Ipertensione arteriosa (ipertensione, AH) è una malattia del sistema cardiovascolare in cui la pressione sanguigna nelle arterie della circolazione sistemica (grande) è costantemente aumentata. Nello sviluppo della malattia, sono importanti sia i fattori interni (ormonali, nervosi) che quelli esterni (consumo eccessivo di sale, alcol, fumo, obesità). Più in dettaglio che tipo di malattia si tratta, considerare ulteriormente.

Cos'è l'ipertensione arteriosa

L'ipertensione arteriosa è una condizione determinata da un persistente aumento della pressione sistolica a 140 mm Hg. st e altro; e la pressione diastolica è fino a 90 mm di mercurio. Art. e altro ancora.

Tale malattia come l'ipertensione arteriosa si verifica a causa di disturbi nel lavoro dei centri di regolazione della pressione sanguigna. Un'altra causa di ipertensione sono le malattie degli organi interni o dei sistemi.

Tali pazienti hanno un forte mal di testa (specialmente al mattino) nella regione della parte occipitale, causando una sensazione di pesantezza e stoltezza della testa. Inoltre, i pazienti lamentano scarso sonno, prestazioni e memoria ridotte e irritabilità caratteristica. Alcuni pazienti lamentano dolore al torace, difficoltà a respirare dopo aver svolto attività fisica e disabilità visive.

Successivamente, l'aumento della pressione diventa costante, l'aorta, il cuore, i reni, la retina e il cervello sono interessati.

L'ipertensione arteriosa può essere primaria o secondaria (secondo ICD-10). Approssimativamente uno su dieci pazienti ipertesi ha un'ipertensione arteriosa causata da una lesione di un organo. In questi casi, parlano di ipertensione secondaria o sintomatica. Circa il 90% dei pazienti soffre di ipertensione primaria o essenziale.

Gli esperti dell'OMS raccomandano un'ulteriore classificazione dell'ipertensione:

  • nessun sintomo di danno agli organi interni;
  • con segni oggettivi di danno agli organi bersaglio (nelle analisi del sangue, durante l'esame strumentale);
  • con segni di danno e presenza di manifestazioni cliniche (infarto del miocardio, violazione transitoria della circolazione cerebrale, retinopatia della retina).

primario

L'essenza dell'ipertensione arteriosa primaria è un costante aumento della pressione arteriosa senza una causa chiarita. La Primaria è una malattia indipendente. Si sviluppa sullo sfondo delle malattie cardiache e viene spesso chiamato ipertensione essenziale.

Ipertensione essenziale (o ipertensione) non si sviluppa a causa di danni a qualsiasi organo. Successivamente, porta a danni agli organi bersaglio.

Si ritiene che la malattia sia basata su disordini genetici ereditari, nonché su disturbi della regolazione dell'attività nervosa superiore causata da situazioni di conflitto in famiglia e sul lavoro, da stress mentale costante, aumento del senso di responsabilità, nonché sovrappeso, ecc.

Ipertensione arteriosa secondaria

Per quanto riguarda la forma secondaria, si verifica sullo sfondo di malattie di altri organi interni. Questa condizione è anche chiamata sindrome da ipertensione o ipertensione sintomatica.

A seconda della causa del loro verificarsi, sono suddivisi nei seguenti tipi:

  • rene;
  • endocrino;
  • emodinamica;
  • farmaci;
  • neurogena.

Dalla natura del corso di ipertensione arteriosa può essere:

  • transitorio: l'aumento della pressione arteriosa è osservato sporadicamente, dura da alcune ore a diversi giorni, si normalizza senza l'uso di droghe;
  • Labile: questo tipo di ipertensione appartiene allo stadio iniziale dell'ipertensione. In realtà, questa non è ancora una malattia, ma piuttosto uno stato limite, poiché è caratterizzata da picchi di pressione insignificanti e instabili. Si stabilizza in modo indipendente e non richiede l'uso di farmaci che riducono la pressione sanguigna.
  • Ipertensione arteriosa stabile. Un persistente aumento della pressione a cui viene applicata una terapia di supporto seria.
  • critico: il paziente ha periodiche crisi ipertensive;
  • Maligno: la pressione sanguigna sale a numeri elevati, la patologia progredisce rapidamente e può portare a gravi complicazioni e alla morte del paziente.

motivi

La pressione sanguigna aumenta con l'età. Circa i due terzi delle persone over 65 soffrono di ipertensione arteriosa. Le persone dopo 55 anni con pressione arteriosa normale hanno il 90% di rischio di sviluppare ipertensione nel tempo. Poiché un aumento della pressione arteriosa si riscontra spesso negli anziani, tale ipertensione "legata all'età" può sembrare naturale, ma l'aumento della pressione arteriosa aumenta il rischio di complicanze e mortalità.

Evidenzia le cause più comuni di ipertensione:

  1. Malattia renale,
  2. Ipodinia, o immobilità.
  3. Gli uomini hanno più di 55 anni, le donne hanno più di 60 anni.
  4. Tumore surrenale
  5. Effetti collaterali delle droghe
  6. Aumento della pressione durante la gravidanza.
  7. Ipodinia, o immobilità.
  8. Diabete mellito nella storia.
  9. Aumento del colesterolo nel sangue (superiore a 6,5 ​​mol / l).
  10. Aumento del contenuto di sale nel cibo.
  11. Abuso sistematico di bevande alcoliche.

La presenza di anche uno di questi fattori è un motivo per iniziare la prevenzione dell'ipertensione nel prossimo futuro. Trascurare queste attività con un alto grado di probabilità porterà alla formazione della patologia per diversi anni.

Determinare le cause dell'ipertensione arteriosa richiede ecografia, angiografia, TC, RM (reni, ghiandole surrenali, cuore, cervello), parametri biochimici e ormoni del sangue, monitoraggio della pressione arteriosa.

Sintomi di ipertensione arteriosa

Di norma, prima dell'inizio di varie complicazioni, l'ipertensione arteriosa procede spesso senza alcun sintomo e la sua unica manifestazione è un aumento della pressione arteriosa. Allo stesso tempo, i pazienti si lamentano appena o non sono specifici, tuttavia, un mal di testa sulla parte posteriore della testa o nella fronte è notato periodicamente, a volte vertigini e il rumore nelle orecchie può essere sentito.

La sindrome da ipertensione ha i seguenti sintomi:

  • Pressando mal di testa che si verifica periodicamente;
  • Fischio o tinnito;
  • Svenimento e vertigini;
  • Nausea, vomito;
  • "Mosche" negli occhi;
  • Palpitazioni cardiache;
  • Premendo il dolore nel cuore;
  • Arrossamento della pelle

I segni descritti non sono specifici, quindi non destano sospetti nel paziente.

Di regola, i primi sintomi di ipertensione arteriosa si manifestano dopo che si sono verificati cambiamenti patologici negli organi interni. Questi segni sono di natura in arrivo e dipendono dall'area della lesione.

Non si può dire che i sintomi dell'ipertensione negli uomini e nelle donne siano significativamente diversi, ma in realtà gli uomini sono effettivamente più sensibili a questa malattia, specialmente nella fascia di età compresa tra i 40 ei 55 anni. Ciò è in parte spiegato dalla differenza nella struttura fisiologica: gli uomini, a differenza delle donne, hanno un peso corporeo maggiore, rispettivamente, e il volume del sangue circolante nei vasi è molto più alto, il che crea condizioni favorevoli per l'ipertensione.

Una pericolosa complicazione dell'ipertensione arteriosa è una crisi ipertensiva, una condizione acuta caratterizzata da un improvviso aumento della pressione di 20-40 unità. Questa condizione spesso richiede una chiamata in ambulanza.

Segni che dovrebbero assolutamente prestare attenzione

Quali segni devono essere prestati attenzione e consultare un medico o almeno iniziare a misurare indipendentemente la pressione con un tonometro e registrarlo in un diario di autocontrollo:

  • dolore sordo nella parte sinistra del petto;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • dolore nella parte posteriore della testa;
  • vertigini e tinnito occasionali;
  • visione offuscata, macchie, "mosche" davanti agli occhi;
  • mancanza di respiro con l'esercizio;
  • blueness di mani e piedi;
  • gonfiore o gonfiore delle gambe;
  • attacchi di soffocamento o emottisi.

Il grado di ipertensione arteriosa: 1, 2, 3

Il quadro clinico dell'ipertensione arteriosa è influenzato dal grado e dal tipo di malattia. Al fine di valutare il livello delle lesioni degli organi interni come conseguenza di una pressione arteriosa persistentemente elevata, esiste una classificazione speciale dell'ipertensione, che consiste di tre gradi.

Ipertensione - cosa significa

L'ipertensione è una condizione di un organo o vaso cavo, in cui il fluido in esso contenuto crea un'alta pressione idrostatica, che viola le loro funzioni. L'ipertensione arteriosa (AH) è una forma comune di malattia vascolare negli adulti.

Tipi di ipertensione

A seconda dell'organo colpito, ci sono diversi tipi di ipertensione, che spesso si verificano:

  • vascolare;
    • arterioso;
    • venoso;
    • portale - l'alta pressione viene creata nella vena portale (portale) in cui il sangue scorre dallo stomaco, milza, parte dell'intestino;
    • renovascolare - colpisce le arterie renali;
  • cuore;
    • diastolica;
    • sistolica;
  • emodinamica;
  • intracranica;
  • intraoculare - glaucoma;
  • parenchima renale;
  • endocrino;
    • menopausa;
    • surrene;
    • nelle malattie della ghiandola pituitaria;
    • nelle malattie della tiroide;
  • intraperitoneale;
  • polmonare;
  • ipertensione nelle vie biliari;
  • neurogena;
    • malattie del cervello, midollo spinale;
    • durante la gravidanza;
    • sovradosaggio di efedrina, catecolamine, prednisolone, uso di contraccettivi ormonali.

L'ipertensione arteriosa è una forma comune di ipertensione negli adulti, causando un tale disturbo che colpisce i vasi sanguigni negli organi bersaglio, c'è una minaccia per la vita. Gli organi bersaglio comprendono il cuore, la retina, il cervello, i reni.

Caratteristiche dell'ipertensione

L'ipertensione arteriosa è una condizione del sistema circolatorio che la pressione sanguigna (PA) del sangue nella sistole e nella diastole supera il normale, il che è confermato da diverse misurazioni.

Il normale intervallo di pressione include:

  • 120/80 mmHg Art. - ottimale;
  • 130/85 è la norma;
  • da 130 a 140 / 85-90 - chiamato elevato normale.

L'AG si trova nei paesi sviluppati nel 30% degli adulti. A partire dai 65 anni, il 50-65% degli adulti diventa iperteso. Soffre di ipertensione a 50 anni, per lo più uomini, e da 50 anni - per lo più donne.

Tipi di ipertensione

Distinguere l'ipertensione arteriosa:

  • primaria (essenziale) o ipertensione - per la prima volta, sviluppandosi senza motivo apparente, rappresenta fino al 95% di tutti i casi della malattia;
  • secondaria (sintomatica) - una complicazione della malattia di base, rappresenta fino al 5% dei casi.

La pressione sistolica corrisponde alla massima riduzione dei ventricoli (sistole). Più elastici e puliti i vasi, meglio le loro pareti compensano l'onda d'urto che si verifica durante la contrazione.

La pressione diastolica è la pressione nei vasi durante la diastole, cioè il rilassamento del cuore. La differenza nei valori di sistole e diastole è chiamata differenza di polso, in condizioni normali si trova nel range di 40 - 55 mm Hg. Art., È la pressione alla quale si apre la valvola aortica.

malattia ipertonica

Ipertensione, malattia ipertensiva è chiamata ipertensione essenziale.

Secondo la classificazione dell'OMS, ci sono tre gradi di ipertensione arteriosa, che si verificano sotto forma di:

  • morbido - 140-159 / 90-100 mm Hg. Articolo;
    1. borderline - 140-150 / 90-94;
  • moderato - 160-179 / 100-109;
  • pesante - più di 180 / più di 110.

L'80% dei pazienti mostra un moderato, lieve grado di ipertensione. Ci sono anche ipertensione maligna quando la diastole è superiore a 120 mm Hg. Art.

Se la sistole è superiore a 140 mmHg. Art. E diastole è inferiore a 90, quindi l'ipertensione è chiamata isolata. La forma isolata si verifica più spesso dopo 65 anni e fino al 50% si verifica nel 5% dei casi.

La gravità dei sintomi dell'ipertensione e il livello di mortalità dipendono dal livello di aumento della pressione sanguigna. La gravità della malattia aumenta con la pressione del sangue.

Dalla natura del decorso della malattia ci sono fasi:

  • il primo è che non ci sono anomalie visibili, ma anomalie nella diastole si trovano sull'ecografia del cuore;
  • il secondo, le lesioni si trovano negli studi;
    • cuore - un atrio sinistro ingrandito, ventricolo;
    • rene - per aumentare la creatinina nelle urine;
    • retina, cervello - con tomografia computerizzata, restringimento delle arteriole, pizzicamento delle arteriole da parte dei vasi venosi più vicini (giunzione atrio-venosa);
  • il terzo - i segni di patologia funzionale degli organi bersaglio vengono rilevati:
    • ipertrofia ventricolare, che nel caso dell'ipertensione aumenta il rischio di infarto di 4 volte;
    • reni: più di 300 mg di proteine ​​si trovano nell'urina quotidiana, che corrisponde alla proteinuria;
    • occhi - l'esistenza di incroci atrioveniosi provoca stagnazione del sangue nelle venule, che causa un'emorragia, un infarto retinico, che sotto l'oftalmoscopio appare come un pezzo di cotone ("fuoco di cotone"), gonfiore del nervo ottico con un brusco salto di pressione.

Cause di ipertensione

Molto spesso, non è possibile identificare le ragioni per lo sviluppo di ipertensione. Ma puoi considerare quali fattori contribuiscono alla comparsa di sintomi di ipertensione arteriosa al fine di trovare un modo per compensarli.

Tra i fattori che contribuiscono all'ipertensione, emetti:

  • malattie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • aterosclerosi;
  • diabete;
  • omocisteinemia;
  • insufficienza renale;
  • complicazione della gravidanza;
  • età;
  • pavimento;
  • preparazioni ormonali, polvere di liquirizia, gocce da un raffreddore con simpaticomimetici e altri farmaci.

Una delle cause dell'ipertensione è la perdita di elasticità delle pareti dei vasi sanguigni. Ciò significa che le pareti delle arterie non ammorbidiscono gli shock con cui il sangue viene rilasciato dai ventricoli, e tale movimento intermittente durante l'ipertensione contribuisce alla distruzione degli organi bersaglio, causando sintomi di malattie.

sintomi

L'AH può essere asintomatico e il paziente potrebbe non avvertire una maggiore pressione. Ma più spesso, l'ipertensione arteriosa sviluppa sintomi caratteristici che possono essere eliminati con un trattamento adeguato.

I pazienti con ipertensione arteriosa notano che un attacco di ipertensione inizia improvvisamente, provoca un netto deterioramento del benessere e questa condizione è accompagnata da sintomi crescenti:

  • mal di testa - spesso nella parte posteriore della testa, in cui è difficile per una persona addirittura voltare la testa a causa di un aumento del dolore;
  • rumore (ronzio) nella testa, orecchie;
  • vertigini;
  • palpitazioni;
  • sudorazione;
  • salivazione;
  • dolore addominale;
  • vola in vista

trattamento

Il compito di trattare l'ipertensione arteriosa è prevenire la distruzione di organi - questo significa che è necessario migliorare le condizioni dei piccoli vasi che forniscono sangue al cervello, ai reni, al cuore, alla retina, per compensare questa pericolosa condizione per il corpo.

Negli ultimi anni sono stati compiuti progressi significativi nel trattamento delle malattie cardiovascolari. I pazienti con ipertensione arteriosa erano in grado di controllare la pressione sanguigna, evitando così complicazioni e prolungando la vita.

La capacità di ottenere una migliore qualità della vita è migliorata se:

  • terapia farmacologica - ricevimento regolare come prescritto da un medico;
    • beta-bloccanti;
    • bloccanti dei canali del calcio;
    • diuretici;
    • ACE inibitori;
    • inibitori del recettore dell'angiotensina;
  • terapia non farmacologica - questo dovrebbe essere fatto ogni giorno, e trattare l'attuazione di ciascun elemento non meno responsabilmente rispetto all'assunzione di farmaci;
    • limitare il sale nella dieta a 2, 4 g;
    • controllo del peso;
    • attività fisica praticabile;
    • frutti ricchi di potassio nella dieta per ricostituire le riserve di questo macroelemento necessario per il cuore;
    • smettere di fumare

prospettiva

Per la prognosi dell'ipertensione arteriosa, non solo il valore assoluto con cui la pressione sanguigna supera la norma è importante, ma anche le malattie associate.

Una prognosi più favorevole per l'ipertensione di primo grado in pazienti di età inferiore ai 55 anni. Fino al 20% aumenta il rischio di complicazioni da 55 anni, se ci sono cattive abitudini, colesterolo alto.

La prognosi peggiora, il rischio di complicanze aumenta con danni significativi agli organi. Il più alto rischio di complicanze (30%), pericolo di vita, nei pazienti affetti da, ad eccezione di ipertensione, diabete, ictus, infarto.

Ipertensione arteriosa (ipertensione): cause, segni, trattamento, cosa è pericoloso?

Hai mai sentito parlare di una malattia senza un inizio? Questa è l'ipertensione arteriosa. In effetti, le persone che soffrono di questa malattia non riescono a ricordare quando e come tutto iniziò. Questo perché si sviluppa in un modo speciale. Ma prima le cose vanno prima.

Ancora una volta sulla cosa principale

L'arteriosa si chiama pressione arteriosa nei vasi arteriosi di una persona. Ci sono:

  • Sistolica (superiore): mostra il livello di pressione sanguigna al momento della contrazione del cuore.
  • Diastolica (inferiore) - mostra il livello di pressione sanguigna al momento del rilassamento del cuore.

120/80 mm Hg è considerato come un numero normale di pressione sanguigna (BP). Questo non significa che dovrebbero essere sempre così. Gli indicatori possono salire o scendere durante lo stress fisico ed emotivo, i cambiamenti meteorologici, alcune condizioni fisiologiche. Tale reazione dell'organismo è specificatamente prevista dalla natura per l'uso ottimale delle risorse dell'organismo. È solo necessario ridurre lo stress fisico e psico-emotivo - la pressione sanguigna, regolata da vari sistemi (endocrino, nervoso centrale e autonomo, reni), ritorna alla normalità. Se c'è una pressione sanguigna costantemente elevata e rimane per un periodo di tempo sufficientemente lungo, c'è un motivo per pensare seriamente alla tua salute.

Ed è tutto su di lei.

Ipertensione, ipertensione, ipertensione - aumento persistente della pressione sanguigna, a causa della quale la struttura e la funzione delle arterie e del cuore sono interrotte. Gli scienziati ritengono che i cambiamenti nelle prestazioni anche a 10 mm Hg. Art., Aumentare il rischio di sviluppare malattie gravi. La maggior parte di tutti va al cuore, al cervello, ai vasi sanguigni e ai reni. Sono chiamati "organi bersaglio" perché colpiscono se stessi.

Le moderne classificazioni dell'ipertensione arteriosa si basano su due principi: il livello di pressione arteriosa e i segni di danno agli organi bersaglio.

Classificazione della pressione sanguigna

Secondo questa classificazione, adottata nel 1999 dall'OMS, i seguenti indicatori sono classificati come "standard":

  1. Ottimale - inferiore a 120/80 mm Hg. Art.
  2. Normale - inferiore a 130/85 mm Hg.
  3. Normale elevato - 130-139 / 85-89 mm Hg

E gli indicatori di ipertensione arteriosa sono classificati in gradi:

  • 1 grado (l'ipertensione è morbida) - 140-159 / 90-99 mm Hg
  • 2 gradi (ipertensione moderata) - 160-179 / 100-109 mm Hg
  • Grado 3 (ipertensione grave) - 180 e superiore / 110 e oltre
  • Ipertensione borderline - 140-149 / 90 e seguenti. (Implica un aumento episodico della pressione sanguigna seguito dalla sua normalizzazione spontanea).
  • Ipertensione sistolica isolata - 140 e sopra / 90 e sotto. (La pressione sanguigna sistolica è aumentata, ma la pressione diastolica rimane normale).

Classificazione dell'ipertensione arteriosa

La classificazione raccomandata dall'Organizzazione mondiale della sanità e dalla International Society for Hypertension (1993, 1996) è la seguente:

Fase I - non ci sono cambiamenti negli "organi bersaglio".

Fase II: le violazioni si verificano in uno o più organi bersaglio e una crisi ipertensiva è possibile.

Stadio III - ci sono cambiamenti complessi negli "organi bersaglio", aumenta la probabilità di ictus, danni al nervo ottico, infarto, insufficienza cardiaca e renale.

A proposito di primario e secondario

Per genesi (origine) è l'ipertensione arteriosa

  1. Primaria (essenziale) - La pressione sanguigna aumenta in assenza di una causa evidente.
  2. Secondario (sintomatico) - l'aumento della pressione arteriosa è associato a una particolare malattia ed è uno dei sintomi.

L'ipertensione arteriosa del tipo essenziale si verifica nel 90-95% dei casi. La causa diretta dell'ipertensione primaria non è stata ancora identificata, ma ci sono molti fattori che aumentano significativamente il rischio del suo sviluppo. Sono molto familiari a tutti noi:

  • Ipodinia (stile di vita sedentario);
  • Obesità (nell'85% delle persone con una grande massa corporea, è nota l'ipertensione essenziale);
  • ereditarietà;
  • Colesterolo alto;
  • Carenza di potassio (ipopotassiemia);
  • Carenza di vitamina D;
  • Sensibilità al sale (sodio);
  • Bere eccessivo;
  • il fumo;
  • Lo stress.

Per quanto riguarda l'ipertensione arteriosa secondaria, la causa del problema in questo caso può essere identificata, poiché l'ipertensione è una conseguenza di alcune condizioni patologiche e di malattie associate a vari organi coinvolti nella regolazione della pressione. Viene diagnosticato in pazienti ipertesi nel 5-10% dei casi.

L'ipertensione sintomatica può svilupparsi per ragioni renali, cardiovascolari, neurogeniche, endocrine e medicinali.

La pielonefrite cronica, il rene policistico, la lesione aterosclerotica dei vasi renali, l'urolitiasi, le cisti, le aderenze, i tumori possono essere la causa dell'ipertensione arteriosa renale. L'aterosclerosi aortica, l'insufficienza valvolare aortica provoca ipertensione cardiovascolare. Pressione intracranica, malattie infiammatorie del sistema nervoso centrale, polineurite contribuiscono allo sviluppo di ipertensione neurogena.

L'endocrina si sviluppa a causa della sindrome di Conn, della malattia di Itsenko-Cushing, dell'acromegalia, dell'ipotiroidismo, dell'ipertiroidismo, dell'iperparatiroidismo. Ipertensione medicinale associata all'assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei, contraccettivi, antidepressivi, anfetamine.

A seconda della causa dello sviluppo di AH secondaria, è stata osservata una serie di caratteristiche negli indicatori della pressione arteriosa. Ad esempio, in caso di malattie renali, il diastolico aumenta in misura maggiore, in caso di movimenti disturbati del sangue attraverso i vasi si alza la sistolica e, nel caso di lesioni degli organi del sistema endocrino, l'ipertensione arteriosa diventa sistolica e diastolica.

Ipertensione polmonare

Pressione aumentata spietatamente al corpo umano. Il minimo fallimento nel suo sistema è pieno di complicazioni ipertensive. Ad esempio, a riposo nel tronco dell'arteria polmonare, la pressione non deve superare 25 mm Hg. Art. Se l'indicatore è più alto, stiamo già parlando di ipertensione della circolazione polmonare (è anche chiamata polmonare).

Lei ha quattro gradi:

  • I grado di LH - da 25 a 50 mm Hg.
  • Grado II LH - da 51 a 75 mm Hg
  • Grado III LH - da 76 a 110 mm Hg.
  • IV grado di LH - oltre 110 mm Hg
  • Succede anche primario e secondario.

Come per l'ipertensione polmonare primaria, questa è una malattia molto rara di eziologia sconosciuta, che si verifica nello 0,2% dei pazienti cardio-circolanti.

LH secondaria è il risultato di problemi polmonari e cardiaci cronici: tromboembolismo polmonare acuto e ricorrenti se si tratta di piccoli rami dell'arteria polmonare, broncospasmi, bronchiti, trombosi polmonare, malattia cardiaca mitrale, insufficienza cardiaca ventricolare sinistra, ipoventilazione nell'obesità, ecc.

Si ritiene che questo tipo di ipertensione si sviluppi a causa di uno spasmo vascolare riflesso come reazione all'ipoventilazione (bassa respirazione lenta) o ad un aumento della pressione nel sistema dell'atrio sinistro e delle vene polmonari. I fattori meccanici non devono essere trascurati: pressione e chiusura dei vasi, ispessimento delle pareti dovuto a difetti del setto atriale. L'ipertensione circolatoria complica i processi nelle regioni del cuore destro, che è la causa dell'insufficienza ventricolare destra.

Sintomi di LH

  1. Mancanza di respiro;
  2. La tosse è improduttiva;
  3. Angina pectoris;
  4. svenimento;
  5. Gonfiore (periferico) sulle gambe.

Ci dovrebbe essere una piccola digressione importante. Se improvvisamente una persona ha mancanza di respiro nella sua posizione orizzontale (per esempio, durante il sonno), molto probabilmente questo è dovuto a ipertensione venosa polmonare, perché, di regola, questo non è osservato nell'ipertensione polmonare.

Oggi, l'ipertensione della circolazione polmonare è facilmente diagnosticata. È importante condurre un trattamento farmacologico efficace della malattia di base e solo allora è possibile la normalizzazione della pressione arteriosa.

Ipertensione vasorenale

Ipertensione vasorenale - ipertensione secondaria, a causa della mancanza di flusso sanguigno ai reni a causa di alterazioni delle arterie renali. Questo tipo di malattia è rilevato nell'1-5% dei casi in pazienti con ipertensione.

Le ragioni possono essere:

Stenosi delle arterie renali contro l'aterosclerosi, che provoca ipertensione

  • Aterosclerosi (nel 65-75% dei casi di ipertensione arteriosa vascolare);
  • Displasia fibromuscolare;
  • Aneurisma dell'arteria renale (la sua protrusione);
  • Trombosi dell'arteria renale;
  • Spremitura dei vasi renali (dall'esterno);
  • Lesione dell'arteria renale con successiva trombosi.

Come regola generale, l'ipertensione renovascolare si sviluppa inosservata e progredisce nel tempo. L'ipertensione arteriosa è uno dei suoi primi segni. Inoltre, l'ipertensione è stabile e non è suscettibile di trattamento conservativo. I pazienti soffrono di mal di testa, dolori dolorosi al cuore, lamentano tinnito, pesantezza alla testa, visione offuscata e battito cardiaco accelerato. Quanto prima viene eseguita una diagnosi di alta qualità, tanto maggiore sarà il successo del trattamento. Fornisce sia farmaci efficaci, sia interventi chirurgici, tenendo conto dell'eziologia, della prevalenza e della localizzazione dell'ostruzione delle arterie renali.

Ipertensione diastolica

Sappiamo che la pressione sanguigna più bassa (diastolica) è fissata nel momento stesso in cui il cuore si rilassa. Allo stesso tempo, il muscolo cardiaco viene rifornito di sangue. Ecco perché la gente chiama questo cuore di pressione. Di regola, alti tassi più bassi corrispondono a quelli superiori, che è in una certa misura l'ipertensione arteriosa. Succede che con la normale pressione sanguigna sistolica, il diastolico si mostra alto. Ad esempio, 120/105. Tale pressione del sangue con una differenza tra 15-20 unità è chiamata diastolica isolata.

Anche quando sono identificati, prestano poca attenzione a lui, perché sono abituati principalmente a concentrarsi sulla pressione sanguigna sistolica. L'ipertensione diastolica isolata è molto pericolosa perché il cuore è in costante tensione. Distrugge il flusso sanguigno, le pareti dei vasi sanguigni perdono la loro elasticità, che è piena di formazione di coaguli di sangue e cambiamenti nel muscolo cardiaco. Alti tassi di pressione diastolica sono spesso sintomi di malattia renale, sistema endocrino, difetti cardiaci e vari tumori.

Se una persona ha una pressione arteriosa diastolica superiore a 105 mm Hg, il rischio di infarto miocardico è 5 volte, e l'ictus emorragico cerebrale è 10 volte più alto rispetto alle persone con pressione arteriosa normale. Numeri fantastici Pertanto, è molto importante consultare un medico in modo tempestivo per iniziare il trattamento di questo tipo di ipertensione. Oggi la medicina prevede un apporto completo di farmaci, poiché la pillola miracolosa per questo disturbo non è stata ancora inventata.

Il mondo dell'infanzia sotto pressione

Purtroppo, ipertensione ora e malattia infantile. La sua prevalenza, secondo varie fonti, va dal 3 al 25%. Se nei primi anni di vita l'ipertensione è rara, gli indicatori degli adolescenti sono già molto diversi da quelli degli adulti. Il più spesso è una domanda dell'ipertensione arteriosa secondaria, segnalando su fallimenti in un organismo da bambini. Vale la pena notare che la patologia renale prevale.

Se un bambino non ha malattie che provocano l'ipertensione sintomatica, allora considero essenziale l'ipertensione arteriosa. La sua eziologia è principalmente associata all'ereditarietà.

Anche i fattori di rischio sono:

  1. Caratteristiche personali del bambino (sfiducia, ansia, paura, tendenza alla depressione);
  2. Costante stress psico-emotivo (conflitti a scuola, in famiglia);
  3. Caratteristiche dei processi metabolici del corpo;
  4. Aumento del peso corporeo;
  5. mancanza di esercizio;
  6. il fumo;
  7. Stato dell'ambiente

Se il trattamento viene avviato in tempo, l'ipertensione primaria si conclude con il recupero assoluto.

I genitori dovrebbero prestare maggiore attenzione ai bambini. Non si può avvertire un lungo periodo di ipertensione. Nessuna lamentela del bambino sulla sua condizione fisica, non una singola manifestazione di indisposizione non dovrebbe passare inosservata. È molto importante misurare la pressione sanguigna di volta in volta. I seguenti indicatori sono considerati normali:

  • Neonati - 60-96 / 40-50mm Hg;
  • 1 anno - 90-112 / 50-74 mm Hg;
  • 2-3 anni - 100-112 / 60-74 mm Hg;
  • 3-5 anni - 100-116 / 60-76 mm Hg;
  • 6-9 anni - 100-122 / 60-78 mm Hg;
  • 10-12 anni - 100-126 / 70-82 mm Hg;
  • 13-15 anni - 110-136 / 70-86 mm Hg

Se la pressione sanguigna devia dalla norma, è necessario consultare un cardiologo. Definirà senz'altro un esame completo, fornirà i consigli necessari sulla dieta, sul trattamento non farmacologico per prevenire gravi malattie in futuro.

Prime campane

Parliamo dei sintomi comuni dell'ipertensione arteriosa. Molti spesso giustificano la loro indisposizione con la fatica, e il corpo sta già dando segnali completi in modo che le persone finalmente prestino attenzione alla loro salute. Giorno dopo giorno, distruggendo sistematicamente il corpo umano, l'ipertensione porta a serie complicazioni e gravi conseguenze. Un attacco cardiaco improvviso o un colpo inaspettato è, purtroppo, un modello triste. L'ipertensione arteriosa non diagnosticata può "tranquillamente uccidere" una persona.

I numeri qui sotto ti fanno meravigliare. Per le persone con pressione alta:

Le lesioni vascolari delle gambe si verificano 2 volte più spesso.

Gli ictus si verificano 7 volte più spesso.

Ecco perché è molto importante visitare un medico se sei preoccupato:

  1. Frequenti mal di testa;
  2. vertigini;
  3. Sensazioni pulsanti nella testa;
  4. "Mosche" negli occhi e rumori nelle orecchie;
  5. Tachicardia (palpitazioni cardiache);
  6. Dolore nel cuore;
  7. Nausea e debolezza;
  8. Puffiness degli arti e gonfiore del viso al mattino;
  9. Intorpidimento degli arti;
  10. Ansia inspiegabile;
  11. Irritabilità, testardaggine, lancio da un estremo all'altro.

A proposito, per quanto riguarda l'ultimo punto, l'ipertensione, infatti, lascia un'impronta sulla psiche umana. Esiste persino un termine medico speciale "di natura ipertonica", quindi se una persona diventa improvvisamente difficile da comunicare, non cercare di cambiarla in meglio. La ragione sta nella malattia che deve essere trattata.

Va ricordato che l'ipertensione, a cui non viene data la dovuta attenzione, può rendere la vita molto più breve.

Come sopravvivere e più a lungo?

È necessario iniziare il trattamento dell'ipertensione arteriosa con cambiamenti nello stile di vita e nella terapia non farmacologica. (Un'eccezione è la sindrome dell'ipertensione secondaria, in questi casi è indicato anche il trattamento della malattia, il cui sintomo è l'ipertensione).

Ora è necessario notare una sfumatura significativa. Tutti gli aspetti della terapia non farmacologica, che saranno discussi ulteriormente, riguardano la prevenzione secondaria dell'ipertensione arteriosa. È raccomandato per i pazienti che sono già stati diagnosticati con AH al fine di prevenire l'insorgenza di complicanze. Se non si desidera unirsi ai ranghi dei pazienti con ipertensione arteriosa, è sufficiente fare la prevenzione primaria, che prevede la prevenzione di questa malattia insidiosa e comprende tutti gli stessi approcci della terapia non farmacologica.

Attività fisica moderata giornaliera

È dimostrato che l'esercizio regolare riduce la pressione arteriosa sistolica e diastolica di 5-10 mm Hg. Art. Prova a studiare almeno 3 volte a settimana per 30-45 minuti. Non si tratta di allenamenti estenuanti. Puoi passeggiare, nuotare in uno stagno o in piscina, andare in bicicletta o anche solo lavorare in giardino per il tuo piacere. Tali attività divertenti supportano il sistema cardiovascolare, stimolano i processi metabolici e aiutano a ridurre il colesterolo.

Regime favorevole di lavoro e riposo

Molto spesso, i medici raccomandano alternando lo sforzo fisico con i periodi di rilassamento e rilassamento. Leggendo la tua letteratura preferita, ascoltando musica piacevole, un sonno extra durante il giorno può portare molti benefici. Quando si osserva il regime, si verifica la normalizzazione delle funzioni del sistema nervoso e delle reazioni vascolari.

Smettere di fumare e alcol

Per qualche ragione, l'esempio di un povero cavallo, che muore per una goccia di nicotina, fa pochissime persone a ritrovarsi da un'altra boccata. Ma questa passione, davvero, distrugge il corpo. Dalla nicotina, il cuore inizia a battere in un ritmo accelerato, che porta a uno spasmo dei vasi sanguigni. Ciò complica enormemente il lavoro di un organo vitale. I fumatori hanno il doppio delle probabilità di morire per problemi cardiovascolari. Questa dipendenza aumenta significativamente il rischio di aterosclerosi. Anche se la pressione sanguigna tornasse alla normalità, le persone che continuano a fumare hanno ancora un aumentato rischio di malattia coronarica. Per parte con questa abitudine è un must!

Dovresti riconsiderare il loro atteggiamento nei confronti dell'alcool. C'è una visione "calmante" che la sua ricezione dilata i vasi sanguigni. In effetti, per un breve periodo questo accade, ma poi si verifica il loro lungo spasmo. Questo "gioco di vasi" per l'espansione - il restringimento complica in modo significativo il lavoro dei reni. Iniziano a filtrare e purificare il sangue dai prodotti nocivi del metabolismo. Pensa, ne vale la pena rischiare la salute?

Normalizzazione del peso

Devi seguirlo! Gli scienziati hanno dimostrato una stretta relazione tra aumento della pressione sanguigna e sovrappeso. Risulta che con la perdita di 5 chilogrammi di pressione sistolica si riduce di 5,4 mm Hg. Art. E diastolica - 2,4 mm Hg. Art. È necessario limitare l'uso di carboidrati salati, grassi e facilmente digeribili. Nella dieta dovrebbero essere più vegetali e latticini con un basso contenuto di grassi.

Normalizza il peso in due modi:

  1. Ridurre l'apporto calorico;
  2. Aumentare i costi energetici.

Solo se la terapia non farmacologica si rivela inefficace, è integrata con la terapia farmacologica.

È importante! Secondo i risultati della diagnosi preliminare, solo un medico può prescrivere un farmaco che aiuterà a ridurre la pressione e ad avere un effetto benefico sui fattori di rischio. Il principio medico di Nolinocere ("non nuocere") è rilevante anche per coloro che stanno cercando di impegnarsi in un'iniziativa farmacologica.

Trattamento farmacologico dell'ipertensione

Diuretici (diuretici)

I diuretici raccomandati per l'ipertensione includono:

  • idroclorotiazide;
  • indapamide;
  • Ritardato indapamide;
  • Xipamide;
  • Triamterene.

Questi farmaci hanno dimostrato di essere farmaci altamente efficaci che hanno un effetto positivo sul sistema cardiovascolare e sono facilmente tollerabili dai pazienti. Il più delle volte, è con loro che l'ipertensione inizia a essere curata, a condizione che non ci siano controindicazioni sotto forma di diabete e gotta.

Aumentano la quantità di urina escreta dal corpo, che rimuove l'acqua in eccesso e il sodio. I diuretici sono spesso prescritti in combinazione con altri farmaci che abbassano la pressione sanguigna.

Alfa bloccanti

  • Zhoksazozin;
  • prazosina;
  • Terazosin.

I farmaci hanno un alto grado di tollerabilità. Hanno un effetto benefico sul profilo lipidico del plasma sanguigno, non influenzano i livelli di zucchero nel sangue, riducono la pressione sanguigna senza un aumento significativo della frequenza cardiaca, ma hanno un effetto collaterale molto significativo. Il cosiddetto effetto della prima dose, quando sono possibili vertigini e perdita di coscienza quando si passa da una posizione orizzontale a una verticale. Per evitare l'ipotensione ortostatica (questo è ciò che viene chiamata questa condizione) quando si assumono alfa bloccanti, è necessario prima cancellare i diuretici, assumere il farmaco nel dosaggio minimo e provare a farlo prima di andare a letto.

Beta-bloccanti

  • atenololo;
  • Betaxolol;
  • bisoprololo;
  • carvedilolo;
  • metoprololo;
  • nadololo;

Tutti questi farmaci sono altamente efficaci e sicuri. Bloccano l'influenza del sistema nervoso sul cuore e riducono la frequenza delle sue contrazioni. Di conseguenza, il ritmo cardiaco rallenta, inizia a lavorare in modo più economico, la pressione sanguigna diminuisce.

Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE)

  • captopril;
  • perindopril;
  • ramipril;
  • trandolapril;
  • fosinopril;
  • Enalapril.

Questi farmaci hanno un alto grado di efficacia. Sono ben tollerati dai pazienti. Gli ACE inibitori prevengono la formazione di angiotensina II, un ormone che causa vasocostrizione. A causa di ciò, i vasi sanguigni periferici si espandono, il cuore diventa più leggero e la pressione sanguigna diminuisce. L'assunzione di questi farmaci riduce il rischio di nefropatia sullo sfondo del diabete mellito, dei cambiamenti morfofunzionali e della morte nelle persone che soffrono di insufficienza cardiaca.

Antagonisti dell'angiotensina II

  • Valzartan;
  • irbesartan;
  • candesartan;
  • Losartan.

Questo gruppo di farmaci ha lo scopo di bloccare la suddetta angiotensina II. Sono prescritti nei casi in cui è impossibile trattare gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina, perché i farmaci hanno caratteristiche simili. Inoltre neutralizzano l'effetto dell'angiotensina II sui vasi sanguigni, contribuiscono alla loro espansione e abbassano la pressione sanguigna. Vale la pena notare che questi farmaci in alcuni casi superano l'efficacia degli ACE-inibitori.

Calcio antagonisti

  • verapamil;
  • diltiazem;
  • nifedipina;
  • Norvasc;
  • Plendil.

Tutti i farmaci in questo gruppo espanderanno i vasi, aumentandone il diametro, prevenendo lo sviluppo di ictus. Sono molto efficaci e facilmente tollerabili dai pazienti. Hanno un'ampia gamma di proprietà positive con una piccola lista di controindicazioni, che consente di utilizzarle attivamente nel trattamento dell'ipertensione in pazienti di diverse categorie cliniche e fasce d'età. Nel trattamento dell'ipertensione, gli antagonisti del calcio sono i più richiesti nella terapia combinata.

In caso di ipertensione arteriosa, i metodi di trattamento non farmacologico devono essere rigorosamente osservati, deve essere misurato l'uso quotidiano di farmaci antipertensivi e della pressione arteriosa.

Nessun "respiro" in terapia: non appena la pressione raggiunge nuovamente livelli elevati, gli organi bersaglio diventeranno nuovamente vulnerabili e il rischio di infarto e ictus aumenterà. Il trattamento non è limitato a un corso. Questo è un processo lungo e graduale, quindi devi essere paziente e seguire rigorosamente le raccomandazioni degli esperti, quindi il mondo ricomincerà a suonare con colori brillanti e si riempirà di nuovi suoni che affermano la vita.

Inoltre, Leggere Imbarcazioni

Granularità tossogenica nell'analisi generale del sangue

Cosa significa granularità tossica dei neutrofili nel sangue?La più grande varietà di popolazione di cellule leucocitarie è costituita da neutrofili, nella loro struttura morfologica appartengono al gruppo dei granulociti.

Creatinina abbassata

La creatinina è un metabolita, un effetto collaterale del metabolismo degli aminoacidi nel corpo umano. È prodotto da molecole di creatina, che svolgono un ruolo importante nel sistema muscolare.

Cos'è un microinfarto

Le malattie del sistema cardiovascolare sono sempre più comuni. Allo stesso tempo, le restrizioni di età stanno diventando sempre meno, i primi segni di microinfarto possono essere visti anche nelle persone di età inferiore ai 30 anni.

Vene varicose del bacino - sintomi e trattamento nelle donne

Le vene varicose del bacino nelle donne sono provocate da un fenomeno come la reiniezione di sangue attraverso la vena ovarica, che si verifica sullo sfondo della spremitura dei vasi sanguigni.

Violazione del deflusso venoso del cervello

Nel problema del rifornimento di sangue al cervello, maggiore attenzione viene data alle arterie. Portano ossigeno, materiali plastici per creare energia ed eseguire neuroni delle loro funzioni.

Una descrizione completa dell'aterosclerosi cerebrale: cause, trattamento, prognosi

Da questo articolo imparerai: come e perché si sviluppa lo sviluppo della malattia aterosclerotica dei vasi cerebrali, le manifestazioni e le conseguenze della patologia, quali metodi di trattamento esistono e quanto sono efficaci.