Un difetto o una violazione della struttura anatomica del cuore porta inevitabilmente al deterioramento del funzionamento dell'intero organismo.

Soprattutto, se questo difetto interferisce con la normale attività dell'arteria più grande del sistema circolatorio - l'aorta, che fornisce sangue a tutti gli organi e sistemi interni. È una stenosi della valvola aortica o stenosi aortica.

Descrizione della malattia

La stenosi aortica è un cambiamento nella struttura della valvola aortica in modo tale da interrompere la normale conduttività del sangue dal cuore all'aorta. Di conseguenza, il flusso sanguigno della maggior parte degli organi interni e dei sistemi del corpo umano, "connesso" a un ampio cerchio di circolazione sanguigna, si sta deteriorando.

Ogni persona sana ha una valvola tricuspide sul bordo del ventricolo sinistro del cuore e l'aorta che inizia da esso - una sorta di "porta" che consente al sangue di passare dal cuore alla nave e non lo rilascia indietro. Grazie a questa valvola, che, quando è completamente aperta, è larga almeno 3 cm, il sangue si sposta dal cuore agli organi interni in una sola direzione.

Per varie ragioni, questa valvola potrebbe non aprirsi completamente, la sua apertura si riempie di tessuto connettivo e si restringe. Di conseguenza, il rilascio di sangue dal cuore nell'aorta diminuisce e il sangue che non viene pompato attraverso i vasi ristagna nel ventricolo sinistro, che gradualmente porta al suo aumento e allo stretching.

Il cuore umano, quindi, inizia a lavorare in modo anormale, è aggravato dalla stagnazione - tutto ciò ha un impatto negativo sulla salute in generale.

Cause e fattori di rischio

La malattia può essere congenita e acquisita. La forma acquisita della malattia si sviluppa per vari motivi. I classici provocatori di questa malattia sono:

  • lesione organica dei lembi valvolari a causa di malattie reumatiche - 13-15% dei casi;
  • aterosclerosi - 25%;
  • calcificazione della valvola aortica - 2%;
  • infiammazione infettiva del rivestimento interno del cuore o endocardite - 1,2%.

Come risultato di tutti questi effetti patologici, c'è una violazione della mobilità dei lembi valvolari: sono uniti insieme, ricoperti di tessuto cicatriziale connettivo, calcinati e non più completamente aperti. Quindi c'è un restringimento graduale dell'orifizio aortico.

Oltre ai suddetti motivi, esistono fattori di rischio, la cui storia aumenta significativamente la probabilità di stenosi aortica nell'uomo:

  • predisposizione genetica a questo vizio;
  • patologia ereditaria del gene dell'elastina;
  • diabete mellito;
  • insufficienza renale;
  • colesterolo alto;
  • il fumo;
  • ipertensione.

Classificazione e stage

  • Nel sito di localizzazione della costrizione: sopravvalente, subvalvolare e valvolare.
  • Secondo il grado di restringimento:

Stenosi della valvola aortica: come e perché si verifica, sintomi, come trattare

Da questo articolo imparerai: cos'è la stenosi aortica, quali sono i meccanismi del suo sviluppo e le cause del suo aspetto. Sintomi e trattamento della malattia.

La stenosi aortica è una costrizione patologica di un grande vaso coronarico, attraverso il quale il sangue dal ventricolo sinistro entra nel sistema vascolare (la grande circolazione).

Cosa succede nella patologia? Per vari motivi (malformazioni congenite, reumatismi, calcificazioni), il lume dell'aorta si restringe all'uscita del ventricolo (nell'area della valvola) e rende difficile il flusso di sangue nel sistema vascolare. Di conseguenza, la pressione nella camera del ventricolo aumenta, il volume di espulsione del sangue diminuisce e nel tempo si manifestano vari segni di insufficiente apporto di sangue agli organi (affaticamento rapido, debolezza).

La malattia è stata completamente asintomatica per un lungo periodo (decenni) e si manifesta solo dopo un restringimento del lume del vaso di oltre il 50%. La comparsa di segni di insufficienza cardiaca, angina pectoris (un tipo di malattia coronarica) e svenimento peggiora notevolmente la prognosi del paziente (l'aspettativa di vita è ridotta a 2 anni).

La patologia è pericolosa a causa delle sue complicanze: la stenosi progressiva a lungo termine porta ad un aumento irreversibile della camera (dilatazione) del ventricolo sinistro. I pazienti con sintomi gravi (dopo un restringimento del lume del vaso di oltre il 50%) sviluppano asma cardiaco, edema polmonare, infarto miocardico acuto, morte cardiaca improvvisa senza evidenti segni di stenosi (18%), raramente - fibrillazione ventricolare, equivalente all'arresto cardiaco.

Per curare la stenosi aortica è completamente impossibile. I metodi di trattamento chirurgico (protesi valvolari, dilatazione del lume mediante dilatazione del palloncino) sono indicati dopo la comparsa dei primi segni di contrazione aortica (mancanza di respiro con sforzo moderato, capogiri). Nella maggior parte dei casi, è possibile migliorare significativamente la prognosi (più di 10 anni per il 70% del funzionamento). L'osservazione clinica viene eseguita in ogni fase della vita.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Il cardiologo cura i pazienti con stenosi aortica, i cardiochirurghi eseguono la correzione chirurgica.

L'essenza della stenosi aortica

L'anello debole della grande circolazione (sangue dal ventricolo sinistro attraverso l'aorta entra in tutti gli organi) è una valvola aortica tricuspide alla bocca della nave. Rivelando, passa porzioni di sangue nel sistema vascolare, che il ventricolo spinge durante la contrazione e, chiudendo, impedisce loro di tornare indietro. È in questo luogo che compaiono cambiamenti caratteristici nelle pareti vascolari.

In patologia, la foglia e il tessuto dell'aorta subiscono vari cambiamenti. Questi possono essere cicatrici, aderenze, aderenze del tessuto connettivo, depositi di sale di calcio (indurimento), placche aterosclerotiche, malformazioni congenite della valvola.

A causa di tali cambiamenti:

  • il lume della nave si restringe gradualmente;
  • le pareti delle valvole diventano anelastiche, dense;
  • insufficientemente aperto e chiuso;
  • la pressione sanguigna nel ventricolo aumenta, causando ipertrofia (ispessimento dello strato muscolare) e dilatazione (aumento del volume).

Di conseguenza, si sviluppa una mancanza di afflusso di sangue a tutti gli organi e i tessuti.

La stenosi aortica può essere:

  1. Over valvola (dal 6 al 10%).
  2. Subvalvolare (dal 20 al 30%).
  3. Valvola (dal 60%).

Tutte e tre le forme possono essere congenite, acquisite - solo valvole. E poiché la forma della valvola è più comune, quindi, parlando di stenosi aortica, di solito è questa forma di malattia.

La patologia molto raramente (nel 2%) appare come indipendente, il più delle volte è combinata con altre malformazioni (valvola mitralica) e malattie del sistema cardiovascolare (cardiopatia coronarica).

Stenosi aortica

La stenosi aortica è un restringimento dell'orifizio aortico nell'area della valvola, che ostacola il deflusso di sangue dal ventricolo sinistro. La stenosi aortica nella fase di scompenso si manifesta con vertigini, svenimento, affaticamento, mancanza di respiro, attacchi di angina pectoris e soffocamento. Nel processo di diagnosi di stenosi aortica, ECG, ecocardiografia, radiografia, ventricolografia, aortografia, cateterizzazione cardiaca sono presi in considerazione. Nella stenosi aortica si ricorre alla valvuloplastica con palloncino e alla sostituzione della valvola aortica; le possibilità di trattamento conservativo per questo difetto sono molto limitate.

Stenosi aortica

La stenosi aortica o la stenosi dell'orifizio aortico sono caratterizzate da un restringimento del tratto di efflusso nell'area della valvola semilunare aortica, che rende difficile lo svuotamento sistolico del ventricolo sinistro e il gradiente di pressione tra la sua camera e l'aorta aumenta bruscamente. La proporzione di stenosi aortica nella struttura di altri difetti cardiaci rappresenta il 20-25%. La stenosi aortica è 3-4 volte più frequente negli uomini che nelle donne. La stenosi aortica isolata in cardiologia è rara - nell'1,5-2% dei casi; nella maggior parte dei casi, questo difetto è combinato con altri difetti valvolari: stenosi mitralica, insufficienza aortica, ecc.

Classificazione della stenosi aortica

Per origine distinguere la congenita (3-5,5%) e la stenosi acquisita della bocca aortica. Data la localizzazione del restringimento patologico, la stenosi aortica può essere sottovalvolare (25-30%), sopravalvolare (6-10%) e valvola (circa il 60%).

La gravità della stenosi aortica è determinata dal gradiente di pressione sistolica tra l'aorta e il ventricolo sinistro, nonché dall'area dell'apertura della valvola. Con una stenosi aortica minore di grado I, l'area dell'orifizio va da 1,6 a 1,2 cm² (con una frequenza di 2,5-3,5 cm²); il gradiente di pressione sistolica è compreso tra 10 e 35 mm Hg. Art. La stenosi aortica moderata dell'II grado è indicata quando l'area del foro della valvola è compresa tra 1,2 e 0,75 cm² e il gradiente di pressione è 36-65 mmHg. Art. Una severa stenosi aortica dell'III grado si osserva quando l'area dell'apertura della valvola è inferiore a 0,74 cm² e il gradiente di pressione sale a 65 mm Hg. Art.

A seconda del grado di disturbi emodinamici, la stenosi aortica può verificarsi in una variante clinica compensata o scompensata (critica) e pertanto si possono distinguere 5 stadi.

Fase I (compensazione completa). La stenosi aortica può essere rilevata solo auscultatoria, il grado di restringimento della bocca aortica è trascurabile. I pazienti hanno bisogno di un monitoraggio dinamico da parte di un cardiologo; il trattamento chirurgico non è indicato.

Stadio II (insufficienza cardiaca latente). Ci sono lamentele di affaticamento, mancanza di respiro con uno sforzo moderato, vertigini. I segni di stenosi aortica sono determinati in base all'ECG e ai raggi X, un gradiente di pressione compreso tra 36 e 65 mm Hg. Art., Che serve come indicazione per la correzione chirurgica del difetto.

Stadio III (insufficienza coronarica relativa). In genere aumento della mancanza di respiro, il verificarsi di angina, svenimento. Il gradiente di pressione sistolica supera 65 mm Hg. Art. Il trattamento chirurgico della stenosi aortica in questa fase è possibile e necessario.

Stadio IV (insufficienza cardiaca grave). Disturbato da mancanza di respiro a riposo, attacchi notturni di asma cardiaco. La correzione chirurgica del difetto nella maggior parte dei casi è già esclusa; in alcuni pazienti, la chirurgia cardiaca è potenzialmente possibile, ma con meno effetto.

Stadio V (terminale). L'insufficienza cardiaca sta progredendo costantemente, la mancanza di respiro e la sindrome edematosa sono pronunciate. Il trattamento farmacologico può ottenere solo miglioramenti a breve termine; la correzione chirurgica della stenosi aortica è controindicata.

Cause della stenosi aortica

La stenosi aortica acquisita è più spesso causata da lesioni reumatiche delle cuspidi valvolari. In questo caso, le alette della valvola si deformano, si congiungono, diventano dense e rigide, portando a un restringimento dell'anello della valvola. Le cause della stenosi acquisita dell'orifizio aortico possono essere anche aterosclerosi aortica, calcificazione della valvola aortica, endocardite infettiva, malattia di Paget, lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide e insufficienza renale allo stadio terminale.

La stenosi aortica congenita si verifica con restringimento congenito delle anomalie aortiche o dello sviluppo, la valvola aortica bicuspide. La malattia congenita della valvola aortica di solito si verifica prima dei 30 anni; acquisito - in età avanzata (di solito dopo 60 anni). Accelerare la formazione di stenosi aortica, fumo, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa.

Disturbi emodinamici nella stenosi aortica

Nella stenosi aortica si sviluppano disordini emodinamici gravi intracardiaci e generali. Ciò è dovuto alla difficoltà di svuotare la cavità del ventricolo sinistro, a causa della quale vi è un aumento significativo del gradiente di pressione sistolica tra il ventricolo sinistro e l'aorta, che può raggiungere da 20 a 100 mm mm o più. Art.

Il funzionamento del ventricolo sinistro in condizioni di carico aumentato è accompagnato dalla sua ipertrofia, il cui grado, a sua volta, dipende dalla gravità del restringimento dell'orifizio aortico e dalla durata del difetto. L'ipertrofia compensatoria garantisce una conservazione a lungo termine della normale gittata cardiaca, che ostacola lo sviluppo di scompenso cardiaco.

Tuttavia, nella stenosi aortica, una violazione della perfusione coronarica si verifica abbastanza presto, associata ad un aumento della pressione diastolica terminale nel ventricolo sinistro e alla compressione dei vasi subendocardici da parte del miocardio ipertrofico. Questo è il motivo per cui nei pazienti con stenosi aortica, i segni di insufficienza coronarica appaiono molto prima dell'insorgenza di scompenso cardiaco.

Quando la capacità contrattile del ventricolo sinistro ipertrofico diminuisce, l'entità del volume dell'ictus e della frazione di eiezione diminuisce, che è accompagnata da dilatazione del ventricolo sinistro miogenico, aumento della pressione diastolica e sviluppo della disfunzione sistolica ventricolare sinistra. In questo contesto, la pressione aumenta nell'atrio sinistro e nella circolazione polmonare, cioè si sviluppa l'ipertensione arteriosa polmonare. Allo stesso tempo, il quadro clinico della stenosi aortica può essere aggravato dall'insufficienza relativa della valvola mitrale ("mitralizzazione" del difetto aortico). L'alta pressione nel sistema dell'arteria polmonare porta naturalmente all'ipertrofia compensatoria del ventricolo destro e quindi all'insufficienza cardiaca totale.

I sintomi della stenosi aortica

Nella fase di completa compensazione della stenosi aortica, i pazienti non sentono un notevole disagio per un lungo periodo di tempo. Le prime manifestazioni sono associate a un restringimento della bocca dell'aorta a circa il 50% del suo lume e sono caratterizzate da mancanza di respiro durante lo sforzo fisico, affaticamento, debolezza muscolare, sensazione di palpitazioni.

Nella fase di insufficienza coronarica, vertigini, svenimento con un rapido cambiamento nella posizione del corpo, attacchi di angina pectoris, parossistica (notte) mancanza di respiro, nei casi gravi - attacchi di asma cardiaco ed edema polmonare si uniscono. Combinazione prognosticamente sfavorevole di angina con stati sincopali, e in particolare - l'accesso di asma cardiaco.

Con lo sviluppo di insufficienza ventricolare destra, edema, si nota una sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro. La morte cardiaca improvvisa nella stenosi aortica si verifica nel 5-10% dei casi, principalmente nelle persone anziane con grave restringimento dell'orifizio valvolare. Le complicanze della stenosi aortica possono essere l'endocardite infettiva, i disturbi della circolazione cerebrale ischemica, le aritmie, il blocco AV, l'infarto miocardico, il sanguinamento gastrointestinale dal tratto digestivo inferiore.

Diagnosi di stenosi aortica

L'aspetto di un paziente con stenosi aortica è caratterizzato da pallore della pelle ("pallore aortico"), dovuto alla tendenza a reazioni vasocostrittrici periferiche; nelle fasi avanzate può verificarsi acrocianosi. L'edema periferico è rilevato nella stenosi aortica grave. Quando la percussione è determinata dall'espansione dei bordi del cuore verso sinistra e verso il basso; palpazione c'è uno spostamento dell'impulso apicale, tremore sistolico nella fossa giugulare.

I segni auscultativi della stenosi aortica sono un soffio sistolico grave sopra l'aorta e sopra la valvola mitrale, attenuazione dei toni I e II sull'aorta. Questi cambiamenti sono anche registrati durante la fonocardiografia. Secondo l'ECG, vengono determinati i segni di ipertrofia ventricolare sinistra, aritmie e talvolta blocchi.

Nel periodo di scompenso delle radiografie, l'espansione dell'ombra ventricolare sinistra è rivelata nella forma di allungamento dell'arco del contorno sinistro del cuore, la caratteristica configurazione aortica del cuore, la dilatazione poststenotica dell'aorta, i segni di ipertensione polmonare. L'ecocardiografia è determinata dall'ispessimento delle valvole valvolari aortiche, limitando l'ampiezza del movimento dei lembi valvolari nella sistole, ipertrofia delle pareti del ventricolo sinistro.

Per misurare il gradiente di pressione tra il ventricolo sinistro e l'aorta, vengono rilevate le cavità cardiache, che consentono di giudicare indirettamente il grado di stenosi aortica. La ventricolografia è necessaria per rilevare un'insufficienza mitralica concomitante. Aortografia e angiografia coronarica sono utilizzate per la diagnosi differenziale della stenosi aortica con aneurisma dell'aorta ascendente e malattia coronarica.

Trattamento della stenosi aortica

Tutti i pazienti, incl. con stenosi aortica asintomatica, completamente compensata, deve essere attentamente monitorata da un cardiologo. Si raccomanda di avere un'ecocardiografia ogni 6-12 mesi. Al fine di prevenire l'endocardite infettiva, questo contingente di pazienti richiede antibiotici preventivi prima del trattamento dentale (trattamento della carie, estrazione del dente, ecc.) E altre procedure invasive. Il trattamento della gravidanza nelle donne con stenosi aortica richiede un attento monitoraggio dei parametri emodinamici. Un'indicazione per la cessazione della gravidanza è un grave grado di stenosi aortica o un aumento dei segni di insufficienza cardiaca.

La terapia farmacologica per la stenosi aortica ha lo scopo di eliminare le aritmie, prevenire la malattia coronarica, normalizzare la pressione sanguigna, rallentando la progressione dello scompenso cardiaco.

La correzione chirurgica radicale di stenosis aortico è mostrata alle prime manifestazioni cliniche del difetto - l'apparizione di mancanza di respiro, dolore anginal, condizioni di sinkopalny. A tale scopo può essere utilizzata la valvuloplastica con palloncino - dilatazione del palloncino endovascolare della stenosi aortica. Tuttavia, questa procedura è spesso inefficace ed è accompagnata da una successiva stenosi ricorrente. Per i cambiamenti non grossi nelle cuspidi della valvola aortica (più spesso nei bambini con difetti congeniti), viene utilizzata la riparazione chirurgica della valvola aortica aperta (valvuloplastica). Nella chirurgia cardiaca pediatrica, l'operazione di Ross viene spesso eseguita, coinvolgendo il trapianto di una valvola polmonare nella posizione aortica.

Con le indicazioni appropriate fatto ricorso al nadklapannogo di plastica o alla stenosi aortica sottovalvolare. Il principale metodo di trattamento della stenosi aortica oggi è la valvola aortica protesica, in cui la valvola interessata viene completamente rimossa e sostituita con una bioprotesi analogica o xenogena meccanica. I pazienti con una valvola artificiale richiedono l'assunzione per tutta la vita di anticoagulanti. Negli ultimi anni, è stata praticata la sostituzione della valvola aortica percutanea.

Prognosi e prevenzione della stenosi aortica

La stenosi aortica può essere asintomatica per molti anni. L'aspetto dei sintomi clinici aumenta significativamente il rischio di complicanze e mortalità.

I principali sintomi prognosticamente significativi sono angina, svenimento, insufficienza ventricolare sinistra: in questo caso, l'aspettativa di vita media non supera i 2-5 anni. Con il trattamento chirurgico tempestivo della stenosi aortica, la sopravvivenza a 5 anni è di circa l'85%, a 10 anni - circa il 70%.

Le misure per prevenire la stenosi aortica sono ridotte alla prevenzione di reumatismi, aterosclerosi, endocardite infettiva e altri fattori che contribuiscono. I pazienti con stenosi aortica sono soggetti ad esame clinico e osservazione di un cardiologo e di un reumatologo.

La stenosi aortica è una malattia grave che richiede una diagnosi rapida e misure di trattamento.

La patologia del sistema cardiaco, espressa in un restringimento significativo dell'aorta, passando nell'area della valvola, richiede una diagnosi rapida e un trattamento appropriato, che si applica ugualmente alla stenosi della valvola tricuspide e all'arteria polmonare e alla stenosi aortica.

La stenosi aortica si manifesta nel peggioramento della respirazione anche con un leggero sforzo fisico, stress emotivo e anche sotto forma di mancanza di respiro, vertigini e nausea.

Caratteristiche della malattia

Flusso sanguigno alterato, che si manifesta nel ventricolo sinistro, aumenta il carico su di esso e si manifesta come una difficoltà nello svuotamento sistolico della metà sinistra del cuore. Questa malattia rappresenta il 25% del numero totale di casi di difetti cardiaci. Negli uomini, questa patologia è più comune.

La stenosi della valvola aortica può essere diagnosticata negli adulti così come nei bambini, così come nei neonati. Tuttavia, le manifestazioni per tutte le fasce di età sono per molti aspetti simili, il che consente anche a manifestazioni soggettive di diagnosticare precocemente disturbi nel lavoro del sistema cardiaco. Ma dal momento che la stenosi aortica richiede un diverso metodo di trattamento rispetto ad altre patologie del sistema cardiaco, è necessario condurre uno studio più dettagliato dopo la diagnosi preliminare.

Nel seguente video, un famoso medico parlerà delle caratteristiche della stenosi aortica nei bambini e negli adulti:

Negli adulti

La comparsa di mancanza di respiro e stanchezza durante lo sforzo fisico, vertigini, che possono verificarsi fino a svenire, sono tutte manifestazioni dello stato in questione. Anche una perdita di coscienza a breve termine sullo sfondo di un'attività ridotta e un alto grado di fatica fisica dovrebbero essere considerati un motivo sufficiente per consultare un medico per condurre un esame per anomalie nel lavoro del sistema cardiaco.

Stenosi aortica critica

Nei bambini

I bambini con disturbi del sistema cardiaco possono anche sentire una mancanza d'aria, avere la pelle pallida, evitare lo sforzo fisico e mostrare un alto grado di affaticamento rapido. Il loro letargo è dovuto all'eccessivo stress del cuore, che porta all'impossibilità di occupare troppo lavoro.

La dispnea è possibile anche durante l'infanzia e questa dovrebbe essere considerata una seria manifestazione di questo tipo di insufficienza cardiaca - stenosi aortica.

neonati

La patologia in esame viene raramente diagnosticata nei neonati, poiché le sue manifestazioni a questa età sono quasi impercettibili. Questi includono i seguenti:

  • sbiancamento o pelle blu;
  • aritmia;
  • perdita di coscienza;
  • battito cardiaco irregolare.

Nei neonati, la morte improvvisa asintomatica si verifica più spesso a causa di questo difetto cardiaco.

Anche qui il fattore ereditario gioca un ruolo chiave, quindi, se c'è una famiglia di pazienti con questa malattia, è necessario essere particolarmente cauti e condurre il più presto possibile l'esame del bambino appena nato per rilevare anomalie cardiache.

Il grado di stenosi della valvola aortica

La classificazione della stenosi aortica si basa sulla comparsa della patologia: la stenosi congenita si verifica più spesso di quella acquisita - circa l'85% e il 15%, rispettivamente. Per il tipo di localizzazione della stenosi aortica, la malattia può anche essere classificata come segue:

  • vista sottovalvolare, che costituisce circa il 30% dei casi di questa condizione;
  • vista sopra la valvola - circa 6-11% dei casi;
  • valvola - 60%.

C'è anche una divisione della patologia in esame in cinque gradi, che sono divisi in base all'emodinamica del processo.

Schema di stenosi aortica

Primo stadio

Inoltre, si chiama piena compensazione. Nel primo stadio, la malattia non è molto pronunciata, il restringimento della bocca dell'aorta è trascurabile.

Questo grado di patologia influenza lo stato in misura limitata. Un cardiologo può essere raccomandato il monitoraggio regolare e gli esami appropriati, la chirurgia non è nominata.

Secondo stadio

Il secondo stadio ha anche il nome di scompenso cardiaco nascosto. In questa fase di sviluppo, la patologia presenta già alcune manifestazioni esterne sotto forma di mancanza di respiro e rapida affaticabilità e con poco sforzo. Rari svenimenti e vertigini.

L'esame viene effettuato per identificare i difetti nel lavoro del sistema cardiaco. Con l'aiuto dell'ECG e l'esame a raggi X, diventa possibile identificare la patologia in via di sviluppo. Trattamento - sotto forma di correzione chirurgica.

Terzo stadio

Con insufficienza coronarica relativa, le manifestazioni esterne sono già più pronunciate: mancanza di respiro, affaticamento, frequenza cardiaca della soia appaiono spesso, vertigini e perdita di coscienza sono anche possibili.

Dopo l'esame, si raccomanda un intervento chirurgico.

Quarta tappa

Con grave insufficienza cardiaca, la mancanza di respiro si verifica anche a riposo, l'esercizio non è più possibile. Aritmia e stenocardia sono quasi costanti, la perdita di coscienza è frequente.

Il trattamento chirurgico non è più raccomandato, il trattamento terapeutico di questo difetto del sistema cardiaco non porta risultati pronunciati.

Quinta tappa

Alla fase terminale, mancanza di respiro, interruzioni nel lavoro del cuore e vertigini sono quasi costanti. Il trattamento chirurgico sotto forma di intervento e correzione non è più possibile.

Quali sono le ragioni obiettive per lo sviluppo della stenosi aortica?

cause di

La stenosi aortica congenita è ereditata e la predisposizione genetica dovrebbe essere considerata la causa principale dello sviluppo di questo difetto cardiaco. La malattia viene solitamente diagnosticata fino a 30 anni.

La stenosi aortica acquisita può verificarsi per i seguenti motivi:

  • lesione reumatica della valvola cardiaca e delle sue valvole;
  • aterosclerosi dell'aorta;
  • lupus sistemico;
  • insufficienza renale nella fase terminale.

I fattori che stimolano l'aspetto di questa patologia sono il fumo, una quantità eccessiva di colesterolo nel sangue.

Maggiori informazioni sui sintomi della stenosi della valvola aortica.

sintomi

Poiché la malattia può progredire, e quindi è classificata secondo stadi di sviluppo, le sue manifestazioni possono variare considerevolmente in intensità. Tuttavia, sono approssimativamente simili nelle manifestazioni fisiche e possono manifestarsi nei bambini, nei neonati e negli adulti.

I sintomi che caratterizzano questa condizione patologica dell'aorta cardiaca sono i seguenti:

  • dispnea, che si manifesta a seconda dello stadio della malattia: nella fase iniziale, si manifesta esclusivamente con significativi sovraccarichi fisici o morali, e nelle fasi finali anche con calma;
  • angina e disturbi del ritmo cardiaco;
  • vertigini;
  • perdita di coscienza e svenimento;
  • rapida stanchezza fisica;
  • debolezza nei muscoli anche a riposo;
  • sentire palpitazioni troppo forti;
  • edema polmonare.

L'intensificazione graduale di queste manifestazioni indica lo sviluppo della patologia e richiede cure mediche immediate.

diagnostica

Grazie a misure diagnostiche tempestive, diventa possibile identificare il processo patologico di restringimento dell'aorta del cuore ed effettuare il trattamento necessario.

Le misure diagnostiche più efficaci e usate frequentemente includono quanto segue:

  • palpazione: questa misura consente di effettuare una diagnosi preliminare nell'identificazione del tremore cardiaco;
  • misurazione della pressione arteriosa e del polso;
  • auscultazione - con il suo aiuto diventa possibile identificare mormori sistolici nel cuore;
  • Un ECG fornisce il rilevamento di un cambiamento nelle dimensioni del ventricolo sinistro;
  • La radiografia fornisce una diagnosi dei cambiamenti nelle dimensioni del cuore e una violazione delle dimensioni del lume dell'aorta cardiaca;
  • Con l'aiuto dell'ecocardiografia, è possibile vedere l'ispessimento e l'ispessimento delle pareti delle cuspidi dei ventricoli sinistro e destro.

Grazie alla diagnosi precoce, diventa possibile ottenere un trattamento efficace e una diagnosi positiva del tasso di sopravvivenza del paziente. E ora impariamo le basi del trattamento della stenosi aortica e la possibilità della sua implementazione senza chirurgia.

trattamento

Questa patologia del sistema cardiaco viene trattata principalmente mediante intervento chirurgico, il trattamento terapeutico è prescritto da un medico solo nella prima fase del processo patologico. Visite regolari a un cardiologo vedranno le dinamiche della malattia.

terapeutico

Il trattamento conservativo della stenosi aortica comprende le seguenti misure terapeutiche:

  • stabilizzazione della pressione sanguigna;
  • rallentare il corso del processo patologico;
  • eliminazione dei disturbi del ritmo cardiaco e delle aritmie.

Con questo tipo di trattamento, viene prestata particolare attenzione al ripristino del normale flusso sanguigno nell'area del cuore e alla neutralizzazione degli effetti negativi dell'aritmia.

medicazione

Quando viene rilevata una stenosi aortica, il medico prescrive farmaci come i diuretici, che accelerano la rimozione del fluido dal corpo e quindi riducono la pressione, e con lo sviluppo di aritmie cardiache, sono prescritti glicosidi cardiaci (ad es. Digossina).

Preparati di potassio sono anche volti a rimuovere il fluido in eccesso dal corpo.

Esecuzione di un'operazione

L'intervento chirurgico consente di eliminare questa patologia espandendo il restringimento dell'aorta cardiaca. Tuttavia, questo metodo di trattamento della patologia è accettabile solo nelle prime fasi della malattia.

L'operazione può comportare due opzioni per eseguire correzioni dei reparti cardiaci:

  1. Palloncino di plastica.
  2. Valvola protesica

L'operazione è nominata in tali casi quando il paziente non ha controindicazioni alla sua attuazione e non ci sono forti manifestazioni negative della patologia.

Le indicazioni per la chirurgia in presenza di stenosi aortica sono i seguenti stati:

  • funzione miocardica ad un livello soddisfacente;
  • aumento delle dimensioni del ventricolo sinistro;
  • un leggero eccesso di pressione sistolica.

La correzione della valvola del telaio del cuore sopporta un leggero danno: viene effettuata una separazione artificiale delle foglie della valvola giuntata.

Nel metodo endovascolare, il video qui sotto racconterà le caratteristiche del trattamento della stenosi aortica:

Prevenzione delle malattie

Poiché non esistono misure preventive per il danno congenito dell'aorta cardiaca, viene eseguito solo un intervento chirurgico per eliminare questo difetto cardiaco. Tuttavia, la malattia acquisita può essere evitata, e per questo è necessario prevenire lo sviluppo delle seguenti malattie che portano al verificarsi di questa patologia cardiaca:

  • aterosclerosi;
  • endocardite infettiva;
  • reumatismi.

Un consiglio adeguato sarà il trattamento completo dell'angina e una corretta alimentazione, prevenendo la formazione di placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni.

complicazioni

Con la rilevazione tardiva della stenosi aortica, la terribile malattia progredisce ulteriormente e, se non trattata, è probabile un esito fatale.

Il rafforzamento della mancanza di respiro e la completa incapacità anche a sforzi fisici minori, così come il progressivo restringimento del passaggio dell'aorta cardiaca, sono possibili conseguenze di un trattamento inadeguato della patologia.

prospettiva

L'individuazione tempestiva della patologia nelle fasi iniziali ha un tasso di sopravvivenza a 5 anni molto alto - circa l'85% e la previsione per i prossimi 10 anni è in questo caso del 70%.

Con frequenti svenimenti, angina grave e affaticamento, la prognosi può essere di soli 5-8 anni.

Informazioni ancora più utili sul problema della stenosi aortica contiene il seguente video con un presentatore ben noto:

Valvola stenosi dell'aorta: diagnosi, trattamento, raccomandazioni dei medici

La stenosi valvolare dell'aorta è il 3-6% di tutte le CHD, nella popolazione generale si osserva nello 0,4-2% delle persone, mentre negli uomini si verifica 4 volte più spesso rispetto alle donne. La valvola aortica bicuspide congenita è una delle anormalità cardiache più comuni. Questa anomalia di solito non viene diagnosticata nella prima infanzia e dal momento che il restringimento si sviluppa nel tempo, diventa clinicamente significativo negli adulti. A questa età, la deformità congenita della valvola è difficile da distinguere da quella acquisita, quindi la vera incidenza della stenosi congenita può essere significativamente sottostimata. Nel 20% dei casi, la stenosi valvolare dell'aorta è combinata con OAP e coartazione dell'aorta. La valvola a farfalla, anche se non è ristretta, è spesso combinata con la coartazione aortica.

anatomia

La stenosi della valvola è rappresentata da una valvola bicuspide, a foglia singola o a tre fogli. Il più spesso c'è una versione di bicuspidny con solderings spliced ​​e un buco eccentrico, meno spesso una valvola a forma di cupola di un foglio con un buco centrale o eccentrico nella forma di un punto esclamativo. La meno frequentemente osservata è la variante tricuspide, in cui tutte le commessure sono giuntate e l'apertura si trova al centro. Nell'infanzia, la stenosi aortica è più spesso rappresentata da una singola valvola con una commissura. Nonostante una commessura aperta, la presenza di due cicatrici indica che ci sono tre seni. La valvola aortica mono-commissura singola è spesso associata a ipoplasia o atresia della valvola mitrale, ipoplasia del ventricolo sinistro, fibroelastosi del miocardio ventricolare sinistro.

Una valvola acomissurale a foglia singola è una rara forma di patologia valvolare dell'aorta ed è più comunemente visibile nell'arteria polmonare. La displasia mixoide di tutte e tre le cuspidi separate è una forma ancora più rara di stenosi aortica.

L'anello valvolare aortico può essere sottosviluppato nei neonati e nei bambini piccoli e può essere combinato con una grave stenosi valvolare. Questa opzione è una forma transizionale nello spettro della sindrome dell'ipoplasia sinistra. Sotto l'influenza del flusso sanguigno, le valvole si addensano, diventano rigide e successivamente calcinate. La calcificazione della valvola secondaria è estremamente rara nei bambini. Nel restringimento grave si sviluppano ipertrofia ventricolare sinistra concentrica e dilatazione post-stenotica dell'aorta ascendente. La fibrosi miocardica si verifica nel subendocardico e in misura minore nello strato subepicardico.

Le terribili complicanze del decorso naturale della stenosi aortica sono la dilatazione, l'aneurisma, la dissezione o la rottura dell'aorta ascendente. Finora, la domanda rimane se la fragilità del muro dell'aorta ascendente è una conseguenza di un'anomalia funzionale della valvola aortica o una manifestazione di patologia vascolare generale. Abbott ha anche collegato la rottura aortica con la valvola aortica bicuspide. Erdheim poco dopo Abbott ha pubblicato due morti per rottura dell'aneurisma. Ha descritto i cambiamenti istologici introducendo il nuovo termine "cistomedionecrosi", sebbene in realtà questo termine non rifletta l'essenza dei cambiamenti morfologici, poiché non ci sono vere cisti o necrosi nella parete aortica, e un termine più appropriato è "degenerazione dei media". Questo quadro istologico della parete aortica è costantemente osservato nella sindrome di Marfan e nei pazienti con dissezione della parete dell'aorta ascendente nei difetti della valvola aortica. Cambiamenti simili sono stati osservati con dilatazione senile dell'aorta, aneurisma sezionato isolato, coartazione dell'aorta e persino in un'aorta normale come fenomeno correlato all'età. Recenti studi hanno trovato una degenerazione dello strato mediale delle grandi arterie in altri CHD - il gruppo di Fallot, la OSA, nel tronco polmonare con stenosi valvolare, il gruppo con poche valute di Fallot con sindrome della valvola assente, la sindrome da VSD ed Eisenmenger.

Si ritiene che la degenerazione dei media sia il risultato di un carico emodinamico costante, ma vi sono evidenze che i cambiamenti nello strato mediale possono essere congeniti, in quanto sono stati trovati in neonati di età inferiore a 24 ore Studi recenti sul ruolo dell'apoptosi come meccanismo responsabile dell'esaurimento delle cellule muscolari lisce, ha rivelato una massiccia apoptosi locale dello strato intermedio del muro dell'aorta allargata. Tuttavia, negli individui con un diametro normale dell'aorta e una valvola bicuspide, l'indice di apoptosi era significativamente più alto rispetto agli individui con una struttura valvolare tripla. Questo indica una connessione tra la patologia della valvola aortica congenita e la morte geneticamente programmata delle cellule muscolari lisce nel mezzo della parete aortica. Pertanto, il termine "dilatazione poststenotica" riflette una comprensione semplificata del meccanismo di questa caratteristica anatomica della stenosi aortica, soprattutto perché non vi è alcuna connessione tra l'ingrandimento aortico e la gravità della stenosi.

Embriologia e genetica

Nella quarta settimana di formazione dell'embrione, il tronco arterioso comune è diviso in due vasi principali attraverso la formazione di un setto interno a causa dell'invasione dell'endocardio lungo due solchi. La separazione avviene tra gli archi aortici IV e VI e continua verso il basso. La continuazione del canale aortico sono i vasi che provengono dagli archi aortici IV, e la continuazione del canale polmonare sono i vasi che provengono dalle archi aortiche VI. Questa divisione è formata con uno spostamento dei grandi vasi in relazione ai ventricoli in una spirale. Il ventricolo destro si collega con gli archi aortici VI, e la sinistra - con archi III e IV.

In uno stadio successivo di sviluppo dell'embrione dal lato della parete interna delle bocche dei vasi principali formati, si formano addensamenti, costituiti da pastiglie mesenchimali, da cui si formano quattro foglioline di valvole arteriose. Dopo aver diviso il bulbo in due tratti di efflusso, un paio di foglietti è ulteriormente diviso in due parti. Di conseguenza, vengono formate sei valvole valvolari, di cui tre porte formano una valvola dell'arteria polmonare e le altre tre formano una valvola aortica.

Allo stesso tempo, le valvole AV si stanno formando a causa dell'ispessimento del mesenchima. Disturbi dello sviluppo nella fase di formazione del setto del vaso principale comune portano alla nascita di un bambino con OSA, TMA parziale o completa, o fistola anormale tra l'aorta e il tronco dell'arteria polmonare.

Allo stato attuale, il meccanismo di stenosi congenita della valvola aortica rimane poco chiaro. Può essere formato come risultato dello sviluppo anormale dei processi mesenchimali che formano le valvole semilunari.

Numerosi studi hanno dimostrato la suscettibilità familiare alla malattia della valvola aortica, in particolare una valvola bicuspide. La stenosi aortica è combinata con sindromi genetiche. Nel 12-38% dei pazienti con sindrome di Turner, vi è una valvola aortica bicuspide in combinazione con altre malformazioni, come la coartazione dell'aorta e CHADLV. L'incidenza di una valvola bicuspide nella sindrome di Turner dipende dal cariotipo genetico. È significativamente più alta con 45 XO rispetto alla monosomia con mosaico X. In alcune malattie sistemiche, come la mucopolisaccaridosi e la progeria, vi è una maggiore incidenza di stenosi della valvola aortica tricuspide dovuta a ispessimento e fibrosi delle cuspidi.

dinamica circolatori

La costrizione della valvola crea un gradiente di pressione tra il ventricolo sinistro e l'aorta durante la sistole. Il gradiente supera raramente 200 mmHg. Art. Poiché il flusso attraverso la valvola ristretta è turbolento, il gradiente non è una semplice funzione lineare del flusso. È direttamente proporzionale all'area della sezione trasversale della valvola, pertanto il raddoppio del volume del flusso sanguigno attraverso la valvola aumenta il gradiente 4 volte. L'entità del gradiente dipende dalla contrattilità del ventricolo sinistro e dalla resistenza dei vasi periferici. Il gradiente aumenta sotto l'influenza della stimolazione inotropica positiva e diminuisce con un aumento della resistenza periferica totale. È impossibile determinare con precisione la gravità della stenosi della valvola misurando solo il gradiente di pressione. Per valutare la gravità emodinamica dell'ostruzione, è necessario misurare il volume del flusso sanguigno attraverso la valvola e allo stesso tempo il gradiente. In caso di insufficienza, il flusso sanguigno attraverso la valvola è uguale alla somma della portata cardiaca effettiva e del volume di rigurgito. Poiché solo la gittata cardiaca effettiva viene misurata in condizioni cliniche, la gravità della stenosi può essere esagerata. Poiché le variazioni della frequenza cardiaca modificano il tempo di espulsione nel ciclo cardiaco, la velocità del flusso sanguigno attraverso la valvola cambia di conseguenza con la stessa quantità di portata cardiaca. Con un aumento della frequenza delle contrazioni, la diastole viene accorciata in misura maggiore rispetto alla sistole, e quindi aumenta il tempo totale del flusso di sangue attraverso la valvola. Picco di gradiente sistolico superiore a 60 mm Hg. Art. con una normale gittata cardiaca o un'efficace apertura aortica inferiore a 0,5 cm 2 / m 2 della superficie corporea è considerata un'ostruzione critica dell'uscita dal ventricolo sinistro. L'effettiva apertura della valvola aortica viene calcolata utilizzando la formula Gorlin. L'apertura normale della valvola è di circa 2,0 cm 2 / m 2 della superficie corporea, un'area di 0,5-0,8 cm 2 / m 2 è considerata come ostruzione moderata e più piccola di 0,8 cm 2 / m 2.

La pressione media nell'atrio sinistro è normalmente normale, se non c'è un restringimento grave. Mentre in una persona sana, l'onda V della curva di pressione atriale sinistra è la più alta, con stenosi aortica, l'onda A domina a causa della maggiore contrazione dell'atrio sinistro e della diminuzione della compliance del ventricolo. La vigorosa contrazione dell'atrio contribuisce ad un aumento della pressione diastolica terminale nel ventricolo sinistro senza aumentare la pressione media nell'atrio sinistro nella stessa misura. Un aumento del riempimento ventricolare con una contrazione dell'atrio sinistro nella stenosi aortica impedisce alla pressione nelle vene polmonari di salire a un livello che può causare un trabocco del polmone. Allo stesso tempo, viene mantenuta la pressione diastolica del ventricolo sinistro, necessaria per una contrazione efficace.

Nella maggior parte dei bambini con stenosi aortica, la pressione diastolica terminale nel ventricolo sinistro è al livello del limite superiore della norma. Il suo aumento indica un deterioramento della funzione del ventricolo sinistro o una ipertrofia pronunciata e una diminuzione della compliance con questa camera. La forma della curva di pressione nel ventricolo sinistro riflette la gravità della costrizione. La sua punta diventa arrotondata o ha un picco quando la contrazione diventa più isometrica, come osservato nella stenosi grave.

A riposo, la gittata cardiaca e il volume della gittata sono normalmente normali. Durante l'esercizio nella maggior parte dei bambini con stenosi grave, la gittata cardiaca aumenta simultaneamente con un aumento del gradiente di pressione. Con lo sviluppo di insufficienza ventricolare sinistra, la gittata cardiaca diminuisce, la pressione diastolica alla fine nel ventricolo aumenta e la pressione nell'atrio sinistro e nei vasi polmonari aumenta. Nonostante l'alta pressione nella cavità del ventricolo, la tensione della sua parete è inferiore al normale, poiché l'ipertrofia della parete crea ipercompensazione del sovraccarico di pressione. Sfortunatamente, lo stato di scompenso con una diminuzione della contrattilità e della funzione di pompaggio del ventricolo sinistro sostituisce una buona funzione di pompaggio e la compensazione del difetto. L'ipertrofia a lungo mantiene la funzione sistolica, ma riduce il riempimento diastolico. Il deterioramento della funzione diastolica precede la violazione della contrattilità ventricolare.

L'apporto di sangue miocardico è ridotto, nonostante la pervietà delle arterie coronarie. La compressione intramuscolare dei piccoli vasi coronarici è più pronunciata nello strato subendocardico, quindi il flusso di sangue in questa area viene effettuato solo in diastole. Poiché i vasi subendocardici sono dilatati al massimo, la durata della diastole e la pressione diastolica sono i principali determinanti del volume del flusso sanguigno subendocardico. Diastole accorciato tachicardia, e la pressione viene ridotta flusso coronarico ad alta pressione telediastolica nel ventricolo sinistro o bassa pressione diastolica in aorta per insufficienza cardiaca o insufficienza della valvola aortica.

Stenosi aortica nel periodo prenatale

Durante il periodo di sviluppo prenatale del bambino, la stenosi aortica critica, di regola, non porta alla morte del feto. La diminuzione del volume di ictus del ventricolo sinistro provoca un aumento della pressione intraventricolare, si sviluppa l'ipertrofia e, nei casi più gravi, l'ipossia ventricolare sinistra. Sistolica disfunzione ventricolare sinistra contribuisce allo sviluppo di insufficienza mitralica, ipertensione e stagnazione del sangue in atrio sinistro, che porta ad una diminuzione significativa di shunt sangue da destra a sinistra attraverso la finestra ovale. Allo stesso tempo, la gittata cardiaca è spesso non ridotta a causa del dotto arterioso. La violazione della circolazione coronarica si manifesta con ipossia miocardica, sviluppo dell'infarto e formazione di fibroelastosi subendocardica. L'infarto di muscoli papillary conduce a insufficienza mitralny. Sono descritti casi di diagnosi prenatale di edema fetale a causa di una grave stenosi aortica. Il difetto si manifesta fondamentalmente dopo la nascita del bambino, quando il ventricolo sinistro inizia a fornire una grande circolazione. Durante il periodo di circolazione transitoria, il mantenimento della gittata cardiaca dipende dal grado di ostruzione, dalla presenza di un dotto arterioso funzionante e da una finestra ovale.

La diagnosi prenatale della stenosi aortica critica consente ai medici di ottimizzare il tempo e il luogo di consegna e di iniziare l'infusione di prostaglandine subito dopo la nascita in preparazione all'intervento chirurgico o percutaneo. Tuttavia, non ci sono ancora prove convincenti che una diagnosi prenatale della stenosi aortica influenzi significativamente l'esito postpartum.

Stenosi aortica critica e severa nei neonati

Il termine "stenosi aortica critica" è stato utilizzato in vari contesti:

con grave restringimento della valvola durante i primi mesi di vita;

con disfunzione ventricolare sinistra o bassa gittata cardiaca;

con flusso sanguigno sistemico dipendente dal condotto, indipendentemente dal gradiente.

Se la stenosi aortica si manifesta con sintomi gravi nel periodo neonatale, la definizione di "critico" è associata a una minaccia immediata alla vita e alla necessità di un intervento urgente. Nel 70% dei casi esiste una valvola aortica bicuspide.

In un neonato con stenosi aortica critica, si notano segni di insufficienza cardiaca congestizia e bassa gittata cardiaca. Di solito, questa sindrome è accompagnata da fibroelastosi, patologia della valvola mitrale o coartazione aortica. La vita di un bambino dipende dalla presenza di un dotto arterioso funzionante, che fornisce sangue non solo all'aorta discendente, ma anche retrograda - all'aorta ascendente e al sistema dell'arteria coronaria. La chiusura del condotto porta ad un netto deterioramento delle condizioni del bambino e della morte. somministrazione precoce di prostaglandina E1 per mantenere la pervietà del dotto arterioso aumenta notevolmente le probabilità di un bambino di sopravvivenza, così come per stabilizzare la sua condizione prima che l'appropriato intervento - un intervento chirurgico o endovascolare dilatazione della stenosi.

La stenosi aortica valvolare critica nei neonati può simulare la sindrome del cuore sinistro ipoplasico. Le caratteristiche distintive sono l'ipoplasia dell'anello valvolare aortico, la diminuzione del volume del ventricolo sinistro e l'ipoplasia della valvola mitrale.

Nonostante i moderni progressi nella cardiologia interventistica, il tasso di mortalità dei bambini con questa patologia rimane alto. Quindi, in uno studio di Kitchiner su 239 bambini nati con stenosi aortica, 22 hanno avuto una stenosi critica. Di questi, 12 sono morti prima e 7 dopo l'intervento chirurgico. La mortalità complessiva, compresa quella a lungo termine, era dell'86%. Un recente studio multicentrico sui risultati del trattamento della stenosi critica ha dimostrato che 19 su 320 pazienti sono deceduti prima dell'intervento.

clinica

A differenza di altri difetti cardiaci, una grave stenosi aortica può verificarsi a lungo senza manifestazioni cliniche. I bambini crescono e si sviluppano normalmente. Il difetto viene rilevato accidentalmente dal rumore durante l'esame di routine. In presenza di disturbi, i pazienti riferiscono di affaticamento, mancanza di respiro durante lo sforzo, dolore dietro lo sterno e vertigini. Raramente si lamentano dolore addominale, sudorazione profusa, sanguinamento nasale. Stanchezza e mancanza di respiro durante l'esercizio indicano un restringimento della gravità moderata. Vertigini durante lo sforzo è un segno di un restringimento acuto dell'aorta e si spiega con l'incapacità del ventricolo sinistro di aumentare il rilascio per mantenere un adeguato flusso sanguigno cerebrale. Dolori anginosi si verificano a causa dell'incompatibilità della somministrazione di ossigeno al ventricolo sinistro con i bisogni del miocardio.

All'esame obiettivo viene rilevata la palpazione del ventricolo sinistro e del tremore sistolico alla base del cuore, che viene trasmessa alla fossa giugulare e lungo le arterie carotidi. L'assenza di questi segni indica un restringimento di contrasto. L'aumento della contrazione dell'atrio sinistro in presenza di ipertrofia ventricolare sinistra e aumento della pressione diastolica alla fine può essere avvertito dalla palpazione come una spinta presistolica.

auscultazione

All'apice del cuore, si sente un tono di emissione aortica se la valvola è mobile. Il tono viene generato aprendo i lembi, la sua intensità non cambia durante la respirazione. Il tono di eiezione aortica è più comunemente sentito in pazienti con stenosi inespressa e moderata. La scomparsa del tono di apertura della valvola indica la progressione della stenosi. Il secondo tono è ritardato a causa dell'allungamento dello svuotamento del ventricolo sinistro a causa della maggiore resistenza allo scarico. Nelle ostruzioni gravi, l'intervallo tra le componenti aortica e polmonare del secondo tono durante l'inspirazione è assente o ridotto. A volte il tono di chiusura della valvola aortica precede il tono polmonare durante l'espirazione, quindi si verifica una scissione paradossale.

Il tono del riempimento diastolico precoce è di solito determinato nei bambini sani, ma più spesso nei pazienti con stenosi aortica. In assenza di prolungamento dell'intervallo P-R IV, il tono riflette una maggiore contrazione dell'atrio durante il riempimento attivo del ventricolo. Questa è una caratteristica particolarmente importante nei bambini e negli adolescenti, nei quali il tono cardiaco IV fisiologico viene raramente udito. Nei pazienti con stenosi aortica, la presenza di un tono cardiaco ev indica grave ostruzione, poiché l'ipertrofia impedisce il riempimento passivo del ventricolo sinistro.

Il soffio sistolico della stenosi aortica inizia dopo una contrazione isometrica del ventricolo sinistro con un tono di eiezione. Ha una forma a diamante, forte, ruvida e meglio udita alla base del cuore. Il rumore, come il tremito, si irradia alla fossa giugulare, alle arterie carotidi e all'apice del cuore. La forma del rumore può essere utile per valutare la gravità della stenosi, poiché il rumore raggiunge l'apice nella seconda metà della sistole del ventricolo quando il gradiente supera 75 mm Hg. Art. Circa un paziente su quattro ha un precoce disturbo da rigurgito diastolico sulla valvola aortica a causa della chiusura insufficiente della valvola bicuspide. Poiché è emodinamicamente insignificante, il rumore è lieve e la pressione del polso è normale. Grave insufficienza valvolare si sviluppa a causa dell'erosione dei volantini da parte dell'endocardite. Può essere la principale patologia valvolare.

elettrocardiografia

Sebbene i segni elettrocardiografici possano riflettere la gravità dell'ostruzione, un ECG normale o quasi normale non preclude una stenosi grave. La mancanza di una stretta correlazione tra l'ECG e il gradiente di pressione implica il potenziale pericolo di sopravvalutare il suo valore quando prende decisioni. Nei bambini di età inferiore ai 10 anni, l'ECG è più indicativo della gravità della stenosi rispetto ai pazienti più anziani.

Su un ECG con gradi lievi di stenosi, i cambiamenti sono assenti o vi sono segni di ipertrofia miocardica ventricolare sinistra. In marcato stenosi e ipertrofia miocardica all'elettrocardiogramma registrato depressione del segmento ST sotto isolinee 2 mm e dell'onda T più negativo conduce V5-6, riflettendo sovraccarico sistolica ventricolare sinistra, riduzione del flusso subendocardica, deterioramento di rilassamento diastolico del miocardio da ipertrofia. Denti Q V5,6 spesso espansi e ingranditi. Si può notare una certa relazione positiva tra l'intensità del ventricolo sinistro - gradiente di pressione aortica e cambiamenti nel miocardio sull'ECG. Poiché i cambiamenti sull'ECG non riflettono sempre la gravità della stenosi, devono essere correlati con i risultati di altri metodi di ricerca, in particolare con l'auscultazione.

radiografia

Nelle radiografie, lo schema polmonare è normale, il suo rafforzamento lungo il canale venoso si verifica con stenosi significativa. Inoltre ha ampliato:

La configurazione dell'ombra del cuore è caratteristica: una vita pronunciata, arrotondata, sollevata sopra il diaframma, la punta forma un angolo acuto con il diaframma. Nelle proiezioni oblique, vengono determinati i segni di ipertrofia ventricolare sinistra. Il cuore nella maggior parte dei casi non aumenta di molto se non si riscontra insufficienza cardiaca, malformazioni congenite concomitanti, fibroelastosi endocardica. Un aumento dell'atrio sinistro indica un grado pronunciato di stenosi. Un tipico segno di stenosi valvolare è un'espansione poststenotica dell'aorta ascendente. La calcificazione della valvola di solito non è osservata nei bambini, ma è spesso osservata negli adulti con stenosi aortica congenita.

ecocardiografia

EchoCG bidimensionale e Doppler sono attualmente i metodi di scelta per determinare l'anatomia e la gravità dei disturbi emodinamici. sezione tempo reale ecocardiografica rileva la diminuzione della mobilità lembi di tessuto, alterata carattere fase movimento della valvola aortica con escursione laterale valvola superiore ridotto e maggiore e aumentando il lume interno sopra l'anello della valvola. L'accesso lungo l'asse lungo del tratto di efflusso ventricolare sinistro consente di valutare la mobilità della valvola e il fatto dell'adesione delle cuspidi. Questa è la posizione migliore per dimostrare la sporgenza a cupola della valvola aortica. L'accesso parasternale lungo l'asse corto consente di vedere l'anatomia delle commessure in sezione trasversale. Nella diastole si può osservare una cicatrice lungo la linea di fusione delle commissure, che suggerisce una struttura a tre valvole. Tuttavia, la natura bicuspide della valvola diventa evidente nella sistole. L'ecocardiogramma rivela anche l'ipertrofia ventricolare e la presenza di fibroelastosi da un eco endocardico brillante. Misurando il diametro della valvola mitrale, la dimensione diastolica terminale del ventricolo sinistro e la sezione trasversale del ventricolo rendono possibile distinguere la stenosi aortica critica dall'ipoplasia ventricolare sinistra. A favore sindrome ipoplasia conversazione volume telediastolico inferiore a 20-25 ml / m 2, mitrale diametro della valvola inferiore a 9,11 millimetri, ventrikuloaortalnogo composti diametro inferiore a 5-6 mm.

Con un esame Doppler EchoCG, viene registrato un flusso turbolento a livello della valvola e nello spazio della valvola, che consente di calcolare il gradiente di pressione della valvola con grande precisione.

Cateterizzazione cardiaca e angiocardiografia sono utilizzati per chiarire la posizione e la gravità dell'ostruzione del tratto escretrico del ventricolo sinistro, per valutare le dimensioni della cavità, lo spessore della parete ventricolare e per eseguire una valvuloplastica con palloncino del catetere. I tipici segni angiocardiografici della stenosi valvolare sono l'ispessimento delle valvole, l'espansione post-stenotica dell'aorta ascendente e un getto di materiale di contrasto che penetra nell'aorta attraverso l'apertura centrale o eccentrica nella valvola. Le alette della valvola bicuspide sono a cupola nella sistole e un flusso di contrasto si trova al centro della valvola. Con una commessura non giuntata, il getto è visibile sulla parete posteriore dell'aorta e il movimento delle valvole è visibile solo dalla parte anteriore.

Corso naturale

Insufficienza cardiaca si verifica nel periodo neonatale o negli adulti. In molti pazienti, la stenosi valvolare dell'aorta progredisce con aumenti legati all'età della gittata cardiaca, anche in caso di restringimento inespresso. Un altro fattore è la riduzione del buco. Il gradiente di pressione aumenta anche a causa della calcificazione della valvola. L'insorgenza dei sintomi non è un segno affidabile della progressione dell'ostruzione, pertanto, si raccomanda di condurre regolarmente il monitoraggio ecocardiografico ad intervalli di 1-2 anni in pazienti con un piccolo grado di stenosi. Quando il gradiente di pressione è inferiore a 25 mm Hg. Art. adottato una tattica conservatrice. Tuttavia, a causa della progressione della stenosi nel 20% dei pazienti, potrebbe essere necessario un intervento. Con un gradiente di pressione superiore a 50 mm Hg. Art. possono verificarsi gravi aritmie che portano a morte improvvisa, la cui frequenza, secondo varie fonti, è dell'1-19%. La sua connessione con manifestazioni cliniche e attività fisica eccessiva è annotata. Si presume che la causa della morte sia l'aritmia ventricolare causata da ischemia miocardica acuta. Un altro meccanismo non esclude: un forte aumento della pressione intraventricolare provoca riflessivamente l'ipotensione e, di conseguenza, l'ischemia acuta e la fibrillazione ventricolare. Una rara causa di ischemia miocardica nella stenosi aortica è l'occlusione dell'orifizio dell'arteria coronaria o dell'ipoplasia acuta del seno coronarico con un'entrata stretta.

Una delle complicazioni del decorso naturale della stenosi della valvola aortica è la dissezione e la rottura dell'aorta ascendente, che si riflette in molte pubblicazioni. Secondo vari studi patologici di casi di dissezione dell'aorta ascendente, nell'8-28% di essi è stata trovata una valvola bicuspide, anche in persone di età inferiore ai 29 anni. Al contrario, su 293 soggetti con valvola bicuspide, la dissezione aortica si è verificata nel 6% dei pazienti, e in quelli con una valvola monopolmonare - nel 12%. Con una valvola bicuspide, la dissezione aortica si è verificata 9 volte più spesso, e con una singola valvola di commissura, 18 volte più spesso che con una valvola a tre foglie.

In letteratura ci sono molte segnalazioni di dilatazione, dissezione e rottura dell'aorta in pazienti con sindrome di Turner. La maggior parte di queste persone ha fattori di rischio nella forma della presenza di una valvola bicuspide, coartazione aortica, ipertensione, che predispone allo sviluppo di complicanze associate alla debolezza dei media.

Il decorso della stenosi aortica è complicato da endocardite batterica, a seconda della sua gravità, con una frequenza di 1,8-2,7 casi per 1000 persone-anno. L'infezione della valvola aortica porta all'insufficienza associata alla perforazione dei volantini, alla deficienza del tessuto fogliare, a una combinazione di entrambi e alla dilatazione dell'anello della valvola.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Che cosa è il varicocele negli uomini: il pericolo di questa malattia e come trattarla

Il varicocele è uno dei più sgradevoli e pericolosi per le malattie della salute maschile associate alle vene varicose.

ROE - la norma nei bambini

La reazione (velocità) della sedimentazione eritrocitaria è uno degli indicatori più importanti del sangue, che indica la presenza o l'assenza di processi patologici e infiammatori nel corpo.

Arteria carotide interna, reparti. Rami dell'arteria carotide interna.

Arteria carotide interna, a. carotis interna, fornendo il cervello e l'organo della visione.Dipartimenti dell'arteria carotide internala parte pietrosa, pars petrosa, che dà l'arteria carotide nella cavità timpanica, aa.

Aterosclerosi dell'aorta del cuore: che cos'è, sintomi, come trattare

L'aterosclerosi aortica è una malattia pericolosa di questo vaso più importante nel corpo (questo vaso esce dal cuore), che si verifica a causa dello scambio di grassi nel corpo.

Polmonite congestizia

La polmonite congestizia è un'infiammazione secondaria dei polmoni che si sviluppa a causa della ventilazione locale e dei disturbi emodinamici. La malattia è caratterizzata da tosse, espettorato, mancanza di respiro, spesso temperatura subfebrilare, presenza di versamento pleurico.

Cosa significa MCHC in un esame del sangue?

Nella diagnosi di quasi tutte le malattie che coinvolgono il processo infiammatorio, è richiesto un esame emocromocitometrico completo. Permette di determinare la presenza di un fattore patogeno nel corpo umano.