Da questo articolo imparerai: cos'è la stenosi aortica, quali sono i meccanismi del suo sviluppo e le cause del suo aspetto. Sintomi e trattamento della malattia.

La stenosi aortica è una costrizione patologica di un grande vaso coronarico, attraverso il quale il sangue dal ventricolo sinistro entra nel sistema vascolare (la grande circolazione).

Cosa succede nella patologia? Per vari motivi (malformazioni congenite, reumatismi, calcificazioni), il lume dell'aorta si restringe all'uscita del ventricolo (nell'area della valvola) e rende difficile il flusso di sangue nel sistema vascolare. Di conseguenza, la pressione nella camera del ventricolo aumenta, il volume di espulsione del sangue diminuisce e nel tempo si manifestano vari segni di insufficiente apporto di sangue agli organi (affaticamento rapido, debolezza).

La malattia è stata completamente asintomatica per un lungo periodo (decenni) e si manifesta solo dopo un restringimento del lume del vaso di oltre il 50%. La comparsa di segni di insufficienza cardiaca, angina pectoris (un tipo di malattia coronarica) e svenimento peggiora notevolmente la prognosi del paziente (l'aspettativa di vita è ridotta a 2 anni).

La patologia è pericolosa a causa delle sue complicanze: la stenosi progressiva a lungo termine porta ad un aumento irreversibile della camera (dilatazione) del ventricolo sinistro. I pazienti con sintomi gravi (dopo un restringimento del lume del vaso di oltre il 50%) sviluppano asma cardiaco, edema polmonare, infarto miocardico acuto, morte cardiaca improvvisa senza evidenti segni di stenosi (18%), raramente - fibrillazione ventricolare, equivalente all'arresto cardiaco.

Per curare la stenosi aortica è completamente impossibile. I metodi di trattamento chirurgico (protesi valvolari, dilatazione del lume mediante dilatazione del palloncino) sono indicati dopo la comparsa dei primi segni di contrazione aortica (mancanza di respiro con sforzo moderato, capogiri). Nella maggior parte dei casi, è possibile migliorare significativamente la prognosi (più di 10 anni per il 70% del funzionamento). L'osservazione clinica viene eseguita in ogni fase della vita.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Il cardiologo cura i pazienti con stenosi aortica, i cardiochirurghi eseguono la correzione chirurgica.

L'essenza della stenosi aortica

L'anello debole della grande circolazione (sangue dal ventricolo sinistro attraverso l'aorta entra in tutti gli organi) è una valvola aortica tricuspide alla bocca della nave. Rivelando, passa porzioni di sangue nel sistema vascolare, che il ventricolo spinge durante la contrazione e, chiudendo, impedisce loro di tornare indietro. È in questo luogo che compaiono cambiamenti caratteristici nelle pareti vascolari.

In patologia, la foglia e il tessuto dell'aorta subiscono vari cambiamenti. Questi possono essere cicatrici, aderenze, aderenze del tessuto connettivo, depositi di sale di calcio (indurimento), placche aterosclerotiche, malformazioni congenite della valvola.

A causa di tali cambiamenti:

  • il lume della nave si restringe gradualmente;
  • le pareti delle valvole diventano anelastiche, dense;
  • insufficientemente aperto e chiuso;
  • la pressione sanguigna nel ventricolo aumenta, causando ipertrofia (ispessimento dello strato muscolare) e dilatazione (aumento del volume).

Di conseguenza, si sviluppa una mancanza di afflusso di sangue a tutti gli organi e i tessuti.

La stenosi aortica può essere:

  1. Over valvola (dal 6 al 10%).
  2. Subvalvolare (dal 20 al 30%).
  3. Valvola (dal 60%).

Tutte e tre le forme possono essere congenite, acquisite - solo valvole. E poiché la forma della valvola è più comune, quindi, parlando di stenosi aortica, di solito è questa forma di malattia.

La patologia molto raramente (nel 2%) appare come indipendente, il più delle volte è combinata con altre malformazioni (valvola mitralica) e malattie del sistema cardiovascolare (cardiopatia coronarica).

Stenosi aortica

La stenosi aortica è un restringimento dell'orifizio aortico nell'area della valvola, che ostacola il deflusso di sangue dal ventricolo sinistro. La stenosi aortica nella fase di scompenso si manifesta con vertigini, svenimento, affaticamento, mancanza di respiro, attacchi di angina pectoris e soffocamento. Nel processo di diagnosi di stenosi aortica, ECG, ecocardiografia, radiografia, ventricolografia, aortografia, cateterizzazione cardiaca sono presi in considerazione. Nella stenosi aortica si ricorre alla valvuloplastica con palloncino e alla sostituzione della valvola aortica; le possibilità di trattamento conservativo per questo difetto sono molto limitate.

Stenosi aortica

La stenosi aortica o la stenosi dell'orifizio aortico sono caratterizzate da un restringimento del tratto di efflusso nell'area della valvola semilunare aortica, che rende difficile lo svuotamento sistolico del ventricolo sinistro e il gradiente di pressione tra la sua camera e l'aorta aumenta bruscamente. La proporzione di stenosi aortica nella struttura di altri difetti cardiaci rappresenta il 20-25%. La stenosi aortica è 3-4 volte più frequente negli uomini che nelle donne. La stenosi aortica isolata in cardiologia è rara - nell'1,5-2% dei casi; nella maggior parte dei casi, questo difetto è combinato con altri difetti valvolari: stenosi mitralica, insufficienza aortica, ecc.

Classificazione della stenosi aortica

Per origine distinguere la congenita (3-5,5%) e la stenosi acquisita della bocca aortica. Data la localizzazione del restringimento patologico, la stenosi aortica può essere sottovalvolare (25-30%), sopravalvolare (6-10%) e valvola (circa il 60%).

La gravità della stenosi aortica è determinata dal gradiente di pressione sistolica tra l'aorta e il ventricolo sinistro, nonché dall'area dell'apertura della valvola. Con una stenosi aortica minore di grado I, l'area dell'orifizio va da 1,6 a 1,2 cm² (con una frequenza di 2,5-3,5 cm²); il gradiente di pressione sistolica è compreso tra 10 e 35 mm Hg. Art. La stenosi aortica moderata dell'II grado è indicata quando l'area del foro della valvola è compresa tra 1,2 e 0,75 cm² e il gradiente di pressione è 36-65 mmHg. Art. Una severa stenosi aortica dell'III grado si osserva quando l'area dell'apertura della valvola è inferiore a 0,74 cm² e il gradiente di pressione sale a 65 mm Hg. Art.

A seconda del grado di disturbi emodinamici, la stenosi aortica può verificarsi in una variante clinica compensata o scompensata (critica) e pertanto si possono distinguere 5 stadi.

Fase I (compensazione completa). La stenosi aortica può essere rilevata solo auscultatoria, il grado di restringimento della bocca aortica è trascurabile. I pazienti hanno bisogno di un monitoraggio dinamico da parte di un cardiologo; il trattamento chirurgico non è indicato.

Stadio II (insufficienza cardiaca latente). Ci sono lamentele di affaticamento, mancanza di respiro con uno sforzo moderato, vertigini. I segni di stenosi aortica sono determinati in base all'ECG e ai raggi X, un gradiente di pressione compreso tra 36 e 65 mm Hg. Art., Che serve come indicazione per la correzione chirurgica del difetto.

Stadio III (insufficienza coronarica relativa). In genere aumento della mancanza di respiro, il verificarsi di angina, svenimento. Il gradiente di pressione sistolica supera 65 mm Hg. Art. Il trattamento chirurgico della stenosi aortica in questa fase è possibile e necessario.

Stadio IV (insufficienza cardiaca grave). Disturbato da mancanza di respiro a riposo, attacchi notturni di asma cardiaco. La correzione chirurgica del difetto nella maggior parte dei casi è già esclusa; in alcuni pazienti, la chirurgia cardiaca è potenzialmente possibile, ma con meno effetto.

Stadio V (terminale). L'insufficienza cardiaca sta progredendo costantemente, la mancanza di respiro e la sindrome edematosa sono pronunciate. Il trattamento farmacologico può ottenere solo miglioramenti a breve termine; la correzione chirurgica della stenosi aortica è controindicata.

Cause della stenosi aortica

La stenosi aortica acquisita è più spesso causata da lesioni reumatiche delle cuspidi valvolari. In questo caso, le alette della valvola si deformano, si congiungono, diventano dense e rigide, portando a un restringimento dell'anello della valvola. Le cause della stenosi acquisita dell'orifizio aortico possono essere anche aterosclerosi aortica, calcificazione della valvola aortica, endocardite infettiva, malattia di Paget, lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide e insufficienza renale allo stadio terminale.

La stenosi aortica congenita si verifica con restringimento congenito delle anomalie aortiche o dello sviluppo, la valvola aortica bicuspide. La malattia congenita della valvola aortica di solito si verifica prima dei 30 anni; acquisito - in età avanzata (di solito dopo 60 anni). Accelerare la formazione di stenosi aortica, fumo, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa.

Disturbi emodinamici nella stenosi aortica

Nella stenosi aortica si sviluppano disordini emodinamici gravi intracardiaci e generali. Ciò è dovuto alla difficoltà di svuotare la cavità del ventricolo sinistro, a causa della quale vi è un aumento significativo del gradiente di pressione sistolica tra il ventricolo sinistro e l'aorta, che può raggiungere da 20 a 100 mm mm o più. Art.

Il funzionamento del ventricolo sinistro in condizioni di carico aumentato è accompagnato dalla sua ipertrofia, il cui grado, a sua volta, dipende dalla gravità del restringimento dell'orifizio aortico e dalla durata del difetto. L'ipertrofia compensatoria garantisce una conservazione a lungo termine della normale gittata cardiaca, che ostacola lo sviluppo di scompenso cardiaco.

Tuttavia, nella stenosi aortica, una violazione della perfusione coronarica si verifica abbastanza presto, associata ad un aumento della pressione diastolica terminale nel ventricolo sinistro e alla compressione dei vasi subendocardici da parte del miocardio ipertrofico. Questo è il motivo per cui nei pazienti con stenosi aortica, i segni di insufficienza coronarica appaiono molto prima dell'insorgenza di scompenso cardiaco.

Quando la capacità contrattile del ventricolo sinistro ipertrofico diminuisce, l'entità del volume dell'ictus e della frazione di eiezione diminuisce, che è accompagnata da dilatazione del ventricolo sinistro miogenico, aumento della pressione diastolica e sviluppo della disfunzione sistolica ventricolare sinistra. In questo contesto, la pressione aumenta nell'atrio sinistro e nella circolazione polmonare, cioè si sviluppa l'ipertensione arteriosa polmonare. Allo stesso tempo, il quadro clinico della stenosi aortica può essere aggravato dall'insufficienza relativa della valvola mitrale ("mitralizzazione" del difetto aortico). L'alta pressione nel sistema dell'arteria polmonare porta naturalmente all'ipertrofia compensatoria del ventricolo destro e quindi all'insufficienza cardiaca totale.

I sintomi della stenosi aortica

Nella fase di completa compensazione della stenosi aortica, i pazienti non sentono un notevole disagio per un lungo periodo di tempo. Le prime manifestazioni sono associate a un restringimento della bocca dell'aorta a circa il 50% del suo lume e sono caratterizzate da mancanza di respiro durante lo sforzo fisico, affaticamento, debolezza muscolare, sensazione di palpitazioni.

Nella fase di insufficienza coronarica, vertigini, svenimento con un rapido cambiamento nella posizione del corpo, attacchi di angina pectoris, parossistica (notte) mancanza di respiro, nei casi gravi - attacchi di asma cardiaco ed edema polmonare si uniscono. Combinazione prognosticamente sfavorevole di angina con stati sincopali, e in particolare - l'accesso di asma cardiaco.

Con lo sviluppo di insufficienza ventricolare destra, edema, si nota una sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro. La morte cardiaca improvvisa nella stenosi aortica si verifica nel 5-10% dei casi, principalmente nelle persone anziane con grave restringimento dell'orifizio valvolare. Le complicanze della stenosi aortica possono essere l'endocardite infettiva, i disturbi della circolazione cerebrale ischemica, le aritmie, il blocco AV, l'infarto miocardico, il sanguinamento gastrointestinale dal tratto digestivo inferiore.

Diagnosi di stenosi aortica

L'aspetto di un paziente con stenosi aortica è caratterizzato da pallore della pelle ("pallore aortico"), dovuto alla tendenza a reazioni vasocostrittrici periferiche; nelle fasi avanzate può verificarsi acrocianosi. L'edema periferico è rilevato nella stenosi aortica grave. Quando la percussione è determinata dall'espansione dei bordi del cuore verso sinistra e verso il basso; palpazione c'è uno spostamento dell'impulso apicale, tremore sistolico nella fossa giugulare.

I segni auscultativi della stenosi aortica sono un soffio sistolico grave sopra l'aorta e sopra la valvola mitrale, attenuazione dei toni I e II sull'aorta. Questi cambiamenti sono anche registrati durante la fonocardiografia. Secondo l'ECG, vengono determinati i segni di ipertrofia ventricolare sinistra, aritmie e talvolta blocchi.

Nel periodo di scompenso delle radiografie, l'espansione dell'ombra ventricolare sinistra è rivelata nella forma di allungamento dell'arco del contorno sinistro del cuore, la caratteristica configurazione aortica del cuore, la dilatazione poststenotica dell'aorta, i segni di ipertensione polmonare. L'ecocardiografia è determinata dall'ispessimento delle valvole valvolari aortiche, limitando l'ampiezza del movimento dei lembi valvolari nella sistole, ipertrofia delle pareti del ventricolo sinistro.

Per misurare il gradiente di pressione tra il ventricolo sinistro e l'aorta, vengono rilevate le cavità cardiache, che consentono di giudicare indirettamente il grado di stenosi aortica. La ventricolografia è necessaria per rilevare un'insufficienza mitralica concomitante. Aortografia e angiografia coronarica sono utilizzate per la diagnosi differenziale della stenosi aortica con aneurisma dell'aorta ascendente e malattia coronarica.

Trattamento della stenosi aortica

Tutti i pazienti, incl. con stenosi aortica asintomatica, completamente compensata, deve essere attentamente monitorata da un cardiologo. Si raccomanda di avere un'ecocardiografia ogni 6-12 mesi. Al fine di prevenire l'endocardite infettiva, questo contingente di pazienti richiede antibiotici preventivi prima del trattamento dentale (trattamento della carie, estrazione del dente, ecc.) E altre procedure invasive. Il trattamento della gravidanza nelle donne con stenosi aortica richiede un attento monitoraggio dei parametri emodinamici. Un'indicazione per la cessazione della gravidanza è un grave grado di stenosi aortica o un aumento dei segni di insufficienza cardiaca.

La terapia farmacologica per la stenosi aortica ha lo scopo di eliminare le aritmie, prevenire la malattia coronarica, normalizzare la pressione sanguigna, rallentando la progressione dello scompenso cardiaco.

La correzione chirurgica radicale di stenosis aortico è mostrata alle prime manifestazioni cliniche del difetto - l'apparizione di mancanza di respiro, dolore anginal, condizioni di sinkopalny. A tale scopo può essere utilizzata la valvuloplastica con palloncino - dilatazione del palloncino endovascolare della stenosi aortica. Tuttavia, questa procedura è spesso inefficace ed è accompagnata da una successiva stenosi ricorrente. Per i cambiamenti non grossi nelle cuspidi della valvola aortica (più spesso nei bambini con difetti congeniti), viene utilizzata la riparazione chirurgica della valvola aortica aperta (valvuloplastica). Nella chirurgia cardiaca pediatrica, l'operazione di Ross viene spesso eseguita, coinvolgendo il trapianto di una valvola polmonare nella posizione aortica.

Con le indicazioni appropriate fatto ricorso al nadklapannogo di plastica o alla stenosi aortica sottovalvolare. Il principale metodo di trattamento della stenosi aortica oggi è la valvola aortica protesica, in cui la valvola interessata viene completamente rimossa e sostituita con una bioprotesi analogica o xenogena meccanica. I pazienti con una valvola artificiale richiedono l'assunzione per tutta la vita di anticoagulanti. Negli ultimi anni, è stata praticata la sostituzione della valvola aortica percutanea.

Prognosi e prevenzione della stenosi aortica

La stenosi aortica può essere asintomatica per molti anni. L'aspetto dei sintomi clinici aumenta significativamente il rischio di complicanze e mortalità.

I principali sintomi prognosticamente significativi sono angina, svenimento, insufficienza ventricolare sinistra: in questo caso, l'aspettativa di vita media non supera i 2-5 anni. Con il trattamento chirurgico tempestivo della stenosi aortica, la sopravvivenza a 5 anni è di circa l'85%, a 10 anni - circa il 70%.

Le misure per prevenire la stenosi aortica sono ridotte alla prevenzione di reumatismi, aterosclerosi, endocardite infettiva e altri fattori che contribuiscono. I pazienti con stenosi aortica sono soggetti ad esame clinico e osservazione di un cardiologo e di un reumatologo.

Qual è la stenosi della valvola aortica pericolosa?

La stenosi aortica è una malattia definita come un difetto cardiaco. È anche chiamato stenosi aortica. È caratterizzato da un restringimento del vaso di deflusso, cioè l'aorta del ventricolo sinistro, che si trova vicino alla valvola aortica. Ciò porta al fatto che dal ventricolo sinistro il flusso di sangue è difficile e la differenza di pressione tra il ventricolo sinistro e l'aorta aumenta bruscamente. Cosa succede nel cuore di questa malattia?

Sulla via del flusso di sangue verso la sistole del ventricolo sinistro, si trova l'orifizio ristretto della valvola aortica, che aumenta il carico sul VS, che porta alla sua ipertrofia. Se il restringimento è molto acuto, non tutto il sangue viene espulso nell'aorta, una certa parte rimane nel LV, che porta alla sua espansione. A causa del flusso lento di sangue nell'aorta, la pressione sistolica arteriosa diminuisce. La capacità contrattile del ventricolo sinistro diminuisce, con conseguente ristagno di sangue nella circolazione polmonare. Questo porta con sé mancanza di respiro e periodi di asma cardiaca. Diventa chiaro che un tale stato è una minaccia per la salute e la vita umana. Che cosa causa una tale malattia cardiaca?

Cause della malattia

Considerare i motivi più comuni per cui si sviluppa la stenosi aortica.

  1. Reumatismi. Questa è una complicazione dell'angina. I reumatismi sono pericolosi perché possono verificarsi cambiamenti cicatrici sulle valvole cardiache, portando a un restringimento della valvola aortica. A causa di tali cambiamenti cicatriziali, la superficie delle valvole diventa ruvida, quindi si depositano facilmente sali di calcio su di esso, che possono causare in modo indipendente la stenosi della bocca aortica.
  1. Difetto congenito Ciò significa che il bambino è già nato con un difetto nella valvola aortica. Questo non succede spesso, ma succede ancora. La malattia congenita della valvola aortica può anche essere espressa come valvola aortica bicuspide. Nell'infanzia ciò non può portare a conseguenze gravi, ma in un'età più matura questo può portare a un restringimento della valvola o alla sua insufficienza.
  2. Endocardite infettiva
  3. Aterosclerosi dell'aorta.

Sintomi principali

I sintomi della stenosi aortica dipendono in larga misura dal grado della malattia, pertanto, in questa sezione considereremo la classificazione della malattia. Innanzitutto, ci sono tre gradi di stenosi della valvola aortica.

  1. Stenosi minore
  2. Grado moderato
  3. Grave stenosi.

Individueremo altre cinque fasi che daranno informazioni importanti, sebbene questa classificazione non sia usata molto spesso.

  1. Compensazione completa. In questa fase, di solito non ci sono lamentele, ma il difetto stesso può essere rivelato ascoltando il cuore. Gli ultrasuoni mostrano un leggero grado di stenosi. In tale stato, è solo necessario osservare e correggere la patologia accompagnatoria senza intervento chirurgico.
  2. Insufficienza cardiaca nascosta. In questa fase, vi è un aumento della fatica, mancanza di respiro con lo sforzo fisico, a volte vertigini. L'ECG e la fluoroscopia possono rivelare alcuni cambiamenti. Questa fase può comportare la correzione chirurgica del difetto.
  1. Insufficienza coronarica relativa. Ci sono casi in cui la stenosi aortica è accompagnata da angina, che di solito si verifica solo in questa fase. La mancanza di respiro aumenta, a volte si verificano svenimenti e svenimenti. Un punto molto importante nel trattamento della stenosi della valvola aortica nella terza fase è il trattamento chirurgico. Se perdi il momento giusto a questo riguardo, allora sarà troppo tardi o inefficace per intervenire chirurgicamente.
  2. Grave insufficienza cardiaca I reclami dei pazienti sono molto simili a quelli descritti in relazione allo stadio precedente, anche se a questo stadio sono più pronunciati. Ad esempio, c'è anche mancanza di respiro, ma comincia a farsi sentire a riposo. È anche possibile l'apparizione di attacchi notturni di mancanza di respiro. Il trattamento chirurgico non può più essere eseguito, anche se ci sono casi in cui questa opzione è ancora possibile, ma tali casi sono strettamente individuali.
  3. Terminal. In questa fase, l'insufficienza cardiaca progredisce seriamente. Le condizioni del paziente si stanno deteriorando a causa della sindrome da edema e mancanza di respiro. Il trattamento farmacologico non aiuta, il miglioramento dura solo poco tempo e il trattamento chirurgico non può essere utilizzato, poiché in questa fase c'è un'alta mortalità operatoria. Alla luce di ciò, diventa chiaro che è impossibile portare lo stato del tuo cuore al quinto stadio.

È necessario riconoscere la stenosi della valvola aortica nel tempo, condurre un esame e iniziare a curare la malattia.

Metodi diagnostici

La stenosi aortica viene diagnosticata con diversi metodi, ma bisogna tenere presente che le manifestazioni cliniche sono assenti da molto tempo. È importante che il paziente comunichi al medico i dolori al petto, la mancanza di respiro e altri sintomi. Le manifestazioni più frequenti sono:

  • attacchi di angina;
  • stati sincopali;
  • sintomi di insufficienza cronica.

A volte il difetto viene scoperto dopo la morte avvenuta all'improvviso. Raramente, ma ci sono sanguinamento nel tratto digestivo. Esistono diversi metodi diagnostici che aiutano a rilevare la stenosi aortica.

  1. ECG. Con l'aiuto di questo esame ha rivelato ipertrofia ventricolare sinistra. Viene anche determinata la presenza di aritmie e, a volte, blocchi cardiaci.
  2. Phonocardiography. Registra cambiamenti come un mormorio sistolico sull'aorta e la valvola, così come il soffocamento dei primi toni dell'aorta.
  3. Le radiografie. Sono utili nel periodo di scompenso, poiché durante questo periodo l'ombra del LV si espande, che si manifesta sotto forma di un arco allungato del contorno cardiaco sinistro. Nello stesso periodo si osserva la configurazione aortica del cuore e segni di ipertensione polmonare.
  1. Ecocardiografia. Rivela l'ipertrofia della parete del ventricolo sinistro, l'ispessimento dell'apertura della valvola aortica e altri cambiamenti che aiutano a rilevare la stenosi aortica.
  2. Suono delle cavità del cuore. Viene eseguito per misurare il gradiente di pressione, che aiuta a determinare il grado di stenosi.
  3. Ventricolografia. Aiuta a identificare l'insufficienza mitralica concomitante.
  4. Angiografia coronarica e aortografia.

Trattamento della malattia

Il trattamento della stenosi aortica ha i suoi limiti. Questo è particolarmente vero per il trattamento farmacologico. Tuttavia, deve essere utilizzato prima della protesi della valvola aortica e prima della valvuloplastica con palloncino. Ciò include l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

Inoltre, durante questo periodo è molto importante trattare il blocco atrioventricolare e la fibrillazione atriale. L'intervento chirurgico ha i propri indicatori, che si riferiscono alla sostituzione della valvola aortica nel caso in cui viene diagnosticata una stenosi aortica:

  • stenosi aortica asintomatica con funzionalità LV grave e normale;
  • grave stenosi, che si manifesta clinicamente;
  • stenosi in combinazione con disfunzione ventricolare sinistra, qui si assegna anche la stenosi asintomatica.

Perché è raccomandato eseguire la sostituzione della valvola aortica? Perché questo metodo consente di migliorare la classe funzionale e la sopravvivenza, oltre a ridurre il numero di complicanze e sintomi.

Può anche essere eseguita la valvuloplastica con palloncino. Il suo scopo è di ridurre la pressione o la contrazione con un aumento dell'apertura aortica. La dilatazione del palloncino viene eseguita su un organo funzionante sotto fluoroscopia. Un cilindro sottile viene inserito nell'apertura della valvola. Per espandere l'alesaggio, questo pallone viene gonfiato alla fine. La valvuloplastica non è considerata un'operazione così rischiosa, anche se se viene eseguita per un paziente in età avanzata, l'effetto di esso è temporaneo.

Possibili conseguenze

All'inizio elenchiamo le complicazioni che la stenosi aortica può portare con sé:

  • angina pectoris;
  • svenimento;
  • stenosi progressiva;
  • endocardite infettiva;
  • insufficienza cardiaca;
  • anemia emolitica.

La morte improvvisa può accadere. Si verifica nel venti percento dei casi e in quei pazienti nei quali la malattia è accompagnata da manifestazioni cliniche pronunciate.

prevenzione

Le misure preventive sono progettate per prevenire l'aterosclerosi, i reumatismi e altri fattori di rischio. È molto importante monitorare costantemente le condizioni del tuo cuore e andare da un medico per qualsiasi deviazione dalla norma.

Non possiamo discutere con il fatto che la malattia di cui stiamo discutendo sia realmente in pericolo di vita. Pertanto, al fine di prolungare la vita, è necessario condurre uno stile di vita sano ed essere regolarmente esaminati da un medico.

Stenosi della valvola aortica: che cos'è, come trattarla e se vale la pena avere paura

La stenosi aortica (AS) è la malattia cardiaca più comune negli adulti (20-25% del numero di tutti i difetti), si verifica 4 volte più spesso nei maschi. Una caratteristica del gruppo di malattie a cui appartiene l'UA è la comparsa di gravi disturbi emodinamici, danni alla funzione dei singoli organi interni.

Inoltre, la stenosi aortica ha un decorso lento, causato da uno strato muscolare LV ben sviluppato in grado di compensare a lungo termine una pressione elevata.

Cos'è la stenosi aortica?

La stenosi aortica è un restringimento organico dell'area del tratto di efflusso del ventricolo sinistro, causato dalla calcificazione delle cuspidi della valvola o dalle sue anomalie congenite, che creano una barriera per spingere il sangue dalla cavità ventricolare sinistra nell'aorta.

Una variante isolata della stenosi aortica è un caso estremamente raro (non più del 4% del numero totale), principalmente l'AU è combinato con altri difetti cardiaci. Più spesso, è uno stato acquisito a causa di processi degenerativi nei tessuti della valvola; meno comunemente, un'anomalia congenita della struttura (bicuspide, valvola a foglia singola).

Secondo il livello di restringimento della bocca aortica, ci sono: stenosi valvolare, sottovalvolare e sopravalvolare. La stenosi valvolare stessa è più comune (le valvole a valvola fibrosa sono saldate l'una all'altra, appiattite e deformate).

La stenosi del tratto ventricolare sinistro esterno (LV) crea una barriera al flusso sanguigno e nella sistole LV forma un gradiente di pressione sulla valvola aortica. Al fine di mantenere il volume minuto del sangue, la frequenza cardiaca aumenta, la diastole viene accorciata e il tempo di espulsione del sangue dal ventricolo sinistro viene esteso. A causa di uno svuotamento inadeguato del VS, la pressione diastolica intraventricolare risultante aumenta. Per mantenere una frazione di eiezione sufficiente, l'ipertrofia miocardica LV si sviluppa secondo un tipo concentrico. Le capacità compensative del cuore sono in grado di mantenere una sufficiente emodinamica per lungo tempo. Il cuore ipertrofico nelle fasi correnti dell'AU diventa enorme. Aumento graduale del postcarico riduce la dilatazione FV e LV e il decompensamento circolatorio viene a sostituire l'ipertrofia. La rottura dei meccanismi compensatori contribuisce allo sviluppo dell'insufficienza cronica dei vasi coronarici (un aumento del miocardio richiede un maggiore apporto di sangue). Il risultato dei processi di cui sopra è lo sviluppo di insufficienza ventricolare sinistra, ipertensione passiva a piccoli cerchi, ristagno nella circolazione polmonare.

L'area normale del foro AK è 2 cm 2 / m 2 della superficie del corpo umano (3-4 cm 2). I sintomi di disturbi emodinamici si sviluppano quando l'area di AK si restringe a ¼ dal valore normale iniziale.

I sintomi della stenosi aortica

A causa delle elevate capacità compensatorie dell'UA negli adulti per un lungo periodo non ha manifestazioni. I sintomi possono essere assenti 20-30 anni dall'esordio della malattia.

Sintomi soggettivi di AS:

  • Affaticamento, mancanza di respiro durante lo sforzo, diminuzione della capacità lavorativa;
  • Vertigini, svenimento;
  • Dolore nella regione pericardica, palpitazioni;
  • Più raramente - dolore addominale, epistassi;
  • Nei casi avanzati, i sintomi di insufficienza cardiaca.
  • Pulse - basso riempimento, a forma di plateau;
  • Tendenza alla bradicardia e all'ipotensione;
  • Alla palpazione - impulso apicale lentamente crescente, alto, resistente, spostato a sinistra e verso il basso;

Segni auscultatori

Queste auscultazioni hanno un grande valore diagnostico:

  1. Il soffio sistolico è grossolano, con una proiezione nel secondo spazio intercostale al margine destro dello sterno, che è ben posizionato nella regione di tacca giugulare, sulle arterie carotidie, l'apice del cuore. Questo è il rumore dell'esilio a media frequenza che appare alla fine del tono I.
  2. Fare clic sull'apertura dell'AK - ascoltando il tono secondario durante la sistole, si verifica dopo il primo tono, si sente meglio sul bordo sinistro dello sterno;
  3. Tono Paradosso II;
  4. Ascoltare il tono IV.

Su ECG, grave ipertrofia e sovraccarico di LV (depressione del segmento ST, inversione profonda delle onde T nelle derivazioni toraciche di sinistra e aVL), aumento dell'ampiezza del QRS, blocco di LNPG, blocco AV di vari gradi.

Sulla grafica RoG del GPO, i cambiamenti diventano evidenti quando la stenosi AK viene trascurata. Arrotondamento dell'apice ipertrofico, dilatazione della parte ascendente dell'aorta distale alla stenosi, calcificazione dell'AK è annotata.

I criteri dell'AU secondo EchoCG sono:

  • un aumento dello spessore delle pareti del LV e MZHP;
  • Sash AK sedentaria, ispessita, fibrosi;
  • Elevato gradiente di pressione del trans-valvola secondo l'ecocardiografia Doppler.

Classificazione e grado di manifestazione della patologia

Il restringimento del tratto esterno può essere formato a diversi livelli:

  1. In realtà valvola aortica;
  2. Bicuspide congenito deformato AK;
  3. Stenosi sottovalvolare;
  4. Stenosi subaortica fibrosa o muscolare (valvolare-subvalvolare);
  5. Stenosi sovrapposta.

Classificazione della stenosi aortica per gravità:

  1. Grado I - stenosi moderata (compensazione completa). I segni di AS vengono rilevati solo mediante esame fisico;
  2. Grado II - stenosi grave (insufficienza cardiaca latente) - sono presenti disturbi non specifici (affaticamento, sincope, ridotta tolleranza allo stress); la diagnosi è verificata secondo l'ecocardiografia, ECG;
  3. Grado III - stenosi grave (insufficienza coronarica relativa) - i sintomi sono simili all'angina, compaiono segni di scompenso del flusso sanguigno;
  4. IV grado - stenosi critica (grave scompenso) - ortopedico, congestione in entrambi i circoli di circolazione sanguigna;

Stenosi aortica (valvola) (I35.0)

Versione: Manuale di Malattie MedElement

Informazioni generali

Breve descrizione

classificazione


Per origine:
- congenita (malformazione);
- acquisita.

Portata (m / s)

Pendenza media (mm Hg. Art.)

Apertura della valvola (cm 2)

L'indice dell'area del foro della valvola (cm 2 / m 2)

Eziologia e patogenesi


La stenosi aortica della valvola può essere causata da diversi motivi:
- stenosi aortica congenita;
- reumatismi;
- valvola aortica bicuspide;
- calcificazione isolata Calcificazione (calcificazione, calcificazione) - la deposizione di sali di calcio nei tessuti del corpo
valvola aortica (stenosi aortica senile).


La stenosi aortica reumatica è solitamente associata a insufficienza aortica e difetti della valvola mitrale. I reumatismi sono una rara causa di grave stenosi aortica isolata nei paesi sviluppati.

Stenosi aortica valvolare - si verifica raramente. L'ostruzione si trova sopra la valvola nell'aorta ascendente. Può svilupparsi a seguito della deposizione di lipoproteine ​​in forme gravi di iperlipoproteinemia ereditaria e può anche essere parte di sindromi ereditarie. Ad esempio, la sindrome di Williams, che è caratterizzata da ipercalcemia idiopatica, ritardo dello sviluppo, bassa statura, caratteristiche facciali grottesche, stenosi multipla dell'aorta e rami dell'arteria polmonare).


patogenesi

epidemiologia

Quadro clinico

Sintomi, corrente

diagnostica

Diagnosi differenziale

complicazioni

Per sottoporsi al trattamento, controlla la tua salute all'estero: Corea, Turchia, Israele, Germania, Spagna, Stati Uniti, Cina e altri paesi

Scegli una clinica straniera.

Consultazione gratuita sul trattamento all'estero! 8 747 094 08 08

Trattamento all'estero. applicazione

trattamento


Indicazioni per la sostituzione della valvola aortica con stenosi aortica

Grave stenosi aortica con qualsiasi sintomo

Grave stenosi aortica con indicazioni per l'intervento di bypass coronarico (CABG), chirurgia sull'aorta ascendente o altra valvola

Grave stenosi aortica con disfunzione sistolica del ventricolo sinistro (frazione di eiezione ventricolare sinistra 15 mm), non associata a ipertensione arteriosa, se non ci sono sintomi


* La stenosi aortica moderata è una stenosi aortica con apertura della valvola di 1,0-1,5 cm 2 (0,6-0,9 cm 2 / m2 di superficie corporea) o un gradiente di pressione medio sulla valvola aortica 30-50 mm Hg. Art. con il flusso di sangue invariato attraverso la valvola.


Sostituzione della valvola aortica precoce - raccomandata per tutti i pazienti con sintomi e grave stenosi aortica (tuttavia, essi sono anche candidati per un intervento chirurgico).
Se c'è un gradiente di pressione medio sulla valvola aortica> 40 mm Hg. Art. in teoria, non esiste un limite inferiore alla frazione di eiezione per la chirurgia.
Con un basso flusso sanguigno e un basso gradiente di stenosi aortica (frazione di eiezione significativamente ridotta e un gradiente medio inferiore a 40 mm Hg), la scelta delle tattiche di trattamento è più controversa. L'intervento chirurgico viene eseguito in pazienti con una comprovata riserva di contrattilità.


Caratteristiche della farmacoterapia per la stenosi aortica (secondo le raccomandazioni della Società Europea di Cardiologia):
1. Richiede la modifica dei fattori di rischio aterosclerosi. Allo stesso tempo, un'analisi di una serie di studi retrospettivi ha mostrato l'ambiguità dei risultati dell'uso di statine e principalmente il beneficio degli ACE-inibitori.
2. I farmaci che possono "ritardare" l'intervento chirurgico per la stenosi aortica nei pazienti sintomatici non esistono.
3. In presenza di insufficienza cardiaca e controindicazioni alla chirurgia, è possibile utilizzare i seguenti farmaci: digitale, diuretici, ACE inibitori o bloccanti del recettore dell'angiotensina. I beta-bloccanti dovrebbero essere evitati.
4. Se si sviluppa edema polmonare in pazienti con stenosi aortica, può essere usato il nitroprussiato (con attento monitoraggio dell'emodinamica).
5. Con l'ipertensione concomitante, le dosi di farmaci antipertensivi devono essere attentamente titolate e la pressione arteriosa deve essere monitorata più spesso.
6. Il mantenimento del ritmo sinusale e la prevenzione dell'endocardite infettiva sono aspetti importanti della gestione dei pazienti con stenosi aortica.

prospettiva

prevenzione

informazioni

Fonti e letteratura

  1. ACC / AHA PRACTICE GUIDELINES ACC / AHA 2006 Linee guida per i pazienti con malattia cardiaca valvolare
  2. Malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Una guida per medici in 4 volumi, ed. Chazova EI, Moscow: Medicine, 1992
  3. Malattie interne In 10 libri / per. dall'inglese di ed. Braunwald E., Isselbacher K.J., Petersdorf R.G. et al., M., Medicine, 1995
    1. pp. 224-257
  4. Cardiologia. Leadership nazionale / a cura di Belenkova Yu.N., Oganova R.G., 2007
    1. "Difetti cardiaci acquisiti" Shostak N.A., Anichkov D.A., Klimenko A.A. - 834-864
  5. Kovalenko V.N., Nesukay E.G. Cardiopatia non coronarica Guida pratica / ed. Kovalenko V.N., K.: Morion, 2001
  6. Lezioni in chirurgia cardiovascolare / ed. Bockeria LA, in 2 tonnellate T. 1-M.: Casa editrice NTSSSK loro. Bakuleva A.N. RAMS, 1999
    1. pp. 311-328
  7. Le principali disposizioni delle raccomandazioni del CES per la diagnosi e il trattamento della malattia valvolare (cardiopatia acquisita) (2007)
  8. Guida alla cardiologia ambulatoriale / ed. Belenkova Yu.N., Oganova R.G., GEOTAR-Media, 2007
    1. pp. 199-222
  9. Tsukerman G.I., Burakovsky V.I. e altri difetti della valvola aortica, M.: Medicina, 1972

Lo scopo del sondaggio: scoprire il livello di soddisfazione del personale medico nelle istituzioni mediche del Kazakistan.
Date: 25 agosto - 25 settembre 2018.

Stenosi aortica

La stenosi aortica (AS) è la più comune malattia della valvola cardiaca e la terza forma più comune di malattia cardiovascolare nel mondo occidentale dopo ipertensione arteriosa e malattia coronarica (CHD). Si trova nel 2-7% dei pazienti di età superiore a 65 anni.

L'AU è una malattia che progredisce lentamente, può non mostrare alcun sintomo per un lungo periodo, ma alla fine si verifica un rapido deterioramento clinico e, dopo l'insorgenza dei sintomi, la mortalità dei pazienti è molto alta.

Eziologia e fisiopatologia della stenosi aortica

Una lesione degenerativa di una normale valvola aortica tricuspide (AK), che porta alla calcificazione, è la causa più comune di AS negli adulti (80% di tutti i casi di AS negli Stati Uniti e in Europa). La malattia si manifesta clinicamente principalmente all'età di oltre 60 anni. Si pensava che si trattasse di una lesione degenerativa, la cui causa è che le valvole della valvola si logorano con l'età, in esse si verificano micro-rotture e di conseguenza il calcio si accumula. Ma ora l'opinione prevalente è che questa è una malattia infiammatoria che ha molte somiglianze con l'aterosclerosi. Ad una estremità dello spettro di calcificazione AK - sclerosi AK, che è definita come l'ispessimento delle valvole senza segni di evidente ostruzione del flusso sanguigno, e all'altra estremità - calcificazione pronunciata della valvola con un grave AS.

La congenita bicuspide AK è la seconda più comune. Questa patologia è più spesso rilevata negli uomini e, nei casi tipici, i sintomi compaiono prima (all'età di 50-60 anni). L'AU si manifesta clinicamente prima, poiché l'AK strutturalmente bicuspide causa una significativa compromissione del flusso sanguigno.

La cardiopatia reumatica è stata storicamente una causa importante di AS, ma ora come risultato della prescrizione tempestiva del trattamento nei paesi sviluppati, la malattia reumatica delle valvole non si verifica spesso; tuttavia, nei paesi in via di sviluppo, la malattia reumatica è una causa significativa di AS. È importante notare che i pazienti con AS reumatica hanno quasi sempre una malattia reumatica della valvola mitrale caratteristica. Lo sviluppo di AS può anche essere accelerato in pazienti con malattia renale cronica, malattia di Paget, dopo irradiazione, nonché in presenza di ipercolesterolemia familiare omozigote.

Con un aumento della gravità dell'UA, un postcarico sul ventricolo sinistro (LV) aumenta e si verifica l'ipertrofia miocardica compensatoria. In certe fasi, questo meccanismo adattivo consente al VS di funzionare normalmente, nonostante la presenza di ostruzione al flusso sanguigno attraverso l'AK. Ma quando viene raggiunto un certo livello di stenosi, il meccanismo adattivo diventa insostenibile e la pressione diastolica alla fine del LV inizia a crescere. Successivamente, la funzione sistolica del VS inizia a diminuire e si verifica la dilatazione della sua cavità.

I sintomi della stenosi aortica

I sintomi classici di AS sono: angina pectoris, svenimento e insufficienza cardiaca, e senza trattamento sono associati ad alti tassi di mortalità (50% dopo 5, 3 e 2 anni, rispettivamente).

La prima manifestazione dell'UA - la presenza di rumore sistolico durante l'auscultazione. Dalla natura del rumore è un crescendo-decrescendo, ed è meglio ascoltato nel secondo spazio intercostale alla destra dello sterno e portato alle arterie carotidi. Mentre l'AS progredisce, il rumore diventa molto forte, il picco del rumore si sposta sulle fasi successive della sistole e il polso sull'arteria carotidea è parvus e tardus. Nei pazienti con AS particolarmente critica, l'intensità del rumore può essere ridotta quando la funzione sistolica del VS diminuisce.

Diagnosi di stenosi aortica

In più del 90% dei pazienti con AS, un elettrocardiogramma è patologico, quando l'ipertrofia ventricolare sinistra si manifesta prevalentemente con segni del suo sovraccarico sistolico. Con la radiografia standard degli organi del torace, a volte è possibile rilevare calcificazioni nella proiezione di AK, cardiomegalia negli stadi avanzati della malattia, così come aneurisma dell'aorta ascendente.

L'ecocardiografia transtoracica è considerata il miglior strumento diagnostico per la diagnosi di AS e il follow-up di tali pazienti. Solo nei casi in cui l'ecocardiografia transtoracica non riesce a ottenere un'immagine adeguata per la diagnosi, i pazienti vengono inviati per cateterizzazione cardiaca o ecocardiografia transesofagea. È inoltre possibile confermare la diagnosi e caratterizzare l'AK in modo più dettagliato con il computer e la risonanza magnetica.

Valutazione ecocardiografica della stenosi aortica.

Il compito di uno studio ecocardiografico per la malattia di AK è quello di stabilire una diagnosi, quantificare la gravità del danno alla valvola e valutare anche la funzione LV. La valutazione della funzione ventricolare sinistra è importante perché questo indicatore ha un valore prognostico e svolge un ruolo importante nella scelta delle tattiche di trattamento del paziente. Inoltre, la ridotta funzione sistolica del VS modifica il rapporto tra il gradiente di pressione attraverso la valvola e l'area dell'AK, rendendo così difficile quantificare la gravità di una lesione valvolare. Altri fattori correlati che sono necessariamente valutati in un paziente con malattia AK sono la presenza e l'estensione della dilatazione dell'aorta prossimale, la presenza di una malattia della valvola mitrale concomitante, la determinazione della pressione nell'arteria polmonare e l'identificazione della concomitante malattia coronarica.

La diagnosi di alta qualità dell'UA si verifica quando uno studio ecocardiografico bidimensionale. Osservando l'apertura e la chiusura dell'AK in sistole e diastole, è possibile determinare con sicurezza la presenza o l'assenza di stenosi valvolare. Nei soggetti con una valvola normale, i lembi AK appaiono sottili e delicati e talvolta sono difficili da visualizzare. Per determinare il numero di valvole e se esiste una fusione di una o più commessure, utilizzare una sezione lungo l'asse corto al livello delle valvole AK. Se i lembi AK sono difficili da visualizzare, allora questa è una prova indiretta che la valvola è morfologicamente normale.

Quando acquisite l'anta della valvola AC si ispessisce e il loro movimento è limitato. La posizione delle valvole durante la sistole non è più parallela alle pareti dell'aorta e si vede spesso che i bordi delle valvole sono puntati nella direzione del centro dell'aorta. Nei casi più gravi, la mobilità delle valvole potrebbe non essere affatto e l'anatomia potrebbe diventare così distorta da rendere impossibile l'identificazione di singole valvole.

Valutazione Doppler della stenosi aortica.

Questa valutazione dell'AU inizia con la determinazione della velocità massima del flusso di sangue attraverso la valvola stenotica. E in base a questa velocità massima, utilizzando l'equazione di Bernoulli semplificata, determinare il gradiente di pressione di picco (massimo) attraverso la valvola. Poiché la velocità del flusso sanguigno attraverso la valvola stenotica è elevata, viene utilizzata la dopplerografia continua per valutare la valvola stenotica. La forma della curva di velocità Doppler risultante aiuta a distinguere a quale livello vi è un'ostruzione, così come la gravità dell'ostruzione della valvola. Nel caso di grave stenosi valvolare, il picco di velocità si sposta a fasi successive della sistole e la forma della curva Doppler diventa più arrotondata. Nella stenosi valvolare del polmone o di grado medio, la velocità di picco è raggiunta nelle prime fasi della sistole e la curva di velocità Doppler ha una forma triangolare.

Criteri per la gravità della stenosi aortica

In un adulto normale, l'area di AK è 3-4 cm 2. Affinché l'AS diventi clinicamente significativo, l'area dell'AK dovrebbe essere ridotta di circa 4 volte, cioè essere 0,75-1 cm 2.

Nelle raccomandazioni dell'American Heart Association / American College of Cardiology / parametri proposti che consentono di eseguire la gradazione dell'UA. Il rapporto tra l'area di AK e la gravità della stenosi può influenzare le dimensioni del paziente. Ad esempio, una CA con un'area AC di 0,9 cm 2 può essere critica per un paziente di grandi dimensioni, ma la sua gravità può essere moderata se la persona è piccola. Scoprono anche se l'AS causa sintomi che sono un fattore molto importante quando si sceglie una strategia di trattamento.

Decorso naturale e progressione della stenosi aortica.

La presenza di AS nei pazienti di età superiore ai 65 anni che non avevano dati sulla malattia coronarica era associata ad un aumento del 50% del rischio di infarto miocardico e morte cardiovascolare nel corso di un follow-up di 5 anni. Tuttavia, solo il 5% circa dei pazienti adulti affetti da sclerosi AK progredisce verso la stenosi aortica. Ma se il paziente ha già un lieve AS, allora con una probabilità molto alta in 5-10 anni la progressione a AS grave avrà luogo.

Trattamento della stenosi aortica

Oggi non esiste un singolo farmaco per il quale si dimostrerebbe che migliora la sopravvivenza nei pazienti con AS. Molti studi hanno esaminato l'efficacia delle statine nel rallentare la progressione dell'AS. In diversi studi retrospettivi e non randomizzati, è stato dimostrato che le statine possono rallentare la progressione dell'AS, tuttavia, in tre ampi studi, nessun effetto positivo delle statine è stato trovato in pazienti con AS moderatamente severa e grave stenosi aortica.

I fattori chiave che vengono presi in considerazione quando si sceglie il momento per la chirurgia sono l'insorgenza dei sintomi e la funzione LV. L'insorgenza dei sintomi indica una prognosi infausta e il tasso medio di mortalità dopo 3 anni senza intervento chirurgico è del 75%. Il tasso di mortalità chirurgica nei pazienti che eseguono un intervento isolato su AK è del 2,6%. Nelle persone di età inferiore ai 70 anni, il rischio di morte durante l'intervento chirurgico è dell'1,3% e nei pazienti di 80-85 anni il tasso di mortalità a 30 giorni è inferiore al 5%. I pazienti sopravvissuti all'operazione hanno un'aspettativa di vita quasi normale. Praticamente tutti i pazienti, inclusa la categoria grave, dopo l'operazione, aumentano la frazione di eiezione e scompaiono i sintomi dell'insufficienza cardiaca o si riducono significativamente.

Per 20 anni, i pazienti con AS grave sintomatica e allo stesso tempo con rischio chirurgico molto elevato sono riferiti alla valvuloplastica con palloncino, che è una procedura palliativa. Durante questa procedura, un palloncino viene introdotto a livello di AK con un catetere e gonfiato per ridurre la sua stenosi. Nella maggior parte dei pazienti, dopo questa procedura, i sintomi e il gradiente di pressione attraverso AK diminuiscono, ma questo effetto è temporaneo e il miglioramento è osservato per una media di 6-12 mesi. Tuttavia, ora la frequenza di questa procedura è ridotta a causa dell'elevata frequenza di complicazioni precoci e della mancanza di un effetto positivo sulla mortalità.

  • Sostituzione transcatetere della valvola aortica.

La comparsa di una sostituzione del catetere della valvola aortica (CHZAK) ha rivoluzionato il trattamento dei pazienti con AS grave, che sono ad alto rischio di eseguire un intervento chirurgico a cuore aperto. Nuovo AK installato sullo stent, che viene introdotto attraverso il catetere. Un catetere viene inserito nel cuore o retrogrado attraverso l'arteria femorale o anterogrado attraverso l'apice del cuore dopo aver eseguito una toracotomia antero-laterale minima. Dopo aver gonfiato il palloncino, lo stent e la valvola vengono installati al posto dell'AK colpito.

I dati di diversi registri hanno dimostrato che CHZAK può essere eseguito in pazienti con alto rischio chirurgico e le conseguenze cliniche sono equivalenti alla sostituzione chirurgica di AK. Ora il successo di tale intervento si avvicina al 95%. Tuttavia, va notato che tale procedura è accompagnata da una frequenza piuttosto alta di complicazioni, in particolare di ictus e di eventi vascolari.

  • Sostituzione della valvola aortica.

In tutti i pazienti con AS grave, che hanno indicazioni per un intervento chirurgico e in assenza di un alto rischio di eseguire un intervento chirurgico cardiaco aperto, si raccomanda l'AK protesico. La scelta della protesi (meccanica o biologica) viene effettuata individualmente, tenendo conto di vari fattori concomitanti.

Stenosi aortica del cuore: cause, sintomi e trattamento

La stenosi aortica è una condizione patologica consistente nel restringimento del più grande vaso arterioso che emana dal cuore. Un tale restringimento si osserva nell'area della valvola che separa l'aorta dal cuore. L'esito di questo fenomeno è una violazione del normale movimento del sangue.

La malattia può verificarsi in isolamento, ma abbastanza spesso si sviluppa in concomitanza con altre nosologie, ad esempio la stenosi mitral-aortica, che peggiora solo la prognosi già sfavorevole.

Cardiopatia aortica con una prevalenza di stenosi negli uomini e nei ragazzi

La cardiopatia aortica con una prevalenza di stenosi rappresenta un quarto di tutti i difetti cardiaci. Per ragioni sconosciute, la metà maschile della popolazione soffre di questa patologia tre volte più spesso. Con l'aumentare dell'età aumenta anche la percentuale di pazienti con la malattia descritta.

La stenosi aortica tra i bambini è osservata in ogni 4 bambini su un migliaio, interessando anche i ragazzi più spesso. La malattia può manifestarsi già nei primi giorni dopo la nascita, a condizione che l'apertura della bocca dell'aorta sia inferiore a mezzo centimetro. Tuttavia, principalmente i sintomi si sviluppano lentamente, nel corso di diversi decenni.

Cause di stenosi aortica congenita

Parlando delle cause della stenosi aortica, è necessario capire che questa malattia è conosciuta in diverse varietà. In relazione allo sviluppo di ognuno di loro saranno i loro colpevoli. In altre parole, in questo caso esiste una relazione tra la causa e la specie. Pertanto, i fattori provocatori della malattia descritta dovrebbero essere considerati in combinazione con la classificazione della malattia.

Prendendo in considerazione un tale criterio come l'origine della malattia, gli esperti distinguono due tipi di patologia in esame.

Il primo di questi è la stenosi aortica congenita. La frequenza della sua comparsa è relativamente piccola e varia dal 3 al 5,5% di tutti i casi. Cosa non si può dire del secondo tipo di malattia, che rappresenta tutti gli altri episodi - stenosi aortica acquisita. Il nome di entrambe le opzioni parla da solo: con una persona nasce, un'altra acquisisce dopo la nascita. Le cause dello sviluppo varieranno di conseguenza.

In particolare, le condizioni patologiche che causano la stenosi aortica congenita includono malattie che si sono formate nel primo terzo del periodo di gestazione. Potrebbe essere una cicatrice formata sotto la valvola aortica, o una pellicola fibrosa che appare sopra di essa. Ma il più delle volte si tratta di anomalie della valvola stessa, ad esempio, quando viene allocata o anche una patta anziché tre.

Le manifestazioni di tali cambiamenti possono verificarsi immediatamente dopo la nascita. Tuttavia, il fatto più probabile è un graduale peggioramento della circolazione sanguigna con sintomi di insorgenza dei sintomi di circa 30 anni.

Stenosi aortica degenerativa acquisita

La stenosi aortica acquisita è il risultato di qualsiasi malattia sistemica, infettiva o metabolica.

Ad esempio, le malattie metaboliche che possono causare la patologia in questione includono il famigerato diabete mellito, così come la malattia renale cronica e l'aterosclerosi. Queste condizioni causano cambiamenti nello strato muscolare e la sedimentazione del calcio nella bocca aortica, a causa della quale la parete di quest'ultimo si ispessisce e perde elasticità. Le alette in questo caso sono leggermente interessate e l'aorta stessa ha la forma di una clessidra. Questo sviluppo si verifica negli anziani e viene spesso definito stenosi aortica degenerativa.

Dalle malattie infettive, che portano alla fine alla stenosi in esame, è possibile distinguere le lesioni ossee sotto forma di osteite deformante e endocardite infettiva.

I microrganismi, diffondendosi attraverso il corpo, si depositano nelle camere cardiache e moltiplicano le colonie di forma lì. Successivamente, si forma la copertura del tessuto connettivo. Pertanto, sui lembi valvolari, si verificano escrescenze. Per questo motivo, le porte stesse sono spesse e possono anche crescere insieme.

Lo sviluppo della stenosi aortica reumatica

Sotto l'influenza di malattie sistemiche che violano il sistema immunitario, si verifica lo sviluppo della cosiddetta stenosi aortica reumatica.

In particolare, con reumatismi o lupus eritematoso, le crescite del tessuto connettivo compaiono alla giunzione dell'aorta e del cuore. Il lume della nave a causa di questo si restringe, è difficile per il sangue di fluire dal ventricolo in esso. Successivamente, si verifica la deposizione di calcio, che porta a una contrazione ancora maggiore e alla perdita di elasticità della valvola.

Indipendentemente dalle cause che hanno portato alla patologia in esame, il risultato è sempre identico: a causa del flusso sanguigno disturbato, tutti gli organi iniziano a mancare di sostanze nutritive. Ciò causa la formazione di sintomi che accompagnano la stenosi aortica.

Forme di stenosi aortica

Classificare la condizione patologica descritta può essere per vari motivi.

I tipi di malattia per origine sono già stati menzionati sopra. Oltre a questi, è possibile distinguere le forme della malattia, determinate sulla base della localizzazione del restringimento aortico: per queste ragioni, la stenosi è divisa in valvola (la più frequente), così come sotto- (media incidenza), valvola valvolare (la più rara).

D'altra parte, la malattia può essere classificata in base alla sua gravità. Sulla base di ciò, i medici distinguono tre gradi di stenosi aortica, ciascuno dei quali è caratterizzato dal suo livello di sviluppo delle anomalie dell'apparato valvolare.

L'affiliazione della malattia in esame all'uno o all'altro dei gradi dipende dalla gravità delle due caratteristiche principali, una delle quali è la differenza di pressione tra l'aorta e il ventricolo cardiaco, la seconda è l'area dell'orifizio della valvola.

Allo stesso tempo, c'è la seguente relazione: la clinica è espressa più luminosa e la terapia è tanto più difficile quanto maggiore è il restringimento dell'aorta.

Lieve (1 °) grado di stenosi aortica

La stenosi aortica di 1 ° grado è essenzialmente la più piccola tra tutte le possibili varianti del decorso di una determinata condizione patologica e sicuramente ha il risultato più favorevole.

Questo tipo di malattia può essere discusso quando il gradiente di pressione non supera 10-35 mm Hg. Art., E l'area del foro, la valvola aortica è da 1,6 a 1,2 cm& # 178; (considerando che il valore normale è 2,5-3,5 cm& # 178;).

In termini semplici, si tratta di una lieve stenosi aortica, che si verifica per lo più senza la presenza di alcuna manifestazione clinica. Con questo grado, il paziente non è segnato nemmeno malessere.

Tutto ciò spiega il fatto che tali casi sono quasi sempre rilevati completamente per caso. Per rilevare la malattia di questo tipo è possibile solo con un'attenta auscultazione del cuore, che consente di fissare la presenza di specifici rumori.

In questa situazione non è generalmente richiesta alcuna terapia specifica. Se il medico prescrive determinati farmaci, è solo per motivi profilattici o per il trattamento della malattia che ha causato la stenosi.

Moderato (2 °) grado di stenosi aortica

La stenosi aortica di 2 gradi in contrasto con quella precedente non può essere definita asintomatica. Dimensione del foro da 1,2 a 0,75 cm&n. 178: la differenza di pressione è già 36-65 mm Hg. Art. Su uno sfondo simile, alcuni segni che attirano l'attenzione su di sé e caratterizzano la patologia in esame non possono che svilupparsi.

Nella pratica clinica, questo grado di malattia è anche comunemente indicato come stenosi aortica moderata. Inoltre, sulla base delle manifestazioni della malattia, i medici spesso chiamano questa condizione insufficienza cardiaca latente.

Tra i segni che compaiono in un paziente affetto da questo tipo di stenosi, si può notare la sensazione di affaticamento, che a volte accade sullo sfondo di lievi capogiri. Spesso inoltre, la dispnea è associata a questo.

Se un paziente ha questo tipo di patologia come la stenosi aortica moderata, di solito è possibile diagnosticare la malattia mediante elettrocardiografia o esame a raggi X, durante il quale si possono registrare i cambiamenti dolorosi caratteristici. Identificati con l'aiuto di questi studi, i dati possono essere la base per il trattamento chirurgico.

Grave (3 °) grado di stenosi della valvola aortica

In questo caso, quando il paziente ha un posto per restringere il foro della valvola ad un valore inferiore a 0,74 cm& # 178; e allo stesso tempo la differenza di pressione prima della valvola e dopo che raggiunge più di 65 mm Hg. Art. È consuetudine parlare del 3 ° grado di stenosi aortica.

Una caratteristica distintiva della condizione patologica considerata sarà abbastanza brillante rispetto alle forme precedenti di sintomi clinici. L'attuale mancanza di respiro è aggravata e spesso porta a uno stato pre-inconscio, o persino a una perdita di coscienza a breve termine. La sensazione di malattia è in aumento. Aumentando l'intensità delle vertigini.

È con questo grado di malattia che i sintomi della stenosi aortica nei pazienti sono integrati dall'insorgenza di attacchi di angina. Quest'ultimo si sviluppa a causa di insufficiente apporto di sangue alle navi che alimentano i muscoli del cuore.

Il punto importante in questo caso è che le arterie del cuore sono completamente passabili. In altre parole, la causa dell'angina sviluppata non è nell'aterosclerosi.

Il decorso della malattia nella forma del terzo grado è una situazione molto grave, che nell'ambiente medico viene definita stenosi aortica grave. Eseguirlo può entrare in una situazione in cui l'unione di gravi complicazioni porta alla morte.

Grave stenosi aortica con insufficienza cardiaca

Oltre ai suddetti gradi di gravità della condizione patologica considerata nella medicina clinica, ci sono concetti su altre fasi di questa malattia.

In particolare, se, per qualsiasi motivo, nella terza fase della malattia indicata, non sono state prese le misure appropriate per combatterlo, la malattia inizia a progredire e non a un ritmo lento. Di conseguenza, il paziente sviluppa grave insufficienza cardiaca con stenosi aortica.

La sintomatologia della patologia in questa fase è generalmente la stessa della precedente, ma con una peculiarità: dispnea grave, che si manifesta anche con un leggero sforzo fisico, in questo caso anche gli attacchi di soffocamento che si verificano con una certa periodicità, soprattutto di notte.

Inoltre, i processi patologici dell'apparato cardiaco comportano lo sviluppo di disturbi nel normale funzionamento di altri sistemi e organi.

Un paziente con una diagnosi di stenosi aortica pronunciata lamenta sonnolenza, riduzione della pressione e disagio (fino al dolore) nel torace. Il dolore si verifica anche nella regione di prefinitura corretta, causata da una ridotta circolazione epatica.

Farmaci prescritti dal medico curante per un tale decorso della malattia, in grado di alleviare significativamente le condizioni generali. Ma l'assistenza chirurgica ai pazienti in questo caso è controindicata, anche se a volte deve ancora essere utilizzata.

Stenosi della valvola aortica critica con sindrome edematosa

Nella pratica medica, anche la stenosi aortica critica è isolata. In realtà, questa è la fase terminale della malattia in esame. La terapia farmacologica non ha alcun effetto. Con esso, è possibile ottenere solo piccoli miglioramenti per un breve periodo.

Tra le manifestazioni esistenti del paziente appare la sindrome edematosa. La condizione generale è estremamente seria. Il trattamento chirurgico è assolutamente controindicato in considerazione dell'elevata probabilità di morte durante la sua attuazione.

Tutte le misure terapeutiche adottate nelle fasi precedenti sono progettate per prevenire lo sviluppo di stenosi aortica critica.

Sintomi di stenosis di valvola aortica: un quadro clinico

Nella fase iniziale, la malattia descritta è quasi sempre asintomatica. Le prime manifestazioni minori di patologia si verificano quando il secondo grado di malattia.

Un vivido quadro clinico si sviluppa dal momento in cui il restringimento dell'apertura della valvola aortica acquisisce un terzo grado di gravità.

I sintomi oggettivi della stenosi della valvola aortica sono rilevati da un medico durante l'esame.

Includono il pallore della pelle, che è il risultato di uno spasmo dei capillari, dovuto al flusso sanguigno insufficiente a loro. Il polso, di regola, è lento, spartano e ha un riempimento insufficiente.

Sentendo il petto, puoi notare il suo tremore. Sorge a causa della turbolenza del sangue che si crea quando passa dal cuore all'aorta attraverso l'apertura ristretta.

Inoltre, la stenosi della valvola aortica è caratterizzata dalla comparsa di sintomi come il rumore cardiaco e più silenziosi rispetto alle persone sane, il suono della chiusura delle cuspidi della valvola aortica. Quando viene toccata l'area cardiaca, di solito è impossibile determinarne l'aumento, anche se in realtà la parete ventricolare sinistra si ispessisce. Nei polmoni si sentono rantoli umidi.

Diagnosi di stenosi aortica

La diagnosi di stenosi aortica può essere fatta sulla base dei sintomi della malattia, così come i dati dall'esame strumentale.

L'ECG è invariato o mostra un aumento del cuore sinistro, aritmie e conduzione.

Un aumento delle dimensioni del ventricolo sinistro e dell'atrio è confermato su un ecocardiogramma, che consente anche di determinare l'ispessimento delle cuspidi valvolari e il restringimento dell'apertura aortica.

È noto che la stenosi aortica del cuore è caratterizzata dalla differenza di pressione prima e dopo la valvola aortica, che è determinata dalla scansione Doppler. Sulla radiografia del torace, ci sono segni di ristagno nei polmoni, calcificazione dell'orifizio aortico e espansione di quest'ultimo sopra il sito di stenosi.

Inoltre, l'angiografia coronarica e la cateterizzazione cardiaca possono essere eseguite per la diagnosi.

Trattamento della stenosi aortica nei bambini e negli adulti

Nei pazienti con stenosi aortica, il trattamento è suddiviso in farmaci e chirurgia. Questo vale sia per bambini che per adulti.

Il primo è l'assunzione di farmaci di vari gruppi al fine di alleviare la condizione. In particolare, per accelerare l'escrezione di acqua e ridurre il carico sul cuore, il medico può prescrivere diuretici. E per alleviare il dolore al cuore - nitroglicerina o altri vasodilatatori.

Per migliorare le prestazioni del cuore, viene prescritta la dopamina o la dobutamina. Al fine di prevenire l'endocardite infettiva, al paziente vengono somministrati antibiotici.

Tuttavia, nel caso della stenosi valvolare aortica, il trattamento viene eseguito meglio mediante intervento chirurgico. Questo è il modo più efficace per affrontare il disturbo. Tuttavia, tale trattamento è necessario fino all'insorgenza di insufficienza ventricolare sinistra. Altrimenti, il rischio di complicanze operative si moltiplica.

Sulla base di considerazioni simili, i medici operano sulla stenosi valvolare aortica nei bambini, anche nei primi mesi di vita, se hanno un restringimento del 3 ° grado. Con una stenosi insignificante, l'assistenza chirurgica viene ritardata fino all'età di 18 anni con una visita annuale obbligatoria a un cardiologo al fine di determinare in tempo il deterioramento e prevenire la progressione della patologia e / o l'aggiunta di complicanze.

L'essenza delle operazioni per l'eliminazione della stenosi è ridotta a protesi o alla plastica della valvola aortica con dissezione delle sue parti impiombate.

Trattamento chirurgico della stenosi mitralica aortica

Il trattamento con stenosi mitralica aortica non è fondamentalmente diverso da un'aorta isolata. Cioè, il metodo predominante è anche chirurgico. In questo caso, viene eseguita la commissurotomia mitralico-aortica, ma la dissezione di una sola valvola non è efficace, poiché pur mantenendo il carico sul ventricolo sinistro.

Il tipo specifico di intervento è determinato dal medico e individualmente sulla base dell'età e dello stato di salute del paziente.

Diagnosi della prognosi della "stenosi aortica"

Con la stenosi della valvola aortica, la prognosi è abbastanza grave da ignorare questa malattia. Quando combinato con una malattia con altri difetti cardiaci, la prognosi è più sfavorevole rispetto a un decorso isolato della malattia (un esempio di tale combinazione è la stenosi aortica mitralica).

È necessario capire che dall'esordio del quadro clinico sviluppato di questa condizione patologica, l'aspettativa di vita media senza misure terapeutiche è di 5 anni. Pertanto, una visita dal medico è meglio non posticipare.

Nei pazienti con stenosi aortica, la prognosi è significativamente migliorata dopo un intervento chirurgico di successo. In questo caso, l'aspettativa di vita è aumentata di dozzine di anni, in più c'è l'opportunità di condurre una normale vita lavorativa e quotidiana.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Cosa fare quando il sangue è troppo spesso

Il sangue è un ambiente biologico che fornisce vita umana. Grazie al lavoro del sistema cardiovascolare, fornisce ai tessuti nutrienti essenziali e ossigeno per la normale divisione e crescita cellulare.

6.9.4. Aneurismi del tronco celiaco

Gli aneurismi del tronco celiaco sono una lesione rara e costituiscono il 4% di tutti gli aneurismi dell'arteria viscerale. La letteratura descrive solo 108 casi di aneurismi di questa localizzazione.

Perché i neutrofili sono elevati in un adulto, cosa significa?

I neutrofili sono la parte più numerosa dei globuli bianchi, il cui compito è quello di proteggere il corpo umano da una varietà di infezioni.

Cause di lividi da toccare

Ematoma, emorragia, petecchie sono termini che si riferiscono all'emorragia sottocutanea. Nella vita di tutti i giorni, queste manifestazioni sono chiamate lividi.Il motivo è la rottura delle pareti dei piccoli vasi sanguigni (capillari), il sangue viene versato all'interno del sito della lesione e diventa blu o viola scuro.

Perché la creatinina ematica è elevata, cosa significa?

La creatinina è un prodotto della reazione di creatina-fosfato. Questa sostanza è coinvolta nel metabolismo energetico dei tessuti formati nei muscoli e parzialmente rilasciati nel sistema circolatorio.

Perché i basofili sono elevati nel sangue, cosa significa?

Il più piccolo gruppo di leucociti sono basofili che svolgono molte funzioni nel corpo umano.In particolare, non solo mantengono il flusso sanguigno nei piccoli vasi e forniscono il percorso di migrazione ad altri leucociti nel tessuto, ma influenzano anche in modo efficace la crescita di nuovi capillari.