L'arterite temporale (temporale) si riferisce alla malattia vascolare infiammatoria cronica con danni alle pareti delle arterie di grande e medio calibro e il coinvolgimento primario dell'arteria temporale in questo processo. Si chiama anche malattia di Horton (dal nome del medico che ha fornito una descrizione dettagliata di questa patologia nel 1932) o arterite granulomatosa a cellule giganti. Il quadro clinico è costituito da segni di un processo infiammatorio sistemico e disfunzione di organi che soffrono di ipossia (mancanza di ossigeno).

Come si sviluppa l'arterite

L'arterite temporale è descritta nella prima metà del secolo scorso, ma le ragioni esatte del suo sviluppo non sono state ancora chiarite. È noto che l'infiammazione della parete arteriosa non è causata da danni diretti o esposizione a microrganismi, ma da danno cellulare autoimmune.

La produzione di anticorpi primari può essere scatenata da una rottura del sistema immunitario dopo il contatto con virus e alcuni batteri. I virus possono modificare la composizione antigenica delle cellule umane, che saranno percepite dal sistema immunitario come l'apparizione di agenti nocivi alieni. I complessi protettivi (anticorpi) prodotti si attaccano alle pareti dei vasi e li distruggono. Di conseguenza, l'infiammazione si verifica nelle pareti delle arterie grandi e medie.

Inizialmente, le pareti vascolari si infiltrano e si addensano, quindi granulomi, gruppi di cellule, si formano nei fuochi dell'infiammazione. Allo stesso tempo, l'esame istologico rivela in essi cellule plasmatiche, linfociti, eosinofili, istiociti e cellule multinucleate giganti. È a causa loro che la malattia ha preso il nome, anche se non tutti i pazienti con un quadro clinico classico mostrano cellule giganti.

A causa dell'infiammazione, i vasi diventano ispessiti, con una superficie irregolare e all'interno possono essere presenti coaguli di sangue. Allo stesso tempo, non è interessata l'intera area dell'arteria, ma solo singoli segmenti. Questo processo è asimmetrico e spesso cattura l'arteria temporale. Anche le arterie vertebrali, posteriori ciliari, oftalmiche e le arterie retiniche centrali sono spesso coinvolte. Ulteriori cambiamenti possono essere trovati nelle arterie carotidi, succlavia, mesenteriche e iliache, e occasionalmente nelle arterie coronarie. E con l'infiammazione della parete aortica si formano aneurismi.

Sintomi principali

Tutti i segni clinici di arterite temporale possono essere suddivisi in diversi gruppi:

  • sintomi comuni di infiammazione sotto forma di debolezza, febbre (raramente), sudorazione, affaticamento, perdita di peso;
  • sintomi locali associati a lesioni delle arterie superficiali (temporali, occipitali) sotto forma di mal di testa, dolore locale quando si tocca la pelle sulla nave interessata, a volte rigonfiamento e tortuosità dell'arteria;
  • segni di insufficienza di organi che ricevono ossigeno insufficiente a causa del restringimento e della trombosi delle arterie colpite.

Il mal di testa con arterite temporale può essere diffuso o unilaterale, nel qual caso assomiglia a un'emicrania. Il dolore aumenta con la masticazione, toccando la tempia, pulsa.

L'arterite a cellule giganti porta molto spesso a patologie da parte degli occhi, che è spesso associata a infiammazione delle arterie oftalmiche (che si estendono dalle arterie carotidi esterne), danno all'arteria centrale della retina e alle arterie ciliari minori. Questo può portare a problemi di vista e persino cecità gravemente sviluppata. E con la sconfitta delle arterie vertebrali, possono verificarsi una doppia visione negli occhi (diplopia) e la discesa della palpebra superiore (ptosi). Ciò è dovuto all'ischemia dei nuclei dei nervi cranici nel midollo allungato, che sono responsabili del lavoro dei muscoli intorno al bulbo oculare.

L'infiammazione e la successiva trombosi di varie arterie possono causare angina pectoris, attacchi di debolezza e dolore agli arti e alla lingua durante lo sforzo, dolore addominale, ischemia cerebrale con lo sviluppo di vari disturbi neurologici e mentali. Occasionalmente, con marcato restringimento delle arterie, si verifica la necrosi degli arti e delle aree cutanee.

Succede che l'arterite temporale è combinata con la sindrome della polimialgia reumatica, manifestata dal dolore muscolare e da una sensazione di rigidità. Pertanto, i pazienti con tali sintomi devono essere ulteriormente esaminati per escludere l'arterite a cellule giganti.

Problemi di diagnostica

Se una persona sviluppa sintomi di un'arteria temporale, è molto probabile una diagnosi di arterite a cellule giganti. Se il danno ad altre arterie prevale, la malattia potrebbe non essere confermata per un lungo periodo. Il paziente si rivolgerà a dottori di vari profili e riceverà la terapia sintomatica che non intacca il corso del processo patologico principale. Solo una valutazione completa di tutte le violazioni esistenti in combinazione con indagini aggiuntive consentirà di chiarire la causa di numerose violazioni. Ma una tale diagnosi, purtroppo, viene raramente eseguita all'inizio dei primi sintomi.

Un numero di esami viene utilizzato per identificare l'arterite a cellule giganti:

  • esame generale con valutazione di pulsazioni di varie arterie;
  • rilevazione di cambiamenti di arterie superficiali: ispessimento irregolare delle loro pareti, dolore, l'apparenza di rumore in loro;
  • consultazione dell'oculista con la definizione del quadro del fondo;
  • OAK, che consente di rilevare un aumento pronunciato della VES, moderata anemia normocrina o ipocromica;
  • determinare il livello di CRP (proteina C-reattiva), un aumento di questo indicatore indica un processo infiammatorio attivo;
  • biopsia delle arterie temporali per identificare i cambiamenti caratteristici nella sua parete;
  • Ultrasuoni dei vasi sanguigni, angiografia: permettono di vedere i cambiamenti segmentari nelle pareti delle arterie, portando ad un restringimento del lume delle arterie.

In questo caso, una biopsia consente di confermare in modo affidabile la malattia e i restanti metodi di laboratorio sono indiretti e consentono di stabilire la diagnosi in combinazione con il quadro clinico caratteristico.

trattamento

I pazienti con arterite temporale sono monitorati e trattati da un reumatologo, anche se i medici di altre specialità spesso eseguono la diagnosi iniziale.

Il principale metodo di trattamento dell'arteria a cellule giganti temporali è la terapia con corticosteroidi. Gli ormoni sono prescritti con un dosaggio piuttosto elevato (50-60 mg / die) immediatamente dopo la conferma della diagnosi, il medico può raccomandare di aumentare la dose di altri 10-25 mg in pochi giorni in assenza di una risposta sufficiente. La prima riduzione della piccola dose è possibile solo dopo 4 settimane e il livello di VES viene necessariamente monitorato. Con le condizioni stabili del paziente e i buoni dati di laboratorio, viene eseguita una lenta e graduale eliminazione del farmaco, in media, la durata totale della terapia con corticosteroidi richiede 10 mesi.

Oltre a tale terapia di base, viene prescritto un trattamento sintomatico per migliorare le proprietà reologiche del sangue, normalizzare la microcircolazione nei tessuti affetti da ipossia e mantenere e ripristinare il funzionamento degli organi. Preparazioni vascolari, disaggregati sono prescritti, a volte è richiesto l'uso di eparina.

L'arterite a cellule giganti colpisce più spesso gli anziani, che hanno già altre malattie croniche e disturbi metabolici legati all'età. Pertanto, durante il trattamento, è necessario valutare regolarmente il funzionamento del fegato e gli indicatori del metabolismo minerale, che consentiranno il tempo di rilevare lo sviluppo di insufficienza epatica o osteoporosi. Inoltre, viene effettuata la prevenzione della comparsa di ulcere steroidee dello stomaco e del duodeno, viene monitorato il livello di glucosio nel sangue.

Con lo sviluppo di trombosi acuta nel lume delle arterie infiammate, la minaccia di rottura di un aneurisma aortico può richiedere un intervento chirurgico.

prospettiva

Eliminare completamente le violazioni a livello immunitario è impossibile. Ma una terapia competente può sopprimere l'attività del processo infiammatorio e prevenire lo sviluppo di terribili complicazioni: infarto, cecità, ictus. Sullo sfondo della terapia steroidea, i principali sintomi della malattia vengono rapidamente interrotti, i parametri di laboratorio gradualmente si normalizzano. 2 mesi dopo l'inizio di un trattamento completo, gli esami possono mostrare miglioramenti significativi nello stato della parete vascolare, un aumento del lume delle arterie colpite e il ripristino del normale flusso sanguigno.

Con il trattamento tempestivo iniziato, la prognosi è favorevole, quindi non sperare in auto-guarigione o metodi tradizionali, perdendo tempo e mettendo se stessi a rischio per lo sviluppo di complicazioni terribili.

Channel One, il programma "Live Healthy" con Elena Malysheva sul tema "Malattia di Horton (Arterite Temporale)":

Diagnosi di arterite temporale

Malattie dei nervi periferici. Sinapsi neuromuscolari. Miopatia. Sindromi cliniche

Con un forte aumento della pressione, compaiono ulteriori segni, a seconda della posizione dell'effetto volume (Fig. 1). Un forte aumento della pressione intracranica è osservato con ematoma intracranico traumatico, peggioramento del decorso di una malattia cronica, per esempio, con un tumore, ven.

Meningite batterica (purulenta). Altre infezioni batteriche Infezioni virali. Altre malattie infettive e contagiose.

Arterite a cellule giganti (temporali): esiste un trattamento e quali sono le prognosi della malattia di Horton?

Con l'età, si verificano cambiamenti nel corpo umano che riguardano vari organi e sistemi, comprese le arterie medie e grandi.

Di conseguenza, inizia a sviluppare gravi malattie e patologie che possono portare alle conseguenze più tristi e persino alla morte. Una di queste malattie è chiamata arterite a cellule giganti.

Informazioni generali

Arterite a cellule giganti (nomi alternativi - sindrome di Horton, malattia di Horton) è una malattia infiammatoria di arterie medie e grandi. Nelle loro mura inizia il processo di accumulo di cellule giganti anormali, che col tempo colgono nuove e nuove aree.

C'è un ispessimento delle membrane arteriose, un restringimento del lume dei vasi sanguigni e la formazione di coaguli di sangue parietale, che interferiscono con il flusso sanguigno nelle lesioni fino a quando non viene completamente arrestato. La malattia può coprire tutte le arterie, ma le arterie assonnate, craniche e temporali sono più spesso colpite (l'arterite temporale è la più comune). Occasionalmente, le vene sono coinvolte nel processo infiammatorio.

motivi

Le cause della malattia di Horton non sono completamente chiarite, ma la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che le sue cause principali sono i disturbi immunitari caratterizzati dalla predominanza di virus e batteri nelle aree colpite. Spesso la malattia è preceduta da micoplasmi, parvovirus e infezioni da clamidia.

Dopo che i microrganismi patogeni entrano nel corpo, iniziano a produrre attivamente anticorpi contro il sistema immunitario, causando l'infiammazione autoimmune. Influisce negativamente sul funzionamento del sistema circolatorio, porta a un restringimento delle arterie, al flusso sanguigno e alla carenza di ossigeno delle cellule.

I fattori che provocano lo sviluppo di arterite a cellule giganti, includono anche la tubercolosi, i virus dell'influenza e l'epatite. La presenza di predisposizioni genetiche e ereditarie non è esclusa: molti pazienti sono portatori dei geni A10, B14, HLA e B8.

Tipi e forme

A seconda della posizione e della patogenesi, la malattia di Horton è suddivisa condizionatamente nei seguenti tipi:

  • arterite a cellule giganti localizzata si estende solo a un gruppo di vasi;
  • polimialgia reumatica, caratterizzata da ampia infiammazione;
  • ampia arterite a cellule giganti, che combina arterite temporale e polimialgia reumatica;
  • sconfitta delle grandi arterie del corpo.

La natura delle lesioni nello sviluppo della malattia è segmentale e focale. Nel primo caso, colpisce le singole strutture, e nel secondo vi è una massiccia violazione dell'integrità delle navi.

Pericolo e complicazioni

Il pericolo di arterite a cellule giganti è che il danno alle arterie passa spesso inosservato, il che causa il rischio di complicanze. Il più comune di questi è il danneggiamento delle arterie degli occhi, che porta alla cecità parziale o totale. Le complicazioni comprendono ictus e infarti, che possono svilupparsi sullo sfondo del quadro generale della malattia.

sintomi

Tra i sintomi della malattia di Horton, si distinguono i sintomi generali e vascolari, nonché i danni agli organi della visione.

Sintomi comuni:

  • aumento della temperatura prolungato o occasionale a 38-39 ° C, febbre;
  • mancanza di polso nelle arterie periferiche;
  • frequenti mal di testa che possono verificarsi anche quando si pettina i capelli;
  • disagio in faccia: dolore, formicolio, bruciore, intorpidimento quando si mangia o si parla;
  • mancanza di appetito, stanchezza, debolezza, perdita di peso corporeo;
  • disturbi del sonno, irritabilità, depressione;
  • dolore sordo nei muscoli e nelle articolazioni.

Sintomi vascolari:

  • indurimento, dolore e arrossamento delle arterie (temporale, parietale, ecc.);
  • comparsa di noduli sul cuoio capelluto;
  • con la sconfitta di altre grandi arterie compaiono i sintomi caratteristici del processo patologico: zoppia, ictus, infarto miocardico e altri organi.

Riconoscere un'arteria a corso temporale non è difficile - le navi sono ingrandite, come in questa foto:

Danni agli occhi:

  • visione offuscata: la sensazione di "mosche" e "nebbia" davanti agli occhi;
  • l'omissione della palpebra superiore;
  • diplopia (visione doppia);
  • dolore nella zona degli occhi.

Quando andare dal dottore?

Per evitare lo sviluppo di complicazioni pericolose, il paziente dovrebbe consultare un medico anche al minimo sospetto della malattia di Horton: dolori cronici alla testa e al viso, affaticamento costante, frequenti aumenti della temperatura corporea, ecc.

La patologia viene curata da un reumatologo che deve ascoltare attentamente i reclami del paziente e prescrivere ulteriori ricerche.

Sulla diagnosi e il trattamento della sindrome di Takayasu, un sintomo caratteristico di cui è la mancanza di polso, leggi qui.

È altrettanto importante conoscere in anticipo tutto ciò che riguarda la malattia di Raynaud: la sua diagnosi, i sintomi e il trattamento. Tutto è qui.

diagnostica

L'identificazione dell'arterite a cellule giganti è complicata dal fatto che ha sintomi simili ad altre malattie. La diagnosi viene fatta sulla base dei seguenti test e studi:

  • Analisi generale e biochimica del sangue. I pazienti hanno un forte aumento della VES, accompagnati da moderata anemia e febbre persistente o episodica, nonché iperalpha e gamma globulinemia.
  • Esame esterno Include la palpazione delle arterie e delle vene, che in presenza della malattia possono essere compattate, gonfie o dolorose.
  • Biopsia dell'arteria temporale. In anestesia locale, un taglio di tessuti arteriosi temporali viene prelevato dal paziente, che viene poi esaminato attentamente al microscopio per identificare le cellule infette. Il metodo consente di confermare o negare la presenza della malattia con una probabilità quasi del 100%.
  • Angiografia. La procedura di esame a raggi x delle arterie e delle vene, che consente di determinare la posizione del restringimento e l'estensione della diffusione del processo infiammatorio.
  • Oftalmoscopia. Lo studio degli organi di visione, attraverso il quale nei pazienti con arterite a cellule giganti, è possibile rivelare lo sviluppo di neurite ischemica del nervo ottico e altre complicanze.

trattamento

Dopo la diagnosi, al paziente vengono prescritte alte dosi di corticosteroidi e un farmaco chiamato "Prednisolone" è particolarmente efficace.

Si raccomanda di continuare il trattamento per circa un mese, dopo di che la dose viene gradualmente ridotta in modo che la terapia venga annullata in 10-12 mesi.

Dopo aver ridotto la dose, il paziente deve rimanere sotto la costante supervisione del medico curante, poiché qualsiasi deviazione dalla norma indica una recidiva della malattia. Allo stesso tempo, c'è un certo numero di persone che devono assumere Prednisolone in un dosaggio di mantenimento per diversi anni.

In circa il 10% dei casi, alte dosi di "Prednisolone" non danno l'effetto previsto, pertanto ai pazienti viene prescritto un trattamento di tre giorni con "Metilprednisolone" per via endovenosa, dopodiché passano alla terapia orale. Questa tattica è particolarmente efficace quando una persona sviluppa patologie oculari.

La terapia ormonale oggi è considerata l'unica terapia in grado di sopprimere rapidamente i sintomi e le manifestazioni dell'arterite a cellule giganti. L'efficacia di altri metodi non è stata ancora confermata.

Scopri di più su forme temporali e altre forme di malattia di Horton da questo video:

È possibile conoscere le cause e i segni della dissezione aortica da questa pubblicazione.

Cos'è la tromboangiite obliterante pericolosa degli arti inferiori e come trattarla? Scoprilo cliccando qui.

prevenzione

Poiché le cause della malattia di Horton non sono ancora state chiarite, come prevenzione vengono raccomandate misure generali per rafforzare il corpo (uno stile di vita sano, rinunciare a cattive abitudini, esercizio moderato), nonché un trattamento tempestivo delle malattie infettive.

I pazienti nei quali viene confermata la diagnosi di "arterite a cellule giganti", è importante capire che la malattia è classificata come cronica, pertanto richiede l'osservanza di adeguate misure preventive per tutta la vita.

Secondo ricerche e osservazioni pratiche, il principale fattore di rischio per lo sviluppo della malattia di Horton può essere considerato un'età avanzata. Le persone che hanno superato il punteggio di 50 anni dovrebbero prestare maggiore attenzione alla propria salute e ricordare che con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato della malattia, è possibile ottenere una remissione stabile e prolungata.

Arterite temporale: come identificare e come trattare?

Quando il sangue circola normalmente, vengono create condizioni accettabili per il buon funzionamento di tutti gli organi. Con l'aiuto del tessuto sanguigno, si ottengono nutrienti essenziali e ossigeno, i prodotti di decomposizione e l'anidride carbonica vengono rimossi dal corpo. Qualsiasi disturbo nel sistema circolatorio è pericoloso perché le navi sono danneggiate, e le carenze nutrizionali e l'accumulo di detriti alimentari causano malattie degli organi interni. Arterite temporale - una conseguenza dei disturbi circolatori. Questa malattia è pericolosa per la salute umana.

Cos'è?

L'arterite temporale (sindrome di Horton o arterite a cellule giganti) è una malattia sistemica caratterizzata da danni alle arterie grandi e medie situate all'interno dell'arteria carotide.

I più colpiti sono i vasi sanguigni che forniscono sangue agli occhi, alle parti della testa e ai nervi ottici. Qualsiasi arteria grande o media può essere coinvolta in questo processo patologico. Nello stesso momento in navi più piccole i cambiamenti non sono osservati.

La malattia si manifesta con gonfiore e dolore alla tempia e al cuoio capelluto. Viene diagnosticato principalmente nelle persone (più spesso nelle donne) di età avanzata (oltre i 60 anni).

motivi

Quando si verifica la sindrome di Horton, le pareti delle arterie si infiammano, diventano edematose, il lume tra loro si restringe. Di conseguenza, il trasporto di sangue è ostacolato, il rilascio di ossigeno e sostanze nutritive viene rallentato. Se la malattia non viene diagnosticata in tempo e il trattamento non viene avviato immediatamente, si può formare un coagulo di sangue - un coagulo di sangue che chiude completamente la nave. Un altro pericolo è l'aneurisma (rigonfiamento della parete del vaso), che può rompersi nel tempo.

Le cause dello sviluppo dell'arterite temporale sono ancora poco conosciute. È stato dimostrato che un ruolo significativo nell'insorgenza della malattia è giocato dall'invecchiamento delle navi e dalla distruzione delle loro pareti. Ecco perché l'arterite è caratteristica degli anziani (60-80 anni). Più spesso la malattia si verifica nelle donne, così come nelle persone della razza bianca e gemelli identici. I ricercatori sostengono che l'arterite può essere trasmessa a livello genetico.

Alcuni scienziati ipotizzano anche che l'arterite sia associata a infezioni. Tuttavia, questa versione non ha prove evidenti.

È possibile che i fattori ambientali contribuiscano al verificarsi di arterite temporale. Ci sono molti casi in cui l'arterite accompagna la polimialgia reumatica. Questa malattia è caratterizzata da sintomi di dolore che si manifestano in diversi gruppi muscolari e sono di natura reumatica.

Assegna la forma primaria e secondaria di arterite.

  1. La forma primaria - vasculite - si presenta come una malattia indipendente negli anziani.
  2. L'arterite secondaria è una conseguenza di un'altra malattia infettiva. Particolarmente pericolose sono le infezioni causate da Staphylococcus aureus e dal virus dell'epatite.
Vista interna: arterite colpita e arteria sana

sintomi

Di solito, l'arterite temporale inizia con un mal di testa acuto e il dolore spiacevole si aggrava pettinando i capelli o toccando la testa con le dita. Lo stato generale di salute peggiora, la temperatura aumenta. I pazienti avvertono dolore nell'articolazione mandibolare durante la masticazione, nel collo e nelle mani, si lamentano di scarso appetito. Se la malattia è un compagno di polimialgia reumatica, i sintomi come il dolore muscolare nel cingolo scapolare e nella zona pelvica si uniscono alla clinica generale.

I vasi delle aree temporali e adiacenti sono compatti, leggermente sporgenti e prendono una forma tortuosa. La pelle su di loro è spesso iperemica. Con la sconfitta dei tronchi nervosi coinvolti nell'innervazione degli occhi, i sintomi appaiono sotto forma di occhi divisi e sfocati, cecità improvvisa e abbassamento della palpebra superiore.

diagnostica

Se osservi i sintomi di cui sopra, dovresti consultare un reumatologo per una diagnosi immediata della malattia. L'esame comprende un esame generale del paziente, una presa in carico della storia e un riferimento ad un esame del sangue (generale e biochimico). Solo i risultati del test del sangue offrono la possibilità di una diagnosi preliminare. La diagnosi definitiva può essere fatta solo dopo aver ricevuto i risultati di una biopsia.

Nell'analisi del sangue sono i due principali parametri:

  • ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti);
  • Proteina C-reattiva.

In presenza di processi infiammatori nelle arterie, entrambi gli indicatori avranno valori sovrastimati.

In uno studio di laboratorio sull'analisi generale del sangue, viene rilevato un tasso di sedimentazione dell'eritrocito eccessivamente aumentato (fino a 50-70 mm / h), nonché un livello ridotto di eritrociti con un indice cromatico normale. In questo caso, la formula dei leucociti rimane invariata.

Dopo aver ricevuto i risultati del test del sangue, a un paziente viene prescritta una biopsia, che implica un esame microscopico di un piccolo frammento dell'arteria temporale. Condurre questa analisi per sospetta arterite temporale è cruciale. La biopsia consente di identificare accuratamente o escludere l'arterite. In effetti, sintomi simili possono essere un segno di un'altra malattia: polimialgia reumatica, artrite o cancro.

Molto spesso questa malattia si osserva nelle persone anziane.

trattamento

In base al trattamento precoce del paziente da parte di un medico, alla diagnosi tempestiva e alla terapia, l'arterite temporale è curabile con esito favorevole. Se una persona si è già trasformata in stadi avanzati o l'arterite è aggravata da qualche grave patologia, il trattamento può essere difficile. È possibile un esito avverso con successiva disabilità.

Il trattamento dell'arterite temporale può essere effettuato in due modi: farmaco e chirurgia.

Trattamento farmacologico

L'opzione terapeutica prevede l'assunzione al paziente di alte dosi di forti farmaci anti-infiammatori - ormoni glucocorticosteroidi. Spesso, i farmaci vengono prescritti prima che la diagnosi sia finalmente confermata, dal momento che in questo caso sta lavorando contro il paziente e il ritardo può portare a gravi conseguenze. Il trattamento precoce è particolarmente importante quando i sintomi compaiono a livello visivo. Anche al minimo sospetto di arterite, al paziente devono essere prescritti ormoni corticosteroidi.

Il corso del trattamento per la sindrome di Horton è molto lungo e richiede in genere da uno a due anni. Durante questo periodo, la dose di farmaci diminuirà gradualmente.

La prima riduzione della dose avviene entro un mese dall'inizio del trattamento. I glucocorticosteroidi hanno molti effetti collaterali:

  • ipertensione;
  • un aumento della glicemia;
  • indebolimento dell'immunità;
  • aumento di peso;
  • la probabilità di osteoporosi.

Ma oggi è l'unico metodo medico in grado di curare efficacemente l'arterite.

Se un paziente ha un'intolleranza ai corticosteroidi, il medico deve prescrivere altri farmaci. In questo caso, il successo del trattamento diminuisce significativamente.

Quando arterite prescritta come farmaci che migliorano il flusso di sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Durante il periodo di trattamento, il paziente deve essere sottoposto regolarmente a test in modo che i medici possano monitorare lo stato di avanzamento della malattia e prevenire possibili ricadute. Se i sintomi iniziano a ritornare alla linea di base, la riduzione della dose è stata prescritta troppo presto e il paziente deve nuovamente aumentare la dose di farmaco. L'estinzione dei sintomi iniziali, la normalizzazione del livello degli indicatori nel sangue (emoglobina ed ESR) indicheranno una ritirata della malattia.

L'indebolimento dei sintomi di solito si verifica nei pazienti entro pochi giorni dall'inizio dei corticosteroidi. Anche gli indicatori del test del sangue stanno migliorando: il livello della VES inizia a scendere alla normalità dopo un paio di settimane. Tuttavia, il corso del farmaco deve essere completato completamente, altrimenti l'arterite ritornerà rapidamente.

Ai pazienti con una minaccia di cecità vengono prescritti Prednisolone per via endovenosa per tre giorni, dopo di che vengono trasferiti al trattamento abituale. Se l'arterite temporale colpiva i tronchi nervosi, che colpiscono la retina dell'occhio, il medico prescrive il ricevimento di vasodilatatori e farmaci per rafforzare la nave.

Contemporaneamente ai glucocorticosteroidi viene prescritta una dieta che include l'uso di alimenti con contenuto di calcio. Ciò contribuirà a prevenire lo sviluppo dell'osteoporosi steroidea.

Trattamento chirurgico dell'arterite

Quando la malattia viene trascurata e assume una forma complicata, il paziente ha un rischio piuttosto elevato di aneurisma o trombo. Inoltre, sono interessate le navi che forniscono sangue agli occhi. In questo caso, il metodo del farmaco non è adatto a causa della durata del ciclo di trattamento. E qui, senza l'intervento chirurgico non è abbastanza.

Il trattamento chirurgico è anche rilevante quando l'arterite temporale è causata da una malattia oncologica.

complicazioni

Una delle complicanze più gravi di arterite è la perdita della vista. Cecità si verifica a causa di alterata circolazione del sangue attraverso i vasi infiammati agli occhi e ai nervi ottici. La mancanza di misure terapeutiche appropriate porta al fatto che il tessuto nervoso della retina e dei nervi ottici muore, portando alla completa cecità.

Prevenzione delle malattie

La prevenzione primaria dell'arterite temporale è molto difficile, poiché oggi non è stata stabilita la causa esatta della malattia. La profilassi secondaria (prevenzione della riacutizzazione) è la prescrizione per tutta la vita degli ormoni steroidei e degli immunosoppressori.

Come ripristinare la visione in ipermetropia è descritto in dettaglio qui.

video

risultati

L'arterite temporale è una malattia piuttosto pericolosa che deve essere identificata e trattata in una fase precoce. In questo caso, la prognosi del trattamento sarà favorevole e le conseguenze non saranno molto significative. Hai già familiarizzato con il quadro clinico di questa malattia, quindi, ai primi sintomi, consulta immediatamente un reumatologo. Di norma, in assenza di trattamento di questa malattia, i pazienti con paralisi del nervo ottico, che portano a malattie come la cataratta e il glaucoma o la distrofia retinica, sono ciò che apprendi qui.

Cardiologo - un sito sulle malattie del cuore e dei vasi sanguigni

Cardiochirurgo online

Arterite a cellule giganti

L'arterite a cellule giganti è una sindrome vascolare sistemica in cui predominano le arterie temporali.

  • arteria temporale (arterite temporale di Horton),
  • arteria succlavia
  • così come l'arteria oftalmica e le arterie ciliari

Le arterie cerebrali possono essere coinvolte nel processo patologico. A volte l'infiammazione nella parete aortica provoca aneurisma, dissezione, stenosi aortica. Possono esserci lesioni isolate delle arterie coronarie, arco aortico, aorta cucita e altri vasi.

clinica

I principali sintomi clinici sono i disturbi costituzionali: febbre, sudorazione notturna, mal di testa, affaticamento, perdita di peso, depressione e anoressia.

diagnostica

Un sintomo caratteristico è importante per la diagnosi: dolore alle tempie (arterite temporale), nonché sintomi di danni ad altri rami dell'arteria carotide esterna (dolore). Inoltre, in questa malattia, le arterie oculari e ciliari possono essere colpite - con il rischio di perdita irreversibile della vista. Tuttavia, va ricordato che questa è una politica molto variabile. Quindi, l'enfasi precedente fu posta sulla sconfitta delle arterie temporali oftalmiche. È ormai accettato che la clinica per l'arterite a cellule giganti può variare da febbre di origine sconosciuta a claudicatio intermittente.

Arterite temporale delle cellule giganti, tutto sulla malattia

La normale circolazione sanguigna può essere tranquillamente definita il garante della salute. Il sangue fornisce i tessuti con sostanze nutritive e ossigeno, rimuove i prodotti di decomposizione e il biossido di carbonio. I disturbi circolatori sono pericolosi non solo perché le navi stesse sono danneggiate, ma anche perché la mancanza di nutrizione e l'accumulo di materiali di scarto causano una malattia degli organi interni, a volte molto grave.

Arterite: descrizione

Il nome comune per un gruppo di malattie causate dall'infiammazione immunopatologica dei vasi sanguigni. Questo riduce il lume della nave, che complica il flusso sanguigno e le condizioni per la formazione di un coagulo di sangue. Quest'ultimo può bloccare completamente l'afflusso di sangue, che porta a gravi malattie degli organi. Inoltre, l'infiammazione aumenta la probabilità di formazione di aneurismi.

Tutte le navi sono sensibili alle lesioni: arterie, arteriole, vene, venule, capillari.

  1. Arterite temporale o cellula gigante - infiammazione dell'arco aortico. Allo stesso tempo, non solo l'arteria temporale soffre, ma anche altri grandi vasi della testa e del collo, ma i sintomi sono più pronunciati sull'arteria.
  2. La sindrome di Takayasu è una lesione dell'aorta.
  3. Arterite vascolare media - poliarterite nodosa e malattia di Kawasaki, che colpisce le navi coronarie.
  4. Vasculite capillare - poliangioite, granulomatosi e altri.
  5. Infiammazione che colpisce i vasi sanguigni - Sindrome di Kogan, malattia di Behçet (vasi sanguigni e mucosi sono colpiti).

Ci sono anche vasculiti dei singoli organi, sistemiche, secondarie. La maggior parte di loro è accompagnata da una forte febbre.

cause di

Ad oggi, rimangono sconosciuti. Il più ovvio include i cambiamenti legati all'età quando si tratta di malattie delle grandi navi. Con l'età, le pareti delle arterie e delle vene perdono elasticità, il che contribuisce alla comparsa dell'infiammazione immunitaria.

Tuttavia, questa spiegazione può essere data solo per alcuni tipi di vasculite. Pertanto, la malattia di Behçet ha una probabilità 3 volte maggiore di colpire gli uomini nella fascia di età compresa tra 20 e 30 anni e la malattia di Kawasaki si osserva nei bambini di età inferiore a 5 anni.

Esiste una precisa connessione con il lavoro dei sistemi ormonali, dal momento che le donne sono più suscettibili all'infiammazione delle grandi arterie.

Inoltre, a giudicare dalle statistiche mediche, c'è una certa predisposizione genetica. L'arterite a cellule giganti è comune nella razza bianca. E la sindrome di Takayasu colpisce solo le donne asiatiche sotto i 30 anni. La vasculite sistemica è ugualmente influenzata dai rappresentanti di entrambe le razze europee e asiatiche, ma vive a latitudini da 30 a 45 gradi in Medio Oriente, dal Giappone al Mar Mediterraneo. Queste osservazioni non hanno ancora ricevuto una spiegazione.

Assegna la forma primaria e secondaria di arterite.

  1. Primario - la vasculite si presenta come un fenomeno indipendente. In genere, l'infiammazione è associata a cambiamenti legati all'età, in base al fatto che sono soprattutto le persone con più di 50 anni a soffrire.
  2. Secondaria - l'infiammazione è il risultato di un'altra malattia, di solito una malattia infettiva in forma grave. I più pericolosi sono le infezioni causate da Staphylococcus aureus e dal virus dell'epatite.

I sintomi della malattia

La malattia è in qualche modo diversa dalla solita forma di vasculite. Una sorta di complessi si formano nelle pareti della nave: cellule giganti multinucleate, da cui il nome. Anche le arterie vertebrali e visive sono interessate, così come il ciliare. La malattia è di natura autoimmune: le formazioni aliene provocano la produzione di anticorpi che attaccano il tessuto della nave.

L'immagine mostra le manifestazioni di arterite a cellule giganti, fare clic sulla foto per ingrandirla.

Oltre alle navi, anche gli organi ne sono colpiti. Quando l'arteria visiva è danneggiata, l'acuità visiva diminuisce bruscamente, nella fase di formazione di un coagulo di sangue, si verifica cecità completa. Con la sconfitta del trombo dell'arteria vertebrale provoca ictus ischemico.

I sintomi della malattia sono i seguenti:

  • dolore acuto severo nella tempia, che regala dolore al collo, alla lingua e persino alla spalla. Può essere accompagnato da una parziale o completa perdita temporanea della vista, che indica un danno ai vasi oculari;
  • il sintomo doloroso ha un carattere palpitante pronunciato ed è accompagnato da una dolorosa pulsazione dell'arteria, facilmente percepibile alla palpazione;
  • il dolore nei templi aumenta durante la masticazione;
  • il cuoio capelluto sul lato dell'arteria danneggiata è doloroso al tatto;
  • c'è un'omissione del secolo;
  • visione doppia, visione offuscata, malattie agli occhi;
  • l'area del tempio, di regola, edematosa, può verificarsi arrossamento.

La malattia non è accompagnata da febbre, ma si notano perdita di peso, perdita di appetito e letargia.

Insieme con l'arterite temporale, si può osservare l'infiammazione dell'arteria facciale e la polimialgia reumatica. Quest'ultimo è accompagnato da dolore caratteristico e rigidità nei muscoli della spalla e dei cingoli pelvici.

Diagnosi della malattia

In questa area, il consulente è un reumatologo. La diagnosi include la chiarificazione del quadro clinico in base alle parole del paziente e ai test di laboratorio.

Arteria sporgente al tempio

  • Analisi del sangue: un'elevata velocità di eritrosedimentazione indica il decorso dei processi infiammatori. Il secondo indicatore - proteina C-reattiva, è prodotto dal fegato ed entra nel flusso sanguigno con infiammazione e lesioni. Entrambi i segni sono indiretti, ma il loro livello serve da buon indicatore per il trattamento.
  • Biopsia: viene esaminato un frammento di un'arteria. I sintomi della vasculite coincidono con i segni di alcune altre malattie e la diagnosi consente di determinare più accuratamente la malattia. Se lo studio del farmaco ha trovato cellule giganti multinucleate, la diagnosi è confermata. Vale la pena notare che anche queste biopsie non possono dare un risultato assoluto: i conglomerati cellulari sono localizzati e la probabilità che una parte non infiammatoria dell'arteria entri nel test non è così piccola.

trattamento

Il trattamento inizia spesso prima che la diagnosi sia completata. La ragione di ciò è la gravità delle conseguenze dell'intervento tardivo: ictus, cecità e così via. Pertanto, se i sintomi sono pronunciati, il corso inizia immediatamente dopo il trattamento.

A differenza di molte altre malattie infiammatorie, l'arterite temporale è completamente curabile, sebbene richieda molto tempo.

Trattamento terapeutico

È effettuato alla diagnosi, non appesantito da complicazioni supplementari.

  • Farmaci glucocorticoidi - per esempio, prednisone. Al primo stadio, il farmaco viene somministrato in grandi dosi. Con il miglioramento dello stato, la dose viene ridotta, ma il trattamento attivo viene calcolato per almeno 10-12 mesi. Il corso del trattamento può durare fino a due anni, a seconda della gravità della lesione. Con scarsa tollerabilità dei glucocorticoidi, vengono utilizzati metotrexato, azatioprina e altri farmaci simili, ma il loro effetto terapeutico è molto più basso. Il prednisolone è usato in quasi tutti i tipi di arterite e oggi sembra essere il mezzo più efficace.
  • Durante il trattamento, viene eseguito costantemente un esame del sangue. Un criterio importante per la diagnosi di vasculite è la diminuzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina.
  • Con la minaccia della perdita della vista, viene prescritta la terapia con impulsi prednisolone: ​​il farmaco viene somministrato per via endovenosa per 3 giorni, quindi il paziente riceve la medicina sotto forma di compresse.
  • Sono nominati vasodilatatori e strumenti di rinforzo vascolare che impediscono la formazione di coaguli di sangue. L'eparina può essere aggiunta come iniezione sottocutanea per la prevenzione di quest'ultimo.
  • La composizione del sangue durante l'infiammazione influenza in modo significativo il decorso della malattia. Per migliorare il suo stato di aggregazione, vengono utilizzati aspirina, carillon e simili.

Intervento chirurgico

Il trattamento è indicato nei casi in cui si sviluppano complicazioni, ad esempio, trombosi vascolare, formazione di aneurismi e in presenza di cancro.

In caso di ostruzione arteriosa acuta, vengono utilizzati angioprotesici o shunt. Ma questi casi estremi sono rari.

prevenzione

Sfortunatamente, non è possibile adottare misure per prevenire l'arterite temporale. Con la natura autoimmune della malattia, le cellule del corpo vengono attaccate dai loro stessi anticorpi e il meccanismo di questo fenomeno rimane oscuro. Tuttavia, seguendo le linee guida generali per rafforzare il corpo e il sistema immunitario si riduce il rischio di infiammazione.

L'arterite temporale può essere completamente curata con un trattamento tempestivo e, soprattutto, l'adempimento delle prescrizioni del medico. La natura dei sintomi consente di stabilire rapidamente la diagnosi e agire in tempo.

Malattia grave dell'arterite temporale: come guarire e convivere adeguatamente con essa

Il processo infiammatorio nelle pareti delle arterie localizzate nella testa, nel collo, nella cintura della spalla, a causa della deposizione di complessi immunitari in esse, è chiamato malattia di Horton. Il lobo temporale soffre più spesso, principalmente i vasi grandi e medi del bacino dell'arteria carotide sono interessati. L'afflusso di sangue al cervello è compromesso, la vista è ridotta, i pazienti sono preoccupati per il dolore pulsante nelle tempie. Il trattamento viene effettuato per un lungo periodo, utilizzando corticosteroidi per almeno un anno.

Leggi in questo articolo.

Cause di arterite a cellule giganti

La malattia ha una natura autoimmune. Ciò è confermato dal rilevamento di complessi immuni nella membrana elastica delle arterie, nonché da un aumento del titolo di anticorpi contro le glicoproteine.

I fattori provocatori possono essere:

  • infezione da herpes
  • l'influenza
  • epatite,
  • la tubercolosi.

Il maggior numero di casi è osservato tra i residenti dei paesi scandinavi e del Nord America. Di solito, i pazienti hanno più di 55 anni, le donne sono ammalate più spesso degli uomini.

Raccomandiamo di leggere l'articolo sull'arterite temporale. Da esso apprenderete le manifestazioni della malattia e le sue cause, diagnosi e principi di trattamento.

E qui di più sulla classificazione della vasculite.

I sintomi della malattia di Horton

Manifestazioni di arterite si verificano dopo l'infezione, la malattia inizia in modo acuto, con febbre, forte dolore alle tempie su uno o entrambi i lati. I pazienti lamentano una pulsazione nella regione della testa, aggravata di notte, in costante aumento per tutto il mese.

Il mal di testa è accompagnato da intorpidimento e indolenzimento della pelle del viso e della parte pelosa, difficoltà di masticazione, disturbi del sonno, grave debolezza, dolore ai muscoli e articolazioni grandi. Non c'è appetito, i pazienti stanno rapidamente perdendo peso corporeo. Con la sconfitta delle arterie del cervello ci sono segni di ictus ischemico: disturbi del linguaggio, paresi unilaterale o paralisi. In rari casi, può verificarsi infarto miocardico.

Una mancanza di afflusso di sangue al nervo ottico porta alla neuropatia. Per diversi mesi, la disabilità visiva è progredita: la completa cecità è possibile senza un trattamento adeguato. In un tipico decorso di arterite, si osservano i seguenti sintomi:

  • mancanza di contorni chiari di oggetti
  • riduzione parossistica dell'acuità visiva.

Guarda il video sull'arteria temporale:

Diagnosi dell'arteria temporale

Per la diagnosi, l'età avanzata dei pazienti, i dati dell'esame (gonfiore e arrossamento del viso, noduli dolorosi sul cuoio capelluto, arterie temporali dense e contorte, ptosi palpebrale) sono presi in considerazione. Nello studio del polso nell'arteria temporale, il suo riempimento è basso o completamente assente.

Per chiarire il grado di attività del processo, viene condotto un esame del sangue. Identificare i seguenti segni:

  • anemia con un indice di colore ridotto (a 0,8);
  • alto numero di globuli bianchi;
  • ESR accelerato a 50 mm / h;
  • diminuzione dei livelli di albumina e aumento delle immunoglobuline.

Un optometrista esamina il fondo dell'occhio e rivela segni di ischemia del nervo ottico, una diminuzione dell'acuità visiva. Vengono anche mostrati gli ultrasuoni dei vasi del collo e della testa, la risonanza magnetica e l'angiografia.

Ultrasuoni della testa e del collo nella diagnosi di arterite temporale

In casi dubbi, uno studio dei tessuti dell'arteria temporale. I dati bioptici per la malattia di Horton sono i seguenti:

  • guscio interno e medio denso, ispessito;
  • ci sono granulomi e grappoli di cellule gigantesche;
  • il tessuto arterioso è saturo di linfociti;
  • rilevare i coaguli di sangue attaccati al muro;
  • lumen del vaso ridotto.

Trattamento paziente

La terapia farmacologica nei casi gravi della malattia inizia con alte dosi di Prednisolone o Metipred. Questa tecnica previene efficacemente la perdita della vista e l'emodinamica cerebrale compromessa. La dose inizia ad abbassarsi non prima che in un mese.

La durata totale del corso può variare da un anno a 2,5 anni. Un tale uso a lungo termine di ormoni steroidei provoca effetti collaterali pronunciati, quindi si alternano con la nomina di citostatici - Metotrexato, Ciclofosfamide.

Per la terapia di mantenimento sono stati usati farmaci anti-infiammatori, anticoagulanti e vasodilatatori.

Come evitare le ricadute

Dal momento che la malattia di Horton ha un decorso cronico ondulatorio, i pazienti sono consigliati da un terapeuta e da un reumatologo. Le analisi del sangue dovrebbero essere prese almeno una volta ogni 3 mesi, anche in assenza di reclami. Durante un'epidemia di infezioni virali, è necessario limitare il contatto con gli ammalati, se possibile, per utilizzare farmaci antivirali a scopo di prevenzione.

Una dieta completa con abbastanza proteine ​​e vitamine, mantenendo il livello raccomandato di attività fisica può prolungare il periodo di remissione nell'arteria temporale.

La prognosi per la vita

Con un'adeguata terapia ormonale, la prognosi per la maggior parte dei pazienti è favorevole. Se il trattamento non viene eseguito completamente a causa del rifiuto del paziente, è possibile completare la perdita della vista, il blocco delle arterie con lo sviluppo di infarto e ictus.

Raccomandiamo di leggere un articolo sul trattamento della vasculite degli arti inferiori. Da esso apprenderete la patologia e le ragioni del suo sviluppo, le tattiche di trattamento, l'uso di rimedi popolari.

E qui di più sulla vasculite reumatoide.

L'arterite temporale si sviluppa prevalentemente negli anziani dopo un'infezione virale. C'è una predisposizione genetica alla malattia. I segni clinici tipici includono: visione offuscata, riduzione dell'afflusso di sangue al cervello, forte mal di testa, febbre e perdita di peso.

Quando si esaminano i pazienti, il polso nell'arteria temporale è ridotto o assente. Un esame del sangue rivela segni non specifici di infiammazione. Per confermare la diagnosi, si consiglia una biopsia dei tessuti delle arterie temporali per individuare le tipiche cellule giganti. È indicato il trattamento a lungo termine con prednisolone.

Nella vecchiaia, molte malattie attendono una persona e l'arterite temporale non fa eccezione. La malattia di Horton (il secondo nome per arterite temporale) ha sintomi simili con altre patologie, quindi non è facile identificarla e trattarla.

I test per la vasculite sono presi per selezionare il dosaggio dei farmaci e il grado di progressione della malattia. Cosa dirà la diagnosi delle analisi del sangue? Cosa sono i laboratori e gli strumenti per la vasculite emorragica per determinarlo?

La classificazione dei vasuliti oggi è piuttosto superficiale, poiché è impossibile combinare chiaramente tutti i parametri sotto uno. Tuttavia, lo è.

Identificare la malattia di Takayasu non è facile. Aortoarterite aspecifica viene diagnosticata negli adulti e nei bambini. I sintomi non sono facili da notare, poiché quello principale è la differenza di pressione sulle mani. Il trattamento include corticosteroidi, la prognosi è data con attenzione.

Patologia come la vasculite reumatoide è una continuazione di artrite, aggiungendo molti nuovi problemi al paziente. Quali sono i sintomi dell'inizio della patologia? Quale trattamento sarà scelto?

Il trattamento della vasculite degli arti inferiori viene effettuato utilizzando la terapia farmacologica standard e i metodi tradizionali. L'effetto combinato aumenta le possibilità di liberazione.

Determinare la vasculite con lupus in quasi il 100% dei casi. Il trattamento consiste in farmaci ormonali che agiscono simultaneamente sul lupus eritematoso e sul lupus vasculite.

La formazione di un coagulo di sangue non è rara. Tuttavia, può innescare trombosi cerebrale o embolia delle arterie cerebrali. Quali segni esistono? Come rilevare la trombosi cerebrale, embolia cerebrale?

C'è obliterante endoarterite nei fumatori, con congelamento, così come con le tossine. Sintomi: dolore agli arti inferiori, claudicatio intermittente e altri. Solo una diagnosi precoce delle navi aiuterà ad evitare la cancrena e il trattamento chirurgico.

Arterite: cause, sintomi, trattamento, prognosi, forme

L'arterite è il nome comune per un intero gruppo di malattie causate da processi infiammatori immunopatologici che si verificano nei vasi sanguigni. L'infiammazione porta a un restringimento del lume vascolare, impedendo il flusso sanguigno e la formazione di condizioni favorevoli per la formazione di trombi. L'afflusso di sangue agli organi e ai tessuti finisce con l'ischemia e lo sviluppo di gravi malattie. Tutte le navi sono infiammate: arterie, vene e capillari. La malattia porta molti problemi e problemi ai malati.

L'arterite ha diversi nomi: angiite, malattia di Horton, arterite temporale. Tutti questi termini denotano una stessa patologia: l'infiammazione della parete vascolare.

L'origine di arterite sono:

  • Primaria, emergente come unità nosologica indipendente - periarterite nodosa, endarterite obliterante, arterite a cellule giganti;
  • Secondario, derivante da altre patologie.

Per la natura dell'infiammazione, l'arterite è suddivisa in specifici e non specifici, in base al tipo di processo patologico: purulento, necrotico, produttivo e misto; localizzazione della lesione nella parete vasale - endoarterite, mesoarterite, periarterite, panartrite. Spesso, l'infiammazione della parete vascolare è combinata con la loro trombosi. Questa condizione è chiamata trombarterite.

La malattia di solito si sviluppa nelle persone anziane di età compresa tra 50 e 70 anni. Nei giovani la patologia si manifesta solo in casi eccezionali: la sindrome di Horton è una malattia degli anziani, ma ci possono essere rare eccezioni a qualsiasi regola. Secondo le statistiche, la malattia di Behçet si sviluppa più spesso negli uomini tra i 20 ei 30 anni, la malattia di Kawasaki nei bambini sotto i 5 anni e l'infiammazione delle grandi arterie nelle donne in età riproduttiva.

eziologia

Le cause delle arteriti a cellule giganti sono attualmente sconosciute. La base della patologia è l'infiammazione autoimmune. I cambiamenti legati all'età nelle pareti dei vasi sanguigni portano ad una perdita della loro elasticità, che aggrava ulteriormente la situazione e contribuisce allo sviluppo della malattia.

Esistono diverse teorie sullo sviluppo dell'arterite:

  1. Predisposizione ereditaria - questa malattia si riscontra spesso in membri della stessa famiglia e quasi sempre in gemelli identici.
  2. Teoria infettiva - la presenza nel sangue di anticorpi e antigeni in persone che hanno avuto l'influenza, un'infezione da stafilococco, epatite.
  3. Teoria autoimmune, secondo la quale la sindrome di Horton viene definita collagenosi. Formazioni aliene provocano la produzione di anticorpi che attaccano i tessuti della stessa nave.In alcuni pazienti con arterite, gli stessi segni di danni al tessuto connettivo e ai vasi sanguigni sono stati trovati come nella periarterite nodosa. L'arterite si verifica spesso in pazienti con lupus eritematoso sistemico, dermatomiosite, sclerodermia.

L'arterite temporale colpisce principalmente i vasi sanguigni di grandi dimensioni, interessando i capillari solo in rari casi. L'infiammazione della parete vascolare porta alla rottura delle strutture tissutali, al restringimento del lume del vaso, all'ischemia organica, al deterioramento del flusso sanguigno locale, alla formazione di un coagulo di sangue, al blocco completo del lume. Pareti dilatate e allungate di arterie o vene sporgono, si sviluppa l'aneurisma arterioso, che può scoppiare a causa di un forte aumento della pressione sanguigna.

Il quadro clinico della malattia è determinato dalla localizzazione della lesione. I pazienti sviluppano una violazione acuta della circolazione cerebrale, perdita della vista, ictus. Di solito, c'è un'infiammazione delle arterie carotidi, dell'aorta e di altre strutture vascolari che forniscono parti della testa e della corteccia cerebrale, il nervo ottico, l'organo della visione e alcuni organi interni.

cambiamenti dell'arteria nell'arterite a cellule giganti

L'infiammazione nell'arterite è di natura focale o segmentaria: i vasi sono interessati non in tutta la sua lunghezza, ma in certe aree o segmenti. La membrana elastica è infiltrata dai linfociti, l'intima si ispessisce e le cellule plasmatiche, le cellule epiteliali, gli istiociti e le cellule multinucleari si accumulano in essa, formando ampi granulomi. Le cellule giganti multinucleate sono complessi che circolano nel sangue, che ha dato il nome alla malattia.

Nel sangue di pazienti con esacerbazione di arterite, si riscontra un gran numero di immunocomplessi, linfoblasti e immunoglobuline sieriche.

Video: arterite temporale - animazione medica

sintomatologia

Il sintomo generale della patologia che precede la comparsa di sintomi specifici:

  • febbre,
  • debolezza
  • Mancanza di appetito
  • iperidrosi,
  • mialgia,
  • Perdita di peso notevole.

L'arteria temporale con arterite si infiamma nel 90% dei casi, si sviluppa arterite temporale. I pazienti si lamentano di un costante mal di testa di vari gradi di intensità. Le arterie temporali si gonfiano, si gonfiano, la pulsazione si indebolisce, c'è il loro dolore. Con la sconfitta dei vasi sanguigni arteriosi che alimentano il cervello, compaiono i sintomi corrispondenti.

manifestazioni visibili di arterite temporale

La cefalea si verifica nel 70% dei pazienti con arterite. Questo è il primo sintomo della malattia, avendo una natura diffusa. Alla palpazione di queste arterie, il dolore diventa diffuso e intollerabile. I vasi infiammati sono compattati e si arrotolano, la pelle sopra di loro diventa rossa e si gonfia. L'arterite temporale si manifesta con il dolore alle tempie che si irradiano al collo, alla mandibola e alla spalla. Il dolore è grave, palpitante, aggravato dalla palpazione, masticante. La vista è compromessa, il prolasso delle palpebre, la visione doppia e il dolore agli occhi sono osservati. Sulle arterie del collo e degli arti superiori, il riempimento e la frequenza del polso cambiano: si indebolisce prima e poi scompare completamente. I muscoli delle estremità si indeboliscono, si sviluppa la polimialgia - una forma speciale di patologia, manifestata dal dolore e dalla rigidità dei muscoli della spalla, del bacino, delle braccia e delle gambe.

Con l'infiammazione delle arterie mascellari e facciali, si manifestano dolore e intorpidimento dei muscoli masticatori, lesioni della lingua e mal di denti. Il dolore bruciante sotto la mascella arriva al labbro superiore, al naso e agli angoli degli occhi. Questi segni sono dovuti a insufficiente afflusso di sangue ai muscoli corrispondenti.

La malattia colpisce i vasi sanguigni che forniscono gli organi della vista. I pazienti infiammano il nervo ottico, la coroide, l'iride, la congiuntiva, la sclera, sviluppano diplopia e ptosi della palpebra superiore. Questi sintomi possono essere temporanei o persistenti. L'infiammazione dei rami delle arterie oftalmiche e ciliari porta alla loro trombosi, ischemia del nervo ottico e cecità.

Una delle forme più comuni di arterite è la poliarterite nodosa. Questa è una patologia degli arti inferiori che si sviluppa nelle persone che conducono uno stile di vita sedentario e nei fumatori con esperienza. I pazienti hanno una febbre senza causa, una forte perdita di peso, un forte dolore ai muscoli e alle articolazioni delle gambe. Alla palpazione si trovano fuochi e noduli. Questi sono aneurismi delle arterie.

diagnostica

I reumatologi sono impegnati nella diagnosi e nel trattamento dell'arterite con il coinvolgimento di specialisti di altre specialità mediche: nefrologi, dermatologi, ematologi, cardiologi, neuropatologi e psichiatri. È piuttosto difficile identificare la patologia e fare la diagnosi corretta nelle fasi iniziali.

I principali metodi diagnostici per rilevare l'arterite:

  1. Conversazione con il paziente
  2. Esame generale del paziente, misurazione del polso, auscultazione del cuore e dei polmoni,
  3. Esame del sangue generale e biochimico - aumentata ESR e proteina C-reattiva, moderata anemia,
  4. Ultrasuoni dei vasi sanguigni
  5. Biopsia dell'arteria - rilevamento di cellule giganti a cellule giganti,
  6. arteriografia,
  7. Esame del fondo,
  8. Oftalmoscopia: rilevamento della neurite ischemica del nervo ottico.

differenze nell'arteria temporale nell'arterite normale e temporale nell'istologia

trattamento

La base della patologia è un potente processo infiammatorio, che può essere controllato solo dai corticosteroidi. Sopprimono l'infiammazione all'interno delle arterie, pur essendo un profilattico affidabile. Ai pazienti vengono prescritte alte dosi di corticosteroidi per somministrazione orale o parenterale - Decortina, Prednisolone, Medopred, Prednisolo. Le compresse sono prese 3 volte al giorno, principalmente dopo i pasti.

La durata del trattamento con Prednisolone varia dai 12-24 mesi. "Prednisolone" - oggi lo strumento più efficace nel trattamento dell'arterite. Praticamente in tutti i pazienti dà un effetto terapeutico brillante: la temperatura corporea si normalizza, i sintomi di intossicazione e astenia scompaiono, l'ESR diminuisce. I farmaci glucocorticoidi hanno una serie di effetti collaterali, tra cui l'iperidrosi, la comparsa di ematomi, gonfiore del viso, aumento di peso, osteoporosi negli anziani e rotture psico-emotive.

Le persone che non tollerano i glucocorticoidi sono trattate con Metotrexato, Azatioprina e altri farmaci di questo gruppo.

Per migliorare le proprietà reologiche del sangue e il suo stato di aggregazione, vengono prescritte aspirina, dipiridamolo, curantil e altri angioprotettori. Ripristinano la microcircolazione sanguigna nell'arteria interessata, riducono il rischio di ipercoagulazione, eliminano la vasocostrizione.

La terapia con eparina viene utilizzata per prevenire la formazione di coaguli di sangue e ottimizzare il flusso sanguigno. Il trattamento con eparina dura da cinque a sei giorni, dopodiché si passa all'uso di anticoagulanti indiretti, ad esempio, la varfirina.

Se i fattori infettivi sono importanti nello sviluppo dell'arterite, ai pazienti vengono prescritti farmaci antibatterici o antivirali come Ceftriaxone, Ofloxacina, Clindomicina, Interferone, Ingavirina.

Con lo sviluppo di tali complicanze di arterite come la trombosi vascolare, l'oncopatologia, la formazione di aneurisma, è necessario un intervento chirurgico. In questi casi, vengono eseguiti angioprotesici o interventi di bypass. Durante l'operazione, le aree interessate del letto vascolare vengono rimosse, ripristinando la permeabilità vascolare.

Medicina popolare

Va ricordato che la medicina tradizionale allevia solo temporaneamente il dolore e riduce l'intensità di altri segni di infiammazione. Non affrontano la fonte del problema. Questa è solo un'ambulanza per alleviare la condizione e alleviare il disagio. Se compaiono i sintomi sopra elencati, dovresti consultare un medico e sottoporti a un esame completo.

Per alleviare un mal di testa, decotti e infusi di erbe medicinali vengono utilizzati:

  • Le erbe tritate di Hypericum versano acqua bollente, fanno bollire per 15 minuti, filtrano e prendono il brodo risultante per un giorno.
  • La menta secca del cucchiaio versa l'acqua calda, avvolge il contenitore, scalda a bagnomaria per 15 minuti e insiste per un'ora. L'infuso viene raffreddato e assunto per via orale tre volte al giorno prima dei pasti.
  • Non meno efficaci mezzi per l'arterite sono: decotto e infusione di madre e matrigna, assenzio, origano, trifoglio, radice di valeriana, aneto.
  • La foglia di aloe aiuta a eliminare il mal di testa. È tagliato in due metà e applicato al cuoio capelluto nel tempio o sulla fronte.
  • Il succo d'aglio viene applicato su un batuffolo di cotone, che viene applicato anche sulla testa dolorante.
  • Le patate crude vengono applicate sulla testa e fissate con una benda di garza sulla fronte.
  • Il tè alla camomilla o alla melissa ha un buon effetto terapeutico.
  • Un bagno caldo con sale marino aiuterà a rilassare e alleviare un leggero mal di testa.
  • Comprime con senape, rafano o rafano messi sui muscoli del polpaccio e nella regione interscapolare.
  • Bacche di ribes nero, mirtillo rosso, viburno e fragola riducono l'intensità del dolore. Si raccomanda di mangiare crudo in pochi pezzi al giorno, così come prendere infuso di bacche o bevande alla frutta.

Con un trattamento tempestivo a una terapia specialistica e adeguata, la prognosi della malattia è abbastanza favorevole. Minimi cambiamenti patologici si verificano nel corpo, consentendo ai pazienti di vivere una vita piena e familiare.

I pazienti che ignorano il costante mal di testa sono a rischio di diventare disabili. Le forme di arterite avviate portano a complicanze sfavorevoli e piuttosto serie che sono difficili da trattare e continuano a progredire.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Consolidamento dell'aorta del cuore: cos'è e cosa fare a riguardo?

Da questo articolo imparerai: cos'è indurimento aortico, è pericoloso. È possibile sbarazzarsi del problema e cosa si deve fare per quello.

I migliori vasodilatatori per il cervello

Per garantire il pieno funzionamento del complesso sistema nervoso centrale di una persona, che dipende dalla circolazione sanguigna, un gran numero di neuroni e processi nervosi interconnessi, il cervello coperto da vasi e tutti gli organi del sistema nervoso centrale con ossigeno e glucosio, è necessario prendersi cura della propria salute.

Vasculite emorragica

La vasculite emorragica è una malattia con una lesione primaria dei capillari della pelle, delle articolazioni, del tratto gastrointestinale e dei reni.La vasculite emorragica può iniziare a qualsiasi età.

Ti è stato diagnosticato un PTFS - che cos'è?

La sindrome post tromboflebitica (malattia post-tromboflebite, PTFB, PTFS) è un complesso di sintomi che si sviluppa come risultato della precedente trombosi venosa profonda degli arti inferiori.

Perché i basofili sono elevati nel sangue, cosa significa?

Il più piccolo gruppo di leucociti sono basofili che svolgono molte funzioni nel corpo umano.In particolare, non solo mantengono il flusso sanguigno nei piccoli vasi e forniscono il percorso di migrazione ad altri leucociti nel tessuto, ma influenzano anche in modo efficace la crescita di nuovi capillari.

Come rafforzare i vasi sanguigni deboli nel naso

Il naso è uno degli organi più deboli sul viso di una persona. Nella sua cavità, quasi tutti i vasi sanguigni sono troppo vicini alla mucosa, quindi alcune persone hanno spesso emorragia nasale.