Da questo articolo imparerai: che tipo di malattia - l'angiopatia, i suoi tipi, quali cambiamenti nel corpo provoca e quanto sono pericolosi. Sintomi e trattamenti efficaci.

L'angiopatia è una malattia di piccoli vasi, caratterizzata da una violazione della struttura delle loro pareti, restringimento o blocco completo del lume, che porta a insufficiente afflusso di sangue a organi e tessuti. In questa malattia, i vasi (principalmente capillari) diventano ispessiti, aggraffati, fragili, perdono elasticità e lume in uno o più organi o parti del corpo. Ciò altera la circolazione sanguigna, distrugge la struttura e la funzione dei tessuti interessati (reni, occhi, arti inferiori).

Il pericolo di antipatie dipende dal grado di alterazione vascolare e dalla durata della malattia. Più grandi sono, più difficili sono le conseguenze: dai sintomi lievi (ridotta acuità visiva, intorpidimento delle gambe) a grave disabilità (cecità, cancrena dell'arto, insufficienza renale).

È impossibile curare completamente la malattia. Ciò è dovuto al fatto che è secondario - è una complicazione di altre malattie e condizioni patologiche. Ma è possibile ridurre il tasso di progressione, per migliorare le condizioni delle navi e dei tessuti nell'area colpita.

A seconda della localizzazione dell'angiopatia, è necessario contattare lo specialista appropriato:

  • in caso di danni agli occhi - all'oculista-oftalmologo;
  • in caso di lesioni alle mani e ai piedi, a un chirurgo o un chirurgo vascolare;
  • con danno cerebrale - a un neurologo;
  • con danni ai reni e ad altri organi interni - al nefrologo, il terapeuta.

L'essenza della malattia

Gli antichi medici greci, con il termine angiopatia, intendevano solo un restringimento (spasmo) delle arterie di piccolo calibro (capillari). Specialisti moderni in questo gruppo di disturbi vascolari includono anche la sconfitta delle grandi arterie degli arti inferiori nel diabete e cambiamenti secondari nelle piccole vene del fondo dell'occhio.

Localizzazione preferita - pone un'enorme accumulo di capillari (reni, retina, arti inferiori, cervello).

I capillari dell'area interessata gradualmente:

  • addensare il muro;
  • ridurre il lume che interrompe la circolazione sanguigna;
  • diventano impermeabili a sangue, ossigeno e sostanze nutritive, che sconvolgono i processi metabolici nei tessuti;
  • perde elasticità, diventa denso, fragile e non può adattarsi ai cambiamenti delle condizioni ambientali e dei carichi, è soggetto a rottura spontanea.

I principali meccanismi di attivazione dei cambiamenti patologici nei vasi durante l'angiopatia:

  1. impregnazione della parete capillare con anormali proteine ​​del sangue;
  2. costante aumento della pressione sulla parete vascolare (ipertensione);
  3. processo infiammatorio lento;
  4. violazione della regolazione nervosa del tono capillare - spasmo eccessivo (contrazione) o dilatazione persistente (espansione, rilassamento).

Il risultato di tutte le riorganizzazioni vascolari descritte è l'insufficienza della circolazione sanguigna nei tessuti. I capillari patologicamente alterati non sono in grado di soddisfare le esigenze degli organi per l'ossigeno e altri nutrienti. In questo contesto, cambiano la struttura, non sono in grado di svolgere la funzione o la loro morte è in atto.

Cause, fattori di rischio

Nel 90% l'angiopatia è una malattia secondaria. Ciò significa che è una conseguenza, complicazione o manifestazione di una serie di altre malattie. Come patologia indipendente, è raramente accertato - nel 10% dei casi.

Le principali cause di angiopatia:

  • diabete mellito;
  • ipertensione;
  • ferita e ipotermia;
  • intossicazione cronica del corpo, accompagnata dall'accumulo di proteine ​​anormali (amiloidosi);
  • malattie del cervello, del midollo spinale, dei nervi periferici e del sistema nervoso autonomo;
  • lesioni sistemiche del tessuto connettivo (per l'artrite reumatoide, il lupus);
  • malattie del sistema sanguigno, manifestate da un eccesso di cellule del sangue (leucemia, trombocitosi, policitemia).
  • età dopo 50 anni;
  • abuso di alcol;
  • fumo di tabacco;
  • anomalie vascolari congenite;
  • lavorare in condizioni di rischi professionali;
  • disordini metabolici - colesterolo alto e aterosclerosi.

Si verificano nel 70-80% delle angiopatie.

Tipi di angiopatie e loro sintomi

I tipi più comuni di angiopatia sono descritti nella tabella:

Angiopatia: sintomi e trattamento

Angiopatia - i sintomi principali:

  • Prurito alle gambe
  • Bruciore alle gambe
  • Compromissione della memoria
  • disorientamento
  • Sanguinamento intestinale
  • Visione ridotta
  • Disturbo di concentrazione
  • Dolore agli arti inferiori
  • allucinazioni
  • Cambiamento del comportamento
  • zoppaggine
  • Insufficienza cardiaca
  • Perdita di vista
  • Fulmine davanti agli occhi
  • Esfoliazione della pelle sugli arti
  • Pelle secca sugli arti
  • Disagio nei bulbi oculari

Angiopatia - la sconfitta dei vasi sanguigni con vari disturbi, a causa della quale il loro pieno funzionamento viene interrotto e le pareti sono distrutte. Il processo patologico può interessare diverse parti del corpo e vasi di varie dimensioni - da piccoli capillari a grandi vasi. Se l'angiopatia progredisce per un lungo periodo di tempo, è irto di sviluppo di cambiamenti irreversibili negli organi del corpo umano (a causa di una rottura cronica dell'afflusso di sangue).

La patogenesi dell'effetto sui vasi in ogni forma di patologia è diversa, ma il risultato di questa influenza è sempre lo stesso: necrosi dei tessuti che il vaso sanguigno interessato ha sostenuto. Nel sistema di classificazione internazionale per le malattie (ICD 10), l'angiopatia ha il suo codice e un elenco di malattie che possono causarlo.

eziologia

Le ragioni principali per l'emergere di angiopatia di qualsiasi tipo includono:

  • età avanzata;
  • diabete grave;
  • caratteristiche della struttura anatomica dei vasi;
  • malattie autoimmuni;
  • rischi professionali, tossine e radiazioni;
  • avvelenamento del sangue;
  • disordini metabolici;
  • fumo e alcol;
  • superando la norma del peso corporeo;
  • l'assenza nella vita quotidiana del paziente esercizio moderato;
  • mangiare cibi salati;
  • varie lesioni;
  • mancanza di alcuni nutrienti o minerali nel corpo;
  • intossicazione del corpo.

specie

Esistono diversi tipi di questa malattia (a seconda della causa della progressione e della posizione della lesione):

  • diabetica;
  • ipertensione;
  • angiopatia degli arti inferiori e superiori;
  • retina;
  • ipotonica;
  • cerebrale (cervello);
  • arterioso (cuore);
  • traumatica;
  • giovanile.

Le statistiche mediche sono tali che i pazienti vengono spesso diagnosticati con la forma diabetica della malattia (ciò è dovuto alla prevalenza dell'incidenza del diabete). Inoltre spesso sullo sfondo del diabete si sviluppa angiopatia degli arti inferiori. Con questo tipo di malattia, vi è un ispessimento delle pareti vascolari e un restringimento del lume delle arterie nelle gambe. Questi processi insieme costituiscono un terreno fertile per la progressione dell'aterosclerosi. L'angiopatia diabetica può colpire non solo i vasi degli arti inferiori. Influisce negativamente sul funzionamento dei reni, della retina e del cuore. Se questo tipo di malattia non viene trattato per un lungo periodo, allora può portare a gravi conseguenze, la più triste delle quali è la disabilità.

Le cause di angiopatia ipertensiva includono: predisposizione genetica, consumo eccessivo di alcol e ipertensione. L'alta pressione influisce negativamente sulla circolazione sanguigna e sul lavoro degli organi interni e dei sistemi in generale.

sintomi

I sintomi dell'angiopatia dipendono direttamente dal suo tipo e la gravità dei sintomi dipende dal grado di danneggiamento dei vasi sanguigni e dalla localizzazione del processo patologico.

  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • sensazione di prurito e bruciore alle gambe;
  • zoppicare durante il cammino (dopo un breve riposo - scompare, ma riappare con lunghe camminate);
  • sanguinamento nel tratto digestivo;
  • disorientamento (solo con angiopatia cerebrale);
  • memoria e attenzione compromesse;
  • cambiamenti nel comportamento umano;
  • pelle secca e desquamata sulle mani e sui piedi;
  • completa perdita della vista;
  • allucinazioni.

I sintomi di angiopatia ipertensiva non si manifestano sempre nelle fasi iniziali della malattia. Il paziente sente piuttosto il disagio sotto forma di una leggera perdita della vista e apparente abbagliamento davanti ai suoi occhi. Ma se non si rileva la malattia in questo momento, ulteriori sintomi saranno espressi in modo più acuto, non solo in relazione alla visione del paziente. Ci saranno segni di una violazione della circolazione sanguigna. Nelle fasi iniziali della progressione, la malattia può ancora essere curata, ma nelle fasi successive sarà molto difficile da raggiungere, nella misura in cui rimarrà incurabile.

I sintomi dell'angiopatia diabetica, in particolare degli arti inferiori, dipendono dal volume dei vasi che sono stati colpiti e dal grado di sviluppo del processo patologico. La microangiopatia è divisa in sei gradi - da quello iniziale, in cui i reclami del paziente non arrivano, e nella misura in cui è già impossibile evitare l'amputazione della gamba. Con la macroangiopatia, il paziente sente inizialmente un leggero dolore alle gambe, ma gradualmente la sindrome del dolore aumenta e la clinica viene integrata con altri sintomi. Se il trattamento non viene eseguito, l'angiopatia si trasformerà in una forma grave, che porterà alla morte delle dita dei piedi.

Quasi sempre, qualsiasi menomazione della vista o disagio nei bulbi oculari sono sintomi dell'inizio e dello sviluppo dell'angiopatia del nervo ottico. L'angiopatia cerebrale è localizzata nel cervello e può spesso portare alla penetrazione del sangue nei suoi tessuti. A causa del diradamento delle pareti dei vasi sanguigni e dell'incapacità di trattenere il sangue, si rompono, causando un'emorragia nel cervello.

L'angiopatia arteriosa distrugge il cuore. Può portare alla formazione di coaguli di sangue, allo sviluppo di attacchi di cuore, attacchi di cuore. Ciò accade perché le pareti dei vasi sanguigni (nello stato normale sono elastiche) quando la malattia si ispessisce e si assottiglia.

diagnostica

La diagnosi di ogni tipo di angiopatia dovrebbe essere effettuata da specialisti altamente qualificati. In primo luogo, il medico effettua un esame dettagliato e un interrogatorio del paziente, ascolta i suoi reclami. Dopo l'esame iniziale, a una persona vengono prescritte le seguenti tecniche diagnostiche strumentali:

  • Raggi X (sia con che senza contrasto);

  • ultrasuoni;
  • Risonanza magnetica di tutto il corpo;
  • oftalmohromoskopiya;
  • angiografia;
  • Scansione TC;
  • esame da un oftalmologo.
  • trattamento

    Il trattamento è principalmente finalizzato all'eliminazione dei sintomi e delle patologie associate. La terapia di angiopatia vascolare consiste di:

    • trattamenti farmacologici;
    • fisioterapia;
    • intervento chirurgico

    Il trattamento farmacologico può essere variato, poiché per i diversi tipi di angiopatia sono necessari farmaci completamente diversi. Ad esempio, i pazienti diabetici dovrebbero assumere farmaci che stabilizzino i livelli di zucchero nel sangue. Con ipertonici - vasodilatatori, abbassando la velocità delle contrazioni del cuore e dei farmaci diuretici. L'angiopatia degli arti inferiori viene trattata con farmaci per fluidificare il sangue e accelerare la microcircolazione. Spesso con questa malattia, il medico può prescrivere una dieta speciale.

    Il trattamento di fisioterapia per l'angiopatia include:

    • recupero della visione laser;
    • agopuntura;
    • procedure di fango terapeutico;
    • elettroterapia.

    L'intervento chirurgico è applicabile solo nei casi più gravi quando è urgentemente necessario ridurre la pressione sull'arteria, per eliminare il focus della malattia. Nell'angiopatia diabetica, le amputazioni vengono eseguite su arti inclini alla cancrena.

    Dovremmo anche prestare attenzione al trattamento delle donne incinte e dei bambini piccoli. In tali casi, il trattamento di qualsiasi natura è prescritto rigorosamente individualmente.

    prevenzione

    Alcune semplici regole ti aiuteranno a proteggerti dalla progressione dell'angiopatia e dalle malattie che potrebbero causarne la comparsa:

    • condurre uno stile di vita sano;
    • mantenere l'igiene;
    • attenersi a una dieta;
    • quando è possibile evitare grandi attività fisiche;
    • cercare di limitare le situazioni di stress;
    • avere un controllo programmato presso il medico più volte all'anno.

    Se pensi di avere l'angiopatia e i sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: chirurgo vascolare, oculista.

    Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

    L'angiopatia diabetica è un processo patologico che è una complicanza del diabete mellito ed è caratterizzato dal fatto che i piccoli vasi sono danneggiati in tutto il corpo. Restrizioni su età e sesso, questa malattia non ha.

    La demenza definisce una forma acquisita di demenza, in cui i pazienti sperimentano una perdita di abilità pratiche acquisite in precedenza e conoscenze acquisite (che possono verificarsi in vari gradi di intensità della manifestazione), mentre la loro attività cognitiva diminuisce costantemente. La demenza, i cui sintomi, in altre parole, si manifestano sotto forma di scomposizione delle funzioni mentali, viene spesso diagnosticata in età avanzata, ma non esclude la possibilità del suo sviluppo in giovane età.

    L'angiopatia dei vasi retinici è una condizione patologica, manifestata da una violazione del tono dei vasi sanguigni e dei piccoli capillari del fondo dell'occhio. Come risultato della progressione di questa patologia, possono restringersi, espandersi o diventare più tortuosi. Sullo sfondo di tutti i cambiamenti, vi è una violazione del flusso sanguigno nei vasi colpiti, così come una violazione della regolazione nervosa.

    Microangiopatia è una condizione patologica caratterizzata da danni ai piccoli vasi sanguigni nel corpo umano. Prima di tutto, i capillari subiscono la distruzione. Molto spesso, questa patologia non è un'unità nosologica indipendente, ma agisce come un sintomo di altre malattie che progrediscono nel corpo umano.

    La neurosifilide è un disturbo di natura venerea che interferisce con le prestazioni di alcuni organi interni e, se non trattata in modo tempestivo, in un breve periodo di tempo, può diffondersi al sistema nervoso. Spesso si verifica in qualsiasi stadio della sifilide. La progressione della neurosifilide si manifesta con sintomi quali attacchi di forti capogiri, debolezza muscolare, convulsioni e paralisi degli arti e della demenza.

    Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

    Cos'è l'angiopatia e quanto è pericolosa questa patologia?

    L'angiopatia è una patologia di vasi con un diametro piccolo. La malattia è caratterizzata da deviazioni nella struttura delle pareti dei capillari (angioneuropatia), restringimento delle navi o il loro blocco completo. Ciò porta ad una mancanza di sangue nei tessuti degli organi.

    Con questa patologia, i capillari diventano con pareti ispessite, hanno una maggiore fragilità, perdita di elasticità e mancanza di lume all'interno della nave.

    Questa patologia può estendersi alle violazioni delle navi di uno o più organi. Soprattutto soffrono la distruzione dei capillari: reni, mani e piedi, così come gli occhi.

    Codice ICD-10

    Secondo l'International Classification of Diseases ICD-10 - l'angiopatia è confermata, solo se la causa della patologia, il nome della malattia "angiopatia periferica" ​​è indicato.

    L'essenza di questa patologia

    Persino i dottori dell'antica Grecia credevano che l'angiopatia fosse uno spasmo di piccole arterie. Nella medicina moderna, l'angiopatia comprende restringimento e lesione dei vasi più grandi degli arti inferiori con diabete complicato e malattia secondaria del bulbo oculare.

    L'angiopatia nella maggior parte dei casi è localizzata in quei luoghi in cui un grande accumulo di vasi di piccolo calibro e il loro danno si verifica lentamente e gradualmente:

    • Al primo stadio si verifica l'ispessimento delle pareti delle piccole arterie;
    • C'è una diminuzione del lume all'interno del vaso, che porta alla rottura del flusso sanguigno in esso;
    • Nei vasi alterati, la quantità di sangue richiesta non passa, il che porta a una mancanza di ossigeno e di sostanze nutritive in essi - si verifica la carenza di ossigeno della nave;
    • I capillari perdono la loro elasticità, le strutture delle pareti sono dense. Questo dà la fragilità delle navi colpite e con un carico maggiore su di esse, si rompono, il che porta alla completa distruzione di parte del capillare.
    Localizzazione di angiopatia per il contenuto di ↑

    Cosa porta a cambiamenti nelle navi?

    Il processo di iniziare la distruzione dei vasi sanguigni in angiopatia:

    • La presenza nel sangue di proteine ​​anomale che permeano il muro dei capillari;
    • Cardiopatia ipertensiva, in cui vi è una costante pressione di sangue sulla parete del capillare;
    • Infiammazione sulle pareti dei vasi sanguigni, che, senza alcun sintomo pronunciato, ha uno stadio cronico;
    • Tono alterato in vasi di piccolo calibro;
    • Dilatazione del capillare (rilassamento del capillare e sua espansione).

    Tutti questi elementi del meccanismo della lesione portano alla distruzione di una parte dei vasi e all'angiopatia della malattia. Le arterie sanguigne non soddisfano la loro funzione principale - fornendo organi e tessuti con ossigeno e sostanze nutritive per lo sviluppo di processi vitali nel corpo umano.

    eziologia

    Nel 90,0% dei casi, l'angiopatia è una malattia complicata secondaria di altre malattie del corpo.

    Come patologia in via di sviluppo indipendente, questo è il 10,0% di tutti i casi della malattia.

    Cause di provocare angiopatia:

    • Malattie del diabete;
    • ipertensione;
    • Lesione vascolare;
    • Ipotermia del corpo;
    • Intossicazione del corpo:
    • Patologie nel cervello;
    • Disordini e malattie del midollo spinale;
    • Patologia delle fibre nervose periferiche;
    • Artrite reumatoide;
    • Lupus;
    • Malattie del sangue - leucemia;
    • Patologia policitemica;
    • Trombosi di piccole arterie.
    Complicazioni del diabete mellito al contenuto ↑

    Fattori di rischio

    Per la maggior parte dei casi di angiopatia, questi erano precisamente i fattori di rischio:

    • L'età cambia dopo 50 anni civili;
    • Dipendenza da alcol;
    • Dipendenza da nicotina;
    • Anomalie congenite e anomalie del sistema vascolare;
    • Lavora con maggiore nocività;
    • Colesterolo alto nel sangue;
    • L'aterosclerosi.
    al contenuto ↑

    Tipi di tipi

    Non esiste una classificazione separata di questa patologia.

    Ma l'angiopatia è divisa in base al grado di sviluppo della patologia e alla dimensione dei capillari colpiti:

    • La macroangiopatia è una malattia che provoca aterosclerosi e colpisce gli arti inferiori, il muscolo cardiaco e il cervello;
    • Microangiopatia: danno ai capillari degli organi: reni e anche retina dell'occhio (microangiomatosi).
    al contenuto ↑

    Tipi e sintomi

    I tipi più comuni di angiopatia sono descritti nella tabella:

    Angiopatia arto

    Un certo numero di malattie caratterizzate da danni alla parete vascolare sono chiamate angiopatie. Tali patologie possono interessare varie parti del corpo, così come le navi di vari calibri - dai capillari alle grandi navi. Oggi parleremo di cos'è l'angiopatia degli arti, di quanto seria sia la diagnosi e di come superare la malattia.

    Codice ICD-10

    Cause di angiopatia degli arti

    Più spesso, i medici incontrano angiopatia diabetica, il cui sviluppo è preceduto da diabete mellito. Con una tale diagnosi, i vasi di non solo le estremità, ma anche i reni e la retina dell'occhio possono essere colpiti.

    Al secondo posto nella prevalenza della malattia è l'angiopatia ipertensiva, che si forma a causa di grave ipertensione.

    Tra le altre possibili cause della comparsa di angiopatia delle estremità sono i seguenti:

    • danno vascolare traumatico;
    • disturbi dell'innervazione nervosa delle pareti vascolari;
    • patologie del sistema sanguigno;
    • aumento persistente prolungato della pressione sanguigna;
    • ipotensione;
    • lavorare con sostanze tossiche e nocive;
    • vecchiaia;
    • la presenza di cattive abitudini (alcol, fumo, tossicodipendenza);
    • malattie autoimmuni, in particolare, vasculite;
    • malattie metaboliche;
    • disturbi ereditari o congeniti della struttura delle pareti dei vasi sanguigni.

    Sintomi di angiopatia degli arti

    Il quadro clinico dell'angiopatia delle estremità dipende dallo stadio del processo, dall'età del paziente e dalle sue condizioni generali.

    Il corso di angiopatia è diviso in diverse fasi a seconda della negligenza del processo. L'efficacia del trattamento successivo dipende direttamente dallo stadio della malattia.

    • Sono st. - assenza di segni clinici, ad eccezione dei cambiamenti aterosclerotici nelle arterie durante l'esame.
    • II st. - fase di claudicatio intermittente. Quando si cammina a una certa distanza, compare il dolore muscolare, costringendo il paziente a fermarsi e riposare. A volte il dolore può essere sostituito da debolezza o pesantezza nelle gambe.
    • III art. - Le sensazioni dolorose appaiono non solo quando si cammina, ma anche a riposo, e anche nella posizione prona. In questo caso, cambiare la posizione della gamba, di regola, contribuisce alla scomparsa del dolore.
    • IV art. - Lo stadio più grave, con lo sviluppo di ulcere superficiali e aree di necrosi.

    Tra i principali segni di angiopatia sono i seguenti:

    • sensazioni periodiche di "pelle d'oca strisciante", intorpidimento e bruciore alle gambe;
    • dolore quando si cammina (a riposo, di regola, scompare), claudicatio intermittente, che rende impossibile camminare per lunghe distanze;
    • sanguinamento dal naso, tratto gastrointestinale, bronchi, emorragie multiple sulla pelle, comparsa di vene varicose sulle gambe;
    • violazioni del trofismo dei tessuti, caratterizzate da desquamazione e letargia della pelle fino alla comparsa di aree necrotiche e cancrenose;
    • visione offuscata fino alla sua perdita.

    Se visti dall'esterno, le gambe possono essere gonfie, con una sfumatura grigia o bluastra. I piedi o le mani sono generalmente freddi al tatto.

    Angiopatia degli arti inferiori

    Nell'angiopatia degli arti inferiori, i vasi più piccoli delle gambe sono colpiti - il sistema capillare. Questa forma della malattia è chiamata microangiopatia.

    Successivamente, con la progressione del processo patologico, possono essere colpite anche navi più grandi: il decorso della malattia diventa più grave.

    Le malattie endocrine svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell'angiopatia degli arti inferiori. Nei pazienti con patologie endocrine e disturbi metabolici, l'angiopatia si verifica quattro volte più spesso rispetto ad altre persone. Ciò è dovuto al fatto che con tali violazioni negli esseri umani, il rischio di aterosclerosi aumenta significativamente. Cambiamenti aterosclerotici nella maggior parte dei casi e diventano il principale fattore scatenante per i danni alla parete vascolare - la principale caratteristica dell'angiopatia.

    Il rallentamento del flusso sanguigno nel letto capillare e arterioso delle gambe porta inevitabilmente a una mancanza di nutrizione dei tessuti e quindi alla morte di alcune sezioni dei piedi. La progressione della malattia accelera con una diminuzione della difesa immunitaria e l'aggiunta di agenti infettivi.

    Sfortunatamente, i pazienti vanno spesso in ospedale per un aiuto solo quando i dolori cominciano a disturbarsi in uno stato di riposo, cioè nello stadio III di angiopatia, e questo è già un processo ampio e complesso che richiede l'intervento immediato di uno specialista.

    Angiopatia diabetica degli arti inferiori

    Lo sviluppo di angiopatia in pazienti con diabete mellito può causare gravi patologie, che successivamente influenzano spesso il lavoro di tutti gli organi e sistemi corporei. Nel tempo, l'angiopatia cattura quasi tutti i vasi degli arti. Le membrane del basamento vengono compattate, i depositi si formano nelle pareti vascolari, il diametro e la capacità del vaso diminuiscono e si formano le crescite del tessuto connettivo.

    Naturalmente, prima di tutto, l'angiopatia colpisce il sistema urinario, gli organi visivi e gli arti. Uno dei segni di angiopatia degli arti inferiori nel diabete mellito è considerato un sintomo di "piede diabetico".

    L'essenza della malattia è che i capillari smettono di scorrere sangue nella giusta quantità. I tessuti del piede non ricevono la quantità necessaria di ossigeno e sostanze nutritive e si atrofizzano con il tempo. Prima di tutto vengono colpite le dita del piede, quindi il processo si estende all'intero piede, alla caviglia e più in alto, fino alla coscia. Allo stesso tempo, le arterie funzionano completamente, pulsano, ma il sangue non entra nel tessuto.

    L'angiopatia diabetica degli arti inferiori è caratterizzata da tre caratteristiche principali:

    • violazione della struttura della parete vascolare;
    • deterioramento delle proprietà di coagulazione del sangue;
    • circolazione sanguigna lenta.

    Con l'aiuto di questi tre fattori, si creano condizioni ottimali per la formazione di microtrombi nei vasi delle gambe. Questi coaguli di sangue sono difficili da trattare con agenti antitrombotici.

    L'angiopatia è così comune nel diabete che viene spesso indicata come i principali segni di questa malattia.

    Nel corso del tempo, il processo progredisce, vasi coronarici e cerebrali danneggiati, arteria femorale e tibiale.

    Angiopatia aterosclerotica degli arti inferiori

    Spesso, l'angiopatia degli arti inferiori si sviluppa a causa di lesioni vascolari aterosclerotiche. I sintomi della patologia possono differire, poiché dipendono da quali particolari vasi sono più sensibili alla malattia.

    Il processo di aterosclerosi è l'accumulo di complessi proteici (lipoproteine) nel lume delle arterie. Elementi (le cosiddette placche) compaiono nei vasi che interferiscono con il normale flusso sanguigno. Un ulteriore sviluppo della malattia può portare allo spasmo dei vasi sanguigni e alla cessazione dell'afflusso di sangue attraverso di essi e alle sostanze necessarie per l'attività vitale.

    Quando l'angiopatia aterosclerotica degli arti inferiori, si verificano i seguenti cambiamenti:

    • la formazione di placche intravascolari di diversa composizione e dimensione;
    • stenosi arteriosa;
    • chiusura del lume arterioso;
    • tromboembolia arteriosa;
    • cambiamenti nella struttura delle pareti vascolari.

    I cambiamenti di cui sopra sono spesso accompagnati dai seguenti sintomi:

    • intorpidimento e freddezza delle gambe;
    • dolore alle gambe;
    • gonfiore, scurimento della pelle;
    • pesantezza e debolezza alle gambe.

    Il principale segno dello sviluppo dell'angiopatia è la mancanza di afflusso di sangue o la sua completa cessazione. Tessuti che fino ad ora erano stati riforniti con sostanze nutritive e ossigeno dalle navi colpite ora ne soffrono. Questo è il modo in cui si sviluppano atrofia e necrosi del tessuto del piede.

    Angiopatia degli arti superiori

    L'angiopatia degli arti superiori è molto meno comune della sconfitta delle gambe. La malattia della mano non è altro che un segno di malattia vibratoria, una patologia caratteristica che si verifica nelle persone il cui lavoro è associato all'effetto prolungato della vibrazione sulle mani. Queste sono professioni che comportano l'uso di martelli pneumatici, perforatori, dispositivi pneumatici industriali, ecc. Disturbi del flusso sanguigno periferico sotto forma di angiopatia si manifestano con i vasospasmi, una sensazione di freddo e intorpidimento nelle mani. A volte c'è dolore muscolare, gonfiore delle mani nel pomeriggio.

    La malattia può esser unita a cambiamenti patologici in ossa e giunture, così come polyneuropathies di varia localizzazione.

    Lesioni vascolari innescate da vibrazioni prolungate, resistenti. Non si fermano nemmeno dopo che una persona smette di toccare i dispositivi vibranti e passa a un altro lavoro.

    Il trattamento di tale malattia è lungo e severo.

    Diagnosi di angiopatia degli arti

    La diagnosi di angiopatia delle estremità viene effettuata in modo diverso. In primo luogo, viene valutata la condizione generale del paziente, quindi vengono eseguiti gli esami, che determinano quindi l'entità del danno al sistema vascolare dell'arto e delineano i principali metodi di trattamento.

    Nella prima fase, conduci i seguenti studi:

    • biochimica del sangue (zucchero nel sangue, urea e creatinina, indice di protrombina, fibrinogeno, piastrine);
    • elettrocardiogramma (a riposo e sotto carico);
    • radiografia dell'arto malato in due o più sporgenze;
    • se sono presenti scariche purulente, queste vengono inviate a backwaters (determinare l'appartenenza e la sensibilità della microflora);
    • determinazione della pressione sulle arterie periferiche.

    Successivi metodi di ricerca sono effettuati per determinare il grado di danno ai vasi sanguigni:

    • misurazione della pressione arteriosa alla caviglia (per studiare emodinamica);
    • analisi spettrale dei segnali Doppler del flusso sanguigno lungo l'arto;
    • angiografia con l'introduzione di un mezzo di contrasto nel canale distale delle estremità.

    Se necessario, è possibile assegnare studi per monitorare i cambiamenti emodinamici:

    • rilevamento polarografico dell'ossigeno nelle gambe (stress transcutaneo);
    • flussimetria laser;
    • capillaroscopia calcolata.

    Le procedure diagnostiche possono essere eseguite prima o durante il trattamento conservativo dell'angiopatia.

    Chi contattare?

    Trattamento di angiopatia delle estremità

    I principali metodi di trattamento dell'angiopatia delle estremità dipendono dalla patologia iniziale, che è servita come fattore nelle lesioni vascolari.

    L'uso di mezzi per abbassare i livelli di zucchero nel sangue, per regolare la pressione sanguigna, per migliorare il tono vascolare, così come un cambiamento nei principi dietetici può rallentare o rallentare in modo significativo il processo di danno vascolare.

    L'individuazione tempestiva del diabete e la nomina di fondi per stabilizzare la glicemia rallentano significativamente il corso dei cambiamenti nelle pareti vascolari. Inoltre, è necessario determinare costantemente la glicemia e assumere farmaci prescritti dall'endocrinologo.

    L'angiopatia degli arti non può essere curata rapidamente. Tuttavia, ci sono moderni metodi efficaci che possono aiutare anche in fasi relativamente tarde della malattia.

    • La linfodulazione è una nuova e promettente tecnica per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica. Questa procedura consente di eliminare il gonfiore dei tessuti, accelerare l'escrezione dei prodotti metabolici dalle aree interessate. Di conseguenza, viene ripristinata la somministrazione di cibo e ossigeno ai tessuti interessati.
    • Intervento chirurgico - l'uso di metodi per ripristinare (ricostruire) il lume dei vasi interessati, con la chirurgia plastica simultanea dei tessuti molli.
    • Trattamento conservativo: la nomina di farmaci che regolano la pressione sanguigna; mezzi per accelerare la microcircolazione (xantinolo, pentossifillina); farmaci che agiscono sulla permeabilità vascolare (parmidina, acido lipoico); fluidificanti del sangue (aspirina, cardiomagnesio, dipiridamolo); preparati per migliorare il trofismo tissutale (ATP, cocarbossilasi); vitamine del gruppo B, e anche acido ascorbico e nicotinico.

    Si osserva un buon effetto dall'uso della fisioterapia: fangoterapia, stimolazione elettrica, plasmaferesi.

    Nelle fasi avanzate, quando il paziente mostra segni di lesioni gangreno dell'arto, insieme a sintomi di intossicazione del corpo, è necessario ricorrere all'amputazione dell'arto o dei suoi elementi (dita, piedi, parte della gamba). In futuro, eseguire protesi della parte amputata della gamba.

    Prevenzione dell'angiopatia degli arti

    Le misure preventive per l'angiopatia delle estremità includono i seguenti punti:

    • lotta contro l'eccesso di peso, una corretta alimentazione;
    • carico fisico misurato sugli arti;
    • normalizzazione del colesterolo nel sangue;
    • completa cessazione delle cattive abitudini (fumo, alcol e droghe);
    • controllare i livelli di zucchero nel sangue;
    • controllo della pressione arteriosa;
    • rafforzare il sistema nervoso, lo sviluppo dello stress.

    Una corretta alimentazione implica il rifiuto di piatti salati, grassi e, naturalmente, dolci. L'effetto migliore è una dieta raccomandata per il diabete (dieta numero 9).

    L'uso di verdure, frutti di bosco e frutta ha un buon effetto sulle navi. Si consiglia di bere succo di patata fresco (1 / 3-1 / 4 tazze mezz'ora prima dei pasti), mangiare lamponi, cornioli, pere. Foglie di lattuga, piselli, funghi, farina d'avena, alloro hanno le proprietà curative delle lesioni vascolari.

    Previsione dell'angiopatia degli arti

    La prognosi della malattia può essere favorevole con l'accesso tempestivo a un medico. La malattia è difficile, ma comunque curabile, quindi è necessario utilizzare ogni occasione per combattere la malattia.

    L'angiopatia delle estremità è una patologia che richiede una terapia tempestiva e qualificata. Naturalmente, le situazioni trascurate in cui è impossibile fare a meno dell'amputazione peggiorano significativamente la prognosi e richiedono una riabilitazione a lungo termine del paziente. Il paziente dovrà dominare una nuova vita, usando una protesi. Tuttavia, in tali situazioni, le persone sono in grado di vivere una vita relativamente piena. La cosa principale è non perdere un atteggiamento positivo, monitorare lo stato di salute e proteggerlo.

    Redattore esperto medico

    Portnov Alexey Alexandrovich

    Istruzione: Università medica nazionale di Kiev. AA Bogomolets, specialità - "Medicina"

    Prevenzione e trattamento dell'angiopatia degli arti inferiori

    Le angiopatie sono malattie associate a cambiamenti negativi nella parete vascolare. Patologie simili colpiscono le grandi navi, così come le piccole arterie. Possono apparire in qualsiasi parte del corpo umano. L'angiopatia degli arti inferiori è un'afflizione grave e spiacevole. Potrebbe verificarsi a causa di vari motivi.

    Maggiori informazioni sulle cause della malattia

    L'angiopatia degli arti inferiori si sviluppa più spesso sullo sfondo del diabete mellito. Se viene fatta una diagnosi terribile - il diabete, allora le angiopatie possono influenzare non solo le gambe, ma anche la retina dell'occhio, i reni. L'ipertensione è anche spesso la causa della malattia. Ma ci sono altre cause meno comuni:

    • patologie del sistema circolatorio umano;
    • lesioni vascolari;
    • età avanzata;
    • aumento della pressione sanguigna osservato frequentemente;
    • ipotensione;
    • lavorare in produzione pericolosa;
    • disturbi autoimmuni;
    • metabolismo improprio;
    • fattori ereditari

    Sintomi di malattia

    I sintomi di angiopatia delle gambe dipendono dallo stadio della malattia, dall'età del paziente e dallo stato di salute. Ci sono diverse fasi della malattia. Nella prima fase, i sintomi sono generalmente assenti. Nella seconda fase, c'è debolezza nelle gambe, pesantezza in esse, dolore nei muscoli e zoppia. Con lo sviluppo della malattia arriva la terza fase. In questa fase, il disagio disturba la persona anche a riposo. Nella quarta fase si verifica la necrosi del tessuto, così come le ulcere superficiali. Ci sono diversi segni di base con cui una persona può capire di avere angiopatia dei vasi degli arti inferiori:

    • visione offuscata;
    • la pelle delle gambe comincia a staccarsi, appaiono ulcere;
    • vene a ragno sulle gambe;
    • emorragie multiple sulla pelle;
    • zoppia, dolore muscolare;
    • bruciore, intorpidimento agli arti inferiori;
    • piedi freddi;
    • pelle edematosa bluastra sulle gambe.

    Tutto sull'angiopatia delle gambe

    Se l'angiopatia ha colpito le gambe, allora i cambiamenti patologici sono osservati, prima di tutto, in piccole navi. Cioè, il sistema capillare inizialmente soffre e il disturbo è chiamato microangiopatia. Se la malattia progredisce, anche le grandi navi sono soggette a cambiamenti dannosi, tra cui.

    Se il metabolismo del corpo è disturbato, la persona cade nel gruppo a rischio di angiopatia. Anche il rischio di aterosclerosi aumenta.

    A sua volta, è l'aterosclerosi che può dare impulso ai processi che danneggiano le pareti dei vasi sanguigni. A causa della progressione della malattia - angiopatia degli arti inferiori, i tessuti non ricevono più le sostanze di cui hanno bisogno, di conseguenza, iniziano a morire. La malattia è esacerbata dall'infezione e dall'immunità debole. I pazienti spesso ritardano il viaggio dal medico, credendo che il disagio che li disturba passerà da soli. La presenza di angiopatia si trova spesso solo in 3 fasi di sviluppo. In questa fase, la malattia deve essere trattata urgentemente.

    Diagnosi della malattia

    Il medico inizialmente valuta la salute generale del paziente. Inoltre, sono prescritti esami speciali. Con il loro aiuto, viene determinato il grado di lesione della parete vascolare dell'arto. Dopo una corretta diagnosi e identificazione di tutti i problemi, viene prescritto un trattamento. Innanzitutto, il paziente deve:

    Analisi del sangue biochimica

    • fare un esame del sangue biochimico;
    • l'elettrocardiogramma è mostrato;
    • bakposev con secrezioni purulente;
    • Raggi X;
    • misurare la pressione sulle arterie periferiche.

    Dopo la ricerca, il medico deve scoprire in che condizioni si trova la parete vascolare dell'arto. Per questo:

    • si utilizza l'angiografia;
    • determinazione della pressione sanguigna galerostop;
    • analisi dei segnali del flusso sanguigno Doppler lungo la gamba spettrale.

    Il medico può ritenere necessario condurre studi per tenere traccia dei cambiamenti emodinamici. Per questo:

    • viene utilizzata la flussimetria laser;
    • capillaroscopia su un computer;
    • stress transcutaneo.
    Kapilyaroskopiya

    La diagnosi è necessaria non solo prima del trattamento. Possono essere necessari completamente degli studi già al momento della rimozione della malattia per le necessarie azioni correttive.

    Liberarsi della malattia

    Per prescrivere un trattamento efficace, il medico prende in considerazione i fattori che hanno causato l'angiopatia degli arti inferiori. Puoi rallentare il processo di danneggiamento delle pareti dei vasi sanguigni. Per questo:

    • monitorare la pressione sanguigna;
    • prescrivere una dieta;
    • monitorare i livelli di zucchero nel sangue;
    • usare farmaci che possono rendere i vasi più elastici.

    Se la causa dell'angiopatia delle estremità è il diabete o l'ipertensione, allora tutte le misure sono prese per combattere questi disturbi. Il paziente dovrebbe consultare un endocrinologo e scoprire se ha qualche malattia del sistema endocrino che influenza i processi metabolici, e questi, a loro volta, possono provocare angiopatia.

    L'angiopatia delle gambe è completamente trattata nella fase attuale dello sviluppo della medicina. Il processo di guarigione stesso è lungo. La malattia può essere rallentata, migliorare significativamente le condizioni del paziente.

    Uno dei metodi più recenti è la linfodulazione. Grazie a lei riesce a migliorare la circolazione di linfa e sangue. Il metodo consente di sbarazzarsi di gonfiore, rimuovere le sostanze nocive dalla zona interessata.

    Il medico può prescrivere un trattamento conservativo paziente per sbarazzarsi della malattia. Vengono usati farmaci che influenzano la permeabilità delle arterie, fluidificanti del sangue, farmaci a microcircolazione e farmaci che migliorano i trofei. Benefico per il paziente influisce sull'assunzione di vitamine.

    Per ripristinare il lume delle navi colpite, viene eseguita un'operazione. Allo stesso tempo viene utilizzata la plastica dei tessuti molli.

    Le procedure fisioterapeutiche aiutano i pazienti in modo eccellente. Questi metodi includono elettrostimolazione, plasmaferesi e fangoterapia. Se il paziente si rivolse al medico molto tardi, cominciò l'ebbrezza dell'intero organismo, la cancrena colpì la gamba, quindi non è rimasto altro che ricorrere all'amputazione dell'arto. Accade così che sia sufficiente amputare solo le dita o il piede.

    prevenzione

    Al fine di escludere al massimo la possibilità di sviluppare l'angiopatia delle estremità, è necessario condurre una lotta intensificata con l'obesità. È necessario controllare il consumo di alcol, rinunciare alle sigarette.

    L'esercizio dovrebbe essere fatto regolarmente. I livelli di colesterolo e glicemia dovrebbero essere ottimali. Anche la pressione del sangue dovrebbe essere normale.

    Una persona dovrebbe mangiare il sale con moderazione e non abusarne. Troppo dolce, così come i piatti grassi dovranno essere abbandonati. C'è una dieta numero 9, che è raccomandato per le persone con diabete. Dovrebbe essere usato per la profilassi. Per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, puoi bere succo di patate 1/3 tazza 30 minuti prima di mangiare. È necessario mangiare tali alimenti: farina d'avena, piselli, funghi, lattuga, pere, verdure e bacche. Le sostanze in esse contenute hanno un effetto benefico sulle navi.

    angiopatia

    L'angiopatia è una patologia dei vasi sanguigni che si sviluppa a seguito di una regolazione nervosa compromessa. Ridurre il tono dei vasi sanguigni porta alla rottura del loro funzionamento, così come i cambiamenti nella struttura delle pareti vascolari. Il processo patologico può essere localizzato in diverse parti del corpo o essere generalizzato, può interessare vasi sanguigni di diverso calibro. La progressione dell'angiopatia porta allo sviluppo di cambiamenti irreversibili nel corpo a causa di disturbi circolatori.

    Cause e fattori di rischio

    Il cuore del processo patologico nei vasi è un disturbo della neuroregolazione, che porta a una violazione del tono vascolare, paresi e spasmi di vasi micro e talvolta macro. Le ragioni per lo sviluppo dei disturbi neuroregolatori possono essere molte.

    Principali fattori di rischio per tutte le forme di angiopatia:

    • caratteristiche congenite delle pareti dei vasi sanguigni;
    • malattie del sistema ematopoietico;
    • disordini metabolici;
    • ebbrezza;
    • lesioni traumatiche;
    • in sovrappeso;
    • età avanzata;
    • la presenza di cattive abitudini;
    • stile di vita passivo.

    Lo sviluppo di angiopatia in pazienti con diabete mellito è un processo naturale, che porta alla progressione della malattia. L'angiopatia diabetica si manifesta sullo sfondo di un trattamento inadeguato del diabete mellito, è facilitata da disturbi metabolici non compensati, dal deterioramento dell'offerta di ossigeno dei tessuti e da cambiamenti ormonali che aggravano i disordini metabolici e contribuiscono allo sviluppo di processi patologici nella parete vascolare.

    I fattori di rischio per lo sviluppo di angiopatia degli arti inferiori, oltre al diabete, includono:

    • processi patologici nel cervello, midollo spinale, così come nei nervi periferici, portando a una violazione dell'innervazione vascolare;
    • lesione dei vasi sanguigni della microvascolatura delle gambe nelle malattie autoimmuni;
    • ipo-ipertensione arteriosa con lo sviluppo di ialinosi delle pareti vascolari;
    • ipotermia degli arti inferiori;
    • rischi professionali (in particolare, l'impatto sul corpo di sostanze tossiche, malattie da vibrazione).
    La progressione dell'angiopatia porta allo sviluppo di cambiamenti irreversibili nel corpo a causa di disturbi circolatori.

    L'angiopatia della retina si sviluppa sullo sfondo dell'osteocondrosi del rachide cervicale, l'aumento della pressione intracranica, la presbiopia dell'occhio (fuoco visivo focalizzato su oggetti vicini, che è associato a cambiamenti legati all'età naturale).

    L'angiopatia ipertensiva si verifica sullo sfondo di grave ipertensione, così come la predisposizione genetica a questa patologia.

    Forme di angiopatia

    A seconda del processo patologico che ha portato allo sviluppo della patologia, si distinguono le seguenti forme di angiopatia:

    • diabetica;
    • ipertensione;
    • ipotonica;
    • amiloide cerebrale;
    • angiopatia traumatica della retina (retinopatia traumatica);
    • angiopatia retinica giovanile (angiopatia giovanile, malattia di Ilza).

    A seconda delle dimensioni dei vasi interessati, la microangiopatia (danno ai piccoli vasi sanguigni) e la macroangiopatia (danni ai grandi vasi sanguigni) sono isolati.

    A seconda della localizzazione:

    • angiopatia degli arti inferiori e / o superiori;
    • angiopatia retinica;
    • angiopatia dei vasi cerebrali (cerebrali);
    • angiopatia arteriosa; e altri
    L'angiopatia retinica può essere complicata da glaucoma, cataratta, distacco della retina, atrofia del nervo ottico, perdita della vista parziale o completa.

    sintomi

    Il quadro clinico dipende dalla forma, dalla gravità del processo patologico e dalla sua localizzazione.

    Segni di angiopatia degli arti inferiori:

    • pelle fredda;
    • pallore o tonalità cianotica della pelle;
    • il verificarsi di ematomi e capillari alterati senza alcuna ragione apparente;
    • la comparsa di aree con pigmentazione alterata, peeling;
    • scarsa guarigione, persino danni superficiali, nonostante il trattamento in corso;
    • intorpidimento, prurito, bruciore e gattonamenti agli arti inferiori;
    • ridotta sensibilità delle gambe;
    • indebolimento della pulsazione delle arterie;
    • dolore agli arti inferiori, che compaiono durante la deambulazione, claudicatio intermittente.

    L'angiopatia degli arti inferiori, sviluppata sullo sfondo del diabete mellito, è caratterizzata da una precoce aderenza ai segni dei disturbi del sistema nervoso, associati a lesioni dei vasi sanguigni di piccolo calibro, associate a lesioni oculari e renali, nonché alla formazione di ulcere trofiche (in casi gravi e cancrena) degli arti inferiori sullo sfondo pulsazione conservata delle arterie periferiche. Il processo infettivo può svilupparsi sullo sfondo di lesioni lievi, crepe della pelle. Piccole ulcere praticamente indolori appaiono sugli arti inferiori (il più delle volte sui piedi), che si diffondono gradualmente ai muscoli e alle ossa. Con la progressione del processo patologico, si verifica la necrosi, che si estende gradualmente oltre le ulcere su tutto il piede, il cosiddetto piede diabetico si sviluppa.

    L'angiopatia ipertensiva della retina nelle prime fasi è asintomatica o presenta sintomi lievi. I pazienti hanno una leggera diminuzione dell'acuità visiva, la comparsa di abbagliamenti, bagliori, linee e / o punti davanti ai loro occhi.

    Con la progressione di angiopatia ipertensiva si notano:

    • frequenti emorragie negli occhi;
    • dilatazione delle vene del fondo;
    • diminuzione significativa in acuità visiva (fino alla cecità);
    • restringimento dei campi visivi;
    • mal di testa regolari;
    • frequenti epistassi;
    • tosse con sangue;
    • rilevamento di impurità del sangue nelle urine, feci;
    • irritabilità, instabilità emotiva, stati d'ansia;
    • disturbi dell'attenzione e della memoria;
    • dipendenza meteorologica.

    I cambiamenti nelle navi sono reversibili con la normalizzazione della pressione sanguigna.

    L'angiopatia di vasi cerebrali si manifesta, prima di tutto, da mal di testa persistente, possibile disorientamento dell'orientamento nello spazio, allucinazioni.

    Quando si osserva angiopatia arteriosa violazioni dell'attività cardiaca, formazione di trombi.

    diagnostica

    L'uso di vari metodi diagnostici dipende dalla forma di angiopatia. Il più frequente ricorso all'esame radiografico a contrasto dei vasi sanguigni (angiografia).

    La diagnosi di angiopatia degli arti inferiori comprende i seguenti metodi:

    • reovasografia - diagnostica funzionale dei vasi delle estremità, che consente di valutare lo stato del flusso sanguigno venoso e arterioso;
    • capillaroscopia: esame non invasivo dei capillari;
    • esame ecografico dei vasi degli arti inferiori con scansione duplex;
    • termografia - l'immagine si ottiene registrando la radiazione termica dagli organi, che consente di avere un'idea della circolazione sanguigna in essi, e quindi della funzione dei vasi;
    • arteriografia - esame radiopaco delle arterie.

    I principali metodi di diagnosi dell'angiopatia della retina includono l'oftalmoscopia diretta e indiretta (metodo strumentale per lo studio del fondo).

    L'angiopatia cerebrale è diagnosticata mediante angiografia computerizzata o di risonanza magnetica di vasi cerebrali.

    Una complicazione dell'angiopatia cerebrale può essere una significativa diminuzione della qualità della vita a causa di attacchi di mal di testa intensi e prolungati, ictus.

    trattamento

    Il trattamento dell'angiopatia consiste, prima di tutto, nel trattamento della malattia di base e / o l'eliminazione dei fattori avversi responsabili dello sviluppo dell'angiopatia.

    Un prerequisito per il trattamento efficace dell'angiopatia diabetica è la compensazione della malattia di base, cioè la normalizzazione del metabolismo. Uno dei principali metodi di trattamento è la terapia dietetica: i carboidrati facilmente digeribili sono esclusi dalla dieta, la quantità totale di carboidrati e grassi di origine animale è ridotta. Se necessario, vengono prescritti preparati di potassio, angioprotettori, antispastici e anticoagulanti. In presenza di grave ischemia degli arti inferiori, viene mostrata la plasmaferesi gravitazionale, che aiuta a purificare il sangue, ridurre il dolore ischemico e anche a guarire le ferite più rapidamente. Inoltre, prescritto un insieme di esercizi di ginnastica.

    L'angiopatia degli arti inferiori può essere trattata sia con metodi conservativi che chirurgici, a seconda della gravità. La terapia conservativa consiste nella prescrizione di farmaci vasoattivi, farmaci che migliorano la circolazione sanguigna e normalizzano il tono della parete vascolare.

    Il trattamento chirurgico della macroangiopatia degli arti inferiori consiste in protesi dei vasi sanguigni colpiti. In alcuni casi (stadio avanzato, intossicazione grave, cancrena), viene eseguita l'amputazione degli arti inferiori. Il livello di amputazione è determinato in base alla vitalità dei tessuti dell'una o dell'altra parte dell'arto inferiore.

    Nel trattamento dell'angiopatia ipertensiva, la normalizzazione della pressione arteriosa è di primaria importanza. Il ricevimento di vasi di vasodilatatori, diuretici è mostrato.

    Nell'angiopatia retinica vengono prescritti farmaci per il metabolismo del tessuto e del microcircolo.

    Oltre al trattamento principale, vengono spesso prescritte procedure di fisioterapia. Efficace terapia laser, terapia magnetica, agopuntura, fanghi terapeutici.

    Possibili complicazioni e conseguenze

    L'angiopatia retinica può essere complicata da glaucoma, cataratta, distacco della retina, atrofia del nervo ottico, perdita della vista parziale o completa.

    Sullo sfondo di un'angiopatia grave di eziologia diabetica, si stanno sviluppando la sindrome del piede diabetico, la cancrena e l'intossicazione dell'organismo ad alto rischio di morte.

    L'angiopatia arteriosa è complicata dalla formazione di coaguli di sangue, dallo sviluppo di ictus, infarto miocardico.

    L'angiopatia ipertensiva si verifica sullo sfondo di grave ipertensione, così come la predisposizione genetica a questa patologia.

    Una complicazione dell'angiopatia cerebrale può essere una significativa diminuzione della qualità della vita a causa di attacchi di mal di testa intensi e prolungati, ictus.

    prospettiva

    La prognosi per varie forme di angiopatia dipende in larga misura dalla tempestività dell'inizio del trattamento e dall'adempimento da parte del paziente delle istruzioni del medico.

    Con trattamento tempestivo adeguato di angiopatia diabetica delle estremità più basse, di regola, è possibile evitare lo sviluppo di cancrena e amputazione. In assenza del trattamento necessario, la gangrena si sviluppa in circa il 90% dei casi di angiopatia diabetica nel corso di cinque anni dall'inizio del processo patologico. La mortalità in questi pazienti è del 10-15%.

    Con un trattamento adeguatamente selezionato per l'angiopatia retinica, la prognosi è generalmente favorevole. La prognosi peggiora con lo sviluppo del processo patologico nelle donne in gravidanza. Alla nascita, il paziente può sperimentare una completa perdita della vista, per questo motivo in questi pazienti è indicato un taglio cesareo.

    prevenzione

    Al fine di prevenire lo sviluppo di angiopatia, è raccomandato:

    • follow-up di pazienti con comorbidità che sono a rischio di sviluppare angiopatia;
    • correzione del sovrappeso (specialmente nei pazienti con diabete);
    • nutrizione equilibrata;
    • rifiuto di cattive abitudini;
    • sufficiente attività fisica;
    • evitare uno sforzo fisico eccessivo;
    • evitare situazioni stressanti.

    Inoltre, Leggere Imbarcazioni

    Ipossia cerebrale

    L'ipossia del cervello in medicina è chiamata una malattia in cui il cervello umano riceve una quantità insufficiente di ossigeno. Questa condizione patologica può avere gravi conseguenze, tra cui il coma e la morte.

    Panoramica dei bloccanti dei canali del calcio: descrizione generale, tipi di gruppi di farmaci

    In questo articolo imparerai a conoscere i bloccanti dei canali del calcio e un elenco di questi farmaci, per i quali sono prescritte malattie.

    Consolidamento dell'aorta del cuore: cos'è e cosa fare a riguardo?

    Da questo articolo imparerai: cos'è indurimento aortico, è pericoloso. È possibile sbarazzarsi del problema e cosa si deve fare per quello.

    Aneurisma cerebrale: sintomi e principali metodi di trattamento

    L'aneurisma vascolare è una piccola formazione nel vaso sanguigno cerebrale, che aumenta col tempo e si riempie di sangue. Una nave rigonfia produce pressione sul nervo o sul tessuto che circonda il cervello.

    L'arteria carotidea pulsa fortemente

    L'aneurisma carotideo causa sintomi e trattamentoAllora ci può essere dolore nel cuore e mancanza di respiro. L'aneurisma dell'arteria carotide interna presenta i seguenti sintomi:

    Come condurre l'auscultazione del cuore, per il quale è necessario

    Da questo articolo imparerai un metodo così antico di studio dello stato di salute, come l'auscultazione del cuore. La storia del metodo, i principi di base dell'auscultazione e delle malattie che possono essere identificati o almeno ipotizzati utilizzando questa tecnica.