Ipertensione arteriosa (ipertensione, AH) è una malattia del sistema cardiovascolare in cui la pressione sanguigna nelle arterie della circolazione sistemica (grande) è costantemente aumentata. Nello sviluppo della malattia, sono importanti sia i fattori interni (ormonali, nervosi) che quelli esterni (consumo eccessivo di sale, alcol, fumo, obesità). Più in dettaglio che tipo di malattia si tratta, considerare ulteriormente.

Cos'è l'ipertensione arteriosa

L'ipertensione arteriosa è una condizione determinata da un persistente aumento della pressione sistolica a 140 mm Hg. st e altro; e la pressione diastolica è fino a 90 mm di mercurio. Art. e altro ancora.

Tale malattia come l'ipertensione arteriosa si verifica a causa di disturbi nel lavoro dei centri di regolazione della pressione sanguigna. Un'altra causa di ipertensione sono le malattie degli organi interni o dei sistemi.

Tali pazienti hanno un forte mal di testa (specialmente al mattino) nella regione della parte occipitale, causando una sensazione di pesantezza e stoltezza della testa. Inoltre, i pazienti lamentano scarso sonno, prestazioni e memoria ridotte e irritabilità caratteristica. Alcuni pazienti lamentano dolore al torace, difficoltà a respirare dopo aver svolto attività fisica e disabilità visive.

Successivamente, l'aumento della pressione diventa costante, l'aorta, il cuore, i reni, la retina e il cervello sono interessati.

L'ipertensione arteriosa può essere primaria o secondaria (secondo ICD-10). Approssimativamente uno su dieci pazienti ipertesi ha un'ipertensione arteriosa causata da una lesione di un organo. In questi casi, parlano di ipertensione secondaria o sintomatica. Circa il 90% dei pazienti soffre di ipertensione primaria o essenziale.

Gli esperti dell'OMS raccomandano un'ulteriore classificazione dell'ipertensione:

  • nessun sintomo di danno agli organi interni;
  • con segni oggettivi di danno agli organi bersaglio (nelle analisi del sangue, durante l'esame strumentale);
  • con segni di danno e presenza di manifestazioni cliniche (infarto del miocardio, violazione transitoria della circolazione cerebrale, retinopatia della retina).

primario

L'essenza dell'ipertensione arteriosa primaria è un costante aumento della pressione arteriosa senza una causa chiarita. La Primaria è una malattia indipendente. Si sviluppa sullo sfondo delle malattie cardiache e viene spesso chiamato ipertensione essenziale.

Ipertensione essenziale (o ipertensione) non si sviluppa a causa di danni a qualsiasi organo. Successivamente, porta a danni agli organi bersaglio.

Si ritiene che la malattia sia basata su disordini genetici ereditari, nonché su disturbi della regolazione dell'attività nervosa superiore causata da situazioni di conflitto in famiglia e sul lavoro, da stress mentale costante, aumento del senso di responsabilità, nonché sovrappeso, ecc.

Ipertensione arteriosa secondaria

Per quanto riguarda la forma secondaria, si verifica sullo sfondo di malattie di altri organi interni. Questa condizione è anche chiamata sindrome da ipertensione o ipertensione sintomatica.

A seconda della causa del loro verificarsi, sono suddivisi nei seguenti tipi:

  • rene;
  • endocrino;
  • emodinamica;
  • farmaci;
  • neurogena.

Dalla natura del corso di ipertensione arteriosa può essere:

  • transitorio: l'aumento della pressione arteriosa è osservato sporadicamente, dura da alcune ore a diversi giorni, si normalizza senza l'uso di droghe;
  • Labile: questo tipo di ipertensione appartiene allo stadio iniziale dell'ipertensione. In realtà, questa non è ancora una malattia, ma piuttosto uno stato limite, poiché è caratterizzata da picchi di pressione insignificanti e instabili. Si stabilizza in modo indipendente e non richiede l'uso di farmaci che riducono la pressione sanguigna.
  • Ipertensione arteriosa stabile. Un persistente aumento della pressione a cui viene applicata una terapia di supporto seria.
  • critico: il paziente ha periodiche crisi ipertensive;
  • Maligno: la pressione sanguigna sale a numeri elevati, la patologia progredisce rapidamente e può portare a gravi complicazioni e alla morte del paziente.

motivi

La pressione sanguigna aumenta con l'età. Circa i due terzi delle persone over 65 soffrono di ipertensione arteriosa. Le persone dopo 55 anni con pressione arteriosa normale hanno il 90% di rischio di sviluppare ipertensione nel tempo. Poiché un aumento della pressione arteriosa si riscontra spesso negli anziani, tale ipertensione "legata all'età" può sembrare naturale, ma l'aumento della pressione arteriosa aumenta il rischio di complicanze e mortalità.

Evidenzia le cause più comuni di ipertensione:

  1. Malattia renale,
  2. Ipodinia, o immobilità.
  3. Gli uomini hanno più di 55 anni, le donne hanno più di 60 anni.
  4. Tumore surrenale
  5. Effetti collaterali delle droghe
  6. Aumento della pressione durante la gravidanza.
  7. Ipodinia, o immobilità.
  8. Diabete mellito nella storia.
  9. Aumento del colesterolo nel sangue (superiore a 6,5 ​​mol / l).
  10. Aumento del contenuto di sale nel cibo.
  11. Abuso sistematico di bevande alcoliche.

La presenza di anche uno di questi fattori è un motivo per iniziare la prevenzione dell'ipertensione nel prossimo futuro. Trascurare queste attività con un alto grado di probabilità porterà alla formazione della patologia per diversi anni.

Determinare le cause dell'ipertensione arteriosa richiede ecografia, angiografia, TC, RM (reni, ghiandole surrenali, cuore, cervello), parametri biochimici e ormoni del sangue, monitoraggio della pressione arteriosa.

Sintomi di ipertensione arteriosa

Di norma, prima dell'inizio di varie complicazioni, l'ipertensione arteriosa procede spesso senza alcun sintomo e la sua unica manifestazione è un aumento della pressione arteriosa. Allo stesso tempo, i pazienti si lamentano appena o non sono specifici, tuttavia, un mal di testa sulla parte posteriore della testa o nella fronte è notato periodicamente, a volte vertigini e il rumore nelle orecchie può essere sentito.

La sindrome da ipertensione ha i seguenti sintomi:

  • Pressando mal di testa che si verifica periodicamente;
  • Fischio o tinnito;
  • Svenimento e vertigini;
  • Nausea, vomito;
  • "Mosche" negli occhi;
  • Palpitazioni cardiache;
  • Premendo il dolore nel cuore;
  • Arrossamento della pelle

I segni descritti non sono specifici, quindi non destano sospetti nel paziente.

Di regola, i primi sintomi di ipertensione arteriosa si manifestano dopo che si sono verificati cambiamenti patologici negli organi interni. Questi segni sono di natura in arrivo e dipendono dall'area della lesione.

Non si può dire che i sintomi dell'ipertensione negli uomini e nelle donne siano significativamente diversi, ma in realtà gli uomini sono effettivamente più sensibili a questa malattia, specialmente nella fascia di età compresa tra i 40 ei 55 anni. Ciò è in parte spiegato dalla differenza nella struttura fisiologica: gli uomini, a differenza delle donne, hanno un peso corporeo maggiore, rispettivamente, e il volume del sangue circolante nei vasi è molto più alto, il che crea condizioni favorevoli per l'ipertensione.

Una pericolosa complicazione dell'ipertensione arteriosa è una crisi ipertensiva, una condizione acuta caratterizzata da un improvviso aumento della pressione di 20-40 unità. Questa condizione spesso richiede una chiamata in ambulanza.

Segni che dovrebbero assolutamente prestare attenzione

Quali segni devono essere prestati attenzione e consultare un medico o almeno iniziare a misurare indipendentemente la pressione con un tonometro e registrarlo in un diario di autocontrollo:

  • dolore sordo nella parte sinistra del petto;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • dolore nella parte posteriore della testa;
  • vertigini e tinnito occasionali;
  • visione offuscata, macchie, "mosche" davanti agli occhi;
  • mancanza di respiro con l'esercizio;
  • blueness di mani e piedi;
  • gonfiore o gonfiore delle gambe;
  • attacchi di soffocamento o emottisi.

Il grado di ipertensione arteriosa: 1, 2, 3

Il quadro clinico dell'ipertensione arteriosa è influenzato dal grado e dal tipo di malattia. Al fine di valutare il livello delle lesioni degli organi interni come conseguenza di una pressione arteriosa persistentemente elevata, esiste una classificazione speciale dell'ipertensione, che consiste di tre gradi.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Malattia varicosa degli arti inferiori: trattamento non farmacologico

La malattia varicosa degli arti inferiori è una malattia cronica delle vene superficiali delle gambe, che è caratterizzata da allungamento e deformità sacciforme dei vasi e porta all'insufficienza venosa cronica e progredisce costantemente.

Guance rubiconde o couperose?

Un tempo la carnagione rossa brillante è un segno di buona salute. Tuttavia, questa affermazione non è sempre corretta. In molti casi, il rossore sulle guance è un segno di rosacea.

Come trattare la tortuosità delle arterie vertebrali

Le persone che soffrono di ipertensione e altri problemi nel sistema cardiovascolare non sempre conoscono la causa esatta di questi disturbi. In alcuni casi, questi problemi sono associati allo sviluppo di un tipo speciale di patologia: la tortuosità delle arterie vertebrali.

Tipi di tortuosità patologica dei vasi sanguigni

Tali condizioni patologiche come l'ipertensione arteriosa e la distonia neurocircolatoria, molto spesso sono la tortuosità dei vasi spinali o delle arterie carotidi, che a volte i pazienti non si rendono nemmeno conto.

Sindrome idrocefalica

La sindrome idrocefalica (sindrome hypertensive-hydrocephalic o HGS) è una condizione caratterizzata da un'eccessiva produzione di liquido cerebrospinale (CSF) che si accumula sotto le meningi e nei ventricoli del cervello.

Emangioma capillare: cause, sintomi, trattamento

L'emangioma capillare negli adulti è una neoplasia. Ha un caratteristico colore sanguinante. Molto spesso, la patologia colpisce la pelle, ma ci sono anche casi in cui l'attenzione è localizzata sugli organi interni.