molto frequentemente contro la tromboflebite. Questo processo può svilupparsi a causa dell'infezione delle ulcere trofiche o in caso di infezione ematogena nell'area del coagulo.

La sepsi si verifica solo in tromboflebiti molto gravi. Per aiutare, è importante contattare un'istituzione medica in tempo.

Sindrome post-tromboflebitica (PTFS)

Una condizione caratterizzata da un decorso cronico. Si sviluppa in pazienti che sono già stati trattati per tromboflebiti.

PTFS - insufficienza venosa. Sebbene il rischio di formazione di trombi sembra essere finito, sono necessarie una terapia preventiva costante e visite mediche.

Ulcere trofiche

Le conseguenze della trombosi venosa profonda sono ulcere trofiche sulle gambe. Questo è un fenomeno spiacevole, difficile anche per una terapia adeguata. Le ferite appaiono anche a seguito di danni minori. Alto rischio di suppurazione.

La suppurazione prolungata porta al fatto che il contenuto purulento può fluire nei tessuti adiacenti. Questo porta allo sviluppo di periflebitis. Una tale complicanza pericolosa porta ad una grave infiammazione, ascesso. Mentre lo stato progredisce, il tessuto muscolare viene separato dall'osso. Nei casi più gravi, è necessario amputare l'arto.

Fleboskleroz

Nel processo di questa complicanza della tromboflebite, le pareti delle vene diventano spesse e dense. Di conseguenza, il lume della nave si restringe. Il sangue non può fluire liberamente e si forma la congestione.

La proliferazione del muro può essere così pronunciata che il flusso sanguigno si chiude completamente. La condizione è identica a come un grande trombo ha bloccato la vena.

Neurite ischemica

Sullo sfondo di insufficiente afflusso di sangue, si verifica una rottura del sistema nervoso. I nervi periferici cessano di funzionare, portando ai seguenti sintomi:

  • desensibilizzazione;
  • Distrofia muscolare;
  • Reazioni riflesse ridotte.

La condizione è accompagnata da un forte dolore. Il quadro clinico è esacerbato dopo l'assunzione di alcol.

Trattamento di patologia

La tromboflebite delle vene superficiali e profonde porta a gravi conseguenze. Alcuni di loro non possono essere curati. L'unico modo per prevenirli è condurre un trattamento tempestivo della trombosi vascolare.

È più facile far fronte alla tromboflebite se si trattano contemporaneamente comorbidità, vene varicose o flusso sanguigno alterato.

Per ripristinare il flusso sanguigno nella trombosi mediante trattamento conservativo e chirurgico. Il metodo di trattamento dipende dalle condizioni del paziente e da quali complicazioni ha già incontrato.

Il trattamento conservativo continua per almeno sei mesi. Il paziente assume flebotonie, anticoagulanti, farmaci antinfiammatori non steroidei. Ad alto rischio di formazione di trombi a Vienna, è prescritto un rigoroso riposo a letto.

A volte le iniezioni locali vengono utilizzate con farmaci che fluidificano il sangue. Questa terapia si riferisce a misure di emergenza nella formazione di un coagulo di sangue.

Il trattamento chirurgico viene effettuato con diversi metodi:

  • Nella fase iniziale, un catetere speciale viene inserito nella cavità della vena, che rimuove il coagulo;
  • Un filtro cava può essere installato per impedire al trombo di muoversi nella regione degli organi interni;
  • Viene eseguito il lavaggio della vena, grazie al quale si formano i passaggi del trombo attraverso i quali viene ripristinata l'irrorazione sanguigna;
  • Viene eseguita una trombectomia, in cui viene rimosso un coagulo da una cavità venosa.

Il paziente deve capire che prima cercherà aiuto medico, meno complicanze saranno dovute alla formazione di un coagulo di sangue in una vena. I coaguli che hanno più di 7 giorni di vita non possono essere rimossi con un metodo minimamente invasivo.

prevenzione

Per ridurre il rischio di complicanze della trombosi con i seguenti metodi:

  • Indossare calze a compressione;
  • Moderata attività fisica;
  • Corretta alimentazione;
  • Rifiuto di cattive abitudini.

Uno stile di vita corretto e un esercizio moderato hanno un effetto positivo sui processi di circolazione del sangue. Questo aiuta a ripristinare il flusso sanguigno durante la trombosi e riduce il rischio di complicanze.

Il trattamento tempestivo della trombosi è una garanzia di una vita sana. Sebbene permanga il rischio di un coagulo sanguigno in una vena, la probabilità di complicazioni gravi e potenzialmente letali è ridotta.

Cos'è la tromboflebite pericolosa

Qual è la pericolosa tromboflebite delle vene profonde delle gambe?

Tromboflebiti delle vene profonde degli arti inferiori Molte persone inconsapevolmente confondono con le normali vene varicose, ma queste sono due malattie completamente diverse, sebbene siano simili nei sintomi.

Le vene varicose sono la solita riduzione delle vene a scompenso e la trombofelite è una malattia pericolosa causata dall'infiammazione della parete venosa sottocutanea seguita dalla formazione di trombi.

Cause di malattia

I motivi principali che possono causare lo sviluppo di tromboflebite venosa profonda sono:

  • vene varicose;
  • tendenza ereditaria o acquisita dalla vita del sangue alla trombosi;
  • qualsiasi, anche minore, lesione vascolare;
  • diminuzione del flusso sanguigno attraverso i vasi, portando gradualmente alla stasi venosa;
  • processo infiammatorio generale o locale;
  • fattori comuni: cattive abitudini, gravidanza, farmaci ormonali (anche contraccettivi), di lunga data, sollevamento pesi costante, sovrappeso, camminare su scarpe scomode e alte.
  • per eventuali violazioni del sistema emostatico: patologia epatica, cancro, malattie metaboliche, ecc.

I principali segni di tromboflebite delle vene profonde degli arti inferiori:

  1. gonfiore persistente delle gambe;
  2. dolori acuti o lancinanti degli arti inferiori;
  3. pronunciate vene tuberose che hanno una tonalità "bluastra";
  4. un forte aumento significativo della temperatura;
  5. palpazione arrossante e palpabile nell'area della vena interessata.

Un paziente con lo sviluppo di tromboflebite venosa profonda segna un graduale aumento dell'intensità di tutti i sintomi entro pochi giorni. Tuttavia, le statistiche mostrano che molti pazienti potrebbero non notare alcun sintomo per molto tempo.

Fattori di rischio per lo sviluppo della malattia

Oltre ai suddetti motivi che hanno causato lo sviluppo di tromboflebite venosa profonda, ci sono alcuni fattori di rischio:

  • paralisi degli arti inferiori, ad esempio dopo una malattia (trauma, ictus);
  • varie malattie infettive;
  • riposo a letto prolungato, ad esempio, durante il trattamento di una malattia;
  • stile di vita sedentario;
  • gravidanza, parto e varie operazioni ginecologiche;
  • la disidratazione;
  • l'uso di farmaci ormonali;
  • aumento della coagulazione del sangue;
  • sovrappeso.

Più una persona ha fattori di rischio, rispettivamente, maggiore è il rischio di sviluppare tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori.

Molti credono che i "grappoli venosi d'uva" sulle zampe non siano assolutamente pericolosi e non li trattino, ma non è così, poiché possono verificarsi complicazioni potenzialmente letali: blocco di grandi vene profonde, distacco e successiva migrazione di frammenti di coaguli nei polmoni, insufficienza venosa e così via.

Diagnosi della malattia

Durante il ricevimento, il medico esamina attentamente gli arti inferiori del paziente, ascolta i suoi reclami e, al fine di stabilire una diagnosi accurata, prescrive un esame appropriato:

  1. D-dimero, coagulogramma e emocromo completo;
  2. tomografia computerizzata;
  3. angiografia a ultrasuoni con mappatura dei colori del flusso sanguigno;
  4. flebografia o flebografia CT;
  5. imaging a risonanza magnetica.

Lo scopo delle procedure diagnostiche dipende da molti fattori e dalla disponibilità di attrezzature appropriate.

Metodi di trattamento della malattia

La terapia della tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori può essere eseguita sia a casa che in ospedale. Il trattamento completo deve essere mirato all'anestesia, alla completa eliminazione del processo infiammatorio e trombotico.

I primi 4-6 giorni del paziente dopo la diagnosi della malattia richiedono un rigoroso riposo a letto per prevenire la separazione di un coagulo di sangue e il suo ulteriore ingresso nell'arteria polmonare. Si prescrivono farmaci che fluidificano il sangue, si prescrivono farmaci antinfiammatori non steroidei, si raccomanda l'uso di unguenti, compresse e l'applicazione del freddo ai piedi. L'uso di bende elastiche e bendaggi stretti è vietato, in quanto ciò può provocare la massima stasi venosa, aumentare il dolore e il gonfiore.

Trattamento chirurgico

Ci sono casi di emergenza quando è necessario un intervento chirurgico, volto a rimuovere i coaguli di sangue nelle estremità inferiori. I medici quindi subiscono shunt o stenting del segmento delle vene colpite. La natura del trattamento chirurgico è determinata dal chirurgo, in base al grado di sviluppo della malattia e alle caratteristiche individuali del paziente.

La ricorrenza della malattia suggerisce che la causa principale del suo aspetto non è stata eliminata o che il trattamento effettuato non è sufficiente per correggere i cambiamenti avvenuti. Assicurati di ri-contattare il medico per determinare le tattiche di trattamento e il trattamento.

Dieta speciale

Con lo sviluppo di tromboflebiti venose profonde degli arti inferiori, è necessario modificare globalmente la dieta e introdurre prodotti che aiutano a ridurre i fattori di rischio: frutta e verdura fresca, cibi ricchi di fibre, noci, cereali, cereali integrali, zenzero, aglio, peperoncino. Oltre al consumo giornaliero dei suddetti prodotti, è necessario assumere vitamine e integratori alimentari, che dovrebbero contenere olio di semi di lino, calcio, magnesio, vitamine A, C, E, B6.

Raccomandazioni chiave

Per evitare lo sviluppo di questa pericolosa malattia in futuro, è necessario seguire alcune semplici regole:

  • durante il riposo, cerca di appoggiare i piedi sulla pedana;
  • ridurre la durata dello sforzo fisico sugli arti inferiori;
  • evitare la disidratazione, l'ipotermia e il surriscaldamento del corpo;
  • condurre uno stile di vita attivo (corsa, nuoto, ciclismo) e se un'attività professionale è associata a una lunga permanenza in piedi o seduti senza muoversi, quindi organizzare brevi pause con un riscaldamento obbligatorio;
  • monitorare il peso e, se necessario, si consiglia di ridurlo gradualmente con l'aiuto di nutrizionisti;
  • eliminare completamente le scarpe scomode e le donne cercano di evitare i tacchi alti;
  • assicurati di scegliere solette ortopediche comode.

Qual è il pericolo della tromboflebite

Le navi venose sono suscettibili a varie infiammazioni, ma la tromboflebite è giustamente considerata la più formidabile. Molto spesso, le vene varicose passano nello stadio di tromboflebiti degli arti inferiori - se si verificano complicazioni. Se la malattia non viene trattata, la tromboflebite può essere fatale.

Cosa succede alle vene con tromboflebite

In questa malattia infiammatoria delle navi venose:

  • un trombo si forma nel lume della nave;
  • occlusione parziale o completa del lume del vaso;
  • il rischio di un coagulo di sangue è molto alto, così come l'ulteriore movimento di un coagulo di sangue;
  • generalizzazione dell'infiammazione.

Da dove proviene la tromboflebite

Molto spesso, la tromboflebite si può trovare nelle malattie delle vene profonde e superficiali degli arti inferiori. La causa più comune di tromboflebite è associata a vene varicose progressive non trattate degli arti inferiori. Ma, in generale, la tromboflebite può comparire in uno qualsiasi dei vasi venosi, se vi è un'infiammazione in esso, appare un trombo o una permanenza prolungata di un trombo nella vena causa flebite - un'infiammazione della vena. Più grande è la nave che è colpita dalla tromboflebite, più è pericolosa la malattia, maggiore è il rischio di complicazioni potenzialmente letali.

In che modo la tromboflebite è diversa dalla trombosi e come sono simili?

La trombosi appare nella parete venosa non è sullo sfondo del processo infiammatorio. Con la trombosi, può verificarsi solo formazione di coaguli di sangue. Succede:

  • in caso di microtrauma di cellule del sangue;
  • a causa di una maggiore coagulazione del sangue;
  • se un coagulo di sangue viene portato da altri vasi venosi (un coagulo di sangue può staccarsi dalla zona della tromboflebite).

La causa principale della trombosi. come la pratica mostra (vena porta, arteria polmonare) ci può essere tromboflebite, che a sua volta è diventata una complicazione delle vene varicose degli arti inferiori. La comparsa di tromboflebiti e trombosi è direttamente correlata all'espansione varicosa delle vene superficiali degli arti inferiori.

Con la progressione delle vene varicose, la congestione venosa del sangue aumenta, appare l'edema, l'infiammazione si verifica nella vena, i coaguli di sangue nell'area dell'infiammazione e si forma un coagulo di sangue. Quindi, in effetti, c'è una tromboflebite dei vasi venosi degli arti inferiori.

Classificazione tromboflebite

Secondo il luogo di comparsa dell'infiammazione a Vienna, si distinguono questi tipi di tromboflebiti:

  • infiammazione del rivestimento interno della vena - endoflebitis;
  • infiammazione delle vene - in realtà tromboflebite;
  • infiammazione dei tessuti che circondano la vena - periphritite;
  • infiammazione della vena, in cui si forma pus (il processo può iniziare nella parete della vena) - flebite purulenta.

Conseguenza pericolosa di tromboflebite

Il pericolo di questa malattia è la possibile separazione di un coagulo di sangue. Un coagulo di sangue può entrare negli organi vitali con il flusso sanguigno, per esempio nei polmoni. In questo caso si svilupperà embolia polmonare, seguita molto spesso dalla morte.

Tromboflebite delle vene profonde e superficiali: rischio e cause

Dopo una malattia infettiva, i microrganismi patogeni possono entrare nel letto venoso e provocare lo sviluppo della flebite. Questa malattia infiammatoria è pericolosa a causa delle sue complicanze.

Quali cause, oltre alle infezioni, causano la comparsa della flebite?

Esiste un rarissimo tipo di flebite associata a un'infezione. Ma quando una persona arriva dal medico lamentandosi di avere una striscia rossa sulla gamba, che causa dolore, molto probabilmente, questa è la solita tromboflebite classica, causata dalla comparsa di trombosi in questa vena superficiale. Pertanto, si formò una forte infiammazione.

In precedenza, i medici ritenevano che questa malattia fosse perfettamente sicura. Basta dare antidolorifici e la malattia passerà da sola. Risultò in pratica non è del tutto vero. Con lo sviluppo di una tale malattia, c'è un alto rischio di diffusione della tromboflebite nelle vene profonde, e questo è già molto pericoloso.

Quali sono le vene profonde e superficiali?

Le vene che si trovano sotto la superficie della massa muscolare sono profonde vene. In tali vene la tromboflebite non è evidente.

Le superficiali sono chiamate vene che si trovano tra la pelle e i muscoli. Le vene possono essere facilmente palpate e viste sulla superficie degli arti inferiori.

Rischio e cause di tromboflebite

  • Quando una persona giace dopo l'operazione senza movimento;
  • Lungo uso di gesso sugli arti inferiori;
  • Un lungo volo o viaggio con mezzi di trasporto, in cui una persona è da molto tempo senza movimento;
  • Dopo un ictus;
  • Dopo aver ricevuto gravi ferite;
  • Difetti congeniti nel sistema circolatorio.

Cosa fare se una persona ha improvvisamente avuto tromboflebiti e non era sull'aereo o dopo l'operazione, ma solo un'apparizione improvvisa?

Gli scienziati britannici consigliano di farsi una foto dei polmoni immediatamente, di sottoporsi a un possibile esame addominale, di superare tutti i tipi di esami del sangue. Gli scienziati affermano il fatto che l'improvvisa comparsa di tromboflebite è la presenza di un tumore maligno.

Perché la tromboflebite venosa profonda è pericolosa?

  1. Parte di un coagulo di sangue può staccarsi e andare ai polmoni, il che può essere fatale.
  2. La tromboflebite venosa profonda distrugge le valvole, portando a malattie venose croniche. I cambiamenti di colore della pelle iniziano, appaiono ulcere trofiche.

Pertanto, una grande attenzione dovrebbe essere rivolta alla tromboflebite superficiale per prevenire la diffusione alle vene profonde.

Se la tromboflebite superficiale dopo la scomparsa appare in altri punti, dovresti pensare al verificarsi di un tumore maligno.

Il classico segno di migrare la tromboflebite da un luogo all'altro è preoccupante per i medici che cercano un tumore. Una delle manifestazioni più frequenti di questo è un tumore all'addome.

Per i pazienti con tromboflebite, si consiglia di assumere farmaci per fluidificare il sangue, indossare una calza elastica.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Lividi sul corpo senza motivo

Lividi da lividi o "guadagnato" in autunno non sorprendono nessuno. Ti capita che ci sia un livido - eccolo lì, viola e doloroso - e non c'è memoria di dove sia venuto, no?

Scoppio della nave sotto l'occhio

La pelle intorno agli occhi è molto sottile e sensibile, se è danneggiata, è possibile vedere aree di emorragia sottocutanea sotto forma di piccoli lividi o petecchie. Ciò accade più spesso dopo una ferita, un colpo o una forte pressione sulla pelle.

Aritmia sinusale del cuore: cos'è, sintomi, trattamento, possibili complicanze

Da questo articolo imparerai: come e per quale motivo si sviluppa l'aritmia sinusale e quali sono i sintomi che lo caratterizzano.

Dov'è l'arteria carotide nel corpo umano - la struttura, le funzioni, le malattie e il loro trattamento

Il sistema circolatorio umano è un meccanismo complesso costituito da una pompa muscolare a quattro camere e più canali.

Cause di sangue denso

Lo stato del sangue umano è l'indicatore più importante del sistema cardiovascolare. La qualità di tutti i processi che avvengono negli organi e nelle cellule del corpo dipende dal sangue, perché è il loro ambiente di vita principale.

Anemia ipercromica

L'anemia ipercromica (anemia) è una malattia in cui vi è una diminuzione del numero di globuli rossi e una diminuzione dell'emoglobina in un volume unitario di sangue. In questa condizione patologica, anche il sistema degli organi circolatori (cuore e vasi sanguigni) fallisce allo stesso tempo.