La cardiopatia ipertensiva (GB) è una delle malattie più frequenti del sistema cardiovascolare, che, secondo dati approssimativi, colpisce un terzo degli abitanti del mondo. Dall'età di 60-65 anni, la diagnosi di ipertensione ha più della metà della popolazione. La malattia è chiamata "killer silenzioso", perché i suoi segni possono essere assenti per lungo tempo, mentre i cambiamenti nelle pareti dei vasi sanguigni iniziano già nello stadio asintomatico, aumentando ripetutamente il rischio di catastrofi vascolari.

Nella letteratura occidentale, la malattia è chiamata ipertensione arteriosa (AH). Gli specialisti domestici hanno adottato questa formulazione, sebbene "ipertensione" e "ipertensione" siano ancora in uso.

L'attenzione al problema dell'ipertensione arteriosa è causata non tanto dalle sue manifestazioni cliniche, quanto dalle complicazioni sotto forma di disturbi vascolari acuti nel cervello, nel cuore e nei reni. La loro prevenzione è il compito principale del trattamento volto a mantenere i numeri di pressione sanguigna normale (BP).

Il punto importante è la determinazione dei vari fattori di rischio, oltre a chiarire il loro ruolo nella progressione della malattia. Il rapporto tra il grado di ipertensione e i fattori di rischio esistenti viene visualizzato nella diagnosi, che semplifica la valutazione delle condizioni e della prognosi del paziente.

Per la maggior parte dei pazienti, i numeri nella diagnosi dopo "AG" non dicono nulla, anche se è chiaro che più alto è il grado e l'indice di rischio, peggiore è la prognosi e più grave è la patologia. In questo articolo cercheremo di capire come e perché viene messo uno o un altro grado di ipertensione e qual è la base per determinare il rischio di complicanze.

Cause e fattori di rischio per l'ipertensione

Le cause dell'ipertensione sono numerose. Parlando di ipertensione primaria o essenziale, intendiamo il caso in cui non vi è alcuna precedente patologia specifica o patologia degli organi interni. In altre parole, tale AG sorge da sola, coinvolgendo altri organi nel processo patologico. L'ipertensione primaria rappresenta oltre il 90% dei casi di aumento della pressione cronica.

La causa principale dell'ipertensione primaria è considerata stress e sovraccarico psico-emotivo, che contribuisce alla violazione dei meccanismi centrali della regolazione della pressione nel cervello, quindi i meccanismi umorali soffrono, gli organi bersaglio sono coinvolti (reni, cuore, retina).

L'ipertensione secondaria è una manifestazione di un'altra patologia, quindi la ragione è sempre nota. Accompagna malattie di reni, cuore, cervello, disturbi endocrini ed è secondario a loro. Dopo la cura della malattia di base, anche l'ipertensione scompare, quindi il rischio e l'estensione in questo caso non hanno senso da determinare. La quota di ipertensione sintomatica rappresenta non più del 10% dei casi.

I fattori di rischio per GB sono noti anche a tutti. Nelle cliniche vengono create scuole di ipertensione, i cui specialisti portano al pubblico informazioni sulle condizioni avverse che portano all'ipertensione. Qualsiasi terapeuta o cardiologo dirà al paziente i rischi già nel primo caso di una sovrapressione fissa.

Tra le condizioni che predispongono all'ipertensione, le più importanti sono:

  1. il fumo;
  2. Eccesso di sale nel cibo, uso eccessivo di liquidi;
  3. Mancanza di attività fisica;
  4. Abuso di alcool;
  5. Disturbi del metabolismo dei grassi e sovrappeso;
  6. Cronico psico-emotivo e sovraccarico fisico.

Se possiamo eliminare i fattori elencati o almeno provare a ridurre il loro impatto sulla salute, non è possibile modificare segni quali sesso, età, ereditarietà e quindi dovremo sopportarli, senza dimenticare il rischio crescente.

Classificazione dell'ipertensione arteriosa e determinazione del rischio

La classificazione dell'ipertensione coinvolge la fase di assegnazione, il grado di malattia e il livello di rischio di incidenti vascolari.

Lo stadio della malattia dipende dalle manifestazioni cliniche. distinti:

  • Stadio preclinico, quando non vi sono segni di ipertensione e il paziente non è consapevole di un aumento della pressione;
  • Ipertensione di stadio 1, quando la pressione è elevata, le crisi sono possibili, ma non ci sono segni di danni agli organi bersaglio;
  • Lo stadio 2 è accompagnato da una lesione degli organi bersaglio - il miocardio è ipertrofico, i cambiamenti nella retina sono evidenti e i reni ne sono colpiti;
  • Allo stadio 3, possibili ictus, ischemia miocardica, visione anormale, cambiamenti nei vasi grandi (aneurisma aortico, aterosclerosi).

Grado di ipertensione

Determinare il grado di GB è importante nella valutazione del rischio e della prognosi e si verifica sulla base delle cifre relative alla pressione. Devo dire che anche i valori normali della pressione sanguigna hanno un significato clinico diverso. Quindi, il tasso di fino a 120/80 mm Hg. Art. è considerato ottimale, la pressione entro 120-129 mm di mercurio sarà normale. Art. sistolico e 80-84 mm Hg. Art. diastolica. Le cifre di pressione sono 130-139 / 85-89 mmHg. Art. si trovano ancora entro i limiti normali, ma si avvicinano al confine con la patologia, quindi vengono definiti "altamente normali" e al paziente si può dire che ha aumentato la pressione normale. Questi indicatori possono essere considerati una pre-patologia, perché la pressione è solo "pochi millimetri" da quella aumentata.

Dal momento in cui la pressione sanguigna ha raggiunto 140/90 mm Hg. Art. Puoi già parlare della presenza della malattia. Da questo indicatore sono determinati dal grado di ipertensione stessa:

  • 1 grado di ipertensione (GB o AH 1 ° nella diagnosi) indica un aumento della pressione nell'intervallo 140-159 / 90-99 mm Hg. Art.
  • Grado 2 GB è seguito dai numeri 160-179 / 100-109 mm Hg. Art.
  • Con una pressione di 3 gradi GB di 180/100 mm Hg. Art. e sopra.

Succede che il numero di aumenti di pressione sistolica, pari a 140 mm Hg. Art. e al di sopra e diastolico allo stesso tempo si trova all'interno dei valori normali. In questo caso, parlando di una forma sistolica isolata di ipertensione. In altri casi, gli indicatori di pressione sistolica e diastolica corrispondono a diversi gradi della malattia, quindi il medico fa una diagnosi a favore di un grado maggiore, non importa, le conclusioni sono tratte dalla pressione sistolica o diastolica.

La diagnosi più accurata del grado di ipertensione è possibile con la malattia di nuova diagnosi, quando non è ancora stato eseguito alcun trattamento e il paziente non ha assunto alcun farmaco antipertensivo. Nel processo di terapia, i numeri diminuiscono, e se viene annullato, al contrario, possono aumentare drasticamente, quindi non è più possibile valutare adeguatamente il grado.

Il concetto di rischio nella diagnosi

L'ipertensione è pericolosa per le sue complicanze. Non è un segreto che la stragrande maggioranza dei pazienti muoia o diventi disabile non per il fatto stesso di alta pressione, ma per le violazioni acute a cui conduce.

Emorragie cerebrali o necrosi ischemica, infarto del miocardio, insufficienza renale - le condizioni più pericolose provocate dall'ipertensione arteriosa. A questo proposito, per ogni paziente dopo un esame approfondito è determinato dal rischio, indicato nella diagnosi dei numeri 1, 2, 3, 4. Pertanto, la diagnosi si basa sul grado di ipertensione e sul rischio di complicanze vascolari (ad esempio, AG / GB 2 gradi, rischio 4).

I criteri per la stratificazione del rischio per i pazienti ipertesi sono le condizioni esterne, la presenza di altre malattie e disordini metabolici, il coinvolgimento di organi bersaglio e cambiamenti concomitanti di organi e sistemi.

I principali fattori di rischio che influenzano la previsione includono:

  1. L'età del paziente è dopo 55 anni per gli uomini e 65 per le donne;
  2. il fumo;
  3. Violazioni del metabolismo lipidico (eccesso di colesterolo, lipoproteine ​​a bassa densità, diminuzione delle frazioni lipidiche ad alta densità);
  4. La presenza in famiglia di patologia cardiovascolare tra parenti di sangue di età inferiore ai 65 e 55 anni per il sesso femminile e maschile, rispettivamente;
  5. Sovrappeso quando la circonferenza addominale supera 102 cm negli uomini e 88 cm nelle donne della metà più debole dell'umanità.

Questi fattori sono considerati importanti, ma molti pazienti con ipertensione soffrono di diabete, ridotta tolleranza al glucosio, conducono una vita sedentaria, hanno deviazioni dal sistema di coagulazione del sangue sotto forma di un aumento della concentrazione di fibrinogeno. Questi fattori sono considerati ulteriori, aumentando anche la probabilità di complicanze.

organi bersaglio e gli effetti di GB

Il danno dell'organo bersaglio caratterizza l'ipertensione a partire dallo stadio 2 e costituisce un criterio importante per determinare il rischio, pertanto l'esame del paziente include un ECG, un'ecografia del cuore per determinare il grado di ipertrofia dei suoi muscoli, sangue e urine per la funzionalità renale (creatinina, proteine).

Prima di tutto, il cuore soffre di alta pressione, che spinge il sangue in vasi con maggiore forza. Quando le arterie e le arteriole cambiano, quando le loro pareti perdono elasticità e lo spasmo dei lumi aumenta progressivamente il carico sul cuore. Una caratteristica caratteristica presa in considerazione nella stratificazione del rischio è considerata l'ipertrofia del miocardio, che può essere sospettata su un ECG, da stabilire mediante ultrasuoni.

Un aumento della creatinina nel sangue e nelle urine, l'aspetto della proteina albumina nelle urine parla del coinvolgimento dei reni come organo bersaglio. Sullo sfondo dell'ipertensione, le pareti delle grandi arterie si addensano, compaiono placche aterosclerotiche che possono essere rilevate dagli ultrasuoni (carotidi, arterie brachiocefaliche).

Il terzo stadio dell'ipertensione avviene con patologia associata, cioè associata all'ipertensione. Tra le malattie associate per la prognosi, le più importanti sono ictus, attacchi ischemici transitori, infarto e angina, nefropatia sullo sfondo del diabete, insufficienza renale, retinopatia (danno alla retina) a causa di ipertensione.

Quindi, il lettore probabilmente capisce come sia possibile determinare in modo indipendente il grado di GB. Non è difficile, quanto basta per misurare la pressione. Quindi puoi pensare alla presenza di alcuni fattori di rischio, prendere in considerazione età, sesso, parametri di laboratorio, dati ECG, ecografia, ecc. In generale, tutto quanto sopra elencato.

Ad esempio, la pressione di un paziente corrisponde all'ipertensione di 1 grado, ma allo stesso tempo subisce un ictus, il che significa che il rischio sarà massimo - 4, anche se l'ictus è l'unico problema diverso dall'ipertensione. Se la pressione corrisponde al primo o al secondo grado, e tra i fattori di rischio, il fumo e l'età possono essere rilevati solo sullo sfondo di una buona salute, quindi il rischio sarà moderato - GB 1 cucchiaio. (2 articoli), rischio 2.

Per chiarezza di comprensione, che significa l'indicatore del rischio nella diagnosi, puoi mettere tutto in un piccolo tavolo. Determinando il grado e "contando" i fattori sopra elencati, è possibile determinare il rischio di incidenti vascolari e complicanze dell'ipertensione per un determinato paziente. Il numero 1 significa rischio basso, 2 moderato, 3 alto, 4 molto alto rischio di complicanze.

Basso rischio significa che la probabilità di incidenti vascolari non è superiore al 15%, moderata - fino al 20%, alto rischio indica lo sviluppo di complicanze in un terzo dei pazienti di questo gruppo, con un rischio molto elevato di complicanze, più del 30% dei pazienti è sensibile.

Manifestazioni e complicazioni di GB

Le manifestazioni di ipertensione sono determinate dallo stadio della malattia. Durante il periodo preclinico, il paziente si sente bene, e solo le letture del tonometro parlano della malattia in via di sviluppo.

Come la progressione dei cambiamenti nei vasi sanguigni e nel cuore, i sintomi appaiono sotto forma di mal di testa, debolezza, riduzione delle prestazioni, capogiri periodici, sintomi visivi sotto forma di indebolimento dell'acuità visiva, "mosche" tremolanti davanti ai vostri occhi. Tutti questi segni non sono espressi con un percorso stabile di patologia, ma al momento dello sviluppo di una crisi ipertensiva, la clinica diventa più luminosa:

  • Forte mal di testa;
  • Rumore, ronzio nella testa o nelle orecchie;
  • Oscuramento degli occhi;
  • Dolore nel cuore;
  • Mancanza di respiro;
  • Iperemia facciale;
  • Eccitazione e sentimento di paura.

Le crisi ipertensive sono provocate da situazioni psico-traumatiche, superlavoro, stress, caffè e alcol, quindi i pazienti con una diagnosi consolidata dovrebbero evitare tali influenze. Sullo sfondo di una crisi ipertensiva, la probabilità di complicanze, comprese quelle potenzialmente letali, aumenta drasticamente:

  1. Emorragia o infarto cerebrale;
  2. Encefalopatia ipertensiva acuta, possibilmente con edema cerebrale;
  3. Edema polmonare;
  4. Insufficienza renale acuta;
  5. Attacco di cuore

Come misurare la pressione?

Se c'è motivo di sospettare l'ipertensione, allora la prima cosa che lo specialista farà è misurarla. Fino a poco tempo fa, si riteneva che le cifre della pressione sanguigna potessero normalmente differire in mani diverse, ma, come ha dimostrato la pratica, anche una differenza di 10 mm Hg. Art. può verificarsi a causa della patologia dei vasi periferici, quindi, una diversa pressione sulla mano destra e sinistra dovrebbe essere cauta.

Per ottenere le figure più affidabili, si consiglia di misurare la pressione tre volte su ciascun braccio con intervalli di tempo piccoli, fissando ogni risultato ottenuto. Il più corretto nella maggior parte dei pazienti sono i valori più bassi ottenuti, tuttavia, in alcuni casi la pressione aumenta dalla misurazione alla misurazione, che non sempre parla a favore dell'ipertensione.

L'ampia scelta e la disponibilità di dispositivi di misurazione della pressione consentono di controllarlo tra una vasta gamma di persone a casa. I pazienti ipertesi di solito hanno un monitor della pressione arteriosa a casa, a portata di mano, in modo che se si sentono peggio, misurano immediatamente la pressione sanguigna. Tuttavia, vale la pena notare che le fluttuazioni sono possibili in individui completamente sani senza ipertensione, quindi un eccesso di una volta della norma non deve essere considerato come una malattia, e per fare una diagnosi di ipertensione, la pressione deve essere misurata in tempi diversi, in condizioni diverse e ripetutamente.

Nella diagnosi di ipertensione, i numeri di pressione sanguigna, i dati dell'elettrocardiografia ei risultati dell'auscultazione cardiaca sono considerati fondamentali. Durante l'ascolto, è possibile determinare il rumore, l'amplificazione dei toni, le aritmie. L'ECG, a partire dalla seconda fase, mostrerà segni di stress sul cuore sinistro.

Trattamento dell'ipertensione

Per la correzione della pressione elevata, sono stati sviluppati regimi di trattamento, compresi farmaci di diversi gruppi e diversi meccanismi di azione. La loro combinazione e dosaggio sono scelti dal medico individualmente, tenendo conto dello stadio, comorbilità, risposta dell'ipertensione a un farmaco specifico. Una volta stabilita la diagnosi di GB e prima dell'inizio del trattamento con farmaci, il medico suggerirà misure non farmacologiche che aumentano notevolmente l'efficacia degli agenti farmacologici e, a volte, consentono di ridurre la dose di droghe o di rifiutarne almeno alcune.

Prima di tutto, si raccomanda di normalizzare il regime, eliminare gli stress, assicurare l'attività locomotoria. La dieta mira a ridurre il consumo di sale e liquidi, eliminando alcol, caffè e bevande e sostanze stimolanti i nervi. Con un peso elevato, dovresti limitare le calorie, eliminare il grasso, la farina, l'arrosto e il piccante.

Misure non farmacologiche nella fase iniziale dell'ipertensione possono dare un così buon effetto che la necessità di prescrivere farmaci scompare da sola. Se queste misure non funzionano, il medico prescrive i farmaci appropriati.

Lo scopo del trattamento dell'ipertensione non è solo quello di ridurre gli indicatori della pressione arteriosa, ma anche di eliminare la sua causa, se possibile.

Per il trattamento dell'ipertensione, i farmaci antipertensivi dei seguenti gruppi sono tradizionalmente utilizzati:

Ogni anno una lista crescente di farmaci che riducono la pressione e allo stesso tempo diventano più efficaci e sicuri, con meno reazioni avverse. All'inizio della terapia, un farmaco viene prescritto in una dose minima, con l'inefficacia che può essere aumentata. Se la malattia progredisce, la pressione non regge a valori accettabili, poi un altro dell'altro gruppo viene aggiunto al primo farmaco. Le osservazioni cliniche mostrano che l'effetto è migliore con la terapia combinata rispetto alla somministrazione di un singolo farmaco nella quantità massima.

Importante nella scelta del trattamento è dato per ridurre il rischio di complicanze vascolari. Quindi, si nota che alcune combinazioni hanno un effetto "protettivo" più pronunciato sugli organi, mentre altre consentono un migliore controllo della pressione. In tali casi, gli esperti preferiscono una combinazione di farmaci che riducono la probabilità di complicanze, anche se ci saranno alcune fluttuazioni giornaliere della pressione sanguigna.

In alcuni casi, è necessario prendere in considerazione la patologia concomitante, che apporta le proprie modifiche ai regimi terapeutici dell'ipertensione. Ad esempio, agli uomini con adenoma prostatico vengono assegnati alfa-bloccanti, che non sono raccomandati per l'uso regolare per ridurre la pressione in altri pazienti.

I più usati sono gli ACE-inibitori, i calcio-antagonisti, che sono prescritti a pazienti giovani e anziani, con o senza malattie concomitanti, diuretici, sartani. I preparati di questi gruppi sono adatti per il trattamento iniziale, che può quindi essere integrato con un terzo farmaco di una composizione diversa.

Gli ACE inibitori (captopril, lisinopril) riducono la pressione sanguigna e allo stesso tempo hanno un effetto protettivo sui reni e sul miocardio. Sono preferiti nei pazienti giovani, donne che assumono contraccettivi ormonali, mostrate nel diabete, per i pazienti più anziani.

I diuretici non sono meno popolari. Ridurre efficacemente la pressione sanguigna idroclorotiazide, clortalidone, torasemide, amiloride. Per ridurre le reazioni collaterali, sono combinati con ACE-inibitori, a volte "in una compressa" (Enap, berlipril).

I beta-bloccanti adrenergici (sotalolo, propranololo, anaprilina) non sono il gruppo principale per l'ipertensione, ma sono efficaci con la patologia cardiaca concomitante - insufficienza cardiaca, tachicardie, malattia coronarica.

I calcio antagonisti sono spesso prescritti in combinazione con un ACE-inibitore, sono particolarmente buoni per l'asma in combinazione con l'ipertensione, perché non causano broncospasmo (riodipina, nifedipina, amlodipina).

Gli antagonisti del recettore dell'angiotensina (losartan, irbesartan) sono il gruppo più prescritto di farmaci per l'ipertensione. Riducono efficacemente la pressione, non provocano la tosse, come molti ACE-inibitori. Ma in America, sono particolarmente comuni a causa di una riduzione del 40% nel rischio di malattia di Alzheimer.

Nel trattamento dell'ipertensione è importante non solo scegliere un regime efficace, ma anche assumere farmaci per un lungo periodo, anche per tutta la vita. Molti pazienti credono che quando vengono raggiunti i normali livelli di pressione, il trattamento possa essere interrotto e le pillole vengano prese al momento della crisi. È noto che l'uso non sistematico di agenti antipertensivi è ancora più dannoso per la salute rispetto alla completa assenza di trattamento, pertanto, informare il paziente sulla durata del trattamento è uno dei compiti importanti del medico.

La misura, lo stadio, i rischi di ipertensione. Quasi il complicato

Un paziente affetto da ipertensione arteriosa non comprende la differenza tra le parole ipertensione e ipertensione arteriosa. Il medico scrive la diagnosi su una scheda ambulatoriale e indica anche alcuni numeri. Per esempio, AG 2, rischio 3. Non è altrettanto chiaro che cosa significhi 2 e che cosa implichi il rischio 3. Abbiamo deciso di eliminare il divario di conoscenza e di spiegare in dettaglio tutto ciò che riguarda i gradi ei rischi dell'ipertensione arteriosa.

Tradurre concetti

I medici di lingua russa usano spesso il termine ipertensione, e in paesi stranieri il termine ipertensione arteriosa è più spesso usato.

Il termine ipertensione ha radici greche. Dove il prefisso "iper" significa "sopra", "sopra" e "tonos" - tensione. Cioè, il termine ipertensione arteriosa significa un'alta tensione delle arterie nella versione letterale.

Il concetto di ipertensione nella seconda parte della parola è di origine latina. Cioè, il prefisso "iper" è conservato, ma "tensio" è la versione latina della parola stress. Pertanto, non vi è alcuna differenza fondamentale tra ipertensione abituale e ipertensione di nuova generazione. In realtà, sono sinonimi.

I medici di lingua russa usano più spesso il termine ipertensione, e in paesi stranieri l'ipertensione è migliorata. Pertanto, qualunque cosa sia scritta nella tua scheda ambulatoriale, ipertensione o ipertensione, significa sempre una cosa - una sindrome di pressione arteriosa sistematica, che non ha altre cause di fondo.

Se l'aumento della pressione arteriosa ha ulteriori cause provocatorie, si tratta di ipertensione secondaria - sintomatica, nefrogenica, endocrina, ecc. Solo il 10% dei casi è assegnato alla quota di ipertensione secondaria. Il restante 90% è ipertensione primaria (essenziale).

Il concetto di organi bersaglio

Uno dei primi organi degli "obiettivi" che colpisce l'ipertensione è il cuore.

Se una persona soffre cronicamente di un aumento sistematico della pressione sanguigna, iniziano a verificarsi cambiamenti avversi nel corpo. Prima di tutto, l'alta pressione causa gli organi che i medici chiamano bersagli a soffrire. Questo è:

Questi organi sono i favoriti peculiari dell'ipertensione, ed è a loro che dirige i suoi attacchi in primo luogo. La classificazione dell'ipertensione prende come base proprio l'effetto sugli organi bersaglio.

Il grado e lo stadio dell'ipertensione

La classificazione tradizionale dell'ipertensione arteriosa comprendeva tre stadi della malattia. 1,2, 3 stadi dell'ipertensione caratterizzano lo sviluppo della malattia nel tempo, cioè riflettono i maggiori cambiamenti negativi che si verificano nel corpo nel corso degli anni.

Dal 1999, la classificazione dell'ipertensione arteriosa per gradi è considerata più appropriata. Ciascuno dei tre gradi di ipertensione implica alcune fluttuazioni nelle letture della pressione sanguigna digitale. La divisione in 3 gradi è tradizionale ed è la seguente:

In alcune classificazioni, il quarto grado di ipertensione è appropriato. I suoi limiti iniziano con gli indicatori sistolici 210, diastolici - superiori a 110. Se il medico segna il 4 ° grado di patologia, indica indicatori digitali della pressione sanguigna, ma non la gravità delle condizioni del paziente, perché anche il Grado 3 è considerato grave.

Ora sulle fasi dell'ipertensione

Il primo stadio di ipertensione non è caratterizzato da danni agli organi bersaglio. I pazienti di solito non vanno dal medico, perché la condizione generale quasi non soffre. La prima fase dell'ipertensione arteriosa è una condizione reversibile. Pertanto, è necessario essere particolarmente attenti alla testimonianza del tonometro. Se la freccia aumenta periodicamente, andare dal medico è necessaria. Per prevenire un ulteriore sviluppo dell'ipertensione.

Il secondo stadio è caratterizzato da un persistente aumento della pressione arteriosa. Il cuore inizia a soffrire - il ventricolo sinistro aumenta e "si addensa". A volte i difetti nei vasi della retina vengono aggiunti ai cambiamenti nel cuore.

Il terzo stadio è il momento delle complicazioni di tutti gli organi bersaglio. I pazienti hanno già angina, insufficienza renale, encefalopatia e altre patologie. Spesso, il terzo stadio di ipertensione si verifica quando c'è già una storia di infarto, ictus, sanguinamento nel fondo, aneurisma e altri disturbi.

Quali sono i rischi?

Cattive abitudini, età, obesità - questo non è un elenco completo di fattori che aumentano significativamente la probabilità di ipertensione arteriosa (ipertensione)

Capiremo ora con i rischi noti che il medico sottolinea nella diagnosi dopo la virgola. Tra i fattori a rischio, molte circostanze sono prese in considerazione. Ecco una lista di quelli principali:

  • Età, per gli uomini sopra i 55 anni, per le donne - sopra i 65 anni.
  • Disturbi dello spettro lipidico del sangue - dislipidemia.
  • Alti livelli di glucosio nel sangue.
  • L'obesità.
  • Fumo.
  • Predisposizione ereditaria all'ipertensione

Il medico prende in considerazione la presenza di uno o più fattori per determinare il rischio di sviluppare patologie del sistema cardiovascolare.

  • Quando combinato con ipertensione di grado 1 con uno - due fattori avversi, viene determinato il rischio 1.
  • Se AG 2 è combinato con 1-2 fattori, il rischio dal basso diventa moderato ed è designato come rischio 2.
  • Il rischio 3 (alto) include tre fattori avversi ed è combinato con AH 2-3 gradi.
  • Il rischio 4 implica la presenza di più di tre fattori negativi in ​​combinazione con ipertensione di 3 gradi.

Questa è la moderna classificazione dell'ipertensione arteriosa. Era preceduta da molte opzioni. Ad esempio, l'ipertensione è stata divisa per colore. Sì, non essere sorpreso, l'ipertensione è stata divisa in rosso e bianco. La base è stata presa per colorare la pelle del paziente. Nel primo caso, sono stati presi in considerazione il tono pallido della pelle e il raffreddamento degli arti, nel secondo caso la carnagione rossa dei pazienti ipertesi.

Il concetto di ipertensione benigna e maligna esiste ancora oggi, sono utilizzati con successo dai medici. Maligno è considerato in rapida crescita ipertensione, scarsamente suscettibile di correzione. La forma benigna è una malattia che risponde al trattamento ed è in remissione stabile.

L'ipertensione arteriosa è pericolosa per l'iniziale assenza di sintomi. Il paziente non è disturbato da nulla, quindi non vede alcun motivo per visitare il medico. Ricorda il tradimento della malattia e la prevalenza dell'ipertensione. Nel nostro tempo, il tonometro deve essere in ogni famiglia per notare i primi segni di malattia e agire in tempo. Nel rapporto con l'ipertensione dovrebbe essere attento e vigile. Il nemico è abbastanza astuto e abilmente travestito. Ricorda che anche in presenza di stress e mancanza di sonno, la pressione sanguigna non aumenta per tutti. Se la pressione sanguigna aumenta, significa che l'ipertensione sta già aprendo la strada a te. Fermalo al primo livello!

Ti piace questo articolo? Dì ai tuoi amici l'articolo sui social network. Questo non è difficile da fare - basta cliccare sul pulsante appropriato qui sotto.

Rischio di stadio di ipertensione arteriosa

Il termine "ipertensione arteriosa", "ipertensione arteriosa" si riferisce alla sindrome di aumento della pressione sanguigna (PA) nell'ipertensione e nell'ipertensione arteriosa sintomatica.

Va sottolineato che non vi è praticamente alcuna differenza semantica tra i termini "ipertensione" e "ipertensione". Come segue da etimologia, iper - dal greco. sopra, sopra - il prefisso che indica un eccesso della norma; tensio - da lat. - tensione; tonos: dal greco. - tensione. Pertanto, i termini "ipertensione" e "ipertensione" significano essenzialmente la stessa cosa - "sovraffaticamento".

Storicamente (dal tempo di GF Lang) è accaduto che il termine "ipertensione" e, di conseguenza, "ipertensione arteriosa" siano usati in Russia, il termine "ipertensione arteriosa" è usato nella letteratura straniera.

La malattia ipertensiva (GB) è comunemente intesa come una malattia che scorre in modo cronico, la cui principale manifestazione è la sindrome da ipertensione, non associata alla presenza di processi patologici nei quali un aumento della pressione arteriosa (BP) è noto, in molti casi, cause evitabili ("ipertensione arteriosa sintomatica") (Raccomandazioni VNOK, 2004).

Classificazione dell'ipertensione arteriosa

I. fasi dell'ipertensione:

  • Ipertensione (I) stadio I implica l'assenza di cambiamenti negli "organi bersaglio".
  • Ipertensione (GB) stadio II è stabilito in presenza di cambiamenti da uno o più "organi bersaglio".
  • La fase III di malattia cardiaca ipertensiva (GB) è stabilita in presenza di condizioni cliniche associate.

II. Gradi di ipertensione arteriosa:

I gradi di ipertensione arteriosa (livelli di pressione sanguigna (BP)) sono presentati nella Tabella n. 1. Se i valori della pressione sistolica (PA) e della pressione diastolica (PA) si dividono in diverse categorie, viene stabilito un più alto grado di ipertensione arteriosa (AH). Più precisamente, il grado di ipertensione arteriosa (AH) può essere stabilito nel caso di ipertensione arteriosa di nuova diagnosi (AH) e nei pazienti che non assumono farmaci antipertensivi.

Il grado e lo stadio dell'ipertensione

Quando si descrive ipertensione o ipertensione, è molto comune suddividere questa malattia in gradi, fasi e gradi di rischio cardiovascolare. A volte i dottori si confondono in questi termini, non come quelli che non hanno un'educazione medica. Proviamo a chiarire queste definizioni.

Cos'è l'ipertensione?

Ipertensione arteriosa (AH) o malattia ipertensiva (GB) è un aumento persistente dei livelli di pressione sanguigna (BP) sopra i livelli normali. Questa malattia è chiamata "killer silenzioso" perché:

  • Il più delle volte non ci sono sintomi evidenti.
  • Se non trattato con AH, il danno causato al sistema cardiovascolare dall'aumento della pressione sanguigna contribuisce allo sviluppo di infarto miocardico, ictus e altre minacce per la salute.

Grado di ipertensione arteriosa

Il grado di ipertensione dipende direttamente dal livello di pressione sanguigna. Non esistono altri criteri per determinare il grado di ipertensione.

Le due classificazioni più comuni di ipertensione arteriosa in base al livello di pressione arteriosa sono la classificazione della Società europea di cardiologia e la classificazione del comitato nazionale congiunto (POC) per la prevenzione, il riconoscimento, la valutazione e il trattamento dell'ipertensione arteriosa (USA).

Tabella 1. Classificazione della Società europea di cardiologia (2013)

Ipertensione palcoscenico

La classificazione dell'ipertensione per fasi non è utilizzata in tutti i paesi. Non è incluso nelle raccomandazioni europee e americane. Determinare lo stadio di GB è fatto sulla base di una valutazione della progressione della malattia - cioè, da lesioni di altri organi.

Tabella 4. Fasi di ipertensione

Come si può vedere da questa classificazione, i sintomi espressi dell'ipertensione arteriosa si osservano solo allo stadio III della malattia.

Se osservi attentamente questa gradazione di ipertensione, puoi vedere che si tratta di un modello semplificato per la determinazione del rischio cardiovascolare. Ma, in confronto con l'SSR, la definizione dello stadio di AH afferma solo il fatto della presenza di lesioni di altri organi e non fornisce alcuna informazione prognostica. Cioè, non dice al medico quale sia il rischio di sviluppare complicanze in un particolare paziente.

Valori target della pressione arteriosa nel trattamento dell'ipertensione

Indipendentemente dal grado di ipertensione, è necessario sforzarsi di raggiungere i seguenti valori target di pressione arteriosa:

  • Nei pazienti 2. Questo può essere ottenuto attraverso un'alimentazione sana e un'attività fisica. Anche una leggera perdita di peso nelle persone obese può ridurre significativamente la pressione sanguigna.

Di norma, queste misure sono sufficienti per ridurre la pressione sanguigna in persone relativamente sane con ipertensione di 1 grado.

Il trattamento farmacologico può essere necessario per i pazienti di età inferiore agli 80 anni che presentano segni di danno cardiaco o renale, diabete mellito, rischio cardiovascolare moderatamente alto, alto o molto alto.

Di regola, in caso di ipertensione di 1 grado, ai pazienti di età inferiore ai 55 anni viene prima prescritto un farmaco dei seguenti gruppi:

  • Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE inibitori - ramipril, perindopril) o bloccanti del recettore dell'angiotensina (ARA - losartan, telmisartan).
  • Beta-bloccanti (può essere prescritto a giovani con intolleranza agli ACE-inibitori o alle donne che potrebbero diventare incinte).

Se il paziente ha più di 55 anni, viene spesso prescritto bloccanti dei canali del calcio (bisoprololo, carvedilolo).

La prescrizione di questi farmaci è efficace nel 40-60% dei casi di ipertensione di grado 1. Se dopo 6 settimane il livello di pressione arteriosa non raggiunge il bersaglio, puoi:

  • Aumentare la dose del farmaco.
  • Sostituisci il farmaco con un rappresentante di un altro gruppo.
  • Aggiungi un altro strumento da un altro gruppo.

Ipertensione 2 gradi

L'ipertensione di grado 2 è un costante aumento della pressione arteriosa nell'intervallo da 160/100 a 179/109 mm Hg. Art. Questa forma di ipertensione arteriosa ha una gravità moderata, è necessario iniziare la terapia farmacologica con essa al fine di evitare la sua progressione verso l'ipertensione di grado 3.

Con i sintomi di ipertensione di grado 2 sono più comuni rispetto al grado 1, possono essere più pronunciati. Tuttavia, non esiste una relazione direttamente proporzionale tra l'intensità del quadro clinico e il livello di pressione sanguigna.

I pazienti con ipertensione di grado 2 sono tenuti a condurre una modifica dello stile di vita e l'inizio immediato della terapia antipertensiva. Regimi di trattamento:

  • ACE-inibitori (ramipril, perindopril) o ARB (losartan, telmisartan) in combinazione con bloccanti dei canali del calcio (amlodipina, felodipina).
  • In caso di intolleranza ai calcio-antagonisti o ai segni di insufficienza cardiaca, viene utilizzata una combinazione di un ACE-inibitore o un ARB con diuretici tiazidici (idroclorotiazide, indapamide).
  • Se il paziente sta già assumendo beta-bloccanti (bisoprololo, carvedilolo), viene aggiunto un calcio antagonista e non i diuretici tiazidici (in modo da non aumentare il rischio di sviluppare il diabete).

Se una persona ha la pressione del sangue effettivamente mantenuta entro i valori obiettivo per almeno 1 anno, i medici possono cercare di ridurre la dose o la quantità di farmaci presi. Questo dovrebbe essere fatto gradualmente e lentamente, monitorando costantemente il livello della pressione sanguigna. Un tale efficace controllo dell'ipertensione arteriosa può essere raggiunto solo combinando la terapia farmacologica con la modificazione dello stile di vita.

Ipertensione 3 gradi

Ipertensione di grado 3 è un costante aumento della pressione sanguigna ≥180 / 110 mmHg. Art. Questa è una forma grave di ipertensione arteriosa, che richiede un trattamento medico immediato per evitare lo sviluppo di eventuali complicanze.

Anche i pazienti con ipertensione di grado 3 potrebbero non avere alcun sintomo della malattia. Tuttavia, la maggior parte di loro ha ancora sintomi non specifici, come mal di testa, vertigini, nausea. Alcuni pazienti con questo livello di AD sviluppano danno acuto ad altri organi, tra cui insufficienza cardiaca, sindrome coronarica acuta, insufficienza renale, dissezione di aneurisma e encefalopatia ipertensiva.

Con l'ipertensione di grado 3, i regimi terapeutici includono:

  • La combinazione di un ACE-inibitore (ramipril, perindopril) o un BRA (losartan, telmisartan) con calcio antagonisti (amlodipina, felodipina) e diuretici tiazidici (idroclorotiazide, indapamide).
  • Se alte dosi di diuretici sono scarsamente tollerate, prescrivere invece alfa o beta-bloccante.

Fasi, gradi, rischi di ipertensione e caratteristiche delle classificazioni

Quasi tutti, almeno una volta nella sua vita, hanno riscontrato un aumento di pressione e sanno quanti problemi causano l'ipertensione. Tuttavia, l'ipertensione (GB) non è così innocua come potrebbe sembrare a prima vista.

Forti fluttuazioni di pressione influenzano negativamente il corpo e la malattia di un decorso cronico, a patto che non vi sia alcun trattamento, porta alle conseguenze più deplorevoli. Parleremo oggi di come varia ogni stadio di ipertensione e quali rischi comporta.

Stage GB

Fase I

La pressione allo stadio 1 GB non supera 159/99 mm. Hg. Art. In uno stato così elevato di pressione del sangue può essere per diversi giorni. Anche il riposo ordinario, l'eliminazione di situazioni stressanti aiuta a ridurre significativamente le sue prestazioni. Con stadi più gravi, non è più possibile normalizzare la pressione sanguigna.

Per questa fase dello sviluppo di GB, non vi è alcun segno che gli organi bersaglio soffrano di pressione alta, pertanto, in molti casi, si nota un decorso quasi asintomatico della malattia. Solo qualche volta ci sono disturbi del sonno, dolore alla testa o al cuore. Un esame clinico può rivelare un piccolo aumento di tono nel fondo delle arterie.

Le crisi ipertensive nella prima forma della malattia sono molto rare e si verificano per la maggior parte sotto l'influenza di circostanze esterne, come il tempo o lo stress grave. Anche spesso in menopausa nelle donne. Lo stadio della malattia è iniziale, quindi è perfettamente curabile e spesso c'è abbastanza cambiamento nello stile di vita, la terapia farmacologica potrebbe non essere necessaria. Con l'inizio tempestivo del trattamento e l'attuazione cosciente di ciascuna raccomandazione, la prognosi è molto favorevole.

Il seguente video racconta le fasi e le caratteristiche dell'ipertensione:

Fase II

Il livello di pressione nella fase 2 GB è nell'intervallo fino a 179 mm. Hg. Art. (diastolica) e fino a 109 mm. Hg. Art. (Sistolica). Il riposo non è in grado di portare la normalizzazione della pressione sanguigna. Il paziente è spesso tormentato dal dolore, mancanza di respiro durante lo sforzo, sonno povero, vertigini e angina.

Il gruppo è caratterizzato dall'apparizione dei primi segni degli organi interni. Spesso questa forma di distruzione non ha praticamente alcun effetto sulle loro funzioni. Inoltre, non ci sono chiari sintomi soggettivi che disturbano il paziente. Il più spesso allo stadio 2 dello sviluppo di ipertensione sono identificati:

  • segni caratteristici dell'ipertrofia ventricolare sinistra;
  • la quantità di creatina nel sangue aumenta;
  • restringimento delle arterie si verifica nella retina;
  • proteina trovata nelle urine.

Le crisi ipertensive non sono rare nella fase 2 GB, che comporta la minaccia dello sviluppo di complicanze molto gravi, fino ad un ictus. In questo caso, non sarà possibile fare a meno della terapia farmacologica costante.

Ipertensione palcoscenico

Fase III

L'ultimo stadio di GB ha il corso più severo e presenta il gruppo più ampio di disturbi nel funzionamento di un intero gruppo di organi bersaglio. I reni, gli occhi, il cervello, i vasi sanguigni e il cuore sono i più colpiti. La pressione è caratterizzata da resistenza, è piuttosto difficile normalizzare il suo livello anche con la condizione di prendere pillole. Incremento frequente della pressione sanguigna a 180/110 mm. Hg. Art. e sopra.

I sintomi del terzo stadio della malattia sono per molti versi simili a quelli sopra elencati, tuttavia sono affiancati da segni abbastanza pericolosi provenienti dagli organi interessati (ad esempio insufficienza renale). Spesso la memoria si deteriora, si verificano gravi disturbi del ritmo cardiaco e la vista diminuisce.

L'ipertensione non ha solo 1, 2, 3 stadi, ma anche 1, 2, 3 gradi, che discuteremo ulteriormente.

gradi

I grado

Il primo grado di gravità si riferisce a quello più semplice, in cui vengono rilevati i salti periodici della pressione sanguigna. È anche sua caratteristica che il livello di pressione è in grado di stabilizzarsi da solo. La causa più comune dell'aspetto di GB 1 - stress costante.

Nel video qui sotto verrà detto sui gradi di ipertensione:

II grado

Il grado moderato di ipertensione si distingue non solo dall'impossibilità di auto-stabilizzazione della pressione arteriosa, ma anche dal fatto che i periodi di pressione normale sono molto brevi. La manifestazione principale è forte mal di testa.

Se la malattia si sviluppa molto rapidamente, possiamo parlare del decorso maligno dell'ipertensione. Questa forma è molto pericolosa, perché la malattia può svilupparsi rapidamente.

Gradi di ipertensione

III grado

Con 3 gradi di pressione GB rimane sempre in uno stato costantemente elevato. Se la pressione arteriosa diminuisce, la persona è tormentata dalla debolezza, così come una serie di altri sintomi dagli organi interni. I cambiamenti avvenuti con questo grado di malattia sono già irreversibili.

Inoltre, la classificazione dell'ipertensione include oltre 1, 2, 3 gradi e fasi, 1, 2, 3, 4 rischi, di cui parleremo in seguito.

rischi

Basso, insignificante

Le donne che hanno almeno 65 anni e gli uomini di età inferiore ai 55 anni che hanno sviluppato uno stadio lieve di ipertensione 1 hanno il minor rischio di complicanze. Nei prossimi 10 anni, solo il 15% circa acquisisce patologie vascolari o cardiache che si sono sviluppate sullo sfondo della malattia. Tali pazienti sono spesso guidati da terapeuti, poiché il cardiologo non ha alcun senso di un trattamento serio.

Se è ancora presente un leggero rischio, i pazienti necessitano nel prossimo futuro (non più di 6 mesi) per provare a cambiare significativamente il loro stile di vita. Per qualche tempo può essere osservato da un medico con una tendenza positiva. Se questo trattamento non ha portato risultati e la riduzione della pressione non può essere raggiunta, i medici possono raccomandare un cambiamento nelle tattiche di trattamento, che comporterebbe la prescrizione di farmaci. Tuttavia, i medici insistono spesso sul mantenimento di uno stile di vita sano, poiché tale terapia non avrà conseguenze negative.

media

Questo gruppo comprende pazienti con ipertensione sia del secondo che del primo tipo. Il livello di pressione sanguigna di solito non supera i loro indicatori di 179/110 mm. Hg. Art. Un paziente in questa categoria può avere 1-2 fattori di rischio:

  1. ereditarietà,
  2. il fumo,
  3. obesità
  4. bassa attività fisica
  5. colesterolo alto
  6. ridotta tolleranza al glucosio.

Per 10 anni di osservazione nel 20% dei casi, lo sviluppo di patologie cardiovascolari è possibile. La modifica del solito modo di vita è necessariamente inclusa nell'elenco delle attività di trattamento. Per 3-6 mesi, i farmaci non possono essere prescritti per dare al paziente la possibilità di normalizzare la sua condizione attraverso i cambiamenti della vita.

alto

Il gruppo di rischio con un'alta probabilità di rilevare complicazioni dovrebbe includere anche i pazienti con 1 e 2 forme di ipertensione, ma se hanno già diversi fattori predisponenti descritti sopra. È anche consuetudine riferirsi a loro eventuali lesioni di organi bersaglio, diabete mellito, cambiamenti nei vasi della retina, alti livelli di creatinina e aterosclerosi.

I fattori di rischio possono essere assenti, ma un paziente con ipertensione di Fase 3 appartiene anche a questo gruppo di pazienti. Tutti sono già stati osservati da un cardiologo, poiché la malattia ipertensiva è per lo più di lunga durata. La probabilità di complicanze raggiunge il 30%. Il cambiamento dello stile di vita può essere usato come tattica ausiliaria, ma la parte principale della terapia è la terapia. La selezione dei farmaci dovrebbe essere effettuata in breve tempo.

Successivamente, parleremo di una diagnosi severa: ipertensione di grado 3, rischio 4.

Rischi di ipertensione

Molto alto

I pazienti con il più alto rischio di complicanze nel lavoro del cuore e dei vasi sanguigni sono un gruppo di pazienti con stadio 3 GB o 1 ° e 2 ° se questi ultimi presentano disturbi dell'organo bersaglio. Questo gruppo appartiene a uno dei più piccoli. Il trattamento principale viene eseguito in ospedale. La terapia farmacologica viene effettuata attivamente e spesso include diversi gruppi di farmaci.

La probabilità di sviluppare complicanze è superiore al 30%.

Il seguente video contiene informazioni utili su stadi e gradi di ipertensione:

Ipertensione 1, 2, 3 e 4 gradi

Un uomo è vivo mentre il suo cuore batte. La "pompa" cardiaca fornisce la circolazione del sangue nei vasi. A questo proposito, esiste una cosa come la pressione sanguigna. Breve - BP. Qualsiasi deviazione dalla normale pressione sanguigna è mortale.

I rischi di sviluppare ipertensione

Il rischio di sviluppare ipertensione o ipertensione - ipertensione arteriosa - è una somma di fattori. Di conseguenza, maggiore è la loro probabilità, maggiore è la probabilità che una persona diventi ipertesa.

Fattori di rischio per l'ipertensione:

predisposizione genetica. Il rischio di ammalarsi è più alto per coloro che hanno la pressione alta tra i parenti di primo grado: padre, madre, nonne, nonni, fratelli. Più i parenti stretti soffrono di ipertensione, maggiore è il rischio;

età oltre 35 anni;

stress (ipertensione) e stress mentale. Il battito cardiaco aumenta l'ormone dello stress - l'adrenalina. Lui immediatamente restringe le navi;

prendendo alcuni farmaci, come contraccettivi orali e vari integratori alimentari - integratori alimentari (ipertensione iatrogena);

cattive abitudini: fumo o abuso di alcool. I componenti del tabacco provocano spasmi dei vasi sanguigni - contrazioni involontarie delle loro pareti. Questo restringe il lume del flusso sanguigno;

aterosclerosi - blocco dei vasi sanguigni dalle placche. Il colesterolo totale non deve superare 6,5 mmol / l di sangue;

insufficienza renale (ipertensione nefrogenica);

endocrinopatia delle ghiandole surrenali, tiroide o pituitaria;

eccesso di sale nel cibo. Il sale provoca uno spasmo delle arterie e mantiene fluido nel corpo;

inattività. L'ipodynamia è accompagnata da un metabolismo lento - il metabolismo - e gradualmente indebolisce il corpo nel suo complesso;

sovrappeso. Ogni chilogrammo in più aumenta la pressione sanguigna di 2 millimetri di mercurio - mm Hg;

improvviso cambiamento del tempo;

privazione cronica del sonno e altri "provocatori".

La maggior parte dei fattori di rischio per l'ipertensione è strettamente correlata. Ad esempio, nella maggior parte dei casi i forti fumatori sviluppano placche aterosclerotiche e le persone fisicamente passive e malnutrite guadagnano rapidamente peso. Tali combinazioni di fattori aumentano significativamente il rischio di anomalie patologiche nel cuore.

A seconda della combinazione e del grado di manifestazione dei suddetti fattori, nonché della probabilità di insorgenza di complicazioni cardiovascolari nel prossimo decennio, esistono 4 tipi di rischio di sviluppare ipertensione arteriosa:

basso (rischio inferiore al 15%);

medio (dal 15 al 20%);

alto (oltre il 20%);

molto alto (oltre il 30%).

I fattori di rischio per l'insorgenza di ipertensione arteriosa sono anche divisi in 2 tipi, ove possibile per eliminarli: correggibile (regolabile) e non. Ad esempio, una persona potrebbe smettere di fumare, ma non è in grado di cambiare il suo pedigree. L'entità del rischio è riassunta da un numero di indicatori. Un paziente con ipertensione di 1 grado che inizia ad abusare di alcol aumenta significativamente la probabilità percentuale di sviluppare complicanze.

L'ipertensione è abbastanza curabile. Molto qui dipende dalla diagnosi tempestiva della malattia, dalla testardaggine del paziente, dalla sua prontezza a cambiare radicalmente il suo stile di vita.

Seleziona l'articolo che ti serve:

Ipertensione 1 grado

L'ipertensione arteriosa può essere primaria, vale a dire sviluppare in modo indipendente e secondario - essere una complicazione di un'altra malattia. In quest'ultimo caso, il trattamento viene effettuato in un complesso, perché è necessario non solo normalizzare la pressione, ma anche curare la causa della malattia associata.

Un BP normale è 120 a 80 mm Hg. Questo è il significato "ideale", come si dice, per gli astronauti. 120 è la cosiddetta pressione sanguigna o sistolica superiore (con contrazione massima delle pareti del muscolo cardiaco). E 80 - la cifra inferiore o la cosiddetta pressione diastolica (con il loro massimo rilassamento). Di conseguenza, l'ipertensione è suddivisa in sistolica, diastolica e mista (sistolodiastolica), a seconda che i valori superiori o inferiori superino il valore soglia.

Con un restringimento del lume del flusso sanguigno, il cuore spende più sforzo per spingere il sangue nei vasi, si consuma più velocemente, inizia a lavorare con interruzioni. L'aumento della frequenza cardiaca - frequenza cardiaca - influisce negativamente sul lavoro dell'intero organismo. L'aria e i nutrienti contenuti nel sangue non hanno il tempo di entrare nelle cellule.

Come ogni malattia, l'ipertensione progredisce senza trattamento. Lo stato prehypertensive, preipertensione, precede la comparsa dei primi sintomi ipertensivi.

Dalla fase di sviluppo della malattia dipende dalla sua gravità:

"Morbido" o leggero;

moderato o borderline;

sistolico molto pesante o isolato.

Altrimenti, l'ipertensione di 1 grado è chiamata la forma lieve di questa malattia. Il tasso superiore di pressione sanguigna varia da 140 a 159, e il più basso è 90-99 mm Hg. I disturbi nel lavoro del cuore si verificano spasmodicamente. Gli attacchi, di regola, passano senza conseguenze. Questa è una forma preclinica di ipertensione. I periodi di esacerbazioni si alternano con la completa scomparsa dei sintomi della malattia. Durante la remissione, il paziente ha una pressione normale.

La diagnosi di ipertensione è semplice: è la misurazione della pressione arteriosa con un tonometro. Per una diagnosi accurata, la procedura viene eseguita tre volte al giorno in un'atmosfera calma e in uno stato rilassato.

Controllare regolarmente la pressione del sangue è necessario anche per le persone a basso rischio di sviluppare ipertensione. Un fattore potenzialmente pericoloso è sufficiente per monitorare da vicino il lavoro del tuo cuore. Per coloro che sono predisposti alle malattie cardiache in larga misura, è consigliabile acquistare un cardiovisore - un apparecchio ECG - un elettrocardiogramma - a casa. Qualsiasi malattia è più facile da trattare in una fase precoce.

I sintomi di ipertensione 1 grado

I sintomi dell'ipertensione di 1 grado includono:

mal di testa, progressivo con lo sforzo;

dolori doloranti o cuciti sul lato sinistro del torace, che si estendono nella spalla e nel braccio;

punti neri prima degli occhi.

Non dobbiamo dimenticare che con l'ipertensione lieve, tutti questi sintomi si verificano raramente. Se dopo un forte sforzo fisico il polso è aumentato o è difficile addormentarsi a causa di vicini rumorosi, non devi farti prendere dal panico e considerarti iperteso.

Durante i periodi di miglioramento, il paziente si sente grande. L'ipertensione lieve ha tutti i segni di insufficienza cardiaca. I gradi più gravi di malattia differiscono solo per la persistenza dei sintomi e l'insorgenza di complicanze.

Complicazioni di ipertensione 1 grado

Le complicazioni includono:

sclerosi renale - nefrosclerosi;

ipertrofia del muscolo cardiaco (ventricolo sinistro).

La maggior parte delle persone pensa che l'ipertensione lieve possa essere curata senza conseguenze. Ma il rischio di complicazioni con 1 grado è nella media, vale a dire circa il 15%. L'alta pressione nei vasi dovuta al restringimento del loro lume porta a un insufficiente afflusso di sangue ai tessuti. La mancanza di ossigeno e sostanze nutritive porta alla morte di singole cellule e di interi organi. La necrosi inizia con lesioni focali locali. Nel tempo, senza trattamento, l'ictus ischemico è inevitabile.

I disturbi circolatori comportano inevitabilmente un disturbo metabolico. Ciò è dannoso per la respirazione e la nutrizione delle cellule di qualsiasi tipo. I cambiamenti patologici sono inevitabili, ad esempio, la sclerosi - sostituzione con tessuto connettivo. Nella nefrosclerosi, le pareti del rene sono patologicamente compattate, l'organo "si restringe". A questo proposito, la funzione escretoria è disturbata e l'urea entra nel flusso sanguigno.

Se i vasi sanguigni sono ristretti, allora il cuore è esagerato per spingere il sangue attraverso di loro. Ciò porta ad un aumento patologico del muscolo cardiaco. Tale ipertrofia è chiamata vera o funzionante. Il volume e la massa del ventricolo sinistro aumentano a causa dell'ispessimento delle sue pareti. Questa patologia è altrimenti chiamata cardiomiopatia. Il cuore adatta la sua struttura ai bisogni del corpo. Il tessuto muscolare aggiuntivo consente di ridursi di più. Sembrerebbe, quale potrebbe essere il pericolo? Il cuore "gonfio" può comprimere i vasi adiacenti e l'accumulo irregolare del muscolo chiude l'uscita dal ventricolo sinistro. L'ipertrofia del cuore a volte porta ad una morte improvvisa.

Complicazioni di ipertensione di grado 1 sono estremamente rare. Per evitarli, è sufficiente ridurre al minimo il rischio di sviluppare ipertensione, vale a dire eliminare le sue cause, cause.

Trattamento dell'ipertensione 1 grado

In primo luogo, il medico consiglierà al paziente di cambiare il suo stile di vita. Al paziente verrà raccomandato un sonno tranquillo, l'assenza di stress, esercizi di rilassamento mirati, una dieta speciale, esercizio fisico, ecc. Se queste misure non sono sufficienti, applicare la terapia medica.

I seguenti farmaci sono prescritti da un cardiologo:

sedativi e altri farmaci antipertensivi.

Le medicine sono selezionate rigorosamente individualmente, perché molti ipertesi hanno condizioni comorbili. La scelta dei farmaci è influenzata dall'età del paziente e dai farmaci utilizzati da lui. Più spesso, gli antipertensivi sono prescritti in combinazioni. Vengono prodotti anche compresse con combinazioni fisse dei farmaci necessari.

Se è possibile fermare la malattia nella fase iniziale, per eliminarla completamente, in futuro non dovremmo trascurare la prevenzione. Il suo principio è semplice: evita tutti i fattori di rischio per l'insorgenza di ipertensione. Grazie ad uno stile di vita sano, è possibile prevenire il verificarsi anche di patologie ereditarie.

Ipertensione di grado 2

Questa è un'ipertensione moderata. La pressione sanguigna alta è 160 - 179 mm Hg, e inferiore - 100 - 109 mm Hg. In questa fase della malattia, i periodi di aumento della pressione sono più lunghi. BP ritorna raramente alla normalità.

A seconda della velocità di transizione dell'ipertensione da uno stadio all'altro, si distinguono ipertensione arteriosa benigna e maligna. Quando la seconda malattia progredisce così rapidamente che spesso è fatale. L'ipertensione è pericolosa perché un aumento della velocità del sangue attraverso i vasi porta ad un ispessimento delle loro pareti e un ulteriore restringimento del lume.

Sintomi di ipertensione di grado 2

I segni tipici di ipertensione arteriosa si manifestano già nella forma lieve della malattia.

Nella seconda fase, sono uniti dai seguenti sintomi:

sensazione di pulsazione nella testa;

iperemia - traboccamento dei vasi sanguigni, ad esempio, arrossamento della pelle;

microalbuminuria - presenza di proteine ​​di albumina nelle urine;

intorpidimento e brividi delle dita;

patologia del fondo;

crisi ipertensive - improvvisi picchi di pressione (a volte 59 unità contemporaneamente);

comparsa o peggioramento dei segni di danno d'organo bersaglio.

Stanchezza, letargia e gonfiore compaiono perché il rene è coinvolto nel processo patologico. La crisi ipertensiva può essere accompagnata da vomito, disturbi della minzione e delle feci, mancanza di respiro, lacrime. A volte dura per diverse ore. Complicazioni di crisi hypertensive - un infarto del miocardio e un edema polmonare o un cervello.

Forme di crisi ipertensive:

neuro-vegetativo (aumento della frequenza cardiaca, sovreccitazione, tremito alle mani, panico immotivato, secchezza delle fauci);

edema (letargia, edema palpebrale, coscienza inibita);

Sintomi di 2 gradi di ipertensione sono più tollerati dai pazienti. Soffre costantemente delle manifestazioni patologiche della pressione alta. La malattia in questa fase si allontana con riluttanza e spesso ritorna.

Complicazioni di ipertensione di grado 2

Complicazioni di ipertensione di grado 2 includono le seguenti malattie:

aneurisma aortico - protrusione patologica del suo muro.

Per indirizzare gli organi, ad es. organi interni colpiti da ipertensione includono:

Emorragie in vari organi si verificano perché le pareti dei vasi sanguigni si addensano sempre più, perdono la loro elasticità e diventano fragili. L'aumento del flusso sanguigno distrugge facilmente tali vasi. Il processo inverso si verifica con lo sviluppo di aneurismi. Qui, le pareti dalla circolazione sanguigna aumentata sono allungate e assottigliate. Sono così indeboliti da essere facilmente strappati.

Il lume patologicamente stretto aumenta la probabilità di sviluppare aterosclerosi - la deposizione di grasso sulle pareti - e la trombosi - bloccandoli con un trombo. La dissanguamento delle cellule cerebrali porta alla fame di ossigeno e alla loro morte. Questo fenomeno è chiamato encefalopatia. L'ischemia è una privazione dell'ossigeno del cuore. Angina: dolore sternale costante.

I processi patologici che hanno aderito alla malattia principale si sviluppano in relazione ad essa. Di conseguenza, se non si inizia il trattamento in modo tempestivo o si violano i divieti medici, gli organi bersaglio saranno sempre di più, e sarà quasi impossibile recuperare la salute.

Ipertensione disabile di grado 2

I pazienti ipertesi sono nella regolare registrazione del dispensario e vengono periodicamente esaminati. Oltre alla misurazione giornaliera della pressione, vengono regolarmente prescritti ECG. In alcuni casi possono essere necessari gli ultrasuoni: esame ecografico del cuore, analisi delle urine, analisi del sangue e altre procedure diagnostiche. I pazienti ipertesi con una forma moderata della malattia sono meno efficienti delle persone sane.

Se c'è una compromissione persistente delle funzioni corporee dovuta all'ipertensione, il paziente viene inviato all'ufficio per un esame per ottenere un rapporto di valutazione medico e sociale. In rari casi, i pazienti ipertesi vengono esaminati a casa, in ospedale o anche in assenza. A volte un programma di esame aggiuntivo. Per le persone con disabilità, gli specialisti dell'ufficio di consulenza medica e sociale stanno sviluppando un programma di riabilitazione individuale obbligatorio.

Per determinare il gruppo di disabilità, il comitato di esperti, insieme al grado di ipertensione, tiene conto dei seguenti fattori:

informazioni sulla storia delle crisi ipertensive;

condizioni di lavoro del paziente.

La procedura per stabilire un gruppo di disabilità è necessaria per un impiego adeguato. Se sarà facile trovare un datore di lavoro che è pronto a sopportare il lavoro di un dipendente "inferiore" è un'altra domanda. Se il richiedente, quando fa domanda per un posto di lavoro, presenta i documenti che confermano l'invalidità, quindi secondo la legislazione federale, deve essere dotato delle condizioni di lavoro necessarie.

I datori di lavoro sono riluttanti ad accettare le persone con disabilità, perché la durata dell'orario di lavoro per loro viene ridotta mantenendo la piena retribuzione (per i gruppi 1 e 2). Inoltre, sono costretti ad andare in ospedale più spesso rispetto ad altri dipendenti, e le loro ferie annuali sono aumentate. A questo proposito, la maggior parte delle persone con disabilità dei 3 gruppi nasconde i propri disturbi al fine di ottenere un posto altamente remunerativo. La violazione delle prescrizioni mediche relative alle condizioni di lavoro nel tempo porta ad un aggravamento della malattia.

Le persone con disabilità dei 3 gruppi ricevono sussidi in denaro e sono autorizzati a lavorare con determinate restrizioni:

forti vibrazioni e rumori sono controindicati;

non puoi lavorare fuori orario, nei fine settimana o nel turno di notte senza il consenso del dipendente;

la tensione fisica o psicoemotiva permanente non è consentita;

il divieto di lavorare in alta quota, in negozi caldi, con meccanismi pericolosi;

ridurre la durata del lavoro con alta concentrazione di attenzione;

giorno lavorativo di sette ore.

Un caso particolare è l'ipertensione arteriosa maligna di 2 gradi. Il suo sviluppo è così rapido e la condizione del paziente è difficile, che la commissione gli assegna la disabilità del gruppo 2. Questo è un gruppo non lavorativo. Con 2 e 3 gradi di disabilità, l'esperienza medica e sociale viene condotta annualmente. Le persone disabili delle seguenti categorie sono esentate dal riesame:

uomini sopra i 60 anni;

donne di età superiore ai 55 anni;

persone con difetti anatomici irreversibili.

Assegnazione di disabilità dovuta alla necessità di protezione sociale dei pazienti ipertesi. La sua capacità di lavorare è limitata.

Trattamento dell'ipertensione 2 gradi

In questa fase della malattia senza farmaci non si può fare. Le compresse sono prese regolarmente, se possibile alla stessa ora del giorno. Il paziente non dovrebbe pensare che per liberarsi della malattia sarà sufficiente prendere farmaci. Se lo fa, allo stesso tempo viene portato via da, ad esempio, cibi grassi e alcol, l'effetto positivo della terapia scomparirà rapidamente. La malattia passerà alla fase successiva, in cui qualsiasi trattamento è già inefficace.

Ipertensione di grado 3

Perché i medici sono allarmati dalla deviazione degli indicatori della pressione sanguigna dalla norma anche da uno? Il fatto è che con un aumento della pressione di più unità, il rischio di sviluppare complicazioni cardiovascolari aumenta della stessa percentuale. Ad esempio, se una persona soffre di ipertensione lieve e la pressione arteriosa si discosta dai normali 120-80 mm Hg. 39 unità, quindi la probabilità di insorgenza di deviazioni patologiche da vari organi è molto alta (39%). Che dire allora dei 3 gradi della malattia, in cui la deviazione è di almeno 60 unità?

L'ipertensione di grado 3 è una forma grave e cronica della malattia. La pressione sanguigna sale sopra 180/110 mm Hg, non scende mai a 120/80 normali. I cambiamenti patologici sono già irreversibili.

I sintomi di ipertensione 3 gradi

I sintomi dell'ipertensione di 3 gradi includono:

mancanza di coordinamento dei movimenti;

visione offuscata persistente;

paresi e paralisi in violazione della circolazione cerebrale;

crisi ipertensive prolungate con linguaggio alterato, coscienza annebbiata e dolori acuti nel cuore;

una limitazione significativa della capacità di muoversi, comunicare e mantenersi.

Nei casi più gravi, i pazienti ipertesi non possono più fare a meno dell'aiuto esterno, richiedono costante attenzione e cura. I suddetti segni di ipertensione mostrano che il benessere del paziente peggiora gradualmente, la malattia copre nuovi sistemi di organi e il numero di complicanze è in aumento.

Complicazioni di ipertensione 3 gradi

Complicazioni di ipertensione 3 gradi includono le seguenti malattie:

infarto del miocardio - lo strato muscolare medio del cuore;

malattia arteriosa periferica;

la retinopatia ipertensiva colpisce la retina;

scotoma ("oscurità") - difetto, punto cieco in vista;

Complicazioni di ipertensione arteriosa Grado 3 sono anche chiamate condizioni cliniche associate. In violazione della circolazione cerebrale si sviluppa un ictus, accompagnato da perdita di sensazione di arti e svenimenti. L'insufficienza cardiaca è già un complesso complesso di patologie cardiache. Gradualmente fallire i reni. Se l'ipertensione è una malattia secondaria ed è sorta sullo sfondo del diabete mellito, la nefropatia è inevitabile.

Più grave è la malattia, peggio e peggio sono le conseguenze. Il sistema circolatorio è così importante per la vita dell'organismo che la minima deviazione nel suo lavoro produce un potente effetto distruttivo.

Disabilità di ipertensione di grado 3

In una forma grave della malattia, viene stabilito il gruppo di disabilità 1. In questa fase, i pazienti sono praticamente disabili. A volte sono riconosciuti come parzialmente abili e continuano a funzionare, ma solo a casa o in condizioni speciali.

Ma anche con il grado più grave di disabilità, il paziente deve sottoporsi a procedure di riabilitazione. In una situazione del genere, è necessario prevenire la morte.

Trattamento dell'ipertensione di 3 gradi

Con l'aggravamento del decorso della malattia, vengono prescritti farmaci sempre più potenti o la loro lista rimane la stessa, ma il dosaggio aumenta. In questa fase dell'ipertensione, l'effetto della terapia farmacologica è minimo. I pazienti ipertesi cronici sono condannati a bere pillole per tutta la vita.

Quando la malattia diventa grave, può essere necessario un intervento chirurgico. L'operazione è indicata per alcune patologie delle navi e del cuore. Innovativo è il metodo della terapia con cellule staminali per l'ipertensione arteriosa di 3 gradi.

Ipertensione di grado 4

Alcuni esperti identificano e mettono in scena 4 della malattia, molto difficile. Nella maggior parte dei casi, la morte è vicina. Le sofferenze del paziente cercano di facilitare ogni volta possibile, e a ciascuno crisi ipertensiva rendere il primo soccorso. Il paziente è sdraiato, sollevando la testa. È urgentemente somministrato farmaci che abbassano drasticamente la pressione sanguigna.

Senza trattamento, compaiono nuove complicazioni. Alcuni di loro provocano altri, e le malattie sempre più travolgono una persona. Al fine di fermare questo processo distruttivo nel tempo, è sufficiente seguire le dinamiche dei cambiamenti nella pressione sanguigna, almeno con l'aiuto di un normale bracciale per la pressione sanguigna.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Le più comuni malattie del sistema cardiovascolare

Le malattie del sistema cardiovascolare sono diffuse tra gli adulti in molti paesi del mondo e occupano un posto di rilievo nelle statistiche generali sulla mortalità.

Ipertrofia ventricolare sinistra

L'ipertrofia del miocardio del ventricolo sinistro è chiamata proliferazione e aumento della massa muscolare di questa parete del cuore, che porta a un cambiamento nella forma e nelle dimensioni dell'intero organo o ispessimento del setto interventricolare.

Ripristino dell'attività motoria dopo un ictus

Nella prima settimana o due dopo un ictus, il lavoro per ripristinare l'attività motoria è solitamente limitato al massaggio. Ogni giorno (con il permesso del medico!), Massaggiare delicatamente mani e piedi del paziente: colpire, strofinare e tirare delicatamente i muscoli.

Prevenzione delle malattie del cuore e dei vasi sanguigni

L'urbanizzazione, uno stile di vita sedentario e altre caratteristiche della vita moderna hanno portato al fatto che la prevenzione delle malattie cardiache è diventata una necessità.

Aterosclerosi dell'arto inferiore: tre cause, sintomi e trattamento insidiosi

Da questo articolo imparerai: l'essenza della malattia è l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, perché si manifesta la patologia.

Ipossia miocardica

Il termine "ipossia" si riferisce a qualsiasi carenza di ossigeno nei tessuti e negli organi. Una varietà di cause provoca una diminuzione del contenuto di ossigeno, e senza di esso, le cellule del corpo non sono in grado di produrre energia per la loro esistenza e morire.