Anche per una persona sana, un esame del sangue biochimico è obbligatorio almeno una volta all'anno. Usando questa analisi, è possibile valutare se alcuni organi interni sono normali. Un altro tipo di analisi molto popolare è il coagulogramma. All'interno della sua struttura, sono inclusi diversi tipi di test contemporaneamente, che aiutano a valutare la coagulazione del sangue, se l'INR è in linea con la norma.

Informazioni generali

INR sta per atteggiamento normalizzato internazionale. Per valutare la coagulazione del sangue umano, è necessario utilizzare un'analisi che determini il tempo di protrombina. Eseguire questa analisi è facile. In condizioni di laboratorio, al sangue viene aggiunto uno speciale fattore tissutale, dopodiché viene annotato il tempo di formazione del coagulo. La figura risultante è il PTV.

In una persona sana, questo indicatore dovrebbe essere nell'intervallo del 70-100 percento. Se l'analisi mostra un indicatore al di sotto di questa norma, la persona ha un aumentato rischio di sanguinamento improvviso. Se il tasso si discosta verso l'alto, allora questo può indicare un aumento della trombosi.

Ad oggi, per determinare questo indicatore vengono utilizzati vari metodi, pertanto, a seconda del reagente, la decodifica dell'analisi sarà diversa.

Assicurati di controllare nel laboratorio dove hai fatto l'analisi, quali indicatori per loro è la norma. Vale la pena notare che questo indicatore è più spesso utilizzato nello spazio post-sovietico, mentre in altri paesi viene utilizzato un altro indicatore - l'INR, che è più stabile a proposito.

L'MPR consentirà l'analisi standardizzata del PTV. Di conseguenza, l'indicatore ottenuto in diversi laboratori non differirà molto. In generale, un MNR è la stessa analisi che determina il PTW, ma la decodifica implica l'uso di un fattore standardizzato speciale.

L'analisi dell'INR viene svolta su base continuativa da coloro che assumono anticoagulanti, come Warfin. Per capire quale sia la dose ideale per il sangue di una persona, è necessario passare un'analisi su base continuativa. La sua decodifica aiuta a capire quanto sia efficace il trattamento o la prevenzione.

Se parliamo di persone che non assumono alcun anticoagulante, gli indicatori potrebbero essere i seguenti:

  • L'indicatore MHP 1 indica che una persona ha un normale livello PTV.
  • Un MPP con un valore di due mostra un tempo di coagulazione maggiore.
  • MNR con un valore di tre, rispettivamente, indica un triplo eccesso della norma.

Va sottolineato che il valore ottimale del MNR è calcolato tenendo conto delle tue condizioni. Ad esempio, per i pazienti con fibrillazione atriale, la frequenza è una cifra da due a tre.

Durante la gravidanza

Durante la gravidanza nelle donne, il corpo subisce gravi cambiamenti. Non è sorprendente che l'indicatore di MNR cambi con ogni trimestre, perché la coagulazione del sangue è un indicatore vitale durante il parto.

Durante la gravidanza, si forma un terzo circolo di circolazione sanguigna nelle donne, a cui prendono parte l'utero e la placenta. Per questo motivo, il livello di protrombina in gravidanza nel sangue aumenta, poiché aumenta la quantità di sangue stesso. Normalmente, durante la gravidanza, il livello di fibrinogeno diventa elevato, il che porta ad una riduzione del PTV. Se il tasso per una donna non incinta è di 24-35 secondi, durante la gravidanza si riduce a 17-20 secondi.

Molto spesso durante la gravidanza è necessario testare l'INR tre volte. Tuttavia, se ci sono delle complicazioni, ad esempio, il livello viene aumentato, non abbassato, la modifica viene eseguita più spesso. Non dimenticare che qualsiasi deviazione dalla norma durante la gravidanza può causare aborto spontaneo, parto prematuro, problemi con lo sviluppo del feto.

La decifrazione dell'analisi ottenuta deve sempre essere eseguita da uno specialista qualificato, che ti prescriverà il trattamento appropriato se necessario. Non dovresti rivolgerti ai tuoi amici per un consiglio, poiché aumenta il rischio di problemi con il nascituro.

Decodifica risultati

L'indicatore dell'INR dipende principalmente dall'efficacia di determinate proteine ​​del sangue. Sono chiamati fattori di coagulazione. Il fegato è responsabile della formazione di questi componenti, è su di loro che agiscono gli anticoagulanti. Questo è il motivo del test obbligatorio per l'INR da parte dei pazienti che assumono i farmaci appropriati.

Naturalmente, questo non è l'unico motivo per cui un dottore può inviarti per fare un'analisi del genere. Ad esempio, tale test è richiesto prima di qualsiasi intervento chirurgico. In una persona sana, per un normale ciclo chirurgico, l'indicatore dovrebbe essere nell'intervallo da 0,85 a 1,25. Se parliamo dello standard accettato a livello internazionale, l'INR dovrebbe essere entro 1. Lo stesso livello dovrebbe essere mantenuto con varie terapie, ma un numero di malattie implica un aumento di numeri. Ad esempio, i problemi con i vasi sanguigni possono portare la cifra a 3-4.5.

Se una persona non assume alcun farmaco che influisce sul diradamento del sangue e la sua figura supera la cifra di 1,25, c'è il rischio di sviluppare una serie di patologie:

  • problemi con la coagulazione del sangue;
  • malattia del fegato;
  • assorbimento improprio di grasso da parte dell'intestino;
  • stato preinfarto;
  • tumori maligni.

Se l'analisi ha rilevato un indicatore di più di sei, allora la persona ha bisogno di ricovero immediato perché c'è un serio rischio di sanguinamento. Si tratta anche di sanguinamento interno, che può essere il risultato di qualsiasi malattia infiammatoria o ulcerativa del tratto gastrointestinale. Disturbi vascolari del cervello, problemi ai reni, tutto questo crea anche un alto rischio di emorragia.

Una quantità ridotta di INR nel corpo può essere la causa della carenza di vitamina K, la mancanza di protrombina, che ha una natura congenita o acquisita. Anche la necrosi o la lesione con una grossa perdita di sangue influiscono su questo indicatore. Durante il periodo postpartum e durante la gravidanza, le donne hanno anche un numero inferiore.

Molti durante il periodo di gravidanza

Qual è la norma INR? Cosa fare in caso di rifiuto?

INR è un atteggiamento normalizzato internazionale. Questo è uno degli indicatori nel coagulogramma. L'uso di questo valore è determinato dalla coagulazione del sangue. Attraverso questa analisi, è possibile monitorare il sangue di un paziente che sta assumendo anticoagulanti.

Come viene eseguito un esame del sangue INR? Norma per l'uomo

L'analisi è data a stomaco vuoto. Dopo che il sangue viene prelevato da una vena, viene aggiunto tromboplastina di tessuto. Quando un paziente sta appena iniziando a prendere un anticoagulante, spesso deve superare un test INR, la cui velocità può cambiare. Dopo aver selezionato un farmaco adatto e un aggiustamento della dose, l'analisi viene prescritta meno frequentemente. Quindi, inizialmente il paziente viene a donare il sangue a giorni alterni, e poi solo 2-4 volte al mese. Per calcolare il valore di INR, è necessario considerare il tempo di protrombina. Questo è il periodo durante il quale un coagulo ha il tempo di formare nel sangue a causa dell'aggiunta di reagenti. Il rapporto normalizzato viene calcolato dividendo il tempo di protrombina del paziente per il tempo considerato normale. Quindi il risultato viene moltiplicato per l'indice di sensibilità della tromboplastina, che è elencato sulla confezione del reagente utilizzato in laboratorio. Idealmente, la norma INR dovrebbe variare da 0,8 a 1,15 unità. Più alto è il tasso, maggiore è la coagulabilità.

Norma INR: deviazioni

Se il risultato dell'analisi ha dimostrato che l'INR è superiore a 1, ma il paziente non assume farmaci dimagranti, questo può essere un segnale dell'occorrenza delle seguenti patologie:

  • disturbi emorragici;
  • malattia emorragica nei neonati (indica una mancanza di potassio);
  • malattia del fegato (questo organo è responsabile della coagulazione);
  • interruzione della bile nel duodeno attraverso il fegato;
  • assorbimento alterato di grasso nell'intestino;
  • anormalità è anche osservata nel caso di farmaci per la gotta, steroidi, antibiotici.

Cosa fare se viene violata la norma INR? Nel caso in cui l'indicatore sia 6.0 o più, il paziente necessita di un trattamento urgente. Se si ignorano tali risultati del test, può verificarsi sanguinamento. Questo è particolarmente pericoloso se una persona ha patologie come infiammazione o ulcera dello stomaco / intestino, malattie vascolari cerebrali, ipertensione e insufficienza renale. Se la norma INR viene abbassata, ciò può significare che:

  • analisi errata (dalla vena centrale attraverso il catetere);
  • ematocrito alterato;
  • il plasma ha trascorso molto tempo in frigorifero;
  • l'antitrombina III è elevata;
  • il paziente assume farmaci diuretici, anticonvulsivanti, anticoncezionali, glucocorticoidi.

Regole importanti

I diluenti devono essere assunti contemporaneamente. L'analisi deve essere eseguita in un laboratorio. Il sangue viene dato allo stesso tempo. Ad esempio, se per la prima volta l'analisi è stata consegnata al mattino, alle 7, quindi la prossima volta è necessario avere il tempo di andare in laboratorio anche alle sette del mattino.

Il progresso non sta fermo

Oggi ci sono dispositivi speciali che ti permettono di monitorare in modo indipendente l'INR a casa. È molto conveniente, non c'è bisogno di andare da qualche parte, stare in fila, una persona non dipende dal laboratorio, dai medici. Al minimo cambiamento dell'indicatore è necessario consultare un medico.

Aggiungi un commento

Coagulogram durante la gravidanza

ISTITUTO-SVILUPPATORE: Istituto statale "Centro scientifico e pratico repubblicano" Madre e figlio "

AUTORI: Dr. med. Scienze ON Kharkevich, Dr. med. Scienze V.V. Dmitriev, Dr. med. Scienze LA Smirnova, T.V. Bekasova, I.V. Kurlovich

Un'indicazione per l'uso del controllo emostasiologico (di seguito, il metodo proposto) è la gravidanza dai primi periodi di gestazione (fino a 12 settimane) con esame ripetuto a 24, 36 settimane e prima del parto. Se gli indici dei coagulogrammi si discostano dalla norma, lo studio viene eseguito allo scopo di controllare dinamicamente l'efficacia del trattamento fino alla normalizzazione degli indicatori di coagulazione del sangue.

CONTROINDICAZIONI PER L'USO

EFFICIENZA DELL'USO DEL METODO

Un approccio differenziato individuale per interpretare i risultati di un coagulogramma e lo studio dell'emostasi nelle fasi proposte dell'esame consente una diagnosi tempestiva della patologia della coagulazione del sangue e la determinazione della portata delle misure terapeutiche, tenendo conto del meccanismo principale dei disturbi. Il metodo proposto consente una valutazione oggettiva dello stato dell'emostasi, indipendentemente dal livello dell'ospedale ostetrico (livelli I, II, III e repubblicano).

DESCRIZIONE DELLA TECNOLOGIA DELL'USO DEL METODO

Iscriviti per un consulto sul coagulogramma durante la gravidanza

1. L'algoritmo per lo studio dell'emostasi nelle donne in gravidanza comprende i seguenti passaggi: iniziale, avanzato e approfondito (Tabella 1).

Algoritmo per lo studio dell'emostasi nelle donne in gravidanza

150-400 x109 / l 5-12 min 2.0-4.0 g / l 0.8-1.0 o 80-105%

2. APTT (tempo parziale di tromboplastina attivato)

5. INR (International Normalized Attitude)

9. Complessi solubili di fibrina-monomero (SFMK)

4. Attività di aggregazione piastrinica (indotta)

5. Anticorpi anti-cardiolipina (IgG e ^ M)

6. Anticoagulante di tipo lupus (con un aumento di R APTT

x106 M / l Non superare la soglia o il valore diagnostico nel controllo

La fase iniziale dello studio dell'emostasi comprende test di controllo di laboratorio semplici ma informativi che consentono un approccio differenziato al controllo esteso e approfondito del sistema emostatico nelle donne in gravidanza. Gli indicatori dello stadio iniziale includono: conta piastrinica, tempo di coagulazione del sangue, concentrazione di fibrinogeno,

Se i valori di tutti e quattro gli indicatori dello stadio iniziale non differiscono dalla norma in assenza di reclami, indicazioni anamnestiche e sintomi clinici che riflettono la minaccia di interruzione della gravidanza, non vi sono violazioni dell'emostasi che possono influire sul decorso della gravidanza.

Se i valori di tutti e quattro gli indicatori della fase iniziale non differiscono dalla norma in presenza di reclami, indicazioni anamnestiche o sintomi clinici che riflettono la minaccia di aborto, è necessario in modo pianificato ampliare la portata degli studi sul coagulogramma.

Se i valori di tutti e quattro gli indicatori dello stadio iniziale sono diversi dalla norma, indipendentemente dalla presenza (o assenza) di disturbi, indicazioni anamnestiche e sintomi clinici, il paziente ha alterato l'emostasi che può portare a perdite riproduttive. Tale paziente ha bisogno di ampliare la portata degli studi sull'emostasi secondo le indicazioni di emergenza al fine di chiarire la causa, il meccanismo dei disturbi e determinare il volume della terapia correttiva.

Se i valori di uno, due o tre indicatori differiscono (o non differiscono) dalla norma, le informazioni disponibili non sono sufficienti per prendere una decisione diagnostica e determinare l'ambito della terapia correttiva. Questo paziente ha bisogno di un'espansione pianificata dell'ambito degli studi sul coagulogramma tenendo conto dei reclami, delle indicazioni anamnestiche e dei sintomi clinici al fine di determinare ulteriori tattiche.

Lo stadio avanzato è un coagulogramma, uno studio del sistema di coagulazione, che consente di identificare i pazienti a rischio di sviluppare complicazioni tromboemorragiche durante la gravidanza e il parto. Include metodi per lo studio dell'emostasi della coagulazione vascolare e piastrinica, del sistema fibrinolitico, nonché dei marcatori di coagulazione intravascolare e fibrinolisi.

approfondimento emostasi integra le fasi iniziali della ricerca, e comprende inoltre determinano il livello dei marcatori di coagulazione intravascolare (FDP e D-dimero, SFMC), anticoagulanti fisiologici (proteine ​​S e C, antitrombina III), la registrazione di attività piastrinica, marcatori sindrome antifosfolipidi (APS).

2. Indicazioni per lo studio dell'emostasi

La fase iniziale viene eseguita per tutte le donne in gravidanza quando si prende la registrazione del dispensario per un massimo di 12 settimane, alle 22-24, 34-36 settimane e prima del parto. Lo studio dovrebbe essere condotto in laboratori clinici di istituzioni ostetriche medico-profilattiche (MPI) di tutti i livelli.

Il coagulogramma esteso viene eseguito se disponibile:

  • indicatori anormali della fase iniziale dello studio dell'emostasi;
  • donne in gravidanza con presenza di patologia, che può indicare una violazione del sistema emostatico:

- menorragia (pesante prolungamento delle mestruazioni) prima della gravidanza;

- episodi di sanguinamento dal naso, gengive;

- malattie degli organi ematopoietici e del fegato;

- patologia della coagulazione del sangue nei parenti.

  • donne in gravidanza con patologia ostetrica e ginecologica:

- precoce preeclampsia in donne in gravidanza di grado moderato e grave;

- gestosi tardiva delle donne in gravidanza, indipendentemente dalla gravità;

- epatite grassa acuta di una donna incinta (OHHB) o sospetto di esso;

- Sindrome di HELLP o sospetto di esso;

- aborto spontaneo;

- gravidanza in via di sviluppo o morte fetale prenatale in gravidanze precedenti;

- rischio a lungo termine di aborto nella gravidanza in corso (specialmente nel caso di una lunga tocolisi);

- ritardo della crescita intrauterina;

- morte fetale del feto o morte di uno dei feti durante gravidanze multiple;

- distacco prematuro di una placenta normalmente localizzata;

- aborto criminale o sospetto di esso;

- Carcinoma genitale in gravidanza reale o storia.

  • in presenza della seguente patologia extragenitale:

- difetti cardiaci congeniti e acquisiti e malattie del sistema cardiovascolare, cuore operato;

- malattie del sangue, sistemi urinari e epatobiliari;

- episodi di trombosi o tromboembolia nella storia e durante la gravidanza reale;

- trombocitopenia o trombocitosi;

- violazione del metabolismo dei grassi II-III grado;

- tutti i tipi di sindromi virali (compresa la sindrome adiposogenitale);

- diabete, diabete gestazionale;

- collagenosi (lupus eritematoso sistemico, ecc.), presenza di lupus anticoagulante;

- carenza ereditaria di antitrombina III, proteine ​​C e S, disfibrinogenemia, emoglobinuria parossistica notturna;

- la comparsa di segni di una risposta infiammatoria sistemica in presenza di 3 o più focolai di infezione, ad esempio 1) colpitis, sinusite, pielonefrite; 2) otite, bronchite, endocervicite, ecc.);

- malattie dell'apparato respiratorio, accompagnate da sindrome da distress respiratorio.

  • in presenza di altri stati:

Esame del sangue per l'indice di protrombina

Viene assegnato un esame del sangue per identificare l'indice di protrombina per valutare lo stato del sistema di coagulazione del sangue. Può essere indice di protrombina basso o alto.

La protrombina è una proteina, il precursore della trombina, che influisce sulla formazione di coaguli di sangue. L'indice di protrombina è uno degli indicatori importanti di un coagulogramma, che riflette lo stato del sistema di coagulazione del sangue.

Dato che la protrombina prodotto con la partecipazione di vitamina K nell'indice protrombina fegato, sangue permette di valutare la condizione del corpo e il tratto gastrointestinale.

Quando si esegue un esame del sangue per il contenuto di protrombina, eseguire vari calcoli:

1. L'indice di protrombina di Kvik è l'analisi più comune sul contenuto di protrombina, con il suo aiuto è possibile capire quanto sia attiva la protrombina. In questo caso, l'indice di protrombina viene calcolato in percentuale confrontando il plasma del paziente con il plasma di controllo.

2. Tempo di protrombina: l'indicatore in secondi riflette il tempo durante il quale il sangue si coagula.

3. L'indice di protrombina è il rapporto percentuale tra il tempo di protrombina normativo e il tempo di protrombina del paziente.

4. protrombina indice INR - Questa analisi è raccomandato da esperti e comitati internazionali per monitorare il trattamento di pazienti con anticoagulanti indiretti - farmaci che rallentano la coagulazione del sangue e riduce il livello di protrombina proteine. I farmaci utilizzati per il trattamento della trombosi, tromboflebite, embolia polmonare, tuttavia protrombina indice INR consente al medico di valutare l'efficacia del trattamento di queste malattie.

Indice di protrombina durante la gravidanza

Hemostasiogram (coagulazione) durante la gravidanza è nominato su base obbligatoria, come il rapporto di protrombina delle donne in gravidanza - un indicatore importante, che consente di evitare un eccessivo sanguinamento durante il travaglio o prevenire i coaguli di sangue.

Se una donna ha un indice di protrombina abbassato (meno dell'80%), allora c'è il rischio di sanguinamento e ha senso prescrivere coagulanti al paziente. Se l'indice di protrombina è elevato, cioè dell'ordine del 100%, i farmaci vengono prescritti a una donna incinta per prevenire un aumento della coagulazione del sangue.

Importante per una donna incinta è un indicatore del tempo di protrombina. Un medico che conosce il tempo di coagulazione della donna? può prevenire il sanguinamento o, se inizia, lo sviluppo di shock emolitico in una donna, che nella maggior parte dei casi è la causa della morte di una donna durante il parto.

Le donne incinte hanno atteggiamenti diversi nei confronti della necessità di registrarsi nella clinica prenatale. Qualcuno soddisfa tutte le raccomandazioni del medico e qualcuno crede che un gran numero di test danneggi solo il bilancio della salute e della famiglia.

La cosa principale che ha bisogno di ricordare la donna incinta: se il medico non sa che lei aveva un rapporto di protrombina si abbassa, non può impedire distacco della placenta, o sanguinamento dopo il parto, e viceversa, elevato rapporto di protrombina può solo specificare il medico a rischio di sviluppare vasi trombosi placentare.

Indice della protrombina: analisi e interpretazione dei risultati

Cosa significa il tuo indice di protrombina? L'analisi, i suoi risultati, nella questione di laboratorio sulla forma, in cui ci sono indicatori della norma. Diamo loro qui:

  • il tempo di protrombina è normalmente di 9-12,6 secondi;
  • basso indice di protrombina - meno del 77%; che l'indice di protrombina è aumentato è indicato da un indicatore superiore al 120%;
  • INR è normalmente 0.85-1.15;
  • l'indice di protrombina del sangue, calcolato con il metodo di Quick, è normalmente del 78-142%.

Oltre alla norma dell'indicatore "indice della protrombina", è importante sapere che cosa minaccia una persona con una diminuzione dell'indice di protrombina o perché questo indicatore è aumentato.

Quindi, se l'indice di protrombina viene abbassato, può indicare una carenza di vitamina K, una carenza acquisita o congenita della proteina protrombina.

Se le cifre di cui sopra protrombina normale, non v'è motivo di sospettare una minaccia di attacco di cuore, ictus, tromboembolismo, la presenza di neoplasie maligne, policitemia (alto numero di globuli rossi).

Come potete vedere, gli esami del sangue per il contenuto proteico della protrombina sono importanti sia per una donna incinta che per coloro che stanno pianificando una gravidanza. Sii attento a te stesso, impara a fidarti di un medico osservatore, questo è l'unico modo per evitare conseguenze indesiderate durante il parto e complicazioni dopo di loro.

Se c'è una carenza di trombina nel sangue, dovresti anche cercare aiuto medico. Bassi livelli di protrombina possono causare:

  • mancanza di fillochinone (vitamina K);
  • mancanza di alcuni amminoacidi (in particolare, arginina e lisina);
  • varie malattie del fegato;
  • carenza congenita della protrombina nel corpo.

Norma MNO

Il tasso di INR per molte persone, anche per quelli che assumono anticoagulanti ad azione diretta, dovrebbe variare da 0,7 a 1,2. Per i farmaci con effetto indiretto, i valori normali vanno da 2,0 a 3,5.

L'INR è usato per testare i pazienti a rischio di coaguli di sangue con l'uso a lungo termine di anticoagulanti. Ci sono regole speciali dell'INR. Con l'aiuto di loro, il medico seleziona la dose necessaria di farmaci e controlla le condizioni del paziente. Utilizzato per determinare l'omeostasi complessiva del corpo, un complesso di reazioni volte a prevenire o arrestare il sanguinamento. È anche un indicatore per valutare la sintesi dei fattori di coagulazione che si formano nel fegato e il livello di saturazione della vitamina K nel corpo.

INR durante la gravidanza

Indispensabile indice di coagulazione del ruolo durante la gravidanza. Infatti, durante questo periodo nel corpo femminile si forma un terzo circolo di circolazione sanguigna, il cosiddetto uteroplacentare. Per questo motivo, il livello di protrombina nel corpo femminile aumenta significativamente, poiché aumenta la quantità di sangue che circola nel corpo della futura gestante. È perfettamente normale che anche il livello di fibrinogeno aumenti nel corpo, riducendo così il tempo di protrombina. Se è normalmente 24-35 secondi, poi durante la gravidanza 17-20.

Di solito durante la gravidanza, un'analisi simile viene data solo tre volte in tutto il tempo. Ma con le complicazioni, si consiglia di prendere questa analisi più spesso. Infatti, in caso di problemi, c'è il rischio di aborto spontaneo, parto prematuro, sviluppo fetale ritardato e ipossia. Pertanto, una diagnosi tempestiva non sarà superflua e, se necessario, il medico sarà in grado di prescrivere un corso speciale di trattamento.

  • Distacco della placenta nelle donne in gravidanza.

Cosa significa il basso livello di PTI?

Nei casi di assunzione di anticoagulanti, il livello di IPT può scendere al 45-40%. Con la minaccia di coaguli di sangue, il medico controlla la dose di questi farmaci. Dopo aver aumentato o diminuito la dose del farmaco, è necessaria un'analisi per IPT. Il tasso per tali pazienti è determinato dal medico curante. Se l'indice di protrombina diminuiva non sullo sfondo dell'assunzione di anticoagulanti, questo potrebbe indicare, ad esempio, carenza di vitamina K, gravi malattie del fegato o del tratto gastrointestinale nel suo insieme e nelle donne in gravidanza prima della nascita, il rischio di sanguinamento durante il travaglio.

Cos'è l'INR?

Questo indicatore è lo standard per la determinazione della coagulazione del sangue. Il valore di INR risponde all'attività di alcune proteine ​​del sangue che sono fattori di coagulazione. Tali proteine ​​sono prodotte nel fegato con la partecipazione della vitamina K. Questi fattori di coagulazione rispondono ai farmaci: anticoagulanti indiretti, ad esempio Dabigatran, Warfarin o loro analoghi. In questo caso, si verifica ipocoagulazione, vale a dire la coagulazione del sangue avviene più lentamente. Per alcuni pazienti è vitale, molti di loro sono costretti a prendere gli anticoagulanti per tutta la vita.

Esame del sangue PTI. INR: norma

Nel coagulogramma, fatta eccezione per l'analisi dell'IPT, e altri indicatori sono di grande importanza. Con la nomina di anticoagulanti indiretti, la PTI è ridotta. Ma per l'analisi delle TIC, il tasso in ciascun laboratorio può differire leggermente, quindi è stato introdotto un test standardizzato - INR. I medici lo usano per monitorare il sistema di coagulazione del sangue quando i pazienti ricevono anticoagulanti. Pertanto, l'INR in questi casi viene assegnato in parallelo a un tale indicatore come esame del sangue per PET. La norma dell'INR in soggetti sani varia da 0,8 a 1,2. Quando si assumono anticoagulanti, la coagulabilità diminuisce, si verifica ipocoagulazione e l'INR può aumentare di 2-3 volte il normale, ad esempio durante un intervento chirurgico al cuore o vene varicose per prevenire la formazione di coaguli di sangue. Se il sangue diventa più spesso, la sua coagulabilità aumenta e, di conseguenza, il tasso di INR diminuisce.

Hypocoagulation. In quali situazioni è necessario?

Nell'analisi PTI, la norma va dal 95 al 100% e l'INR va da 0,8 a 1,2. Ricordiamo che tali norme dovrebbero essere in persone assolutamente sane. Ma ci sono situazioni in cui i valori INR sono vitali per essere mantenuti ad alti numeri, rispettivamente, le cifre PTI saranno inferiori alla norma, vale a dire. questo sarà lo stato di ipocoagulazione. Questa condizione si ottiene assumendo anticoagulanti indiretti. Solo un medico può determinare la dose del farmaco. I pazienti che assumono costantemente tali medicinali devono sottoporsi regolarmente a un esame del sangue per INR.

  • Nel caso di fibrillazione atriale, i valori di INR dovrebbero essere mantenuti tra 2.0 e 3.0.
  • Condizioni gravi - embolia polmonare (embolia polmonare) (tromboembolia dell'arteria polmonare) - richiede anche il mantenimento del livello INR nell'intervallo 2.0-3.0.
  • Dopo un'operazione sul cuore, è necessario assumere anticoagulanti, mentre nel caso della sostituzione della valvola aortica, i numeri INR devono essere mantenuti nell'intervallo appropriato di 2,0-3,0 e, nel caso della sostituzione della valvola mitrale, dovrebbero essere 2,5-3,5.
  • Con alcuni difetti delle valvole cardiache (difetti mitrali o aortici) e la prevenzione del tromboembolismo, il livello di questo indicatore dovrebbe essere compreso nell'intervallo 2.0-3.0.
  • Quando si tratta la trombosi venosa, le cifre INR dovrebbero corrispondere a 2.0-3.0.

Con una diminuzione degli indici INR al di sotto dei limiti consentiti, aumentare la dose di "warfarin" o dei suoi analoghi. Questo viene fatto esclusivamente sotto controllo medico e ricerca di laboratorio. Ma un aumento dell'ipocoagulazione (un aumento dei valori di INR) sopra il corridoio ammissibile può anche influire negativamente sulla salute dei pazienti. In primo luogo è pericoloso per varie emorragie. Possono essere sia interni (uterini, gastrici o intracavitari) che esterni, causati da varie ferite o tagli. Se il numero di INR è superiore al limite consentito, indicato per uno stato particolare, la dose di anticoagulanti deve essere ridotta. Alcuni pazienti devono monitorare il livello di INR per la vita.

Come superare un esame del sangue per INR e PET?

Il sangue per tali studi è dato in una stanza di trattamento. Il sangue venoso viene immesso in una provetta con un anticoagulante, solitamente citrato di sodio. Il rapporto tra sangue raccolto e anticoagulante dovrebbe essere 9: 1. Il campione è ben miscelato invertendo il tubo per prevenire la formazione di coaguli. Il sangue viene immediatamente inviato al laboratorio. L'analisi deve essere effettuata entro e non oltre due ore dopo il prelievo di sangue. Il mancato rispetto di queste condizioni può falsare il risultato dell'analisi. Di solito il sangue viene somministrato al mattino a stomaco vuoto, ma se necessario, questa analisi può essere fatta in un altro momento da Cito, vale a dire. con urgenza.

Esame del sangue INR. Che cos'è, quanto dovrebbe essere la norma, decodifica per le donne, gli uomini, durante la gravidanza

I pazienti che assumono farmaci per succhiare coaguli di sangue sono tenuti a sottoporsi regolarmente ad un esame del sangue chiamato INR. Questo determina il suo spessore e consente al medico curante di stabilire il tasso di coagulanti assunti.

Cosa fa l'INR di sangue, il significato dell'abbreviazione

L'INR sta per International Normalized Attitude. Questo studio è condotto secondo gli standard internazionali. La misurazione della coagulazione del sangue si verifica dopo una serie di procedure speciali.

L'analisi dell'INR è uno dei metodi di ricerca più importanti, che determina il tasso di coagulazione del sangue. Il suo scopo è determinato da un unico standard per tutti i pazienti. Indipendentemente dalla posizione del sondaggio e dal tipo di strumento, il risultato sarà sempre identico.

I seguenti dati vengono utilizzati per determinare le informazioni:

  1. Tempo di protrombina Informazioni ottenute nel processo di coagulazione del sangue. Il tempo medio (10-16 secondi).
  2. International Sensitivity Index (MICH). La tromboplastina è prodotta da un gran numero di aziende. In ciascuna delle sostanze prodotte è presente un passaporto che indica la loro purezza e sensibilità.

Dopo che la procedura è stata completata, ai medici viene prescritto un trattamento basato sui risultati del test per la regolazione delle funzioni del flusso sanguigno. Il valore della frequenza di analisi. Quando si esegue un test INR una volta al mese, l'accuratezza della prescrizione del trattamento è del 50%, se una volta una decade è dell'80%.

Il trattamento viene stabilito dal medico individualmente per tutti i pazienti, poiché ogni organismo ha una propria reazione all'interazione dei farmaci e alla dose di warfarin. L'esame è prescritto quando si assumono antagonisti della vitamina K, che riducono il grado di protrombina nel sangue.

L'analisi dell'INR viene regolarmente presentata quando:

L'analisi del sangue dell'INR può essere prescritta per le vene varicose.

  • difetti cardiaci;
  • tromboflebite;
  • disturbi circolatori nella zona del cervello;
  • sindrome acuta caronarica;
  • fibrillazione atriale.
  • I pazienti che hanno filtri artificiali installati per ostruire il passaggio dei coaguli di sangue in un vaso sanguigno sono anche coperti dal test.

    Prima dell'introduzione alla pratica dell'INR, il livello di warfarin è stato determinato utilizzando l'analisi del tempo di protrombina (PTV). Questo metodo ha un basso costo di ricerca, ma non fornisce risultati accurati. Gli strumenti spesso impostano coefficienti diversi per il livello di warfarin nel sangue di un paziente.

    Quando è prescritto uno studio

    L'esame è prescritto quando si assumono antagonisti della vitamina K, che riducono il grado di protrombina nel sangue.

    L'analisi dell'INR viene regolarmente presentata quando:

    • vene varicose;
    • difetti cardiaci;
    • tromboflebite;
    • disturbi circolatori nella zona del cervello;
    • sindrome acuta caronarica;
    • fibrillazione atriale.

    I pazienti che dispongono di filtri artificiali installati per impedire ai coaguli di sangue di passare attraverso i vasi sanguigni devono effettuare un'analisi ogni sei mesi.

    Prima dell'introduzione della pratica INR, il livello di warfarin è stato determinato utilizzando l'analisi del tempo di protrombina (PTV). Questo metodo ha un basso costo di ricerca, ma non fornisce risultati accurati. Gli strumenti spesso impostano coefficienti diversi per il livello di warfarin nel sangue di un paziente.

    Inoltre, dovresti consultare un medico con i seguenti sintomi:

    • infezione intestinale;
    • Cambiare il resto e le ore di lavoro;
    • sanguinamento persistente dal naso e dalle gengive;
    • cambiamento climatico

    Quando si cambia il tempo di lavoro, è necessario sottoporsi a un esame del sangue per INR dopo diversi giorni. Senza il trattamento anticoagulante e il monitoraggio dei parametri del sangue, possono svilupparsi gravi malattie.

    I test possono essere assegnati in 3 casi:

    1. Con malattia cronica. In questo caso, il passaggio del test è prescritto a tutti i pazienti che assumono warfarin e coagulanti simili.
    2. Singolo. Studi di questo tipo sono condotti in determinate circostanze. Questi includono la chirurgia, la gravidanza, lo studio delle malattie in violazione dell'emostasi.
    3. Volontà personale. La procedura può essere assegnata su richiesta della persona che vuole diagnosticare i vasi sanguigni. Il più delle volte la diagnosi viene effettuata dagli anziani, uomini e donne, i cui parenti erano stati precedentemente sottoposti ad infarto.

    Piccole deviazioni dalla norma possono essere causate da un cambiamento climatico e da uno sforzo fisico. Se il tempo di rilevare anomalie nel plasma sanguigno, è possibile ripristinare il lavoro dei vasi sanguigni regolando la dieta o i farmaci.

    Spesso l'analisi prescritta dell'INR non significa che la salute del paziente sia aggravata. Questa procedura può essere prescritta per controllare gli indicatori quando si cambia il dosaggio dei pazienti che assumono droghe o dieta.

    Preparazione per l'analisi

    L'analisi del sangue dell'INR è uno studio per il quale devono essere seguite alcune regole prima che venga raccolto un biomateriale. Donare sangue venoso dovrebbe essere a stomaco vuoto. È necessario rifiutare il cibo per più di 8 ore. Bevi solo acqua. È severamente vietato prendere alcolici il giorno prima della procedura.

    1 ora prima dell'analisi è necessario eliminare l'attività fisica e il fumo. Non è raccomandato sottoporsi alla procedura per le donne durante le mestruazioni.

    Il consumo moderato di alcol ha un effetto positivo sulla coagulazione del sangue, rispettivamente, l'indice del warfarin diminuisce. Tuttavia, l'abuso di alcol porterà a uno squilibrio degli indicatori di INR. In piccole dosi, l'alcol può essere preso insieme agli anticoagulanti.

    Inoltre, le bevande alcoliche portano a una violazione del coordinamento umano, che aumenta la probabilità di caduta e lesioni. Questo può essere una minaccia per la vita di un paziente che assume i coagulanti. Tutte le regole di cui sopra rientrano nell'eccezione nel caso di una situazione critica e di un'assistenza di emergenza.

    Dopo aver superato un'analisi urgente, viene assegnata una procedura di ripetizione, già quando il corpo sta funzionando di nuovo. È anche possibile controllare la coagulazione del sangue a casa. Esistono dispositivi speciali per l'auto-test del plasma nel sangue. Lo svantaggio di tali dispositivi è l'alto costo.

    analisi

    La procedura può essere eseguita in diversi modi:

    1. Dispositivo portatile I test con l'aiuto di dispositivi speciali sono stati condotti sin dagli anni '90. Un tale dispositivo produce un risultato istantaneo. Il sangue viene immerso su una striscia reattiva e inserito nel dispositivo. Il monitor mostrerà il risultato del test con tutti i dati esatti. Questo tipo di procedura viene eseguita sia in ospedale che a casa.
    2. Ricerca di laboratorio Al momento, questo metodo di test è più ampiamente utilizzato. Il sangue viene prelevato da una vena e inviato per l'esame. Dopo un certo tempo, arriva una risposta con gli indicatori e lo specialista prescrive un ulteriore trattamento.

    Dopo aver subito un ciclo di trattamento in un ospedale, il farmaco non viene ridotto. La nomina del dottore Warfarin è stata fatta per molto tempo, spesso per tutta la vita. Con un'analisi indipendente, è necessario conoscere tutte le norme di trattamento con un rapporto aumentato o diminuito. Il paziente può creare un programma di trattamento in anticipo coordinandolo con il suo cardiologo.

    Testare l'INR è più conveniente da solo. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti ha paura di questo metodo o semplicemente non è in grado di farlo. Poiché la maggior parte dei pazienti è anziana, non ha la capacità fisica di frequentare le lezioni di formazione per sapere come usare il dispositivo.

    Norme internazionali INR

    Secondo gli standard internazionali, l'indice INR dovrebbe essere entro 1,0. In caso di patologie o dosaggio scorretto dei farmaci da trattamento, l'indicatore si discosterà dalla norma. Con un indice di Warfarin aumentato, è necessario riassegnare il dosaggio del farmaco. Questo può portare a complicazioni nel corpo e all'apertura di sanguinamento.

    L'indice basso è espresso a causa del trattamento inefficace, rispettivamente, non della fluidificante del sangue. Con questo trattamento, la struttura dei vasi cambia e si formano coaguli di sangue. In queste condizioni, è necessario aumentare il dosaggio dei coagulanti.

    La norma per uomini e donne adulte in stato di gravidanza

    L'analisi del sangue INR è, prima di tutto, degli indicatori disponibili del lavoro degli organi circolatori per ogni persona. La tariffa standard per uomini e donne adulti è simile. Varia da 0,8 a 1,2. Se il risultato dell'analisi rientra nello standard stabilito, allora la persona è sana e non ha malattie patologiche.

    Durante la gravidanza, monitorando la coagulazione del sangue, i medici prestano maggiore attenzione, perché nel periodo di gestazione del bambino, la futura gestante cambierà il lavoro del corpo. Sarà alzata una donna nella posizione dell'indice INR. Questo è considerato normale. La violazione del corpo sarà considerata un indice superiore a 4.0.

    Norma per i bambini

    Per i neonati, il rapporto da 0,8 a 1,2 è considerato la norma. Di seguito una tabella con gli indicatori generali che dovrebbe avere un bambino sano.

    Interpretazione di un coagulogramma durante la gravidanza (con indicazione delle norme)

    Un coagulogramma (o emostasiogramma) è un'analisi necessaria per valutare la capacità del sangue di coagularsi. È in grado di indicare la tendenza di una donna incinta a formare coaguli di sangue o sanguinamento, che aiuta a prevenire lo sviluppo di patologie di formazione del feto, distacco della placenta e complicanze durante il parto.

    e con un coagulogramma esteso:

    Indicazioni e preparazione per la donazione di sangue per il coagulogramma

    Durante la gravidanza, vengono fornite tre donazioni di sangue pianificate per coagulogramma:

    1. Subito dopo la registrazione per la gravidanza.
    2. Nell'arco di 22-24 settimane.
    3. Nell'intervallo di 30-36 settimane.

    La donazione di sangue non programmata per l'emostasiogramma viene eseguita secondo le indicazioni:

    • precedente sterilità precedente;
    • aborto spontaneo;
    • complicazioni (gravidanze multiple, gravidanze conseguenti alla fecondazione in vitro, nonché ritardo fetale nello sviluppo prenatale, preeclampsia precoce o tardiva, insufficienza fetoplacentare);
    • vene varicose nella futura madre;
    • ematomi (contusioni) dopo lievi ferite, sangue dal naso, gengive sanguinanti quando si lavano i denti;
    • fumo e altre cattive abitudini di una donna incinta;
    • la necessità di valutazione del fegato. In questo caso, l'emostasiogramma consente di valutare il funzionamento del fegato rintracciando la formazione di fattori del complesso protrombinico in esso;
    • monitorare lo stato del sistema di coagulazione del sangue nelle donne che per lungo tempo sono state trattate con anticoagulanti diretti (ad esempio, eparina);
    • sospetto di coagulazione del sangue alterata.

    Per ottenere indicatori affidabili della coagulazione del sangue, è necessario eseguire un emostasiogramma a digiuno. Non è consigliabile assumere cibo 8 ore prima del test, incluso bere succo di frutta, tè, caffè. Astenersi dal mangiare dolci (incluso il chewing gum con lo zucchero). Puoi bere solo acqua pura senza gas.

    Mezz'ora prima di donare il sangue, dovresti astenervi dal fumare se la gestante ha una cattiva abitudine. Ed è anche sconsigliato di sovraccaricare fisicamente 30-40 minuti prima dell'analisi. Emotivamente, una donna dovrebbe essere calma, solo l'emozione leggera è ammissibile.

    Il sangue per analisi è preso da una vena nell'incavo del braccio.

    Interpretazione degli indicatori del coagulogramma

    Con un emostasiogramma semplice identifica necessariamente:

    • Protrombina + INR
    • APTT
    • fibrinogeno
    • Tempo della trombina

    Il coagulogramma esteso è prescritto se vi sono deviazioni nel coagulogramma semplice o viene effettuato immediatamente al posto di esso. Quindi indicare inoltre:

    • Antitrombina III (AT3)
    • D-dimero
    • Lupus anticoagulante

    La direzione per l'emostasiogramma esteso è indicata secondo le indicazioni. Questi includono:

    • aborto spontaneo;
    • precedente infertilità prolungata;
    • morte fetale nel passato;
    • gravidanza multipla;
    • disturbi del sangue ereditario;
    • forme gravi di tossicosi (preeclampsia).

    La decodifica dell'analisi produce il medico curante nella clinica prenatale.

    Le norme degli indici dei coagulogrammi sono necessarie per decodificare i risultati dell'analisi

    Protrombina + INR

    La protrombina (fattore II) è uno dei principali fattori di coagulazione del sangue. Con la rilevazione tempestiva delle deviazioni di questo indicatore dalla norma, il medico è in grado di prevenire tempestivamente lo sviluppo di trombosi, distacco della placenta o comparsa di sanguinamento durante il parto. Ecco perché è auspicabile condurre un coagulogramma in ogni trimestre di gravidanza.

    Inoltre, il livello di protrombina consente al medico di assumere la presenza di fallimenti nel fegato e nel sistema digestivo di una donna. In che modo la protrombina è associata a questi organi? - chiedi.

    La risposta è: la protrombina viene prodotta nel fegato con la partecipazione della vitamina K. Una parte di questa vitamina viene prodotta dalla microflora intestinale e l'altra viene ingerita con il cibo che deve essere digerito per ottenere l'ambita vitamina K.

    Il tratto digestivo e il fegato sono coinvolti nel processo digestivo, in quanto produce la bile per il succo gastrico. E se il livello di protrombina è abbassato, significa:

    1) il fegato non può far fronte alle loro funzioni;

    2) difficile assorbimento della vitamina K dal tratto gastrointestinale (ad esempio, a causa di malattie come enterocolite o colite ulcerosa);

    3) la produzione di vitamina K non è interamente dovuta alla microflora intestinale compromessa.

    In questo caso, ulteriori esami del sangue sono assegnati agli enzimi epatici (ALT e AST), che spesso fanno parte del test del sangue biochimico plus-plus, e le istruzioni per un secondo esame completo del sangue e delle urine (possibilmente feci) sono scritte. Se necessario, gli ultrasuoni possono essere prescritti da questi organi o da altri test diagnostici.

    Laboratorio moderno protrombina misurato da Kviku (%). Il valore normale della protrombina è compreso nell'intervallo 78-142%.

    Alcuni laboratori calcolano solo l'indice protrombato (PTI). La sua norma in diversi laboratori propri, è necessario imparare dal laboratorio.

    Livelli elevati di protrombina (oltre il 142%) possono essere rilevati quando:

    • propensione a formare coaguli di sangue. Questi includono stati preinfartativi e infarto miocardico, stati tromboembolici, elevati livelli di globuline nel sangue e ipoidratazione, che sono sorte a causa dell'aumentata viscosità del sangue;
    • assumere farmaci che inibiscono l'azione della cumarina (ad esempio, la vitamina K) o possono ridurla (meprobamato e corticosteroidi).

    Se la protrombina si abbassa (meno del 78%), viene rilevato:

    • ipofibrinogenemia, caratterizzata da bassi livelli di fibrinogeno nel sangue;
    • mancanza di vitamina K nel corpo femminile (diatesi emorragica nel bambino);
    • la mancanza di protrombina del fattore di coagulazione, che porta a una donna incinta ha la tendenza a sanguinare.

    La ricezione della futura madre di anticoagulanti e cumarine, così come i farmaci che migliorano la loro azione, porta anche a una diminuzione della protrombina nel sangue.

    L'INR (International Normalized Ratio) indica la velocità con cui si forma un coagulo di sangue. L'analisi per determinare il livello di protrombina + INR viene regolarmente prescritta alle persone che assumono anticoagulanti - farmaci che prevengono la trombosi.

    Se la gestante è trattata con anticoagulanti diretti, i risultati del coagulogramma dovrebbero anche indicare il valore della relazione internazionale normalizzata, che la donna deve informare in anticipo che l'INR è calcolato anche per lei (INR - International normalised ratio).

    Se una donna non viene trattata con farmaci che fluidificano il sangue, il valore dell'INR di solito non è indicato nei risultati dell'analisi (semplicemente non viene calcolato, perché non ce n'è bisogno).

    L'INR di una persona sana è compresa nell'intervallo da 0,8 a 1,2. Ma a seconda della malattia e della tattica del suo trattamento, la gamma standard potrebbe essere diversa. Pertanto, per ogni paziente, la norma di questo indicatore è determinata dal medico curante e viene definita "Gamma target INR".

    Se l'INR è inferiore alla norma, la dose dell'anticoagulante è insufficiente e il rischio di trombosi è ancora elevato.

    Se l'INR è superiore al normale, la dose selezionata dell'anticoagulante è eccessiva e ora aumenta il rischio di sanguinamento.

    Pertanto, il calcolo dell'INR è necessario per regolare il dosaggio del farmaco prescritto per ridurre il rischio di coaguli di sangue.

    APTTV (tempo di tromboplastina parziale attivata) è il periodo di tempo durante il quale si forma un coagulo di sangue.

    In laboratorio, questa volta è determinata dalla seguente esperienza. In primo luogo, il plasma sanguigno viene separato e quindi vengono aggiunti dei reagenti (sale di calcio dell'acido cloridrico, miscela di kaolin-kefalin e altri). Questo simula l'inizio del processo naturale di coagulazione del sangue nel corpo umano.

    Come risultato dell'esperimento, viene stabilita la presenza di fattori coinvolti nella coagulazione o nella loro carenza. Viene anche determinata la presenza di componenti nel sangue che rallentano il processo di coagulazione. E, naturalmente, viene rilevato il tempo durante il quale si forma un coagulo di sangue.

    Il valore normale di aPTT per le future madri è nell'intervallo di 17-20 secondi.

    Per una donna non incinta, la tariffa APTT è inclusa nel seguente intervallo di tempo 24,0 - 38,2 secondi.

    APTT = 21 secondi o più. Se dopo l'aggiunta di reagenti al plasma sanguigno, un coagulo si è formato per più di 20 secondi, quindi questo indica una tendenza al sanguinamento dovuta alla presenza di una donna:

    • seconda o terza fase di coagulazione intravascolare disseminata (DIC);
    • emofilia A, B, C;
    • aumento della produzione di anticorpi contro i fosfolipidi.

    APTTV può essere migliorata nel futuro trattamento della madre con eparina, quindi, per ottenere un risultato affidabile, è necessario cancellare l'eparina 2 giorni prima del test, o donare sangue supplementare per il lupus anticoagulante e anticorpi contro la cardiolipina.

    APTT = 16 secondi o meno. E se un coagulo si è formato in meno di 17 secondi, questo indica:

    • la fase iniziale della sindrome ICE, caratterizzata da un aumento della coagulazione del sangue, quando i coaguli si formano rapidamente quando ricevono ferite in grossi vasi sanguigni e coaguli in piccoli;
    • tromboembolismo o trombosi;
    • aumento del contenuto di fattori di coagulazione attivati;
    • lesioni durante il prelievo di sangue per l'analisi (l'analisi deve essere ripreso, è meglio prendere il sangue dalla vena della lancetta dei secondi).

    fibrinogeno

    Un altro fattore di coagulazione del sangue è il fibrinogeno. Il fibrinogeno (fattore I) è una proteina speciale che dovrebbe essere considerata il componente principale di un coagulo di sangue. Nelle persone sane, è prodotto dal fegato e distribuito attraverso il sistema circolatorio. Nel sito di danno alla parete del vaso, il fibrinogeno viene convertito in fibrina insolubile, che diventa la base del trombo. Questo coagulo intasa la nave danneggiata, bloccando così l'emorragia.

    Solo con un numero sufficiente di componenti di un coagulo di sangue, un coagulo di sangue è stabile e rimane nel sito di lesione della nave fino alla guarigione. Se c'è una carenza di fattori I e II, una persona è incline ad aumentare il sanguinamento e se c'è un eccesso di esso, c'è una trombosi senza alcun danno (cioè si formano trombi patologici che possono staccarsi dalle pareti dei vasi sanguigni e bloccare il flusso sanguigno).

    Il fibrinogeno viene misurato in mg / dl o g / l. Per ottenere il valore del componente in g / l, è necessario calcolare con la formula:

    • fino a circa la 12a settimana di gravidanza è 2.00-4.00 g / l;
    • da 3 mesi fino alla fine del periodo di gestazione, è accettabile un aumento della fibrina a 6,5 ​​g / l;

    I livelli di fibrinogeno non devono scendere al di sotto di 0,5 g / l. Questo è un livello critico di fibrinogeno nel sangue.

    L'aumento dei livelli di fibrinogeno può indicare:

    • il corso di malattie infiammatorie e infettive acute (per esempio, influenza);
    • mancanza di ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea;
    • violazione del metabolismo delle proteine;
    • recente chirurgia;
    • elevati livelli di estrogeni;
    • grande ustione

    Basso fibrinogeno (inferiore a 2,0 g / l) può essere dovuto a:

    • DIC;
    • mancanza di vitamine B12 e C;
    • tossicità;
    • insufficienza cardiaca;
    • leucemia promielocitica acuta;
    • complicazioni postpartum;
    • grave danno al fegato;
    • terapia trombolitica.

    Tempo della trombina

    Il tempo di trombina (TB) è il tempo durante il quale si forma un coagulo dopo aver mescolato il plasma sanguigno con la trombina. Durante la gravidanza, il tasso di TV è compreso tra 10,3 e 25 secondi.

    Un aumento della TV (oltre 25 secondi). Parla di:

    • basso fibrinogeno (fino a 0,5 g / l);
    • patologia epatica dovuta alla presenza di difetti nel fibrinogeno a livello molecolare;
    • prodotto di terapia fibrinolitica;
    • alto contenuto di bilirubina sierica nel sangue;
    • la presenza nel sangue di anticoagulanti diretti nel trattamento di eparina o altri farmaci simili.

    Bassa TV (meno di 10,3 secondi) Viene osservata quando:

    • alti livelli di fibrinogeno nel sangue;
    • la fase iniziale dello sviluppo di DIC.

    Antitrombina III

    L'antitrombina III (AT3) è una proteina complessa prodotta dalle cellule vascolari e del fegato e inibisce il processo di coagulazione del sangue. È necessario per prevenire un aumento della formazione di coaguli di sangue (coaguli di sangue).

    Nel normale AT3 è 70-120%.

    AT3 alto (oltre il 120%) è osservato con:

    • epatite acuta;
    • la presenza di infiammazione;
    • colestasi;
    • pancreatite acuta grave;
    • trattamento anticoagulante;
    • mancanza di vitamina K.

    AT3 ridotto (inferiore al 70%) può essere dovuto a:

    • carenza congenita di antitrombina III;
    • DIC acuto;
    • aterosclerosi;
    • insufficienza epatica cronica;
    • trattamento con eparina;
    • intasamento del trombo della nave.

    D-dimero

    Il D-dimero è un indicatore che caratterizza il processo di formazione di trombi e la dissoluzione della fibrina. Normalmente, entro la fine della gravidanza, aumenta di 3-4 volte rispetto al livello iniziale. Ma l'ascesa del D-dimero dovrebbe essere graduale. Una rapida crescita può indicare complicanze della gravidanza, possibili malattie renali e diabete mellito.

    La norma del D-dimero dipende dal laboratorio.

    Per il laboratorio indipendente Invitro e la clinica Euromed, i valori standard per le donne incinte sono:

    • I trimestre - meno di 286 ng / ml;
    • II trimestre - meno di 457 ng / ml;
    • III trimestre - meno di 644 ng / ml.

    Il valore del D-dimero non deve scendere al di sotto di 33 ng / ml.

    Per la clinica AltraVita, il tasso di D-dimero durante la gravidanza è diverso:

    • I trimestre - da 0 a 525 ng / ml;
    • Trimestre II - da 438 a 1200 ng / ml;
    • III trimestre - da 888 a 2085 ng / ml.

    Il servizio di laboratorio "Helix" ha i suoi standard D-dimer per le donne in gravidanza:

    • prima della settimana 13, 0-0,55 mkg / ml;
    • Settimana 13-21 - 0,2-1,4 μg / ml;
    • 21-29 settimane - 0,3-1,7 μg / ml;
    • 29-35 settimane - 0,3-3 μg / ml;
    • 35-42 settimane - 0,4-3,1 μg / ml.

    μg / ml • 1000 = ng / ml

    ng / ml • 0,001 = μg / ml

    Ad esempio, 500 ng / ml = 0,5 μg / ml.

    L'aumento del livello è osservato con la presenza di:

    • trombosi venosa profonda, tromboembolismo polmonare;
    • DIC;
    • infezione, sepsi;
    • infiammazione (con un leggero aumento del valore del D-dimero);
    • malattia del fegato;
    • ematomi ampi.

    Dopo la terapia trombolica o la chirurgia (anche dopo l'estrazione del dente), il valore del D-dimero può aumentare. La tossicosi tardiva contribuisce anche a un aumento di questo indicatore.

    Lupus anticoagulante

    Lupus anticoagulante (VA) - anticorpi che impediscono la conversione della protrombina in trombina. In gravidanza normale, VA è assente. La comparsa di anticorpi parla di malattie autoimmuni (ad esempio il lupus eritematoso sistemico, la sindrome antifosfolipidica), quando il corpo prende le proprie cellule come estranee e inizia a combattere con loro. Di regola, in presenza di BA nel sangue c'è anche un aumento nell'APTT.

    Risultato normativo in secondi - 31-44 secondi.

    Il rilevamento di BA si verifica quando:

    • occlusione vascolare con trombo (trombosi, tromboembolia);
    • con aborto persistente a causa della sindrome antifosfolipidica (APS);
    • colite ulcerosa;
    • artrite reumatoide o altre malattie autoimmuni;
    • la presenza di malattie infettive (HIV, EBV, parvovirus B19, epatite).

    La VA può essere rilevata nel sangue umano, ma in piccole quantità fino a 1,2 unità convenzionali (in alcuni laboratori, fino a 9 cu). Se il lupus anticoagulante è condizionalmente assente, i risultati dell'analisi sono registrati "negativamente", se è presente nel sangue - "positivamente".

    Il trattamento con anticoagulanti può portare a risultati falsi positivi, pertanto l'analisi del lupus anticoagulante deve essere eseguita prima dell'eparina o della terapia sostitutiva con eparina.

    Se il coalogramma esteso viene eseguito durante il trattamento con eparina, non si deve prestare attenzione a un VA positivo.

    A seconda della quantità di anticorpi nel campione, viene attribuito un commento: "debolmente", "moderatamente" o "significativamente".

    Inoltre, Leggere Imbarcazioni

    Emangioma della pelle negli adulti

    Ivan Drozdov 03/07/2017 0 commenti L'emangioma è un tumore benigno congenito derivante dalla rapida crescita delle cellule vascolari. Una densa formazione di rosso, a forma di talpa, appare sulla pelle, nello strato sottocutaneo o sugli organi interni durante lo sviluppo fetale o nelle prime settimane dopo la nascita.

    Cos'è il test del timolo

    Per una corretta valutazione dello stato e del funzionamento dei sistemi di organi interni, i medici raccomandano un esame del sangue biochimico. Molto spesso, è necessario ricorrere al suo aiuto se si sospetta una patologia dei reni, del fegato o di una violazione del metabolismo del sale.

    Revisione completa dell'insufficienza cardiaca acuta

    Da questo articolo imparerai: cos'è l'insufficienza cardiaca acuta, quali sono i suoi tipi, le cause più comuni di occorrenza. Sintomi, trattamento speciale, come aiutare il paziente a casa.

    Cosa indicano gli indicatori ESR per le donne

    Per lungo tempo in campo medico per gli studi clinici utilizzare un'analisi molto efficace e poco costoso chiamato ROE. Nella decifrazione, questa abbreviazione significa "reazione alla sedimentazione degli eritrociti".

    Cardiopatia coronarica nel diabete

    Diabete e cardiopatia ischemica (CHD)Il diabete mellito, caratterizzato da alti livelli di zucchero nel sangue, può alla fine causare varie interruzioni nel normale funzionamento del corpo, incluso il danno ai vasi sanguigni.

    Emicrania - sintomi e trattamento

    L'anormalità neurologica, che è un forte mal di testa specifico, è chiamata emicrania. Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia rispetto ai rappresentanti del sesso più forte.