Aracnoidite - un processo infiammatorio che si verifica nella membrana aracnoidea del midollo spinale o del cervello.

Questa è una malattia piuttosto grave, che spesso diventa la causa della disabilità.

L'insorgenza di questa patologia può essere associata a traumi cranici trasferiti, presenza di focolai di infezione cronica (tonsillite, sinusite); reumatismi; meningite e altre malattie della genesi virale o infettiva, nonché l'esposizione a sostanze chimiche.

Caratteristiche del quadro clinico

Lo sviluppo dell'aracnoidite è subacuto, quindi diventa cronico. L'aracnoidite cerebrale è caratterizzata da un intero complesso di sintomi che indicano una violazione delle capacità funzionali del cervello.

Il decorso subacuto della malattia si verifica dopo l'infezione o sotto forma di esacerbazione di malattie purulente del naso, orecchie. Possibile remissione.

I segni comuni includono:

  • mal di testa, che diventa particolarmente forte al mattino: l'aggravamento dell'attacco si verifica quando il paziente è in tensione;
  • gagging - può essere un complemento del sintomo descritto sopra;
  • vertigine non sistemica;
  • deterioramento della memoria;
  • malessere generale;
  • sbalzi d'umore;
  • insonnia.

I sintomi di aracnoidite dipendono dal luogo della sua localizzazione:

  1. Convesso è caratterizzato da crisi epilettiche.
  2. Basale è determinato da disturbi cerebrali, processi distruttivi della funzione nervosa, che sono localizzati nella base cranica.
  3. Il chiasmatico ottico è accompagnato da problemi alla vista: durante l'esame del fondo dell'occhio si osservano iperemia, bordi sfocati del disco ottico, dilatazione delle arterie e delle vene. C'è anche sete acuta, minzione frequente, sudorazione intensa, raramente - deterioramento dell'olfatto.
  4. L'aracnoidite, che si verifica nella sede delle gambe del cervello, è determinata dalla violazione dei nervi oculomotori, segni di meningite.
  5. Se è presente un'infiammazione dell'angolo cerebellare, il paziente sperimenterà l'acufene, il mal di testa, specialmente nella regione del collo, gli attacchi di vertigini, che sono raramente completati con nausea e vomito. Con questa forma di malattia, l'andatura è disturbata, diventando sconcertante, incerta. Il paziente può cadere sul lato dove si trova la lesione, specialmente quando si è in piedi su una gamba. In assenza di trattamento, si sviluppa nistagmo, lesioni dei grandi nervi. L'esame del fondo consente di identificare le vene varicose.
  6. Per la malattia che si verifica in una grande cisterna del cervello, le manifestazioni acute sono caratteristiche: un aumento della temperatura corporea; vomito; dolore della localizzazione cervicale e occipitale, aggravato dalla rotazione della testa, cercando di tossire; danno del nervo cranico; nistagmo; sintomi meningei.
  7. Con l'aracnoidite della fossa cranica posteriore, il processo patologico colpisce i nervi del cranio. Inoltre, questa forma della malattia è accompagnata da ipertensione. Se i tumori si sono formati nell'area indicata del cervello, deve essere eseguita una biopsia, a condizione che non vi siano processi stagnanti.
  8. L'aracnoidite spinale è un processo infiammatorio che si verifica nel rivestimento del midollo spinale. La malattia si presenta in forma acuta, subacuta e cronica, sebbene non sia stato stabilito il tempo esatto per essi. È caratterizzato da tali manifestazioni come: intorpidimento delle membra; dolore alle gambe e alla zona lombare, che ricorda la sciatica; crampi muscolari e spasmi; interruzione degli organi pelvici.

Metodi diagnostici

Inizialmente, è necessaria la consultazione del neurologo. La diagnosi viene determinata dopo che il paziente è stato sottoposto ad un esame completo, il cui obiettivo principale è quello di escludere la presenza di un tumore al cervello. Il craniogramma permette di rivelare se l'ipertensione è una conseguenza dell'aracnoidite cerebrale.

Se si sospetta una aracnoidite convessa, viene eseguito un elettroencefalogramma, con l'aiuto del quale vengono visualizzati i cambiamenti nei biopotenziali.

Indagando sul liquido cerebrospinale del paziente, c'è la probabilità di rilevare la pleocitosi linfocitica - un cambiamento negli elementi cellulari che è caratterizzato da un aumento della concentrazione proteica.

La ricerca tomografica è un anello fondamentale nella diagnosi dell'aracnoidite. A seconda dei dati ottenuti, stabilire il tipo di malattia. Va notato che la tomografia è obbligatoria, perché, nel caso di una malattia, rivelerà l'espansione dello spazio subaracnoideo (così come le cisterne e i ventricoli), i tumori, le cisti.

Spesso i medici, quando fanno riferimento a un paziente per l'esame, hanno due opzioni per la diagnosi: aracnoidite o cisticercosi. Solo la ricerca e i sintomi clinici aiutano a determinare con maggiore precisione.

Inoltre può essere assegnato:

Dopo aver stabilito una diagnosi accurata, è necessario identificare le cause della malattia, che determina la selezione di un futuro programma di trattamento.

La diagnosi di aracnoidite spinale, tra le altre cose, include:

  • analisi del sangue cliniche;
  • puntura lombare necessaria per l'analisi del liquido cerebrospinale, in cui viene rilevato un aumento del livello proteico;
  • mielografia.

Assistenza medica

Se la causa della malattia è diventata una fonte di infezione, gli antibiotici sono prescritti al paziente. Punto obbligatori di trattamento dell'arachnoidite è l'uso di antistaminici (soprastin, dimedrol), perché impediscono il verificarsi di edema.

Al paziente viene prescritto un lungo ciclo di farmaci che assicurano la normalizzazione della pressione all'interno del cranio e il ripristino del metabolismo. Uno di questi farmaci è pirogenico, che promuove il riassorbimento della fonte del processo infiammatorio. È prescritto a pazienti sotto forma di iniezioni intramuscolari in un ciclo di 30 dosi.

In terapia, vengono utilizzate anche le iniezioni sottocutanee di Lidaza (1 corso - almeno 15 dosi), grazie al quale viene migliorata la permeabilità vascolare, il gonfiore viene eliminato, la condizione delle articolazioni è migliorata, ecc.

Se a un paziente viene diagnosticato un concomitante aumento della pressione intracranica, gli vengono prescritti farmaci diuretici e farmaci con proprietà antiedema (Furosemidem, Lasix).

Accompagnare la malattia con convulsioni predetermina l'uso di farmaci antiepilettici (Lamotrigina, Primidon).

Inoltre, il ripristino del metabolismo viene effettuato con l'aiuto di Aminalon, Piracetam e mezzi simili.

A seconda dei sintomi, possono essere usati ulteriori farmaci, nonché sostanze che migliorano i processi biologici.

Il trattamento chirurgico è indicato se:

  • non c'è stato alcun miglioramento nelle condizioni del paziente dopo il trattamento;
  • la pressione intracranica continua ad aumentare;
  • i sintomi locali aumentano;
  • sviluppato aracnoidite chiasmatica ottica

La terapia dell'aracnoidite spinale si riduce all'assunzione di antidolorifici, corticosteroidi, rilassanti muscolari. L'elettrostimolazione del midollo spinale viene utilizzata per trattare questa forma della malattia, che aiuta a ridurre il dolore.

Conseguenze della malattia e prognosi

Se si inizia un trattamento a tempo pieno in modo tempestivo, nulla minaccia la vita del paziente. Lo sviluppo dell'aracnoidite nella fossa posteriore del cranio associata all'idrocefalo occlusivo diventa il più pericoloso.

Il paziente può avere crisi che sono vicine all'epilessia; crisi ipertensive; disabilità visiva, anche cecità.

I pazienti con aracnoidite hanno una disabilità, il cui grado dipende dalla gravità delle conseguenze. La malattia influisce sul retroscena psicologico, poiché le difficoltà fisiologiche influenzano l'auto-percezione, l'autostima. Appare irritabilità

Ciò riduce in modo significativo il potenziale di lavoro di una persona che, dopo aver sofferto di una malattia, è controindicata a lavorare in condizioni legate all'altezza, alle vibrazioni, al rumore e alla guida.

L'aracnoidite acuta spinale è suscettibile di completare la guarigione e il ripristino della funzione nervosa. La forma cronica della malattia è meno favorevole, porta alla disabilità del paziente.

ARACHNOIDIT SPINALE

L'aracnoidite spinale è un processo patologico manifestato dalla formazione di aderenze e cisti tra le membrane molli e aracnoidee del midollo spinale. Le sue cause possono essere infezioni acute e croniche, spondilite tubercolare, meningite, sifilide, lesioni del midollo spinale.

I primi sintomi sono parestesie transitorie e dolori nevralgici agli arti inferiori. In un primo momento, i dolori costanti sono unilaterali, e poi, con il progredire della malattia, sono bilaterali, simmetrici. I dolori sono accompagnati da una compromissione della sensibilità del tipo segmentale o, più raramente, del conduttore. Disturbi sensibili, riduzione o perdita dei riflessi tendinei possono essere le uniche manifestazioni cliniche della malattia per lungo tempo. I dolori radicolari sono spesso remittenti.

Mentre la compressione del midollo spinale progredisce, aumentano i riflessi tendinei, compaiono i riflessi patologici. Il danno simultaneo alle radici e al midollo spinale causa la dissociazione dei riflessi: il ginocchio può essere aumentato o non ci possono essere riflessi dai tendini del tallone; con una diminuzione dei riflessi tendinei, si possono osservare segni patologici del piede. Nei casi lievi di aracnoidite spinale, transitoria e nei casi gravi, si osservano disturbi permanenti delle funzioni degli organi pelvici.

L'aracnoidite spinale cistica in un decorso progressivo assomiglia a un tumore extramidollare: intenso dolore radicolare e parestesie, compaiono su un lato del corpo, passano velocemente all'altra, quindi disturbi della conduzione di movimenti e sensazioni, la disfunzione degli organi pelvici compaiono. In alcuni casi, vi è una crescente sindrome spinale monofocale.

A metodi di una ricerca con adesivo diffuso contrastante o cambiamenti cistici nelle membrane, l'atrofia focale del midollo spinale è più spesso rilevata. Il CSF può essere modificato per lungo tempo in modo normale o non definito. Con il progredire della malattia, può verificarsi la dissociazione delle cellule proteiche.

L'aracnoidite spinale deve essere differenziata da tumori del midollo spinale, pachimeninite spinale, forme spinale di sclerosi multipla e mielopatia ischemica dyscirculatory.

Il quadro clinico dei tumori del midollo spinale è caratterizzato da un costante aumento dei sintomi. La loro diagnosi è descritta nel capitolo pertinente del manuale. Qui si dovrebbe solo notare che l'aracnoidite, in misura maggiore rispetto ai tumori, è caratterizzata da un decorso lento e remittente. Quando è lungo assente o disturbi meno pronunciati degli organi pelvici. Un grande aiuto nella differenziazione di queste malattie può fornire un accurato esame a raggi X, incluso il contrasto e la TC.

L'aracnoidite spinale della localizzazione cervicale deve essere differenziata dalla pachimeningite ipertrofica cervicale cronica, che è spesso di natura sifilitica. Questa è una malattia rara che si sviluppa lentamente. È caratterizzato da tre fasi: lo stadio di irritazione delle radici spinali con dolore che si irradia al collo, al collo e agli arti superiori; lo stadio dei sintomi di perdita con paralisi e atrofia dei muscoli della fascia scapolare e dei piccoli muscoli della mano, disturbi segmentali della sensibilità nella zona Cz-1Z1; stadio di compressione del midollo spinale con lo sviluppo di paraplegia spastica inferiore, disturbi della sensibilità di conduzione, disfunzione degli organi pelvici. Nel CSF viene determinata la dissociazione delle cellule proteiche o la pleocitosi. Quando l'eziologia sifilitica della malattia è di solito reazioni sierologiche specifiche positive.

La nevralgia, mono- e polyradiculoneuritis, para-e tetraparesi, la sindrome del blocco liquorodinamico sono anche caratteristiche della leptopoachimeningite spinale cronica di eziologia tubercolare. Il processo è più diffuso rispetto alla pachimeningite sifilitica.

La forma spinale della sclerosi multipla di solito ha uno sviluppo relativamente rapido. Spesso, disfunzioni del midollo spinale sono combinate con disturbi visivi - scotomi - e, di regola, una diminuzione brusca e transitoria della vista in uno o entrambi gli occhi. I fenomeni di spasticità dei muscoli degli arti inferiori predominano e le sindromi dolorose sono lievi. Disturbi spinali nelle razze

La sclerosi grave è di solito solo una delle fasi della malattia. Successivamente, i pazienti sviluppano un quadro tipico di un processo patologico multifocale con una lesione primaria del motoneurone centrale e il sistema di coordinamento motorio.

La mielopatia ischemica dyscirculatory con una sindrome atrofica, secondo la DG Hermann e AA Skoromts (1981), ha spesso un'eziologia discogenica. Atrofia in lei nella maggior parte dei casi si estende ai muscoli della fascia e delle braccia della spalla; a volte è accompagnato da lievi disturbi di sensibilità dissociati. I riflessi sono alti prima, poi gradualmente svaniscono. La malattia viene generalmente rilevata nella mezza età o nella terza età e inizia con la sindrome discorsiva o radicolare. Il corso è a volte a scatti, spesso si osservano remissioni abbastanza pronunciate o stabilizzazione del processo. CSF è normale e solo occasionalmente ha un contenuto proteico leggermente aumentato. La presenza di manifestazioni discalgiche e alterazioni degenerative-distrofiche grossolane sugli spondilogrammi contribuisce in larga misura alla corretta soluzione del problema della natura dei disturbi neurologici. Una storia di tali pazienti mostra sintomi di manifestazioni iniziali di inferiorità del rifornimento di sangue al midollo spinale sotto forma di affaticamento periodico a breve termine, debolezza, sensazione di freddo, gattonare, intorpidimento, sudorazione, decolorazione della pelle delle estremità, dolore nella regione lombare. Alcuni di questi sintomi compaiono durante l'esercizio e passano dopo il riposo. A volte durante lo sforzo fisico, oltre alla debolezza delle gambe, compaiono segni piramidali che scompaiono a riposo. Una tale dinamica di disordini neurologici, di regola, non è caratteristica di aracnoidit spinale.

L'aracnoidite spinale dovrebbe anche essere differenziata dalla compressione del midollo spinale e delle sue radici durante l'ernia dei dischi intervertebrali. Con le ernie localizzate nella regione cervicale, i pazienti lamentano parestesie intermittenti e dolore al collo, alle scapole e agli arti superiori, l'incapacità di girare o piegare la testa a causa del dolore e della tensione muscolare. Il dolore è aggravato dalla tosse e dallo starnuto. Inizialmente, sono di natura intermittente, diminuiscono nella posizione prona, quando sono allungati e diventano permanenti. Stalking intorno alla colonna vertebrale a livello della sporgenza erniaria, ea volte no, molto più alto di quello che porta a un aumento del dolore radicolare. Possono verificarsi atrofia, paresi o paralisi dei muscoli della mano, dell'avambraccio e della spalla. I riflessi tendinei e periostii sulle mani sono ridotti o assenti. Nella zona innervata dalle radici colpite, viene determinata l'ipestesia o l'anestesia. Poi ci sono sintomi di compressione del midollo spinale cervicale - la paresi spastica degli arti superiori è in aumento, possono verificarsi disturbi degli organi pelvici, a volte si sviluppa paraparesi spastica.

Il prolasso del disco intervertebrale lombare nella colonna lombare porta spesso a dolore radicolare intermittente, aggravato da colpi di tosse, starnuti e movimenti intestinali. Inoltre, si nota la levigatezza della lordosi lombare e della scoliosi, spesso di fronte all'ernia. La flessione della colonna vertebrale nella direzione della lesione, così come la massima estensione, sono accompagnate da dolore radicolare. La percussione a livello di un'ernia del disco causa dolore al processo spinoso e il verificarsi di dolore radicolare che si irradia alla gamba. Altri sintomi neurologici che si presentano sono determinati dal livello di danno alle radici. Nella diagnosi differenziale delle sindromi discogeniche, la spondilografia e il PMG sono di grande aiuto.

Aracnoidite spinale

L'aracnoidite spinale è un'infiammazione asettica o infettiva della membrana aracnoidea del midollo spinale. Può essere combinato con aracnoidite cerebrale. Le manifestazioni cliniche variano in base alla topografia e alla prevalenza di aracnoidite, spesso hanno un quadro di radicolite, accompagnata da un deficit neurologico di carattere segmentale e conduttivo. La diagnosi di aracnoidite spinale viene effettuata dopo mielografia o risonanza magnetica del midollo spinale. Il trattamento delle forme acute e subacute è prevalentemente conservativo. L'aracnoidite spinale cronica, che non è suscettibile di terapia, è un'indicazione per la dissezione chirurgica delle aderenze e la rimozione delle cisti.

Aracnoidite spinale

Per la prima volta, l'aracnoidite spinale con conferma mielografica fu descritta nel 1929. A metà del XX secolo, era considerata principalmente una complicanza della chirurgia spinale. Nel periodo tra il 1960 e il 1980, vi è stato un significativo aumento della frequenza di insorgenza di aracnoidite, associata all'uso di iodofenilundecilato per il contrasto durante la mielografia. Più tardi si è scoperto che le gocce di grasso di questi agenti di contrasto possono persistere a lungo nello spazio spinale subdurale, invadere la fibrina e provocare un processo infiammatorio asettico nella membrana aracnoidea. La sostituzione della mielografia con i moderni metodi di neuroimaging del midollo spinale, nonché i miglioramenti tecnici nelle procedure chirurgiche sulla colonna vertebrale, anche attraverso l'uso della microchirurgia, hanno portato a una significativa diminuzione dell'incidenza. Tuttavia, fino ad oggi, l'aracnoidite spinale rimane un problema urgente in neurochirurgia e neurologia pratica.

Cause di aracnoidite spinale

Tra i fattori scatenanti per lo sviluppo dell'aracnoidite del midollo spinale, una proporzione significativa appartiene alle lesioni spinali. Lesioni del midollo spinale e delle sue membrane possono verificarsi durante interventi chirurgici sulla colonna vertebrale, a seguito di ripetuti blocchi epidurali e punture lombari. Aracnoidite spinale secondaria può verificarsi sullo sfondo della stenosi del canale spinale, malattie degenerative (spondilosi, osteocondrosi, spondiloartrosi), tumori spinali, ematotelia. L'aracnoidite asettica può formarsi a causa dell'introduzione di varie sostanze chimiche nel canale spinale, come i contrasti per la mielografia.

L'aracnoidite spinale infettiva può essere causata da un agente patogeno specifico e può essere dovuta a sifilide, tubercolosi generalizzata o tubercolosi spinale, brucellosi, rickettsiosi, infezione fungina sistemica in persone con HIV o pazienti debilitati, ecc. Aracnoidite infettiva aspecifica in metà dei casi di infezione d'oro. ha descritto il ruolo dell'infezione streptococcica, Proteus, Escherichia. Nel 37% dei casi di aracnoidite acuta e subacuta, non è possibile identificare l'agente patogeno.

Classificazione dell'aracnoidite spinale

Per estensione della lesione, l'aracnoidite spinale è classificata come limitata e diffusa. Un'opzione limitata di solito si verifica a causa di microtrauma, diffusa - a causa di lesioni del midollo spinale, lesione infiammatoria infettiva del sistema nervoso centrale o un processo infettivo sistemico. Secondo l'eziologia, l'aracnoidite spinale può essere asettica e infettiva (specifica e non specifica).

Morfologicamente, l'aracnoidite spinale si divide in adesivo cistico (adesivo), cistico e misto. Poiché la forma adesiva è caratterizzata dall'ispessimento della membrana aracnoidea e dalla presenza delle sue aderenze con una guaina spinale solida; l'ossificazione della membrana aracnoidea è talvolta osservata. La forma cistica procede lentamente con la graduale formazione di cisti aracnoidee, che possono essere extradurali (incluse e non incluse le radici nervose) e intradurali. La forma cistica-adesiva di aracnoidite, che combina la formazione di cisti con il processo adesivo, è più spesso osservata.

In accordo con la classificazione clinica, si distinguono 4 varianti di aracnoidite: radicular-sensitive, radicular-zadstolbovoy, motor-spinal, radicular-spinal. Secondo il suo corso, l'aracnoidite spinale è acuta, subacuta e cronica, sebbene il quadro temporale di queste forme di flusso non sia stabilito con precisione e sia descritto in diversi modi nella letteratura neurologica.

Sintomi di aracnoidite spinale

Le manifestazioni cliniche dell'aracnoidite del midollo spinale dipendono dalla posizione e dall'entità dell'infiammazione lungo la membrana aracnoidea. L'aracnoidite limitata ha spesso un decorso subclinico e può essere diagnosticata accidentalmente durante l'esame o all'autopsia. L'aracnoidite spinale acuta e subacuta diffusa si manifesta con febbre alta, sintomi della conchiglia, alterazioni infiammatorie acute nel sangue e nel liquido cerebrospinale. Spesso accompagnato da aracnoidite cerebrale.

Le prime manifestazioni di aracnoidite sono spesso dolore radicolare transitorio e parestesia. Quindi i dolori diventano permanenti, hanno il carattere di sciatica persistente, ischialgia. Disturbi segmentali e conduttivi di sensibilità, disturbi motori, riflessi tendinei, compaiono disturbi pelvici. L'aracnoidite cronica ha un decorso lento progressivo, accompagnato da disturbi circolatori dei liquori. Se si verifica la formazione di cisti, manifestazioni di aracnoidite comprendono un complesso di sintomi di mielopatia da compressione e sono simili alla clinica dei tumori spinali.

Diagnosi di aracnoidite spinale

La ricerca diagnostica dell'aracnoidite del midollo spinale consiste nello studio della storia, dell'esame da parte di un neurologo, delle prove di laboratorio, della puntura lombare, della mielografia o della tomografia. L'aracnoidite acuta spinale si riflette nel test del sangue aumentando il livello di leucociti e proteina C-reattiva, accelerata ESR. Una maggiore pressione del liquido cerebrospinale, il suo rapido deflusso durante la puntura lombare testimonia i disturbi circolatori del liquore. Nello studio del liquido cerebrospinale osservato dissociazione proteina-cellula, un leggero aumento della concentrazione di proteine.

Di norma, stabilire in modo inequivocabile la diagnosi di aracnoidite non è possibile senza l'uso di mielografia o studi tomografici. Un segno patognomonico di aracnoidite durante la mielografia a contrasto è un ritardo nel contrasto sotto forma di gocce individuali. La visualizzazione dei cambiamenti nella membrana aracnoidea spinale divenne possibile dopo l'introduzione della RMN spinale nella pratica neurologica. La risonanza magnetica può anche eliminare i tumori e altre lesioni organiche del midollo spinale.

La diagnosi differenziale viene effettuata con meningomielite, mielite, ascesso epidurale, ematoma post-traumatico, disco intervertebrale erniato e altra patologia del midollo spinale.

Trattamento e prognosi dell'aracnoidite spinale

La farmacoterapia di aracnoidite infettiva comporta la prescrizione di antibiotici, se necessario, anti-tubercolosi e farmaci antisinfilitici. I farmaci anti-infiammatori sono utilizzati, secondo le indicazioni - corticosteroidi. Viene effettuata una terapia antiedematosa con diuretici (triamterene, idroclorotiazide, furosemide, spironolattone), vascolare (nicotinica, pentossifillina) e neurometabolica (vitamina B, neostigmina). Per la paralisi spastica vengono utilizzati rilassanti muscolari (tolperisone cloridrato) e per i disturbi pelvici vengono utilizzati urotettici (esammina). La base della terapia riabilitativa è un'adeguata terapia fisica, fisioterapia (elettrostimolazione, riflessologia, elettroforesi, magnetoterapia, ecc.), Massaggio e idroterapia (radon, iodio-bromo, bagni terapeutici con cloruro di sodio).

La questione del trattamento chirurgico dell'aracnoidite si verifica quando l'inefficacia della terapia conservativa, principalmente nel decorso cronico della malattia con la formazione di cisti e aderenze. La decisione sulla fattibilità dell'operazione è discussa in collaborazione con un neurochirurgo. Il compito della chirurgia è lo svuotamento delle cisti aracnoidee e la dissezione delle aderenze. L'accesso operativo viene effettuato mediante laminectomia. Tuttavia, la chirurgia aperta spesso non porta i risultati attesi a causa del trauma, delle frequenti complicanze nella forma della formazione di adesioni ripetute e dell'attivazione di infezioni dormienti. Le tecniche di intervento mininvasive sono più efficaci e prevedono la separazione delle aderenze con l'ausilio di manipolatori endoscopici inseriti nello spazio del sacco durale.

L'aracnoidite acuta spinale ha una prognosi relativamente favorevole. Con un trattamento conservativo adeguato e tempestivo è possibile il completo recupero delle funzioni neurologiche. La forma cronica è meno favorevole, spesso porta alla disabilità ed è scarsamente adatta alla terapia. L'introduzione di nuove tecniche operative ha leggermente migliorato la prognosi postoperatoria e continua a lavorare in questa direzione.

Aracnoidite spinale

L'aracnoidite spinale è un'infiammazione asettica o infettiva della membrana aracnoidea del midollo spinale. Può essere combinato con aracnoidite cerebrale. Le manifestazioni cliniche variano in base alla topografia e alla prevalenza di aracnoidite, spesso hanno un quadro di radicolite, accompagnata da un deficit neurologico di carattere segmentale e conduttivo. La diagnosi di aracnoidite spinale viene effettuata dopo mielografia o risonanza magnetica del midollo spinale. Il trattamento delle forme acute e subacute è prevalentemente conservativo. L'aracnoidite spinale cronica, che non è suscettibile di terapia, è un'indicazione per la dissezione chirurgica delle aderenze e la rimozione delle cisti.

Aracnoidite spinale

Per la prima volta, l'aracnoidite spinale con conferma mielografica fu descritta nel 1929. A metà del XX secolo, era considerata principalmente una complicanza della chirurgia spinale. Nel periodo tra il 1960 e il 1980, vi è stato un significativo aumento della frequenza di insorgenza di aracnoidite, associata all'uso di iodofenilundecilato per il contrasto durante la mielografia. Più tardi si è scoperto che le gocce di grasso di questi agenti di contrasto possono persistere a lungo nello spazio spinale subdurale, invadere la fibrina e provocare un processo infiammatorio asettico nella membrana aracnoidea. La sostituzione della mielografia con i moderni metodi di neuroimaging del midollo spinale, nonché i miglioramenti tecnici nelle procedure chirurgiche sulla colonna vertebrale, anche attraverso l'uso della microchirurgia, hanno portato a una significativa diminuzione dell'incidenza. Tuttavia, fino ad oggi, l'aracnoidite spinale rimane un problema urgente in neurochirurgia e neurologia pratica.

Cause di aracnoidite spinale

Tra i fattori scatenanti per lo sviluppo dell'aracnoidite del midollo spinale, una proporzione significativa appartiene alle lesioni spinali. Lesioni del midollo spinale e delle sue membrane possono verificarsi durante interventi chirurgici sulla colonna vertebrale, a seguito di ripetuti blocchi epidurali e punture lombari. Aracnoidite spinale secondaria può verificarsi sullo sfondo della stenosi del canale spinale, malattie degenerative (spondilosi, osteocondrosi, spondiloartrosi), tumori spinali, ematotelia. L'aracnoidite asettica può formarsi a causa dell'introduzione di varie sostanze chimiche nel canale spinale, come i contrasti per la mielografia.

L'aracnoidite spinale infettiva può essere causata da un agente patogeno specifico e può essere dovuta a sifilide, tubercolosi generalizzata o tubercolosi spinale, brucellosi, rickettsiosi, infezione fungina sistemica in persone con HIV o pazienti debilitati, ecc. Aracnoidite infettiva aspecifica in metà dei casi di infezione d'oro. ha descritto il ruolo dell'infezione streptococcica, Proteus, Escherichia. Nel 37% dei casi di aracnoidite acuta e subacuta, non è possibile identificare l'agente patogeno.

Classificazione dell'aracnoidite spinale

Per estensione della lesione, l'aracnoidite spinale è classificata come limitata e diffusa. Un'opzione limitata di solito si verifica a causa di microtrauma, diffusa - a causa di lesioni del midollo spinale, lesione infiammatoria infettiva del sistema nervoso centrale o un processo infettivo sistemico. Secondo l'eziologia, l'aracnoidite spinale può essere asettica e infettiva (specifica e non specifica).

Morfologicamente, l'aracnoidite spinale si divide in adesivo cistico (adesivo), cistico e misto. Poiché la forma adesiva è caratterizzata dall'ispessimento della membrana aracnoidea e dalla presenza delle sue aderenze con una guaina spinale solida; l'ossificazione della membrana aracnoidea è talvolta osservata. La forma cistica procede lentamente con la graduale formazione di cisti aracnoidee, che possono essere extradurali (incluse e non incluse le radici nervose) e intradurali. La forma cistica-adesiva di aracnoidite, che combina la formazione di cisti con il processo adesivo, è più spesso osservata.

In accordo con la classificazione clinica, si distinguono 4 varianti di aracnoidite: radicular-sensitive, radicular-zadstolbovoy, motor-spinal, radicular-spinal. Secondo il suo corso, l'aracnoidite spinale è acuta, subacuta e cronica, sebbene il quadro temporale di queste forme di flusso non sia stabilito con precisione e sia descritto in diversi modi nella letteratura neurologica.

Sintomi di aracnoidite spinale

Le manifestazioni cliniche dell'aracnoidite del midollo spinale dipendono dalla posizione e dall'entità dell'infiammazione lungo la membrana aracnoidea. L'aracnoidite limitata ha spesso un decorso subclinico e può essere diagnosticata accidentalmente durante l'esame o all'autopsia. L'aracnoidite spinale acuta e subacuta diffusa si manifesta con febbre alta, sintomi della conchiglia, alterazioni infiammatorie acute nel sangue e nel liquido cerebrospinale. Spesso accompagnato da aracnoidite cerebrale.

Le prime manifestazioni di aracnoidite sono spesso dolore radicolare transitorio e parestesia. Quindi i dolori diventano permanenti, hanno il carattere di sciatica persistente, ischialgia. Disturbi segmentali e conduttivi di sensibilità, disturbi motori, riflessi tendinei, compaiono disturbi pelvici. L'aracnoidite cronica ha un decorso lento progressivo, accompagnato da disturbi circolatori dei liquori. Se si verifica la formazione di cisti, manifestazioni di aracnoidite comprendono un complesso di sintomi di mielopatia da compressione e sono simili alla clinica dei tumori spinali.

Diagnosi di aracnoidite spinale

La ricerca diagnostica dell'aracnoidite del midollo spinale consiste nello studio della storia, dell'esame da parte di un neurologo, delle prove di laboratorio, della puntura lombare, della mielografia o della tomografia. L'aracnoidite acuta spinale si riflette nel test del sangue aumentando il livello di leucociti e proteina C-reattiva, accelerata ESR. Una maggiore pressione del liquido cerebrospinale, il suo rapido deflusso durante la puntura lombare testimonia i disturbi circolatori del liquore. Nello studio del liquido cerebrospinale osservato dissociazione proteina-cellula, un leggero aumento della concentrazione di proteine.

Di norma, stabilire in modo inequivocabile la diagnosi di aracnoidite non è possibile senza l'uso di mielografia o studi tomografici. Un segno patognomonico di aracnoidite durante la mielografia a contrasto è un ritardo nel contrasto sotto forma di gocce individuali. La visualizzazione dei cambiamenti nella membrana aracnoidea spinale divenne possibile dopo l'introduzione della RMN spinale nella pratica neurologica. La risonanza magnetica può anche eliminare i tumori e altre lesioni organiche del midollo spinale.

La diagnosi differenziale viene effettuata con meningomielite, mielite, ascesso epidurale, ematoma post-traumatico, disco intervertebrale erniato e altra patologia del midollo spinale.

Trattamento e prognosi dell'aracnoidite spinale

La farmacoterapia di aracnoidite infettiva comporta la prescrizione di antibiotici, se necessario, anti-tubercolosi e farmaci antisinfilitici. I farmaci anti-infiammatori sono utilizzati, secondo le indicazioni - corticosteroidi. Viene effettuata una terapia antiedematosa con diuretici (triamterene, idroclorotiazide, furosemide, spironolattone), vascolare (nicotinica, pentossifillina) e neurometabolica (vitamina B, neostigmina). Per la paralisi spastica vengono utilizzati rilassanti muscolari (tolperisone cloridrato) e per i disturbi pelvici vengono utilizzati urotettici (esammina). La base della terapia riabilitativa è un'adeguata terapia fisica, fisioterapia (elettrostimolazione, riflessologia, elettroforesi, magnetoterapia, ecc.), Massaggio e idroterapia (radon, iodio-bromo, bagni terapeutici con cloruro di sodio).

La questione del trattamento chirurgico dell'aracnoidite si verifica quando l'inefficacia della terapia conservativa, principalmente nel decorso cronico della malattia con la formazione di cisti e aderenze. La decisione sulla fattibilità dell'operazione è discussa in collaborazione con un neurochirurgo. Il compito della chirurgia è lo svuotamento delle cisti aracnoidee e la dissezione delle aderenze. L'accesso operativo viene effettuato mediante laminectomia. Tuttavia, la chirurgia aperta spesso non porta i risultati attesi a causa del trauma, delle frequenti complicanze nella forma della formazione di adesioni ripetute e dell'attivazione di infezioni dormienti. Le tecniche di intervento mininvasive sono più efficaci e prevedono la separazione delle aderenze con l'ausilio di manipolatori endoscopici inseriti nello spazio del sacco durale.

L'aracnoidite acuta spinale ha una prognosi relativamente favorevole. Con un trattamento conservativo adeguato e tempestivo è possibile il completo recupero delle funzioni neurologiche. La forma cronica è meno favorevole, spesso porta alla disabilità ed è scarsamente adatta alla terapia. L'introduzione di nuove tecniche operative ha leggermente migliorato la prognosi postoperatoria e continua a lavorare in questa direzione.

Aracnoidite del midollo spinale

L'aracnoidite del midollo spinale è un'infiammazione della membrana aracnoidea. Varietà: adesive o cistiche, diffuse o limitate, monofocali o diffuse.

Cause di aracnoidite del midollo spinale

L'aracnoidite può essere primaria e secondaria. La divisione è in gran parte arbitraria. Aracnoidite secondaria si verifica sullo sfondo di qualche altra malattia. Possono accompagnare malattie organiche del midollo spinale (tumore spinale, ematotelia), sofferenza spinale (tumore spinale, spondilite, spondilite), nonché infezioni acute e croniche localizzate al di fuori del midollo spinale.

L'aracnoidite primaria, che si sviluppa come auto-sofferenza, è causata da un raffreddore, da un trauma o da un'infezione. Consentire l'esistenza di aracnoidite causata dal virus di filtraggio. L'aracnoidite, sviluppata senza apparente motivo, è chiamata criptogenica o idiopatica.

Anatomia patologica

Nella maggior parte dei casi, la membrana aracnoidea rivela cambiamenti proliferativi-iperplastici. Aracnoidea addensato provoca compressione del midollo spinale e dei suoi complessi. Spesso ci sono cambiamenti infiammatori nel guscio molle del midollo spinale. Nell'aracnoidite cistica, un liquido accumulato si accumula nel canale spinale. Più spesso di altri, la regione toracica è interessata, il secondo posto è occupato dalla coda del cavallo, dove si sviluppa soprattutto l'aracnoidite cistica.

Sintomi di aracnoidite del midollo spinale

Una aracnoidite adesiva limitata (aracnoidite spinale adhaesiva) può essere di molti anni senza dare alcun sintomo clinico. Tale aracnoidite viene trovata per caso sulle autopsie. L'aracnoidite adesiva spesso dà sintomi radicolari, causando un quadro di sciatica persistente (sciatica, caudite). Spesso c'è un'aracnoidite radicolare-spinale, che causa una sindrome spinale focale gradualmente progressiva.

L'aracnoidite cistica spinale è clinicamente abbastanza simile a un tumore del midollo spinale. La diagnosi differenziale con un tumore è molto difficile e in molti casi è impossibile prima dell'intervento chirurgico. La diagnosi di aracnoidite spinale di solito richiede la verifica mielografica. Nella mielografia, in questi casi, si trova un modello caratteristico delle gocce di un agente di contrasto sparpagliato su una grande distanza.

Trattamento dell'aracnoidite del midollo spinale

Nell'aracnoidite cistica, la terapia conservativa è generalmente inefficace; al contrario, l'operazione dà buoni risultati. L'aracnoidite adesiva del midollo spinale è soggetta a trattamento conservativo (fisioterapia, fangoterapia). Con la compressione progressiva del midollo spinale o della cauda equina, è indicato l'intervento chirurgico. L'operazione di liberare il midollo spinale dalle aderenze (mielolisi) con processi adesivi di origine non traumatica dà risultati poco soddisfacenti, ma tuttavia è indicata quando la terapia conservativa fallisce.

Aracnoidite spinale

Il processo infiammatorio nelle meningi che circondano il midollo spinale è chiamato aracnoidite spinale.

L'infiammazione delle membrane molli del midollo spinale porta alla formazione di cisti e aderenze tra le membrane molli e aracnoidee del midollo spinale. La malattia è accompagnata da mal di schiena cronico, altri sintomi neurologici.

Come si manifesta l'aracnoidite spinale

I primi sintomi della malattia sono parestesie transitorie (intorpidimento della pelle) e dolori nevralgici alle gambe. Inizialmente, il dolore cronico è solitamente unilaterale. Man mano che la malattia progredisce, diventano simmetrici. I dolori di bruciore si verificano nella regione lombare e nelle cosce.

Per molto tempo, la malattia può solo affermarsi come una violazione della sensibilità, del deterioramento o della perdita dei riflessi tendinei.

I pazienti con aracnoidite spinale possono anche essere disturbati:

  • formicolio, intorpidimento, debolezza agli arti inferiori;
  • sensazioni insolite nelle gambe. Ad esempio, sembra che l'acqua scorra giù dalle gambe. O la persona sente i morsi di una zanzara, anche se non ci sono insetti vicino;
  • crampi alle gambe, spasmi muscolari, spasmi spontanei alle gambe;
  • la dissociazione dei riflessi: i riflessi del ginocchio possono essere migliorati, ei riflessi dai tendini del tallone - assenti;
  • forte dolore da tiro che assomiglia a scosse elettriche;
  • disfunzione degli organi pelvici, ridotta potenza.

Con il progredire della malattia, questi sintomi possono intensificarsi e diventare più frequenti. L'aracnoidite spinale impedisce alla maggior parte dei pazienti di lavorare e apporta modifiche al loro stile di vita.

Cause di aracnoidite spinale

Le principali cause di infiammazione delle membrane molli del midollo spinale sono:

  • Lesioni spinali o complicanze della chirurgia spinale. Inoltre, l'aracnoidite spinale può svilupparsi dopo molteplici blocchi della colonna lombare; come risultato della malattia cronica degenerativa dei dischi intervertebrali, con forme gravi di stenosi del canale spinale.
  • Esposizione a prodotti chimici. Una delle potenziali cause di aracnoidite spinale negli ultimi tempi chiamata mielografia. Questo è uno studio diagnostico, che viene effettuato per identificare processi patologici che limitano il lume del canale spinale. Durante questo esame, una sostanza chimica contrastante viene iniettata nello spazio che circonda i nervi e il midollo spinale. Si ritiene che l'introduzione di questa sostanza aumenti la probabilità di sviluppare aracnoidite (più spesso nei casi in cui sono state eseguite diverse forature).
  • Infezioni che colpiscono la colonna vertebrale. La malattia può essere causata da foruncolosi, meningite virale e fungina, ascessi purulenti di varia localizzazione, spondilite tubercolare, sifilide.
Classificazione dell'aracnoidite spinale

A seconda del quadro clinico e dell'origine, ci sono diverse varianti della malattia:

  • in lunghezza: forma limitata e diffusione. Nel primo caso, il trigger è un microtrauma, che può verificarsi dopo un considerevole periodo di tempo. Le adesioni o il processo cistico hanno confini chiari e la malattia può essere asintomatica. La forma diffusa è spesso una conseguenza di una grave lesione spinale o di una malattia infettiva-infiammatoria che si è diffusa in tutto il corpo. Questa forma è caratterizzata da insorgenza acuta o subacuta, sintomi meningei, alterazioni della composizione cellulare del sangue.
  • morfogenesi: aracnoidite adesiva, aracnoidite cistica, aracnoidite adesiva cistica. Con l'aracnoidite adesiva, le aderenze si formano tra la dura e la pia madre. La formazione dell'aracnoidite cistica si verifica più spesso per anni e decenni e con un decorso progressivo simile a un tumore extramidollare. L'aracnoidite cistica adesiva è una forma intermedia e si verifica più spesso.
  • con il flusso: aracnoidite acuta, subacuta e cronica. Questa è una divisione condizionale, poiché il tempo per determinare una forma o l'altra è ambiguo.
  • sul quadro clinico. A seconda della localizzazione del processo infiammatorio si divide nelle seguenti forme: radicolari-sensibili; Motore-lombare; midollo spinale (misto); Ravanello zadnestolbovaya.
  • su eziologia: asettico e infettivo. Nel primo caso, lo sviluppo della malattia non era preceduto da un processo infettivo.
Trattamento dell'aracnoidite spinale

Ad oggi, la scienza medica non ha proposto un trattamento specifico per l'aracnoidite spinale. L'obiettivo principale delle misure terapeutiche è ridurre il dolore. Per fare questo, utilizzare farmaci anti-infiammatori non steroidei, corticosteroidi, rilassanti muscolari.

I farmaci possono essere somministrati utilizzando una pompa intratecale. Viene impiantato sotto la pelle del paziente e i farmaci vengono iniettati direttamente nella regione del midollo spinale.

La fisioterapia e la stimolazione elettrica percutanea del midollo spinale vengono anche utilizzate nel trattamento dell'aracnoidite spinale. Attraverso il dispositivo, un segnale elettrico viene trasmesso al midollo spinale per ridurre il dolore.

Di regola, il trattamento della malattia non viene eseguito chirurgicamente. L'operazione può aggravare il processo di scar-adesivo nel midollo spinale.

Aracnoidite cerebrale: cause, tipi, sintomi, trattamento, prognosi

Aracnoidite: infiammazione della membrana aracnoidea del cervello e del midollo spinale. Lo scopo funzionale della membrana aracnoidea è quello di fornire il fluido spinale con fluido spinale e compensare la pressione sul cervello dalla parte solida del cervello.

Cause di aracnoidite cerebrale

Bambini e persone sotto i 40 anni - pazienti con diagnosi di aracnoidite. La debolezza del corpo contribuisce all'infiammazione sierosa della membrana aracnoidea del cervello.

Lavorare in condizioni di basse temperature, nella produzione chimica con sostanze tossiche, mancanza di vitamine e luce solare, dipendenza dall'alcool predispongono alla malattia. La combinazione di fattori di diversa origine influenza lo sviluppo del processo patologico.

Patogenesi dell'arachnoidite

Classificazione delle cause dell'aracnoidite:

  • allergica;
  • Malattie infettive;
  • traumatica;
  • Cancro.

Inoltre, distinguere tra vero e residuo (sotto forma di complicazioni).

L'infezione batterica da focolai cronici vicino al cervello (tonsillite, otite media, parodontite, sfenoidite cronica), complicazioni da precedenti malattie infettive delle membrane causano infiammazione del tessuto connettivo.

Lividi, commozioni violente violano la struttura dell'aracnoide, provocano un processo patologico. Nuove crescite (benigne e maligne) distruggono le cellule cerebrali, che si manifesta come una violazione della circolazione del liquido cerebrospinale.

La causa della vera aracnoidite è una reazione allergica del trasporto del corpo al liquore. Un attacco autoimmune è accompagnato da una reazione di risposta: ispessimento e saldatura delle membrane. La frequenza delle manifestazioni non supera il pochi percento.

Tutte le altre cause causano una forma residua del processo patologico.

Sintomi di aracnoidite

La violazione della funzione circolatoria delle membrane porta all'accumulo di CSF nel ventricolo, alla formazione di cisti. Tali fenomeni causano un aumento della pressione intracranica e sintomi corrispondenti:

  • mal di testa con nausea e vomito;
  • disordini vegetativo-vascolari;
  • disfunzione del nervo ottico;
  • stanchezza;
  • vertigini;
  • convulsioni.

La violazione della ricezione di bevande liquide non è immediatamente evidente, con un ritardo nel tempo, ad esempio:

  • dopo un'infezione virale - in pochi mesi;
  • dopo TBI - un anno e mezzo.

A seconda della localizzazione della patologia nella corteccia dei grandi emisferi, la malattia ha caratteristiche speciali:

  • sensibilità alterata e mobilità negli arti;
  • convulsioni, compresi i sequestri epilettici;
  • infiammazione dei nervi visivi, uditivi, facciali;
  • indebolimento della memoria;
  • deterioramento del coordinamento dei movimenti.

L'edema cerebrale può sovrapporsi alla regolazione neuro-simpatica del corpo, portando alla cessazione della respirazione e del battito del cuore.

Diagnosi di aracnoidite

La diagnosi di lesione sospetta della membrana aracnoidea viene eseguita in un ospedale, utilizzando la radiografia, la TC, la risonanza magnetica, l'EEG.

Segni diagnostici di aracnoidite del cervello

Durante l'esame, si richiama l'attenzione sulla relazione tra malattie infettive passate (influenza, morbillo), infiammazioni delle meningi, traumi alla testa e al midollo spinale e segni neurologici.

La diagnosi dei sintomi di arahanoiditis determina:

  • la presenza di pressione intracranica (raggi x);
  • la quantità di pressione intracranica (assunzione di liquido cerebrospinale);
  • la presenza di cisti e aderenze (TC e RM);
  • idrocefalo (ecoelettrografia).

L'aumentato contenuto di proteine, cellule e serotonina nel liquore ci permette di distinguere questa patologia da altre malattie neurologiche.

Sintomi differenziali

I punti focali dell'infiammazione arancoidale hanno i loro sintomi che possono essere identificati durante l'esame.

Aracnoidite convettiva (basata sull'EEG):

  • aumento dell'eccitabilità della corteccia cerebrale;
  • convulsioni epilettiche.

Il restringimento del campo visivo è tipico per i pazienti con lesioni dello strato basale. L'aracnoidite basale viene diagnosticata dopo l'esame da un oftalmologo, che rileva gonfiore e compressione del tessuto cerebrale nella regione del nervo ottico.

Un otorinolaringoiatra determina il grado di danno al nervo uditivo (perdita dell'udito, rumore nella culla), che è tipico della patologia della fossa cranica posteriore.

Sintomi di diverse fasi

Nella vera aracnoidite, il danno alle meningi è diffuso e quindi non ha manifestazioni pronunciate. Le conseguenze di neuroinfection, trauma, oncologia, con localizzazione, si verificano in una forma più grave.

Lo sviluppo della malattia può avvenire in una delle tre opzioni:

Segni di corso acuto:

  • vomito;
  • forte mal di testa;
  • temperatura.
  • la debolezza;
  • insonnia;
  • perdita dell'udito e della vista;
  • mancanza di coordinamento;
  • vertigini;
  • violazione della sensibilità della pelle negli arti.

Il corso cronico è espresso in intensificazione di tutti i sintomi:

  • la comparsa di convulsioni e convulsioni;
  • la sordità;
  • la cecità;
  • indebolimento delle capacità mentali;
  • paralisi e paresi.

Più spesso, la malattia si verifica in una forma subacuta con la transizione verso la cronica. Il mal di testa ha sintomi diversi: la mattina, aggravata dalla tensione, che si verifica quando si salta con un atterraggio duro (sui talloni). Inoltre, sintomatico è vertigini, indebolimento della memoria, attenzione, insonnia, irritabilità e debolezza.

Tipi di aracnoiditi e loro sintomi

Secondo la localizzazione del fuoco infiammatorio, l'aracnoidite è divisa in diversi tipi.

L'aracnoidite cerebrale è un'infiammazione della membrana aracnoidea e dello strato corticale dei grandi emisferi del cervello. A seconda della posizione, può essere convessa o basale. È caratterizzato da un forte aumento della pressione intracranica, specialmente dopo il superlavoro mentale, lo sforzo fisico, l'esposizione al freddo. Accompagnato da crisi epilettiche, disturbi della memoria.

L'aracnoidite cerebrale post-traumatica causa la formazione di aderenze e cisti nello strato basale. La schiacciamento e la malnutrizione dell'ottica e del nervo uditivo causano la loro atrofia, che porta ad una diminuzione dell'acuità e del restringimento del campo visivo, lo sviluppo della perdita dell'udito. Sinusite, angina, sifilide possono causare aracnoiditi ottiche-chiasmatiche.

La sfenoidite cronica (infiammazione della mucosa del seno nasale) è un focolaio di infezione localizzato vicino al nervo ottico. Questa malattia è difficile da diagnosticare, è spesso la causa del processo infiammatorio delle membrane del cervello.

  • spinale

Il danno traumatico alla colonna vertebrale, così come i focolai purulenti (foruncolosi, ascesso) provocano l'infiammazione della membrana aracnoidea del midollo spinale. Luoghi di distruzione: parti toraciche, lombari e sacrali. La spremitura dei processi nervosi è accompagnata da dolore, ridotta conduttività, alterata circolazione sanguigna negli arti.

L'aracnoidite adesiva indica l'insorgenza di numerose adesioni dovute a un'infiammazione purulenta del tessuto cerebrale. La circolazione del liquido cerebrospinale è compromessa, l'idrocefalo si sviluppa. Mal di testa al risveglio con nausea e vomito, depressione della funzione visiva, sonnolenza costante, apatia sono segni caratteristici di aderenze.

L'aracnoidite cistica è la formazione di cavità riempite di liquido cerebrospinale che modifica la struttura del cervello a causa della spremitura dei tessuti circostanti. La costante pressione sul guscio duro del cervello causa persistenti mal di testa ad arco La causa più comune delle formazioni cistiche è la commozione cerebrale. Le conseguenze si manifestano sotto forma di convulsioni convulsive senza perdita di coscienza, andatura instabile, nistagmo (movimenti oculari involontari).

L'aracnoidite cistica-adesiva è caratterizzata dalla formazione di aree cistiche nella guaina adesiva. Come risultato del costante processo distruttivo, si osservano le seguenti:

  • mal di testa con concentrazione;
  • vertigini;
  • svenimento;
  • meteosensitivity;
  • disordini metabolici;
  • cambiamenti nella sensibilità della pelle;
  • convulsioni epilettiche.

Di conseguenza, l'esaurimento nervoso, lo stato depressivo si sviluppa.

Complicazioni e conseguenze dell'aracnoidite

Il processo patologico porta allo sviluppo dell'idropisia cerebrale, aumento della pressione intracranica. Di conseguenza, il sistema vegetativo-vascolare, l'apparato vestibolare, il nervo ottico e uditivo sono colpiti e si sviluppa l'epilessia.

  • gocce di pressione sanguigna;
  • formicolio e bruciore in punta di dita;
  • ipersensibilità cutanea.
  • claudicatio intermittente;
  • squilibrio su una gamba;
  • cadere in atterraggio sul tallone;
  • l'incapacità di connettere le dita con la punta del naso.

Nistagmo, visione ridotta alla cecità, perdita dell'udito - complicanze di aracnoidite.

Capacità di lavoro ridotta - la principale conseguenza dell'arachnoidite del cervello. A seconda della gravità della malattia, il paziente diventa parzialmente disabilitato in termini di prestazioni o completamente disabilitato. Alti tassi di ICP a livello costante possono portare alla morte del paziente.

Trattamento dell'aracnoidite

Il trattamento di arachnoidit del cervello è effettuato in un complesso:

  • terapia per la causa dell'infiammazione;
  • scioglimento delle aderenze;
  • riduzione della pressione intracranica;
  • soppressione di irritabilità convulsa;
  • trattamento dei disturbi mentali e nervosi.

Le terapie anti-batteriche sono utilizzate per sopprimere i focolai di infezione, inclusa la neuroinfection. Nella forma diffusa sono prescritti agenti antiallergici e glucocorticoidi.

I farmaci di assorbimento contribuiscono alla normalizzazione del liquido cerebrospinale nel cervello e nel midollo spinale. I diuretici sono usati per ridurre la pressione.

Il trattamento anti-convulsivo è mirato all'inibizione dei centri motori usando metodi medici. I neuroprotettori sono prescritti per ripristinare la conduzione nervosa.

Tutti i tipi di aracnoidite richiedono un trattamento a lungo termine.

L'intervento chirurgico viene applicato in caso di minaccia di cecità e vita del paziente. Ha lo scopo di assicurare il deflusso del liquore. A questo scopo, la dissezione di aderenze, smistamento (rimozione del liquido cerebrospinale per la ridistribuzione del cranio), rimozione delle cisti.

Prevenzione dell'aracnoidite

Una tempestiva diagnosi di aracnoidite con i primi sintomi di anomalie neurologiche impedirà lo sviluppo della malattia. Esame dopo malattie infettive, le lesioni cerebrali dovrebbero essere eseguite necessariamente se nel tempo ci sono stati mal di testa. I focolai di infezione, soprattutto purulenta, devono essere trattati fino al completo recupero, impedendo loro di diventare cronici.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Lipoproteine ​​a bassa densità - LDL

Le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) sono la classe più aterogenica delle lipoproteine ​​del sangue, che sono formate da lipoproteine ​​a bassissima densità. La loro funzione principale è quella di trasportare il colesterolo dal fegato alle cellule e ai tessuti del corpo, quindi la loro presenza nel sangue è così importante per il normale funzionamento del corpo.

Pressione del sangue nelle gambe

La pressione sanguigna (PA) può essere misurata non solo sulla spalla, ma anche sulla gamba. Gli indicatori di pressione non saranno meno affidabili, ma è necessario sapere come interpretare correttamente i risultati.

Basofili: normali

I basofili sono il gruppo più piccolo di leucociti. Appartengono alla sottospecie granulocitaria dei globuli bianchi, nascono e maturano nel midollo osseo. Da esso, i basofili si muovono nel sangue periferico e circolano lungo il canale solo per poche ore.

Trattamento di calcificazione vascolare: cosa devi sapere

Per il lavoro ben coordinato del corpo, sono necessari vari microelementi per assicurare il normale corso dei processi metabolici nei tessuti. Un eccesso o carenza di queste sostanze influenza negativamente il metabolismo e questa affermazione si applica completamente al calcio.

Cosa significa se il test del sangue di timolo è elevato?

contenuto

Come capire il fatto che il test del timolo è aumentato, le ragioni? Questo potrebbe in qualche modo influenzare lo stato generale di salute, e in generale, che cos'è?

destrocardia

In uno dei nostri pazienti, abbiamo osservato destrocardia con una disposizione inversa degli organi interni (destrocardia in situ viscerum inverso totalis).La destrocardia si riferisce alle anomalie della posizione del cuore, quando l'apice e la maggior parte del cuore si trovano nella metà destra del petto.