Da questo articolo imparerai: cos'è l'aneurisma dell'aorta addominale e come è pericoloso. Le cause, come questa malattia si manifesta e viene diagnosticata, come è possibile curarla e cosa è necessario per questo.

Con l'aneurisma dell'aorta addominale, si verifica un aumento eccessivo del diametro e dell'espansione del lume della più grande nave del corpo (aorta), situata nella sua parte addominale. Il muro dell'aorta addominale alterata, da cui si estendono le arterie che portano il sangue agli organi interni, si assottiglia e si indebolisce. Il risultato di tali cambiamenti è la minaccia di rottura spontanea con sanguinamento grave, insufficiente apporto di sangue alla cavità addominale.Questa patologia, sebbene relativamente rara (meno dell'1% della popolazione è malata), è molto pericolosa (oltre il 90% dei pazienti con aneurisma aortico muore per le sue complicanze).

L'insidiosità della malattia nel decorso asintomatico - anni di aneurisma dell'aorta addominale non si manifesta e si trova per caso durante gli esami per varie malattie. Solo il 30% dei pazienti va dai medici a lamentele minori in anticipo causate da questa patologia (dolore, tumore pulsante nell'addome). Più del 40% dei pazienti in un ordine di emergenza sono ricoverati in ospedale in una condizione difficile e pericolosa per la vita a causa di una improvvisa grave complicazione di un aneurisma aortico - rottura o dissezione.

Chirurghi vascolari e cardiochirurghi sono coinvolti nel trattamento della malattia. L'unica opzione per una terapia efficace è la chirurgia per sostituire l'area aortica modificata con una protesi artificiale. Ma anche solo per un po '(mesi, anni, decenni) o parzialmente salva il paziente dal problema a causa dell'alto rischio di complicanze postoperatorie e della necessità di somministrare farmaci per tutta la vita.

Qual è l'aorta addominale

L'aorta è la prima nave in cui il cuore getta sangue. Si estende sotto forma di una grande formazione tubolare con un diametro di 1,5-2 cm a 2,5-3 cm attraverso il torace, che procede dalla giunzione aortica-cardiaca, e l'intera cavità addominale al livello di articolazione della colonna vertebrale con il bacino. È la nave più grande e più significativa del corpo.

Anatomicamente importante per dividere l'aorta in due sezioni: toracica e addominale. Il primo si trova nel torace sopra il livello del diaframma (strisce muscolari, che respira e separa le cavità addominale e toracica). La regione addominale si trova sotto il diaframma. Da esso partono le arterie che forniscono sangue allo stomaco, intestino tenue e crasso, fegato, milza, pancreas, reni. L'aorta addominale termina dopo la scissione nelle arterie iliache destra e sinistra, che portano il sangue agli arti inferiori e agli organi pelvici.

Cosa succede con una malattia e qual è il suo pericolo?

Aneurismi dell'aorta addominale sono i seguenti cambiamenti patologici in questa nave:

  • Esternamente, sembra espansione, protrusione, aumento del diametro totale e del lume interno dell'area aortica rispetto alle sezioni soprastanti e sottostanti.
  • Situato sotto il diaframma (in qualsiasi segmento dal diaframma al livello di separazione) lungo la cavità addominale - nella regione addominale.
  • È caratterizzato da assottigliamento, indebolimento delle pareti dei vasi nell'area di protrusione.

Tutti questi cambiamenti patologici sono molto pericolosi a causa di:

  • pressione arteriosa molto alta nell'aorta, che si crea al momento dell'espulsione del sangue dal cuore;
  • l'incapacità del muro debole di resistere alla pressione sanguigna;
  • distruzione dell'aorta nell'area dell'aneurisma;
  • la minaccia di stratificazione o rottura dell'aneurisma, che sono accompagnati da gravi emorragie interne;
  • insufficiente afflusso di sangue agli organi interni a causa del blocco delle arterie localizzate nella zona di espansione.

Ci sono discussioni tra specialisti riguardo ai criteri per fare una diagnosi di aneurisma dell'aorta addominale. Se prima si riteneva che solo un'estensione di oltre 3 cm fosse un sintomo affidabile della malattia, studi recenti hanno dimostrato l'affidabilità relativa di queste informazioni. Ciò è dovuto al fatto che molti fattori aggiuntivi devono essere presi in considerazione:

  • genere - negli uomini, l'aorta addominale è, in media, 0,5 cm di diametro in più rispetto alle donne;
  • età - con l'età, si verifica una regolare espansione dell'aorta addominale (in media del 20%) a causa dell'indebolimento della parete e dell'aumento della pressione arteriosa;
  • l'area dell'aorta addominale - le parti più basse sono normalmente più piccole di 0.3-0.5 cm di diametro rispetto a quelle superiori.

Pertanto, l'espansione dell'aorta nella regione addominale di oltre 3 cm - il corretto, ma non l'unico segno della malattia. Ciò è dovuto al fatto che in nessuna circostanza un'aorta sana dovrebbe avere un diametro maggiore. In connessione con la variabilità delle dimensioni del diametro normale dell'aorta, gli esperti si riferiscono ad aneurismi di espansione pari a meno di 3 cm, se presenti:

  • un aumento del diametro della regione addominale al di sotto del livello dello scarico delle arterie renali di oltre il 50% rispetto alla sezione sopra questi vasi;
  • qualsiasi estensione a forma di fuso, 0,5 cm più grande del diametro dell'aorta normale;
  • espansione limitata focale sotto forma di protrusione a forma di sacchetto di qualsiasi dimensione e lunghezza.

Tipi di aneurismi aortici

Secondo la localizzazione dell'aneurisma dell'aorta addominale, è importante dividere in due tipi:

  1. Situato al di sopra del livello di scarica delle arterie renali - sono molto pericolosi perché colpiscono tutte le grandi arterie che forniscono gli organi interni. Pertanto, sono difficili da gestire.
  2. Situato sotto le arterie renali - meno pericoloso, in quanto influenzano solo l'aorta, che facilita l'operazione.

Per la forma e la forma dell'aneurisma addominale sono:

  1. Focale (limitato, sacculato) - ha la forma di una protrusione limitata di tutte le pareti, o una di esse (una sezione di parecchi centimetri di lunghezza), che è chiaramente separata dalle sezioni soprastanti e sottostanti del diametro normale.
  2. Diffusa (totale, diffusa, fusiforme) - la lunghezza della protrusione occupa tutta o la maggior parte dell'aorta addominale sotto forma di un'espansione generale senza confini chiari - l'intera aorta è uniformemente espansa.

Piccolo aneurisma

Gli esperti identificano un gruppo di piccoli aneurismi aortici - qualsiasi estensione con un diametro fino a 5 cm. La convenienza in questo è dovuta al fatto che sono più spesso raccomandati per essere monitorati piuttosto che operati. Se c'è un rapido aumento delle dimensioni di oltre 0,5 cm in 6 mesi, questo indica un rischio di rottura. Tali aneurismi richiedono un trattamento chirurgico, nonostante le piccole dimensioni. Secondo le statistiche, sono rotti ugualmente spesso rispetto ai grandi aneurismi, ma il numero di complicanze e fallimenti postoperatori è molto più basso.

Cause della malattia

Ci sono quattro ragioni principali per lo sviluppo di aneurismi dell'aorta addominale:

  1. aterosclerosi;
  2. fattori genetici e congeniti;
  3. processi infiammatori nell'aorta;
  4. lesioni e danni.

1. Il ruolo dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi è la causa principale dell'80-85% degli aneurismi. Le placche di colesterolo nell'aorta e nelle parti inferiori - le arterie degli arti inferiori distruggono la parete vascolare, riducono la sua forza, contribuiscono alla formazione di coaguli di sangue, aumentano la pressione sanguigna nell'aorta. In questo contesto, si forma la sua espansione o protrusione. Si nota che nell'aterosclerosi appaiono principalmente aneurismi a forma di fuso, inclini a una stratificazione graduale.

2. Il valore dei fattori genetici e congeniti

Dimostrato un rapporto ereditario di aneurismi dell'aorta addominale tra gli uomini tra i parenti della prima linea (genitori-figli). Se il padre ha questa malattia, la probabilità di insorgenza del figlio è di circa il 50%. Ciò è dovuto a difetti del materiale genetico, struttura dei geni e anomalie (mutazioni) dei cromosomi. Ad un certo punto, interrompono il lavoro dei sistemi enzimatici responsabili della produzione di sostanze che sono alla base della forza della parete aortica.

Le caratteristiche congenite della struttura dei vasi sanguigni sotto forma di contrazioni anormali, estensioni, angiodisplasie (violazione della ramificazione, struttura muraria) possono anche causare la formazione di aneurisma. Questo accade con la sindrome di Marfan e la displasia fibromuscolare arteriosa-aortica.

3. Processi infiammatori

A seconda delle cause dell'aneurisma aortico addominale può essere non infiammatorio (aterosclerotico, genetico, traumatico) e infiammatorio. La causa e il meccanismo della formazione del secondo è un processo infiammatorio cronico lento.

Può verificarsi sia direttamente nel muro dell'aorta, sia nel tessuto adiposo circostante. Nel primo caso, l'aneurisma si verifica a causa della distruzione della parete vascolare da parte dell'infiammazione, la sostituzione dei tessuti normali da parte di quelli cicatriziali deboli. Nel secondo, l'aorta è di nuovo coinvolta nell'infiammazione, si estende in direzioni diverse e si espande a seguito della formazione di aderenze dense tra esso e i tessuti circostanti.

Il processo infiammatorio è possibile con:

  • Aortoarterite - un processo autoimmune, una rottura dell'immunità, in cui le cellule immunitarie distruggono la parete aortica, percependo i suoi tessuti come estranei.
  • Sifilide e tubercolosi. Tali aneurismi sono chiamati infettivi specifici. Si verificano durante la lunga esistenza di queste malattie (anni, decenni).
  • Qualsiasi infezione (intestinale, herpes, citomegalovirus, clamidia). Questo accade molto raramente (non più dell'1-2%) in caso di ipersensibilità individuale a un agente patogeno specifico e in immunodeficienze.

4. Quali lesioni provocano l'aneurisma

Il danno traumatico diretto alla parete dell'aorta addominale è possibile con:

  • ferite chiuse e ferite dell'addome (colpi d'arma da fuoco, coltelli), che colpiscono l'aorta;
  • esecuzione di operazioni aperte sugli organi retroperitoneali;
  • interventi endovascolari (intraluminali) e manipolazioni aortiche.

Tutti questi fattori indeboliscono la parete del vaso, che può ulteriormente causare l'espansione aneurismatica nell'area danneggiata.

Significato dei fattori di rischio

Fattori che da soli non sono in grado di causare l'aneurisma, ma aggravano il suo corso - questi sono fattori di rischio:

  • genere maschile;
  • età da 50 a 75 anni;
  • ipertensione arteriosa grave (aumento della pressione);
  • fumo e abuso di alcool;
  • obesità e diabete.

Sintomi caratteristici

La tabella mostra i sintomi tipici e le possibili varianti dell'aneurisma dell'aorta addominale:

Aneurisma dell'aorta addominale - che cos'è e come trattare?

L'aneurisma dell'aorta addominale è una parziale espansione locale del lume aortico nella regione peritoneale, la cui causa può essere un'anomalia congenita della struttura delle pareti dei vasi sanguigni o dei loro cambiamenti patologici.

Questa patologia conduce tra tutti i casi di malattie aneurismatiche dei vasi sanguigni. La sua frequenza è quasi del 95%. Allo stesso tempo, gli uomini sopra i 60 anni sono prevalentemente colpiti dalla malattia. I rappresentanti femminili sono esposti a questa malattia molto meno frequentemente.

Il pericolo della malattia è che è spesso asintomatico. Ma gradualmente aumenta la dimensione dell'aneurisma (annualmente - circa il 10-12%). Di conseguenza, le pareti dell'aorta sono talmente tese da poter scoppiare in qualsiasi momento. La conseguenza della rottura dell'aneurisma è un'intensa emorragia interna, e quindi - la morte del paziente.

Cause di aneurisma e fattori dannosi

È estremamente importante determinare le cause dello sviluppo della formazione di un sacco aneurismatico, dal momento che il 50-60% di tutti i pazienti muore a causa della malattia. Allo stesso tempo, tra l'identificazione della patologia e l'inizio della morte avviene un bel po 'di tempo - solo 1-2 anni. Le cause della deformità della parete vascolare possono essere infiammatorie e non infiammatorie.

  1. Con un'origine non infiammatoria della patologia, la malattia aterosclerotica diventa la causa del suo sviluppo in un gran numero di casi. È caratterizzato dalla formazione di placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni, sotto l'influenza di cui c'è un cambiamento nella struttura dello strato di rivestimento. A poco a poco, i tessuti della parete vascolare sono sostituiti da strutture di tessuto connettivo, che lo rende meno elastico e più suscettibile alla deformazione sotto l'influenza della pressione sanguigna. L'ipertensione arteriosa, che ha una stretta relazione con i processi aterosclerotici, può anche portare all'espansione dell'aorta.
  2. Raramente, ma, tuttavia, si verifica la forma traumatica dell'aneurisma. Si verifica a seguito di ferite chiuse del torace, dell'addome o della colonna vertebrale. Può essere il risultato di un incidente, quando la vittima colpisce gravemente o si appoggia contro il volante con lo stomaco o il torace. Aumenta il rischio di sviluppare la malattia e una caduta da un'altezza, così come la frammentazione, il coltello o altre lesioni all'addome. In tali circostanze, tutti gli strati di tessuti aortici sono danneggiati, a seguito del quale un ematoma inizia a formarsi in essi. Quindi si verifica il processo di formazione di cicatrici del muro, e solo in seguito, nel sito di formazione di cicatrici, può verificarsi una rottura aneurismatica.
  3. Infiammatorie. Prima di tutto, questo gruppo include aneurismi di eziologia sifilitica. In tali condizioni, il processo infiammatorio si sviluppa dapprima nei vasi che alimentano l'aorta. Dopodiché, la parete aortica stessa è influenzata, a causa della quale la sua struttura normale viene interrotta. È al sito della lesione che si forma la borsa aneurismatica.
  4. Uno specifico aneurisma infiammatorio può svilupparsi a causa di tubercolosi o reumatismi. In questo caso, il processo patologico dalla colonna vertebrale o da altri focolai di infiammazione passa all'aorta, che porta alla sporgenza della parete arteriosa.
  5. Aneurismi infiammatori aspecifici si sviluppano sullo sfondo di vari processi infettivi che colpiscono il corpo umano. L'agente patogeno entra nell'aorta insieme al flusso sanguigno e può causare infiammazione non solo in esso, ma anche nei vasi sanguigni adiacenti. Questo aneurisma è chiamato embolico infettivo. Gli agenti patogeni possono entrare nell'aorta addominale da polmoni, intestino, pancreas (per pancreatite) e altri organi.

classificazione

Di particolare importanza è la gradazione anatomica degli aneurismi dell'aorta addominale. Secondo questo criterio, la malattia può essere infrarenale (quando l'aneurisma si trova sotto il ramo delle arterie renali) e soprarenale (quando il focus del processo patologico è al di sopra delle arterie renali).

Secondo la classificazione degli aneurismi sotto forma di protrusione della parete aortica, essi sono:

  • saccular;
  • mandrini diffusi;
  • Esfoliare.

Secondo la struttura del muro aneurismatico, tali formazioni sono divise in vero e falso.

C'è una classificazione di aneurismi ed eziologia (origine). Tale gradazione divide il processo patologico in innato e acquisito. Il secondo gruppo può essere di origine non infiammatoria e può derivare da lesioni, aterosclerosi, sifilide, malattie infettive, ecc.

Secondo il decorso clinico dell'aneurisma, l'aorta addominale è divisa in complicata e non complicata. Dalla dimensione delle borse aneurismatiche sono:

  • piccolo (da 3 a 5 cm);
  • medio (da 5 a 7 cm);
  • grande (più di 7 cm);
  • gigante, il cui diametro è 8-10 volte il diametro della regione aortica infrarenale.

Esiste una classificazione degli aneurismi e la prevalenza, secondo la quale si distinguono 4 tipi di processo patologico:

  1. Il primo tipo è chiamato aneurisma infrarenale con un istmo distale e prossimale sufficientemente lungo.
  2. Nel secondo tipo di aneurisma infrarenale, l'istmo prossimale ha una lunghezza sufficiente e il processo patologico si estende alla biforcazione aortica.
  3. Nel terzo tipo di aneurisma infrarenale, la biforcazione delle arterie aortiche e iliache è coinvolta nel processo patologico.
  4. Nell'ultimo, quarto tipo, stiamo parlando di aneurisma surrenale e soprarenale dell'aorta addominale.

Sintomi dell'aneurisma dell'aorta addominale

Spesso la patologia non si manifesta e viene rilevata solo quando si eseguono esami radiografici, ecografici, palpativi o laparoscopici della cavità addominale.

Ma a volte la malattia, tuttavia, può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • dolore nell'addome;
  • sensazione di pienezza e pesantezza nell'addome;
  • sensazione di pulsazione nel sito di localizzazione della lesione del processo patologico.

Spesso la fonte del dolore è nella parte sinistra dell'addome. Può essere lieve, ma a volte può diventare insopportabile, motivo per cui il paziente deve mettere antidolorifici.

I dolori possono irradiarsi in diverse parti dell'addome, nella parte bassa della schiena e anche nell'area dell'inguine. A questo proposito, i pazienti vengono spesso sottoposti a false diagnosi - radicolite, pancreatite, colica renale, ecc.

Man mano che cresce, l'aneurisma inizia a premere sulle pareti dello stomaco e del duodeno. Questo porta a sintomi spiacevoli, manifestati da:

  • nausea;
  • vomito;
  • eruttazione dell'aria;
  • gonfiore e flatulenza;
  • costipazione frequente.

In alcuni casi, l'aneurisma porta allo spostamento del rene e alla spremitura dell'uretere. Ciò causa la comparsa di sintomi diuretici e lo sviluppo di ematuria. Quando si schiaccia l'aneurisma delle vene e delle arterie negli uomini ci sono sensazioni dolorose nei testicoli, in parallelo con le quali lo sviluppo del varicocele.

Quando si schiaccia le radici spinali con un aneurisma crescente, si sviluppa un complesso di sintomi isio-radiali, accompagnato da dolore persistente nella colonna vertebrale e disturbi motori e sensoriali nelle gambe.

Con questa malattia, può verificarsi lo sviluppo di disturbi cronici della circolazione sanguigna nei vasi delle gambe, che a sua volta causa disturbi trofici e claudicatio intermittente.

Se l'aneurisma si rompe nella regione dell'aorta, il paziente ha un sanguinamento intenso che può portare alla morte in pochi secondi. Questa condizione patologica è accompagnata da:

  • un improvviso attacco di dolore acuto e bruciante nell'addome e / o segmento inferiore della colonna vertebrale;
  • un forte attacco di ipotensione, che porta allo sviluppo del collasso;
  • sensazioni pulsante nel peritoneo.

Le manifestazioni cliniche della rottura dell'aneurisma aortico della cavità addominale dipendono dalla direzione del sanguinamento. Quindi, con sanguinamento retroperitoneale, l'insorgenza di una sindrome da dolore grave, caratterizzata da una notevole durata. Se l'ematoma inizia a diffondersi agli organi pelvici, il paziente lamenta dolore all'inguine, perineo, genitali e fianchi. Una vasta lesione dell'ematoma degli organi interni è spesso mascherata dalle manifestazioni cliniche di un attacco di cuore.

Quando la rottura intraperitoneale dell'aneurisma avviene lo sviluppo di un massicciooperoperitoneo, che è caratterizzato dal verificarsi di dolore intenso e distensione addominale. In tutti i suoi segmenti si nota la comparsa del sintomo di Shchetkin-Blumberg. Il metodo a percussione nella cavità addominale rivela la presenza di fluido libero.

Insieme ai segni di un addome acuto, i sintomi della seguente forma sono caratteristici della rottura del sacco aneurismatico:

  • sbiancamento improvviso dell'epidermide e delle mucose;
  • forte esaurimento;
  • l'aspetto del sudore freddo;
  • ritardo fisico e mentale;
  • pulsazioni frequenti;
  • grave ipotensione;
  • ridurre il numero di urine giornaliere assegnate.

Quando l'aneurisma si rompe nella regione della vena cava inferiore, si verifica una fistola artero-venosa. Questo processo è accompagnato da:

  • dolore nell'addome e nella parte bassa della schiena;
  • la formazione di un tumore nella cavità peritoneale al di sopra della quale sono chiaramente udibili soffi sistolico-diastolici;
  • gonfiore delle gambe;
  • aumento della frequenza cardiaca e del polso;
  • dispnea aggravata;
  • pronunciata perdita di forza.

L'insufficienza cardiaca si sviluppa gradualmente. Con l'aumento dei suoi sintomi può essere fatale.

La rottura del sacco aneurismatico nella cavità duodenale porta alla scoperta di un intenso sanguinamento gastrointestinale. In questo caso, il paziente può manifestare le seguenti manifestazioni cliniche:

  • un forte calo della pressione sanguigna;
  • scoperta del vomito sanguinante;
  • forte esaurimento;
  • svogliatezza.

È molto difficile distinguere il sanguinamento dalla rottura di un aneurisma da quello in varie malattie gastrointestinali (ad esempio, GAL e duodeno).

diagnostica

Se un quadro clinico pronunciato non si manifesta, allora la malattia può essere rilevata abbastanza per caso, ad esempio con un'ecografia addominale eseguita per un altro motivo.

Se si verificano sintomi che sono caratteristici di un aneurisma dell'aorta addominale, prima viene effettuato un esame approfondito e un interrogatorio del paziente, dopodiché il medico lo indirizza agli esami di laboratorio e strumentali. Durante l'ispezione, viene determinata la pulsazione della parete addominale. Il paziente è in posizione sdraiata.

Evento obbligatorio - ascoltare la cavità addominale con uno stetoscopio per identificare il rumore sistolico nella proiezione dell'aneurisma. Durante la palpazione può comparire una massa simile a un tumore. Nell'area della sua localizzazione è spesso determinato dal ripple.

Dei metodi diagnostici dei pazienti pazienti sono spesso assegnati a:

  1. Radiografia della cavità addominale, che è informativa nella formazione di sali di calcio disidratati sulle pareti aneurismatiche. In questo caso, nella figura è possibile vedere la sporgenza dei contorni aortici, che normalmente non è monitorata.
  2. L'angiografia è un tipo di esame a raggi X basato sull'uso di uno speciale agente di contrasto che viene somministrato per via endovenosa.
  3. La RM e la TC sono necessarie per confermare o confutare una diagnosi preliminare e determinare l'entità del danno aortico.
  4. Ultrasuoni e DS aortico. Questo è il metodo diagnostico più comune per rilevare i coaguli di sangue e le lesioni aterosclerotiche nell'aorta. Con l'aiuto di queste procedure, viene valutato il flusso sanguigno nella parte interessata della nave e viene determinata l'entità del suo danno dal processo patologico.

Grande importanza viene attribuita ai test clinici: rianimazione, analisi del sangue per zucchero e colesterolo, esami del sangue generali e biochimici.

trattamento

Se la diagnosi è stata confermata, il paziente deve essere registrato a vita con un flebologo o un cardiochirurgo. L'unico trattamento radicale per una malattia è la chirurgia. Ma non può sempre essere eseguito, perché:

  • la procedura è molto complicata e altamente traumatica;
  • ci sono grandi rischi di complicanze postoperatorie e persino la morte;
  • l'operazione è fortemente tollerata dai pazienti anziani e coloro che hanno malattie concomitanti del cuore, del cervello o dei vasi sanguigni che si verificano in forma grave;
  • in quasi il 95-99% dei casi, quando l'aneurisma si rompe, si verifica la morte;
  • la chirurgia è costosa.

Il compito principale dei medici nel trattamento di una malattia così grave è scegliere le giuste tattiche di terapia che non danneggiano il paziente. I suggerimenti su questo sono i seguenti:

  1. Gli aneurismi di piccole dimensioni (fino a 5 cm), che non hanno la tendenza ad aumentare o che aumentano di dimensioni di 0,3 cm in sei mesi, non vengono utilizzati. In questo caso, c'è una dinamica della progressione della patologia.
  2. Grandi formazioni aneurismatiche (da 6 a 10 cm e più), che aumentano rapidamente entro 6 mesi, dovrebbero essere immediatamente rimosse. Tali formazioni minacciano di rompere con tutte le conseguenze che ne conseguono.
  3. L'espansione aneurismatica, localizzata al di sopra delle arterie renali, deve essere operata senza la presenza di indicazioni severe (cioè, nonostante la tendenza ad aumentare, o senza uno).
  4. I pazienti anziani di età superiore ai 70 anni sono pericolosi per operare in qualsiasi sede e dimensione dell'aneurisma. Ciò è particolarmente vero per i pazienti con comorbilità, caratterizzati da un decorso grave. In questo caso, viene data preferenza alle tattiche terapeutiche conservative e osservative.

Un metodo operativo radicale di trattamento dell'aneurisma è la sua rimozione con la successiva sostituzione dell'area escissa con uno speciale homograft. L'intervento viene eseguito attraverso un'incisione per laparotomia. Se necessario, possono essere colpite anche le arterie iliache. In tali condizioni, viene eseguita una protesi aorto-iliaca a biforcazione. Con un intervento chirurgico aperto, il tasso di mortalità varia dal 3,8 all'8,2%.

L'escissione dell'aneurisma è rigorosamente controindicata in:

  • infarto cardiaco recente (meno di 30 giorni);
  • ictus recente (meno di 1,5 mesi);
  • grave insufficienza cardiopolmonare;
  • estesa lesione occlusiva delle arterie iliache e femorali.

Se c'è una lacrima o una rottura dell'aneurisma, l'operazione viene eseguita secondo le indicazioni vitali.

Ad oggi, il metodo meno traumatico di trattamento radicale della malattia è l'endoprotesi aortica con stent-graft. L'operazione viene eseguita in una sala operatoria a raggi x.

Nell'arteria femorale viene eseguita un'incisione minore attraverso la quale viene inserito l'impianto. Il monitoraggio dell'avanzamento della procedura viene eseguito con l'ausilio di speciali radiografie. L'installazione di un innesto stent fornisce l'isolamento dell'aneurisma, che aiuta a ridurre significativamente il rischio di rottura. In parallelo con questo, viene creato un nuovo canale per il flusso di sangue.

Nonostante tutti i vantaggi di una tale operazione, a volte alcune complicazioni sono possibili. In particolare, ciò riguarda la possibilità di migrazione distale di stent endovascolari.

Prognosi e prevenzione

Se non trattate, le previsioni di patologia sono molto sfavorevoli. Ciò è dovuto all'alto rischio di complicazioni che possono portare alla morte.

  1. Con una piccola dimensione del sacco aneurismatico, il tasso di mortalità annuale è inferiore al 5%. Con dimensioni superiori a 9 cm - 75%.
  2. Esito fatale dopo la rilevazione di patologia con aneurisma medio e grande durante i primi 2 anni - 50-60%.
  3. Quando la sacca aneurismatica si rompe, la mortalità è al 100%. Dopo aver fornito assistenza medica dopo 2 mesi dopo l'intervento chirurgico - 90%.
  4. Con un'operazione tempestiva, le previsioni sono favorevoli. La sopravvivenza nei prossimi 5 anni dopo l'intervento è quasi del 65-70%.

Per prevenire una malattia o rilevarla tempestivamente, i pazienti a rischio devono presentare una diagnosi ecografica ogni 6-12 mesi e sottoporsi a esami medici. Di grande importanza è il rifiuto del fumo e dell'alcool, il mantenimento di uno stile di vita sano e la cura completa di patologie sistemiche, infiammatorie o infettive.

Sintomi ed eliminazione dell'aneurisma dell'aorta addominale: come riconoscere e prevenire il pericolo nel tempo?

L'aneurisma è un'espansione atipica della nave che si forma più spesso nell'aorta. Di norma, il luogo in cui appare questa patologia è l'area della parete indebolita del vaso, che, per di più, si espande ancora di più sotto l'influenza della pressione alta.

Se gli aneurismi non vengono diagnosticati nelle fasi iniziali e non vengono sottoposti a trattamento, la loro rottura può verificarsi, portando a un sanguinamento interno esteso e, spesso, alla morte.

Oltre al rischio di rottura dell'aneurisma, la patologia è pericolosa perché il flusso sanguigno è disturbato nel vaso danneggiato e questo spesso porta alla formazione di coaguli di sangue - coaguli di sangue, che portano anche a seri problemi di salute.

Gli aneurismi possono formare in qualsiasi parte dell'aorta, ma il più comune è un cambiamento patologico nella sua regione addominale.

motivi

La causa più comune dell'aneurisma dell'aorta addominale (circa l'80% di tutti i casi) è l'aterosclerosi.

Anche le cause dell'aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • fattore ereditario;
  • alcune malattie genetiche dei tessuti connettivi;
  • trauma all'aorta;
  • malattie infiammatorie delle arterie;
  • infezioni fungine associate a HIV / AIDS, sifilide, nonché a metodi operativi di trattamento delle valvole cardiache.

sintomatologia

Succede che le dimensioni dell'aneurisma sono piccole e rimangono tali per lungo tempo. Gli aneurismi dell'aorta addominale di solito crescono lentamente e, di regola, la malattia è asintomatica.

Raramente, la malattia può essere identificata in una fase iniziale, solo in base ai sintomi: la rilevazione della patologia si verifica durante gli esami relativi ad altre malattie. Tuttavia, i sintomi dell'educazione sono ancora presenti talvolta ed è importante essere in grado di riconoscerli.

primario

Un tipico sintomo clinico dell'aneurisma dell'aorta addominale è il dolore nella parte sinistra dell'addome, o mesogaster. Il dolore può essere costante o si verifica sporadicamente.

Ulteriori sintomi:

  • incresparsi intorno all'ombelico;
  • sensazione di pesantezza nello stomaco;
  • interruzione del sistema digestivo (stitichezza, flatulenza, nausea, ecc.).

progressivo

Con la crescita dell'aneurisma, gli esperti notano l'emergere di sintomi progressivi, che includono:

  • Sindrome urologica, che si manifesta con disturbi della minzione, presenza di sangue nelle urine. I sintomi si sviluppano a causa della compressione dell'uretere o della dislocazione del rene.
  • Complesso isioradicolare di sintomi, che è caratterizzato da dolore nella regione lombare, alterazioni della capacità motoria e sensibilità alle gambe. Una condizione simile è associata alla pressione sulle vertebre o sulle radici nervose del canale spinale.
  • Ischemia degli arti inferiori, che si manifesta con zoppia, disturbi trofici.

Segni di rottura

I sintomi di una rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale, che richiede un trattamento immediato, si manifestano come segue:

  • dolore acuto nelle regioni addominale e lombare;
  • insufficienza vascolare acuta (collasso);
  • pulsazione severa nell'addome.

La rottura dell'aneurisma può essere diretta dietro il peritoneo, nella cavità libera del peritoneo, nella vescica, nel duodeno o nella vena cava inferiore. Tutto ciò si manifesta in diversi modi:

  • Rottura retroperitoneale. Questo tipo di frattura è caratterizzato da un forte dolore persistente, che può irradiarsi alla coscia, all'inguine e al perineo. A volte c'è dolore nel cuore.
  • Irrompere nel peritoneo Tale patologia è caratterizzata da un massiccio accumulo di sangue in questa cavità, che porta al rapido sviluppo dello shock emorragico - pallore della pelle, delle prestazioni del sudore freddo, grave debolezza, polso rapido filamentoso, ipotensione. Spesso, la rottura dell'aneurisma diretta verso quest'area porta alla morte del paziente.
  • Gap nel duodeno. Sanguinamento gastrointestinale, vomito sanguinolento e feci liquide nere sono caratteristiche di questo tipo di rottura. Questo tipo di rottura è molto difficile da distinguere dal sanguinamento gastrointestinale causato da una serie di altri motivi.
  • Rottura nella vena cava inferiore. Questo sviluppo della malattia è accompagnato da tachicardia, grave debolezza, mancanza di respiro. Inoltre, la condizione è caratterizzata da gonfiore delle gambe. Dolore nell'addome e nella parte bassa della schiena, neoplasie pulsanti nel peritoneo si sviluppa gradualmente, che porta a insufficienza cardiaca acuta.

Maggiori dettagli sulla malattia, vedi il video:

Non meno pericoloso e aneurisma dell'arteria carotide interna. Tutti i dettagli a riguardo sono disponibili qui. E sulla potenziale diagnosi di "aneurisma vascolare cerebrale", leggi in questo articolo.

Quando contattare uno specialista?

Se uno qualsiasi dei segni principali di aneurisma dell'aorta addominale sono presenti, è urgente consultare uno specialista.

Le persone della fascia di età più avanzata (60 anni e oltre), e specialmente quelle con fattori di rischio per lo sviluppo di patologie, dovrebbero visitare regolarmente il medico e sottoporsi all'esame necessario per determinare la presenza di aneurisma.

Gli uomini fumatori tra i 65 e i 75 anni devono sottoporsi a un singolo esame ecografico degli organi addominali ogni anno. Tale indagine è condotta e gli uomini con una storia familiare di patologia.

diagnostica

È possibile confermare o negare la presenza di aneurisma dell'aorta addominale passando studi speciali:

  • Raggi X;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • CT dell'aorta;
  • Risonanza magnetica dell'aorta.

La diagnosi differenziale è un metodo con il quale sono escluse tutte le malattie probabili, che non sono adatte per sintomi o altri fattori. Di conseguenza, la diagnosi è ridotta a una singola possibile malattia. È difficile diagnosticare la malattia, soprattutto se è asintomatica o se i sintomi sono predominanti nella parte degli organi del peritoneo e nello spazio retroperitoneale.

Metodi di trattamento

Il trattamento farmacologico per questa malattia non esiste. Fondamentalmente, l'intervento chirurgico viene eseguito, ma se l'aneurisma raggiunge piccole dimensioni (fino a 6 mm), il decorso è asintomatico (oi sintomi non interferiscono con una vita piena), allora al paziente può essere offerto un metodo di "attesa attiva". Questo metodo consiste nel comportamento regolare dell'ecografia e nel controllo delle condizioni del paziente.

Il motivo dell'operazione è un aneurisma superiore a 6 cm o un tasso di crescita superiore a 5 mm in sei mesi. L'operazione viene eseguita nei casi in cui l'aneurisma ha iniziato a sanguinare, così come con sindromi dolorose pronunciate e sintomi progressivi.

Ci sono 2 metodi di funzionamento.

Operazione tradizionale

Con questa operazione, il paziente è in anestesia generale. Il chirurgo esegue un'incisione dal processo urogenitale dello sterno all'ombelico.

L'area danneggiata della nave viene asportata e al suo posto viene impiantata una protesi artificiale (Graft).

La procedura dura 3-5 ore. Il termine di degenza postoperatoria è di circa una settimana.

Metodo endovascolare

Durante la procedura endovascolare, un impianto speciale (Stent-Graft) viene impiantato nel sito della lesione, che aiuta a ripristinare la struttura dell'aorta e il flusso sanguigno in esso.

La procedura viene solitamente eseguita utilizzando l'anestesia epidurale. Il chirurgo esegue una piccola puntura nella zona inguinale, attraverso la quale, utilizzando un catetere speciale, viene portato all'aneurisma un innesto stent. Avendo portato il dispositivo nel luogo designato, il chirurgo lo apre e lo posiziona nell'area aneurismatica. Dopo che lo stent-graft è aperto, si forma un canale attraverso il quale si verifica il normale flusso sanguigno.

Con evidenti vantaggi del metodo, non è adatto a tutti i pazienti. Ad esempio, l'introduzione di stent-graft non può essere eseguita in pazienti con malattie patologiche delle arterie e alcuni organi. Va notato che l'effetto della procedura può essere di breve durata, il che porta alla necessità di un nuovo intervento.

previsioni

Purtroppo, la prognosi è sfavorevole. Entro 36 mesi dal momento della rottura dell'aneurisma, quasi tutti i pazienti muoiono. Con piccoli aneurismi dell'aorta addominale, il tasso di sopravvivenza nel primo anno è del 75% e già entro 5 anni - 50%. Se l'aneurisma supera i 6 cm, le cifre diminuiscono rispettivamente del 50% e del 6%.

L'aneurisma dell'aorta addominale è una malattia insidiosa e imprevedibile. È impossibile prevedere la crescita dell'aneurisma, quindi è importante consultare uno specialista ai primi sintomi e sottoporsi a regolari esami medici.

Aneurisma dell'aorta addominale

L'aneurisma dell'aorta addominale è un'espansione locale del lume dell'aorta addominale, che si sviluppa a seguito di alterazioni patologiche nelle sue pareti o anomalie del loro sviluppo. Tra tutte le lesioni aneurismatiche dei vasi sanguigni, l'aneurisma dell'aorta addominale è del 95%. La malattia viene diagnosticata in ogni ventesimo uomo di età superiore ai 60 anni, le donne soffrono meno frequentemente.

L'aneurisma dell'aorta addominale nella maggior parte dei casi è asintomatico, ma allo stesso tempo aumenta gradualmente di volume (circa il 10-12% all'anno). Nel tempo, le pareti dei vasi si estendono così tanto da essere pronte a scoppiare in qualsiasi momento. La rottura dell'aneurisma è accompagnata da un sanguinamento interno massiccio e dalla morte del paziente.

L'aneurisma dell'aorta addominale occupa il 15 ° posto nell'elenco delle malattie che portano alla morte.

Forme della malattia

Molto spesso, i medici applicano una classificazione degli aneurismi dell'aorta addominale, sulla base delle caratteristiche della posizione anatomica delle espansioni patologiche:

  • aneurisma infrarenale, cioè localizzato sotto il ramo delle arterie renali (osservato nel 95% dei casi);
  • aneurismi surrenali, cioè localizzati sopra il punto di scarico delle arterie renali.

Secondo la struttura del muro della borsa, gli aneurismi dell'aorta addominale sono divisi in falsi e veri.

Sotto forma di protrusione:

  • esfoliante;
  • fusiforme;
  • diffusa;
  • sacculare.

A seconda della causa dell'aneurisma, l'aorta addominale può essere congenita (associata ad anomalie della parete vascolare) o acquisita. Questi ultimi, a loro volta, sono divisi in due gruppi:

  1. Infiammatorio (infettivo, infettivo-allergico, sifilitico).
  2. Non infiammatorio (traumatico, aterosclerotico).

Dalla presenza di complicazioni:

  • non complicata;
  • complicato (trombizzato, esploso, esfoliante).

A seconda del diametro dell'area di espansione, gli aneurismi dell'aorta addominale sono piccoli, medi, grandi e giganteschi.

In assenza di un tempestivo trattamento chirurgico dell'aneurisma dell'aorta addominale, circa il 90% dei pazienti muore entro il primo anno dal momento della diagnosi.

A. A. Pokrovsky ha proposto la classificazione degli aneurismi dell'aorta addominale, in base alla prevalenza del processo patologico:

  1. Aneurisma infrarenale con isthmali distali prossimali e distali.
  2. Aneurisma infrarenale, che si trova al di sopra del livello della biforcazione (split) dell'aorta addominale, che ha un lungo istmo prossimale.
  3. Aneurisma infrarenale, che si estende nell'area della biforcazione dell'aorta addominale, così come le arterie iliache.
  4. Aneurismi dell'aorta addominale totale (infrarenale e surrenale).

Cause e fattori di rischio

I risultati di numerosi studi hanno dimostrato che il principale fattore eziologico dell'aneurisma dell'aorta addominale, così come altre localizzazioni di questo processo patologico (aorta toracica, arco aortico), è l'aterosclerosi. Nell'80-90% dei casi, lo sviluppo della malattia è dovuto a loro. Molto meno frequentemente, lo sviluppo di aneurismi aortici addominali acquisiti è associato a processi infiammatori (reumatismi, micoplasmosi, salmonellosi, tubercolosi, sifilide e aortoarterite aspecifica).

Spesso, l'aneurisma dell'aorta addominale si forma in pazienti con inferiorità congenita della struttura della parete vascolare (displasia fibro muscolare).

Cause di aneurisma aortico addominale traumatico:

  • lesioni spinali e addominali;
  • errori tecnici nell'esecuzione di operazioni ricostruttive (protesi, tromboembolectomia, stenting o dilatazione dell'aorta) o angiografia.

I fattori che aumentano il rischio di formazione di aneurisma aortico addominale sono:

  • il fumo - i fumatori costituiscono il 75% di tutti i pazienti con questa patologia, più l'esperienza di fumare e il numero di sigarette fumate ogni giorno, maggiore è il rischio di sviluppare l'aneurisma;
  • età oltre 60 anni;
  • genere maschile;
  • la presenza di questa malattia in parenti stretti (predisposizione ereditaria).

La rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale si verifica più spesso nei pazienti con malattie broncopolmonari croniche e / o ipertensione arteriosa. Inoltre, le dimensioni e la forma dell'aneurisma influiscono sul rischio di rottura. Le borse aneurismatiche simmetriche si rompono meno spesso di quelle asimmetriche. Un'espansione gigante che raggiunge il diametro di 9 cm o più, nel 75% dei casi, si rompono con un sanguinamento massiccio e la rapida morte dei pazienti.

Sintomi dell'aneurisma dell'aorta addominale

Nella maggior parte dei casi, l'aneurisma dell'aorta addominale procede senza segni clinici e viene diagnosticato per caso durante radiografia addominale, ecografia, laparoscopia diagnostica o palpazione addominale convenzionale eseguita in connessione con un'altra patologia addominale.

L'aneurisma dell'aorta addominale nella maggior parte dei casi è asintomatico, ma allo stesso tempo aumenta gradualmente di volume (circa il 10-12% all'anno).

In altri casi, i sintomi clinici dell'aneurisma dell'aorta addominale possono essere:

  • dolore addominale;
  • sensazione di pienezza o pesantezza nello stomaco;
  • sensazione di pulsazione nell'addome.

Il dolore è sentito nella metà sinistra dell'addome. La sua intensità può essere da lieve a insopportabile, richiedendo la nomina di iniezioni di antidolorifici. Spesso il dolore regala all'inguine, alla regione sacrale o alla regione lombare e pertanto viene diagnosticata erroneamente la diagnosi di radicolite, pancreatite acuta o colica renale.

Quando l'aneurisma dell'aorta addominale in crescita inizia a esercitare una pressione meccanica sullo stomaco e sul duodeno, questo porta allo sviluppo della sindrome dispeptica, che è caratterizzata da:

In alcuni casi, il sacco aneurismatico sposta il rene e schiaccia l'uretere, causando così la formazione della sindrome urologica, che si manifesta clinicamente con disturbi disurici (minzione frequente, dolorosa, difficile) ed ematuria (sangue nelle urine).

Se l'aneurisma dell'aorta addominale comprime i vasi testicolari (arterie e vene), il paziente ha dolore ai testicoli e sviluppa anche varicocele.

La compressione delle radici spinali con aumento della protrusione dell'aorta addominale è accompagnata dalla formazione del complesso dei sintomi isio-radicolari, che è caratterizzato da dolore persistente nella regione lombare, nonché da disturbi motori e sensoriali negli arti inferiori.

L'aneurisma dell'aorta addominale può causare disturbi cronici dell'afflusso di sangue negli arti inferiori, portando a disturbi trofici e claudicatio intermittente.

Quando l'aneurisma dell'aorta addominale si rompe, il paziente ha un sanguinamento massiccio, che può essere fatale in pochi secondi. I sintomi clinici di questa condizione sono:

  • dolore intenso improvviso (chiamato dolore del pugnale) nell'addome e / o nella parte bassa della schiena;
  • un forte calo della pressione sanguigna, fino allo sviluppo del collasso;
  • sensazione di forte pulsazione nella cavità addominale.

Le caratteristiche del quadro clinico della rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale sono determinate dalla direzione del sanguinamento (vescica, duodeno, vena cava inferiore, cavità addominale libera, spazio retroperitoneale). Per il sanguinamento retroperitoneale è caratterizzata dall'insorgenza di dolore persistente. Se l'ematoma aumenta nella direzione della piccola pelvi, il dolore si irradia al perineo, all'inguine, ai genitali, alla coscia. L'alta localizzazione dell'ematoma si manifesta spesso sotto le spoglie di un infarto.

La rottura intraperitoneale dell'aneurisma dell'aorta addominale porta al rapido sviluppo dell'emoperitoneo massiccio, c'è un forte dolore e gonfiore. Sintomo Shchetkina - Blumberg positivo in tutti i reparti. Le percussioni determinano la presenza nel liquido libero della cavità addominale.

Contemporaneamente ai sintomi di un addome acuto, quando l'aneurisma aortico si rompe, i sintomi di shock emorragico compaiono e aumentano rapidamente:

  • pallore tagliente di membrane mucose e pelle;
  • grave debolezza;
  • sudore freddo appiccicoso;
  • letargia;
  • polso filiforme (frequente, a basso riempimento);
  • marcata diminuzione della pressione sanguigna;
  • riduzione della diuresi (la quantità di scarico di urina).

Quando una rottura intraperitoneale dell'aneurisma dell'aorta addominale è molto fatale.

Se un sacco aneurismatico si rompe nel lume della vena cava inferiore, questo è accompagnato dalla formazione di una fistola artero-venosa, i cui sintomi sono:

  • dolore localizzato nell'addome e nella parte bassa della schiena;
  • la formazione nella cavità addominale di un tumore pulsante, al di sopra del quale si sentono bene i rumori sistolico-diastolici;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • tachicardia;
  • aumento della mancanza di respiro;
  • significativa debolezza generale.

A poco a poco, l'insufficienza cardiaca aumenta, causando un esito fatale.

Una rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale nel lume duodenale porta a un improvviso sanguinamento gastrointestinale. La pressione sanguigna cala bruscamente in un paziente, si verifica un vomito sanguinolento, aumenta la debolezza e l'indifferenza agli aumenti circostanti. Sanguinamento con questo tipo di rottura è difficile da diagnosticare da sanguinamento gastrointestinale a causa di altre cause, come ulcera peptica e ulcera duodenale.

diagnostica

Nel 40% dei casi, gli aneurismi dell'aorta addominale sono un reperto diagnostico casuale durante un esame clinico o radiologico per un altro motivo.

È possibile ipotizzare la presenza della malattia sulla base dei dati ottenuti durante la raccolta dell'anamnesi (indicazione dei casi familiari della malattia), l'esame generale del paziente, l'auscultazione e la palpazione dell'addome. Nei pazienti magri, a volte è possibile palpare nella cavità addominale una formazione pulsante, indolore che ha una consistenza densamente elastica. Durante l'auscultazione sull'area di questa formazione, puoi sentire il soffio sistolico.

Il metodo più economico ed economico per la diagnosi dell'aneurisma dell'aorta addominale è una radiografia chiara della cavità addominale. Sulla radiografia viene visualizzata l'ombra dell'aneurisma e nel 60% dei casi si nota la calcificazione delle sue pareti.

Gli ultrasuoni e la tomografia computerizzata possono determinare con precisione la dimensione e la localizzazione dell'espansione patologica. Inoltre, secondo la tomografia computerizzata, il medico può valutare la posizione relativa dell'aneurisma dell'aorta addominale e di altri vasi sanguigni viscerali, identificare possibili anomalie del letto vascolare.

L'angiografia è indicata per i pazienti con ipertensione arteriosa con angina grave o instabile, stenosi significativa delle arterie renali, pazienti con sospetta ischemia mesenterica e pazienti con sintomi di occlusione (blocco) delle arterie distali.

Se ci sono indicazioni, è possibile utilizzare altri metodi di diagnostica strumentale, ad esempio laparoscopia, urografia endovenosa.

Trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale

Il paziente ha un aneurisma aortico addominale è un'indicazione per il trattamento chirurgico, soprattutto se la dimensione della protrusione aumenta di oltre 0,4 cm all'anno.

L'intervento principale nell'aneurisma dell'aorta addominale è una aneurismectomia (escissione del sacco aneurismatico), seguita dalla chirurgia plastica di un'area remota del vaso sanguigno con una protesi in dacron o altro materiale sintetico. L'intervento chirurgico viene eseguito attraverso l'accesso alla laparotomia (incisione addominale). Se le arterie iliache vengono trascinate nel processo patologico, viene eseguita una protesi aorto iliache a biforcazione. Prima, durante e il primo giorno dopo l'operazione, la pressione nelle cavità cardiache e il valore della gittata cardiaca vengono monitorati usando un catetere Swan-Ganz.

Le controindicazioni all'esecuzione di un'operazione pianificata per l'aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • disturbi acuti della circolazione cerebrale;
  • infarto miocardico fresco;
  • insufficienza renale cronica allo stadio terminale;
  • grave grado di insufficienza cardiaca e respiratoria;
  • occlusione comune delle arterie iliache e femorali (blocco parziale o completo del flusso sanguigno attraverso di esse).

In caso di rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale, l'operazione viene eseguita secondo i parametri vitali in caso di emergenza.

L'aneurisma dell'aorta addominale occupa il 15 ° posto nell'elenco delle malattie che portano alla morte.

Attualmente, i chirurghi vascolari preferiscono metodi minimamente invasivi di trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale. Uno di questi è la protesi endovascolare del sito di espansione patologica con l'aiuto di innesto stent impiantabile (costruzione metallica speciale). Lo stent è installato in modo da coprire completamente l'intera lunghezza della borsa aneurismatica. Ciò porta al fatto che il sangue cessa di esercitare pressione sulle pareti dell'aneurisma, evitando così il rischio di un ulteriore aumento, oltre alla rottura. Questa operazione per l'aneurisma dell'aorta addominale è caratterizzata da trauma minimo, basso rischio di sviluppare complicazioni nel periodo postoperatorio, un breve periodo di riabilitazione.

Possibili conseguenze e complicazioni

Le principali complicanze dell'aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • rottura del sacco aneurismatico;
  • disturbi trofici negli arti inferiori;
  • claudicatio intermittente.

prospettiva

In assenza di un tempestivo trattamento chirurgico dell'aneurisma dell'aorta addominale, circa il 90% dei pazienti muore entro il primo anno dal momento della diagnosi. La letalità operativa nelle prestazioni di un'operazione pianificata è del 6-10%. Gli interventi chirurgici di emergenza eseguiti sullo sfondo della rottura della parete dell'aneurisma sono fatali nel 50-60% dei casi.

prevenzione

Per il rilevamento tempestivo dell'aneurisma dell'aorta addominale in pazienti affetti da aterosclerosi o con una storia di questa patologia vascolare, si raccomanda l'osservazione medica sistematica con esame periodico strumentale (radiografia addominale, ultrasuoni).

Altrettanto importante nella prevenzione della formazione di aneurisma è la cessazione del fumo, il trattamento attivo delle malattie infettive e sistemiche infiammatorie.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

È necessario sapere: qual è l'aritmia sinusale del cuore e come è pericoloso?

Il cuore è un organo significativo il cui lavoro non è stato ancora completamente studiato, nonostante i successi e le scoperte della medicina moderna.

Scansione duplex dei vasi brachiocefalici

La scansione vascolare duplex è un ecografia diffusa che consente la visualizzazione delle arterie, dei tessuti circostanti e del flusso sanguigno. Oggi è considerato il metodo principale per la diagnosi delle malattie vascolari, è altamente informativo e accessibile.

Esercizi post-ictus: per il tronco, le braccia e la coordinazione

Da questo articolo imparerai: quanto è importante la ginnastica dopo un ictus per ripristinare le funzioni cerebrali perse, quali esercizi contribuiscono alla ripresa dei movimenti nelle parti paralizzate del corpo.

101 anni di vita - Medicina sistemica e salute

accesso

    Chiama la squadra dell'ambulanza o il medico. Misurare la pressione sanguigna e la frequenza del polso del paziente. Adagiare il paziente su un letto con la parte superiore del corpo sollevata.
<

ESR nel sangue: la norma nelle donne per età (tabella)

Il tasso di sedimentazione degli eritrociti è un parametro biologico che determina il rapporto tra proteine ​​e cellule del sangue. L'ESR è un parametro importante del test del sangue generale, poiché gli indicatori di sedimentazione cambiano in alcune malattie e in specifiche condizioni del corpo.

Revisione della vasculite: che cos'è, cause, sintomi e trattamento

Da questo articolo imparerai: le caratteristiche della vasculite, cos'è questa malattia e come trattarla. Tipi di patologia, metodi di trattamento.